Sei sulla pagina 1di 5

Riferimenti legislativi (D.M.

14 gennaio 2008)
Riferimento Testo
11.2.1 SPECIFICHE PER IL CALCESTRUZZO.

La prescrizione del calcestruzzo allatto del progetto deve essere caratterizzata almeno
mediante la classe di resistenza, la classe di consistenza ed il diametro massimo
dellaggregato. La classe di resistenza contraddistinta dai valori caratteristici delle
resistenze cubica Rck e cilindrica fck a compressione uniassiale, misurate su provini
normalizzati e cio rispettivamente su cilindri di diametro 150 mm e di altezza 300 mm e
su cubi di spigolo 150 mm.
Al fine delle verifiche sperimentali i provini prismatici di base 150 x 150 mm e di altezza
300 mm sono equiparati ai cilindri di cui sopra.

omissis

La resistenza caratteristica a compressione definita come la resistenza per la quale si


ha il 5% di probabilit di trovare valori inferiori.

omissis
11.2.4. PRELIEVO DEI CAMPIONI.

Un prelievo consiste nel prelevare dagli impasti, al momento della posa in opera ed alla
presenza del Direttore dei Lavori o di persona di sua fiducia, il calcestruzzo necessario
per la confezione di un gruppo di due provini.
La media delle resistenze a compressione dei due provini di un prelievo rappresenta la
Resistenza di prelievo che costituisce il valore mediante il quale vengono eseguiti i
controlli del calcestruzzo.

omissis

Per la preparazione, la forma, le dimensioni e la stagionatura dei provini di calcestruzzo


vale quanto indicato nelle norme UNI EN 12390-1:2002 e UNI EN 12390-2:2002.
Circa il procedimento da seguire per la determinazione della resistenza a compressione dei
provini di calcestruzzo vale quanto indicato nelle norme UNI EN 12390-3:2003 e UNI EN
12390-4:2002.

omissis

11.3.2.1 ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO B450C.

Lacciaio per cemento armato B450C caratterizzato dai seguenti valori nominali delle
tensioni caratteristiche di snervamento e rottura da utilizzare nei calcoli:

fy nom = 450 N/mm2

ft nom = 540 N/mm2

omissis

11.2.2.4 CARATTERISTICHE DIMENSIONALI.


omissis

BARRE E ROTOLI

Le barre sono caratterizzate dal diametro della barra tonda liscia equipesante,
calcolato nell'ipotesi che la densit dell'acciaio sia pari a 7,85 kg/dm3.

Gli acciai B450C, di cui al 11.3.2.1, possono essere impiegati in barre di diametro
compreso tra 6 e 40 mm.

omissis
4.1.2.1.1.1 RESISTENZA DI CALCOLO A COMPRESSIONE DEL CALCESTRUZZO.

Per il conglomerato cementizio la resistenza di calcolo a compressione, fcd , vale:

dove:

c il coefficiente parziale di sicurezza relativo al conglomerato cementizio

acc il coefficiente riduttivo per le resistenze di lunga durata

fck la resistenza caratteristica cilindrica a compressione del conglomerato cementizio a


28 giorni

Il coefficiente gC pari ad 1,5.


Il coefficiente acc pari a 0,85.

Nel caso di elementi piani (solette, pareti, ) gettati in opera con calcestruzzi ordinari e
con spessori minori di 50 mm, la resistenza di calcolo a compressione va ridotta a 0,80fcd .

Il coefficiente gC pu essere ridotto da 1,5 a 1,4 per produzioni continuative di elementi o


strutture, soggette a controllo continuativo del calcestruzzo dal quale risulti un
coefficiente di variazione (rapporto tra scarto quadratico medio e valor medio) della
resistenza non superiore al 10%. Le suddette produzioni devono essere inserite in un
sistema di qualit di cui al 11.8.3.
4.1.2.1.4.3 RESISTENZA DI CALCOLO DELL'ACCIAIO.

La tensione di snervamento di calcolo, f yd , vale:

dove:

S il coefficiente parziale di sicurezza relativo allacciaio,

fyk per armatura ordinaria la tensione caratteristica di snervamento dellacciaio (v.


11.3.2), per armature da precompressione la tensione convenzionale caratteristica di
snervamento data, a seconda del tipo di prodotto, da fpyk (barre), fp(0,1)k (fili), p(1)k f
(trefoli e trecce); si veda in proposito la Tab. 11.3.VII
Il coefficiente S assume sempre, per tutti i tipi di acciaio, il valore 1,15.

