Sei sulla pagina 1di 2

Gruppo consiliare

Rifondazione Comunista - Comunisti Italiani







Firenze, 23 ottobre 2014
Al Presidente del
Consiglio Regionale Toscano
SEDE

Oggetto: Interrogazione orale urgente in merito alla situazione relativa alle criticit dei servizi
per studenti universitari a Pisa e alle possibili soluzioni per ridurre le criticit stesse

Preso atto

Che la situazione degli studenti che afferiscono allUniversit degli studi della citt di Pisa, in
particolare per quanto riguarda laccesso agli alloggi e alla fruizione di mense con servizi adeguati,
si sta dimostrando via via pi problematica e a tratti drammatica, con negli ultimi dodici mesi oltre
millecinquecento studenti che non hanno avuto accesso ad alloggi presso case dello studente, pur
essendo ritenuti idonei, e con mense (in particolare nella zona delle Piagge) che non riescono pi a
rispondere alla domanda in continua crescita di servizi

Che, su pressione di associazioni, rappresentanze e sindacati studenteschi nonch di alcune forze
politiche, stata avviata una trattativa da alcuni mesi fra il Comune di Pisa, Agenzia Regionale per
il Diritto allo studio Universitario (ARDSU) e Universit di Pisa al fine di valutare la possibilit che
lex Convento di Santa Croce in Fossabanda fosse adibito a uso alloggio per studenti universitari e a
mensa per i medesimi tramite la concessione, da parte del Comune di Pisa, della struttura, a canone
calmierato, allARDSU.

Considerato

Che una simile opzione permetterebbe di ottenere 100 posti letto per studenti e 150 posti mensa
andando cos a ridurre sensibilmente le criticit sopra ricordate.

Che lo stabile in questione, tenutario di un alto valore storico artistico, risulta oggi abbandonato e
che la sua destinazione ad uso universitario permetterebbe una sua qualificazione e, indirettamente,
una ritorno ad una funzione sociale e fruizione della collettivit che non pu che essere ritenuta
positiva per un ente pubblico come il Comune di Pisa

Appreso

Che dopo mesi di trattative e dopo una delibera del Consiglio Comunale di Pisa che impegnava
lamministrazione a valutare lipotesi sopra descritta, quando sembrava che la trattativa in questione
fosse sul punto di perfezionarsi, lassessore ai lavori pubblici del Comune di Pisa avrebbe riferito di
offerte economicamente superiori da parte di privati per lottenimento dello stabile in
oggetto,rispetto a quanto possibile offrire da parte degli organi del Diritto allo Studio Universitario

Considerato altres

Che la scelta di vendita o locazione a privati escluderebbe il ritorno a funzioni sociali dello stabile
in questione, quali quelle rivolte alle pressanti esigenze degli studenti universitari nonch alla
fruizione della cittadinanza intesa in senso pienamente estensivo pisana

Che forti dubbi potrebbero derivare da una scelta di privatizzazione dello stabile, in merito ad un
adeguata e corretta riqualificazione del medesimo, anche alla luce di esperienze passate, anche nella
citt in questione

Che per addivenire allobbiettivo di fruizione da parte degli studenti universitari e quindi al
perfezionamento di un accordo fra Comune di Pisa, Universit e ARDSU, sono in corso sul
territorio iniziative, manifestazioni, presidi e il lancio di un appello che sta rapidamente
raccogliendo rilevanti consensi

Sottolineato

Come anche la Regione Toscana (oltre alla mera considerazione sul ruolo preminente che svolge in
riferimento allARDSU) possa e debba svolgere un ruolo attivo per il raggiungimento degli
obbiettivi sopra richiamati in relazione allex Convento di Santa Croce in Fossabanda al fine di dare
migliori risposte ad una situazione degli studenti universitari (in questo caso in Pisa) che, complice
anche una situazione di crisi economica e sociale generalizzata, vede un trend di sempre maggiore
difficolt allaccesso allo studio universitario da parte di fasce sociali sempre pi ampie; anche a
causa di problematiche relative al reperimento e conseguente sostegno economico di mense ed
alloggi

Sono ad interrogare la Giunta Regionale

Per sapere

Quali informazioni abbia in merito alla vicenda della trattativa in relazione alla possibile cessione,
tramite canone calmierato, della struttura dellex Convento di Santa Croce in Fossabanda al fine di
addivenire ad una destinazione relativa alluso per studenti universitari dal punto di vista degli
alloggi e del servizio di mensa

Se non ritenga di dover agire per quanto di competenza e comunque con un una funzione di
sollecito in tutte le sedi deputate affinch si perfezioni questa soluzione, cos da ottenere una
calmierazione delle problematiche in oggetto (particolarmente gravose a Pisa e nella zona
interessata) e, pi in generale, per puntare cos ad un pieno ritorno di uno stabile di particolare
valore storico artistico alla fruizione da parte della pubblica collettivit.



La Consigliera

Monica Sgherri