Sei sulla pagina 1di 18

Sete di Parola

a cura di www.qumran2.net

Lampada per i miei passi la tua parola, luce sul mio cammino
Salmo 118

13/4/2014 19/4/2014 Domenica delle Palme Anno A

an!elo del !iorno, commento e pre!"iera

Domenica 13 aprile 2014


# $al an!elo secondo %atteo
La passione del Signore.
&assione di nostro Si!nore 'es( )risto secondo %atteo * +uanto ,olete darmi perc"- io ,e lo conse!ni. /n 0uel tempo, uno dei $odici, c"iamato 'iuda /scariota, and1 dai capi dei sacerdoti e disse2 +uanto ,olete darmi perc"- io ,e lo conse!ni.3 4 0uelli !li 5issarono trenta monete d6ar!ento3 $a 0uel momento cerca,a l6occasione propi7ia per conse!nare 'es(3* $o,e ,uoi c"e prepariamo per te, perc"tu possa man!iare la &as0ua. /l primo !iorno de!li 877imi, i discepoli si a,,icinarono a 'es( e !li dissero2 $o,e ,uoi c"e prepariamo per te, perc"- tu possa man!iare la &as0ua.3 4d e!li rispose2 Andate in citt9 da un tale e dite!li2 :/l %aestro dice2 /l mio tempo ,icino; 5ar1 la &as0ua da te con i miei discepoli<3 / discepoli 5ecero come a,e,a loro ordinato 'es(, e prepararono la &as0ua3* =no di ,oi mi tradir93 enuta la sera, si mise a ta,ola con i $odici3 %entre man!ia,ano, disse2 /n ,erit9 io ,i dico2 uno di ,oi mi tradir93 4d essi, pro5ondamente rattristati, cominciarono ciascuno a domandar!li2 Sono 5orse io, Si!nore.3 4d e!li rispose2 )olui c"e "a messo con me la mano nel piatto, 0uello c"e mi tradir93 /l >i!lio dell6uomo se ne ,a, come sta scritto di lui; ma !uai a 0uell6uomo dal 0uale il >i!lio dell6uomo ,iene tradito? %e!lio per 0uell6uomo se non 5osse mai nato?3 'iuda, il traditore, disse2 @aAAB, sono 5orse io.3 'li rispose2 Cu l6"ai detto3 * +uesto il mio corpo; 0uesto il mio san!ue 3Dra, mentre man!ia,ano, 'es( prese il pane, recit1 la Aenedi7ione, lo spe771 e, mentre lo da,a ai discepoli, disse2 &rendete, man!iate2 0uesto il mio corpo3 &oi prese il calice, rese !ra7ie e lo diede loro, dicendo2 Ee,etene tutti, perc"- 0uesto il mio san!ue dell6allean7a, c"e ,ersato per molti per il perdono dei peccati3 /o ,i dico c"e d6ora in poi non Aerr1 di 0uesto 5rutto della ,ite 5ino al !iorno in cui lo Aerr1 nuo,o con ,oi, nel re!no del &adre mio3 $opo a,er cantato l6inno, uscirono ,erso il monte de!li =li,i3 * &ercuoter1 il pastore e saranno disperse le pecore del !re!!e 3Allora 'es( disse loro2 +uesta notte per tutti ,oi sar1 moti,o di scandalo3 Sta scritto in5atti2 :&ercuoter1 il pastore e saranno disperse le pecore del !re!!e<3 %a, dopo c"e sar1 risorto, ,i preceder1 in 'alilea3 &ietro !li disse2 Se tutti si scandali77eranno di te, io non mi scandali77er1 mai3 'li disse 'es(2 /n ,erit9 io ti dico2 0uesta notte, prima c"e il !allo canti, tu mi rinne!"erai tre ,olte3 &ietro !li rispose2 Anc"e se do,essi morire con te, io non ti rinne!"er13 Lo stesso dissero tutti i discepoli3 )ominci1 a pro,are triste77a e an!oscia3 Allora 'es( and1 con loro in un podere c"iamato 'etsmani, e disse ai discepoli2 Sedete,i 0ui, mentre io ,ado

26,14-27,66

l9 a pre!are3 4, presi con s- &ietro e i due 5i!li di FeAedeo, cominci1 a pro,are triste77a e an!oscia3 4 disse loro2 La mia anima triste 5ino alla morte; restate 0ui e ,e!liate con me3 And1 un poco pi( a,anti, cadde 5accia a terra e pre!a,a, dicendo2 &adre mio, se possiAile, passi ,ia da me 0uesto calice? &er1 non come ,o!lio io, ma come ,uoi tu?3 &oi ,enne dai discepoli e li tro,1 addormentati3 4 disse a &ietro2 )osB, non siete stati capaci di ,e!liare con me una sola ora. e!liate e pre!ate, per non entrare in tenta7ione3 Lo spirito pronto, ma la carne deAole3 Si allontan1 una seconda ,olta e pre!1 dicendo2 &adre mio, se 0uesto calice non pu1 passare ,ia sen7a c"e io lo Ae,a, si compia la tua ,olont93 &oi ,enne e li tro,1 di nuo,o addormentati, perc"- i loro occ"i si erano 5atti pesanti3 Li lasci1, si allontan1 di nuo,o e pre!1 per la ter7a ,olta, ripetendo le stesse parole3 &oi si a,,icin1 ai discepoli e disse loro2 $ormite pure e riposate,i? 4cco, l6ora ,icina e il >i!lio dell6uomo ,iene conse!nato in mano ai peccatori3 Al7ate,i, andiamo? 4cco, colui c"e mi tradisce ,icino3 %isero le mani addosso a 'es( e lo arrestarono3 %entre ancora e!li parla,a, ecco arri,are 'iuda, uno dei $odici, e con lui una !rande 5olla con spade e Aastoni, mandata dai capi dei sacerdoti e da!li an7iani del popolo3 /l traditore a,e,a dato loro un se!no, dicendo2 +uello c"e Aacer1, lui; arrestatelo?3 SuAito si a,,icin1 a 'es( e disse2 Sal,e, @aAAB?3 4 lo Aaci13 4 'es( !li disse2 Amico, per 0uesto sei 0ui?3 Allora si 5ecero a,anti, misero le mani addosso a 'es( e lo arrestarono3 4d ecco, uno di 0uelli c"e erano con 'es( impu!n1 la spada, la estrasse e colpB il ser,o del sommo sacerdote, staccando!li un orecc"io3 Allora 'es( !li disse2 @imetti la tua spada al suo posto, perc"- tutti 0uelli c"e prendono la spada, di spada moriranno3 D credi c"e io non possa pre!are il &adre mio, c"e mettereAAe suAito a mia disposi7ione pi( di dodici le!ioni di an!eli. %a allora come si compireAAero le Scritture, secondo le 0uali cosB de,e a,,enire.3 /n 0uello stesso momento 'es( disse alla 5olla2 )ome se 5ossi un ladro siete ,enuti a prendermi con spade e Aastoni3 D!ni !iorno sede,o nel tempio a inse!nare, e non mi a,ete arrestato3 %a tutto 0uesto a,,enuto perc"- si compissero le Scritture dei pro5eti3 Allora tutti i discepoli lo aAAandonarono e 5u!!irono3 * edrete il >i!lio dell6uomo seduto alla destra della &oten7a3 +uelli c"e a,e,ano arrestato 'es( lo condussero dal sommo sacerdote )ai5a, presso il 0uale si erano riuniti !li scriAi e !li an7iani3 &ietro intanto lo a,e,a se!uito, da lontano, 5ino al pala77o del sommo sacerdote; entr1 e sta,a seduto 5ra i ser,i, per ,edere come sareAAe andata a 5inire3 / capi dei sacerdoti e tutto il sinedrio cerca,ano una 5alsa testimonian7a contro 'es(, per metterlo a morte; ma non la tro,arono, seAAene si 5ossero presentati molti 5alsi testimoni3 >inalmente se ne presentarono due, c"e a55ermarono2 )ostui "a dic"iarato2 :&osso distru!!ere il tempio di $io e ricostruirlo in tre !iorni<3 /l sommo sacerdote si al71 e !li disse2 Gon rispondi nulla. )"e cosa testimoniano costoro contro di te.3 %a 'es( tace,a3 Allora il sommo sacerdote !li disse2 Ci scon!iuro, per il $io ,i,ente, di dirci se sei tu il )risto, il >i!lio di $io3 Cu l6"ai detto !li rispose 'es( ; an7i io ,i dico2 d6ora

