Sei sulla pagina 1di 6

Cosa un meet up

7 Gennaio 2016 a Creazzo (VI)


Roberto FICO Responsabile nazionale dei Meetup
(.) Le persone che possono parlare a nome e per conto del movimento 5 stelle
sono le liste certificate e quindi le persone allinterno delle liste o i portavoce a
qualsiasi livello eletti.
1

Le liste certificate possono durare il tempo di una campagna elettorale: trenta


giorni o nel momento in cui viene certificata la lista, due mesi prima, tre mesi
prima e se poi quella lista avr un consigliere potr usare e spendere nel rispetto
dei principi e dei valori, nel rispetto del nome e del programma del movimento 5
stelle.
Questo un dato di fatto che non pu essere modificato.
Dallaltro lato esistono i Meet up.
Nascono molto prima del movimento e che sono sempre serviti storicamente, per
fare incontrare le persone sul territorio. Per parlarsi, per confrontarsi, per aggregare
pi persone possibile e lavorare sui temi. Sui temi che ci contraddistinguono, sui
temi territoriali in cui crediamo di pi.
A Napoli abbiamo iniziato a lavorare sullacqua pubblica, gestione dei rifiuti, sui
referendum comunali, sulla Trasparenza della pubblica amministrazione e facevamo
questo tipo di attivit e le abbiamo sempre fatte, come Meet up Napoli. Magari
andavamo in comune, chiedevamo il permesso. Mi dicevano. Ma chi siete voi?
Siamo il Meet up di Napoli amici di Beppe Grillo. Non avete una sede, una
associazione, il solito discorso. Ho sempre detto No. No noi siamo cittadini, siamo
Associazione di fatto e i beni comuni, sono i beni anche nostri, e se ci dovete dare
una autorizzazione per un gazebo lo dovete dare in quanto siamo il Meet up di
Napoli.
Questo alla fine possibile, allinizio anche se il funzionario comunale dice di no o
restio. Tant che nella sede di questa associazione di fatto che non esisteva, a
Napoli ma anche in altri luoghi di fatto, davano il permesso con lindirizzo di una
sede on line, quella del Meet up, per fare un esempio.

Anche qui spingendo e facendo comprendere. Facendo credere che la casa del
comune la casa dei cittadini, che non possono esimersi dal dare i permessi.
Lo cito perch molto spesso stato presentato questo problema. Qualcuno dice: - Io
voglio essere movimento 5 stelle nei fatti, perch se no non mi danno il permesso,
per avere il gazebo, la sala etc.
Noi dobbiamo invece combattere e non ci fermiamo al primo impiegato qualsiasi del
comune o da qualche no detto in comune. Con questo no, non vedo perch non
possiamo fare una altra serie di guerre e di battaglie.
La sensazione che ho avuto con la lettera (N.d.R. quella rivolta ai meet up). Che
molti si siano, nella buona fede totale, sentiti traditi. Perch hanno detto: - Allora io
non sono movimento 5 stelle non posso usare il simbolo, non posso usare la
bandiera a che nome o a che titolo parlo.
Invece io la vedo da un altro punto di vista: il fatto di volersi riattivare in modo sano
e secondo me giusto i Meet up per quello che sono, non per quello che votano, non
perch sono movimento ma perch sono cittadini. I Meet up per quello che sono,
non per quello che votano non perch sono il movimento. Ma perch si vogliono
attivare in quel territorio in quel presente per vivere meglio insieme. Prescinde
totalmente dal fatto che si movimento o anche che si voti il movimento. Nel Meet
up non ci devono essere persone per forza che votano il movimento chiaro che
aderiscono ai valori del movimento Beppe Grillo.
Perch i Meet up sono nati e si chiamano in questo modo, perch votano i valori che
erano i valori sul blog di Beppe Grillo. Lacqua pubblica, la gestione dei rifiuti,
abbiamo detto che sono tanti temi Le primarie on line del programma. Vi
ricordare quando portammo a prodi le primarie on line del programma
Parteciparono 100 mila persone. Portammo il libro del programma per fare
applicare i punti del programma lo portammo a Prodi non ne applico neanche uno.
Poi facemmo i V2.
Perch lidea iniziale (N.d.R. con cui sono nati i Meet up ) non era certo quella di
sostituirsi alla classe politica del paese, alla classe cosi detta dirigente del paese. Ma
era quella lidea iniziale di avere cittadini pi consapevoli che aldil delle ideologie
bandiere e che lavorassero insieme per trovare le soluzioni per tutti.

