Sei sulla pagina 1di 4

La Cronaca dello Sport L UNEDI 16 NOVEMBRE 2009

26
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

13ª GIORNATA CREMONESE-ALESSANDRIA 1-1

La traversa respinge il colpo di testa a colpo sicuro di Coda al 90’. Così si ferma a 6 la serie di vittorie consecutive allo Zini (foto Rastelli)

Stavolta mezza Cremo non basta


Brutto primo tempo contro l’Alessandria. Poi la rimonta
Ma il pareggio casalingo non compromette il primato
O
cchio per occhio, dente per bene che schiera un cubano di Ceci- attenti, ha disorientato la nostra me- punizione che Buglio ha scodellato metacampo ospite ed ha centrato il
dente. E palo per palo. La na che sullo scatto brucia l’erba, ma diana. La manovra della Cremo qua- in area per il colpo di testa vincente pareggio in meno di centoventi se-
Cremonese è andata a sbat- l’impressione è che qualcosa nella si mai ha potuto contare sulla neces- di Fantini (dimenticato da Bianchi). condi. Guidetti, dopo aver ricevuto
tere contro la versione moderna del- nostra testa non giri più a dovere. saria fluidità. A poco è servita la Sotto nel punteggio la Cremo ha co- palla da Rossi spalle alla porta, ha
la legge del taglione. Un palo a te, Inciso: otto giorni fa Crocetti, che buona volontà di Bianchi (preferito a minciato a nuotare controcorrente, rubato mezzo metro d’aria al pro-
l’altro a me ed è scattato il punto per non risulta avere natali dalle parti di Sales), andato spesso in appoggio ai spandendo energie, sprecando occa- prio guardiano e con un avvitamento
uno che di norma Guantanamo, dun- compagni. Non a molto è servita sioni (sinistro di sul piede perno di
non f a male a que tiene una ra- l’intraprendenza di Guidetti, più di Nizzetto a lato) e sinistro ha dise-
nessuno. Il pareg- gione in meno per una volta scoperto a difendere con annaspando fra i gnato il diagonale
gio, però, di salo- correre tanto velo- denti ed unghie palloni proibitivi. contropiede pie- dell’1-1. La pres-
monico stavolta I grigiorossi iniziano ce, il gol l’ha sba- Max dal niente ha creato un cross montesi. Nella vo- Tridente nella ripresa sione grigiorossa
ha poco. I conti,
guardando in ca-
male come a Crema gliato dopo appena
cinquanta secondi.
delizioso per l’incornata, comoda ma
fuori misura, di Nizzetto (10’) e la-
ragine di destra si
è infilato ancora
Guidetti fa subito 1-1 ha costretto i pie-
montesi a rinta-
sa nostra, proprio e incassano il gol La situazione ieri vorato in proprio la palla scagliata Rodr iguez, che poi i legni negano nar si spesso nei
non tor nano.
L’ A l e s s a n d r i a dell’ex di turno Fantini l’ha rattoppata in
qualche modo
senza fortuna in direzione di Servili
(12’). Gocce d’ambra nel deserto,
poi ha ser vito a
Volpara un como- la gioia a Burrai e Coda propri sedici me-
tri. Fatta eccezio-
avrà di che la- Paoloni, che con il per una Cremonese al di sotto delle do matchball spa- ne per un pastic-
gnar si per quel corpo ha spento la attese. Il momentaneo vantaggio racchiato sulla cio combinato da
sordo tumb che luce a Rodriguez e ospite è arrivato sfruttando uno dei par te alta della Paoloni che ha
ha accompagnato la traversa centrata costretto Buglio a fallire il tap-in. tanti lanci per Fantini solo sporcati trasversale. Venturato ha approfittato prima regalato una punizione a Bu-
da Volpara nel primo tempo e con i Sulle ali dell’entusiasmo l’Alessan- dai difensori e catturati dall’Alessan- del cambio di campo per cambiare glio (controllo di mano involontario
piemontesi avanti di uno. Ma il dop- dria ha costruito trequarti d’ora di dria con i rapidi inserimenti delle registro tattico. L’inserimento di fuori dell’area e relativo giallo) e poi
pio sdeng che ha ghiacciato il diago- furore. Il pressing continuo ordinato punte di rincorsa. Nella circostanza Musetti è risultato terapeutico. Al- si è fatto perdonare andando a de-
nale delpieresco di Burrai e il rab- da Buglio padre, che ha avuto in Bu- Volpara è finito a terra dopo un con- meno nella testa dei compagni. La viare miracolosamente la sassata del
bioso colpo di testa di Coda senza glio figlio, Longhi e Briano interpreti tatto con Fietta ed ha guadagnato la Cremo si è spostata in massa nella centrocampista, le occasioni sono
