Sei sulla pagina 1di 22

Luigi Bruno Cristiano

Ars Medica
Frasario minimo di autodifesa per il paziente illuminato.
Ars Medica

Luigi Bruno Cristiano

Prima edizione Gennaio 2010

(In copertina immagine rubata spudoratamente dalla rete.)

Questa è un opera di fantasia.


Ogni riferimento a fatti o persone é puramente casuale.

Ars Medica
Luigi Bruno Cristiano
Tutti i diritti riservati.
...oooOOOooo...

Quando sei malato vai dal Medico, pagalo, e accetta i suoi consigli;
anche Lui deve pur vivere.
Vai dal Farmacista e compra le medicine che ti hanno prescritto;
anche Lui deve pur vivere.
Poi vai a casa, dimentica i consigli del Medico e getta le medicine
del Farmacista.

Anche Tu devi pur vivere.

Citato dal mio amico Farmacista G.R.


Ottimo propinatore di ottime sostanze
atte a rimpolpare le sue sostanze.

...oooOOOooo...

Senti, sai in che cazzo di condizioni sei.


Se ti spacchi la spalla sinistra sei fottuto.
Comunque se vuoi giocare a rugby fai come vuoi.
Io di miracoli non ne faccio.
Al massimo ci metteremo una pezza.
Eccoti il certificato e fanculo.

In loving memory.
Ferrario Dott. Giovanni.
Medico curante dei miei anni da ragazzo.
Prefazione

Molte cose collegano la medicina alle religioni.

La prima: puoi crederci oppure no.

La seconda: una volta scelta una religione o un medico devi fidarti,


anche perché cambiare una o l'altro è una impresa a dir poco
titanica.

La terza: entrambe hanno come scopo dichiarato la salvezza


dell'uomo; chiaramente gli ambiti sono diversi, l'anima e il corpo, ma
guarda caso entrambi riescono con mezzi diversi ad accumulare
ricchezze e prestigio.

La quarta: entrambe hanno testi sacri a cui far riferimento; in questo


caso però la medicina ne ha di più aumentando di molto l'entropia e
la confusione.

La quinta: entrambe hanno carattere dogmatico. La cosa strana è


che ad ogni "Si può fare." della medicina, corrisponde un "Non si può
fare." della maggior parte delle religioni.

La sesta: entrambe hanno una scappatoia, una sorta di alibi che


induce chi ci capita sotto a chiedersi se l'errore sia suo. La religione
ha la fede, e se un tizio non ha fede non è colpa della religione.
La medicina è più subdola, non si definisce scienza ma arte. Un
medico non è uno scienziato, è uno che applica , secondo la sua
arte, ciò che gli scienziati scoprono, in pratica siete nelle mani di un
artista.

La settima: entrambe si basano sul senso di colpa e sulla paura. C'è


bisogno che faccia alcuni esempi? Non credo.
L'ottava: entrambe sono assimilabili alla "Settimana Enigmistica" per
gli innumerevoli tentativi di imitazione.

La nona: entrambe usano formule e linguaggi metaforici o astrusi


per esprimere concetti di una semplicità disarmante; e anche questo
potrebbe essere visto come un buon sistema per pararsi le spalle.

La decima: fondamentale : entrambe vengono esercitate da esseri


umani, introducendo così la possibilità di errore in due ambiti che per
loro natura vorrebbero essere definiti infallibili.

Mi fermo qui, ma le analogie potrebbero andare avanti.

Con questo non voglio dire che non si debba credere all'una o
all'altra; così come non è mia intenzione mettere in dubbio il valore
etico di molti degli uomini e delle donne che hanno fatto di entrambe
la loro missione. Abbiamo altissimi esempi di abnegazione e
rettitudine.

Ma anche esempi nefasti, in entrambe.

Io, da vecchio curioso della vita, ho studiato un po' di religione; quel


tanto che basta per chiedermi dove sia la verità, quando tutte le
religioni asseriscono di detenerla. E per sorte mi è capitato di
lavorare fianco a fianco con frotte di medici, dai più scalcagnati
apprendisti ai più illuminati luminari.

