Sei sulla pagina 1di 4

HO SPESO

MENO DA
VIDEO SATELLITE EURONICS POINT
di Ricciardelli Giuseppe
www.hotelaranci.it www.hotelaranci.com
e-mail: info@hotelaranci.com

Via S.Maria di Merino, 46 - Vieste


Tel.0884.702731

e-mail: ilfaro@viesteonline.it

Redazione: Via Messapia, 1 - Vieste (Fg)-Fax 0884/704191 Anno XIII n.2 (574) 18 gennaio 2008
Tradite le promesse fatte agli operatori del Gargano, dopo gli incendi estivi,
di non far pagare il canone per almeno due anni

STABILIMENTI BALNEARI, CONTESTATA LAGENZIA


DEL DEMANIO PER I CANONI DI CONCESSIONE 2007 E 2008
Forti preoccupazioni fra i titolari
degli stabilimenti balneari della provincia di Foggia per il pericolo di cospicui aumenti dei canoni demaniali a
seguito di un'interpretazione della
filiale di Puglia dell'Agenzia del
demanio relativa alla quantificazione
del canone per le concessioni demaniali per gli anni 2007 e 2008.
Della questione hanno discusso
in un'affollata riunione presso la sede
provinciale della Confcommercio di
Foggia gli operatori,
alla presenza del presidente provinciale
nonch vice presidente
regionale del SIB (Sindacato Italiano Balneari), Antonio Capacchione, rimarcando
l'arbitrariet degli aumenti che verrebbero
chiesti dalla filiale pugliese dell'Agenzia del
demanio.
Nell'assemblea si
, tra l'altro sottolineato la beffa per
gli operatori del Gargano che, nei
giorni successivi al drammatico incendio del 23 luglio scorso, avevano
ricevuto ampie rassicurazioni da parte
delle autorit politiche (in particolare
dall'assessore regionale al demanio
Minervini e dal vice Presidente del
Consiglio dei Ministri Rutelli) che non
avrebbero pagato il canone per
almeno due anni. Invece, non solo
tale solenne promessa non ha avuto
alcun seguito, ma addirittura anche
gli operatori direttamente o indirettamente danneggiati dovranno pagare
il canone demaniale con aumenti, in
alcuni casi ingenti, e con relativo
conguaglio per lo scorso anno.
Il direttore della filiale di Puglia
dell'Agenzia del Demanio, Capobianco, ha comunicato una tabella che
indica determinati valori unitari al
metro quadro che sarebbero stati
prescritti dalla "Finanziaria" per l'anno
2007 per il pagamento dei canoni
relativi alle concessioni demaniali
marittime per lanno 2008 e per il
conguaglio per l'anno 2007. Con tale
tabella, la filiale pugliese dell'Agenzia
del Demanio, ha chiesto ai Comuni
costieri ed alle Capitanerie di porto
della nostra regione, l'applicazione,
nella determinazione del canone per
Noto anche a Vieste
per aver partecipato a sopralluoghi
a stabilimenti balneari

ARRESTATO IL COORDINATORE
REGIONALE DEL WWF
Il coordinatore regionale pugliese
del Wwf, Pasquale Salvemini, di 41
anni, di Molfetta, una delle tre
persone arrestate dai carabinieri di
Barletta per presunti abusi e violenze
compiute nel corso di controlli antibracconaggio dal 2005 al 2007 nel
Nord Barese. Il Salvemini noto
anche a Vieste per aver partecipato
a dei sopralluoghi che hanno portato
ad apporre i sigilli ad alcuni stabilimenti balneari. I tre sono accusati di
violenza privata continuata aggravata,
omicidio colposo con morte come
conseguenza di altro delitto, falsit
(continua a pag.3)

l'anno 2007 e per il 2008, di aumenti


medi di quasi il 100 % fra conguaglio
2007 e canone 2008 e, in alcuni
casi, (per gli stabilimenti balneari che
hanno le cosiddette "pertinenze") per
dieci o quindici volte il canone del
2006.
Questa richiesta contrasta non
solo con una richiesta precedente
inviata dallo stesso Ente (del 28
settembre 2007) ma soprattutto con
una circolare (la n.5 del 5 marzo

2007) del dirigente del Settore Demanio e Patrimonio della Regione Puglia, Michele Loffredo, che indicava,
invece, valori minori da utilizzare per
il calcolo dei canoni.
Da questo ne scaturito, pertanto, lo stato di incertezza non solo per
i concessionari, ma anche per gli
uffici demanio degli Enti chiamati a
richiedere il pagamento dei canoni
per le concessioni demaniali marittime aventi finalit turistico-ricreative.
Per la Confcommercio, il SIB, il
sindacato di settore, nello scorso
dicembre, ha inviato una nota a tutti
i Comuni della provincia per richiamare gli stessi alla puntuale e corretta
applicazione della Finanziaria del
2007.Secondo il SIB, con tale legge,
non si solo eliminato l'aumento del
300% stabilito con il cosiddetto "decreto Tremonti", ma si anche indicato i valori da utilizzare per il calcolo
dei canoni per l'anno 2007 e per gli
anni successivi. Ovvero euro 0,93
per le aree scoperte, euro 1,55 per
le aree su cui insistono impianti di
facile rimozione ed euro 2,65 per

PORTO TURISTICO, DOPO DUE SEDUTE Pecorelli: Fra poco si far il dragaggio
LA COMMISSIONE PER SCEGLIERE IL GESTORE AGGIORNA I LAVORI
Non sono stati sufficienti due
giorni, luned 14 e marted 15 gennaio, alla commissione incaricata [vedi
foto] di vagliare le offerte, pervenute
entro lo scorso 26 ottobre, relative
all'affidamento in sub concessione di
aree del porto turistico di Vieste.
Come previsto i tre componenti
(Elisabetta Venezia, presidente,
esperta economista, ricercatrice
presso lAteneo di Bari; Alberto Bagnoli, esperto di diritto amministrativo
e docente presso lUniversit di Bari;

Rifiuti - SANNICANDRO VALUTA LIMPATTO AMBIENTALE


PER UN SITO DI UN IMPIANTO PER IL GARGANO NORD
Per l'individuazione di un sito
ottimale per un impianto complesso
di gestione di rifiuti solidi urbani a
servizio dei Comuni dell'Ambito Territoriale Ottimale (ATO) Fg1, cui
appartiene Vieste, il Comune di
Sannicandro Garganico, ha avviato
uno studio di impatto ambientale. A
tale scopo la giunta comunale guidata dal sindaco Costantino Squeo ha
deliberato per la definizione di due
avvisi pubblici. Il primo servir alla
redazione di uno studio di analisi e
valutazione ambientale. Il secondo
servir per la realizzazione di un
"Forum Am-bientale" per una partecipazione ampia ed un consenso diffu-

(continua a pag.3)

INVESTI NEL TUO FUTURO!