ombra di dubbio pesa di più. E di state di marca cremonese. L’inten-
più le fa anche girare. La Cremo sità della manovra ha raggiunto l’a-
avrebbe meritato di vincere per quel pice con l’ingresso di Burrai, ordina-
suo secondo tempo inquieto. Forse DOPPIO PASSO to nel distribuire palloni e coraggio-
troppo poco ragionato eppure ma- so nell’andare alla conclusione. Un
gneticamente coinvolgente. Quaran- palo e una parata non facile di Servi-
tacinque minuti d’impeto offerti al
pubblico come riscatto per le pene
iniziali. Una tempesta d’emozioni
A parte tutto... riprendiamoci quei 25’ li è quanto il sardo ha infilato nel ta-
scapane personale. Fra un calcio
d’angolo e l’altro (otto quelli battu-
che alla fine siamo stati costretti ad “Grande prestazione”. Lo dicono cuore ma ti cascano sempre sulle ti), hanno cercato ancora la via del
imbottigliare in uno scarno 1-1. tutti, in sala stampa. E sembrano labbra... appena ti distrai un atti- gol Nizzetto (altra parata di Servili)
Giusto per sgombrare il campo da convinti. Poi però aggiungono mo (o 25 minuti, va be’). e Coda. Sulla sua incornata andata a
equivoci va detto che l’Alessandria (sottovoce fingendo un colpo di E allora che si fa? Tornare all’ora stamparsi sulla traversa al 90’ la Cre-
nulla ha rubato. E se i grigi, allo Zini tosse e salutando l’amico immagi- legale (iniziata guarda caso tre set- mo ha consegnato le armi. La squa-
in maglia gialla tour de France, nario dietro la sedia): “... a parte i timane fa), non si può. Chiedere a dra è attrezzata per ogni evenienza.
l’hanno fatta franca, primi fra tutti, è primi 25 minuti”. Macalli di cominciare alle 15 per Ma davanti ad una porta stregata
perché dopo aver scialacquato nel Ah. Quindi: a parte l’occasione di digerire meglio... lasciamo perdere. l’unico rimedio resta la boccetta
periodo delle vacche grasse hanno Ramirez dopo 20 secondi, il quar- Quindi? L’idea che prende piede è d’acqua santa custodita nelle mani
avuto la bontà di stringere la cinghia to d’ora in balia di un avversario quella di indire un concorso tipo del Trap. Nota a margine. Nell’Ales-
nel momento di magra. I piemontesi qualunque, il gol di Fantini, la “Metti in moto la Cremo”. I primi sandria accanto al vecchio bucaniere
hanno tenuto botta, sognando di fa- traversa a Paoloni battuto di Vol- undici a telefonare vinceranno una dei sedici metri Sottil per una qua-
re il botto. Può essere che si siano para e una decina di azioni butta- maglia giallo canarino con numero rantina di minuti ha giostrato Signo-
accartocciati troppo su stessi con te alle ortiche per superficialità. crescente sulle spalle, un bel paio rini. Di nome fa Andrea, ha 19 anni
l’andar del tempo, ma mai hanno ri- “A parte” che ne basterebbe la di scarpini ingrassati e 25’ di gloria ed è arrivato in prestito dal Genoa.
nunciato ad estrarre dallo stivale il metà per ritrovarsi col culo per in uno stadio vero. Presentarsi in Andrea è figlio di Gianluca. Il capi-
punteruolo appuntito del contropie- aria... campo domenica alle 13.50 circa e fingere che sia tut- tano del Grifone che in campo come
de. E’ invece la carburazione ad aver Bob, a due giorni da “sfatiamo il mito delle squadre to vero. (L’organizzazione non risponde per i tackle di fuori mai si è arreso. Nemmeno di
complicato una volta ancora i piani che scendono in campo deconcentrate”, si sfrega la Viali e Alberto Bianchi...). fronte ad un morbo vigliacco ed in-
grigiorossi. Come al Voltini. Idem fronte e bisbiglia: “Questione mentale. Bisogna lavo- Poi arrivano gli avversari veri. Ma a quel punto la Cre- visibile come quello di Gehrig. Nes-
con la Pro Patria. La materia merita rarci”. Già, perché ormai l’omaggio agli avversari del mo sarà già entrata in partita. E non ci sarà più nulla suna concessione alla retorica, solo
un approfondimento. L’Alessandria primo quarto di partita sta diventando un refrain, tipo da fare. un grosso in bocca al lupo al giovane
in gol avrebbe potuto andarci già do- quelle canzonette da villaggio alpitur che detesti di f.g. difensore.
po 22 secondi. Quasi un record. Va Paolo Loda
L UNEDI 16 NOVEMBRE 2009 La Cronaca dello Sport
27
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA
IL MISTER AVVERSARIO

Due a uno nella “gara” dei pali Buglio: “Novara?


