Sei sulla pagina 1di 36

www.gazzetta.

it venerd 21 marzo 2014 1,30


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 - TEL. 0262821 - REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 - TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. - D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno 118 - Numero numero 68 Anno

SEEDORF A TEMPO
E gelo con Berlusconi Dossier per inchiodarlo
LAUDISA A PAGINA 12

BALO SUL WEB


3 Clarence Seedorf,
37 anni, con Mario Balotelli, 23

Sfogo su Facebook Io, milanista: ma se non mi vogliono...


BOCCI ALLE PAGINE 12-13

EUROPA LEAGUE FIORENTINA BATTUTA PER 1-0

LA LEGGE DI PIRLO
Un altro gol capolavoro su punizione trascina la Juve ai quarti: oggi il sorteggio Nellurna pochi rischi: Benfica e Porto I bianconeri possono puntare alla finale La Viola gioca bene ed esce a testa alta Montella: Orgoglioso dei miei ragazzi Ovazione dei tifosi per larbitro Webb
LALTRA PARTITA UN PRANZO CHIARIFICATORE FRA I DUE PRESIDENTI

I GOL SU PUNIZIONE

42

Andrea Pirlo, 34 anni, ha eliminato la Fiorentina con una punizione. In carriera ne ha gi segnate 42 KOMUNICARE

Pace tra Della Valle e Agnelli Poi cori sullHeysel e gestacci


CECERE, CENITI, GARLANDO, GOZZINI, SARDELLI, SCHIANCHI, OLIVERO DA PAG 2 A PAG 7 COMMENTO DI LICARI A PAG 21

NAPOLI FUORI, DEVE ARRENDERSI A QUARESMA


La squadra di Benitez domina e spreca tanto: il Porto fa 2-2 e passa il turno
MOTOGP LE PRIME LIBERE IN QATAR
CALAMAI, DURSO, FROSIO, MALFITANO PAG 8-9-10

NAZIONALE LA CONVOCAZIONE DI FANTANTONIO PER IL BRASILE E VICINA

Sorpresa Espargaro 3 I big dietro Valentino settimo


Aleix Espargaro, 24 anni, spagnolo

Prandelli dice s a Cassano


Il ct: Sta meglio di due anni fa e tutto stato chiarito GARLANDO A PAGINA 17 Totti? Conter la sua condizione fisica
INTER NON VINCE DAL 2010 GIORNATA MONDIALE

40 3 2 1>

Sotto accusa sono le gomme Bridgestone. Gioia Fenati comanda in Moto3


FALSAPERLA, IANIERI, ZAMAGNI PAG. 22-23

3 Cassano, 31 anni, e Prandelli, 56

Mazzarri cerca il tris sfidando il tab Atalanta


DALLA VITE, ELEFANTE PAG 14

Carlton Myers Diamo un pugno al razzismo


TOSI A PAGINA 25

9 771120 506000

DOMANI SPORT WEEK

Marquez, Rossi... Tutti i #selfie dei super piloti


In vendita con la Gazzetta a euro 1,80

IL ROMPI PALLONE

DI GENE GNOCCHI

w
3 Zanetti con Rey Mysterio INTER.IT

LINTERVENTO

Perplessit sul pranzo pacificatore Della ValleAgnelli. Entrambi si sono presentati col loro assaggiatore personale.

Don Ciotti Libera e il Papa contro le mafie


LARTICOLO A PAGINA 21

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI

La punizione di Pir
Dallo scudetto alla coppa Il genio colpisce ancora Juve ai quarti, ciao Firenze
Dopo il gol di domenica al Genoa, il capolavoro del Franchi: i viola sprecano nel primo tempo e cedono a met ripresa
FIORENTINA JUVENTUS
DAL NOSTRO INVIATO

0
(43-1-2)
1 Neto; 11 Cuadrado, 2 Rodriguez, 15 Savic, 40 Tomovic; 10 Aquilani, 7 Pizarro (dal 3 s.t. 21 Ambrosini), 66 Vargas; 20 Borja Valero; 72 Ilicic (dal 27 s.t. 4 Roncaglia), 33 Gomez (dal 18 s.t. 19 Matri). PANCHINA 25 Rosati, 23 Pasqual, 8 Bakic, 17 Joaquin. ALLENATORE Montella. CAMBI DI SISTEMA dal 26 s.t. 4-4-1. ESPULSI Rodriguez al 24 s.t. per doppia ammonizione (entrambe per g.s.). AMMONITI Cuadrado per gioco scorretto, Neto per proteste.
MARCATORE Pirlo al 26 s.t. ARBITRO Webb (Ing).

1
(3-5-2)
1 Buffon; 4 Caceres, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 33 Isla (dal 31 s.t. 26 Lichtsteiner), 23 Vidal, 21 Pirlo, 6 Pogba, 22 Asamoah; 14 Llorente (dal 42 s.t. 18 Osvaldo), 10 Tevez. PANCHINA 30 Storari, 39 Romagna, 38 Matiello, 20 Padoin, 9 Vucinic. ALLENATORE Conte. CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Vidal per gioco scorretto, Tevez per comportamento non regolamentare.

LUIGI GARLANDO FIRENZE

3 e quelli non segnati nellottimo primo tempo che avrebbero indirizzato la notte in altro modo.
Pazienza Juve La Juve ha giocato con la pazienza dei forti, senza il panico del tempo che passa. Anzi, sembrava che avesse perfino esagerato nella calma e che potesse finire con la palla in mano come il cestista che aspetta il tiro a fil di sirena e invece la sirena arriva prima del tiro. Invece Pirlo Non stata la Juve rabbiosa dei giorni migliori, ma in una cornice non banale, rosolata da una rivalit feroce, ha giocato con calma e lucidit da grande. E, se pesa i due match, ha ragione a sentire meritata la qualificazione. Montella spinge avanti la Fiorentina per paura che faccia le fusa sullo

Lhabitat naturale di Andrea Pirlo il Pallone dOro. Non lha mai vinto? Colpa di chi vota, mica sua. Se quando entra al Maracan tutti si alzano in piedi, se Xavi e gli dei del Barcellona lo considerano il fratello pi bravo, una ragione ci sar. Lintimit che il piede di Pirlo ha con il pallone non ce lhanno neppure Messi e Cristiano Ronaldo. Con una punizione (di velluto) domenica ha rinforzato la cucitura dello scudetto sulle maglie bianconere, con una punizione (alla dinamite) Pirlo ha trasportato ieri la Juve ai quarti di Europa League.
Coraggio viola La Fiorentina si arresa solo a questa meraviglia, al 26 della ripresa, e ha pieno diritto al rimpianto e allorgoglio. Montella ha disegnato una partita coraggiosa, con un assetto offensivo e una partenza sparata che ha sorpreso i bianconeri. Il palleggio costante e il pressing alto che ha impedito alla Juve di prendere ritmo alla lunga hanno presentato il conto. A met ripresa i viola hanno ceduto di schianto e nel giro di un minuto sono piovuti i due episodi decisivi: lespulsione di Rodriguez e la punizionecapolavoro di Pirlo. Ora molti getteranno la croce sulle spalle di Montella per Cuadrado terzino, lattaccante pi virtuoso troppo lontano da Buffon. Noi preferiamo lodare il coraggio del disegno tattico, in cui Cuadrado terzino poteva avere un senso: lo strappo della prima ripartenza, la sorpresa da lontano, la sfida di corsa con Asamoah. Lerrore non stato Cuadrado, ma il gol fallito da Gomez al

NOTE Paganti 32.633, incasso di 1.512.527 euro. In fuorigioco 1-1. Angoli 1-5. Recuperi: p.t 0; s.t. 4

POSSESSO PALLA FIORENTINA 44,1% TIRI IN PORTA JUVENTUS 55,9%

PASSAGGI EFFETTUATI FIORENTINA 411 TIRI FUORI JUVENTUS 532

III
FIORENTINA 3

IIIIIII IIIII
JUVENTUS 7 FIORENTINA 5

IIIIIIIIII
JUVENTUS 10

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 0-0 3 Borja in verticale, Gomez allarga troppo il diagonale. 28 Destro di poco a lato di Pizarro dal limite 39 Ilicic dal limite svirgola una buona occasione. 43 Tevez dalla distanza, Neto in due tempi.

I bianconeri hanno meritato: il rosso a Rodriguez e lo 0-1 in un minuto chiudono la sfida


0-0 che la qualificherebbe: 4-31-2, che negli incroci precedenti con la Juve ha portato bene. Cuadrado fa il terzino, loffensivo Vargas invece di Pasqual, mediani di costruzione e due punte: non sembra una squadra che debba proteggere un vantaggio. La Viola raccoglie il coraggioso messaggio del mister ed esce per prima dai blocchi, come ha sempre fatto la Juve nei duelli stagionali. Al 3 cade gi la pi nitida palla-gol del tempo: luminosa verticale di Borja Valero per Gomez che allarga troppo il diagonale in faccia a Buffon. La Juve appare sorpresa dal furto del copione, poi si riprende e lequilibrio inchioda il match a centrocampo. Borja pressa Pirlo, Tevez bracca Pizarro: impostazioni asfissiate. I bianconeri avrebbero in realt una prospettiva vantaggiosa sulla sinistra, dove Aquilani fatica ad arginare la fisicit di Pogba e dove Cuadrado, che terzino non , potrebbe tradire impacci se pressato. L dovrebbe bussare Madama, anche con Tevez, meno assatanato del solito, ma non lo fa. La Juve sembra pi preoccupata di scoprirsi che di offendere, riservando alla ripresa lassalto decisivo. Inquadra tre volte la porta, ma sono telefonate a Neto. La Fiorentina non calcia nessun pensiero tra i pali di Buffon, ma poco prima del t ha unaltra palla buona che Ilicic svirgola sciaguratamente. Gomez, dopo lipotesi di gloria allalba della sfida, uscito dal match. Se non si danna la Juve per schiodare lo 0-0, figuriamoci la Fiorentina
Pirlo decide La ripresa comincia con linfortunio di Pizarro che porta in campo Ambrosini: un play in meno e qualche chilo di tackle in pi. La Fiorentina non ci smena. Anche perch Borja Valero continua a gestire il pallone da signore e a tenere la Fiorentina orgogliosamente alta. Cresce Pogba, ma comincia-

SECONDO TEMPO 12 Gran destro di Cuadrado sui guanti di Buffon. 14 Cross di Isla, Vidal alza di testa. GOL! 26 Punizione di Pirlo allincrocio. 31 Miracolo di Neto su testa di Llorente. 37 Ancora decisivo Neto su Lichtsteiner. 46 Vidal spreca di testa a porta vuota.

