Sei sulla pagina 1di 3

Itinerario formativo TOM

nellanno Santo della Misericordia 2015-2016


allinizio dellanno giubilare
del sesto centenario
della nascita di San Francesco
La dimensione contemplativa nel quotidiano:
La misericordia cambia tutto..
rende il mondo meno freddo e pi giusto.
Papa Francesco 17 marzo 2013

prot. 7/15
Carissimi Terziari

da qualche anno impostiamo la nostra formazione unitaria permanente secondo le tre aree, che caratterizzano la S. Regola che il Padre Fondatore ci ha lasciato, e che abbiamo individuato nella contemplazione, nella penitenza
e nellazione nel mondo.
Stiamo chiudendo un anno sociale in cui ci si soffermati sulla terza area ponendoci come obbiettivo la rifondazione delle nostre fraternit perch diventino sempre pi riferimento per quanti vogliono costruire una fraternit
universale, nella quale si possa vivere come fratelli, strumenti di perdono, riconciliazione e di pace. Mi auguro che tutte
le fraternit si siano mosse in armonia su questo cammino. Siamo certi che i frutti si vedranno.
Questo nuovo anno sociale sar caratterizzato da eventi importanti quali il Sinodo su "La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa nel mondo contemporaneo" , il Convegno ecclesiale di Firenze In Ges Cristo il nuovo
umanesimo, lAnno santo della Misericordia ed il sesto centenario della nascita di San Francesco. Eventi che contribuiranno senzaltro alla nostra formazione, ma che dobbiamo cercare di armonizzare allinterno della dimensione contemplativa della nostra spiritualit minima.
Contemplare significa affondare, fissare gli occhi della fede, della speranza e dell'amore nel mistero Trinitario, che si realizza in mezzo a noi nel mistero pasquale. Contemplare significa sapere, a prescindere dalle nostre umane
conoscenze e dalle nostre umane capacit di conoscere, che un tale mistero esiste e si realizza per noi. Contemplare
1
gustare, assaporare il mistero, pi che scandagliarlo o analizzarlo.
Papa Francesco nella Bolla di indizione dellAnno Santo ci ricorda proprio il bisogno di contemplare il mistero
della misericordia. Misericordia: la parola che rivela il mistero della SS. Trinit. Misericordia latto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro. Misericordia la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando
guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita. Misericordia: la via che unisce Dio e luomo,
perch apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato. (Misericordiae
Vultus, 3)
San Francesco , richiamandoci allosservanza dei Divini comandamenti, ci esorta ad osservare fedelmente i
precetti di Dio e della Santa Chiesa, ad amarlo con tutto il cuore e con tutte le forze sopra ogni cosa, allontanando tutto ci che pu recare male al fratello, compiendo le pie opere di misericordia a favore degli orfani, delle vedove e degli
2
invalidi, avendo amore scambievole tra tutti
Madaleine Delbrel, inconsapevolmente descrive la nostra identit di contemplativi nel quotidiano. Dice la Delbrel C' gente che Dio prende e mette da parte. Ma ce n' altra che egli lascia nella moltitudine, che non ritira dal
mondo. E' gente che fa un lavoro ordinario, che ha una famiglia ordinaria o che vive un'ordinaria vita da celibe. Gente
che ha malattie ordinarie, e lutti ordinari. Gente che ha una casa ordinaria, e vestiti ordinari. E' la gente della vita ordinaria. Gente che s'incontra in una qualsiasi strada. Noialtri, gente della strada, crediamo con tutte le nostre forze
che questa strada, che questo mondo dove Dio ci ha messi per noi il luogo della nostra santit. Noi crediamo che
niente di necessario ci manca. Perch se questo necessario ci mancasse Dio ce lo avrebbe gi dato. Ogni piccola a-

