Sei sulla pagina 1di 3

DALLA GLOBALIZZAZIONE ALLA REGIONALIZZAZIONE

Dopo il conflitto bipolare, cera stata lepoca di una supremazia americana che non aveva intenzione di avere limiti
ma che avrebbe dovuto tener conto di nuove restrizioni finanziari.
Anche se si trascurava ci che accadeva nel mondo, ci che accadeva in Russia India Cina distoglieva gli sguardi
di una supremazia americana e orientava loro verso un pluralismo e una regionalizzazione.
Ovviamente la supremazia americana non poteva cessare di esistere improvvisamente, anzi rimarr ancora viva e
dominante sino al 2012.
Tuttavia, accanto agli USA iniziarono a crescere paesi dal punto di vista demografico geografico economico che
avrebbero conteso il predominio del mondo agli USA, cercando di delimitare i confini di una potenza monocentrica.
Per la Russia India Cina, entrati da poco nella fase di crescita economica, devono essere prese in considerazione
le tematiche che avevano caratterizzato la trasformazione dellEuropa e degli USA, capaci di creare imperi grazie alle
conoscenze tecnologiche, ai capitali da investire nella produzione di merci sofisticate.
Questi tre paesi non disponevano n di capitale n di una valuta adeguata ad affrontare il commercio globale;
lavrebbero fatto solo grazie allo sfruttamento della forza lavoro e del sovrappi generato da esso.
Questa situazione per cambi in fretta rispetto alla lentezza della crescita europea, soprattutto grazie alladozione di
tecnologie gi esistenti in altri paesi, in modo tale da renderli attraenti al mercato globale.

Ma era solo una fase transitoria, poich la delocalizzazione (lorganizzazione della produzione dislocata in regioni o stati diversi
ritenuti pi adatti al mercato globale) rese possibile solo per alcuni anni la produzione di merci accettabili dal mercato
mondiale, cos da favorire i sistemi industriali verso fasi avanzate (come per es. la Cina che visse una trasformazione rapida da
stupire il mondo, ma lo fece attraverso una crudelt dellurbanizzazione nel quale migliaia di cittadini vivevano ancora in condizioni di
povert).
A questi 3 paesi si aggiunse il Brasile e lAfrica dando vita al BRICS (Brasile Russia India Cina Sudafrica) e al
TIMBs (Turchia Messico Indonesia Paesi dellafrica) per la crescita economica, collocati allinterno di un assetto
globale che vede ancora la prevalenza degli USA.
Il pi vasto di questi paesi la Repubblica federativa russa governata dal 1991-1999 da Eltsin, capo del sistema
sopravvissuto alla scissione dellURSS.
Il cambiamento della Russia fu la decisione di privatizzare la propriet pubblica attraverso la creazione di certificati
azionari o voucher che i lavoratori delle imprese avrebbe potuto ottenere come segni della loro compropriet delle
aziende russe che in 3 anni vennero privatizzate, dando vita a Gazprom Aeroflot Ferrovie russe monopolio dei
diamanti Norilsk nichel reti televisive private. Grandi magnati come Berezovskij divennero il simbolo di questa
ricchezza, anche se daltro canto vi era la popolazione che viveva senza i prodotti essenziali n i servizi forniti dallo
Stato: fu il prezzo pagato dal metodo del governo russo per trasformare un sistema nel quale leconomia di mercato
avrebbe dato i suoi frutti.