innan7i ,edrete il >i!lio dell6uomo seduto alla destra della &oten7a e ,enire sulle nuAi del cielo3 Allora il sommo sacerdote si stracci1 le ,esti dicendo2 Ha Aestemmiato? )"e Aiso!no aAAiamo ancora di testimoni. 4cco, ora a,ete udito la Aestemmia; c"e ,e ne pare.3 4 0uelli risposero2 I reo di morte?3 Allora !li sputarono in 5accia e lo percossero; altri lo sc"ia55e!!iarono, dicendo2 >a6 il pro5eta per noi, )risto? )"i c"e ti "a colpito.3* &rima c"e il !allo canti, tu mi rinne!"erai tre ,olte &ietro intanto se ne sta,a seduto 5uori, nel cortile3 =na !io,ane ser,a !li si a,,icin1 e disse2 Anc"e tu eri con 'es(, il 'alileo?3 %a e!li ne!1 da,anti a tutti dicendo2 Gon capisco c"e cosa dici3 %entre usci,a ,erso l6atrio, lo ,ide un6altra ser,a e disse ai presenti2 )ostui era con 'es(, il Ga7areno3 %a e!li ne!1 di nuo,o, !iurando2 Gon conosco 0uell6uomo?3 $opo un poco, i presenti si a,,icinarono e dissero a &ietro2 I ,ero, anc"e tu sei uno di loro2 in5atti il tuo accento ti tradisce?3 Allora e!li cominci1 a imprecare e a !iurare2 Gon conosco 0uell6uomo?3 4 suAito un !allo cant13 4 &ietro si ricord1 della parola di 'es(, c"e a,e,a detto2 &rima c"e il !allo canti, tu mi rinne!"erai tre ,olte3 4, uscito 5uori, pianse amaramente3* )onse!narono 'es( al !o,ernatore &ilato enuto il mattino, tutti i capi dei sacerdoti e !li an7iani del popolo tennero consi!lio contro 'es( per 5arlo morire3 &oi lo misero in catene, lo condussero ,ia e lo conse!narono al !o,ernatore &ilato3 Allora 'iuda colui c"e lo tradB , ,edendo c"e 'es( era stato condannato, preso dal rimorso, riport1 le trenta monete d6ar!ento ai capi dei sacerdoti e a!li an7iani, dicendo2 Ho peccato, perc"- "o tradito san!ue innocente3 %a 0uelli dissero2 A noi c"e importa. &ensaci tu?3 4!li allora, !ettate le monete d6ar!ento nel tempio, si allontan1 e and1 a impiccarsi3 / capi dei sacerdoti, raccolte le monete, dissero2 Gon lecito metterle nel tesoro, perc"- sono pre77o di san!ue3 Cenuto consi!lio, comprarono con esse il :)ampo del ,asaio< per la sepoltura de!li stranieri3 &erci1 0uel campo 5u c"iamato :)ampo di san!ue< 5ino al !iorno d6o!!i3 Allora si compB 0uanto era stato detto per me77o del pro5eta 'eremia2 4 presero trenta monete d6ar!ento, il pre77o di colui c"e a tal pre77o 5u ,alutato dai 5i!li d6/sraele, e le diedero per il campo del ,asaio, come mi a,e,a ordinato il Si!nore3 ei tu il re dei 'iudei. 'es( intanto compar,e da,anti al !o,ernatore, e il !o,ernatore lo interro!1 dicendo2 Sei tu il re dei 'iudei.3 'es( rispose2 Cu lo dici3 4 mentre i capi dei sacerdoti e !li an7iani lo accusa,ano, non rispose nulla3 Allora &ilato !li disse2 Gon senti 0uante testimonian7e portano contro di te.3 %a non !li rispose neanc"e una parola, tanto c"e il !o,ernatore rimase assai stupito3 A o!ni 5esta, il !o,ernatore era solito rimettere in liAert9 per la 5olla un carcerato, a loro scelta3 /n 0uel momento a,e,ano un carcerato 5amoso, di nome EaraAAa3 &erci1, alla !ente c"e si era radunata, &ilato disse2 )"i ,olete c"e io rimetta in liAert9 per ,oi2 EaraAAa o 'es(, c"iamato )risto.3 Sape,a Aene in5atti c"e !lielo a,e,ano conse!nato per in,idia3 %entre e!li sede,a in triAunale, sua mo!lie !li mand1 a dire2 Gon a,ere a c"e 5are con 0uel !iusto, perc"- o!!i, in so!no, sono stata molto turAata per causa sua3 %a i capi dei sacerdoti e !li an7iani persuasero la 5olla a