Sei interessato ai servizi di
formazione per alunni, docenti e
personale della Scuola Primaria?
Presenta entro il 31 gennaio
2008 al Circolo Didattico di Vieste
in via Spina il tuo progetto!
Lattivit rientra nel Piano dIstituto ed cofinanziato dal Fondo
Sociale Europeo nellambito del
Programma Operativo Nazionale a
titolarit del Ministero della Pubblica
Istruzione Direzione Generale
Affari Internazionali Ufficio V.
I corsi di formazione della durata di 30 ore sono retribuiti con 80
euro allora. Informati direttamente
presso la Scuola Primaria in via
Spina a Vieste oppure visita il sito
internet www.ddvieste.it presenta il
tuo progetto perch

INVESTIAMO
NEL VOSTRO
FUTURO!

Rosario Pvia, ingegnere e docente di


Urbanistica nellAteneo
di Pescara) hanno
aperto i plichi con le
offerte presentate dalle
tre imprese partecipanti, "Cidonio SpA" di
Roma con "Acquatecnica", "Cala de Medici
Servizi srl" di Rosignano (Livorno) e "Costruzioni ed Infrastrutture srl" di
Roma. A breve la commissione torner a riunirsi
per completare liter che
prevede il controllo dei
requisiti, la valutazione
delle proposte e lattribuzione dei punteggi.
Sulla possibile fruibilit
dellinfrastruttura gi dalla
prossima estate si detto
convinto il consigliere comunale delegato per il
porto turistico Pasquale
Pecorelli.

so con la gestione organizzativa di


attivit di consultazione della cittadinanza sullo studio approntato
La delibera di giunta comunale fa
seguito all'assegnazione, nei mesi
scorsi, da parte dell'Amministrazione
provinciale di oltre 170 mila euro al
comune garganico per lo studio di
fattibilit relativamente all'impianto di
gestione dei rifiuti per l'ATO Fg1. Lo
stanziamento di fondi derivato della
disponibilit del Comune di Sannicandro Garganico ad ospitare l'impianto
di gestione dei rifiuti. Una volta
attuata la fase delle valutazioni di
carattere tecnico ed ambientale per
verificare la fattibilit del progetto, in
caso di esito positivo, sulla decisione
conclusiva sar investita sia la cittadinanza che il Consiglio comunale.
Con lo studio si andr ad accertare l'esistenza di siti idonei ad
ospitare la cosiddetta centrale-

stazione ecologica con discarica di


servizio-soccorso per il trattamento
dei rifiuti, ovvero ad una sorta di
centro di stoccaggio e di permanenza
temporanea che dovrebbe funzionare
con l'attivazione della raccolta differenziata nei Comuni del bacino.
Dopo aver dato, in vari confronti
istituzionali, ha spiegato ai microfoni di Ondaradio il sindaco Squeo
la disponibilit ad ospitare un
(continua a pag.4)

Questestate sicuramente il porto


turistico dovr entrare in funzione
altrimenti rimarrebbe unopera abbandonata. confida Pecorelli Primo, perch una volta che la commissione avr completato i suoi lavori
sar fatta lassegnazione allimpresa
che vincer lappalto dei servizi.
Subito dopo si potr stipulare il
contratto e la societ prescelta potr
attrezzare il porto per farlo funzionare
dallestate. Inoltre il lavori ora in corso
entro il 9 marzo saranno tutti completati perch quella la data ultima a
disposizione dellimpresa per completare le opere.
Sul dragaggio dei fondali,
un'operazione che non si riesce a far
eseguire, Pecorelli tiene a sottolineare
tutti gli sforzi fatti. Purtroppo questo
dimostra che quando un lavoro
seguito direttamente dallamministrazione locale le cose procedono pi
speditamente. si sfoga il consigliere delegato per il porto turistico
Questo un dragaggio assegnato
dalla Regione Puglia la Genio Civile
di Foggia da ben otto anni per un
importo allora di 500 milioni di lire
(continua a pag.4)

CAMPO SPORTIVO, IL DOLCE E LAMARO


Sembra essersi finalmente trovata
una soluzione (peraltro quella pi
semplice e ragionevole) per consentire l'uso del terreno di gioco del
campo sportivo Riccardo Spina.
L'area di cantiere per la realizzazione
dei nuovi spogliatoi sar isolata dal
rettangolo di gioco in erba sintetica
da una barriera di separazione. Cos
si consentir, a tutte le societ, il
regolare svolgimento delle sedute
di allenamento. Si
dovrebbe cos
chiudere una vicenda che aveva
che aveva portato
il presidente
dell'Atletico Vieste,
Lorenzo Spina Diana, ad inviare una
lettera al Sindaco
in cui si chiedeva
una risposta concreta in tempi
brevissimi poich
la societ sportiva
aveva deciso di
non assumersi pi alcuna ulteriore
responsabilit ribadendo la ferma
volont di ritirare le sue squadre da
tutti i campionati in corso qualora non
dovesse essere ripristinata e garantita
la sicurezza delle sue attivit e di
quelle delle altre Associazioni calcistiche viestane.
Dei vari sodalizi calcistici locali,

VIA EUGENIO MONTALE, 5


(adicente Caserma Carabinieri)

la qualit del marchio a prezzi imbattibili

APERTO DINVERNO

per il mancato uso del "Riccardo


Spina", l'Atletico Vieste ha certamente
pagato il prezzo pi alto perch ha
dovuto fare a meno degli incassi
domenicali, ha dovuto pagare e
dovr pagare ancora per l'uso del
campo di gioco a Manfredonia.
A sbloccare la situazione ha dato
un notevole contributo l'assessore ai
Lavori Pubblici Franco Notarangelo
[vedi foto] che, con il
suo pragmatismo,
riuscito a far attuare,
con l'accordo delle
parti, la soluzione pi
ovvia e pi indolore:
recintare il cantiere.
L'intesa stata formalizzata nel corso di
una riunione tenutasi
mercoled scorso 16
gennaio tra i rappresentanti del Comune
di Vieste, le societ
calcistiche, i progettisti,
i responsabili delle ditte che stanno svolgendo i lavori ed i delegati del Coni. Cos si subito
potuto dare inizio ai lavori per la
recinzione, lavori di cui si fatta
carico (anche economicamente) la
dirigenza dell'Atletico Vieste.
Eppure tutto ci si poteva realizzare da tempo.
Per valutare la banalit del pro(continua a pag.2)

pag.2

settimanale

CALCIO CAMPO SPORTIVO, IL DOLCE E LAMARO


(segue da pag.1)
blema bisogna fare un
po' di cronistoria. I lavori dovevano iniziare
ad aprile 2007 ed invece il primo appalto
inizi a luglio 2007,
con la ditta Asfalt
Cpp" di Torino che, incaricata di rifare il terreno di gioco ed impiantare il campo in
erba artificiale, riusc in
due mesi a fare tutto.
Perci a settembre 2007, con l'inizio
del campionato di Promozione lAtletico Vieste, teoricamente, gi poteva
giocare in casa se si fosse provveduto ad isolare il cantiere degli spogliatoi. Cos per non stato,
l'Amministrazione comunale, con i vari
soggetti che se ne sono interessati,
non si saputa imporre, tanto che
anche per gli allenamenti si dovuti
"andar per lumache" all'Omnisport,
dove non ci sono le docce, non ce
luce ed il terreno di gioco, seppur
completamente rivoltato, si rivelato
buono solo per seminare le patate.
Laltra ditta, l'Angi" di Foggia, incaricata di costruire i nuovi spogliatoi e
mettere in sicurezza la tribuna, ad
agosto 2007 inizi quelle opere di cui
oggi si attende il completamento e
che sembravano confliggere con
l'operativit sportiva sul terreno di
gioco.
Vista questi antefatti che hanno
portato al totale stallo, non si pu non
riconoscere che il risultato recente
stato innescato e sostenuto dalla
mobilitazione informativa di cui si
fatta carico Ondaradio (soprattutto
attraverso il suo sito web www.
ondaradio.info) poi rilanciata dalle
pagine del "Faro". Consci per espe-