40 66 15 7 1 2 10 11 72

33 33 20 14 10

23 21 6 22

4 19 3 1

BARICENTRO MOLTO BASSO 47,7 metri

BARICENTRO MEDIO 51.4 metri

Come si spegne un vulcano LA PARTITA DEL TOP ARBITRO

FRANCESCO CENITI

Applausi, rispetto e il fischio che decide Il miracolo del...Webb


Linglese domina il match e nel riscaldamento ottiene lovazione del Franchi. Nessuno contesta le decisioni, quanto lontana la A...

Gli arbitri sono come i giocatori: ognuno pensa di essere il migliore. Ecco perch la parola invidia quasi cancellata dal loro vocabolario. Ma ieri, intorno alle 18 e 30, c stato un attimo in cui tutti i fischietti italiani avrebbero voluto essere Howard Webb. Accade questo: linglese scelto da Pierluigi Collina (designatore Uefa) per bonificare leuroderby , scende in campo per il riscaldamento. Lo speaker lo presenta come uno dei direttori di gara pi bravi al mondo. E lo stadio viene gi, riservando allex poliziotto una ovazione degna di un gol. Ecco, di solito nel nostro campionato le urla rivolte agli arbitri sono di altro tenore. Urla replicate e amplificate dai 22 calciatori, sempre pronti a contestare ogni decisione, persino un fallo laterale. E invece a Webb riesce un doppio miracolo: incassa gli applausi dai tifosi, mentre lui silenzia le due squadre. Nessuna protesta, nessun gesto fuori posto. Solo Neto, dopo essersi preso una scarpata in testa da Tevez (ammonito perch giudicata a ragione involontaria) nel crepuscolo della sfida, rompe lincantesimo,

Howard Webb, 42 anni, dialoga con Vargas

beccandosi un giallo. Webb esce vincitore dal Franchi, nonostante una sua tripla scelta abbia deciso la qualificazione, forse quanto la punizione al bacio di Pirlo.
La lezione di Webb Esce vincitore e ci lascia una lezione: i top arbitri fanno la differenza, ma hanno bisogno della collaborazione di tutti per dare il meglio. Quella collaborazione che un italiano difficilmente ha durante il campionato: veleni e sospetti hanno la meglio. E basta un fallo non chiamato a

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

lo arriva in Europa
4
I NUMERI
ci lo ve t

6, 0 1

km

/h

Le punizioni vincenti di Pirlo con la maglia della Juventus: 10 sono arrivate in campionato, quella di ieri sera la prima in Europa

Il posto tra i goleador su punizione per Pirlo negli ultimi 30 anni in Serie A: lo juventino a quota 25 gol, prima di lui solo Mihajlovic con 28. Dietro ci sono Del Piero (22), Baggio e Zola (20 per entrambi)

Tiri per tutti i gusti Barriera, palla e via Cos nasce la magia 2
DAL NOSTRO INVIATO

11

Lo specialista IL REPERTORIO DI ANDREA

a quota 42 punizioni-gol, 11 in bianconero. Dalla maledetta alla dinamite di Firenze: Colpisco in base a come mi sento
di andare fino in fondo in una competizione che vivr il suo atto finale proprio nella casa dei campioni dItalia.
Artista senza fine Con quella di ieri sono 42, coppe comprese, le reti di Pirlo su calcio di punizione: 25 in campionato, 4 in Champions League, 1 in Europa League, 8 in Nazionale, 4 con lUnder 21. Specialista purissimo, letale dal limite dellarea e soprattutto dai 25 metri in su. Difficile inquadrarlo per qualsiasi portiere, visto che lultimo fenomeno del calcio italiano ha un repertorio vastissimo su palla ferma: regala cioccolatini a girare sopra la barriera, ma con la stessa efficacia spara autentiche bombe dalla distanza. La maledetta per esempio una specialit della casa, e in un certo senso neppure ieri andato tanto per il sottile (oltre 106 chilometri orari). In campionato, fra gli specialisti degli ultimi 30 anni, Pirlo insegue solo Sinisa Mihajlovic: 28 centri per lattuale tecnico della Samp, appunto 25 per Andrea, poi Del Piero (22), quindi Roberto Baggio e Zola a quota 20. In bianconero, infine, Pirlo arrivato a 11 gol su punizione: le altre dieci le aveva buttate dentro sempre in campionato. Caccia alla doppietta Gode il pianeta Juve, gode an-

MIRKO GRAZIANO FIRENZE

Risolve il Genio. Sempre lui. Sempre Andrea Pirlo da Brescia. Due punizioni letali in cinque giorni (sono cinque in questa stagione): scudetto in cassaforte dopo la pennellata di Marassi (sponda Genoa); a Firenze altra magia dal limite dellarea e Juventus fra le magnifiche otto di Europa League, con concrete possibilit

barriera 7,6 m Pirlo


La punizione capolavoro di Pirlo che ha deciso gara e qualificazione: potenza e precisione in un unico tiro con il pallone messo proprio allincrocio dei pali...

18 m

no a diventare inquietanti limmobilismo di Conte (non risparmier i cambi per Catania?) e la strana calma della Juve: non penser mica che i tempi sono 4 come nel basket? Invece a ridosso del 20 si sente uno scricchiolio, come il ghiaccio che si crepa. Borja rientra camminando, tutta la Fiorentina si affloscia sotto il peso della stanchezza e si ritira davanti a Neto. La Juventus cala come gli indiani dalle colline e cinge lassedio. Llorente sfugge in giravolta a Rodriguez che lo cintura al limite, gi ammonito: Fiorentina in dieci. Pirlo tuona allincrocio scoperto il gol della qualificazione ai quar-

ti. La Fiorentina, che ha in campo Matri al posto dellevaporato Gomez, rischia di prenderne altri, ma finisce in piedi, giustamente applaudita dal suo popolo. Bravo larbitro Webb, bello il clima in campo e fuori (a parte i cori ignobili). La Juve abbatte un tab: era da 24 anni che non batteva unitaliana in Europa (ultima, proprio la Fiorentina nel 1990). Sar pure che lhabitat naturale della Juve la Champions, ma non c bisogno di turarsi il naso per proseguire in questa dignitosa Europa League che sfumer allo Stadium. Sorrida, Signora, si divertir.
RIPRODUZIONE RISERVATA

che Cesare Prandelli, che vede crescere gara dopo gara uno dei Generali della Nazionale. A maggio Andrea compir 35 anni, ma dietro non si vedono eredi allaltezza. E normale che si parli della mia et - dice -, quella purtroppo non si pu cambiare. Per okay cos, io sto bene e vado avanti per la mia strada. Che sar bianconera almeno per altri due anni, visto che non c una possibilit che vada via. Almeno, spero (sorride, ndr).... Intanto, con i suoi gol d seguito a una stagione bianconera che a maggio potrebbe risultare addirittura trionfale: Due punizioni diverse quelle di Genova e di Firenze - continua -, ma con lo stesso risultato, che poi ci che conta. Tiro in base a come mi sento, alla posizione della palla e a quella della barriera. Sono veramente contento per questo passaggio del turno, un altro passo importante verso la finale nel nostro stadio. Complimenti a tutti i miei compagni. Sapevamo che la partita era lunga, abbiamo sofferto nei primi minuti, poi abbiamo avuto le nostre occasioni, convinti fin dallinizio di poter superare il turno. La Fiorentina era unavversaria complicata,ma dopo leliminazione in Champions era fondamentale prendere di petto Europa League e campionato. S, possiamo arrivare in fondo ovunque, siamo qui e ci dobbiamo provare, sono obiettivi che ci siamo prefissi. Il sorteggio? Non ho preferenze.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il fallo di Rodriguez su Llorente: punizione inevitabile

Il fallo costa il secondo giallo al viola: gara finita

centrocampo per scatenare la guerriglia. Webb ha visto il lato buono degli italiani, quello delle Coppe: perch in Europa le nostre squadre cambiano pelle e larbitro diventa un signore da rispettare. Anche negli errori. Certo, Webb ha dominato la scena spiegando cosa sia la personalit: non si compra al supermercato, non serve alzare la voce, a volte basta unocchiata, quando serve un sorriso (ne ha dispensati diversi), il dialogo sempre il benvenuto e soprattutto non occorrono gesti sopra le righe. Tutto questo senza concedere nulla ai giocatori: fin

dallinizio hanno capito che cera poco da scherzare, che il Granduca del match era lui e le intromissioni sarebbero costate care. Chiarito questo, il resto venuto naturale: match veloce e punizioni solo quando necessarie. In tutto sono state 22 (12 per la Fiorentina, 10 alla Juve), qualcuna si persa per strada, ma fa parte del gioco. Come un passaggio sbagliato: la perfezione non abita in nessuna casa.
Il marchio sulla gara Lo sa bene Webb che in passato stato contestato in modo pesante. E pesante