c"iedere EaraAAa e a 5ar morire 'es(3 Allora il !o,ernatore domand1 loro2 $i 0uesti due, c"i ,olete c"e io rimetta in liAert9 per ,oi.3 +uelli risposero2 EaraAAa?3 )"iese loro &ilato2 %a allora, c"e 5ar1 di 'es(, c"iamato )risto.3 Cutti risposero2 Sia croci5isso?3 4d e!li disse2 %a c"e male "a 5atto.3 4ssi allora !rida,ano pi( 5orte2 Sia croci5isso?3&ilato, ,isto c"e non ottene,a nulla, an7i c"e il tumulto aumenta,a, prese dell6ac0ua e si la,1 le mani da,anti alla 5olla, dicendo2 Gon sono responsaAile di 0uesto san!ue3 &ensateci ,oi?3 4 tutto il popolo rispose2 /l suo san!ue ricada su di noi e sui nostri 5i!li3 Allora rimise in liAert9 per loro EaraAAa e, dopo a,er 5atto 5la!ellare 'es(, lo conse!n1 perc"- 5osse croci5isso3* Sal,e, re dei 'iudei? Allora i soldati del !o,ernatore condussero 'es( nel pretorio e !li radunarono attorno tutta la truppa3 Lo spo!liarono, !li 5ecero indossare un mantello scarlatto, intrecciarono una corona di spine, !liela posero sul capo e !li misero una canna nella mano destra3 &oi, in!inocc"iandosi da,anti a lui, lo deride,ano2 Sal,e, re dei 'iudei?3 Sputando!li addosso, !li tolsero di mano la canna e lo percuote,ano sul capo3 $opo a,erlo deriso, lo spo!liarono del mantello e !li rimisero le sue ,esti, poi lo condussero ,ia per croci5i!!erlo3 /nsieme a lui ,ennero croci5issi due ladroni3 %entre usci,ano, incontrarono un uomo di )irene, c"iamato Simone, e lo costrinsero a portare la sua croce3 'iunti al luo!o detto '1l!ota, c"e si!ni5ica Luo!o del cranio, !li diedero da Aere ,ino mescolato con 5iele3 4!li lo assa!!i1, ma non ne ,olle Aere3 $opo a,erlo croci5isso, si di,isero le sue ,esti, tirandole a sorte3 &oi, seduti, !li 5ace,ano la !uardia3 Al di sopra del suo capo posero il moti,o scritto della sua condanna2 )ostui 'es(, il re dei 'iudei3 /nsieme a lui ,ennero croci5issi due ladroni, uno a destra e uno a sinistra3* Se tu sei >i!lio di $io, scendi dalla croce? +uelli c"e passa,ano di lB lo insulta,ano, scuotendo il capo e dicendo2 Cu, c"e distru!!i il tempio e in tre !iorni lo ricostruisci, sal,a te stesso, se tu sei >i!lio di $io, e scendi dalla croce?3 )osB anc"e i capi dei sacerdoti, con !li scriAi e !li an7iani, 5acendosi Ae55e di lui dice,ano2 Ha sal,ato altri e non pu1 sal,are se stesso? I il re d6/sraele; scenda ora dalla croce e crederemo in lui3 Ha con5idato in $io; lo liAeri lui, ora, se !li ,uol Aene3 Ha detto in5atti2 :Sono >i!lio di $io<?3 Anc"e i ladroni croci5issi con lui lo insulta,ano allo stesso modo3* 4lB, 4lB, lem9 saAact9ni. A me77o!iorno si 5ece Auio su tutta la terra, 5ino alle tre del pomeri!!io3 erso le tre, 'es( !rid1 a !ran ,oce2 4lB, 4lB, lem9 saAact9ni., c"e si!ni5ica2 $io mio, $io mio, perc"- mi "ai aAAandonato.3 =dendo 0uesto, alcuni dei presenti dice,ano2 )ostui c"iama 4lia3 4 suAito uno di loro corse a prendere una spu!na, la in7upp1 di aceto, la 5iss1 su una canna e !li da,a da Aere3 'li altri dice,ano2 Lascia? ediamo se ,iene 4lia a sal,arlo?3 %a 'es( di nuo,o !rid1 a !ran ,oce ed emise lo spirito3 J+ui si !enu5lette e si 5a una Are,e pausaK 4d ecco, il ,elo del tempio si s0uarci1 in due, da cima a 5ondo, la terra trem1, le rocce si spe77arono, i sepolcri si aprirono e molti corpi di santi, c"e erano morti, risuscitarono3 =scendo dai sepolcri, dopo la sua risurre7ione, entrarono nella citt9 santa e appar,ero a molti3 /l centurione, e 0uelli

c"e con lui 5ace,ano la !uardia a 'es(, alla ,ista del terremoto e di 0uello c"e succede,a, 5urono presi da !rande timore e dice,ano2 $a,,ero costui era >i!lio di $io?3 i erano l9 anc"e molte donne, c"e osser,a,ano da lontano; esse a,e,ano se!uito 'es( dalla 'alilea per ser,irlo3 Cra 0ueste c6erano %aria di %9!dala, %aria madre di 'iacomo e di 'iuseppe, e la madre dei 5i!li di FeAedo3 * 'iuseppe prese il corpo di 'es( e lo depose nel suo sepolcro nuo,o enuta la sera, !iunse un uomo ricco, di Arimata, c"iamato 'iuseppe; anc"e lui era di,entato discepolo di 'es(3 +uesti si present1 a &ilato e c"iese il corpo di 'es(3 &ilato allora ordin1 c"e !li 5osse conse!nato3 'iuseppe prese il corpo, lo a,,olse in un len7uolo pulito e lo depose nel suo sepolcro nuo,o, c"e si era 5atto sca,are nella roccia; rotolata poi una !rande pietra all6entrata del sepolcro, se ne and13 LB, sedute di 5ronte alla tomAa, c6erano %aria di %9!dala e l6altra %aria3* A,ete le !uardie2 andate e assicurate la sor,e!lian7a come me!lio credete3 /l !iorno se!uente, 0uello dopo la &arasc,e, si riunirono presso &ilato i capi dei sacerdoti e i 5arisei, dicendo2 Si!nore, ci siamo ricordati c"e 0uell6impostore, mentre era ,i,o, disse2 :$opo tre !iorni risor!er1<3 Drdina dun0ue c"e la tomAa ,en!a ,i!ilata 5ino al ter7o !iorno, perc"- non arri,ino i suoi discepoli, lo ruAino e poi dicano al popolo2 :I risorto dai morti<3 )osB 0uest6ultima impostura sareAAe pe!!iore della prima?3 &ilato disse loro2 A,ete le !uardie2 andate e assicurate la sor,e!lian7a come me!lio credete3 4ssi andarono e, per rendere sicura la tomAa, si!illarono la pietra e ,i lasciarono le !uardie3

SPUNTI DI RIFLESSIONE
@ossiK

J5r3 %assimo

Fra gli innumerevoli aspetti che la Passione di Matteo offre alla nostra riflessione, ho scelto la domanda che gli postoli rivolgono a !es" all#esordio del racconto$ %&ove vuoi che prepariamo per te, perch' tu possa mangiare la Pasqua(%$ alla luce della plurimillenaria tradi)ione e*raica + se ne parla nel li*ro dell#,sodo e si fa risalire proprio all#uscita del popolo di -sraele dall#,gitto + la domanda dei &odici . quantomeno singolare$ la Pasqua e*raica si cele*rava la sera del venerd/0 e !es", la sera di quel venerd/, era gi1 morto e sepolto... &unque, a che cosa alludono gli amici del 2ignore con quella domanda( :

3uale pasqua cele*reranno( 4 la Pasqua dl 2ignore5 non pi" il *anchetto memoriale con il quale gli ,*rei rivivevano sim*olicamente la notte della li*era)ione dalla schiavit" del Faraone, la notte in cui lo sterminatore pass6 ad uccidere i primogeniti dell#oppressore, fissata fin da quella notte il 74 del mese di 8isan. !es" la sostituisce con la sua pasqua$ . 9ui che ora deve passare, . 9ui che ora deve soffrire e morire0 perch' ora deve salvare non pi" -sraele soltanto, ma l#umanit1 intera dalla schiavit" del peccato, con il sacrificio di s'. 9#agnello immolato ogni anno dal popolo eletto, ora, . il suo corpo tradito dai fratelli di fede,

donato dal Padre celeste, offerto li*eramente dal Figlio o**ediente. ;os/ come 9ui, anche noi che sopportiamo tradimenti, rinnegamenti, soprusi... siamo chiamati in nome di ;risto a lasciarci donare, offrendo li*eramente noi stessi, financo a

soffrire e a morire. 2e non moriamo un poco a noi stessi, neppure risorgeremo quel poco. 9a pasqua di ;risto che tra sette giorni cele*reremo nel segno della luce sia anche la nostra pasqua.