I grigiorossi
sono più squadra”
Traversa di Volpara nel primo tempo. Paoloni rischia il rosso Per debuttare alla guida della
nuova squadra lo Zini, di que-
sti tempi, non è certo lo sta-
PRIMO TEMPO dio ideale. Ma Buglio è riusci-
to a fermare la capolista ed è
1’ Brivido per i grigio- giustamente soddisfatto della
rossi: Volpara innesca Rodri- sua prima da tecnico dell’A-
guez con un filtrante, conclu- lessandria: “Abbiamo fatto
sione immediata dell’attac- quello che avevamo prepara-
cante cubano, Paoloni re- to. Nel primo tempo cercava-
spinge sui piedi di Buglio, mo Fantini in avanti con due
che da due passi alza troppo esterni veloci e due centro-
la mira campisti sempre pronti ad
10’ Guidetti lavora un appoggiare l’azione d’attacco.
buon pallone sulla linea di
fondo e mette al centro un Siamo stati bravi a rimanere
cross su cui si avventa Niz- corti e molto aggressivi sulle
zetto, bravo nell’anticipo ma seconde palle”.
impreciso nel girare a rete Certo, nella seconda parte di
12’ Guidetti intercetta gara era logico calare di to-
un rinvio del portiere, arriva SECONDO TEMPO no: “Non mi aspettavo di su-
fino al limite e dopo una fin- bire gol così velocemente.
ta calcia centrale Un tentativo aereo di Musetti: sul fondo. A destra Nizzetto contrastato da Pucino 2’ Rossi scambia con Musetti e crossa in D’altra parte Guidetti è un
15’ Traversone di Bian- mezzo all’area, Guidetti è caparbio a conqui- giocatore unico in categoria.
chi dalla corsia di destra, Coda in spaccata devia il pallone senza però tro- stare il pallone e a girarlo nell’angolino con un sinistro millimetrico: 1-1 Abbiamo provato a raddop-
vare la porta 7’ Nizzetto prende palla a centrocampo e dopo una finta lascia partire piarlo, ma sul gol è stato bra-
24’ Punizione dalla lunetta dell’area: bolide di Viali e palla che supe- un gran sinistro che sorvola la traversa vissimo”.
ra la traversa 25’ Punizione di Briano sulla quale Paoloni esce in presa alta andan- Dopo aver visto all’opera la
26’ Calcio piazzato dal vertice destro per l’Alessandria, Buglio pen- do a finire oltre il limite dell'area di rigore. Giallo per il portiere e punizio-
nella per Fantini che di testa anticipa Bianchi mettendo il pallone all’in- ne dal limite per l’Alessandria. Rasoterra insidioso di Buglio: Paoloni è bra- Cremo, poi, il mister dei grigi
crocio dei pali: 0-1 vissimo a sventare il pericolo fa il suo confronto con il No-
30’ Reazione della Cremo: cross teso di Rossi, la difesa allontana de- 27’ Corner per la Cremo: Burrai scambia rapidamente con Guidetti e vara: “Ho visto all’opera i pie-
bolmente, Nizzetto raccoglie la sfera e con una girata conclude sul fondo lascia partire un destro potente e preciso che sbatte contro il palo dopo la montesi: puntano molto sui
31’ Dalla sinistra Rodriguez mette un pallone invitante a centro deviazione del portiere singoli, mentre la Cremo è
area, Galuppo e Bianchi lisciano l’intervento, Volpara da un metro grazia 42’ Nizzetto controlla al limite dell'area e calcia di sinistro, in tuffo ci una squadra che si muove a
Paoloni colpendo la parte superiore della traversa arriva Servili memoria e sa dove dare il
37’ Nizzetto ci prova dalla distanza, ma il diagonale è impreciso 45’ Ultima occasione: Musetti effettua un traversone morbido dal pallone. E poi, ripeto, uno co-
40’ Il traversone basso di Nizzetto viene respinto in malo modo dalla fondo, Coda svetta più in alto di tutti, i tifosi urlano al gol ma la palla col- me Guidetti non ce l’ha nem-
difesa, Guidetti recupera al limite e di sinistro calcio centrale pisce la traversa meno il Novara”. Merci.
f.g.

Il mister elogia la reazione e recrimina: “Il loro gol da una punizione inesistente”

“Mai più regali a inizio gara”