Tevez non riesce a saltare Neto: il calcio in testa punito col giallo

non una esagerazione giornalistica: dopo Austria-Polonia di Euro 2008 fu minacciato di morte da fanatici polacchi per un rigore dato ai padroni di casa. Oddio, fanatici. Tra loro cera anche il premier Donald Tusk: Lo vorrei uccidere, disse. Quellepisodio diede il titolo (Kill the referee) al bellissimo film-documentario girato durante quegli Europei dal regista belga Yves Hinat. La pellicola mostra quale sia lo stress degli arbitri e non sarebbe cattiva cosa renderne obbligatoria la visione nelle scuole calcio, in modo da formare una nuova cultura. Webb dal 2008 ha reagito alla grande, lui abituato alle risse da quartiere domate grazie a un fisico imponente ( alto 1,87, pesa 85 chili e ha braccia da culturista) ripartito verso una finale Champions (quella vinta dallInter) e una Mondiale (2010). In Brasile cercher un bis storico (mai accaduto e quasi impossibile). Nel frattempo ha lasciato il suo marchio in Italia al minuto 23 della ripresa: punizione per fallo su Llorente (giusto), secondo giallo a Rodriguez (giusto) e soprattutto barriera riportata a distanza regolamentare (arigiusto). Pirlo ha ringraziato e...
RIPRODUZIONE RISERVATA

4
IL NUMERO
Gli arbitri scelti per il Mondiale: 9 gli europei. Oltre a Webb e il nostro Rizzoli ci sono akir (Turchia), Brych (Germania), Eriksson (Svezia), Kuipers (Olanda), Mazic (Serbia), Carballo (Spagna) Proena (Portogallo)

33

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI


le Pagelle
DI NICOLA CECERE

FIORENTINA

6,5

7 h Valero il migliore
Fin quando la freschezza atletica lo sorregge un gran bel vedere. Come nel primo tempo del match di Torino, parte alle spalle delle punte e appena pu va a pressare Pirlo. Ma deve occuparsi anche dellattacco e inizia con un assist al bacio per Mario Gomez degno di miglior fortuna. Unico neo della serata, una punizione fiacca.

JUVENTUS
7
Neto
Compie due prodigi con i quali tiene in vita le speranze viola. La prima parata su una incornata di Llorente, ravvicinata, secca, e il suo riflesso in tuffo ammirevole. La seconda su Lichtsteiner, in fuga solitaria conclusa da un rasoterra forte, insidioso. La punizione? Troppo precisa.
PARATE 6 RINVII 15 PRESE ALTE 3

Cuadrado
La sua posizione arretratissima, da terzino puro, la sorpresa tattica della serata. Lui si sottopone a un lavoraccio, perch seguendo istinto e probabili istruzioni dalla panca, si spinge appena pu allarrembaggio su un timido Asamoah, senza per avere la forza e la lucidit per incidere.
CONTRASTI OK 2/2 LANCI 5 PASSAGGI OK 28/42

GOMEZ-ILICIC, CHE ERRORI SAVIC BRAVO SU TEVEZ


Primo tempo di controllo agevole e anche di occasioni sprecate. Due, nitide, a carico di Gomez (2) e Ilicic, tiri da posizione ideale spediti fuori bersaglio. Poi, a met ripresa, il crollo improvviso e totale dinanzi al rosso pi gol incassati in pochi secondi. Pugile al tappeto.

8 h Pirlo il migliore
Al di l della consueta regia illuminata, per una volta il voto deccellenza intende sottolineare come la prodezza dalta classe di un singolo abbia deciso questa qualificazione (dopo aver deciso la corsa scudetto...). La sua punizione, preparata a tavolino, un compendio di forza, tecnica, precisione e pure astuzia. Chapeau.

Buffon
Non ci sono attentati seri nello specchio della porta bianconera, la sua partita fatta di interventi normali. C un momento, al 52, nel quale avr pensato meno male che Pirlo gioca con me ed quando Borja Valero, che pure ha piede e classe, gli consegna fra le braccia un tiro dal limite.
PARATE 3 RINVII 6 PRESE ALTE 2

Caceres
Senza Barzagli e Ogbonna non che Conte avesse da scegliere: tocca alluruguaiano. Che peraltro interpreta il compito con lo spirito giusto, concedendo a Gomez soltanto unoccasione in partenza. Prese le misure, poi se la cava bene. A parte in qualche disimpegno arruffato...
CONTRASTI OK 3/3 LANCI 8 PASSAGGI OK 67/80

ISLA LASSO DI COPPA VIDAL OPACO, LLORENTE NO


In un ambiente caldissimo guadagna la qualificazione messa a repentaglio col secondo tempo di Torino. Deve dire grazie a Pirlo, sicuro, ma tutta la squadra dimostra di voler andare avanti. E dopo l1-0 merita senzaltro la soddisfazione: ha due chance per il 2-0

TIRI 4 PASSAGGI OK 31/34 RECUPERI 3

TIRI 3 PASSAGGI OK 65/72 RECUPERI 5

Rodriguez
Certo, il fallo che gli vale il secondo giallo regala a Pirlo una specie di rigore e alla Juve la supremazia numerica: voto in meno, quindi. Per Llorente se ne stava andando in porta e l un difensore deve entrare alla men peggio, c poco da discutere. In precedenza aveva giocato una partita impeccabile.
CONTRASTI OK 1/1 LANCI 3 PASSAGGI OK 8/21

6,5

Savic
Anche il marcatore mancino concede pochissimo alle iniziative di Tevez, gettando nella sfida ogni energia psicofisica. Specie nella prima parte, i bianconeri non riescono a rendersi pericolosi, lorganizzazione viola perfetta. Poi, sullo 0-1, qualche spazio si apre, fatalmente.
CONTRASTI OK 1/2 LANCI 6 PASSAGGI OK 47/58

Tomovic
In fase di contrasto ben poco gli si pu rimproverare, e quello il suo mestiere. Dopo di che bisogna pure sottolineare che nel finale controllato assai bene dalla Juve a lui che capita lunica possibilit di battere a rete nellarea affollata: ma non se la sente nemmeno di tentare.
CONTRASTI OK 0/0 LANCI 1 PASSAGGI OK 37/51

Aquilani
Stavolta ci mette temperamento, determinazione e una apprezzabile continuit. Soprattutto disciplina tattica: esegue le consegne. Certo, Pogba, che gli sta di fronte, una brutto cliente, ha una vitalit debordante e qualche momento di pura sofferenza lo devi mettere in conto.
TIRI 1 PASSAGGI OK 24/32 RECUPERI 5

Pizarro
Si accascia da solo in mezzo al campo, a inizio ripresa, per un problema muscolare. Fin l aveva sbagliato qualche appoggio ma nel complesso la sua regia era stata ordinata e preziosa per la manovra collettiva. Con la sua uscita si intuisce che la serata si sta colorando di bianconero.
TIRI 1 PASSAGGI OK 30/36 RECUPERI 9

Vargas
Oppone con tenacia la sua stazza fisica a Vidal, limitandone assai gli estri e le percussioni in area: una scelta indovinata dal tecnico viola. In fase di costruzione lo si vede assai meno, non gli capita nemmeno una mezza opportunit per azionare il suo micidiale sinistro dalla distanza.
TIRI 0 PASSAGGI OK 32/36 RECUPERI 6

Bonucci
La tenuta difensiva dei bianconeri quasi perfetta, la regia dellazzurro di conseguenza priva di sbavature. Pure lui viene sorpreso dalla prima azione della gara, inventata da Borja Valero, a poi sia in chiusura, sia in appoggio rischia e sbaglia pochissimo.
CONTRASTI OK 0 LANCI 12 PASSAGGI OK 58/68

6,5

Chiellini
C un suo rinvio imperfetto e pure sfortunato, su un pallone vagante, che regala a Ilicic la seconda palla gol del primo tempo a tinte viola. Ilicic spreca e tutta la Juventus tira un sospirone. Ecco, a parte questo episodio, la prestazione di eccellente livello. E alla fine fra i pi gasati.