1
2

Abitare il Mondo 4
Dalla Regola del TOM: 1,1.4- 5,15 - 7,20

zione un avvenimento immenso nel quale ci viene dato il paradiso, nel quale possiamo dare il paradiso. Non importa
che cosa dobbiamo fare: tenere in mano una scopa o una penna stilografica. Parlare o tacere, rammendare o fare una
conferenza, curare un malato o battere a macchina. Tutto ci non che la scorza della realt splendida, l'incontro
dell'anima con Dio rinnovata ad ogni minuto, che ad ogni minuto si accresce in grazia, sempre pi bella per il suo Dio.
Suonano? Presto, andiamo ad aprire: Dio che viene ad amarci. Un'informazione? ...eccola: Dio che viene ad amarci.
3
E' l'ora di metterci a tavola? Andiamoci: Dio che viene ad amarci.
Contemplare Dio significa immergerci nel mondo, aprire i nostri occhi per guardare le miserie, le ferite di tanti
fratelli e sorelle privati della dignit, sentirci provocati ad ascoltare il loro grido di aiuto. Che il loro grido diventi il nostro e insieme possiamo spezzare la barriera di indifferenza che spesso regna sovrana per nascondere lipocrisia e
4
legoismo.
Vivere la vita di ogni giorno nella luce del Vangelo e nelladesione alla Santa Regola significa fare i conti con
unesperienza peculiare: la simultaneit di un rapporto profondo con Dio e con il mondo degli uomini. E un camminare
con lumanit, per Rinnovarla in Cristo, per trasformarla in famiglia di Dio (GS .40), cercando ed accogliendo
labbraccio misericordioso di Dio, che d corpo alla speranza delluomo. Il laico minimo dunque chiamato ad una
presenza nel mondo discreta ma significativa, testimone con la propria vita e con i propri comportamenti dellamore
smisurato con il quale Dio ci ama a tal punto da salvare e liberare ogni uomo, sacrificando il suo Unigenito Figlio Ges.
OBIETTIVO

Contemplare la misericordia di Dio per tuffarci in questo mistero di amore infinito


per un impegno serio di testimonianza minima.
Itinerario in 6 tappe
1. Contempliamo Dio misericordioso: Egli perdona tutte le tue colpe, guarisce tutte le tue infermit, salva dalla
fossa la tua vita, ti circonda di bont e misericordia (Salmo 103,3-4). Il Signore libera i prigionieri, il Signore ridona la vista ai ciechi, il Signore rialza chi caduto, il Signore ama i giusti, il Signore protegge i forestieri, egli sostiene
lorfano e la vedova, ma sconvolge le vie dei malvagi (Salmo 146,7-9). [Il Signore] risana i cuori affranti e fascia le
loro ferite. Il Signore sostiene i poveri, ma abbassa fino a terra i malvagi (Salmo 147,3.6).
2. Contempliamo Ges che rivela la misericordia del Padre ; ( Lc 10, 21-24)(Mc 6, 34); (Mc 5,19).
3. Contempliamo licona del Padre misericordioso : Quando era ancora lontano suo padre lo vide, ebbe compas5
sione, gli corse incontro, gli si gett al collo e lo baci (Lc 15, 20) .
4. Tenere il cuore fisso in Dio significa sperimentare il suo amore e farsi prendere totalmente dal suo amore (Reg
TOM I,1); (Cfr MV 12) Ci ha come esigenza il non lasciarsi prendere dalle logiche del mondo (Reg TOM IV) (cfr MV
19)
5. Riflettiamo sulla nostra chiamata alla misericordia :
A)
Scelti da Dio, santi e amati, rivestitevi dunque di sentimenti di tenerezza, di bont, di umilt, di
mansuetudine . rivestitevi della carit, che le unisce in modo perfetto. Con ogni sapienza istruitevi e
ammonitevi a vicenda Qualunque cosa facciate in parole e opere, tutto avvenga nel nome del Signore
Ges, rendendo grazie, per mezzo di Lui, a Dio Padre (Col 3, 12-17 passim) , (Ef 4,32-5,1) Gratuitamente
avete ricevuto, gratuitamente date (Mt 10,8; 1Gv 4,9-12); Reg TOM VI,17-18.
B)

Guardare i bisognosi secundum Deum, per contemplare in essi la persona di Ges: Mt 25,31ss;
Reg TOM I,4; V,15. Riferimento a S. Nicola saggio e al Beato N. Barr.