Venturato pensa a un rimedio:“Dovremo alzare noi il pressing”
Per rimediare a quel brutto primo
tempo che stava delineando una
sconfitta fino a quel momento meri-
LA GARA IN TV
tata per la Cremonese, Venturato
ha scelto di mettere da parte il col-
Stasera la differita
laudato 4-4-2, inserendo la terza della sfida dello Zini
punta per aumentare la trazione of-
fensiva della squadra. Da quel mo- alle 21 su Studio1
mento i grigiorossi hanno preso il
sopravvento, rendendosi protagonisti La gara disputata ieri allo sta-
di una seconda frazione ricca di oc- dio Zini tra Cremonese e
casioni da rete. La decisione che ha Alessandria sarà trasmessa
dato la svolta è stata favorita anche in differita tv, con la telecro-
dal piccolo infortunio che ha messo naca di Mauro Maffezzoni e
ko Gori all’intervallo. “A dire il vero Marco Nicoletti, questa sera
- tiene a precisare il mister - a pre- alle 21 sull’emittente Stu-
scindere dalle condizioni di Gori, dio1, visibile nelle province di
avevamo già in mente di passare al Cremona, Bergamo, Parma e
tridente. Avevo bisogno di giocatori Piacenza sul ch 57, nelle pro-
che dessero maggiore profondità”. vince di Brescia e Mantova
Aggiungendo che “le tre punte sono sul ch 40 e sulle frequenze
un’alternativa che potrebbe essere del digitale terrestre a Mila-
riproposta anche in futuro”. no, Monza, Como e Varese.
Esaminando nel dettaglio la parti-
ta si nota come ancora una volta la
Cremonese si sia fatta sorprendere
dalla partenza a razzo dei propri av-
versari, rischiando in più di un’occa-
sione di capitolare. “Bisogna trovare
al più presto una soluzione, perché è
già la terza domenica consecutiva
che nei primi minuti corriamo grossi
pericoli. Inoltre questa settimana ci
eravamo promessi di prestare mag- ne il rammarico per un paio di punti CLICK
giore attenzione. Probabilmente - preziosi lasciati per strada”.
prova ad analizzare Venturato - se Quanto ha inciso sul risultato la L’OMAGGIO
provassimo noi ad essere maggior-
mente incisivi in avvio di gara, alzan-
discutibile direzione del direttore di
gara? “Personalmente sono d’accor- L’applauso del pubblico
do la linea del pressing, potremmo
riuscire a superare questo blocco
do sul fatto di provare a seguire il
modello inglese, lasciando correre su
per i maratoneti del Flora
mentale”. Guardando l’altro lato inter venti veniali. Però - sorride
Applausi dello Zini ai maratoneti cremonesi
della medaglia, occorre sottolineare amaro il mister - non mi piace pren-
della canottieri Flora che hanno preso par-
la prova di carattere dei grigiorossi: dere gol su una punizione che non
te alla maratona di New York lo scorso 1°
“E’ l’ennesima situazione negativa c’era. Inoltre ho visto almeno un
novembre: Simone Cavalleri, Roberto Fel-
che riusciamo a correggere in corso, paio di volte i nostri giocatori venire
troni, Ervano Vicini, Luca Vicini, Alessan-
sfiorando, come è capitato anche og- affossati nella loro area di rigore”.
dro Corbari, Matteo Chiari, Pietro Ripa e
gi (ieri, ndr), di capovolgere il pun- Ma c’è altro a cui pensare. Some-
Marco Polenghi sono scesi in campo con
teggio. Con il cambio di schema, c’e- nica a Figline, e poi ci sarà lo scon-
la maglia grigiorossa prima del fischio d’ini-
ra il rischio di sbilanciarci ed invece tro diretto contro il Novara: quel
zio ed hanno ricevuto l’omaggio della so-
in difesa non abbiamo più corso pe- giorno la Cremo non dovrà più rega-
cietà e del pubblico dello Zini.
ricoli. Sono veramente contento per lare nulla.
la prova di maturità, anche se rima- Matteo Zanibelli
La Cronaca dello Sport L UNEDI 16 NOVEMBRE 2009

28
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

CREMONESE ALESSANDRIA

1 1
4-4-2 4-3-2-1
1 PAOLONI 1 SERVILI

2 A. BIANCHI 2 PUCINO
5 VIALI 5 BRIANO
6 GALUPPO 6 CAMMAROTO
3 ROSSI (5' ST 16 SIGNORINI)
3 GHOSHEH
7 GORI
8 LONGHI
(1' ST 18 MUSETTI)
(38' ST 17 DAMONTE)
4 FIETTA
5 BRIANO
8 TACCHINARDI 10 A. BUGLIO
(23' ST 14 BURRAI)
10 NIZZETTO 9 VOLPARA
(8' ST 15 SCHETTINO)
9 CODA 11 RODRIGUEZ
(46' ST17 PRADOLIN)
11 GUIDETTI 7 FANTINI

ALL.: VENTURATO ALL.: F. BUGLIO

ARBITRO
CARBONE DI NAPOLI (ASSISTENTI: DERLÙ E DRAGO)

RETI
2’ ST GUIDETTI 26’ PT FANTINI

AMMONITI
PAOLONI VOLPARA
DAMONTE

ANGOLI

8 3

NOTE
SPETTATORI 3923 (di cui 2381 abbonati) per un incasso complessivo
di 2.428 euro.
RECUPERO: 2’ PT, 4’ ST
Fantini (inginocchiato) anticipa Alberto Bianchi e supera Paoloni con un’incornata che si insacca proprio sotto gli occhi della Curva Favalli