Isla
Preferito a Lichtsteiner, sta diventando luomo di coppa. Felice per questa fiducia, il cileno se la merita con la consueta applicazione da operaio condita qua e l da qualche buon suggerimento per i compagni dellattacco. Piace la puntualit degli sganciamenti, esce stremato.
TIRI 0 PASSAGGI OK 28/35 RECUPERI 2

5,5
Vidal
Nel centrocampo bianconero quello che non riesce a brillare. Oppresso dalla fisicit di Vargas per lintero primo tempo, se ne sta sulle sue. Poi trova qualche spazio e sinfila con la sua abilit di assaltatore. Arriva due volte in piena area, ma sbaglia il colpo di testa. Il secondo a porta vuota.
TIRI 3 PASSAGGI OK 54/61 RECUPERI 7

6,5

Pogba
Bloccato Vidal tocca a lui il ruolo dei Navy Seals al di l delle linee viola. Incursioni che preoccupano tantissimo Aquilani e lintera retroguardia di Montella e che non raggiungono il bersaglio in un paio di occasioni per mancanza di buona sorte. La sua crescita coincide con quella generale.
TIRI 4 PASSAGGI OK 22/28 RECUPERI 8

Asamoah
Fa match pari con Cuadrado. Evita che il viola procuri grattacapi a Buffon e nel contempo non riesce a scavalcarlo per filare sulla fascia e mettere in mezzo. Rispetto a recenti uscite, insomma, rimane un tantino al di sotto dei buoni standard fatti registrare nella met campo avversaria.
TIRI 0 PASSAGGI OK 38/45 RECUPERI 4

CONTRASTI OK 0 LANCI 13 PASSAGGI OK 61/68

6 5,5
Ilicic
Anche a lui non si pu perdonare lerroraccio di mira che commette dal limite dellarea in seguito a un errato disimpegno di Chiellini. Ha la porta dinanzi, dista sedici metri, arriva in corsa... Macch, pallone in curva. Nel complesso bisogna dargli atto di un gran correre e di un impegno strenuo.
TIRI 2 DRIBBLING OK 0/1 SPONDE 2

Gomez
Eroe dellandata, ha subito lopportunit pi ghiotta per mettere ancor pi nei guai gli avversari. Sulla perfetta assistenza di Borja Valero il suo scatto lo porta a scavalcare la coppia CaceresBonucci ma poi sbaglia qualcosina nel controllo, si allarga e chiude con un sinistro largo. Sospirone di Buffon.
TIRI 2 DRIBBLING OK 1/1 SPONDE 1

Ambrosini
Entra al posto di Pizarro, si piazza nella sua stessa posizione di centromediano metodista. Ha altri piedi, ovvio, ma fa valere la sua sagacia tattica, smista il gioco con esperienza, non ha niente da farsi perdonare. A parte un controllo sbagliato allultimo minuto con Vargas messo meglio.
TIRI 0 PASSAGGI OK 15/18 RECUPERI 2

5,5
Matri
Rileva un ormai stanco Gomez (reduce da lunga inattivit, ricordiamolo) quando c ancora una mezzoretta da giocare e la Juve sta prendendo in mano le operazioni. Di conseguenza i compagni si ritraggono e le occasioni di entrare nel match sono rarissime. Sullo 0-1 si sbatte ma senza soddisfazioni.
TIRI 0 DRIBBLING OK 0 SPONDE 0

lallenatore Montella

7 7
Llorente
Non firma gol, ma procura la punizione decisiva con un abile controllo a scavalcare Rodriguez. Una mossa rapida e assai efficace verso la porta di Neto interrotta fallosamente. Poi, di testa, potrebbe iscrivere il suo nome nel tabellino dei marcatori, ma Neto con un gran balzo gli dice di no.
TIRI 2 DRIBBLING OK 0 SPONDE 4

Roncaglia
Perso capitan Rodriguez, il tecnico di casa decide che non il caso di lasciare la sua linea arretrata senza un difensore di ruolo e allora sacrifica Ilicic per questo elemento che negli ultimi tempi si rassegnato al ruolo di jolly. Ed bravo a farsi trovare pronto.

6,5

Tevez
Non gli capita loccasionissima da monetizzare per nel primo tempo lui il motore e il cuore dei tentativi bianconeri. E nella ripresa resta attivissimo spendendosi pure nel ruolo di gregario. Nel giro di campo conclusivo risulta fra i pi entusiasti, lEuropa gli piace da matti.
TIRI 4 DRIBBLING OK 2/3 SPONDE 0

Lichtsteiner
Tenuto a riposo in ossequio alle buone prestazioni di coppa fatte registrare da Isla, lo svizzero dattacco entra in campo quando c da difendere e magari incrementare il vantaggio appena conquistato da Pirlo. Beh, proprio una sua sgroppata pu dare il 2-0. bravissimo Neto.
CONTRASTI OK 0 LANCI 0 PASSAGGI OK 5/8

S.V.

lallenatore Conte

4
15

LA CIFRA

Osvaldo
Conte gli concede la passerella finale con la nemmeno tanto segreta speranza che possa andare a bersaglio. E in effetti al 90 litaloargentino si procura la cavalcata giusta, poi per invece di calciare a rete pennella sulla testa di Vidal un assist che non si dovrebbe sbagliare.
TIRI 0 DRIBBLING OK 1/1 SPONDE 1

CONTRASTI OK 0 LANCI 2 PASSAGGI OK 10/11

La mossa Cuadrado pu essere discussa. Per resta quel primo tempo di supremazia in mezzo al campo a testimoniare come non sia stato larretramento di un esterno dattacco a causare leliminazione. La Viola esce a testa altissima

Punta sui titolari anche per oggettive difficolt nellallestire un turnover. Ne ricava una qualificazione sofferta per la quale dovr ringraziare per anni Pirlo. Ma pure la tempra di una squadra che non molla e punta al trofeo con convinzione e buone chance

cross effettuati dalla Juventus rispetto ai soli 7 della Fiorentina. I bianconeri hanno sfruttato di pi le fasce, si vede anche dal 63% di giocate sulle corsie esterne rispetto al 59% dei viola

ARBITRO WEBB 7,5 Era una gara a rischio, bene ha fatto Collina ad affidarla allesperto inglese che lha tenuta in pugno grazie a una direzione puntuale, precisa, autoritaria. Mullarkey 6-Cann 6- Marriner 6 - Mason 6

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI


La partita ai raggi X

Il professor Pirlo e larte del lancio: 17 ok Borja Valero idee chiare: soltanto 3 errori
la Sfida
BORJA VALERO ANDREA PIRLO 29 ANNI 34 ANNI FIORENTINA JUVENTUS

ANDREA SCHIANCHI

4
19

LA MOSSA TATTICA
Passaggio CACERES ISLA Movimento BONUCCI PIRLO B. VALERO VARGAS TEVEZ PIZARRO ILICIC AQUILANI LLORENTE
RCS

C Andrea Pirlo, lass, inarrivabile, miglior regista del mondo per distacco e divino calciatore di punizioni. E poi, un gradino al di sotto, ci sono gli altri, sistemati in ordine sparso. Il senso della vittoria della Juve a Firenze tutto qui: se, quando ti fischiano un fallo al limite dellarea avversaria, sul pallone ci va Pirlo hai molte possibilit di portare casa il successo. Con un tiro a giro sopra la barriera o con un missile come quello che ha superato Neto: per lo juventino non ci sono differenze, la variet dei colpi infinita e i portieri vivono attimi di autentico terrore. E per capire che gran parte della differenza tra la squadra di Conte e quella di Montella sta proprio in questi particolari, sufficiente ricordare che in avvio di ripresa la Fiorentina ha avuto una punizione pi o meno sulla stessa mattonella di Pirlo. Sul pallone andato Borja Valero, mica uno qualunque, ma il tiro, molle come una mozzarella, finito in braccio a Buffon. Meno di venti minuti pi tardi il Professore (la maiuscola dobbligo) salito in cattedra e ha consegnato al pubblico una perla che vale molto di pi del prezzo del biglietto.
Quanto lavoro Certo, viene da sorridere se si pensa che nella primavera-estate del 2011 qualcuno giudic Pirlo ormai finito e lo lasci partire con destinazione Torino, sponda Juventus. Quella scelta ebbe un doppio effetto: indebol il Milan e rafforz la Juve, con i risultati che adesso sono davanti agli occhi di tutti. E viene da sorridere anche quando si ascoltano discorsi che sostengono limportanza dei giovani, devono giocare loro, mica i vecchietti, servono forze fresche al nostro calcio... Ecco, si sappia che Pirlo Andrea da Brescia, il prossimo 19 maggio di anni ne compir 35. Che significa? Che a calcio devono giocare quelli bravi, non quelli giovani: let, se hai le qualit di Pirlo o di Totti per fare un altro esempio, non pu essere una discriminante. Anche ieri sera, a Fi-

I NUMERI

CHIELLINI ASAMOAH

PALLONI TOCCATI

61
TIRI EFFETTUATI

88 2 1
Andrea Pirlo e Borja Valero si contendono il pallone

2
GOL REALIZZATI

0
LANCI RIUSCITI

2
PASSAGGI

17

31/34 65/72

renze, lo juventino ha macinato chilometri, ha dribblato, ha impostato, ha rubato palloni, ha lanciato e ha tirato in porta. Che cosa poteva fare di pi? Nulla. E gli anni non li ha proprio sentiti, n nella testa n nelle gambe. Rileggere i numeri della sua partita impressionante: 88 tocchi, 72 passaggi (solo 7 errori), 17 lanci, un cross, 3 occasioni create, 5 palloni recuperati e 12 persi (normale, visto che lui deputato alla costruzione della manovra). Inoltre, 2 dribbling riusciti e un fallo subito che si vanno a unire ai 2 tiri in porta (un gol). Dire che si trattato di una prestazione di sostanza forse poco, troppo poco. Pirlo ha dato sostanza, certo, ma anche forma al gioco della squadra.
Le consegne di Montella Nella Fiorentina il ruolo pi delicato era sulle spalle di Borja Valero. stato lui a pestare i piedi a Pirlo in fase di impostazione, stato lui a dettare i tempi del pressing e a cercare di organizzare le azioni dattacco. Lo spagnolo, vertice alto del rombo disegnato da Montella, ha toccato 61 palloni: 34 passaggi (solo 3 errori), 2 lanci, un cross, 2

gli anni dalla ultima presenza della Juventus nei quarti di Coppa Uefa/Europa League; in quella edizione del 1994-95 i bianconeri arrivarono sino alle finali, finendo poi battuti dal Parma (0-1 a Parma, 1-1 a Torino).