rienza che a Vieste per sbloccare


delle situazioni c' bisogno di azioni
informative forti (che altri non sono
disposti o capaci di attivare), pur
subendo da principio critiche e rimostranze, ci si assunti la responsabilit di essere seri fino in fondo (forse
per qualcuno "rompiscatole")
nell'interesse della comunit. Ed i
risultati sono l a testimoniare la
validit dell'impostazione.
Fin qui le notizie "dolci". Ma
qualcosa di amaro non manca. Per
poter vedere una partita di campionato al "Riccardo Spina" bisogner
attendere almeno un altro paio di
mesi: la ditta appaltatrice prevede,
infatti, almeno altri 60 giorni di lavoro
prima di poter consegnare le opere.
E su queste opere, per come si
stanno realizzando, qualcuno ha
posto in evidenza delle gravi incongruenze. Sembra, infatti, che con il
posizionamento dei nuovi spogliatoi
da oltre met della tribuna non sia
visibile, sulla destra, la zona della
bandierina del calcio d'angolo.
Si spera che i competenti uffici
comunali d'intesa con la ditta incaricata trovino un opportuno rimedio per
evitarci il paradosso di una tribuna
"a vista limitata".

CandelaAtl.Vieste
0-2
Atl.Vieste: Bua, Augelli Paolo, Di
Iorio, Cinque, Melchionda (46 s.t.
Pellegrino), Cariglia (43 s.t. Stramaglia), Augelli Rocco, Ducange, Gentile, DAccardio (31 s.t. Carretto),
Silvestri all. Michele Mimmo.
Reti: al 11 Gentile, al 57 Rocco
Augelli (rigore).
Perde la capolista Polignano a
Trani, pareggia il Terlizzi a Mola e
vince lAtletico Vieste a Candela. La
17 giornata sar ricordata per questo
inaspettato ritorno del Vieste ai vertici
della classifica: ora solo 2 punti
separano il Vieste dal Polignano.
Se il pronostico era tutto a favore
della squadra viestana, sul campo le
cose non sono state facili con un
terreno pesantissimo ed al limite della
praticabilit che ha condizionato non
poco il Vieste, squadra pi tecnica,
che ha giocato una partita intelligente
e senza fronzoli.
Si vista una squadra sicuramente pi tonica rispetto alle ultime
prestazioni, con le grandi ripartenze
dei gemelli Paolo e Rocco Augelli
tornati in forma. Ha fatto una buona
impressione Giuseppe Di Iorio, lultimo juniores approdato in casa Vieste.

Ha giocato sin dai primi minuti e sulla


fascia sinistra ha sostituito degnamente Francesco Sollitto assente per
squalifica.
La squadra tornata quella di
prima ha detto Michele Mimmo
naturalmente molto soddisfatto ed
ha giocato con scioltezza imponendo
il suo gioco. Anche lo stato fisico
gi migliore e la sicurezza del nostro
gioco la esprimiamo solo quando
stiamo nelle migliori condizioni. Ora
serve continuit nel gioco.
Fondamentali le ripartenze dei
gemelli Rocco e Paolo Augelli e di
Maurizio Gentile, prezioso nelladattamento dei ruoli con il nuovo arrivato
Vincenzo DAccardio che si st dimostrando un vero ariete capace di
tenere in apprensione le difese avversarie. Tutti i giocatori stanno ritrovando la forma migliore, anche Nicola
Cariglia presto ritorner a macinare
chilometri nel campo. Il giovane Elia
Mastromatteo, invece, ancora non
recupera ed Antonio Chiappinelli
presto dovr operarsi al menisco.
E stata la domenica dei tifosi
dellAtletico Vieste che hanno seguito
con un pullman la squadra: uniniziache da ripetere!
(Michele Mascia)

JUNIORES Regionale

concesso dallarbitro per un evidente


fallo di mano. Il secondo invece
nasce da un grossolano errore del
pacchetto difensivo. La ripresa vede
subito lAtletico in forcing nel tentativo
di riaprire la partita, ma in attacco i
ragazzi di Palatella sono
davvero invisibili ed gioco
facile per i difensori del
Molfetta respingere tutti gli
assalti. Al 65 parte rapida
lazione in contropiede dei
locali che realizzano la terza
rete. Un rigurgito dorgoglio
al 75 consente a Pellegrino
di rendere meno amara la
sconfitta realizzando una
bellissima rete dal limite.
Abbiamo pagato la
solita nostra incapacit di
concretizzare le palle goal
ha spiegato Palatella
un difetto che ho riscontrato anche nelle altre partite della mia squadra. Giochiamo bene, ma non riusciamo a fare goal. Quando
ci capita unopportunit,
forse, siamo troppo agitati.
Potevamo avere tanti punti
in pi. Sui primi due goal
ho visto troppi errori. Mi
auguro che adesso non ci
siano dei contraccolpi. Cercheremo di mantenere alto
il
morale.
Vincenzo Casamassima

MolfettaAtl.Vieste
3-1
Atl.Vieste: Zillo, Tomasetti, Fabrizio
(Innangi), Vescera, Masciullo, Troia
(Del Viscio), La Torre, Pellegrino,
Patrone, Laprocina (Calabrese), Cavaliere (Carbonaro)all. Palatella.
Reti: al 37, al 42 ed al 65 il
Molfetta, al 75 Pellegrino.
Giornata storica per il Molfetta,
che grazie al quarto successo consecutivo e al settimo risultato utile di fila
vola in testa alla classifica del campionato. Vittoria limpida e senza
particolari affanni quella strappata dai
locali sul sintetico del comunale
Petrone ai danni di una squadra, il
Vieste, cui la pausa natalizia deve
aver lasciato qualche panettone di
troppo da smaltire: con mollezza e
poca lucidit i bianco/azzurri hanno
affrontato la compagine attualmente
pi in palla del campionato. Forse,
alla fine, ha ragione mister Palatella
quando con una punta damarezza,
dice che nel primo tempo ho visto
una squadra spenta, un blackout
totale che non riesco a spiegarmi,
mentre nella ripresa siamo stati pi
tonici, pi attivi, ma era troppo tardi.
Cos il Molfetta in cinque minuti
piazza un uno-due micidiale che
stende i viestani come un gancio
diretto. Succede tutto alla fine del
primo tempo. Il vantaggio per la
squadra di casa arriva su rigore,

PROMOZIONE

SECONDA CATEGORIA PALLAVOLO


(Girone A)

(Girone A)
RISULTATI
Acquaviva
Candela
F.Trani
Japigia Bari
Laterza
Minervino
Mola
San Severo

- 18 Giornata
Ruvo
Atl.Vieste
Polignano
Castellana
Canosa
Apricena
Terlizzi
Castellaneta

0-0
0-2
4-1
2-1
2-2
0-1
2-2
2-1

PROSSIMO TURNO
(20 gennaio 2008)
Apricena
Mola
Atl.Vieste
Minervino
Canosa
Acquaviva
Castellana
San Severo
Castellaneta
Candela
Polignano
Japigia Bari
Ruvo
F.Trani
Terlizzi
Laterza
RECUPERI - 16 Giornata
San Severo
Apricena
0-1
Castellana
Atl.Vieste
3-1
Minervino
Canosa
0-1
Japigia Bari
Castellaneta
2-0
Acquaviva
F.Trani
0-2
Laterza
Polignano
0-1
Mola
Ruvo
2-1
Candela
Terlizzi
1-5
CLASSIFICA
Polignano 40; Terlizzi 36;
Atl.Vieste 35; Japigia Bari 33; Castellana 31; F.Trani, Canosa, Mola 27;
Apricena 23; Minervino, Ruvo, Laterza 19; S.Severo 17; Castellaneta,
Acquaviva 15; Candela 10.