PER LA PREGHIERA

J%adre Ceresa di )alcuttaK

D $io, poic"- sei 'es( il mio pa7iente, de!nati anc"e di essere per me un 'es( c"e "a pa7ien7a, indul!ente con i miei errori e c"e tiene conto dellLinten7ione, perc"- la mia inten7ione di amarti e di ser,irti nella persona di o!ni tuo malato3

Luned 14 aprile 2014


# $al an!elo secondo 'io,anni 12,1-11
Lasciala fare, perch essa lo conservi per il giorno della mia sepoltura.
Sei !iorni prima della &as0ua, 'es( and1 a Eet9nia, do,e si tro,a,a L977aro, c"e e!li a,e,a risuscitato dai morti3 4 0ui 5ecero per lui una cena2 %arta ser,i,a e L977aro era uno dei commensali3 %aria allora prese trecento !rammi di pro5umo di puro nardo, assai pre7ioso, ne cosparse i piedi di 'es(, poi li asciu!1 con i suoi capelli, e tutta la casa si riempB dell6aroma di 0uel pro5umo3 Allora 'iuda /scari1ta, uno dei suoi discepoli, c"e sta,a per tradirlo, disse2 &erc"non si ,enduto 0uesto pro5umo per trecento denari e non si sono dati ai po,eri.3 $isse 0uesto non perc"- !li importasse dei po,eri, ma perc"- era un ladro e, siccome tene,a la cassa, prende,a 0uello c"e ,i mette,ano dentro3 'es( allora disse2 Lasciala 5are, perc"- ella lo conser,i per il !iorno della mia sepoltura3 / po,eri in5atti li a,ete sempre con ,oi, ma non sempre a,ete me3 /ntanto una !rande 5olla di 'iudei ,enne a sapere c"e e!li si tro,a,a l9 e accorse, non solo per 'es(, ma anc"e per ,edere L977aro c"e e!li a,e,a risuscitato dai morti3 / capi dei sacerdoti allora decisero di uccidere anc"e L977aro, perc"- molti 'iudei se ne anda,ano a causa di lui e crede,ano in 'es(3

<

SPUNTI DI RIFLESSIONE
9#evangelista !iovanni, quello che fu pi" prossimo al 2ignore, evoca una scena che . di forte contrasto con quel che sta per narrare. =ra poco racconter1 fin nei particolari gli orrori terri*ili della passione e della morte. 3ui evoca un fatto dove si stemperano devo)ione, tenere))a, adorante more. parlare sono i gesti, le cose. ,d esprimono un modo di essere nei confronti del 2ignore e della sua Persona che campeggia divinamente in me))o ai sentimenti ed al modo di porsi delle persone che trattano con 9ui. ;#. il modo servi)ievole, ma forse un poco distaccato di Marta, c#. il trasporto adorante di Maria e la rea)ione malvagia di !iuda. Ma il gesto di spargere profumo di pre)ioso nardo sui piedi del 2ignore parte da Maria, che usa poi i suoi capelli per asciugarli0=utto questo . di una tale

J4remo San Eia!ioK

*elle))a che ha folgorato nei secoli l#atten)ione di tanti mistici. 8on . il caso di fare una ridondan)a di parole, ma di stimolarci a ritagliare, ad ogni costo, uno spa)io contemplativo, per entrare, a nostra volta, nella casa di >etania$ quella del nostro cuore profondo. 8on preoccupiamoci circa il nostro essere degni o no. ?ileggiamoci la pagina ed immedesimiamoci nel gesto di Maria. -l puro nardo pre)ioso . l#atteggiamento del cuore che lo 2pirito 2anto creer1 in noi se lo invochiamo con fede. -l puro nardo . l# more$ quello che diamo a !es" ed alle sue mem*ra vive$ quanti vivono con noi o incontriamo sulle nostre strade.O Signore, dammi Tu puro nardo, infondimi Amore. E' tutto. Conta solo che lo versi in totale esproprio. E' allora che profuma.
JA!ata >ernande7 %ot7oK

PER LA PREGHIERA

4L morto in croce ma ,i,o in tutto il mondo333 4L ,i,o nel sacerdote,c"e nella sua ,i!na si prodi!a o!ni !iorno in me77o a tante ortic"e333 4L ,i,o nei missionari c"e sono le sue mani, spesso san!uinanti333

Marted 15 aprile 2014


# $al an!elo secondo 'io,anni 13,21-33.36-38
Uno di voi mi tradir Non canter il gallo, prima che tu non mabbia rinnegato tre volte.
/n 0uel tempo, Mmentre era a mensa con i suoi discepoli,N 'es( 5u pro5ondamente turAato e dic"iar12 /n ,erit9, in ,erit9 io ,i dico2 uno di ,oi mi tradir93 / discepoli si !uarda,ano l6un l6altro, non sapendo Aene di c"i parlasse3 Dra uno dei discepoli,

0uello c"e 'es( ama,a, si tro,a,a a ta,ola al 5ianco di 'es(3 Simon &ietro !li 5ece cenno di in5ormarsi c"i 5osse 0uello di cui parla,a3 4d e!li, c"inandosi sul petto di 'es(, !li disse2 Si!nore, c"i .3 @ispose 'es(2 I colui per il 0uale intin!er1 il Aoccone e !lielo dar13 4, intinto il Aoccone, lo prese e lo diede a 'iuda, 5i!lio di Simone /scari1ta3 Allora, dopo il Aoccone, Satana entr1 in lui3 'li disse dun0ue 'es(2 +uello c"e ,uoi 5are, 5allo presto3 Gessuno dei commensali capB perc"- !li a,esse detto 0uesto; alcuni in5atti pensa,ano c"e, poic"- 'iuda tene,a la cassa, 'es( !li a,esse detto2 )ompra 0uello c"e ci occorre per la 5esta, oppure c"e do,esse dare 0ualc"e cosa ai po,eri3 4!li, preso il Aoccone, suAito uscB3 4d era notte3 +uando 5u uscito, 'es( disse2 Dra il >i!lio dell6uomo stato !lori5icato, e $io stato !lori5icato in lui3 Se $io stato !lori5icato in lui, anc"e $io lo !lori5ic"er9 da parte sua e lo !lori5ic"er9 suAito3 >i!lioli, ancora per poco sono con ,oi; ,oi mi cerc"erete ma, come "o detto ai 'iudei, ora lo dico anc"e a ,oi2 do,e ,ado io, ,oi non potete ,enire3 Simon &ietro !li disse2 Si!nore, do,e ,ai.3 'li rispose 'es(2 $o,e io ,ado, tu per ora non puoi se!uirmi; mi se!uirai pi( tardi3 &ietro disse2 Si!nore, perc"- non posso se!uirti ora. $ar1 la mia ,ita per te?3 @ispose 'es(2 $arai la tua ,ita per me. /n ,erit9, in ,erit9 io ti dico2 non canter9 il !allo, prima c"e tu non m6aAAia rinne!ato tre ,olte3

SPUNTI DI RIFLESSIONE
-n !iovanni il racconto della cena . denso di stupore che si fa largo nella drammaticit1 del momento. !es" salva !iuda dal suo tradimento e Pietro dalla sua supponen)a. -l *occone Al#eucarestia5B dato a !iuda . l#ultimo tentativo del Maestro per manifestargli la misura del suo amore e il suo perdono. !iuda vede in quel gesto, che . un sacramento d#amore, un gesto di sfida. 4 notte profonda, nel suo cuore, *uio fitto. 4 perso, !iuda, certo, ma non . venuto esattamente per chi . perduto, il 2alvatore del mondo( Pietro, invece, accentua la distan)a dagli altri, si tira fuori, pensa di essere il primo della