GOMEZ

i precedenti europei tra Juve e Fiorentina con i bianconeri imbattuti; le due squadre si erano incontrate nelle finali di Uefa 1989-90: nellandata a Torino 3-1 per la Juve, il ritorno sul neutro di Avellino fin 0-0.

sponde, 4 occasioni create, 4 dribbling, 3 recuperi e 2 tiri verso la porta. Non si pu dire che Borja Valero non abbia fatto sentire il suo peso. Anzi: se non ci fosse stato lui, probabilmente la Viola non sarebbe riuscita a restare aggrappata alla Juve fino al gol decisivo di Pirlo. La Fiorentina risultata meno precisa del solito negli appoggi (78 per cento di passaggi riusciti contro l85 per cento dei bianconeri) e ci ha penalizzato non poco la fluidit e la velocit della manovra. Alla fine i ragazzi di Montella hanno messo insieme 411 passaggi, mentre sono stati 532 quelli degli juventini, padroni assoluti del campo soprattutto dopo lespulsione di Gonzalo Rodriguez. Il problema della Fiorentina stato quello di non aver innescato con il giusto tempismo gli uomini dattacco. Impressione confermata dai numeri: soltanto 20 i tocchi di Mario Gomez, Ilicic si fermato a quota 28 e Matri ne ha effettuati 7 nei 26 minuti in cui rimasto in campo. Troppo poco, una miseria, soprattutto se di fronte hai un fenomeno che si chiama Pirlo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI


IL TABELLONE
OTTAVI *in neretto le qualificate
A R

LE ALTRE GARE IL SIVIGLIA VINCE IL DERBY E PASSA AI RIGORI


QUARTI
Oggi sorteggio Andata 3 aprile Ritorno 10 aprile

SEMIFINALI
(sorteggio 11/4) Andata 24 aprile Ritorno 1 maggio
A R

OTTAVI
0 0 3 1 1 2 0 2 0 2 4

Basilea, dal caos ultr alla rimonta col Salisburgo


A Salisburgo 15 di caos: nel primo tempo i tifosi del Basilea hanno dato vita a un fitto lancio di oggetti contro i giocatori, larbitro ha fatto rientrare tutti negli spogliatoi in attesa di poter riprendere in sicurezza. Nella ripresa poi gli svizzeri hanno rimontato e vinto. Il Siviglia ha vinto 0-2 il derby di ritorno col Betis. Ai rigori gli uomini di casa accarezzano la vittoria, poi sbagliano con Cedric e Nono: passano i biancorossi.
ANZHI-AZ 0-0 BENFICA-TOTTENHAM 2-2 Garay (B) al 34 p.t.; Chadli (T) al 33 e al 34, Lima (B) su rig. al 49 s.t. VIKTORIA PLZEN-LIONE 2-1 Gomis (L) al 47 p.t.; Kolar (VP) al 15, Tecl (VP) al 17 s.t. VALENCIA-LUDOGORETS 1-0 Paco Alcacer al 14 s.t. BETIS-SIVIGLIA 0-2 al 90; 3-4 d.c.r. Reyes al 20 p.t.; Bacca al 30 s.t. SALISBURGO-BASILEA 1-2 Soriano (S) al 22 p.t.; Streller (B) al 6. Sauro (B) al 15 s.t.

Tottenham (Ing) Benfica (Por) JUVENTUS FIORENTINA Lione (Fra) V. Plzen (R.Cec) AZ Alkmaar (Ola) Anzhi (Rus)

1 2 3 2 1 1 1 0 4 1 1 2 1 0 0 0

Ludogorets (Bul) Valencia (Spa) Porto (Por) NAPOLI d.c.r. Siviglia (Spa) Betis (Spa) Basilea (Svi) Salisburgo (Aut)
GDS

2 0 3

FINALE
14 maggio

allo Juventus Stadium di Torino

0 2 0 1

Dalla pace ai soliti veleni


Disgelo a pranzo tra Agnelli e Della Valle Tutto chiarito
La.d. Marotta: Accoglienza ottima. I rapporti sportivi tra le due societ sono idilliaci. Il clima stato cordiale
ospiti era invece quella composta dalla.d. Marotta e dal presidente juventino Andrea Agnelli, arrivati qualche minuto dopo il terzetto di casa. Alle 13 e 25 il pranzo poteva iniziare con una serie di portate: pasto a base di carne, ma non fiorentina specifica uno dei presenti. Portate evidentemente numerose, se il gruppo si sciolto solo dopo un paio dore, o qualcosa di meno. I primi a ripartire (in silenzio) sono stati gli ospiti bianconeri. Qualche minuto dopo, erano le 15 e 20, ecco lauto con Andrea Della Valle.
Accoglienza La delegazione

Cori sullHeysel E Lichtsteiner litiga con i tifosi della Fiorentina


Giallo su un gesto dellombrello da parte dello juventino: No, li ho solo mandati a casa: avevano insultato la mia famiglia

juventina racconter poi, con la voce di Marotta, le sensazioni (positive) del briefing: In realt un pranzo che avviene prima di ogni competizione ufficiale, ed offerto dalla squadra ospitante. Laccoglienza stata ottima e si creato un clima di cordialit con la Fiorentina. I rapporti sportivi sono assolutamente idilliaci. Si parlato di calcio in generale, dei due club, non dei chiarimenti veri e propri.
Cordialit Clima sereno, anche al di l delle virgolette ufficiali. Filtra il resoconto di un pranzo armonioso, leggero e divertente. Mischiando Andrea Della Valle e Marotta (Ci sono stati dei chiarimenti, i rapporti sportivi sono idilliaci) vien fuori la sintesi perfetta. Alleate in Lega, Fiorentina e Juve possono ora aver superato certi recenti screzi di mercato, o certe recenti battute. Chiaro poi che la polemica imprenditoriale resti: al tavolo mancavano Diego Della Valle, arrivato solo in serata, e John Elkann, autori di reciproci missili verbali. Ma, dopo la lunga polemica a distanza tra i club, questo stato il pranzo del possibile disgelo. Un pranzo di pace, o almeno un primo passo: un antipasto di cordialit, in attesa del resto. Che non arriver dai tifosi: ieri altri cori beceri su Heysel ed ebrei, cordialit ed educazione qui sono agli antipodi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

apparso in campo prima del via a ricambiare il saluto del tifo. La gente gridava il suo nome e lo salutava con un affetto concreto. Sembrava tutto perfetto: i tifosi bianconeri intonano un ironico Salta con noi Giuseppe Rossi: Pepito non solo viola, il talento che tutti aspettano in azzurro. Ma la vera manifestazione di idiozia cera stata prima della sfilata del campione sfortunato. Il coro Amo Liverpool, quello che allude alla tragedia dellHeysel, cantato da gran parte della curva Fiesole. Dalla solita zona un altro coro becero alludeva al passato dramma personale del bianconero Pessotto. Ritornelli di stupidit. Poi anche gli ospiti hanno voluto alzare il livello di incivilt: rieccoci con gli insulti antisemiti.
Caso Lichtsteiner Sembrava tutto perfetto, anche alla fine. La curva viola omaggiava gli sconfitti con grandi applausi: bello, insolito. Sembrava tutto perfetto ma non lo era, e nel finale si scopre linganno: la Juve festeggia con i tifosi sistemati nel settore ospiti, poi la squadra esce, sfila tra i fischi, e succede che alcuni giocatori bianconeri applaudano (ironicamente?) il pubblico fiorentino. Poi ecco Lichtsteiner: braccia aperte, i due indici puntati verso la Curva Fiesole, e la mano che dondola, nel gesto di andate a casa. Evitabile la provocazione, orribile la reazione, partita da parte della curva ma sempre ben udibile: ritorna il coro sullHeysel, quello che chiama direttamente in causa i 39 morti di Bruxelles. Lesterno spiegher: Non ho fatto alcun gesto dellombrello, ho solo fatto il segno di andare a casa. Ho passato tutto il riscaldamento a sentire insulti a me e a mia madre, alla mia famiglia. Quando finita, ripeto, ho fatto il gesto di andare a casa. Questo per la precisione, sono uno svizzero io. La Juventus aveva parlato anche di tifosi che, nel riscaldamento, gli avevano augurato di morire. Sembrava, ma non lo era, tutto perfetto.
a.g.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il pranzo della pace I vertici di Fiorentina e Juve ieri a


Villa Cora, a Firenze, per il banchetto Uefa. Da sinistra, nei cerchi, ecco Andrea Della Valle, Beppe Marotta e Andrea Agnelli ANSA

Ironia e insulti Un supporter viola con la parrucca


e una maschera di Antonio Conte. Ma a parte lironia, non sono mancati cori deplorevoli e beceri da parte delle due tifoserie ANSA

DAL NOSTRO INVIATO

ALESSANDRA GOZZINI FIRENZE

Un pranzo in veranda, a bordo piscina, sulla strada che sale verso piazzale Michelangelo, e con il sole a illuminare le portate. Latmosfera aiutava, i commensali hanno fatto il resto: Ci sono stati dei chiarimenti, il destino ha voluto che ci trovassimo e lincontro stato cordiale ed educato. La sin-

tesi del banchetto stata fatta da Andrea Della Valle, presidente viola, al momento di lasciare la lussuosa sede dellincontro, abbassando il finestrino dellauto assediata dai cronisti. Andrea Della Valle, con la.d. viola Mencucci, era stato il primo ad arrivare a Villa Cora, il Grand Hotel a cinque stelle scelto come base esclusiva dellappuntamento. Ad allargare la comitiva fiorentina cera anche il d.s. Prad; la coppia di