Quelle che leggerete sono 101 frasi che nessun medico si


sognerebbe mai di dire in presenza di un paziente.

Ma credetemi, in cuor loro, alle volte le hanno pensate.

Gennaio 2010

Luigi Bruno Cristiano


Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

1)
Aver studiato all'estero é un bel vantaggio.
Oltre ad aver appreso la conoscenza di malattie esotiche mi permette
di confonderla in più lingue.

2)
Non so se per fare il medico oggi ci voglia più competenza o pelo
sullo stomaco. So che la maggior parte dei miei introiti se ne va in
creme depilatorie.

3)
No, non mi disturba affatto, stavo solo dormendo. Anzi ne approfitti.
Nel dormiveglia sono senza dubbio più affidabile che da sveglio.

4)
Onestamente denunciare il decesso di un mio assistito agli organi
competenti mi sembra un atto altamente immorale E inoltre non mi
risulta che tale evento, il decesso per cause naturali intendo, sia
configurabile come reato penale.

5)
Per mia esperienza personale, casi come il suo abbassano la mia
credibilità professionale.

6)
Non sono certo che mi stia dicendo tutta la verità. Lei da qualche
parte deve aver preso informazioni precise su di me.

1
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

7)
Sì, è vero, solitamente un miglioramento delle condizioni di un
paziente coincide con l'annullamento delle sue prenotazioni nel mio
studio privato.

8)
Gli steroidi se assunti in quantità imbarazzanti possono portare ad
una diminuzione della libido.
La voglio rivedere PRIMA che inizi ad abusarne.

9)
Sta seguendo la mia dieta e la bilancia non da segni di dimagra-
mento?
Ha provato con un capricorno?

10)
No, mi spiace, contrarre una malattia non le dà il diritto di recesso.

11)
La sua è una tipica malattia autoimmune.
Le consiglio di vaccinarsi in un SUV

12)
I suoi sintomi si contraddicono a vicenda.
Torni quando si sono messi d’accordo.

13)
Le dirò...
Con questa storia dell'Influenza Suina non so se vendere o meno la
Porsche.

14)
Fare il medico una missione?
Ma si figuri…
Ha mai visto un medico in Clergyman?

2
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

15)
In lei vedo un caso difficile, e una buona parte delle rette Univer-
sitarie dei miei figli.

16)
Ultimamente ho difficoltà ad operare, di solito opero ascoltando la
radio, ma si è rotta e prima che il radiologo me la rimetta in sesto
passerà del tempo.

17)
Presto, si stenda sul lettino prima che mi scada la garanzia del
fonendoscopio!

18)
Non crede anche lei che chi usa il pendolino per far diagnosi sia un
cialtrone?
Io almeno uso il Freccia Rossa!

19)
Lei mi ricorda tanto un caso...
Ora che ricordo bene lasciò moglie e tre figli.

20)
Se un uomo è la somma dei suoi batteri, Lei è una Trasformata di
Fourier!

21)
Se avrà la pazienza di seguire i miei consigli potrà sempre usarli
contro di me.

22)
Di solito non visito a domicilio ma in via del tutto eccezionale, per
Lei, NON farò eccezione!

3
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

23)
E' da "Gastrocnemio" o "Temporo Mandibolare" che uno capisce se
quello che ha di fronte è un medico o un mentecatto. Per quanto mi
riguarda non ho mai avuto nulla a che vedere con questi due Signori.

24)
Vede, dalla sua anamnesi familiare posso intuire che lei non ha
abbastanza soldi per pagarmi la parcella.

25)
Mi creda, se le dico che è incurabile ha molte più possibilità di
cavarsela di quante ne avrebbe se la dovessi curare!

26)
Ha veramente una tosse insistente...
Senta. Dia retta, la accontenti...

27)
La sua insonnia può essere curata tranquillamente.
Prenda tre capsule di questo farmaco ogni 15 minuti dalle 20:30
alle 7:30. Mi raccomando, non sgarri con gli orari o non avrà alcun
beneficio.

28)
Le assicuro, l'unico metodo efficace per smettere di fumare è evitare
di darsi fuoco.

29)
Non riesco a capire...
I suoi esami sono andati bene.
Dica la verità, ha copiato!