ULTIMORA
CastellanaAtl.Vieste
3-1
La tripletta del bomber del Castellana stende in pochi minuti i viestani
nonostante la superiorit numerica
per tutta la partita. Dopo la fiducia ed
il coraggio ritrovati domenica scorsa
questa brutta scoppola rappresenta
un brusco passo indietro. Tre reti in
pochi minuti con i locali in dieci per
l'espulsione (al sesto del primo tempo) di un difensore per un brutto fallo
su Rocco Augelli. La rete, realizzata
da Silvestri ad inizio di ripresa, invece
di rappresentare il punto di partenza
per la ricerca di una rimonta, si
rivelato un episodio isolato.

GIOVANISSIMI
Atl.Vieste-Sq. del Cuore Rodi
0-2
Atl.Vieste: Grima (Quitadamo),
Vetrano, Di Mauro (Del Duca), Palumbo (Losito), Fezga, Impagnatiello,
Sicuro N., Troiano, Stefania (Curatolo), Scirocco (Fusillo), Sicuro A.
all. L. Ranuschio.
Reti: al 23 Troiano, al 33 ed al
35 Scirocco.
Con questa vittoria lAtletico Vieste consolida la prima posizione in
classifica seguito dal Don Bosco,
A.R.C.A. Vieste ed A.Potenza. Giornata di gloria per Marco Troiano
(slalom e tiro vincente sotto la traversa) e Samuele Scirocco (due reti di
forza in area di rigore), due piccoli
che si propongono per classe e
grinta. Una nota di merito per Roberto Fezga, un centrale difensivo di
poche parole e tanta umilt, sintegra
bene con il compagno di reparto
Matteo Impagnatiello.
Prossime gare:
venerd 18 gennaio ore 16,00
Atl.Vieste-Artl.Peschici (a Peschici)
domenica 20 gennaio ore 10,00
Marconi Ischitella-A.R.C.A.Vieste.

RISULTATI - 16 Giornata
Atl.Manfredonia Atl.Orsara
Carapelle
Daunia Vieste
Celle San Vito Foggia Incedit
Juvenalia Fg N.Daunia Fg
Monteleone
S.Matteo Cerign.
Ordona
SantOnofrio Sgr
Trinitapoli
Pietramontec.
Viestese
Sp.S.Severo

1-1
3-0
3-4
1-1
2-1
2-2
5-0
0-2

CLASSIFICA
Foggia Incedit 35; Trinitapoli 34;
Ordona 33; Carapelle 26; Nuova
Daunia Fg 25; SantOnofrio Sgr 24;
Atl.Orsara 22; Celle San Vito 21;
Atl.Manfredonia 19; Juvenalia Fg 18;
San Severo 17; S.Matteo Cerignola
16; Viestese 15; Sp. Monteleone 14;
Pietramontecorv. 4; Daunia Vieste 3.

PROSSIMO TURNO
(20 gennaio 2008)
Atl.Orsara
Daunia Vieste
Foggia Incedit
N. Daunia Fg
Pietramontec.
S.Onofrio Sgr
S.M.Cerignola
Sp.S.Severo

Viestese
Trinitapoli
Ordona
Atl.Manfredonia
Monteleone
Juvenalia Fg
Celle San Vito
Carapelle

Viestese-Sporting San Severo 0-2


Viestese: Vitulano, Savastano,
Martella (18 s.t. Vecera R.), Carboni
(33 p.t. Totaro), Ciavarella, Vespa,
Innangi, Bottalico, Palumbo, Nasuti
(7 s.t. Ranieri), Vecera M. a disp.
Azzarone, Troia A. all. M. Olivieri.
Arbitro: DAmore di Foggia.
Reti: al 10 s.t. Russi, al 39 s.t.
Altomare.
Note: espulso al 41 s.t. Vecera
R. per proteste, ammoniti Vitulano,
Martella, Ciavarella.
Prestazione tutta da dimenticare
per la Viestese per unapproccio alla
gara tutto sbagliato. Alcuni giocatori
sono scesi in campo demotivati, non
hanno messo quella giusta cattiveria
agonistica che serviva. A differenza
dello Sporting San Severo, ben
messo in campo dal suo allenatore,
molto cinica in fase offensiva e che
lottava su ogni pallone. Al 15 del p.t.
Innangi calibrava un bel pallone per
Palumbo che di testa sfiorava il goal.
Al 26 una punizione dello Sporting
terminava di poco fuori. Al 32 usciva
per infortunio Carboni, al 40 ancora
Innangi (migliore in campo) dalla tre
quarti dettava un passaggio per
Michele Vecera, ma la sua conclusione termina fuori. La prima frazione di
gioco termina a reti bianche.
Nella ripresa al 10 Martella effettuava una leggera spinta ai danni di
unattaccante avversario, larbitro ben
appostato non aveva dubbi e decretava la massima punizione. Lattaccante Russi trasformava con estrema
freddezza. Al 15 Vespa, su punizione, mandava alto di poco. Al 26
Michele Vecera sinvolava sulla destra
ed effettuava un traversone basso
che tagliava tutta larea di rigore, ma
nelloccasione Palombo arrivava tardi
e lazione sfumava. Al 30 era ancora
Vespa che calciaca su punizione ma il portiere avversario era
bravo con i pugni a respingere
in calcio dangolo. Al 39 con la
Viestese tutta riversata in attacco, arrivava il raddoppio dello
Sporting San Severo. Su una
corta respinta del portiere savventava sulla palla il difensore
Altomare che con la punta del
piede siglava il raddoppio. Al 41
saltavano i nervi allattaccante
Rocco Vecera che per lennesima volta si faceva espellere per
proteste.
Francesco DellAquila

FARMACIE
Reperibilit notturna:
FARMACIA SAN GIUSEPPE
dal 18.01.2008 al 25.01.2008
DISTRIBUTORI CARBURANTI
Orari: 7.0012.30 15.3020.00
Self-service:
API di La Torre Via Manzoni
API di Somarelli L.re Mattei
AGIP di Latino L.re Europa
ESSO di Mantuano L.re Mattei
Turno festivo
20 gennaio
API di La Torre Via Manzoni

