Sei sulla pagina 1di 2

Mohorovic studi i sismogrammi del terremoto di Zagabria e not che ad una certa

profondit le onde aumentavano la loro velocit le onde p che nascevano dall'ipocentro


raggiunte i 30 km di profondit aumentavano la loro velocit per tale motivo il sismologo
afferm che vi era una discontinuit tra crosta e mantello chiamata discontinuit di Moho.
Un ulteriore discontinuit fu scoperta da Gutenberg il quale not che a profondit
maggiori le onde p diminuivano la loro velocit quindi afferm la presenza di un'altra
discontinuit tra mantello e nucleo. Infine fu Lehmann ad osservare una discontinuit tra
le due zone del nucleo dividendo l nucleo in esterno ed interno
LA TERRA
lo studio della terra possibile mediante degli strumenti indiretti. La terra viene
considerata un involucro ricoperto da vari strati. La crosta lo strato pi doppio e
esposto all'atmosfera. Essa si divide in crosta continentale formata dai continenti con una
densit di circa 2,7 g per cm^3 e composta da rocce granitiche che si estende dai 35 ai 40
km e una crosta oceanica con una densit di 3 g cm^3 che si estende per 8-10 km ed
formata da rocce basaltiche ossia alluminio e ferro.
Il mantello si estende a profondit di 2900km e ha una densit pari a 3 g per cm^3 con
temperatura molto variabile. composto da silicati come magnesio e ferro. Il mantello
venne diviso in varie zone da Gutenberg il quale affermo che vi era una zona
parzialmente fuso chiamato astenosfera che divideva il mantello superiore dal punto in
cui le onde aumentavano la loro velocit ossia la mesosfera. Crosta e mantello seppure
con composizioni chimiche differenti avevano lo stesso movimento dinamico e per
questo furono unite e chiamate litosfera.
Il nucleo ha un raggio di 3500 km e una densit di 10 g per cm^3. Il nucleo diviso in
zona esterna fluida e formata da zolfo e zona interna solida e formata da nichel e ferro.

I MOTI DELLA TERRA


il movimento di rotazione il movimento che la terra compie intorno al suo asse in senso orario
se ci troviamo sull'emisfero australe in senso antiorario se ci troviamo sull'emisfero boreale. La
velocit angolare pari a 15 gradi all'ora. Essa impiega 23 h 54 m 6 s.
una delle prove della rotazione della terra IL MOVIMENTO APPARENTE DEL SOLE in
quanto il sole sorge ad est e tramonta ad ovest,in antichit si pensava che il sole compiva un
movimento intorno alla terra,ma ci impossibile in quanto stelle lontane migliaia di anni
dovrebbero avere una velocit che supera la velocit della luce. Per questo motivo il sorgere e il
tramontare del sole in punto diversi deriva dal movimento della terra. Il moto di rotazione fu
accertato da Guglielmini e Focault.
La conseguenza del moto di rotazione l'alternarsi del d e della notte. I due emisferi sono
tagliati da un circolo di illuminazione di una certa ampiezza
il passaggio tra d e notte non netto,ma avviene mediante i crepuscoli,ossia momenti intermedi
tra il tramonto e l'alba dovuti alla presenza dell'atmosfera in cui i raggi solari subiscono la
rifrazione e la diffusione. un'altra prova la forza di Coriolis. A causa del moto di rotazione gli
oggetti si spostano verso sinistra nell'emisfero australe verso destra in quello boreale. una forza
apparenta dovuta alla diversa latitudine
la prova del moto di rivoluzione sono l'aberrazione stellare ossi una stella che in realt si trova
nella posizione S viene avvistata nella posizione S1 dovuta alla parallasse annua ossia llo
spostamento della calotta celeste.
La quantit di luce e di calore che arriva sulla terra causata dalla differenza tra d e notte e
dall'inclinazione. I raggi solari sono perpendicolari il 21 marzo e il 23 settembre se questi fossero
stati perpendicolari tutto l'anno giorno e notte avrebbero avuto la stessa durata.
21 marzo e 23 settembre equinozio di primavera ed autunno. Notte e giorno stessa durata
22 dicembre 21 giugno solstizio inverno estate
la terra viene divisa in diverse zone astronomiche tra i due TROPICI vi la zona torrida l'unica
in cui il sole raggiunge lo zenit. Tra il tropico del capricorno e il circolo polare antartico ZONA
TEMPERATA AUSTRALE
. tra il tropico del cancro e il circolo polare artico vi LA ZONA TEMPERATA BOREALE
Un altro movimento poco percepibile a causa della sua lentezza sono i moti millenari. Ossia la
precessione degli equinozi a causarlo sono due forze che agiscono in senso opposto l'attrazione
tra luna e sole e la rotazione della terra che tentano di inclinare l'asse formando due coni
capovolti. Ci causa l'anticipo di 20 m degli equinozi. Le nutazione sono le oscillazioni dell'asse
ogni 18 anni. Inoltre la stella polare non indica pi il nord ma lo fa la stella Vega.