30)
Senta se vuole la verità sul suo stato di salute me lo dica espressa-
mente. Così cerco qualcuno che ci abbia veramente capito qualcosa.

4
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

31)
Il giuramento di Ippocrate?
Mi spiace, ma non avevo una polizza assicurativa abbastanza valida
su cui giurare.

32)
Sa, cosa vuole, lei è una brava persona.
A lei le malattie si affezionano.

33)
Devo ricredermi. Non pensavo onestamente di essere riuscito a
diagnosticarle qualcosa di realmente esistente.

34)
Allora, come si trova con la nuova "terapia" ? Non mi dica che anche
questa la sveglia nel sonno perché vuole essere pagata.

35)
Il suo è un tipico caso di dislocamento temporaneo di patologia. In
pratica il suo credersi malato mi sta provocando un orchite di
dimensioni epiche.

36)
Ovvio. Il fatto che si senta meglio è sicuramente dovuto ad un
impianto stereo migliore di quello che aveva in precedenza.

37)
La deontologia mi impedisce di fare sconti. La parcella è quella,
potrei forse venirle incontro se mi facesse un salto mortale carpiato
con atterramento sul coccige. Basta che il coccige non sia il mio.

38)
La prognosi in questi casi varia da 7 giorni a 15 anni. Dipende da
quale medico sceglie. Io propenderei per una cronicizzazione della
patologia.

5
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

39)
Dunque... Lei soffre di apnee notturne.
Mhhh..
Ha provato a non dormire in Piscina?

40)
Da quanto sostiene di sentire le voci?
Da più di un anno?
Ah. E dicono qualcosa di interessante?

41)
Quindi Lei sostiene di essere stato rapito dagli alieni?
Può per cortesia darmi il cellulare del suo pusher?

42)
No, non ricordo il mio primo caso, ricordo invece molto bene la prima
denuncia.

43)
Le rimangono esattamente 24 ore di vita.
Purtroppo mi sono dimenticato di avvisarla ieri a quest'ora.
Sa, gli impegni di un luminare...

44)
La assicuro, certi disturbi sono normali negli ottantenni.
Non si preoccupi e festeggi tranquillamente i suoi 20 anni.

45)
I rimedi delle nonne non è che funzionassero sempre.
Se ci pensa quasi tutte le nonne, oltre una certa età, ci hanno
abbandonato.

46)
Mio padre era medico, il padre di mio padre era medico, il padre del
padre di mio padre era medico. E tutti coltivavano la stessa passione
tramandandola di generazione in generazione.
La mia collezione di francobolli ha infatti un valore inestimabile.

6
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

47)
Diciotto figli?
Diciotto?!
Si impone una sterilizzazione; prego si accomodi nell'autoclave.

48)
Le sconsiglio un operazione a cielo aperto.
Si assicuri ci sia almeno una tettoia!

49)
No, non è contagioso.
La mascherina è per non farmi riconoscere.

50)
Come dice?
Lei ha il dubbio che la mia diagnosi sia errata?
Perfetto, è esattamente quello che volevo, ora finalmente posso
cambiarla.

51)
Per i casi di ATTACCO di BILE ho appositamente attivato un numero
Verde!

52)
Mi trovo in totale disaccordo con quanto suggeritole dal mio collega.
Per questa ragione la invito ad attenersi scrupolosamente alle sue
indicazioni.

53)
Onestamente, nessuno può dirlo, potrebbe guarire tra sette giorni o
una settimana, al massimo tra un quarto di mese.
Del resto la medicina è un'arte, non una scienza.

54)
Per la sua patologia tutti i testi consigliano di immergersi in acqua
calda fino a completamento della cottura.

7
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

55)
Mi spiace, non posso inserire i suoi dati nel mio computer. Il mio
ultimo paziente terminale è defunto poche ore fa.

56)
No decisamente, non Le consiglierei di cambiare totalmente stile di
vita.
Mangi in bianco, al massimo in beige.

57)
Guardi, di questi tempi il farmaco elettivo per le cardiomiopatie da
lavoro agricolo è la Digitale Terrestre.