Madeleine Delbrel: Noi delle strade


Misericordiae Vultus, 15
5
cfr: http://it.cathopedia.org/wiki/Ritorno_del_figliol_prodigo_(Murillo)
4

6. La prima comunit cristiana vive la misericordia : (At 4, 32.34; 6, 1-4) (Lc 8,1-3); Reg TOM VII,20.
Documenti del Magistero:
Papa Francesco Misericordiae Vultus : Bolla di indizione del giubileo straordinario della misericordia
Benedetto XVI : Deus caritas est Lettera enciclica sullamore cristiano
Benedetto XVI : Caritas in veritate Lettera enciclica sullo sviluppo umano integrale nella carit e nella verit
Papa Francesco : Laudato si Enciclica sulla cura della casa comune
Giovanni Paolo II : Dives in misericordia Lettera enciclica sulla Divina misericordia
Costituzione Conciliare Lumen Gentium 36 : Partecipazione dei laici al servizio regale
Costituzione Conciliare Gaudium et spes 69 : I beni della terra e loro destinazione a tutti gli uomini
Decreto Conciliare Apostolicam auctositatem 8 : Lazione caritativa
STRUMENTI per lAPPROFONDIMENTO
Catechismo della Chiesa Cattolica : Lamore per i poveri (2443-2449)
Compendio della dottrina sociale della Chiesa : Chiesa ed opere di misericordia (184): La via della carit (204-208)
LETTURE SPIRITUALI CONSIGLIATE :
Carlo Maria Martini
Madaleine Delbrel
Madaleine Delbrel
Madaleine Delbrel
Kazimierz Romaniuk
Giovanni Ventimiglia (a cura)
Cettina Militello
Madre Teresa
Marcello Morgante
Gianfranco Ravasi
Papa Francesco
Papa Francesco

La dimensione contemplativa della vita


La gioia di credere
Noi delle strade
Comunit secondo il Vangelo
La Misericordia nella Bibbia
Opere di misericordia spirituale

Ed. San Paolo


Ed. Gribaudi
Ed. Gribaudi
Ed. Gribaudi
Ed. Ancora
Ed. Messaggero Padova

Le opere di misericordia
La gioia di darsi agli altri
Le beatitudini evangeliche: il cammino della
felicit
I dieci comandamenti
Omelie del mattino
La Chiesa della misericordia

Ed. S. Paolo
Ed. Paoline
Ed. Rogate
Ed. San Paolo
Libreria Ed. Vaticana
Ed. San Paolo

n. b. questo itinerario formativo unitario preparato, come ogni anno dalla Commissione Nazionale della formazione
del TOM, affidato ai Consigli di Fraternit ed in particolar modo al delegato alla formazione perch lo si adatti,
ovviamente senza stravolgerlo, alla situazione locale nello sforzo di fare insieme un cammino di formazione
permanente unitaria.
Il P. Assistente sar valido aiuto per lallestimento di questo cammino annuale in campo locale.
Si ricorda ai Presidenti di fraternit, Correttori secondo la Regola, il loro compito di rendere concreti i programmi e gli orientamenti deliberati dal rispettivo Consiglio (Direttorio 73). In caso di difficolt potete contare
sul sostegno del Consiglio Provinciale e della Commissione Nazionale per la Formazione.
A ciascuno di voi un affettuoso saluto in San Francesco
Franco Romeo
Correttore Nazionale
Palermo 25, luglio, 2015
Festa di S. Giacomo Apostolo
p. s. Ci gradita da parte di ciascuna fraternit una relazione sul lavoro di formazione svolto nellanno sociale
2014/15.