Il CSP Ipssar Volley Vieste femminile riesce a vincere, nonostante


qualche difficolt iniziale, per 3-0 sul
Lucera, (27/25-25/7/15),mantiene
quindi la scia dello Sportlab Foggia,
3-0 sullOrta Nova. LAvis la spunta
ma al quinto set incamerando solo
due punti, cedendone uno al Manfredonia. Ne approfitta la Si.Eco New
Volley che vincendo per 3-0 a Troia
si porta al terzo posto con lAvis.
Anche il Vico raggiunge il Manfredonia a quota 13 punti vincendo 3-2 ad
Ischitella ed infine torna alla vittoria
anche lOlimpia Apricena battendo per
3-0 lItis di S.G. Rotondo.
Si conferma in sostanza la leadership dello Sportlab, unica squadra
ancora imbattuta, inseguita sempre a
3 punti dal CSP che a sua volta
mantiene il proprio vantaggio di 6
punti sulle immediate inseguitrici. Nel
prossimo turno la partita pi interessante sar certamente quella tra
Manfredonia e Lucera, due belle
squadre abbastanza giovani, le cui
societ hanno un importante blasone
in ambito pallavolistico. I padroni di
casa hanno la prima squadra che
milita in serie nazionale di B2 femminile, come altrettanto accade per il
Lucera nella maschile. Cos le altre

PRIMA DIVISIONE (Femminile)

8 Giornata 12/13 gennaio 2008


Ipssar V.ViesteA.V.Lucera
3-0
Sport Lab FGF.E.Ortanova
3-0
Avis FoggiaA.S.V.Manfredonia
3-2
Ecana TroiaSi.Eco Vieste N.Volley 0-3
Olimpia ApricenaPol.Itis SGR
3-0
P.V.IschitellaS.Pietro Vico
2-3
Classifica: Sport Lab FG 24; Ipssar
V.Vieste 21; Avis Foggia, Sieco Vieste
N.Volley 15; Manfredonia, S.Pietro Vico
13; A.V.Lucera 12; Pol.Itis SGR, 9;
Ortanova 8; Apricena 6; P.V. Ischitella 5;
Olimpia Ecana Fg 3.
PROSSIMO TURNO
9 Giornata 19/20 gennaio 2008
Ipssar V.ViesteS.Pietro Vico
P.V.IschitellaSport Lab FG
ManfredoniaA.V.Lucera
F.E.OrtanovaS.Sun Ecana Troia
Sieco Vieste N.V.Olimpia Apricena
Pol.Itis SGRAvis Foggia

PRIMA DIVISIONE (Maschile)

8 Giornata 12/13 gennaio 2008


Anspi SannicandroIpssar V.Vieste 0-3
Pol.Itis SGRPol.S.Pietro Vico
2-3
A.V.LuceraC.Trinitapoli
0-3
P.MattinataSport Lab FG
0-3
S.Severo VolleyMasi Avis Foggia 3-1
(ha riposato: Sammarco P.)
Classifica: Ipssar V.Vieste 20; S.Severo
Volley 18; Pol.S.Pietro Vico, Sport Lab
FG 16; Casale Trinitapoli 15; A.V.Lucera
12; Pol.Itis SGR 10; Masi Avis Foggia 5;
Sammarco, P.Mattinata 4; Sannicandro 0.
PROSSIMO TURNO
9 Giornata 19/20 gennaio 2008
Ipssar V.ViesteS.Severo Volley
Masi Avis FoggiaPol.Itis SGR
Casale TrinitapoliAnspi Sannicandro
Sammarco P.P. Mattinata
Sport Lab FGA.V.Lucera
(riposa: P.S.Pietro Vico)

OLMO Vieste

Quello che vuoi tu, e un po di pi

pag.3

settimanale
squadre non dovranno perdere punti
per non farsi distaccare in classifica.
Nella Prima Divisione maschile
nulla di nuovo: la capolista Ipssar
Vieste vince per 3-0 a Sannicandro,
anche se al primo set 27-25, e continua a mantenere i suoi 2 punti di
vantaggio sul San Severo, vittorioso
in casa per 3-1 sullAvis. Anche lo
Sportlab Foggia vince a Mattinata per
3-0, e lo stesso fa il Trinitapoli che
vince per 3-0 a Lucera. Ancora una
vittoria esterna, ma per 3-2, del Vico
sul campo dellItis S.G.Rotondo. In
virt del punto perso la Pol.S.Pietro

Vico viene raggiunta al terzo posto


dallo Sportlab, a 16 punti. Ma i
foggiani potranno scavalcare del tutto
i vichesi, grazie al turno di riposo
che questi dovranno osservare nella
prossima giornata che vedr anche
la partita tra CSP Volley Vieste e
San Severo, per definire in maniera
diretta quale delle due squadre ha
maggiori possibilit di continuare a
guidare il campionato. Cercheranno
intanto di approfittarne sia lo Sportlab
che il Trinitapoli. Nelle ultime tre
giornate ci saranno quasi tutti gli
incontri diretti con un vero rush finale.

La formazione del CSP Ipssar Volley Vieste femminile di Prima Divisione


Prima Divisione Femminile
8 Giornata
S.S. Ecana Troia
0
Si.Eco. Vieste New Volley 3
(18/25-13/25-19/25)
Pronostico rispettato, per le ragazze della New Volley che fanno bottino
pieno contro la Silver Sun Ecana, alla
ripresa del campionato dopo la pausa
natalizia. La partita iniziata bene
per la New Volley. Sia nel primo che
nel secondo set, la gara stata
condotta magistralmente da tutta la
squadra. In particolare, Rosaria Cariglia, aiutata da unottima ricezione, ha
potuto distribuire bene il gioco al
centro, e Raffaella Pagano ha tirato
fuori dal proprio cilindro una prestazione super. Unica nota dolente al
terzo set, con qualche ricezione non
perfetta, per cui la squadra ne ha
risentito, stentando a chiudere lincontro. Grazie per allesperienza del
capitano Anna Olivieri, che ha saputo
tener testa a tutte le ragazze, si
riusciti a dare il colpo finale e chiudere vantaggio il match. La squadra
poteva dare molto di pi sul piano
del gioco. ha commentato a fine
partita il mister Gioacchino Siamo
fiduciosi sul prosieguo del campionato, in quanto dei progressi vengono
sempre evidenziati in ogni partita.
Ora la classifica si accorcia: con
questo risultato la New Volley raggiunge il terzo posto in condominio
con lAvis Foggia, anche se ci sono
ancora sei punti dalla seconda e
nove dalla prima in classifica. Le
premesse per ci sono tutte per
sperare in una scalata. Il prossimo
impegno della Si.Eco. Vieste New
Volley per sabato 19 gennaio alle
ore 18,00 presso la palestra G. Delli
Santi contro la Pol. Olimpia Apricena.