DAL NOSTRO INVIATO

FIRENZE

Era tutto perfetto: lEuropa guardava uno stadio colorato, coperto dalle bandierine bianche, rosse e viola, sul prato due squadre coraggiose e un arbitro rispettatissimo. Era stato tutto perfetto: a questincrocio ci si era avvicinati con il pranzo della pace tra Andrea Della Valle e Andrea Agnelli, colleghi

presidenti. LEuropa guardava, e ascoltava. Grande sostegno ai viola, grandi fischi ad Agnelli e agli altri dirigenti juventini scesi in campo per seguire il riscaldamento del gruppo: visto quello che poi si dovr raccontare, niente di che. Fischi (e qualche insulto) al rivale che incute timore.
Liverpool Era, o forse sembrava, tutto perfetto: Pepito era arrivato fin qui da New York, poi

IL CAMPIONE CONTENTO DI ESSERE TORNATO, HA DETTO ALLAEROPORTO. IERI SERA ERA ALLO STADIO

Rossi accelera: ieri a Firenze, a maggio in campo


Pepito proseguir qui la sua terapia: dovrebbe farcela per la finale di Coppa Italia
DAL NOSTRO INVIATO

FIRENZE

In anticipo su tutto, sulla tabella di recupero e pure sullatterraggio. Riecco Pepito Rossi, riecco il campione sfortunato a Firenze: Pepito proseguir qui il lavoro che presto lo rimetter in gruppo. Dieci giorni di corsa sul campo

Giuseppe Rossi, 27 anni LAPRESSE

(Pepito ha gi corso sul tapis roulant, non sul prato) poi sar fatto un nuovo punto della situazione. Ma Rossi in anticipo, lo ha confermato il professor Steadman, il luminare che lo ha visitato e che venerd scorso ha dato il via libera alla nuova fase del recupero, quella che porter al rientro in squadra, fissato realisticamente per la finale di Coppa Italia del 3 maggio. Cos Pepito potuto rientrare a Firenze con qualche giorno danticipo, e ha scelto di esserci nella notte della Grande Sfida. atterrato nel primo pomeriggio allo scalo fiorentino di Peretola: volo partito da New York con scalo a Zurigo, atterraggio previsto a Firenze per le 14.05, e aereo che tocca terra alle 13.57.

4
I NUMERI
I gol segnati da Rossi in campionato prima di farsi male col Livorno il 5 gennaio

14

Felice Pepito, tenuta sportiva, raccoglie i bagagli, non perde mai di vista la fidanzata Jenna (in camicia di jeans e occhiali scuri, sempre molto discreta) e il fisioterapista Luke Bongiorno. Ad accoglierlo il manager-amico Andrea Pastorello e una schiera di cronisti, a cui Rossi consegna poche ma significative parole: Sono molto felice di essere tornato a Firenze. Sto benissimo. Pepito mancava da gennaio: nella serata che precedeva lEpifania fin k.o. contro il Livorno, crac al ginocchio gi infortunato. Sono passati due mesi e Pepito (in anticipo) di nuovo qui, coltivando speranze mondiali.
a.g.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI

Conte, eurofebbre e calcio alle critiche Vidal salta i quarti


Tecnico in silenzio non solo per linfluenza: non ha gradito gli appunti al turnover. E Pogba: Vendicato il 4-2...
DAL NOSTRO INVIATO

G.B. OLIVERO FIRENZE

Antonio Conte 44 anni


LAPRESSE

La febbre del gioved sera non sar affascinante come quella del sabato, ma comunque un film di sicuro successo. Al fischio finale Antonio Conte salta e balla come John Travolta, il sottofondo musicale organizzato dai tifosi della Juve che festeggiano la qualificazione. Poi il tecnico corre negli spogliatoi, si complimenta con la squadra e sale veloce sul pullman. Ha la febbre e non parla, chiedendo scusa ai giornalisti attraverso lufficio stampa. Un certo malessere, comunque, Conte lo covava da qualche giorno. Il tecnico della Juve aveva ritenuto ingiuste le critiche ricevute dopo landata e pi in generale gli appunti sulla gestione del turnover: alcune piccate risposte nella conferenza della vigilia lavevano evidenziato. La vittoria di Firenze per lui stata una grande soddisfazione anche perch ha ottenuto il risultato sperato senza piegarsi ai ragionamenti di chi considera obbligatorio provare a vincere lEuropa League per una squadra che ha un ampio vantaggio in campionato.
Mentalit Al posto di Conte ha parlato Angelo Alessio, protagonista da giocatore nella finale di Coppa Uefa Juve-Fiorentina del 1990: Mi porta bene la formazione viola. Scherzi a parte, facciamo i complimenti ai nostri avversari ma la qualificazione meritata. Allandata avevamo

costruito molto pi di loro e qui abbiamo gestito bene la gara concedendo qualcosa solo allinizio. La Juve temeva Cuadrado, che per rimasto molto basso: Il colombiano ha spinto poco - osserva Asamoah, che se lo trovava di fronte sulla fascia - e questo per noi stato un vantaggio. Nella ripresa io e Isla abbiamo attaccato di pi. Bonucci applaude la prestazione e la mentalit della Juve: Il gol di Pirlo stato il coronamento di unottima prestazione. Abbiamo sbagliato qualche gol, ma siamo stati bravi a tenere alta la concentrazione. Siamo una grande squadra e vogliamo vincere lEuropa League.
Paura di nessuno Arturo Vidal lascia lo stadio gustandosi un gelato: Pi buono dei due gol che mi sono mangiato... Peccato... Ma contava solo vincere e ci siamo riusciti. Pirlo un campione, il migliore con cui ho giocato. Sar squalificato allandata dei quarti, mi riposer e mi allener per essere al 100% al ritorno e nei turni seguenti. Paul Pogba si gode la serata: Ci siamo ricordati il 4-2 del campionato e abbiamo giocato diversamente: ci abbiamo messo voglia, cattiveria, motivazione. Nello spogliatoio adesso siamo contenti, c molta gioia. Io cercher di imparare a calciare come Pirlo: ha un piede doro. Oggi c il sorteggio, Paul non se ne preoccupa: Non importa chi troveremo, non c una squadra che vorrei evitare. Noi facciamo il nostro calcio e non abbiamo paura di nessuno: siamo la Juve.

QUI VIOLA
Vincenzo Montella, 39 anni LAPRESSE

QUI JUVE

Fuori con dignit La differenza lha fatta un tiro...


Diego Della Valle: Prima o poi alzeremo un trofeo Montella: In 11 non abbiamo concesso quasi nulla
GIOVANNI SARDELLI FIRENZE

Dignit. Il concetto ripetuto dai vertici viola spiega i mille sentimenti che albergano nel post eliminazione. La Viola saluta lEuropa, certa di ritornarci. Via campionato o tramite Coppa Italia, con la finale contro il Napoli. La squadra ha giocato molto bene, ha avuto dignit e forza spiega Diego Della Valle : la differenza lha fatta un tiro. Dobbiamo fare i complimenti a questa Fiorentina. Se ci rifaremo in Coppa Italia? Prima o poi toccher anche a noi un alzare un trofeo. Il pensiero del fratello Andrea, patron viola, molto simile. E riassumibile con lo chapeau con cui ha salutato la sua squadra.
Delusione e ripartenze La punizione di Pirlo ha scosso gli animi, oltre che decretare la caduta dei viola. La delusione c, e nel primo tempo potevamo andare sul 2-0 contro una delle squadre pi forti dEuropa spiega Andrea Della Valle . Abbiamo perso per un episodio di un fuoriclasse che si chiama Pirlo. Dopo la punizione e lespulsione non c stata pi partita. Peccato, meritavamo anche noi di passare il turno. Rialzarsi pu sembrare complicato. Ma non deve esserlo. Tra due giorni c lultima possibilit di trovare nuovi spiragli nella lotta per il

terzo posto. La trasferta di Napoli. La testa deve essere gi l prosegue il patron. Prima di coccolare i due campioni dalle ginocchia fragili. Mario Gomez non ancora al 100%, ma in ogni gara fa qualcosa in pi. Giuseppe Rossi lho visto bene, sono fiducioso sul fatto di vederlo in campo per il finale di campionato.
Orgoglio Nessun rimpianto. Nessun rimorso. Montella va oltre il risultato e prova ad analizzare la prestazione: Abbiamo avuto tante occasioni, concedendo poco alla Juve fin quando siamo stati in undici contro undici. Sono molto orgoglioso dei miei giocatori. Ed altrettanto orgoglioso dellapplauso che il pubblico di Firenze ci ha tributato nonostante la sconfitta. Deciso nellallontanare il concetto di delusione dal suo dopo gara. Non lo sono. Davvero. C semmai un po di amarezza perch, soprattutto per quanto visto nel primo tempo, potevamo meritare di pi. Contro uno dei club pi forti in circolazione. Mi porto dietro la prestazione. Anche Borja Valero si allinea al suo allenatore: Abbiamo fatto un bel percorso in questa competizione. Peccato. Anche perch ad inizio gara siamo stati pericolosi e potevamo davvero segnare. Proveremo a vincere la Coppa Italia: e ad arrivare terzi in campionato, sapendo che sar molto dura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI


Il gol di Ricardo Quaresma, 30 anni, per il 2-1 Porto: la rete che abbatte il Napoli FOTOPRESS

21 PRIMO TEMPO Pandev scatena lentusiasmo: 1-0 Higuain con uno splendido assist mette Pandev davanti al portiere: tocco sotto del macedone e Napoli avanti ANSA

25 SECONDO TEMPO Ghilas gela il San Paolo: 1-1 Il Porto pareggia a met ripresa: Ghilas, appena entrato, sorprende la difesa del Napoli e fulmina Reina REUTERS

Quaresma di digiuno
Il Napoli fuori, super gol del Trivela
Pandev illude, il Porto rimonta con il suo ex interista e gela il San Paolo. Inutile il pareggio di Zapata
DAL NOSTRO INVIATO