58)
Viste le sue condizioni le prescrivo una lastra. Ah, dimenticavo,
questo è l'indirizzo del marmista convenzionato.

59)
Perdita di peso, aggressività improvvisa, senso di vertigine, difficoltà
nella minzione...
Mhhh…
Non mi dice niente, non è che potrebbe cambiare sintomi?

60)
Si astenga dall'assumere alcool, mi raccomando solo acqua.
Possibilmente oligominerale. Guardi, va bene una qualsiasi, basta
che sull'etichetta sia ben leggibile la frase "può avere effetti
diuretici".

61)
Lei non presenta alcun sintomo che mi interessi.
Comunque si spogli che qualcosa di interessante lo troviamo.

62)
Certo che sì, Il riflesso Di Pronazione verso i Superiori può avere
effetti collaterali intrusivi.

8
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

63)
Vede, se Lei smettesse di assumere anabolizzanti, io potrei anche
decidere di prescrivergliene!

64)
No non sono un medico condotto.
Del resto non sono non vedente!

65)
Per la sua patologia, mi spiace, ma le supposte le deve assumere alle
ore 17:30 esatte. OVUNQUE SI TROVI!

66)
Credevo di averle detto di ripresentarsi DOPO aver cambiato
specialista.

67)
Sì in effetti, ingerire 80 kg di asfalto può nuocere al manto stradale.

68)
Se non fosse lei, le prescriverei qualcosa di efficace.
Ma purtroppo é lei.

69)
E’ dai tempi del mio praticantato che non vedo un caso come il suo.
E come allora non ho alcuna idea sul come affrontarlo.

70)
Molti pazienti vengono da me dopo aver inutilmente cercato una
risposta ai loro problemi presso altri colleghi. Credo fermamente sia
necessario incitarli in questa loro ricerca.

71)
Mi creda, la sua condizione di non vedente in questo caso è un
vantaggio.
La ricerca riguardo alla sua patologia è in un vicolo cieco.

9
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

72)
In antichità il salasso era molto praticato in medicina.
Anche io lo pratico nella quasi totalità dei casi.
Se ne accorgerà leggendo la parcella.

73)
La gravità della sua situazione potrebbe influenzare lo spazio-tempo.

74)
In molti si chiedono perché la mia calligrafia sia pressoché illeggibile.
La risposta è semplice.
In caso di procedimento giudiziario viene comodo avere un
documento autografo che si presti a più interpretazioni.

75)
La sua anoressia la porterà a morte certa.
Non così velocemente quanto questa visita, ma lo farà.

76)
Senta, non posso in tutta onestà prescriverle questo farmaco. La
ditta farmaceutica in questione non mi ha mai offerto alcunché.

77)
Vuole un mio parere definitivo?
Bene allora mi ascolti bene.
Forse.
Punto!

78)
No, questo farmaco non le farà passare il singhiozzo.
Ma le cambierà la residenza in una zona altamente sismica.

79)
Ma che bel sorriso!
Lei ha una dentatura perfetta per un campionato internazionale di
Shanghai!

10
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

80)Vede tutti quegli attestati sulle pareti.


Sono il frutto delle mie estenuanti ricerche nei rigattieri di mezzo
mondo.

81)
Le consiglio vivamente di smettere di fumare.
Avrà bisogno di tutti i soldi possibili per poter restare mio paziente.

82)
No, non ho mai truccato le statistiche riportate nelle mie
pubblicazioni. Quelle che trova sono divinazioni.

83)
Vede ognuno ha i suoi metodi per arrivare ad una diagnosi.
Io personalmente prescrivo esami mirati a spiazzare sia il paziente
che le patologie.

84)
Non ho dubbi, nel suo caso la diagnosi è incerta.

85)
Converrà che aver abbassato i valori normali di glicemia è servito a
qualcosa. Ci pensi, fino all'altro ieri Lei era perfettamente sano, oggi
invece ha il diabete.

86)
Non capisco.
Nonostante tutti gli sforzi della medicina moderna l'età media degli
individui continua ad aumentare.