Campionato Provinciale Under 18


Girone A 2 Giornata (ritorno)
Pol.S.Pietro Vico
0
Si.Eco. Vieste New Volley 3
(10/25-5/25-18/25)
La Si.Eco. Vieste New Volley,
continua a restare imbattuta e consolida la leadership in classifica. Infatti
la partita disputata venerd scorso a
Vico, si conclusa a proprio favore
per 3-0 in poco meno di un ora di
gioco. Queste le ragazze scese in
campo: Raffaella Pagano, Patrizia
Pagano, Vittoria Cariglia, Debora
Mancuso Malerba, Marina Masanotti,
Lina Castriotti e lesordiente Maria
Nardella. Il gioco della New Volley
stato molto fluido, senza essere
influenzato dalla poca resistenza
dellavversario. La migliore in campo
stata Debora Mancuso Malerba
che riuscita mantenere la giusta
concentrazione per tutto lincontro
tanto che nel secondo set ha effettuato ben 21 servizi consecutivi.
Ottima prestazione anche del capitano Patrizia Pagano che ha coperto
vari ruoli per ogni set, dimostrando
partita dopo partita di essere il volano
di tutta la squadra. Laltro incontro
della seconda giornata di ritorno ha
visto la vittoria casalinga dellOlimpia
Apricena per 3-0 sul Sammarco
Pallavolo, mentre riposava lAnspi
Oratorio S.Teresa Sannicandro.
La prossima giornata di campionato prevista per venerd 25 gennaio:
Or.S.Teresa SannicandroPol. Olimpia Apricena; Sammarco Pallavolo
Si.Eco. Vieste New Volley, riposa la
Pol.S.Pietro Vico.
Classifica: Si.Eco. Vieste New
Volley 18; Pol. Olimpia Apricena 10;
Pol.S.Pietro Vico, Sammarco Pallavolo 7; Anspi Oratorio S.Teresa Sannicandro 0.

Loc.Campo Sportivo - Peschici


cell.347.2926149 - Fax 0884.964352
e-mail: caropreseviaggi@tiscali.it

ADDOBBI FLOREALI

GARGANO MIO NON MI DELUDERE!


Questa una segnalazione che
credo di dover fare perch amo
questa terra e la vorrei vedere sempre pi valorizzata. Nei giorni di feste,
mi sono recato a passeggiare in un
lembo di pineta nel Comune di Vieste, alle spalle della spiaggia di San
Lorenzo, per un tratturo che dalla
sommit della collina va verso Vieste.
Nella pineta sono state edificate ville,
i pini sono molto belli ed il sottobosco
interessante per la vegetazione, come
di norma per il Gargano. Purtroppo
questa pineta una discarica vergognosa. Cumuli di risulta edilizia,
montagne di potature varie di giardini,
elettrodomestici, con aggiunta di una
tazza da cesso e di una carogna di
capra con la testa infilata in un
sacchetto di plastica, con relativo
odore tremendo. Si vedono segni
evidenti del fatto che i rifiuti sono
bruciati direttamente sotto i pini. Mi
meraviglio che questa pineta esista
ancora.
Non so se la collina appartenga
al demanio o sia sotto la tutela del
Parco, ma comunque non capisco
come chi abita in quelle ville possa
convivere (o addirittura produrre) con
una schifezza simile. Arrivano turisti
da tante parti d'Europa per fotografare la macchia del Gargano (e le sue
orchidee), ma il turismo di qualit che
si vuole produrre anche fuori dalla
bolgia estiva non pu certo attecchire
se angoli pregevoli come questo
sono rovinati da qualche personaggio
incivile. Me ne sono andato triste e
credo che smetter di portare amici
a scoprire le bellezze naturali meno
note del Gargano.
Desidero anche segnalarvi che
per chi frequenta il Gargano "fuori
stagione" riesce difficile, dalla litoranea Peschci-Vieste, raggiungere il
mare. La rete metallica di recinzione
non ha soluzione di continuit. Non
so che cosa possa fare il Parco, ma
in queste condizioni la costa non
fruibile.
Ricordo una legge che stabiliva
che tra una propriet e l'altra si
doveva lasciare un passaggio di
accesso (a piedi) alle rive di laghi,
fiumi, mare o demaniali. Esiste ancora? Chi viene sul Gargano fuori
stagione, lo fa anche per motivi
naturalistici, ma l'accesso al mare gli
vietato per troppi chilometri. Io
ritengo di avere il diritto di arrivare al
mare, a piedi, in qualsiasi momento
dell'anno. Il Gargano non pu essere
solo di chi vi lavora e forse vi specula: un bene di tutti. Anche mio. Se
questo verr recepito, probabilmente
si potr avere un miglioramento
anche per chi lavora, per ora solo
pochi mesi all'anno. Colgo l'occasione
per augurarvi un buon anno con un
Gargano sempre pi bello e fruibile
nel rispetto della natura.
Luciano Forlan (Bologna)
Lennesimo grido di allarme da
parte di un forestiero che riscontra
situazioni al limite del paradosso.
Eppure da noi si dorme beati, linverno lungo, tutti in letargo. Poi,
improvvisamente, al primo sole dinizio estate, tutti pronti a voler fare il
pienone di turisti. Mai a chiedersi:
cosa faremo trovare a questi pazzi
che per amore solo per amore
continuano a venire a Vieste? Degrado, rifiuti, accessi vietati?!

LARCHIVIO DI STATO DI FOGGIA ARRESTATO IL COORDINATORE


REGIONALE DEL WWF
RISCHIA IL DECLASSAMENTO
Con lemanazione del nuovo Regolamento per la riorganizzazione del
Ministero per i Beni e le Attivit
culturali, pubblicato il 15 dicembre
scorso, potrebbero sorgere problemi
per l'attivit, o addirittura la sopravvivenza stessa, dell'Archivio di Stato di
Foggia. Anche se il documento non
fornisce indicazioni sulle sedi dirigenziali periferiche, sembra essere prevista la soppressione delle sedi di
Modena, di Foggia e Caserta. Le
sedi dell'Archivio in Puglia diminuiscono da 8 a 7. A rischio proprio la sede
di Foggia, nonostante i quasi due
secoli di vita ed un patrimonio di oltre
120mila documenti. A sentire gli
esperti l'Archivio di Foggia il pi
interessante del Mezzogiorno, dopo
quelli delle due capitali del Sud,
Napoli e Palermo. Nel frattempo
partita anche una raccolta di firme.

STABILIMENTI BALNEARI,
CONTESTATA LAGENZIA
DEL DEMANIO PER I CANONI
DI CONCESSIONE 2007 E 2008
(segue da pag.1)
quelle relative agli impianti di difficile
rimozione e per le pertinenze ubicate
all'interno degli stabilimento balneari.
Per il SIB la specifica che a
decorrere dal 1 gennaio 2007, si
applicano i seguenti importi aggiornati
degli indici ISTAT maturati alla stessa
data... non pu essere interpretata,
in assenza di alcuna specificazione
dell'anno di riferimento rispetto a cui
determinare gli incrementi annuali,
facendoli decorrere dal 1994 (come
indica l'Agenzia del Demanio), n con
decorrenza dal 1999 (come indicato
dalla Regione Puglia).
Queste interpretazioni sono
puramente arbitrarie ha dichiarato
il presidente Antonio Capacchione
visto il testo in questione anche ma
anche la ratio della Finanziaria 2007
che, stabilendo esplicitamene la non
operativit delle disposizioni maggiorative del decreto Tremonti, ha
voluto realizzare quell'auspicabile
convivenza degli interessi erariali con
quelli degli operatori economici del
comparto turistico-balneare.
Questo scopo sarebbe del tutto
vanificato, a detta del SIB Confcommercio, da un'interpretazione della
norma che registrerebbe un aumento
che, in diversi casi, sarebbe di gran
lunga maggiore del 300% che, al
contrario, si voluto espressamente
scongiurare. Per cui la corretta interpretazione della Finanziaria 2007
che i valori ivi espressamente indicati
vanno aggiornati, annualmente con
l'aumento Istat che dovesse maturare
nell'anno precedente.
Il sindacato della Confcommercio,
ritenendo illegittime le eventuali
richieste di conguagli rispetto ai valori di cui alla
finanziaria per il 2007 e il
2008 ha diffidato gli Uffici
Demanio dei Comuni della
provincia a richiedere questi aumenti, preannunciando, in difetto, ogni possibile
azione in tutte le sedi a
tutela della categoria.