LE INTERVISTE
“Il miglior secondo tempo dell’anno”
Bianchi:non possiamo vincere sempre.Nizzetto:approccio sbagliato
“Forse qualcuno pensava che le avremmo certamente l’approccio alla gara: “Ultimamente gressività, gioco e corsa credo di aver visto la
vinte tutte”. A commentare il primo pareggio - osserva Nizzetto - regaliamo i primi minuti miglior Cremo dell’anno allo Zini. Prendiamo
casalingo dell’anno è Alberto Bianchi: “Oggi del match. E’ sicuramente un fatto mentale da la buona prova e lavoriamo sugli errori del pri-
è andata così, ma potrebbe capitare ancora. correggere”. Tuttavia l’esterno grigiorosso sot- mo tempo”. Sulla stessa lunghezza d’onda an-
Non credo sia nulla di scandaloso”. Anche tolinea anche la reazione: “Nel secondo tempo che Rossi: “Le difficoltà sono dovute all’atteg-
perché l’Alessandria nel primo tempo ha fatto abbiamo adottato un sistema di gioco più offen- giamento di avversari molto chiusi e il nostro
la sua parte: “Hanno dato tutto nel primo tem- sivo, con me a destra e Musetti a sinistra e la approccio un po’ troppo timoroso. Però c’è sta-
po approfittando dei nostri errori. Primo tra solita grande prova di Fietta e Tacchinardi in ta una grande reazione: abbiamo spinto fino al
tutti il mio sulla marcatura di fantini in occasio- copertura. Abbiamo trovato subito il gol e ab- 95’ creando tanto. C’è rammarico, ma non di-
ne del gol”. Un momento di appannamento: biamo avuto tantissimo occasioni per vincerla, mentichiamo il primo tempo”. Sulla propria
cos’è successo? “Hanno provato uno schema, ma stavolta è mancata la fortuna che in altre oc- prestazione il terzino (che ha propiziato il gol di
poi hanno cambiato movimento e l’attaccante casioni ci ha assistito. Peccato per due punti che Guidetti con una sua discesa) non risparmia
ha preso mezzo metro. Purtroppo puoi fermarlo avremmo meritato, ma siamo comunque pri- uno sguardo critico: “Sulle fasce abbiamo lavo-
sempre, ma poi basta una sola distrazione per mi”. Anche Guidetti felice per il bel gol non si rato bene. Mi sono proposto molte volte, ma ho
fare la figura del fesso. Purtroppo sui calci piaz- preoccupa troppo per il mezzo passo falso: “Lo- anche messo al centro tanti palloni sbagliati ar-
zati spesso ci lasciamo sorprendere. Dobbiamo ro ci hanno messo in difficoltà nei primi 45’ - rivando stanco dopo 50 metri di corsa”.
lavorarci su”. Un altro aspetto su cui riflettere è riflette Max - ma nel secondo tempo per ag- Filippo Gilardi

LE PAGELLE Nizzetto, un’altra domenica sopra le righe IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 6,5: Entra subito in par-
tita sbarrando la strada a Rodri-
GORI 6: Tatticamente dà ordine,
incide poco in attacco Roberto 6,5
7,5
guez, rischia di uscirci parando (MUSETTI 6: c’è il suo zampino
fuori area, congela il pareggio de- sull’azione del pari e su quella della
Venturato
Max viando su Buglio traversa di Coda) Ancora una
Guidetti volta la squa-
A. BIANCHI 6: Generosissimo fino FIETTA 6,5: Nel primo tempo in dra regala
occasioni,
alla fine ha il torto di perdere Fanti- difficoltà come tutti. A lungo anda-
spazio e reti
ni nel momento più cool dell’incon- re diventa un punto di riferimento agli avversari
tro. Ma per il resto concede po- importante per la manovra. Va nella prima
chissimo spesso al tiro par te di ga-
ra. Bravo a
VIALI 7: Entra in campo sfoderan- TACCHINARDI 6,5: Esce dopo cambiare corso alle cose sfrut-
tando l’intervallo
do gli occhi di tigre, ricorre a tutta aver speso tutto e dopo essersi
la propria personalità per evitare esaltato nel clima rusticano della ri-
dispiaceri ad una retroguardia non presa (BURRAI 6,5: un palo e tan-
sempre attenta ti palloni ben giocati) ALESSANDRIA
Servili 6,5, Pucino 5,5, Sottil
6, Cammaroto 6 (Signorini 6),
GALUPPO 6: Diligente, è protago- NIZZETTO 7: Quando sale di tono Ghosheh 6, Buglio 6,5, Briano
nista di una prestazione positiva la Cremonese si trasforma. Regala 6, Longhi 6 (Damonte 5,5),
con qualche momento di ombra perle ai compagni e cerca senza Volpara 6 (Schettino 6), Fan-
nella sua fase iniziale. Nel secondo trovarla la via del gol. Finisce in tini 7, Rodriguez 6,5. All.: Bu-
Ha il sinistro caldo come certe tempo controlla bene apnea glio 6,5.
giornate d’agosto. Lotta come
un leone fra un nugolo di ma- ARBITRO
glie gialle, tiene in vita palloni ROSSI 6,5: Gagliardo in difesa CODA 6,5: Meno efficace del soli-
non si risparmia sul fronte offensi- to l’intesa con i compagni e la fred- Carbone 5 Direzione di gara ap-
destinati all’eutanasia, anima la
vo. Non tutti i cross però riescono dezza sotto rete. Sfortunato allo prossimativa che scontenta tutti.
riscossa. Un’altra prestazione
scadere Poco aiutato dai collaboratori di
da incorniciare con il buco al terzino sinistro grigio-
linea
rosso (PRADOLIN sv)
L UNEDI 16 NOVEMBRE 2009 La Cronaca dello Sport
29
PRIMA DIVISIONE / LE ALTRE PARTITE