LUCA CALAMAI NAPOLI

Un pugno in faccia. Il Napoli esce dallEuropa League punito da un 2 a 2 che chiude il suo viaggio in Coppa. Nel tabellino dei marcatori finisce anche Ricardo Quaresma, luomo della trivela, oggetto misterioso della gestione Mourinho allInter. Lattaccante portoghese inventa una magia fuori dal suo repertorio classico. Un siluro da fuori area che fulmina Reina. Un eurogol che chiude la sfida. Brutto colpo per la squadra di Rafa Benitez. E brutte notizie anche per il calcio italiano che rischia di vedersi superare dal Portogallo nella classifica Uefa visto che oltre al Porto andato avanti pure il Benfica.
Colpe e Benitez E uneliminazione strana, non facile da spiegare. La grande colpa del

Napoli stata quella di non finalizzare le cinque-sei limpide occasioni da gol che riuscito a creare nella prima ora di gioco. Nonostante una supremazia schiacciante, Higuain e compagni hanno depositato in rete solo il delizioso tocco di Pandev (su perfetto assist di Higuain) al 21 del primo tempo. Poi una raffica di opportunit bruciate. Un tiro al bersaglio che ha visto protagonisti sfortunati e imprecisi Insigne, Mertens, Henrique, Higuain. A livello internazionale non puoi regalare cos tanto. In pi Benitez non stato pronto a rispondere ai due cambi di inizio ripresa operati da Castro. Il nuovo entrato Ghilas ha realizzato il gol dell1 a 1 raccogliendo un invito fantastico di Ricardo (uno da prendere subito) e Quaresma ha piazzato la sua conclusione vincente raccogliendo linvito di Josu, pure lui inserito in corso dopera. Rafa for-

se poteva rispondere meglio alle mosse del suo collega? La rete nel recupero di Zapata permette al Napoli di salvare almeno la faccia.
Ora il campionato E ora i partenopei devono tuffarsi nel campionato. Lo scudetto andato. Ma il secondo posto resta, comunque, un obiettivo importante. Domenica nel tardo pomeriggio al San Paolo scender la Fiorentina, eliminata due ore prima dalla Juventus. Una sfida tra deluse di Coppa. Higuain e compagni non possono permettersi altri passi falsi. La partita E dire che il Napoli era partito a cento allora. Ordinato, aggressivo, caricato a pallettoni. Behrami e Inler trovano spesso sbocchi importanti sulla corsia di destra grazie alle continue incursioni di Henrique. La prima palla gol capita proprio sul destro del

brasiliano che per chiude con un diagonale a lato. Linerzia della gara tutta a favore dei padroni di casa spinti dai 54 mila del San Paolo. El Pipita sfiora il gol con una conclusione al volo che non inquadra di poco la porta di Fabiano. Poi al 21 consegna un assist al bacio per Pandev. Tocco morbido ed 1 a 1. Pandev festeggia urlando di gioia

Troppe occasioni sprecate nel primo tempo: l1-1 di Ghilas nato da un errore in difesa Ora resta il campionato: domenica la sfida tra deluse con la Fiorentina

in faccia al bomber argentino: tuo, tuo. In effetti la palla del Pipita era solo da spingere in rete. Il Napoli non molla la presa. E al 31 Fabiano compie un mezzo miracolo per respingere una ribattuta da pochi passi di Mertens. Il copione della partita non cambia in avvio di ripresa. C sempre e solo tanto Napoli. Il problema che la squadra di Rafa non ha la giusta cattiveria in zona gol. Insigne conclude male in corsa solo davanti a Fabiano. Al 14 Higuain a inventarsi un gran numero in area: controllo da manuale del calcio, dribbling su Mangala e conclusione a botta sicura. Il portiere del Porto salva con un vero miracolo. Troppi errori. Nel calcio chi sbaglia paga. Al 25 la squadra di Castro pareggia. Dopo un fallo cattivo di Behrami su Martinez (lo svizzero sar poi ammonito) la palla arriva a Fernando che di esterno

trova il nuovo entrato Ghilas in un corridoio perfetto. Controllo e diagonale vincente. Con chiare responsabilit della difesa partenopea. Il Napoli resta scosso qualche minuto. Un black-out fatale. Defour in unazione di rimessa centra il palo esterno e al 35 Quaresma fa scendere il gelo sul San Paolo. Benitez, che aveva inserito in avvio di ripresa Hamsik, lancia nella mischia anche Callejon e Zapata. Ma ormai troppo tardi. La qualificazione proprio andata. In pieno recupero Zapata appoggia in rete un assist di Callejon. E per un attimo i 54 mila del San Paolo tornano ad applaudire. Ma non c altro da raccontare se non la delusione stampata sui volti di Benitez e dei giocatori partenopei. Dovevamo essere la nazione guida di questa Europa League. Ora restiamo aggrappati alla sola Juventus.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LAMAREZZA LARGENTINO RINGRAZIA IL PUBBLICO DEL SAN PAOLO PER GLI APPLAUSI

Higuain non si d pace: Meritavamo di passare noi


Non siamo stati fortunati, come in Champions Insigne: Se in Portogallo...
GIANLUCA MONTI NAPOLI

Stavolta niente lacrime, ma comunque tanta amarezza per Gonzalo Higuain. Allargentino mancata la stoccata decisiva. Eppure, proprio lui aveva trascinato il Napoli prima in Champions e poi agli ottavi di Europa League. Fino a ieri, in casa nelle gare europee aveva segnato 5 reti in 4 partite. Sul suo piede sinistro ha avuto loccasione per il 2-0. Higuain non si sottratto a taccuini e microfoni. Ci ha messo la faccia: Meritavamo di passare il turno, abbiamo avuto tante occasioni e fatto una buona par-

tita. Non siamo stati fortunati, come del resto era gi accaduto nel girone di Champions, dal quale siamo usciti facendo addirittura 12 punti. Il pubblico del San Paolo ha fatto la sua parte: ha spinto la squadra, lha trascinata e non ha mollato. Gli azzurri avrebbero voluto regalare lennesima notte magica ai loro tifosi. Non ci sono riusciti, ma hanno ricevuto una standing ovation per limpegno profuso: Gli applausi della gente sono un bel segnale dice Higuain , adesso proveremo a rifarci in campionato. Dobbiamo guardare avanti perch la nostra stagione non finisce qui, abbiamo il secondo posto da inseguire e la finale di Coppa Italia da giocare.
Impresa vicina Nella storia il Napoli aveva rimontato soltanto tre volte su undici dopo una sconfitta esterna. Limpresa sembrava vicina visto il gol di Pandev in avvio, invece il raddoppio non mai arrivato. Anche Insigne ha avuto sul-

4
IL NUMERO
pari interno questanno per il Napoli in Europa: aveva vinto le tre gare in Champions (Dortmund, Marsiglia e Arsenal) e con lo Swansea nei sedicesimi

la testa una chance importante: E un dispiacere uscire in questo modo, abbiamo mancato almeno un paio di volte la rete della tranquillit. Ho rivisto la mia occasione, purtroppo Fabiano ha fatto diverse belle parate. Dovevamo essere pi cattivi sotto porta. Lucida e onesta lanalisi di Insigne: Forse allandata avremmo potuto fare di pi. Se in Portogallo avessimo giocato come abbiamo fatto in casa non sarebbe finita 1-0 per loro e saremmo passati noi
Opzione Fernando Lassist del primo gol portoghese porta la firma di Fernando, vecchio e nuovo obiettivo di mercato del Napoli. Fernando? Non una particolare opportunit, per fortuna i giocatori si possono seguire anche tramite lo scouting e non solo quando ci giochi contro dice il d.s. Bigon . Cosa succeder a Fernando non lo so, per ora al Porto e sta facendo la sua parte. Ieri sera lo si visto, purtroppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gonzalo Higuain, 26 anni AFP

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

NAPOLI

PORTO

4
NUOVE DATE IN A
Anticipi e posticipi di Serie A 13a e 14a giornata di ritorno per effetto dei risultati di Europa League 13 di ritorno Sabato 5 aprile ore 18: ChievoVerona; ore 20.45 InterBologna. Domenica 6 aprile ore 12.30: Lazio-Samp; ore 20.45 GenoaMilan. Luned 7 aprile: ore 20.45 Juve-Livorno 14 di ritorno Sabato 12 aprile ore 18: SassuoloCagliari; ore 20.45 RomaAtalanta. Domenica 13 aprile ore 12.30: Bologna-Parma, ore 20.45 MilanCatania. Luned 14 aprile ore 20.45 Udinese-Juve
a a

(4-2-3-1)
25 Reina; 4 Henrique, 21 Fernandez, 33 Albiol, 31 Ghoulam; 85 Behrami, 88 Inler; 14 Mertens (dal 38 s.t. 7 Callejon), 19 Pandev (dal 23 s.t. 17 Hamsik), 24 Insigne; 9 Higuain (dal 34 s.t. 91 Zapata). PANCHINA 15 Colombo, 2 Reveillere, 5 Britos, 20 Dzemaili. ALLENATORE Benitez. CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Henrique e Behrami per gioco scorretto.

(4-1-4-1)
24 Fabiano, 2 Danilo, 13 Reyes, 22 Mangala, 21 Ricardo; 25 Fernando; 17 Varela (dal 18 s.t. 11 Ghilas), 20 Carlos Eduardo (dal 17 s.t. 8 Josu), 35 Defour, 7 Quaresma (dal 35 s.t. 19 Lica); 9 Jackson Martinez. PANCHINA 41 Kadu, 10 Quintero, 16 Herrera, 46 Ag. ALLENATORE Castro. CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Fernando per gioco scorretto.