ideologica e materiale, abuso dufficio,


calunnia continuata aggravata e
lesioni aggravate. Anche gli altri due
arrestati sono incensurati e ritenuti
insospettabili: un parrucchiere di
Barletta, Maurizio Checchia, di 37
anni, guardia venatoria volontaria,
accusato anche di detenzione illegale
di munizioni ed un agente del corpo
forestale dello Stato, Raffaele Stano,
ha 42 anni, di Sannicandro di Bari.
I tre avrebbero svolto controlli
contro il bracconaggio con metodi sin
troppo decisi, addirittura violenti: in
un caso avrebbero provocato un
attacco di cuore e la morte di un
anziano sottoposto a controlli, in un
altro avrebbero malmenato un altro
cacciatore. Tutti e tre sono stati
arrestati dai Carabinieri della compagnia di Barletta in esecuzione di
unordinanza del gip di Trani. I Carabinieri hanno accertato che i tre,
facendo controlli nellarea del nord
barese, a volte agendo anche con i
volti coperti, sottoponevano i cacciatori a perquisizioni con metodi poco
ortodossi. Un controllo particolarmente aggressivo fatto a Spinazzola, il 6
novembre 2005, avrebbe provocato
la morte di un cacciatore 82enne,
originario di Riccione. Luomo, vistosi
accerchiato, fu colto da arresto cardiocircolatorio e si accasci al suolo.
In un altro controllo fatto a Barletta un anno fa, il 14 gennaio del
2007, il forestale avrebbe addirittura
rotto il setto nasale a un cacciatore
con una testata. E' stato accertato
che i tre, almeno in un caso, attuarono una serie di attivit con lo scopo
di accusare ingiustamente alcuni
ignari cacciatori dellimpiego di richiami per uccelli, che essi stessi avevano nascosto poco prima nei pressi
delle zone di caccia. Nel corso delle
perquisizioni sono stati trovati a casa
del forestale pi di 30 riproduttori
elettromagnetici con cd e musicassette per il richiamo degli uccelli.

settimanale
Direttore responsabile:
Nin delli Santi
Direttore editoriale:
Antonio Troia
Collaboratori:
Luther Blisset, Vincenzo Casamassima
Annamaria Cellamare, Michele Mascia
Michele Notarangelo, Franco Patrone,
Giuseppe Ruggieri, Saverio Serlenga,
Matteo Siena, Sandro Siena

"Il FARO" settimanale sar in edicola


venerd 25 gennaio 2008
Reg. Tribunale Foggia n.6 dell11 giugno 1996
Stampa: Grafiche Iaconeta
Giornale stampato su carta riciclata

IERVOLINO
MARIO

GIOIELLERIA
Via S.Maria
di Merino, 34

Via Giovanni XXIII, 107 - VIESTE


Tel./Fax 0884/70.17.79

dei F.lli Pecorelli

Piazzetta Padre Pio, 3 - Chiosco al cimitero

Macchine per cerimonie nunziali

Servizio autoambulanza
per uso privato

Due passioni: il caff


ed il nostro mare fino in fondo
Lungomare Europa, 31 - VIESTE
Tel.0884.701581 - 339.1504317

FERRAMENTA - UTENSILERIA
BULLONERIA - SERVIZIO CHIAVI
SISTEMA TINTOMETRICO
CON COLORI BRIGNOLA

Via Dante Alighieri, 4 - Tel.0884.706346 VIESTE

MARKET
LUNGAESSE
di Antonio Santoro

DOVE LA BUONA SPESA E DI CASA


Piazzale Aldo Moro, 54-56 - VIESTE

Via Dalla Chiesa, 6 71019 Vieste (Fg)


0884.702346 Fax 707611

e-mail: ilfaro@viesteonline.it

notizie notizie notizie notizie notizie notizie


SCALINATA PEROTTI, IL CONSIGLIO PARROCHIALE
DEL SS.SACRAMENTO TRAE SPUNTO PER CHIEDERE
INTERVENTI PER LA SICUREZZA STRADALE

Resta ancora alla ribalta


la vicenda della cosiddetta
scalinata Perotti, la scalinata realizzata da un privato
allincrocio fra via Marchese
e Lungomare Vespucci, che
aveva provocato una fortissima reazione popolare sia
per aver deturpato laspetto
architettonico della strada e
dellarredo urbano che per
aver aumentato il pericolo
di incidenti per bambini,
anziani e portatori di handicap. Nella serata di marted
scorso 15 gennaio si riunito il
consiglio pastorale della Parrocchia
del SS.Sacramento per discutere sul
problema, visto che proprio quella
comunit parrocchiale ha visto accrescere il rischio per i fedeli ed i
visitatori diretti verso la Chiesa di
Santa Maria di Costantinopoli. Allincontro, oltre a tutti i consiglieri, erano
presenti, per lAmministrazione comunale il vicesindaco Saverio Prencipe,
delegato dal Sindaco, e Gaetano
Laprocina, comandante della locale
Polizia Municipale.
A nome di tutti i consiglieri, ma
anche di tantissimi genitori, il parroco
don Tonino Baldi ha esternato la
preoccupazione per i bambini frequentanti le attivit oratoriali visto il
rischio di essere vittime di incidenti
automobilistici, chiedendo al rappresentante della Giunta comunale di
provvedere ad adottare tutte quelle
precauzioni idonee a preservare
lincolumit delle persone, visto il
notevole traffico che si sviluppa su
quel tratto di strada.
Il vicesindaco Prencipe, dopo
aver ricostruito liter amministrativo
che ha portato per il caso in questione allottenimento del cosiddetto
permesso di costruire, ha nel contempo reso noto che sono state attivate
tutte le procedure per accertare se i
lavori eseguiti lungo la scalinata di
via Marchese siano stati effettivamente eseguiti nel rispetto intergale del
progetto e delle relative autorizzazioni.
Nel frattempo che si provveder ad
espletare questi controlli i lavori sono
stati sospesi.
In considerazione della preesistente pericolosit di quel tratto di
strada (ora sicuramente accresciuto)
il Consiglio Pastorale ha proposto
alcuni interventi che il vicesindaco ha
assicurato di portare allattenzione
della Giunta Comunale. Una prima
proposta riguarda la limitazione del
traffico di tutti gli automezzi diretti
verso il porto, con la sola esclusione
dei mezzi pesanti. In pratica tutte le

auto dirette verso il porto e verso la


stessa chiesa dovrebbero percorrere
Corso Tripoli o le vie centrali. Tutti i
pullman diretti verso il porto dovrebbero, invece, attraversare il centro
citt, prima su Corso Fazzini e poi su
Viale Marinai dItalia. In secondo
luogo stato suggerito di provvedere
alla sistemazione dei cosiddetti dissuasori, ovvero dei paletti verticali,
lungo tutto il percorso che va dallincrocio semaforico del Lungomare
Europa fino allinizio della scalinata
che porta alla piazzetta antistante la
chiesa, al fine di consentire con la
massima sicurezza il transito dei
pedoni. Infine stata chiesta lapposizione di una segnaletica verticale e
orizzontale per la limitare la velocit
in abbinamento alla sistemazione di
alcuni dossi. Per il Consiglio Pastorale questi accorgimenti, pur mantenendo il doppio senso di circolazione in
un punto pericoloso, dovrebbero
migliorare lincolumit dei pedoni e
dei fedeli. Resta ora da vedere tempi
e modi della Giunta comunale nel
recepire le proposte, oltre agli sviluppi
della questione scalinata per ora
congelata.