J&aolo )urta7K

classe. -ngenuo ed illuso$ dovr1 confrontarsi con la fragilit1 della propria fede per poter diventare, infine, il garante della fede dei fratelli. , fra questi due tradimenti !es" afferma l#incredi*ile$ il gesto che segna il momento pi" catastrofico della sua vicenda terrena diventa, per lui, l#occasione per manifestare lo straordinario progetto che &io ha sul mondo, il suo volto autentico. -n questa settimana sediamoci a meditare quanto . grande l#amore di &io su ciascuno di noi. 8essuno . perso, agli occhi di &io$ siamo tutti oggetto della sua opera di salve))a.
Jdon An!elo

PER LA PREGHIERA
SaporitiK

7C

Si!nore, dise!na il tuo cuore nel nostro cuore, perc"- sappiamo a55rontare con amore o!ni pro,a della ,ita3

Mercoled 16 aprile 2014


# $al an!elo secondo %atteo 26, 14-25
Il iglio delluomo se ne va, come sta scritto di lui! ma guai a "uelluomo dal "uale il iglio delluomo viene tradito#
/n 0uel tempo, uno dei $odici, c"iamato 'iuda /scari1ta, and1 dai capi dei sacerdoti e disse2 +uanto ,olete darmi perc"- io ,e lo conse!ni.3 4 0uelli !li 5issarono trenta monete d6ar!ento3 $a 0uel momento cerca,a l6occasione propi7ia per conse!nare 'es(3 /l primo !iorno de!li 877imi, i discepoli si a,,icinarono a 'es( e !li dissero2 $o,e ,uoi c"e prepariamo per te, perc"- tu possa man!iare la &as0ua.3 4d e!li rispose2 Andate in citt9 da un tale e dite!li2 :/l %aestro dice2 /l mio tempo ,icino; 5ar1 la &as0ua da te con i miei discepoli<3 / discepoli 5ecero come a,e,a loro ordinato 'es(, e prepararono la &as0ua3 enuta la sera, si mise a ta,ola con i $odici3 %entre man!ia,ano, disse2 /n ,erit9 io ,i dico2 uno di ,oi mi tradir93 4d essi, pro5ondamente rattristati, cominciarono ciascuno a domandar!li2 Sono 5orse io, Si!nore.3 4d e!li rispose2 )olui c"e "a messo con me la mano nel piatto, 0uello c"e mi tradir93 /l >i!lio dell6uomo se ne ,a, come sta scritto di lui; ma !uai a 0uell6uomo dal 0uale il >i!lio dell6uomo ,iene tradito? %e!lio per 0uell6uomo se non 5osse mai nato?3 'iuda, il traditore, disse2 @aAAB, sono 5orse io.3 'li rispose2 Cu l6"ai detto3

SPUNTI DI RIFLESSIONE
!iuda, non avendo potuto intascare i soldi del pre))o dell#unguento AMt 26,<+@B, ha rimediato alla meglio vendendo !es" al pre))o di uno schiavo Acfr ,s 27,32B$ trenta denari. Pessimo commerciante5 9#attaccamento al denaro . la radice di tutti i mali% A7=im 6,7CB. 9#indeterminate))a dell#indica)ione$ % ndate in citt1, da un tale...% Av. 7<B . voluta certamente da !es" per non fornire indica)ioni al traditore prima del tempo sta*ilito. ,# an)itutto nella 77

Jpadre Lino &edron

comunit1 dei discepoli che si gioca la passione di !es"$ . l1 che viene %consegnato% e che egli %consegna% se stesso, donando il suo corpo e il suo sangue. ll#annuncio del tradimento da parte di uno di loro, i discepoli si addolorano profondamente. Dgnuno . toccato da questo annuncio perch' ognuno si sente capace di tradire, come lo eviden)ia la loro domanda$ %2ono forse io, 2ignore(% Av. 22B ripresa come eco da !iuda con una variante

significativa$ %?a**/, sono forse io( Av. 25B. Per gli undici discepoli !es" . il 2ignore, per !iuda . un semplice maestro di dottrina. !iuda !es" risponde come risponder1 al sommo sacerdote Av. 64B e al governatore Pilato A2:,77B$ %=u l#hai detto% Av. 25B. ,# l#uomo infatti che giudica se stesso attraverso il suo rapporto con il ;risto$ %Poich' in *ase alle tue parole sarai

giudicato e in *ase alle tue parole sarai condannato% AMt 72,3:B. 9a lamenta)ione di !es" su !iuda Av. 24B non . una profe)ia sulla danna)ione finale del traditore, ma un invito a ciascuno a esaminare la propria coscien)a. %8oi tutti, cos/ come siamo, potremmo inserire nel vangelo il nostro nome al posto di quello di !iuda% AE. !reenB.
Jdon Conino EelloK

PER LA PREGHIERA

Santa %aria, donna del piano superiore, aiuta i pastori della )"iesa a 5arsi in0uilini di 0uelle re!ioni alte dello spirito da cui riesce pi( 5acile il perdono delle umane deAole77e, pi( indul!ente il !iudi7io sui capricci del cuore, pi( istinti,o lLaccredito sulle speran7e di risurre7ione3

Gio ed 17 aprile 2014


# $al an!elo secondo 'io,anni
Li am$ sino alla fine.
&rima della 5esta di &as0ua, 'es(, sapendo c"e era ,enuta la sua ora di passare da 0uesto mondo al &adre, a,endo amato i suoi c"e erano nel mondo, li am1 sino alla 5ine3 $urante la cena, 0uando il dia,olo a,e,a !i9 messo in cuore a 'iuda, 5i!lio di Simone /scariota, di tradirlo, 'es(, sapendo c"e il &adre !li a,e,a dato tutto nelle mani e c"e era ,enuto da $io e a $io ritorna,a, si al71 da ta,ola, depose le ,esti, prese un asciu!amano e se lo cinse attorno alla ,ita3 &oi ,ers1 dell6ac0ua nel catino e cominci1 a la,are i piedi dei discepoli e ad asciu!arli con l6asciu!amano di cui si era cinto3 enne dun0ue da Simon &ietro e 0uesti !li disse2 Si!nore, tu la,i i piedi a me.3 @ispose 'es(2 +uello c"e io 5accio, tu ora non lo capisci; lo capirai dopo3 'li disse &ietro2 Cu non mi la,erai i piedi in eterno?3 'li rispose 'es(2 Se non ti la,er1, non a,rai parte con me3 'li disse Simon &ietro2 Si!nore, non solo i miei piedi, ma anc"e le mani e il capo?3 So!!iunse 'es(2 )"i "a 5atto il Aa!no, non "a Aiso!no di la,arsi se non i piedi ed tutto puro; e ,oi siete puri, ma non tutti3 Sape,a in5atti c"i lo tradi,a; per 0uesto disse2 Gon tutti siete puri3 +uando eAAe

