Sei sulla pagina 1di 23

Scopri l'antica disciplina della

FISIOGNOMICA DEL CORPO


Un nuovo punto di vista
In una società in continuo mutamento dove tutto è sempre
più veloce, rapido e gli impegni di ogni uomo si sommano e
si sovrappongono uno sull’altro al punto da non lasciarci più
il tempo di pensare, di ragionare, di osservare, in questo
tempo, dove tutto diventa relativo, tutto diventa superficiale
e corriamo sempre di più, il rischio di fare scelte non oculate
o di esprimere idee e giudizi su di sé e sugli altri poco
sensate è ormai quotidianità.

Al giorno d’oggi infatti capita spesso di osservare che le


persone giudicano se stesse e gli altri per come si è fatti
esteriormente e lo si fa senza attenzione, senza pensare al
significato di una forma, senza rendersi talvolta conto di
essere fuori luogo o di esprimere giudizi inutili.

Alla forma esteriore viene dato sempre un valore positivo o


negativo, secondo i classici canoni del mi piace/non mi
piace, senza rendersi conto che in realtà dietro le forme del
proprio corpo c’è un mondo di informazioni vastissimo e
utilissimo per la nostra vita.

Di quale mondo stiamo parlando?

Vieni con me e te lo mostro subito…

Pagina 2
Perchè hai una spalla
più alta dell'altra?
Partiamo da una domanda apparentemente poco importante,
la cui risposta potrebbe invece cambiare molte cose.

Ti sei mai accorto che molte persone hanno una spalla più
alta dell’altra?
Oppure hanno un seno più alto dell’altro, o ancora una mano
più in avanti dell’altra nella posizione di riposo?

Che cosa osservi?

Pagina 4
Relativamente alle spalle potresti osservare due cose:
1. Le spalle sono alla stessa altezza
2. Una spalla è più alta/bassa dell'altra

Spesso infatti le spalle non sono allo stesso livello, alla stessa
altezza, e tra poco ne scopriremo il motivo…

Dopo aver fatto questa esperienza legata all’osservazione di te


stesso, potresti iniziare a farti mille idee su questa asimmetria
corporea e su tutte le altre asimmetrie che fino ad ora non
avevi minimamente notato.

Prima che la fantasia si faccia troppo intensa, voglio spiegarti su


cosa si basa la disciplina che definiamo “Fisiognomica del Corpo”:

La Fisiognomica del Corpo è la


disciplina che spiega chi sei e come sei
sulla base delle forme del tuo corpo.

Se tu hai delle aspettative/obiettivi per il futuro, se hai fatto


delle esperienze particolarmente scioccanti nel passato, se sei
introverso o estroverso, se sei una persona che dona agli altri
o se sei incentrato più su te stesso, se sei più emotivo,
razionale o pratico… qualsiasi caratteristica tu abbia e qualsiasi
esperienza tu abbia fatto in passato, il tuo corpo la rende
manifesta e visibile all’esterno attraverso una particolare
forma assunta dal corpo stesso.
Ovviamente, queste caratteristiche sono visibili solo per chi
è in grado di coglierle grazie allo studio delle forme del
corpo.
Pagina 5
Tornando al nostro esempio, cosa rappresentano quindi le
spalle per la fisiognomica?

Le spalle rappresentano il
rapporto che hai con la tua
famiglia d’origine, cioè con i
tuoi genitori.
Se osservi, è possibile costruire un triangolo virtuale dato
alla base dalla linea delle tue spalle, il cui vertice
superiore è dato dal centro della tua fronte.

In questo triangolo i tre punti sono rappresentati come


segue:

1. La spalla destra rappresenta tuo


padre
2. La spalla sinistra rappresenta tua
madre
3. Il punto al centro della fronte
rappresenta te stesso

Pagina 6
Proprio per questo, il triangolo così formato è definito
“il triangolo della famiglia” e mostra con assoluto dettaglio
e precisione il rapporto che hai con i tuoi genitori.

Pagina 7
Cosa possiamo osservare
nel triangolo della famiglia?
Innanzitutto, la distanza tra il centro della fronte (che come
abbiamo detto rappresenta te) e la linea che unisce le spalle,
dice se sei uno “agganciato” o addirittura “schiacciato”
verso i tuoi genitori o se tendi a prenderne distanza.

Dicendo questo facciamo riferimento al modo di pensare,


alla visione del mondo e alle aspettative per il futuro.