4.1.2.1.2.2. DIAGRAMMI DI CALCOLO TENSIONE-DEFORMAZIONE DEL CALCESTRUZZO

Per il diagramma tensione-deformazione del calcestruzzo possibile adottare opportuni


modelli rappresentativi del reale comportamento del materiale, modelli definiti in base alla
resistenza di calcolo fcd ed alla deformazione ultima ecu.

In Fig. 4.1.1 sono rappresentati i modelli - per il calcestruzzo: (a) parabola-rettangolo;


(b) triangolo-rettangolo; (c) rettangolo (stress block). In particolare, per le classi di
resistenza pari o inferiore a C50/60 si pu porre:

ec2 = 0,20% ecu = 0,35%

ec3 = 0,175% ec4 = 0,07%

Per le classi di resistenza superiore a C50/60 si pu porre:

ec2 = 0,20%+ 0,0085%(fck - 50)0,53 ecu = 0,26%+ 3,5% [(90 - fck ) /100]4

ec3 = 0,175%+ 0,055% [(fck - 50) / 40] ec4 = 0,2 ecu

purch si adottino opportune limitazioni quando si usa il modello ( c ).

Per sezioni o parti di sezioni soggette a distribuzioni di tensione di compressione


approssimativamente uniformi, si assume per la deformazione ultima a rottura il valore
ec2 anzich ecu .

4.1.2.1.2.3 DIAGRAMMI DI CALCOLO TENSIONE-DEFORMAZIONE DELL'ACCIAIO.

Per il diagramma tensione-deformazione dellacciaio possibile adottare opportuni modelli


rappresentativi del reale comportamento del materiale, modelli definiti in base al valore di
calcolo eud = 0,9euk

( euk = (Agt )k ) della deformazione uniforme ultima, al valore di calcolo della tensione di
snervamento fyd ed al rapporto di sovraresistenza k = (ft / fy )k (Tab. 11.3.Ia-b).

In Fig. 4.1.2 sono rappresentati i modelli s - e per lacciaio: (a) bilineare finito con
incrudimento; (b) elastico-perfettamente plastico indefinito.
4.1.6.1.2. ARMATURA DEI PILASTRI

Nel caso di elementi sottoposti a prevalente sforzo normale, le barre parallele allasse
devono avere diametro maggiore od uguale a 12 mm e non potranno avere interassi
maggiori di 300 mm. Inoltre la loro area non deve essere inferiore a

As,min = (0,10 NEd / fyd) e comunque non minore di 0,003 Ac (4.1.44)

dove:

fyd la resistenza di calcolo dellarmatura (riferita allo snervamento)

NEd la forza di compressione assiale di calcolo

Ac larea di calcestruzzo.

Le armature trasversali devono essere poste ad interasse non maggiore di 12 volte il


diametro minimo delle barre impiegate per larmatura longitudinale, con un massimo di 250
mm. Il diametro delle staffe non deve essere minore di 6 mm e di del diametro massimo
delle barre longitudinali.

Al di fuori delle zone di sovrapposizione, larea di armatura non deve superare As,max =
0,04 Ac, essendo Ac larea della sezione trasversale di calcestruzzo.
4.1.6.1.3. COPRIFERRO ED INTERFERRO.

Larmatura resistente deve essere protetta da un adeguato ricoprimento di calcestruzzo.


Gli elementi strutturali devono essere verificati allo stato limite di fessurazione secondo
il 4.1.2.2.4.

Al fine della protezione delle armature dalla corrosione, lo strato di ricoprimento di


calcestruzzo (copriferro) deve essere dimensionato in funzione dellaggressivit
dellambiente e della sensibilit delle armature alla corrosione, tenendo anche conto delle
tolleranze di posa delle armature.

Per consentire un omogeneo getto del calcestruzzo, il copriferro e linterferro delle


armature devono essere rapportati alla dimensione massima degli inerti impiegati.

Il copriferro e linterferro delle armature devono essere dimensionati anche con


riferimento al necessario sviluppo delle tensioni di aderenza con il calcestruzzo.
NOTE.
Il D.M. 18.01.2008 stato pubblicato sul Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 29 del 4 febbraio
2008.

La Circolare Ministeriale 617 stata pubblicata il 02.02.2009 nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio
2009 - Suppl. Ordinario n.27

Le norme UNI EN 12390-1 fissano le dimensioni dei provini cubici a 100, 150, 200, 250 e 300 mm di lato.
Argomenti correlati
Teoria Tabelle
Flow-chart Info
Esempio di calcolo Diagrammi di interazione
Test Domande frequenti

1997-2009 Carlo PALATELLA