Sei sulla pagina 1di 1

Pasqualino To natora

Francesco Nasso
Presidente della Comm. Consillare 8/lancio
Lista TORRE
Carmelo Sellaro
consigliere del PSI
Capogruppo del PCI
La linea di programma di sviluppo economi
co sociale che la Giunta Comunale ha elaborato
nella redazione del progetto di bilancio di previ
siohe per il 1985, rispecchia nel suo complesso
le fasi di una attenta programmazione, inqua
drando in un organico piano di gestione lattivi
t che si propone di svolgere e dei mezzi cui at
tingere per spiegare tale attivit.
Il bilancio di previsione, proposto in grandi li
neillustrative ed attuative, stato approvato
dal Consiglio Comunale a larga maggioranza,
dopo essere stato, ampiamente discusso econ
validato dalla Commissione bilancio. In esso si
rileva, tra laltro, lapprofondito studio di una
politica amministrativa, vista in una moderna
qualificazione dellente locale, e quindi, intesa a
raggiungere determinati obiettivi norn solo nella
gestione di servizi pubblici collettivi, ma soprat
tutto, in funzione della pi importante motiva
zione di una dinamica ed efficiente programma
zione di sviluppo socio-economico della popo
lazione e del territorio.
Ho votato il bilancio di previsione, perchin
esso, la continuit di quella programmazione
che, per tanti anni, gli amministratori di sini
stra, con lapporto di alcuni socialisti, tra cui, il
sottoscritto, hanno portato avanti pur nella
continua e pressante ristrettezza di risorse fi
nanziarie che la legge dello Stato ha sempre
posto quale freno ed ostacolo per gli ammini
stratori comunali nelle loro iniziative e program
mi.
In definitiva, senza perdermi nel mare dei
dettagli, voglio solo affermare che, il bilancio di
previsione dellesercizio 1985 stato studiato
con armoniosa attenzione allo scopo di conse
guire i migliori risultati globali, equamente ri
portati nei vari capitoli e tifoli.
Mi auguro con questa mia modesta dichiara
zione, di aver dato un contributo di riflessione
sui successi che IAmministrazipne Comunale,
nel passato e nel presente, ha raggiunto meri
tando di continuare ad esseie additata come
guida ed esempio.
Quello sottoposto alla valutazione e allap
provazione del Consiglio Comunale nella sedu
ta del /2/985 stato lultimo bilancio che i con
sigliri comunali eletti nel 1980 hanno discusso
e votato, favorevolmente o meno.
Come gi nella seconda met della passata
legislatura, le direttrici generali del bilancio
ricalca no limpostazione politico-
programmatica elaborata da comunisti e socia
listi che, insieme, e fino al come dire di
simpegno socialista del 1982, hanno anche
condiviso, in Giunta, la responsabilit di segui
re la quotidiana realizzazione del programma
concordato e dei bilanci di previsione via via de
finiti, potenziando e rinnovando limpegno e lo
sforzo per servizi sociali e culturali allaltezza
della domanda, per approntare, strumenti ade
guati di politica urbanistica, insomma per mi
gliorare sempre pi la qualit della vita.
Divergendo le valutazioni sugli effetti delle
politiche dei Governi, nazionali e regionali (che
importanti risultati hanno, a nostro parere, con
seguito) e, a volte, nellambito della normale
dialettica tra i partiti, nel rispetto della autono
mia di opinione ed espressione di ciascuna for
za politica e, considerando talvolta le forzature
del PCI e, comunque, la legittima e responsabi
le diversit di ruolo e impegno assolto a vari li
velli dal PSI nellinteresse dei cittadini, finanche
su tempo e modi di realizzazione del program
ma definito da PCI e PSI, sempre concorde
mente socialisti e comunisti hanno operato le
scelte sul bilancio di previsione.
Allora, il mio. giudizio favorevole, espresso
anche sul bilancio di previsione per il 1985, con
tinua urna tradizione unitaria e, anzi, ne auspi
ca, senza per questo sottovalutare il ruolo di al
tri partiti, una piena ed effettiva ripresa, a parti
re dagli impegni che vedranno impegnato il
Consiglio Comunale che uscir dal voto del 12
maggio~.
Lapprovazione del bilancio 85
coincide con il compimento di cin
que anni del mandato di questa Am
ministrazione e segna, nel contem
po, quindici anni di amministrazione
a guida P.C.l. con maggioranza as
soluta nel Consiglio Comunale: 16
consiglieri su 30 nelle elezioni del
1970, riconfermati nel 1975 e passati
a 17 in quelle del 1980. ~ opportuno,
quindi, prima di passare in rassegna
le cifre significative del bilancio 1985,
fare un rapido rendiconto di tutti i
quindici anni dellattivit amministra
tiva i cui risultati, peraltro, sono sot
to gli occhi di tutti i cittadini e fanno
della nostra citt un modello indicato
con simpatia da tutte le forze demo
cratiche della Calabria.
Punto di partenza: giugno 1970.
Bilancio comunale (ereditato
dallAmministrazione D.C. o a mag
gioranza D.C. susseguitasi dal 1958
al 1970) di appena 200 milioni che as
sicurava, si e no, lordinaria ammini
strazione e la spesa corrente per ser
vizi primordiali, con scarse possibilit
di intervento nei vari campi della vita
amministrativa; assenza quasi com
I
pleta nel campo della istruzione pub
blica, del tempo libero, in quello della
viabilit interna ed esterna, illumina
zione, verde pubblico, edilizia resi
denziale e cos via.
Quindici anni di amministrazione e
direzione P.C.I., senza un giorno
di crisi hanno determinato una
svolta notevole, oltre che nel campo
delle realizzazioni, nel rapporto co
stante e democratico con i cittadini.
Le realizzazioni vanno dal campo
dellistruzione pubblica con trasporti
gratuiti di tutti gli al nni delle varie
scuble, la distribuzione di libri gratuiti
nelle scuole dellobbligo, le vacanze
peri bambini e per gli anziani, estive
ed invernali, nonchla refezione sia
nelle scuole materne che elementari
e, per il tempo pieno per gli .alunni
della scuolamedia.
Una grande battaglia per il com
pletamento e lampliamento con i
poliambulatori dellOspedale, che
uno dei pi moderni ed efficienti del
la Calabria; la copertura del torrente
lerapotamo, grandiosa opera urbani
stica, di assetto del territorio, igieni
ca ed idraulica; nonch la scelta di
fondo nel campo, della casa, con
lapplicazion della legge 1. - i -
seguente realizzazione di ben 300 al
loggi popolari, distribuiti armonica
mente nei diversi rioni dellabitato, e
la programmazione di altri 200 da
realizzare nel prossimo futuro (IACP
- cooperative - Regione - Fondi BEI
legge 457/78 ecc.).
Opere scaturite dalla dotazione di
uno strumento urb.n
guardia che ha regolato e reg
sviluppo rbanisti
tre un decennio, ridu -
mo, rispetto agli altri - -
nomeno dellabusivismo -.. -
zione di uno dei primi piani PIP per
insediamenti produttivi della Cala
bria..
Per non parlare degli interventi nel
campo delle attivit culturali con
lapertura di una moderna biblio -
coniunale, con annesso museo
storico-artistico e - . .. -
cale, e con la - - -
no e grandioso palaz
con annesso A e o -
limminente istituzione di una ola
Conservatorio.
11
lo