Se ad esempio c’è una piccola distanza tra la tua fronte e le


tue spalle, significa che molto probabilmente condividi una
visione del mondo simile a quella dei tuoi genitori e hai
aspettative che vanno in una direzione simile a quella della
tua famiglia d’origine. Sei letteralmente “attaccato" alla tua
famiglia”.

Se invece c’è una buona distanza tra la tua fronte e la linea


che unisce le tue spalle, allora tendi a sganciarti dalla tua
famiglia, hai autonomia, hai visioni e obiettivi, “aspirazioni”
proprie, individuali, tendi quindi a seguire una direzione di
vita diversa da quella della tua famiglia di origine.

Ovviamente non c’è una condizione migliore di un’altra, ma


vanno benissimo entrambe.

Pagina 8
Con la Fisiognomica si
impara a non dare mai un
giudizio a ciò che si vede
… ma facciamo osservazioni neutre perché l’obiettivo non è
giudicare questa forma piuttosto che quest’altra, ma
comprendere come si è fatti e come è fatta la persona che
abbiamo di fronte e se la forma di una persona è coerente
con il suo modo di vedere la vita allora, si dice, che la sua
forma è in “armonia” con il suo stato, diversamente vi è una
disarmonia che vale la pena di prendere in considerazione.

E’ il caso di una persona che dice di volere una cosa, di


aspirare ad un obiettivo e di fatto fa esattamente il contrario.

Il corpo, la forma del corpo, esprimerà in modo chiaro ed


evidente questa contraddizione.

Passiamo ora ad un’altra considerazione e vediamo di


rispondere alla fatidica domanda:

Perchè hai una spalla più


alta dell'altra?

Pagina 9
Prova a riflettere sulla base di quello che abbiamo detto in
relazione al triangolo della famiglia. Se hai una spalla più
altra dell’altra, significa che una spalla è più vicina alla fronte
rispetto all’altra, quindi…?!

Se ad esempio hai la spalla destra più alta della sinistra,


allora nel corso della tua vita tuo padre è stato più
presente/influente di tua madre.
Ma non devi credere a me che te lo dico, prova a verificare tu
stesso in base a ciò che vedi di fronte ad uno specchio.

Pensa ora a quale dei tuoi genitori è stato o è più presente


nella tua vita.
Se fai questo esercizio con sincerità, ti renderai conto che
quello che hai osservato sul tuo corpo rappresenta
esattamente la tua situazione attuale.

Bene, ora fermati un attimo…

Ti rendi conto di cosa hai appena scoperto?

Il tuo corpo ti dice


esattamente chi sei

Pagina 10
Hai appena trovato un modo che ti consente, se lo vorrai, di
scoprire qualsiasi verità tu desideri osservare su te stesso e
sugli altri.

Ma c’è da dire una cosa al riguardo.

Per comprendere e saper applicare al meglio i principi


della fisiognomica non ti basta leggere un e-book, che per
sua natura è solo teorico.

Hai bisogno di fare molta pratica, perché come spesso


accade all’inizio, si fanno parecchi errori di interpretazione.

Poi, quando si ha applicato a sufficienza, l’osservazione di sé e


degli altri diventa molto naturale e si diventa capaci, in certi
casi, di capire chi si ha di fronte anche solo dopo i primi
10 secondi.

Pagina 11
Perchè sei magro o robusto?

Passiamo ora ad una domanda cui molte persone vorrebbero


saper rispondere: “perché sono magro? Perché sono
robusto? Perché sono così come sono?"
Per rispondere in modo corretto, basiamoci su un altro dei
principi base della fisiognomica del corpo, quello delle forze
interne e forze esterne.

Se pensiamo al nostro corpo come ad una linea di confine


tra interno ed esterno, allora possiamo dire che nei punti
del nostro corpo in cui le forze interne hanno un’intensità
maggiore delle forze esterne, la linea si sposterà verso
l’esterno creando una protuberanza.

Pagina 12
Al contrario, se in un punto
le forze esterne sono maggiori delle forze interne, la linea del
nostro corpo si sposterà verso
l’interno creando una rientranza o un vuoto. Il nostro corpo
è fatto quindi di “pieni” e di “vuoti”.

Cosa rappresentano le forze


interne e le forze esterne?
Per spiegarlo partiamo da un semplice esempio.