13, 1-15

72

la,ato loro i piedi, riprese le sue ,esti, sedette di nuo,o e disse loro2 )apite 0uello c"e "o 5atto per ,oi. oi mi c"iamate il %aestro e il Si!nore, e dite Aene, perc"- lo sono3 Se dun0ue io, il Si!nore e il %aestro, "o la,ato i piedi a ,oi, anc"e ,oi do,ete la,are i piedi !li uni a!li altri3 i "o dato un esempio, in5atti, perc"- anc"e ,oi 5acciate come io "o 5atto a ,oi3

SPUNTI DI RIFLESSIONE
-8 M ==-8 = , in tutte le cattedrali della ;hiesa nel mondo, ogni vescovo raduna, in modo particolare, tutti i sacerdoti della sua &iocesi, per quella suggestiva cele*ra)ione definita FMessa del ;risma#, ossia la *enedi)ione degli oli sacri$ dei catecumeni, degli infermi e del sacro crisma. Momenti, grandi momenti, ;resima, 2acerdo)io, ;onsacra)ione episcopale, che sono, non solo la designa)ione e consacra)ione di noi uomini nel nostro cammino voca)ionale, ma sono espressioni della For)a dello 2pirito. &avvero siamo Funti del 2ignore#. ,d . un momento, questo, che Ffa vedere# come davvero la ;hiesa . ;orpo di ;risto, visi*ile nella grande ;omunione dei sacerdoti con il vescovo$ . la Festa dei sacerdoti e di tutti i fedeli, uniti in comunit1 con il proprio vescovo. Gn evento davvero grande e commovente. 2,? $ con grande solennit1, come a continuare Fla ;ena del 2ignore#, ossia il dono dell#,ucarestia, nelle parrocchie viene cele*rata la 2$ Messa definita F-n ;aena &omini#, ossia Fnella ;ena del

J%ons3 Antonio @iAoldiK

2ignore#. 4 la solennit1 della Fprima ;omunione# della ;hiesa, rappresentata dagli postoli, con il ;orpo e 2angue di !es", donato per sempre quella sera. Gna ;ena che da allora non finisce mai ed . la grande manifesta)ione di &io che si fa &ono, Pane di Hita, per noi$ FMistero grande della fede#. 4 qui che si misura quanto conta l#,ucarestia per noi$ se poco o se tanto. ;os/ commentava, !iovanni Paolo --, nell#,nciclica F,cclesia et ,ucarestia#.%&a oltre me))o secolo, ogni giorno, da quel 2 novem*re 7@46, in cui cele*rai la prima Messa, nella cripta di 2an 9eonardo, della cattedrale del Iawel di ;racovia, i miei occhi si sono raccolti sull#ostia e sul calice in cui il tempo e lo spa)io si sono in qualche modo Fcontratti# e il dramma del !olgota si . ripresentato vivo, rivelando la sua misteriosa Fcontemporaneit1#. Dgni giorno la mia fede ha potuto riconoscere nel Pane e nel Hino consacrati, il divino Hiandante che un giorno si mise al fianco dei due discepoli di ,mmaus per aprire loro gli occhi alla luce e il cuore alla speran)a#
J'iuseppe /mpastato SOK

PER LA PREGHIERA

Sul colle, con lLurlo nel Auio, la %orte semAr1 ,ittoriosa3 'es( diede perdono, madre, 5i!li, un posto nel suo re!no e lLultimo sB333 )risto ormai 5inito? 4 si inne!!i1 al trion5o della %orte3 La tomAa semAr1 73

in!"iottirlo3 %a troppo !rande era lLAmore 4 5u la ita a in!"iottire la %orte3 Alleluia?

!enerd 18 aprile 2014


# $al an!elo secondo 'io,anni
%assione del Signore.

18,1-1",42

)atturarono 'es( e lo le!arono3 /n 0uel tempo, 'es( uscB con i suoi discepoli al di l9 del torrente )dron, do,e c6era un !iardino, nel 0uale entr1 con i suoi discepoli3 Anc"e 'iuda, il traditore, conosce,a 0uel luo!o, perc"- 'es( spesso si era tro,ato l9 con i suoi discepoli3 'iuda dun0ue ,i and1, dopo a,er preso un !ruppo di soldati e alcune !uardie 5ornite dai capi dei sacerdoti e dai 5arisei, con lanterne, 5iaccole e armi3 'es( allora, sapendo tutto 0uello c"e do,e,a accader!li, si 5ece innan7i e disse loro2 )"i cercate.3 'li risposero2 'es(, il Ga7areno3 $isse loro 'es(2 Sono io?3 i era con loro anc"e 'iuda, il traditore3 Appena disse loro Sono io, indietre!!iarono e caddero a terra3 $omand1 loro di nuo,o2 )"i cercate.3 @isposero2 'es(, il Ga7areno3 'es( replic12 i "o detto2 sono io3 Se dun0ue cercate me, lasciate c"e 0uesti se ne ,adano, perc"- si compisse la parola c"e e!li a,e,a detto2 Gon "o perduto nessuno di 0uelli c"e mi "ai dato3 Allora Simon &ietro, c"e a,e,a una spada, la trasse 5uori, colpB il ser,o del sommo sacerdote e !li ta!li1 l6orecc"io destro3 +uel ser,o si c"iama,a %alco3 'es( allora disse a &ietro2 @imetti la spada nel 5odero2 il calice c"e il &adre mi "a dato, non do,r1 Aerlo.3 * Lo condussero prima da Anna Allora i soldati, con il comandante e le !uardie dei 'iudei, catturarono 'es(, lo le!arono e lo condussero prima da Anna2 e!li in5atti era suocero di )ai5a, c"e era sommo sacerdote 0uell6anno3 )ai5a era 0uello c"e a,e,a consi!liato ai 'iudei2 I con,eniente c"e un solo uomo muoia per il popolo3 /ntanto Simon &ietro se!ui,a 'es( insieme a un altro discepolo3 +uesto discepolo era conosciuto dal sommo sacerdote ed entr1 con 'es( nel cortile del sommo sacerdote3 &ietro in,ece si 5erm1 5uori, ,icino alla porta3 Allora 0uell6altro discepolo, noto al sommo sacerdote, torn1 5uori, parl1 alla portinaia e 5ece entrare &ietro3 4 la !io,ane portinaia disse a &ietro2 Gon sei anc"e tu uno dei discepoli di 0uest6uomo.3 4!li rispose2 Gon lo sono3 /ntanto i ser,i e le !uardie a,e,ano acceso un 5uoco, perc"5ace,a 5reddo, e si scalda,ano; anc"e &ietro sta,a con loro e si scalda,a3 /l sommo sacerdote, dun0ue, interro!1 'es( ri!uardo ai suoi discepoli e al suo inse!namento3 'es( !li rispose2 /o "o parlato al mondo apertamente; "o sempre inse!nato nella sina!o!a e nel tempio, do,e tutti i 'iudei si riuniscono, e non "o mai detto nulla di nascosto3 &erc"- interro!"i me. /nterro!a 0uelli c"e "anno udito ci1 c"e "o detto loro; ecco, essi sanno c"e cosa "o detto3 Appena detto 0uesto, una delle !uardie