Quando al potere sali Putin ovvero dal 2008, la Russia era una repubblica federativa formata da 21 repubbliche
autonome 49 regioni 10 distretti 2 citt a statuto federale Mosca e San Pietroburgo
La debolezza del potere centrale russo provoc la tendenza di alcuni paesi a separarsi dalla Russia, in particolare la
Cecenia, teatro di una ribellione del 1991 una rivolta nel 1993 nel 1999 il conflitto continu con le truppe russe
dovuto allinsurrezione del Daghestan (regione russa) dove esistevano movimenti indipendentistici. Le truppe tuttavia
tornarono in Cecenia per restaurare meglio il controllo, e per dare unoffensiva contro i nazionalisti ceceni. Il
controllo venne mantenuto fino al 2005 quando il capo dei ceceni Maskhadov venne ucciso dai russi.
Con questo progetto, Putin ottenne dei risultati sia dal punto di vista economico che da quello della politico
internazionale. Cosi dai punti di vista economico amministrativo politico sociale si ristabiliva lordine.

Tuttavia, questa situazione cambi in concomitanza alla 1 crisi finanziaria americana o Grande Recessione iniziata
dal 2008 e continua sino ai giorni nostri, nella quale ne risentirono il mercato finanziario - la produzione industriale
russa il numero dei disoccupati (da 4 a 7 milioni di lavorati), allora il governo decise di stanziare 10 miliardi di dollari
per salvare le aziende del paese, cos da mantenere il consenso degli imprenditori verso il governo e contenere gli
effetti della crisi.

Lesito della guerra e il modo in cui Putin promosse la fase di crescita del paese contribuirono a spiegare i limiti
dellinfluenza russa sul mercato mondiale e della sua presenza internazionale.
Ecco perch la Russia non si poteva considerare il nemico degli USA Europa o Cina:
I limiti che riguardano la situazione economica russa (Produzione di merci ancora destinato al commercio interno e
solo disponibili per le classi privilegiate) che si superavano solo se si considerava la politica internazionale del governo di Mosca:
ovvero il controllo delle risorse militari in campo nucleare.
La persistenza dei rapporti stabiliti dal governo Gorbav con la NATO e le organizzazioni occidentali che
riguardavano la Russia come membro permanente dellONU, cos da poter esercitare il diritto di veto, punto a favore per farla
apparire come una grande potenza in quanto poteva controllare e limitare lintervento degli USA in ogni conflitto. Infatti la Serbia
Iran o Siria potevano contare sulla protezione russa tale da superare le minacce verbali o le sanzioni economiche.

Per la Russia doveva affrontare 2 problemi:
1. La questione dello sviluppo della Siberia in quanto lAsia rimaneva lunica via daccesso per loceano pacifico e contenere
Giappone e Cina.
2. I rapporti con la Cina, ostacolo per lespansione russa nella direzione occupata da essa.

Per quanto riguarda la Cina e lIndia la situazione diversa:

INDIA = ha goduto il prestigio di Gandhi simbolo del pacifismo per questo si sempre guardato questo paese come
un grande Stato condizionato da problemi sociali e dalla volont di affermare il pacifismo subito dopo la Guerra
Fredda e di essere un esempio per tutti i paesi.
Per, dietro tutto questo pacifismo, cera un modo desistere diverso alla base del quale si pone la posizione geografica
che permette di controllare tutto loceano indiano.
Dispone di armamenti che la pongono come una delle potenze militari emergenti, anche si sottratta alla firma del
Trattato per non creare bombe nucleari.
il 4 paese al mondo per superficie ed diviso in 28 regioni 7 territori che costituiscono la federazione indiana. La
forza politica indiana il Partito del Congresso che contrastato dal Partito del popolo.
LIndia stato uno di quei paesi che si sviluppato con una rapidit impressionante dopo la Guerra Fredda e venne
favorita dagli USA per la posizione strategica e dalla sua trasformazione dopo il 1990, abbandonando il principio
costituzionale che rendeva lIndia una repubblica socialista e favorendo una politica neoliberista deregolamentista
privatista, questultimo segnava un rafforzamento delle grandi industrie soprattutto quelle dei servizi grazie anche al
sostegno dei capitali stranieri.
Per comprendere come lIndia si sia sviluppata in questo modo bisogna considerare vari fattori:
dal punto di vista culturale = dopo la colonizzazione inglese il paese aveva problemi sociali interni e da un lato
opportunit offerte dal mercato mondiale, nel quale occupa il 14 posto nelle statistiche relative alle esportazioni.
Mentre il 1 posto occupato dalla Cina, il 2 nemico degli USA per il dominio globale grazie allassetto politico e alla
forza demografica del paese.
Dopo la proclamazione della Repubblica popolare cinese nel 1949 guidata da Mao Zedong affront il problema della
trasformazione di un paese arretrato in uno moderno.
La svolta si ebbe tra il 1976-1980 con la morte di Zedong e la conseguente lotta di successione, affidata a Yaobang il
quale dovette occuparsi della questione delle 4 modernizzazioni (scienza industria economia esercito).
La Cina il 3 paese per estensione, divisa in 22 province 5 regioni autonome 4 municipalit 2 regioni
speciali (Pechino e Taiwan).
La trasformazione era basata su:
1. dominio del partito comunista cinese sul piano politico
2. eliminazione della politica centralista e lavvento di norme che garantiscono la libert alle imprese sul piano
economico
3. necessit di impedire la crescita della popolazione cinese che cresceva a un ritmo naturale, attraverso norme
che impedivano alle famiglie rurali di non procreare pi di un figlio, preferibilmente maschio.
Questi presupposti provocarono una rivoluzione economica di grande portata, non accompagnata da un
cambiamento politico. Si arriv a una rivolta di migliaia di studenti scesi in piazza Tienanmen, ma il governo pass al
contrattacco con il compito della repressione, proclamando lo stato dassedio e la piazza venne liberata con la forza.
Dopo questo episodio, leconomia cinese riprese a crescere a ritmi impressionanti grazie soprattutto allapertura delle
zone costiere della Cina al commercio mondiale, (entrando in competizione con lIndia) capace di generare
innovazione facilit di adattamento desiderio di cambiare.
Questo cambiamento si tradusse con la diversa qualit di vita della popolazione, grazie allintroduzione di prodotti di
facile consumo, come i giocattoli gli alimentari lelettronico il tessile. Tuttavia, accanto a questa crescita vi era
un tasso di disoccupazione elevato dal 10 al 20%.
La crescita economica cinese dovuta soprattutto a un radicale cambiamento del mercato interno e globale,
producendo merci tecnologicamente elevate e merci destinate a un rapido consumo e a bassi costi di lavoro.
Tuttavia, la Grande Recessione del 2008 da parte americana fece affiorare alcuni problemi che condizionavano la vita
economica politica internazionale cinese, al punto di rendere credibile lipotesi che la Cina potesse rappresentare
un limite alla supremazia degli USA.
Una questione che mette in evidenza la spinta verso la regionalizzazione finanziaria e commerciale del paese,
delimitando la supremazia americana, in modo tale da operare autonomamente.
Con la Russia i rapporti della Cina sono eccellenti e vengono sempre rafforzati quando i 2 governi avendo il diritto di
veto contrastano le iniziative americane nel mondo.

Anche se la Cina deve ancora risolvere i problemi interni che sconsigliano di orientare le risorse nazionali verso una
politica estera aggressiva, la Cina rimane la sola potenza che riesca a contendere la supremazia degli Stati Uniti, che
resta comunque un elemento fondante del sistema internazionale sebbene altri paesi riescano a crescere (Cina e
Russia).
In altre parole, la fine della guerra fredda ha posto fine al timore e alle paure che il mondo fosse distrutta da una
guerra nucleare tra USA e Russia e ha reso possibile tematiche finora non considerate: ovvero qualit dellambiente
disponibilit di risorse capitale sviluppo sostenibile.

La supremazia americana dunque riesce ancora a sopravvivere ma deve sempre confrontarsi con la crescita cinese e
europea e lAlleanza Atlantica ci che lo rende possibile in quanto rende i paesi membri della NATO i guardiani di
quella sicurezza globale che lONU non in grado di garantire.