Supponiamo che tu abbia un po’ di pancia che va in avanti (e


non ad esempio verso il basso o vero l’alto, tutte le pance non
sono uguali!).

“Che fortuna”, mi dirai tu!

Beh innanzitutto, c’è da dire che a differenza di quanto


comunemente si pensa, avere la pancia non è una cosa
necessariamente “negativa”.

Come già sappiamo, in fisiognomica non esiste giusto


o sbagliato, ma vi è un’osservazione oggettiva basata su
regole precise e misurate che rispecchiano uno stato
interiore.

Anzi, ti potrebbe sorprendere se ti dicessi che avere la pancia


può essere invece molto positivo per il tuo obiettivo (come già
spiegato sopra, sto usando ora il termine “positivo” in quanto
associato ad un obiettivo specifico).

Pagina 13
Tornando al nostro esempio, la pancia in avanti indica che
in quella zona del tuo corpo le forze interne sono maggiori
delle forze esterne.

Ma cosa rappresenta la pancia in fisiognomica?

La pancia rappresenta il
nutrimento e tutto ciò che
ad esso è collegato

Pagina 14
Avere la pancia in avanti
(verso il futuro) indica che
hai un’aspettativa di
nutrimento verso il Futuro
Questo è tipico di tutti coloro che lavorano, operano,
agiscono, con la speranza che in un futuro più o meno
prossimo, si compia un obiettivo, si modifichi una
situazione migliorativa.

Pensa anche a tutti quegli uomini che da giovani sono magri


e secchi ma che iniziano a mettere su un po’ di pancia nel
momento in cui si trovano nella condizione di dover
crescere i propri figli.

Prima erano da soli, ora si crea un’aspettativa verso il futuro,


il prendersi cura dei propri figli ad esempio, e questo porta il
corpo ad avere una forza interna, nell’aspettativa di nutrire e
di continuare a nutrire i propri figli, proiettata verso il
futuro, la pancia lievita e si sposta in avanti, si spinge verso
avanti.

Ti invito a cercarne altri esempi oltre a questo e a mettere in


relazione quanto stai imparando in questa guida con le
situazioni che si presentano ogni giorno.

Pagina 15
La Fisiognomica del Corpo
cambia la vita!

Nei capitoli precedenti abbiamo analizzato in particolare


due aspetti della fisiognomica del corpo:

1. Il significato delle spalle e la loro stretta connessione con


la fronte
2. Il significato della pancia

Ti sarai subito reso conto che tutto quello che abbiamo


detto a proposito dei punti qui sopra non ha nulla a che
vedere con la visione ordinaria dell’uomo.
Quando prendiamo in esame la fisiognomica del corpo per
studiare l’uomo, la prospettiva cambia completamente ed
iniziamo a vedere l’uomo stesso, le sue relazioni con gli altri e
la realtà circostante in modo più critico, mirato e profondo.

Pagina 16
lo studio della
Grazie alle conoscenze fornite da questa disciplina, è
possibile:

1. Conoscere il significato di tutte le parti del tuo corpo


facendo le opportune traslazioni con la tua vita

2. Ridurre il giudizio verso noi stessi e gli altri che fin


troppo spesso condiziona le nostre giornate

3. Comprendere in modo profondo a che punto ti trovi nella


tua vita in relazione agli obiettivi che hai

Pagina 17
5. Leggere il corpo degli altri, cioè capire in pochi istanti
cosa cercano e quali sono le caratteristiche delle persone
che incontri

6. Aiutare le altre persone a comprendere in modo più


profondo cosa le blocca nel raggiungimento dei loro
obiettivi di vita

7. Entrare maggiormente in empatia con gli altri creando


relazioni più sane, profonde e durature

8. Grazie ad una maggior comprensione dei principi che


regolano la vita dell’uomo, ti sarà possibile comprendere
meglio come funziona il mondo intorno a te

Pagina 18
Sintetizzando quanto scritto sopra, grazie agli strumenti
propri della fisiognomica del corpo la tua vita cambia
perché cambia il tuo modo di interpretare ciò che vedi.

Giunti a questo punto


ho una bella e una brutta
notizia per te:
Partiamo dalla bella notizia:

Esiste un metodo preciso e


dettagliato per diventare
capaci di leggere il corpo

...per acquisire le abilità riportate negli 8 punti della lista in


alto.

