Sei sulla pagina 1di 26

I CENTRI

DELLIMMIGRAZIONE
Il sistema italiano di accoglienza

Lestrutturecheaccolgonogliimmigratisonodistinguibiliintre
categorie:
i CPSA (Centri di Primo Soccorso e Accoglienza): nati a seguito
del decreto interministeriale del 16022006, hanno la funzione di
accogliere i migranti intercettati e soccorsi in mare prima di
procedere al trasferimento degli stessi presso le altre tipologie di
centri. (Fig.1)

i CDA (Centri Di Accoglienza) e i CARA (Centri di Accoglienza


per Richiedenti Asilo). Nei primi vengono trasferiti i migranti
appena arrivati per garantire loro primo soccorso e accoglienza; nei
CARA, istituiti con il d. Lgs. 25/2008,viene inviato il richiedente
asilo privo di documenti o sottrattosi al controllo di frontiera allo
scopo di consentire lidentificazione e l'applicazione della
procedura di riconoscimento dello status di rifugiato. (Fig.1)

Fig.1

iCIE(Centridi
Identificazioneed
Espulsione):in
precedenzanoticome
CentridiPermanenza
Temporaneaed
Assistenza(CPTA),sono
strutturenellequali,
previaconvalidadel
giudicedipace,
vengonotrattenutifino
a180giorniglistranieri
irregolaridestinati
all'espulsione.(Fig.2)

Fig.2

CPSA
2008

CPSA
2009

CPSA
2010

Fonte (Tabelle e grafico): ASGI, Il Diritto alla protezione


http://www.asgi.it/home_asgi.php?n=2040&l=it.

NumerototalediospitiaccoltineiCSPA

2008

2009

2010

2011

2012

2014 (fino al 4
marzo)

CSPA

32563

2216

449

56612

7451

371*

*NonsonodisponibilidatisulCSPAdiLampedusa.

Fonte:ElaborazioniISMUsudatiMinisterodellInterno
(http://www.ismu.org/irregolaripresenze/)

CDA+CARA2008

CDA+CARA2009

CDA+CARA2010

Fonte (tabelle): ASGI, Il Diritto alla protezione


http://www.asgi.it/home_asgi.php?n=2040&l=it.

CAPIENZAEDACCOGLIENZANEICDAENEICARA
14000
12112

11735
12000

10000
8656
8000

Capienza
Ospititrattenuti

6000

4000

1811
2000

1811

1267

0
2008

2009

2010

NumerototalediospitiaccoltineiCDA+CARA

2008

2009

2010

2011

2012

2014 (fino al
4 marzo)

CDA+

21478

10342

9557

25162

17610

CARA
Fonte:ElaborazioniISMUsudatiMinisterodellInterno
(http://www.ismu.org/irregolaripresenze/)

9652

CIE2008

CIE2009

CIE2010

Fonte (Tabelle): ASGI, Il Diritto alla protezione


http://www.asgi.it/home_asgi.php?n=2040&l=it.

2008

2009

2010

2012

2013

Ntrattenuti

11735

12112

8656

7944

6016

Nespulsi

4473

5019

3548

4015

2749

%espulsi/trattenuti

38%

41,4%

41%

50,5%

45,7%

Bassorapportoespulsi/trattenuti(max50%).
i CIEservonodavvero?

Lasituazionein
Sardegna
Lisola ancora relativamente
poco coinvolta dal fenomeno
migratorio: accoglie infatti
soltanto
lo
0,8%
della
popolazione
immigrata
presente nel territorio italiano.

Caritas,RapportoImmigrazione2013
http://www.caritas.it/caritasitaliana/allega
ti/3960/SintesiRapportoImmigrazione.pdf

Fonte:Istat,StatisticheSardegna
(http://www.istat.it/it/sardegna/dati?q=gettableterr&dataset=DCIS_POPSTRBIL1
&dim=130,0,3,0&lang=2&tr=0&te=1)

Comemostralatabella,lapopolazioneimmigratarisultacomunque
pichetriplicatanelgirodiundecennio.

Il57%degliimmigratiinSardegnacostituitodadonne.

Caritas,RapportoImmigrazione2013
http://www.caritas.it/caritasitaliana/allegati/3960/SintesiRapportoImmigrazione.pdf

Caritas,Rapporto
Immigrazione2013
http://www.caritas.it/carit
asitaliana/allegati/3960/Sin
tesiRapportoImmigrazione.
pdf

IlCSPAdiCagliariElmas
un centro ricavato allinterno dellarea militare dello scalo
aeroportuale.
Pu ospitare 220 persone.
attivo da giugno 2008 e nasce col fine di garantire accoglienza ai
rifugiati e ai richiedenti asilo.
inoltre centro di prima accoglienza e soccorso per i clandestini
che sbarcano in Sardegna.
Dal 2010 gestito dal Consorzio Sisifo.

DATISTATISTICI
Anno

Capienza

Ospitiaccolti

2008

220

1403

2009

220

352

20101

220

247

2014(finoal4marzo)

220

256

Fonte:elaborazioneIsmusudatiMinistero
dellInterno.http://www.ismu.org/irregolaripresenze/
IsmusegnalainoltrechelacapienzaeffettivadelCSPA
diCagliariElmasal4/03/2014di205posti.

Alcuniproblemi:
sovraffollamento
condizionidivitaprecarie
tempidipermanenzamoltolunghi
paragonecentroprigione

proteste
rivolteedistruzionedelcentro
fughedegliimmigrati

chiusuradellaereoporto
diCagliariperlericerche

malcontento della popolazione.

PossibiletrasferimentoaMonastir:

malcontentodapartedeicittadini,deicommercianti,
dellAmministrazionepenitenziaria;
sitindiprotesta(9/05/2014)

Monastirconsiderailtrasferimentodelcentro
uninvasionedellospazioterritoriale

CONCLUSIONI
SituazionecentridiaccoglienzainItalia:
precariet
disorganizzazione
vuotolegislativo
sovraffollamento
tempidipermanenzatroppolunghi

Possibilisoluzioni:
nuovalegislazione
razionalizzazioneeprogrammazionedelsistemadiaccoglienza
aumentonumeroecapienzacentri
chiusuraoriorganizzazionedeiCIE

Riconsiderazionedelfenomenomigratorio
comeelementostrutturaledelcontestoitaliano