Novara: punto in extremis CLASSIFICA PRIMA DIV. GIRONE A


PT PG
IN
V
CASA
P S
FUORI
V P S GF GS

Rubino all’88’ evita il primo ko. Il Varese s’avvicina Novara


Cremonese
29
29
13
13
4
6
2 0
1 0
4 3 0 21 7
3 1 2 24 12
Anche il Novara frena a Foligno e resta Varese 27 13 7 0 0 1 3 2 20 11
a braccetto della Cremonese in vetta alla Arezzo 24 13 6 1 0 1 2 3 16 10
classifica. A salvare i piemontesi dalla pri- Benevento 23 13 5 1 0 2 1 4 17 12
ma sconfitta stagionale è il centravanti
Rubino, subentrato nella ripresa a Rigo- Lumezzane 21 13 5 1 1 1 2 3 19 18
ni, all’88’. La squadra di Tesser recupera Foligno 19 13 4 1 2 1 3 2 21 17
in extremis al gol del solito Cavagna per
gli umbri, al primo pareggio stagionale Perugia (-1) 19 13 5 1 0 1 1 5 10 11
casalingo. Dei pareggi delle prime due Lecco 18 13 4 2 1 1 1 4 17 17
della classe approfitta il Varese di Beppe
Sannino, sempre più matricola terribile Monza 15 13 3 1 3 1 2 3 11 14
del girone e sempre solo al terzo posto. Alessandria 14 13 2 3 1 1 2 4 12 15
Ebagua torna al gol nel primo tempo e
Figline (-1) 13 13 3 1 2 1 1 5 11 13
regala ai biancorossi la prima vittoria in
trasferta della stagione sul campo di Via- Pro Patria 13 13 3 1 3 0 3 3 11 16
reggio, mentre i toscani restano in piena Sorrento 12 13 3 3 1 0 0 6 14 19
zona playout. L’Arezzo invece delude e
non va oltre il pareggio interno con la Pergocrema 12 13 2 2 2 1 1 5 13 18
Pro Patria: sono i primi punti persi in ca- Viareggio 11 13 1 3 2 1 2 4 5 11
sa dai toscani, finora infallibili nel pro-
prio stadio. La cura Cosco invece funzio- Como 11 13 0 3 3 2 2 3 6 14
na in casa bustocca e dopo l’inizio ad Paganese 8 13 0 4 2 1 1 5 11 24
handicap ora i tigrotti sono in quota sal-
vezza. Il Benevento si conferma quinto e
conferma l’ottimo periodo, nonostante i RISULTATI PROSSIMO TURNO
problemi societari causati dall'arresto in Giovani tifosi grigiorossi attendono il loro turno per esibirsi nei calci di rigore durante l’intervallo Arezzo-Pro Patria 1-1 Alessandria-Paganese
settimana di patron Vigorito. Con il solito Benevento-Figline 1-0 Como-Lumezzane
Evacuo (4 gol in 4 partite) arriva la quar- salva su rigore a Sorrento grazie a Bondi casa non basta la rete in apertura di Izzo. Cremonese-Alessandria 1-1 Figline-Cremonese
ta vittoria consecutiva degli stregoni a nella ripresa, centrando il primo pareggio Gonnella (ex Atalanta e Verona) sigla il Foligno-Novara 1-1 Novara-Benevento
spese del Figline. esterno. I campani, ancora in gol il baby pareggio al debutto con i comaschi. E’ Lecco-Pergocrema 2-1 Pergocrema-Monza
Il Lumezzane si rilancia travolgendo il Saraniti, restano nei playout. l’ex grigiorosso Cozzolino a firmare il Lumezzane-Monza 3-0 Perugia-Lecco
Monza con un secco 3-0. Per i brianzoli è Infine nella sfida fra ultime risorge il sorpasso, prima del rigore finale di Guaz- Paganese-Como 1-3 Pro Patria-Sorrento
la seconda sconfitta consecutiva, mentre Como, corsaro a Pagani. Si sblocca l’at- zo. Sorrento-Perugia 1-1 Varese-Foligno
il Perugia, in crisi tecnica e societaria, si tacco lariano in Campania e ai padroni di m.s. Viareggio-Varese 0-1 Viareggio-Arezzo