Pagina 19
Il metodo pratico per diventare
un esperto di Fisiognomica
si divide in 3 parti:
1. Una parte teorica durante la quale vengono illustrati tutti gli
elementi da tenere in considerazione per fare una lettura del
corpo umano completa. In questa fase si studieranno le
correlazioni tra le varie parti del corpo e il significato che ogni
parte del corpo assume in
relazione all’insieme.

2. Una parte pratica che ha lo scopo di farti esercitare sulla


base delle informazioni acquisite nella parte teorica. Sarà
fondamentale cercare di mettere in pratica quello che si è
studiato nella fase precedente per abituarsi alla lettura e
all’analisi. In un primo tempo verranno fatti molti errori poiché
non si è ancora abituati a questa nuova prospettiva, ma pian
piano le osservazioni diverranno sempre più corrette e
articolate.

3. Una parte di “verifica” grazie alla quale si condividono le


osservazioni fatte nella parte pratica e si verifica appunto se
ciò che è stato visto corrisponde al vero o è frutto di
considerazioni soggettive. In questo modo ognuno ha
occasione di comprendere dove sbaglia quando osserva l’altro
e a cosa dovrebbe invece prestare più attenzione…

Pagina 20
Come faccio a mettere in
pratica e chi verifica le mie
osservazioni?
Arriviamo dunque alla brutta notizia: in Italia esistono
pochissimi corsi di fisiognomica del corpo.

La maggior parte degli studiosi di questa disciplina si focalizza


soprattutto sulla fisiognomica del volto andando ad analizzare il
rapporto delle varie parti del viso ed il loro significato profondo.

Tuttavia, questo studio risulta essere molto parziale perché una


parte importante della fisiognomica è mettere in relazione ciò
che vedi localmente con tutto l’insieme.

Nel caso della fisiognomica del volto invece, si analizza solo ciò
che c’è nell’area occupata dalla testa, rendendo l’analisi stessa
limitata e molto meno utile.

Rimane tuttavia un'opportunità:

Puoi partecipare ad un corso


di Fisiognomica del corpo

Pagina 21
...che ti aiuterà a capire tutto quanto ti abbiamo brevemente
accennato in questo e-book.

Non vogliamo assolutamente che vengano al nostro corso


persone che non siano veramente motivate e desiderose di
conoscere la fisiognomica per cambiare la propria vita.

Di persone che hanno partecipato solo per sfizio o perché


interessate ad imparare qualche trucco ne abbiamo avute tante,
e da questa esperienza abbiamo compreso che quelle non sono
persone adatte a lavorare su se stesse in modo serio.

Detto questo, poiché hai avuto la curiosità e il desiderio di


leggere questa guida fino a questo punto, ritengo tu possa
essere una persona che ha voglia di crescere, migliorare e di
comprendere davvero come sei fatto, da dove vieni e quali sono
le tue aspirazioni più profonde.

Quindi non deludermi, mi raccomando!

Qui sotto trovi il link al percorso di fisiognomica del corpo che


organizziamo in varie città italiane.

Il percorso ha un numero limitato di posti poiché è importante che


i partecipanti vengano seguiti con attenzione e che nessuno venga
lasciato indietro.

Clicca sulla prossima immagine per approfondire il corso!

Pagina 22
CLICCA QUI PER
APPROFONDIRE IL CORSO

Pagina 23
Infine, sentiamo di doverti fare i nostri complimenti.

Come ti dicevamo sopra, non sono molte le persone che


arrivano fino a questo punto nella lettura.

Molte iniziano a leggere l’ebook convinte di poter cambiare la


propria vita in un istante, senza considerare che il
cambiamento necessita di un tempo più o meno lungo, durante
il quale si acquisiscono le informazioni, i metodi e gli
strumenti operativi per lo studio di sé.

Ma le informazioni non bastano.

Come già visto per le 3 fasi della procedura di lavoro, la seconda


e la terza sono fondamentali in quanto consentono di mettere in
pratica e verificare in modo oggettivo se ciò che si è fatto
risponde a verità.

Con questo è proprio tutto.

Ti ringraziamo per aver dedicato del tempo a questo e-book e a


noi che l’abbiamo scritto, ricordandoti che l’unico modo per
crescere è continuare a studiare, approfondire e soprattutto
applicare quanto appreso nella propria vita quotidiana.

Al tuo successo e al meglio della vita,

Il Team
“Le Sei Direzioni”

Pagina 24