Via Valeri, 13 - VIESTE

VENDITA AUTO - MOTO - NUOVO


USATO AZIENDALI - KM ZERO

LOC. MOLINELLA - Vieste


Tel. 0884-702109 - Fax 0884701117

MAGAZZINI
ALIMENTARI RAGNI

Via Generale C.A. Orario apertura:


dalla Chiesa, 18/18A 8,00-13,00

Il risparmio
di qualit

16,30-20,30
Giovedi
pomeriggio
chiuso

OFFERTE VALIDE
DAL 17 AL 27 GENNAIO 2008

Pecorelli: Fra poco si far il dragaggio


PORTO TURISTICO, DOPO DUE SEDUTE LA COMMISSIONE
PER SCEGLIERE IL GESTORE AGGIORNA I LAVORI
che oggi non sono pi sufficienti a
dragare quei metri cubi di acqua
previsti all'epoca. Noi abbiamo dato

tutta la disponibilit al Genio Civili.


Addirittura come Societ Aurora Spa
abbiamo messo a disposizione tutte
le analisi delle sabbie da dragare proprio per poter consentire un'accelerazione dei
tempi.
Ma poi sono nati i primi
intoppi. Due mesi fa sembrava la volta buona, spiega Pecorelli tanto che la
ditta incaricata era gi venuta
a Vieste depositando le tubazioni necessarie al dragaggio.
Ma poi a Manfredonia cambiato il comandante della Capitaneria di Porto, ha voluto
vederci pi chiaro, ha chiesto

(segue da pag.1)
ulteriore documentazione. Come
Societ Aurora Spa abbiamo fornito
tutto quanto richiesto anche se non
era nostro compito non essendo noi
i responsabili in quanto l'opera e stata
assegnata al Genio Civile di Foggia.
Ma in questi casi si sa, meglio dare
la massima collaborazione per avere
migliori risultati. Cos ultimamente,
venti giorni fa, cambiato il comandante della Capitaneria di Porto ci ha
chiesto, ed abbiamo gi inviato, una

Comunit Montana PINTO E MARATEA,


INDAGATI PER CONCUSSIONE SI DICONO INNOCENTI
Hanno ribadito la loro innocenza
negando di aver chiesto e ottenuto
soldi dallingegnere per dare esecuzione ad un progetto europeo per
portare sul Gargano internet senza
fili. Lo hanno detto il presidente della
Comunit Montana del Gargano
Nicola Pinto e lassessore alla Cultura
dello stesso Ente Giuseppe Maratea
nel corso dellinterrogatorio davanti al
gip del Tribunale di Foggia che nei
giorni scorsi aveva disposto per i due

gli arresti domiciliari con laccusa di


concussione. Gli indagati sono stati
interrogati alla presenza dei loro legali
ed al magistrato hanno ribadito la loro
innocenza, sottolineando di non
essere mai incontrati tante volte con
lingegnere e soprattutto non si sono

Rifiuti - SANNICANDRO VALUTA


LIMPATTO AMBIENTALE
PER UN SITO DI UN IMPIANTO
PER IL GARGANO NORD
(segue da pag.1)
impianto per i rifiuti, si dato il via
allo studio di fattibilit al cui esito
condizionata quella prima disponibilit.
Va chiarito che se parliamo di una
classica discarica nessuno la vuole a
Sannicandro. L'impianto in questione
, invece, una centrale ecologica con
discarica di soccorso, tutt'altra cosa
rispetto all'impianto che prima si
voleva realizzare a Vieste. Niente a
che vedere con una mega discarica,
immondezzaio del Gargano.
In considerazione della paventata
assenza di rischi per la salute pubblica e per l'ambiente e visti i possibili
vantaggi economici relativi (ricaduta
occupazionale ed abbattimento dei
costi della Tarsu, la tariffa per lo
smaltimento dei rifiuti) altri Comuni
potrebbero avanzare candidature per
ospitare questa stazione ecologica.
Non che qualcuno a Vieste sta
pensando di ridare la disponibilit per
un sito sul territorio cittadino, nella
considerazione che i rifiuti possano
costituire una risorsa economica?

mai incontrati per ricevere del denaro


dal professionista. Gli indagati hanno
inoltre evidenziato che molte delle
accuse dei magistrati sono basate su
dichiarazioni dei funzionari amministrativi della Comunit Montana che
avrebbero raccolto le confidenze
dellingegnere. E proprio con i funzionari amministrativi, hanno sostenuto
gli avvocati degli indagati, in corso
un contenzioso legale con la Giunta
della Comunit Montana presieduta
da Pinto. Intanto i legali dei due
indagati hanno presentato il ricorso al
tribunale del Riesame di Bari per
ottenere lannullamento degli arresti
domiciliari: le decisione dei giudici
baresi si conosceranno tra una
decina di giorni.
Pinto e Maratea erano finiti agli
arresti domiciliari accusati di concussione continuata per aver intascato
una tangente da 20 mila euro per far
passare a finanziamento un progetto
di installazione della rete wire less sul
Gargano.

planimetria dell'area su cui verranno


sversate le sabbie ovvero nell'ambito
del porto turistico per colmare delle
zone depresse. Fatto questo ulteriore
adempimento per cui domenica scorsa sono stati fati i relativi rilievi per
valutare la quantit delle sabbie
capienti nell'area depressa, probabile che nell'arco dei prossimi quindici
giorni abbia inizio il dragaggio in
quella zona di porto, a ridosso del
sito della Lega Navale, dove si
formata una spiaggetta.

ACQUA, SCORTE RIDOTTE


SCATTA IL MONITORAGGIO
DELLE DIGHE

In Capitanata le riserve idriche


scarseggiano ed il Consorzio di
Bonifica ha gi lanciato lallarme.
Linvaso di Occhito con i suoi 29
milioni di metri cubi ben al di sotto
della quota disponibile solo un anno
fa di questi tempi (112).
Se non dovessero esserci precipitazioni significative nei prossimi
quattro mesi, bisognerebbe razionare
lacqua potabile dai rubinetti delle
abitazioni mentre non ci sarebbe
alcuna speranza per lirrigazione. E
gi tempo di correre ai ripari: la
Regione ha cominciato una prima
ricognizione degli invasi.