Sei sulla pagina 1di 1

Il semestre di presidenza slovacca del Consiglio dellUE

Dal 1 luglio 2016, i Paesi Bassi hanno ceduto la presidenza del Consiglio Europeo alla Slovacchia,
che avr il compito di guidare lUnione fino alla fine dellanno 2016. Per garantire la continuit di
lavoro dellUnione Europea, il programma della presidenza elaborato su un orizzonte
temporale di 18 mesi e coinvolge anche altri due stati membri. Il trio di presidenza attuale
include anche i governi olandese e maltese. Oltre al programma comune, ogni stato membro ha
poi il dovere di presentare un proprio programma semestrale pi dettagliato, allinizio della sua
presidenza del Consiglio Europeo.
La presidenza slovacca rappresenta un passaggio importante per capire lo stato di salute
dellUnione. Robert Fico, attuale primo ministro del paese eletto lo scorso marzo, assumer la
presidenza del Consiglio in una stagione assai travagliata per le istituzioni comunitarie,
soprattutto in conseguenza del voto britannico. Nei mesi che verranno infatti il Regno Unito
potrebbe dare inizio alla procedura di uscita dallUnione Europea.
Osservando questa presidenza da una prospettiva politica, i prossimi mesi saranno cruciali,
soprattutto per definire il futuro dellUnione, che oggi si trova a un crocevia. Proprio in queste
settimane si sta infatti discutendo animatamente della necessit di una maggiore integrazione
degli stati europei e delle forme attraverso le quali questa debba realizzarsi. Robert Fico si
ripetutamente espresso in favore di unEuropa che prosegua nel cammino di integrazione grazie
a un metodo intergovernativo rafforzato, ponendosi in contrasto con le linee guida del Partito
Socialista Europeo (del quale il suo partito membro) e con altri leader progressisti, tra i quali
figura anche Matteo Renzi, a favore invece del federalismo e della coerenza con il progetto
immaginato da Altiero Spinelli.
Le priorit della Presidenza sono state approvate dal governo slovacco nel mese di giugno e
includono il completamento del Mercato Unico dei Capitali, lavanzamento nel progetto di
Unione economica e monetaria europea, uno sforzo maggiore per il rafforzamento dellUnione
Energetica e infine una particolare attenzione al tema del Partenariato orientale.
Una delle questioni pi controverse sulle quali verr misurata la qualit e la capacit di guida
della Slovacchia il contributo alla soluzione dellemergenza migratoria. Il paese
tradizionalmente critico nei confronti della gestione del fenomeno migratorio da parte della
Commissione Europea. Nei prossimi mesi sar, invece, la presidenza slovacca a dettare lagenda
anche e soprattutto su questo tema e sar interessante vedere quali decisioni saranno prese.
Infine aggiungo una curiosit: per la prima volta dal 2000, il Consiglio Europeo sar organizzato
fuori Bruxelles, ripristinando ci che prima era la normalit: organizzare summit europei nel
paese della presidenza di turno.

Alessia Mosca, MEP


www.alessiamosca.it - email@alesiamosca.it