Sei sulla pagina 1di 40

SISTEMA PIRAMIDALE

un sistema di vie nervose che provvedono ai movimenti volontari dei muscoli, attraverso un circuito neuronale costituito da due tratti. I neuroni del primo tratto originano dalla corteccia cerebrale pre-centrale: - il fascio cortico-spinale laterale (crociato) comprende l80% delle fibre, decussa nel bulbo e fa sinapsi nelle corna anteriori del midollo. - il fascio cortico-spinale anteriore (diretto) decussa nel midollo allo stesso livello della sinapsi - il fascio cortico-bulbare decussa nel tronco e raggiunge i nuclei motori dei nn. cranici

I neuroni nel secondo tratto originano nelle corna anteriori del midollo e nei nuclei motori nei nn.cranici.

VIE PIRAMIDALI

- C. Vie motorie discendenti ! VIE PIRAMIDALI

Nervi: Oculomotore (lii);OTrocleare (IV);!iii Abducente (VII

Via piramidale

lfia ll!:fSO :

-Striato (in parte X)


- Talamo (m ' parte X)

, - Nudeo ruber (X)

Ponte

-Ponce
- Olivare retico\ - Formazione 1.lre (In parte X)

Tratto cortico- ------..,../ bulbare

Intersezione piramidale
-d Of!<!

Nervo: Trigemino (V)

Motoneuroni u e y e intemeuroni

- c. Vie motorie discendenti !


SMA --

VIE PIRAMIDALI

(area 6. mediale)

Ml (Arei 4) SI (ma 3) Area 5.7

P M
(area 6 lalttale)

Copsv/o

interna
NefVO: Facia l e (VII)

-Stnato (In parte X) -Talamo (1 '11 pane X) - Nudeo ruber (X) Ponte - Olivare

Tratto

- Formarione reticolare (in parte X)

cortico- -- , /. bulbare

Al nudet

cuneato e gracile
Tratto

Tratto

corocoNervo: Accessorio spinale (Xl) Nervo: Ipoglosso (Xli)

latl!1ole (X)

spmole ventrale

) -4MK!ollo spinole
Motoneuroni u. e y e intemeuron1

Il riflesso cutaneo plantare si evoca strisciando una punta smussata lungo il margine laterale della pianta del piede. Nell'adulto normale si induce la flessione plantare delle dita del piede. In presenza di lesioni a carico del sistema piramidale, mancando il controllo superiore del riflesso spinale di allontanamento dagli stimoli nocivi, la manovra evoca l'estensione dorsale dell'alluce e l'apertura "a ventaglio" delle dita.

Questa risposta in estensione normale nei neonati (fino a 12-18 mesi), nei quali lo sviluppo del sistema nervoso centrale non ancora completo,

SISTEMA EXTRAPIRAMIDALE
un insieme di vie e di centri nervosi, separati dal sistema piramidale, che agiscono sulla corretta azione motoria, controllando tono muscolare, postura e reazioni istintive orientate, adattandole al movimento volontario, coordinato dal sistema piramidale. La sua azione si esplica cos nei movimenti volontari, in quelli associati (come il pendolamento degli arti superiori durante la marcia), nella scrittura, nella masticazione, nella fonazione, nella deglutizione, nella stazione eretta, ecc. La rottura dell'equilibrio fra i vari circuiti alla base dei disordini motori extrapiramidali (p.es. morbo di Parkinson, corea di Huntington)

SISTEMA EXTRAPIRAMIDALE
Il sistema extrapiramidale un sistema complesso, a pi sinapsi, comprendente: - nuclei della base (corpo striato=caudato+putamen, globo pallido), - sostanza nera, nucleo rosso, nucleo sottotalamico - formazione reticolare di bulbo e ponte, nuclei vestibolari. Esso connesso con talamo, corteccia cerebrale, cervelletto Modula, in definitiva, i motoneuroni delle corna anteriori del midollo spinale.
Si distinguono quindi: Via Cortico-Strio-Pallido-Rubro-(Reticolo)-Spinale Via Cortico-Strio-Pallido-Ipotalamo-Olivo-Spinale Via Cortico-Ponto-Cerebellare-Rubro-Reticolo-Spinale
striato

substantia nigra

Putamen

Thalamus

Head of caudate

Tail of caudate

Globus pallidus

GPe - Globus pallidus externus GPi - Globus pamdus internus PUT - Putamen SN - Substantia nigra STN - Nucleus subthalamicus THA - Thalamus

Scintigrafia recettori dopaminergici

_ o. GangIi basa . livie afferenti


ed efferenti

Talamo

motoria

St11ato

Globo pallido

intemo
Ta /alTl(J

motorio

(GP,)

l
Glu

Cangfi basali
Altronco cerebrale
I

--7

so.r>tanza nero

il --. .::

Gangn basoli
Al tronco lerebrale

..,,.. ,.,../"'
GPe - Globus pallidus externus GPi - Globus pallidus internus PUT - Putamen SN - Substantia nigra STN - Nucleus subthalamicus THA - Thalamus

_,...---'

...... ,.