E quelle soluzioni le applicassero o loro stessi se potevano farlo, se riuscissero ad


applicarle nel proprio comune o darle ai politici. Regalarle ai sindaci, ai presidenti
delle provincie, ai presidenti della regionale al governo nazionale per farle
applicare.
Siccome ci hanno rigettato tutto e non ci hanno ma applicato niente, a stento ci
hanno ascoltato dopo anni di lavoro si arrivati al punto.
Creiamo un contenitore come il movimento 5 stelle, dove certifichiamo i cittadini
che si vogliono candidare e ci andiamo a prendere quello di diritto che era nostro,
ovvero lo Stato.
Ma il percorso dal Meet up al movimento non un percorso che non pu pi essere,
perch oggi siamo in parlamento. Le persone che arrivano devono avere un
principio di responsabilit individuale molto forte. Che prescinde dallidea di
candidarsi, che prescinde dai voti dallidea dei voti, voti consenso, lotte intestine
correnti etc. Non quello che noi vogliamo, non quello che vogliamo nella societ,
non lo vogliamo neanche dentro il movimento.
Il grande punto, il grande dilemma e che io vedo che si parla di una societ bella.
Bella da sogno ma che nel quotidiano non riusciamo a vivere nelle nostre riunioni,
nelle nostre assemblee. Nel nostro modo di essere e lo indichiamo come qualcosa di
esterno a noi. Invece il problema interno a noi e lo vediamo. Lo vediamo ogni
giorno.
Da qui arrivano secondo me tutte le domande e tutte le lamentele. Abbiamo
legocentrismo, lio, il super io, agiamo in una gabbia. In una gabbia che non
sappiamo liberarci e da cui ci dovremo totalmente liberare.
E solamente un pensiero strano, dire noi siamo del movimento e quindi possiamo
fare questo. Allora io dico, prima io sono una persona che vive a Vicenza, io vivo nel
presente. E che dovrei vivere come in una comunit.
Cosa significa essere un Meet up? Il Meet up un laboratorio culturale di idee e di
partecipazione che ci sar sempre a prescindere del movimento .
Allora fare quella lettera. Non significava che non sei movimento, se non sei Meet
up. Era lopposto lobiettivo era, non siamo sezioni di partito, non abbiamo capi
bastone referenti provinciali o referenti comunali.

Siamo tuttaltro. Perch molti dicono noi... Noi vogliamo aprire una sede del
movimento, noi vogliamo fare una associazione non ce n bisogno.
Noi siamo persone, siamo cittadini, quando lavoriamo sui temi e lavoriamo per le
persone quando poi ci sentiamo pronti. Ma dopo aver lavorato molto, chiediamo la
certificazione. Perch pensiamo che possiamo rappresentare quelle idee allinterno
dei temi allinterno dei comuni, allinterno delle regioni, allinterno del parlamento
nazionale.
Vi dico questo perch questi secondo me sono i principi generali che gi cosi
potrebbero gi spianare molte domande.
Se non sbaglio, le ho contate le domande sono 98, sono contento perch
potrebbero essere 350 o 400 qui siamo 400.
Per questi sono questi i criteri generali con cui nata la lettera ai Meet up.
Io so, che molti di voi interpretano il fatto che il Meet up come se fosse una sezione
di partito, se uno pensa questo io dico che un pensiero sbagliato. Per il luogo in
cui ci troviamo, in un altro luogo magari sarebbe il pensiero giusto.
Qui, in questo caso, non cos.
Anche addirittura nel non statuto c scritto che il movimento non si vuole rifare
un partito. Figuriamoci un Meet up.
Un Meet up quel laboratorio culturale, stare insieme in cui si pu parlare di quello
che vogliamo anche di cavolate, ma basta stare bene. Perch quello lobbiettivo
Stare bene per portare qualcosa alla comunit.
Senza pensare cambiamo il mondo. No cambiamo un pezzettino alla volta del luogo
in cui viviamo.
E per questo i Meet up nascono prettamente territoriali, non esistono Meet up
provinciali o regionali, non ci sono strutture intermedie.
Non ci sono (Interruzione causata dagli applausi). Lo dico senza applausi per un
motivo. Lo dico senza applausi per un motivo. Non esiste chi ha ragione o chi ha
torto, in questo caso.
Esiste un modello che vogliamo portare avanti. Chi daccordo a questo modello, se
uno vuole esser e qui per farlo diventare un modello che e quello del partito