87)
Lei è liberissimo di seguire i consigli del suo Omeopata, del suo
Naturopata, del suo consulente Ajurvedico; liberissimo.
Però, perché pagare tre persone quando la stessa cifra la può
sborsare in un unica soluzione diventando mio cliente?

11
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

88)
Mi denunci pure, tanto non succederà nulla.
Anche io ho denunciato la nascita di mia figlia e nessuno è mai
venuto a citarla in giudizio!

89)
Ogni giorno la Medicina fa miracoli.
Ed ogni giorno è un miracolo che io possa ancora fare il medico.

90)
Per evitare la depressione uno come lei fresco di pensione dovrebbe
coltivare degli interessi.
Faccia come il mio telefono.
Si tenga occupato.

91)
Attività fisica, attività fisica!
Non me lo faccia ripetere ancora.
E non tiri in ballo la scusa della paralisi!

92)
Si tranquillizzi la sua privacy sarà garantita.
Nei casi di fecondazione artificiale assistita io solitamente porto solo i
parenti.

93)
Nei casi più disperati le assicuro che i miei pazienti arrivano
dignitosamente al grande passo.
Quindi, vada nel centro estetico che le ho suggerito e poi si metta a
letto.

94)
Beh il cambio di stagione in effetti potrebbe farla sentire un po' giù.
Comunque le prescrivo un attico.

12
Luigi Bruno Cristiano
Ars Medica

95)
Temo che cambiare farmaco proprio adesso manderebbe a monte la
cena con l'informatrice farmaceutica che me lo ha consigliato.

96)
Ah, già, il Consenso Informato...
Mi dica la verità; non crederà mica alle panzane che potrei
raccontarle per obbligarla a fare quello che ritengo più remunerativo
per me e più pericoloso per lei, vero?

97)
Il suo è un tipico caso di stipsi ostinata. Se i farmaci che le ho
prescritto si sono rivelati inefficaci bisogna tentare un altro
approccio. Le parli.
E cerchi di convincerla.

98)
Onestamente non credevo di rivederla.
Secondo tutti gli studi pubblicati riguardo alla sua patologia Lei è
statisticamente morto.

99)
Secondo la mia esperienza professionale posso asserire di non avere
alcuna esperienza che riguardi il suo caso.

100)
Vede, anche se l'ictus le ha paralizzato totalmente la parte destra del
corpo può sempre decidere di diventare un individuo sinistro.

101)
L'errore più grande che un medico possa fare è ammettere i propri
errori.

13
Ringraziamenti.

Ringraziamenti?
Ma vogliamo scherzare?

Luigi Bruno Cristiano

Gennaio 2010
Note Sull' Autore

Luigi Bruno Cristiano nasce a Milano nel maggio del 1959. Molto
attivo sulla rete con il nickname di "remote", scrive racconti
mainstream brevi e intensi. Ha pubblicato nel 2003 una raccolta di
racconti dal titolo "Come stanno le ragazze" edito dalle Edizioni Il
Foglio. Molti suoi racconti sono comparsi su riviste online ed alcuni
sono divenuti parte di antologie. Da due suoi racconti sono stati tratti
cortometraggi. Nell'Ottobre del 2007 il suo racconto "Cuore scuro"
ha ottenuto la Menzione d'Onore al premio Nazionale Violetta di
Soragna.
Ultimamente si sta staccando dalla seriosità a cui la sua stessa prosa
lo aveva incatenato. Questo piccolo frasario è un esempio di quanto
idiota possa essere una persona dai più indicata come “intelligente”.
Ars Medica

Ci sono cose che nessun paziente vorrebbe mai sentirsi dire dal
proprio medico; e ci sono cose che nessun medico vorrebbe mai dire
a un suo paziente. Questo è assodato. La cosa preoccupante è che
nella maggior parte dei casi nessuno dei due interlocutori sa
veramente di cosa sta parlando. Queste 101 frasi sono quasi un
percorso iniziatico per un paziente illuminato. Un percorso che lo
porterà a capire veramente con chi ha a che fare ogni volta che la
sorte lo porterà a doversi confrontare con uno che esercita un arte
ma si guarda bene dal definirsi “artista”.

In ogni caso, buon divertimento.

Luigi Bruno Cristiano

Interessi correlati