74

presenti diede uno sc"ia55o a 'es(, dicendo2 )osB rispondi al sommo sacerdote.3 'li rispose 'es(2 Se "o parlato male, dimostrami do,6 il male3 %a se "o parlato Aene, perc"- mi percuoti.3 Allora Anna lo mand1, con le mani le!ate, a )ai5a, il sommo sacerdote3 * Gon sei anc"e tu uno dei suoi discepoli. Gon lo sono? /ntanto Simon &ietro sta,a lB a scaldarsi3 'li dissero2 Gon sei anc"e tu uno dei suoi discepoli.3 4!li lo ne!1 e disse2 Gon lo sono3 %a uno dei ser,i del sommo sacerdote, parente di 0uello a cui &ietro a,e,a ta!liato l6orecc"io, disse2 Gon ti "o 5orse ,isto con lui nel !iardino.3 &ietro ne!1 di nuo,o, e suAito un !allo cant13 * /l mio re!no non di 0uesto mondo )ondussero poi 'es( dalla casa di )ai5a nel pretorio3 4ra l6alAa ed essi non ,ollero entrare nel pretorio, per non contaminarsi e poter man!iare la &as0ua3 &ilato dun0ue uscB ,erso di loro e domand12 )"e accusa portate contro 0uest6uomo.3 'li risposero2 Se costui non 5osse un mal5attore, non te l6a,remmo conse!nato3 Allora &ilato disse loro2 &rendetelo ,oi e !iudicatelo secondo la ,ostra Le!!e?3 'li risposero i 'iudei2 A noi non consentito mettere a morte nessuno3 )osB si compi,ano le parole c"e 'es( a,e,a detto, indicando di 0uale morte do,e,a morire3 &ilato allora rientr1 nel pretorio, 5ece c"iamare 'es( e !li disse2 Sei tu il re dei 'iudei.3 'es( rispose2 $ici 0uesto da te, oppure altri ti "anno parlato di me.3 &ilato disse2 Sono 5orse io 'iudeo. La tua !ente e i capi dei sacerdoti ti "anno conse!nato a me3 )"e cosa "ai 5atto.3 @ispose 'es(2 /l mio re!no non di 0uesto mondo; se il mio re!no 5osse di 0uesto mondo, i miei ser,itori a,reAAero comAattuto perc"- non 5ossi conse!nato ai 'iudei; ma il mio re!no non di 0ua!!i(3 Allora &ilato !li disse2 $un0ue tu sei re.3 @ispose 'es(2 Cu lo dici2 io sono re3 &er 0uesto io sono nato e per 0uesto sono ,enuto nel mondo2 per dare testimonian7a alla ,erit93 )"iun0ue dalla ,erit9, ascolta la mia ,oce3 'li dice &ilato2 )"e cos6 la ,erit9.3 4, detto 0uesto, uscB di nuo,o ,erso i 'iudei e disse loro2 /o non tro,o in lui colpa alcuna3 i tra ,oi l6usan7a c"e, in occasione della &as0ua, io rimetta uno in liAert9 per ,oi2 ,olete dun0ue c"e io rimetta in liAert9 per ,oi il re dei 'iudei.3 Allora essi !ridarono di nuo,o2 Gon costui, ma EaraAAa?3 EaraAAa era un Ari!ante3 * Sal,e, re dei 'iudei? Allora &ilato 5ece prendere 'es( e lo 5ece 5la!ellare3 4 i soldati, intrecciata una corona di spine, !liela posero sul capo e !li misero addosso un mantello di porpora3 &oi !li si a,,icina,ano e dice,ano2 Sal,e, re dei 'iudei?3 4 !li da,ano sc"ia55i3 &ilato uscB 5uori di nuo,o e disse loro2 4cco, io ,e lo conduco 5uori, perc"- sappiate c"e non tro,o in lui colpa alcuna3 Allora 'es( uscB, portando la corona di spine e il mantello di porpora3 4 &ilato disse loro2 4cco l6uomo?3 )ome lo ,idero, i capi dei sacerdoti e le !uardie !ridarono2 )roci5i!!ilo? )roci5i!!ilo?3 $isse loro &ilato2 &rendetelo ,oi e croci5i!!etelo; io in lui non tro,o colpa3 'li risposero i 'iudei2 Goi aAAiamo una Le!!e e secondo la Le!!e de,e morire, perc"- si 5atto >i!lio di $io3 All6udire 0ueste parole, &ilato eAAe ancor pi( paura3 4ntr1 di nuo,o nel pretorio e disse a 'es(2 $i do,e sei tu.3 %a 'es( non !li diede risposta3 'li disse allora &ilato2 Gon mi parli. Gon sai c"e "o il potere di metterti in liAert9 e il

75

potere di metterti in croce.3 'li rispose 'es(2 Cu non a,resti alcun potere su di me, se ci1 non ti 5osse stato dato dall6alto3 &er 0uesto c"i mi "a conse!nato a te "a un peccato pi( !rande3 * ia? ia? )roci5i!!ilo? $a 0uel momento &ilato cerca,a di metterlo in liAert93 %a i 'iudei !ridarono2 Se liAeri costui, non sei amico di )esare? )"iun0ue si 5a re si mette contro )esare3 =dite 0ueste parole, &ilato 5ece condurre 5uori 'es( e sedette in triAunale, nel luo!o c"iamato Lit1stroto, in eAraico 'aAAat93 4ra la &arasc,e della &as0ua, ,erso me77o!iorno3 &ilato disse ai 'iudei2 4cco il ,ostro re?3 %a 0uelli !ridarono2 ia? ia? )roci5i!!ilo?3 $isse loro &ilato2 %etter1 in croce il ,ostro re.3 @isposero i capi dei sacerdoti2 Gon aAAiamo altro re c"e )esare3 Allora lo conse!n1 loro perc"- 5osse croci5isso3 * Lo croci5issero e con lui altri due 4ssi presero 'es( ed e!li, portando la croce, si a,,i1 ,erso il luo!o detto del )ranio, in eAraico '1l!ota, do,e lo croci5issero e con lui altri due, uno da una parte e uno dall6altra, e 'es( in me77o3 &ilato compose anc"e l6iscri7ione e la 5ece porre sulla croce; ,i era scritto2 'es( il Ga7areno, il re dei 'iudei3 %olti 'iudei lessero 0uesta iscri7ione, perc"- il luo!o do,e 'es( 5u croci5isso era ,icino alla citt9; era scritta in eAraico, in latino e in !reco3 / capi dei sacerdoti dei 'iudei dissero allora a &ilato2 Gon scri,ere2 :/l re dei 'iudei<, ma2 :)ostui "a detto2 /o sono il re dei 'iudei<3 @ispose &ilato2 +uel c"e "o scritto, "o scritto3 * Si sono di,isi tra loro le mie ,esti / soldati poi, 0uando eAAero croci5isso 'es(, presero le sue ,esti, ne 5ecero 0uattro parti una per ciascun soldato , e la tunica3 %a 0uella tunica era sen7a cuciture, tessuta tutta d6un pe77o da cima a 5ondo3 &erci1 dissero tra loro2 Gon stracciamola, ma tiriamo a sorte a c"i tocca3 )osB si compi,a la Scrittura, c"e dice2 Si sono di,isi tra loro le mie ,esti e sulla mia tunica "anno !ettato la sorte3 4 i soldati 5ecero cosB3 * 4cco tuo 5i!lio? 4cco tua madre? Sta,ano presso la croce di 'es( sua madre, la sorella di sua madre, %aria madre di )lopa e %aria di %9!dala3 'es( allora, ,edendo la madre e accanto a lei il discepolo c"e e!li ama,a, disse alla madre2 $onna, ecco tuo 5i!lio?3 &oi disse al discepolo2 4cco tua madre?3 4 da 0uell6ora il discepolo l6accolse con s-3 $opo 0uesto, 'es(, sapendo c"e ormai tutto era compiuto, a55inc"- si compisse la Scrittura, disse2 Ho sete3 i era lB un ,aso pieno di aceto; posero perci1 una spu!na, imAe,uta di aceto, in cima a una canna e !liela accostarono alla Aocca3 $opo a,er preso l6aceto, 'es( disse2 I compiuto?3 4, c"inato il capo, conse!n1 lo spirito3 J+ui si !enu5lette e di 5a una Are,e pausaK * 4 suAito ne uscB san!ue e ac0ua3 4ra il !iorno della &arasc,e e i 'iudei, perc"- i corpi non rimanessero sulla croce durante il saAato era in5atti un !iorno solenne 0uel saAato , c"iesero a &ilato c"e 5ossero spe77ate loro le !amAe e 5ossero portati ,ia3 ennero dun0ue i soldati e spe77arono le !amAe all6uno e all6altro c"e erano stati croci5issi insieme con lui3 enuti per1 da 'es(, ,edendo c"e era !i9 morto, non !li spe77arono le !amAe, ma uno dei soldati con una lancia !li colpB il 5ianco, e suAito ne uscB san!ue e ac0ua3 )"i "a ,isto ne d9 testimonian7a e la sua testimonian7a ,era; e!li sa c"e dice il ,ero, perc"- anc"e ,oi crediate3 +uesto in5atti a,,enne perc"- si