politico. Non va bene perch il partito politico gi c, ed un'altra strada un altro


percorso molto pi difficile.
Nelle nostre teste ci sono questi binari. Quando ci distraiamo pensiamo su quel
binario. Per riuscire a destrutturare quel binario tutto quello che abbiamo pensato e
tutto quello che abbiamo fatto per come lo abbiamo fatto ci vuole tempo e costa
fatica.
La fatica percorrere strade nuove, dandoci coraggio e affidandoci lun laltro una
cosa che si pu fare.
Non siamo arrivati facendo le sezioni di partito, mettendo dirigenti prendendo i
finanziamenti pubblici, mettendo i dirigenti, non siamo arrivati mettendo segretari
comunali. Perch dobbiamo ipotizzarlo di farlo oggi. Dobbiamo riuscire ad avere una
qualit umana maggiore.
La politica tira fuori qualit umane peggiori, la competitivit, larrivismo. Il pensare
tutti che si pu arrivare ad essere qualcuno. Essere qualcuno da qualche parte,
presidente di qualcosa
Uno o non . Aldil di un Meet up aldil dei parlamentari o dei presidenti di
qualcosa.
Non cos e che funziona.
Dobbiamo guardarci noi dalle dinamiche della qualit che portiamo dentro alle cose
al proprio interno.
Per me sono principi che applico alle cose che faccio, anche in parlamento io ci
credo in questo modo.
Io credo ad un cambio di passo della societ italiana, ma ci credo in questo modo.
La storia spesso una catena che si ripete. La grande fatica sta nel riuscire a
rompere questi anelli della storia e incanalarci in una storia nuova.
Io penso che i Meet up del movimento questo lo abbiamo fatto. Fino adesso lo
abbiano fatto, e che in questi ultimi tempi lo stiamo perdendo. Le telefonate che mi
arrivano, i contrasti che ci sono. C molta politica, la politica che sta inquinando, il
fatto che si in parlamento, il fatto di essere in parlamento europeo, ci ha un po
inquinato. Il fatto di poter diventare davvero un po i sindaci dei propri comuni.

Allora dobbiamo resistere a questo inquinamento che ci viene da un Modello che


fondamentalmente inquina. Difficile perch ci sono tutti quei sentimenti alla base
anche brutti, che la politica porta. Non porta solo cose belle la politica porta anche
sfide, importanti sfide, con scelte molto difficili. Allora sono quelle che bisogna
battere per cambiare il sistema che si nutre di un certo tipo di valori.
E quello di avere aspettative per cambiare proprio questo tipo di atteggiamento e
questo tipo di dinamica.
Se noi riproduciamo la stessa dinamica, noi riproduciamo lo stesso sistema, se noi
riproduciamo una altra dinamica, una dinamica nuova, allora le cose cambiano e
cambiano per tutti.
Noi oggi siamo pi in grado di vedere un altro modello di societ. Agiamo in questa
societ senza pi capire come potrebbe essere una societ diversa, una societ
migliore.
A volte penso a come certe tematiche a quelle cose bellissime del reddito di
cittadinanza universale, per fare un esempio diritto delle persone quello di vivere ad
avere uno stipendio, e svilupparsi e fare quello che si vuole fare per se stesso allora
tutti dicono che le persone lavorerebbero di pi.
Una Tassa unica sui consumi, io penso che noi possiamo inventarci il mondo
Invece ci si sta schiacciando nelle solite dinamiche che ci sono: il prodotto interno
lordo, la disoccupazione. I sondaggi.
Stiamo un p ragionando, ma per colpa di tutti, una colpa collettiva, come i politici
classici, quelli dopo un po non ce la facciamo pi a vedere al televisore.
O cambiamo e abbiamo questa forza o questo coraggio o la nostra strada finita.
Essere un Meet up significa pensare a tutte queste cose qua e costringere il
movimento a prendere questa direzione.