MARCATORI 1-1
Ebagua decisivo: sale a quota 7 FOLIGNO - NOVARA
9 GOL: Le Noci (Pergocrema)
8 GOL: Motta (Novara) FOLIGNO (4-4-2): Rossini 6; Pencelli 6, Gregori 6, Guastalvino 7,
7 GOL: Chianese (Arezzo), Ebagua (Varese) Lispi 6; Castellazzi 6, Borgese 6.5, Gallozzi 6 (18' st Sciaudone 6),
6 GOL: Cavagna (Foligno) Giacomelli 6; Virdis 6 (20' st Turchi 6), Cavagna 7 (26' st Rossi
5 GOL: Coda e Guidetti (Cremonese), Pintori (Lumezzane), Iacopino (Monza) 6). All.: Fusi 6
NOVARA (4-3-1-2): Fontana 6; Gheller 6, Lisuzzo 6, Vicentini 6 (15'
4 GOL: Castaldo e Evacuo (Benevento), Musetti (Cremonese), Redomi (Figline),
st Morandi 6), Tombesi 6; Porcari 6, Ludi 6.5, Bertani 6 (15' st
Giacomelli (Foligno), Ciano (Lecco), Bertani (Novara), Ripa (Pro Patria), Paulinho
Gonzalez 6); Rigoni 6 (23' st Rubino 7); Ventola 6, Motta 6. All.:
(Sorrento) Tesser 6
ARBITRO: Zanichelli di Genova 6
BOMBER GRIGIOROSSI RETI: 4' st Cavagna, 43' st Rubino
Coda e Guidetti 5 gol, Musetti 4 gol, Zanchetta 3 gol, Gori e Nizzetto 2 gol, NOTE: cielo nuvoloso, terreno in discrete condizioni. Spettatori
Bianchi, Fietta e Viali 1 gol 1700 circa (una settantina da Novara). Angoli: 4-0 per il Novara.
BOMBER GIALLOBLU Espulsi al 44' st il tecnico Fusi e il suo vice Mosconi. Ammoniti:
Ebagua, ancora decisivo per il Varese Le Noci 9 gol, Florean 2 gol, Tarallo e Uliano 1 gol Gallozzi, Bertani. Recupero: 0'; 6'

0-1 1-1 1-0

VIAREGGIO - VARESE AREZZO - PRO PATRIA BENEVENTO - FIGLINE


VIAREGGIO (4-3-3): Ravaglia 6; Benassi 5, Fiale 6, Panariello 6, AREZZO (4-3-1-2): Mazzoni 6; Music 6.5, Figliomeni 6.5, Pecorari BENEVENTO (4-4-2): Gori 7; Pedrelli 6 (11' st Ferraro 6), Landaida
Briotti 6 (33' st Carnesalini sv); Pizza 6, Reccolani 6, Brini Ferri 5
6, Sereni 6; Togni 6.5, Coppola 6.5 (17' st Maniero 6), Venitucci 6.5, Cattaneo 6.5, Palermo 6.5 (38' st Colombini sv); Ciarcià 6.5,
(9' st Davini 6); Cristiani 5 (41' st Castaldo sv), Ferrari 5, Martuc-
ci 5.5. All.: Rossi 6. 6.5 (1' st Erpen 6); De Oliveira 7; Chianese 6, Fofana 6.5 (31' st Pacciardi 7, De Liguori 7, D'Anna 6.5; Evacuo 7, Castaldo 6.5 (18'
VARESE (4-4-2): Moreau 6; Pisano 5, Bernardini 6, Dos Santos 6, Essabr 5.5). All.: Semplici 6.5. st Clemente 6). All.: Acori 6.5
Armenise 6; Carrozza sv (28' pt Tripoli 6), Osuji 6.5, Buzzegoli 7, PRO PATRIA (4-5-1): Caglioni 7; Aquilanti 6, Rinaldi 6, Chiecchi 6, FIGLINE (4-4-1-1): Novembre 6.5; Duravia 6 (21' st Freviani 6),
Zecchin 6.5; Ebagua 6.5, Del Sante 6 (17' st Gentili 6). All.: Sanni- Barbagli 6; Baù 6.5 (23' st Masiero 5.5), Passiglia 6, Lombardi 6 Peruzzi 6.5, Bettini 6, Pasquini 6; Guerri 6.5, Campolattano 7,
no (in panchina Bettinelli 6). (32' st Som 5.5), Bruccini 5.5 (1' st Sarno 6.5), Pacilli 6.5; Serafi- Consumi 6, Redomi 6.5 (25' st D'Elia sv); Fanucchi 6 (28' st Fio-
ARBITRO: Operato di Isernia 5.5. ni 6. All.: Cosco 6. retti sv); D'Antoni 6.5. All.: Torricelli 6
RETE: 22' pt Ebagua.
ARBITRO: Magno di Catania 6. ARBITRO: Sguizzato di Verona 6
NOTE: spettatori 1000 circa con una cinquantina provenienti da Va-
rese in possesso della tessera del tifoso. Angoli 8-6 per il Varese. RETI: 41' pt De Oliveira, 44' pt Pacilli, RETE: 3' st Evacuo
Espulsi al 14' st Pisano e al 44' st Benassi, entrambi per gioco fal- NOTE: cielo nuvoloso, terreno in buone condizioni, spettatori 2.185. NOTE: terreno in buone condizioni, spettatori circa 4000. Angoli: 8-
loso. Ammoniti: Osuji, Buzzegoli, Fiale, Briotti. Angoli: 9-4 per l'Arezzo. Ammoniti: Pacilli, Baù, Sereni, Aquilanti, 4 per il Benevento. Ammoniti: Duravia, Bettini, Ferraro. Recupero:
Recupero: 4'; 4'. Serafini. Recupero: 2'; 4'. 1'; 5'

