Sei sulla pagina 1di 2

NOTE SULL ARTE BAROCCA

Il Barocco si afferma a Roma.


Il senso di grandiosit e di meraviglia dellarte barocca uno strumento attraverso il
quale la Chiesa cattolica afferma la sua supremazia.
Gli stati cattolici avranno ununica Chiesa, un unico rito, un unico Papa, ununica arte
dalla Spagna alle Americhe, dalla Francia alla Polonia, dallAustria allOriente.
La competizione culturale tra le famiglie dei papi in carica e di coloro che aspiravano
al pontificato divenne una caratteristica dellarte barocca. Lesaltazione del nome di
famiglia divenne la ragion dessere delle decorazioni fastose dei soffitti o dei
monumenti sepolcrali, eseguiti da grandi artisti.
Una svolta decisiva nel gusto e nella cultura artistica del 600 fu segnata dalle opere
architettoniche di Gian Lorenzo Bernini e di Francesco Borromini, dappertutto imitate,
le une dallampiezza e dal respiro monumentale, le altre dallanticlassica arditezza.
Artisti, architetti, scultori, pittori, decoratori italiani furono chiamati allestero da
sovrani, principi e prelati nei secoli XVII e XVIII; molti artisti stranieri, dopo avere
studiato in Italia, ritornati nei loro luoghi dorigine, estesero rapidamente il gusto
barocco in Europa; tanti artisti vennero in Italia da ogni parte, molti per viverci e
morire.
Gli architetti italiani, viaggiando in Europa, esportarono un modello e uno stile
dellurbanistica che forse per la prima volta valsero a riunificarla.
Molti artisti italiani ebbero come loro mecenati, prelati, nobili, principi e ambasciatori
stranieri presso gli stati italiani; furono questi personaggi, ammiratori delle loro opere
e dellarte italiana, a incaricarli di fare progetti ed eseguire grandi lavori, conducendoli
nei rispettivi paesi, o chiamandoli, una volta rientrati in patria.
I paesi nei quali il Barocco si diffuse maggiormente, spesso improntando di s interi
quartieri urbani, furono lAustria, la Germania e la Boemia.
Il Barocco in Austria , in una prima fase, caratterizzato da intenti quasi
esclusivamente ecclesiastici; con la Controriforma gli Asburgo tentarono di ricondurre
al Cattolicesimo i loro domini divenuti per la maggior parte protestanti.
Si ricostruirono perci le chiese e i conventi e si chiamarono da fuori nuovi ordini
monastici, gesuiti, cappuccini, serviti, ecc.ai quali erano necessarie nuove case.
Schiere di artigiani e artisti dalla lunga tradizione e con buona tecnica manuale
emigrarono dallItalia in Austria e poi negli altri paesi di lingua tedesca, con le loro
famiglie, e vi trovarono una nuova patria (vedi i Burnacini).
Vienna diventa in breve la seconda capitale del Cattolicesimo.
Lo stile dellarchitettura religiosa si rif soprattutto ai modelli romani (S. Pietro, il
Ges, le chiese del Borromini, ecc.); in una successiva fase lo stile barocco si
esprime al servizio della nobilt.

Le composizioni sacre rispettano lo STILE OSSERVATO


Lo stile osservato rispetta i canoni del contrappunto fissati nei seguenti trattati:

TRATTATO di contrappunto (1722) di Johann Joseph Fux


TRATTATO di contrappunto di Padre Martini (1774/5)