"' ,,,.- _;...........

o /' (

(_//

..

Mesencephalon

Il morbo di Parkinson una malattia neurodegenerativa cronica e progressiva dovuta alla degenerazione della substantia nigra, un nucleo situato a livello del mesencefalo con la conseguente diminuzione di dopamina nelle sinapsi nigro-striatali. I suoi sintomi principali sono tre: 1)tremore a riposo (spec. arti) 2)bradicinesia = movimenti lenti 3)rigidit corporea (tubo) Ogni movimento diventa complicato, con una progressiva riduzione della mobilit e autonomia.

VIE EXTRAPIRAMIDALI (motricit di sostegno)

VIE EXTRAPIRAMIDALI (motricit di sostegno)

CERVELLETTO
Coordina le uscite motorie: movimenti degli arti e degli occhi, equilibrio. Il cervelletto riceve dalla corteccia cerebrale una "copia" di ciascun comando motorio volontario e riceve dalla periferia informazioni relative all'effettivo svolgimento dello schema motorio impartito. Qualora sussistano delle differenze tra il movimento programmato e quello effettivamente realizzato, il cervelletto in grado di correggere, con un meccanismo di feedback negativo, il movimento durante il suo realizzarsi. Per tale motivo si dice che il cervelletto un "comparatore". Tale compito di coordinazione del cervelletto presente anche per le funzioni cognitive. Un danno cerebellare quindi non impedisce l'utilizzo di una determinata funzione ma ne riduce l'efficienza.

CERVELLETTO
ARCHI-CEREBELLO (o vestibolo-cerebello): verme + flocculi -> nucleo del fastigio <-> nuclei vestibolari equilibrio, tono, postura PALEO-CEREBELLO (o spino-cerebello): para-verme -> nucleo emboliforme <-> midollo spinale coordinamento tono-fasico NEO-CEREBELLO (o cortico-cerebello): emisferi mediolaterali -> nucleo dentato <-> corteccia cerebrale schemi di movimento (fasica)

Ottimazione e cooezione della motricit owlare e d sostegno (tono, postura, equlibrio)

Coordinazione della motricit di sostegno e di quella fasica, torretione delrattivit motrice fasca

Programmaziooe dei movimenti motori fasi

NUdeo ruber

reticolate

M.lclel Ye$1iboJorl

SISTEMA LIMBICO
COMPLESSA RETE CEREBRALE EMOZIONI, SOPRAVVIVENZA, COMPORTAMENTO SOCIO-SESSUALE MOTIVAZIONE, APPRENDIMENTO

I\

Immaga zzinamento delle informazioni nell'encefalo (memoria esplicita) -

-- ..
Oepo sito fnterm1ed io
1

Dimenticare med1rH1h

lttenuazione . Memon a senson alt . :empo di memorizza ziollt < 1 s

-------

1bit lempo di memoriuariosle: H!COncflminuti

. !
20 b

il/s

Memoria prim1ril

k'

Dimenticare : soprascrivere con nuove informazioni

Esercizio

frequente

Memoria seconct.rie: elevata capaciU (minuti anm)

Memoria terzieri1:

elevata capa.t (per tutta la vita) Tempo di richiamo alla memoria

I f

""' Omenticare in seguito a disturbi (interferenze) a opera di processi appresi prima o dopo Lento Rapido

Rapidl0i

SCHEMI DI DIFESA, ALIMENTAZIONE (FAME, SETE), SESSUALITA, AGGRESSIVITA, ecc. ORMONI SN AUTONOMO SN SOMATICO

Il morbo di Alzheimer la forma pi comune di demenza degenerativa ed invalidante ad esordio spec. >65 anni. E dovuta alla presenza di placche di beta-amilode ed ammassi neurofibrillari (con alterata proteina tau) che inducono degenerazione dei neuroni colinergici in particolare della corteccia temporale e dellippocampo. I suoi sintomi sono progressivamente: 1)deficit memoria recente 2)confusione, alter. umore, alter. linguaggio 3)deficit memoria a lungo termine, disfunzioni sensoriali Spesso i pz sono inconsapevoli della loro malattia. RMI e PET mostrano atrofia cerebrale ed ipoperfusione temporale

SOMATOTOPIA

DECUSSAZIONE

LOCALIZZAZIONE DELLE FUNZIONI DEL LINGUAGGIO


associazione

comprensione schemi motori

B. Derivazione dell,elettroencefalogramma (EEG) ----------------..


S11eglo1 a riposa

L \_

Otchi daiu- r

Ckctu apeni

Ocdij diiusi

Appare<:- clio EEG


Ellettfodo di rif erimente _

_,.,,.......-.,,

, J

1 .,._
........
\. L

a.