1-1 3-0 1-3

SORRENTO - PERUGIA LUMEZZANE - MONZA PAGANESE - COMO


SORRENTO (4-2-3-1): Marconato 6.5; Di Nunzio 6.5, Lo Monaco 6, LUMEZZANE (4-4-2): Gazzoli 6.5; Zanardini 6 (34' st Pini sv), Bo- PAGANESE (4-4-2): Melillo 5.5; Panini 5.5, Bacis 6, Esposito 4,
Fernandez 6, De Giosa 6; Greco 6, Nicodemo 6; Vanin 5, Paulinho natti 6.5, Emerson 7, Nicola 6; Pintori 7, Grippo 6.5, Cinelli 6, Gambi 5 (14' st Grimaldi 6); Izzo 6.5, Sciannamè 6, Cucciniello
6.5, Arcidiacono 6 (33' st Feussi sv); Saraniti 6.5 (7' st Esposito Scaglia ; Marconi 6 (37' st Ciasca sv), Lauria 6.5 (22' st Brada- 5.5, Memushaj 6; Rana 4 (25' st Zarineh 5), Ibekwe 5.5 (22' st
6). All.: Novelli 6. schia 6). All.: Menichini 7 Tortori 6). All.: Palumbo 6
MONZA (4-2-3-1): Westerveld 6; Oualembo 5 (1' st S.Seedorf 6),
PERUGIA (4-4-2): Benassi 6; Zoppetti 6, Pagani 5.5, Accursi 6, La- COMO (4-4-2): Malatesta 7; Maggioni 6, Gonnella 6.5, Preite 6,
Tuia 5.5, Fiuzzi 5.5, Barjie 5.5; Eramo 6, Zebi 5 (27' pt C.Seedorf
crimini 5.5 (30' st Martini sv); Stamilla 6.5, Perra 6, Menassi 6, Rudi 6; Terraneo 6 (15' st Brioschi 6), Ardito 6, Salvi 6, Franco 6;
6); Campinoti 5.5, Iacopino 5.5, Samb 5.5 (19' st Dimas 6); Rus-
Bondi 6.5; Del Core 5.5 (43' st Cazzola sv), Paponi 5 (1' st Ercola- Fragiello 5.5 (17' st Guazzo 6), Cozzolino 5.5 (39' st Mbida Bindzi
so 5. All.: Cevoli 5.5
no 5.5). All.: G. Pagliari 6. ARBITRO: Di Paolo di Avezzano 6 sv). All.: Strano 6
ARBITRO: De Faveri di San Donà di Piave 5. RETI: 15' pt Pintori, 26' pt Emerson; 7' st Lauria. ARBITRO: Cervellera di Taranto 6
RETI: 22' pt Saraniti; 4' st Bondi (rig). NOTE: giornata tipicamente autunnale, scarsa visibilità nel secondo RETI: 9' pt Izzo, 27' pt Gonnella, 46' pt Cozzolino; 47' st Guazzo
NOTE: spettatori 1.000 circa (493 paganti, 308 abbonati), incasso tempo, giocato alla luce dei riflettori. Spettatori 147 paganti, 334 (rig)
7.713,17 euro, 36 provenienti da Perugia. Espulso al 3' st Vanin abbonati, incasso di 3.020 euro. Angoli: 4-3 per il Monza. Ammo- NOTE: Terreno in pessime condizioni, spettatori 800 circa. Angoli:
per fallo da ultimo uomo. Angoli: 4-3 per il Sorrento. Ammoniti: niti: Fiuzzi, S.Seedorf. Al 20' pt Lauria ha calciato 16-1 per la Paganese. Espulso all'11' st Esposito. Ammoniti: Pani-
Criscuolo, Lo Monaco, Pagani, Menassi, Stamilla. Recupero 0'; 5' fuori un rigore. Recupero: 2'; 3'. ni, Salvi, Brioschi. Recupero: 1'; 7'.