76

compisse la Scrittura2 Gon !li sar9 spe77ato alcun osso3 4 un altro passo della Scrittura dice ancora2 ol!eranno lo s!uardo a colui c"e "anno tra5itto3 * &resero il corpo di 'es( e lo a,,olsero con teli insieme ad aromi $opo 0uesti 5atti 'iuseppe di Arimata, c"e era discepolo di 'es(, ma di nascosto, per timore dei 'iudei, c"iese a &ilato di prendere il corpo di 'es(3 &ilato lo concesse3 Allora e!li and1 e prese il corpo di 'es(3 i and1 anc"e Gicodmo 0uello c"e in preceden7a era andato da lui di notte e port1 circa trenta c"ili di una mistura di mirra e di Ploe3 4ssi presero allora il corpo di 'es( e lo a,,olsero con teli, insieme ad aromi, come usano 5are i 'iudei per preparare la sepoltura3 Dra, nel luo!o do,e era stato croci5isso, ,i era un !iardino e nel !iardino un sepolcro nuo,o, nel 0uale nessuno era stato ancora posto3 L9 dun0ue, poic"- era il !iorno della &arasc,e dei 'iudei e dato c"e il sepolcro era ,icino, posero 'es(3

SPUNTI DI RIFLESSIONE
-n questo giorno la ;hiesa con la medita)ione della Passione del suo 2ignore e 2poso e con l#adora)ione della ;roce commemora la sua origine dal fianco di ;risto, che riposa sulla croce e intercede per la salve))a del mondo. Dggi, per antichissima tradi)ione, non viene

JA!en7ia S/@K

cele*rata l#,ucaristia, ma si fa peniten)a con l#astinen)a, il digiuno e le opere di carit1. &inan)i alla croce e al racconto della passione restiamo in silen)io e contempliamo il volto di &io morto per amore. 8el suo volto, c#. anche il nostro dolore e il volto di tanti fratelli, di interi popoli.
JLitur!ia DrientaleK

PER LA PREGHIERA

)i siamo a55idati alla tua )roce, o )reatore dellLeternit93 Cu ce lL"ai data come prote7ione contro il nemico2 prote!!ici con essa, o Sal,atore, ti supplic"iamo3

#a$ato 1" aprile 2014


# $al an!elo secondo %atteo
& risorto e vi precede in 'alilea.
$opo il saAato, all6alAa del primo !iorno della settimana, %aria di %9!dala e l6altra %aria andarono a ,isitare la tomAa3 4d ecco, ,i 5u un !ran terremoto3 =n an!elo del Si!nore, in5atti, sceso dal cielo, si a,,icin1, rotol1 la pietra e si pose a sedere su di essa3 /l suo aspetto era come 5ol!ore e il suo ,estito Aianco come ne,e3 &er lo

28,1-10

7:

spa,ento c"e eAAero di lui, le !uardie 5urono scosse e rimasero come morte3 L6an!elo disse alle donne2 oi non aAAiate paura? So c"e cercate 'es(, il croci5isso3 Gon 0ui3 I risorto, in5atti, come a,e,a detto; ,enite, !uardate il luo!o do,e era stato deposto3 &resto, andate a dire ai suoi discepoli2 :I risorto dai morti, ed ecco, ,i precede in 'alilea; l9 lo ,edrete<3 4cco, io ,e l6"o detto3 AAAandonato in 5retta il sepolcro con timore e !ioia !rande, le donne corsero a dare l6annuncio ai suoi discepoli3 4d ecco, 'es( ,enne loro incontro e disse2 Salute a ,oi?3 4d esse si a,,icinarono, !li aAAracciarono i piedi e lo adorarono3 Allora 'es( disse loro2 Gon temete; andate ad annunciare ai miei 5ratelli c"e ,adano in 'alilea2 l9 mi ,edranno3

SPUNTI DI RIFLESSIONE
9a liturgia della veglia pasquale mette in risalto l#atto d#amore del 2alvatore, mediante il quale noi tutti siamo trasformati dalla for)a contagiosa della risurre)ione. -n primo luogo c#. il >attesimo. 2an Paolo riferisce che nel >attesimo, il 2ignore entra nella nostra vita$ il ?isorto congiunge la nostra vita con la sua . &iveniamo una sola realt1 con 9ui e fra di noi$ siamo chiesa, cio., esteriormente differenti, ma in comunione nell#unica fede, perch' &io vive in noi . -n secondo luogo c#. il sim*olo della luce e del fuoco. -l ;ero che avan)a nel *uio della chiesa ci indica la via e sim*oleggia la luce eterna che . entrata nella nostra vita con il >attesimo. 9e candele rappresentano la nostra fede e la nostra chiamata

J'aetano Sal,atiK

alla luce. 9a luce della verit1 . ;risto che infiamma d#amore i nostri cuori. 9ui ha riportato la luce nel mondo. Dra sappiamo chi . &io e cosa vuole da noi$ essere figli della luce. Gna luce che non distrugge ma trasforma l#uomo in figlio di &io. 2empre di nuovo do**iamo essere dei convertiti, ascoltatori attenti del 2ignore. Holgiamo il nostro sguardo verso di 9ui. l)iamoci di *uon mattino e a andiamo a far visita a !es". Hedremo il ?isorto con i segni della crocifissione$ . nel segno della ;roce e nella speran)a della risurre)ione che do**iamo sfor)arci di vivere. 2e viviamo in questo modo,testimoniamo la gloria dell#Gmile che ha vinto il mondo. men.
J%ario Lu7iK

PER LA PREGHIERA

/l cuore umano pieno di contraddi7ioni ma neppure un istante mi sono allontanato da te3 Ci "o portato per5ino do,e semAra,a c"e non 5ossi o a,essi dimenticato di essere stato3 3

7<