Sei sulla pagina 1di 3

Chi sono?

Bella domanda!

Io amo le domande; io sono una domanda!

Potrei dire che sono una domanda perennemente sintonizzata sul mondo delle rispote.

Inizierei da una classicissima PRESENTAZIONE ARTISTICA

"Il pianoforte non uno strumento cui tenga particolarmente in quanto tale. L'ho sempre suonato e
costituisce per me il veicolo migliore per esprimere le mie idee perch estremamente comodo".

G. Gould

Questa frase"rubata" al grande pianista canadese cornice perfetta al percorso artistico della pianista:

studia al conservatorio A. Vivaldi di Alessandria, al G. Verdi di Milano, al G. Verdi di Torino, al


Steffani di Castelfranco Veneto ove si diploma in Pianoforte. Si perfeziona poi con grandi pianisti e
musicisti quali M. Mika, M.I. De Carli, A. Ciccolini, L. Lanfranchi, H. Shanet, F. Donatoni, C. Mosso, N. De
Luca. Si diploma in Musica da Camera Vocale al Conservatorio "G. Verdi" di Torino con il massimo dei voti e
la lode. Presso lo stesso Conservatorio, ottiene la Laurea di secondo livello in Discipline Musicali, sezione
"Pianoforte solistico", con il massimo dei voti, discutendo la tesi di ricerca "La spettacolarit come vera
radice della musica". Contemporanea a questi studi ha un'intensa attivit concertistica come solista e in
varie formazioni cameristiche volta soprattutto ad un repertorio "alternativo".

Sul cammino di questo percorso "pianistico" nel mondo della Musica, si lascia incuriosire dalla scienza dei
pensieri lavorando cos per un decennio al Progetto "Disturbi psicosomatici ed espressivit musicale"
mettendo a frutto lesperienza, pi tardi nel 2001, nel metodo da lei ideato Rilassamento e percezione
corporea al Pianoforte per il quale ha tenuto molti seminari e corsi.

Incontra, poi, sul suo cammino, il "fiato caldo e passionale del bandoneon" che fa scoccare una caliente
passione per il Tango Argentino: studia quindi Musica Argentina al Centro Konex di Buenos Aires, filosofia e
coreografia del Tango, studia Bandoneon con il M Vargas e crea la coppia di tangueros "Las Guindillas" con
la quale tiene conferenze-spettacolo.

Ma l'incontro "fatale" con il Teatro: si diploma in Arte Scenica con il massimo dei voti e la lode e,
successivamente, ottiene la Laurea di secondo livello in Regia Lirica e dello Spettacolo al Conservatorio di
Torino con il massimo dei voti discutendo la tesi "Ho occhi al posto delle orecchie" e curando la regia molto
originale - e per questo molto criticata negli ambienti accademici- della Tragedia lirica "La voix humaine" di
Poulenc su testo di Cocteau (IV esecuzione italiana).

Idea una nuova forma di concerto, il "Concerto in forma scenica" il cui primo esempio "Dream", andato in
scena nel 2005 al Conservatorio di Torino, del quale ideatrice, regista e pianista.

Nel 2000, forma il duo espandibile "Teste dure" (Tvrd palice) in collaborazione con il Mezzosoprano
Barbara Somogyiova, con il quale si esibisce in originali concerti spettacolo in Italia e all'estero: il goloso
SacherMozarTorte per il compleanno di Mozart, il conturbante I love you, Omaggio alla mia terra
commissionato dal comitato olimpico slovacco per le Olimpiadi invernali a Torino, Schegge di
destino,l'originale UnItalia per la celebrazione del 150 anniversario dell'unit d'Italia (invitato speciale al
Festival "Dolce vitaj" a Bratislava nel 2011), Non ci resta che sKappare in collaborazione con il MMI,
"Duello di duetti" in collaborazione con la cantante Denisa Krume, I Drink e "Musicolario" per il Festival
internazionale Bacco&Bach, The end, antologia di finali Musici s food of love - Omaggio a Shakespeare
per il Teatro Baretti di Torino, "Genesi di un Duo" per il Festival del Pensiero, "Goya: suoni e colori della
Spagna nelle tele di Goya" per l'Accademia albertina", "Con un vezzo all'italiana: MozarTosti" per la
stagione Concertante di Torino, "EmotiOn" e "Sulle ali del canto" per il Festival slovacco "Stare Mesto",
sono alcuni dei concerti spettacolo ideati da Orietta per investigare, giocando, il lato teatrale della Musica.