- c. Onde EEG ------------.,,


Normalq Frequenza 8-B Hz 100 ]
1 -30 Hl
{f

D'. Stadi di sonno, sonno REM ---EEG


10 20

vedi

I!p.q.

W!J'U!nte)

30

40 mln

Sveglio
A
o.i
1---1:- -:t:

4-7 Hz 0,5-3 Hz

B(l )
REM

&

Patologico
Punte convulsive Onde c:anMuJsi'le
.3 Hz

E(4)

ikes andwcrvcs11

2 l 4 s Durata del sonno {h)

nera tore circadiano del ritmo nel nucleo soprachiasmatico (SCN) ----- N (oscillatore)
+I rt-troazione f , , 1n cellule

---Neurone del SCN

4 Sistemi effettori nel SNC

Concentraz1 7 intracellulae do a

.
+
t

Neooortex

2 Indicatore del tempo

Potenziale di membrana

!
sonnoveglia

mperatura del
nudeo corporeo s iodicit circadiana :
lOsollatori accoppiati nel SCN del rilascio di CRF, dellt temperatura del oodeo corporeo, del ritmo sonno-veglia (vedi8) e altro

5 7 9

Guarda la carta e dimmi il COLORE non la parola !!!

Conflitti sinistra destra. La parte destra del tuo cervello cerca di dire il colore mentre la parte sinistra legge la parola.

Neurotrasmettitori nel Sistema Nervoso Centrale -----------

TIROSINA OH tirosina-idrossilasi DOPA (DI-IDROSSI-FENILALANINA) COOH dopa-decarbossilasi


degradazione:

DOPAMINA (neuroni dopaminergici) OH dopamina--idrossilasi

MAO (monoaminoossidasi) COMT (catecol-ometiltrasferasi)


ac. omovanilico ac. idrossi-mandelico normetadrenalina metadrenalina

NORADRENALINA (neuroni adrenergici) CH3 feniletanolamine-Nmetiltrasferasi

ADRENALINA (midollare surrene)

Neurotrasmettitori nel Sisletna Nervoso Centrale ------------

Rl-Oti$U1t1M'.mi?

ri?'l letm!O!llvi
rnl!VMO

: GABA hms.1m '

Neurotrasmettitori nel Sistema Nervoso Centrale ------------

.. .. .. .
Il

TRIPTOFANO OH triptofano-idrossilasi 5-OH-TRIPTOFANO COOH 5-OH-triptofano-decarbossilasi

SEROTONINA (5-OH-triptamina) RE-UPTAKE MELATONINA (pineale)

degradazione mono-amino-ossidasi (MAO) +aldeide-deidrogenasi ACIDO 5-OH-INDOL-ACETICO

Tab i e 48.1 Major N eurotransmitters


N eurotransmitter Acctylcbolinc Structu re
HlC-e -O-CH1 -CHt-N"-ICHllJ

o Il

Fu nctiona l Class Secretion Sites CNS; PNS; venebrnte ExcitatOI)' to ''crtcbr.ue skcle1al muscles: e."<ci1a1ory ncuromuscular junction
or inhbitOI)' at other sii.es

Bioge:nic Amincs Nor<pinephri.no

H0-0-CH-(H-,..

Excltatory or lnhibitory

CNS; PNS

Dopamine

"

'

'
Generally excitatory :may
be inhibitOI)' at some sices

CNS; PNS

H0 -0-(H-(H-,..

' ' '


Gener.ly inhibitory CNS

St-rotonin

"o-C-CH-CH-NH
::::..,.

I,.C.H ''' N
H

AminoAcids

GABA (gamm.1 aminobutyric acid) Glycinc


Glutamatc
Aspa nate

HtN-CH1 -CHt -CH1 -COOH

lnhibitory lnhibitory
Excitalol)'
Excit:.tlOI)'

Hlf-CHrCOOH HJl-CH-CH-CH-COOH I ' ' COOH


Hl -CH-CH -COOH

CNS: in"cnebra1t ncuromuscular juncton CNS CNS: invertebrate ncuromuscular junction CNS

I COOH

Ncuropeptides (a wry dive= group.only twoof which are shown) Subsunce P Alg-flo-lys-fro-Ql-G l'f--leu-Mtl Mct-cnkephalin T,r-Gi,-Gly-Pho-Mfl (an cndorphin)

Excit:uol)' Gencrnlly inhibitory

CNS; PNS CNS

NORADRENALINE
Eqal.rapllla.

SEROTONIN

DOPAMINE