Con il Duo, inoltre, sta lavorando al Progetto di Ricerca "La scura cultura slava" " per il quale incider due
CD contenenti alcuni inediti "Canti popolari slovacchi"; sempre con il Duo Teste dure ha inciso un cd per
letichetta "Elegie" di brani eseguiti in prima assoluta del compositore torinese G. Donati e un cd per
letichetta indipendente OFF su canti popolari piemontesi e napoletani.

Attiva edalternativa anche in campo didattico, Orietta docente in diverse Scuole e Istituti musicali ove
copre la cattedra di Pianoforte principale, Propedeutica pianistica e Teoria musicale al Pianoforte; nel 2003
elabora un nuovo metodo di insegnamento della Musica basato sulla fisicit e la spazialit sonora che nel
2018 verr pubblicato.

Molto interessante e curioso stato lincontro con la regista Inis Sach con la quale collabora dal 2010 ma
con la quale si pu dire sia da sempre compagna di giochi tra le quinte, i sipari, i tiri e le assi impolverate
dei palcoscenici! Con lei, infatti, ha ideato e interpretato spettacoli quali The end, I Drink, La
gnoccata, Donne sullorlo di una crisi di nervi, Anatomia di un delitto, Sipario sonoro e molti altri.
Sempre con la Sach sta elaborando un grande progetto artistico mirato alla sensibilizzazione al problema
Amianto e morte.

Nel 2005, fonda l'Associazione "L'Officina delle nuvole" con la quale sostiene, l'attivit, la ricerca e la
riqualificazione delle Arti dello Spettacolo e con il quale costruisce nuvole di tutti e per tutti i gusti ed
esigenze

Nel 2006 forma la Compagnia musical teatrale "Il Coro dei Muti" che con i suoi Concerti spettacolo vuol far
rinascere la vera passione per l'Arte dello Spettacolo profondamente sepolta in ognuno di noi.
Nel 2010 forma, con la pianista Cristina Lagan, il duo pianistico "EnBlancEtNoir": questo Duo nasce come
progetto degli opposti per esplorare la teoria degli opposti nelluniverso musicale partendo dalla
contrapposizione di due personalit musicali opposte, per lappunto, ma complementari.

Dal nuovo mondo: contaminazioni doltre oceano, La boite a joujoux, En forme de poire, Istantanee
in bianco e nero, "Les Ballettes russes", "Donne in primo piano" e Voyage dans la Lune sono alcuni dei
concerti con i quali in Duo si esibito in Italia e allestero con grande successo di pubblico e di critica.

Nel 2016 il compositore S. Frega compone "Voyage de plaisir" commissionato da "ErreMusica" per il Duo
"EnBlancEtNoir" che lo esegue in prima assoluta nell'ambito del concerto omonimo tenutosi per "Erre
pomeriggi" alla Biblioteca musicale "Dalla Corte" di Torino.

Il Duo EnBlancEtNoir, nel 2014 si...espande fino a formare la compagnia musical teatrale "In3pide" in
collaborazione con l'attrice Elana Ferrari e, in collaborazione con I. Sach, elabora lo spettacolo musicale per
ragazzi Il Piccolo Principe andato in scena per lUnione Musicale di Torino nel 2014 e 2015 con grande
successo; dal 2016, le "In3pide", iniziano una collaborazione con l'Unione Musicale di Torino per la quale
ideano e producono nuovi spettacoli musicali("L'isola che non c'", "Il giro del mondo in...60 minuti").

Sempre nel 2016, in collaborazione con le cantanti Diana Kaca Vizvary e Barbara Somogyiova, forma il Trio
InferNot con l'intento di sondare e portare alla luce la parte pi sotterranea della musica e dellanimo
umano; partendo da unantica leggenda legata agli Infernot (cantine scavate nel tufo, tipiche del
Monferrato) il Trio ha debuttato nel 2016 a Bratislava per il Festival Stare Mestocon il concerto
spettacolo EmotiON riscuotendo grandissimo successo di pubblico e di critica.