MARCATORI Pandev (N) al 21 p.t.; Ghilas (P) al 25, Quaresma (P) al 31, Zapata (N) al 48 s.t. ARBITRO Atkinson (Inghilterra). NOTE paganti 54.145, incasso di 755.946 euro. Angoli: 11-1. In fuorigioco 4-1. Recuperi: p.t. 1, s.t. 4.

POSSESSO PALLA NAPOLI 43,6% TIRI IN PORTA PORTO 56,4%

TOTALE PASSAGGI NAPOLI 368 TIRI FUORI PORTO 509

Il sovrano di coppa buttato gi dal trono Ma il bilancio ok


Si arrende luomo delle euro-rimonte e dei cinque trionfi internazionali con quattro club: Mancata la cattiveria K.o. ingiusto, per siamo terzi in A e in finale di Coppa Italia
DAL NOSTRO INVIATO

Falli commessi
Napoli

10 11

Passaggi riusciti 85,5% 76,9%

IIIIIIIIIIIIII
NAPOLI 14

III IIIIIIII
PORTO 3 NAPOLI 8

III
PORTO 3

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 1-0 14 Colpo di testa di Mertens che libera in area Henrique: la conclusione in diagonale termina di poco al lato. GOL! 21 Bella ripartenza del Napoli, Pandev serve Higuain che restituisce il pallone al compagno libero in area. Tocco elegante e palla in rete. 35 Grande deviazione in uscita di Fabiano su conclusione ravvicinata di Mertens.

SECONDO TEMPO 6 Colpo di testa di Insigne respinto da Fabiano. 14 Gran controllo in area di Higuain che salta un avversario e batte a colpo sicuro: grande respinta del portiere del Porto. GOL! 25 Lancio in verticale perfetto di Fernando per il nuovo entrato Ghilas che piazza il sinistro vincente. GOL! 31 Quaresma riceve palla al limite dellarea, salta tre uomini e fulmina Reina con una conclusione imparabile. GOL! 48 Incursione e cross di Callejon: Zapata in spaccata corregge in rete.

ALESSIO DURSO NAPOLI

31 33 25 21

24

88 19 9 85 14 4

35 7 9

17

2 13 24 22

25 20 21

A pochi metri dalla vetta, quando ormai la montagna Porto sembrava alla portata, gli azzurri non riescono a schivare gli ultimi macigni rotolati gi allimprovviso: Ghilas e Quaresma in gol e il sogno europeo di Rafa Benitez, esperto in rimonte e gi con 10 titoli in bacheca, va in dissolvenza sul pi bello. Un calice amaro da bere fino in fondo, come quello bevuto in Champions League, persa per differenza reti.
Re di Coppe Due notti accomunate dallo stesso epilogo. A dicembre contro lArsenal, ieri sera con il Porto: la strategia dattacco dello spagnolo alla fine non ha pagato. Nonostante il bel gioco innegabile e le tante nitide occasioni da rete create dai suoi tenori. Il Re di Coppe deve fermarsi agli ottavi: la difesa dellultimo titolo conquistato col Chelsea saltata sotto i colpi impietosi dei portoghesi, costretti sul fondo della scena per gran parte del match. Ma almeno ai suoi ragazzi resta lesperienza da cui ripartire nella prossima stagione: quella mentalit dattacco, quella strategia del 4-23-1 da svolgere sul campo, senza fretta e senza pausa, per dirla con le sue parole, con cui si pu tornare a vincere. A rivivere notti magiche. Prima volta Questanno Rafa aveva fatto del fattore campo un valore aggiunto: sia in Coppa Italia che in Europa gli azzurri avevano sempre vinto al San Paolo, contro Borussia Dortmund, Marsiglia, Arse-

Napoli

Contrasti vinti 73% 70%

Napoli

BARICENTRO MOLTO ALTO 59,4 metri

BARICENTRO MOLTO BASSO 45,9 metri

Rafa Benitez, 53 anni, lanno scorso ha vinto lEuropa League col Chelsea ANSA

la Moviola
DI ALEX FROSIO

Tre gol su quattro sul filo Ma i guardalinee vedono bene


Linglese Atkinson non Webb (e lo dimostra quando non facendo rispettare la distanza su una punizione dal limite dellarea per il Napoli nel primo tempo) ma fa comunque il proprio dovere con personalit, aiutato anche dalla buona serata dei due guardalinee, che praticamente non ne sbagliano una. A partire dal primo gol del Napoli: la strepitosa intuizione di Higuain trova Pandev in posizione regolare perch c Ricardo a tenerlo in gioco. Tutto buono anche sul gol dell1-1 del Porto: filtrante centrale di Fernando per Ghilas che in linea con Fernandez. Nelloccasione, finezza di Atkinson, che d il vantaggio su una brutta entrata di Behrami su Martinez e poi a fine azione, che porta al gol, va ad ammonire giustamente lo svizzero del Napoli. Se lera cavata invece nel primo tempo Quaresma, non ammonito nonostante una brutta entrata con il piede a martello su Mertens. Nel finale, altra buona (non) chiamata del guardalinee sul gol del 2-2: Callejon tenuto in gioco da Reyes e sul suo cross Zapata dietro la linea del pallone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

nal, Atalanta, Lazio, Roma e Swansea. Ieri la prima nota stonata (e ieri la prima volta in cui non ha segnato in Europa nemmeno Higuain). Per uno come Benitez, esperto in rimonte e con 5 trofei europei conquistati (Champions e Supercoppa col Liverpool, Europa League con Valencia e Chelsea, Mondiale con lInter), un brutto colpo da incassare. Un progetto che si ridimensiona, ma su cui il patron Aurelio De Laurentiis continua a ragione a nutrire speranze.
Amarezza E alla fine il tecnico racconter la sua serata, vissuta in unaltalena di emozioni: Abbiamo giocato una grande partita, spettacolare, avremmo meritato di passare il turno, per questa era una gara in qualche modo segnata. Non siamo riusciti a concretizzare le tante palle gol create. Subto il gol, abbiamo avuto uno sbandamento fatale. Le

scelte? Ho deciso di inserire fin dallinizio Pandev, che un giocatore di grande qualit. Il bilancio della stagione? Non giusto dire che siamo fuori dallEuropa. Questo il primo anno, siamo usciti facendo 12 punti in Champions, mentre in campionato Juventus e Roma stanno facendo cose eccezionali. Questa squadra ha giocato finora 42 gare, io sono orgoglioso di questa rosa. Se avessimo venti giocatori come quelli del Bayern, sarebbe pi facile giocare anche tante partite tutte allo stesso livello. Sono contento di quello che abbiamo espresso: siamo in finale di Coppa Italia e terzi in campionato, non meritavamo di uscire cos. Credo che tutti abbiano visto un Napoli di livello europeo: il risultato conta, ma i ragazzi ci sono andati vicino e hanno giocato una grande partita. Usciamo a testa alta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

30 13
Napoli

Cross effettuati
Porto

Palle perse

160 135
Napoli Porto

Palle recuperate 58 61

Napoli

numeri& STATISTICHE
Porto Porto Porto Porto

il personaggio RAFA BENITEZ

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI


le Pagelle
DI MIMMO MALFITANO

GUAI PER LEX AZZURRO

NAPOLI

6,5 h Pandev il migliore


la novit che non ti aspetti, Benitez lo schiera titolare e lui realizza il gol della speranza. stato il pi attivo tra gli attaccanti ed stato pericoloso anche con un colpo di testa che Fabiano ha bloccato sulla linea di porta.

PORTO 6,5

MALE INSIGNE BEHRAMI GI OK HENRIQUE


E scoppiato sul pi bello dopo aver sprecato almeno quattro palle gol.

Reina
Fino al gol di Ghilas, la sua serata stata tranquilla, perch mai impegnato. Deve arrendersi, poi, anche al sinistro fulminante di Quaresma.
PARATE 1 RINVII 9 PRESE ALTE 1

Henrique
La duttilit gli permette di giocare nel ruolo di esterno, lui che un centrale. Tiene bene Varela nel primo tempo, mentre soffre Quaresma nella ripresa.
PASSAGGI OK 27/33 LANCI 1 CONTRASTI OK 0/1

Fernandez
Raddoppia la marcatura su J. Martinez, tra i difensori quello pi determinato. Si rende utile anche con qualche lancio per il contropiede.
PASSAGGI OK 34/47 LANCI 2 CONTRASTI OK 2/3

FABIANO 6,5 Compie due parate importanti su Mertens e Higuian. Resta concentrato fino alla fine, senza far rimpiangere Helton. DANILO 6 Simpone con il fisico al fragile Insigne. Di tanto in tanto si propone anche sulla fascia. MANGALA 6 Ha il compito di tenere a bada Higuain e, alla fine, ha avuto ragione lui, perch il Pipita non ha segnato. REYES 5,5 Si fa sorprendere dal taglio di Pandev sul primo gol napoletano. Ne ha sofferto la mobilit. RICARDO 6 Non deve preoccuparsi pi di tanto di uno spento Mertens, non disdegna rinvii in tribuna sul finire. FERNANDO 6 A dargli fastidio ci prova Pandev, che Benitez ha destinato alla sua marcatura. Le qualit sono infinte. VARELA 5 Ha pochi margini di movimento, Ghoulam lo costringe a rincorrerlo lungo la fascia sinistra e lui resta lontano dallarea di rigore avversaria, si contano solo un paio di cross.

Affitti non pagati: Cavani condannato Deve 42 mila euro


NAPOLI (g.m.) Cavani condannato a pagare per lex casa. Il Napoli che va avanti per riavere i soldi sequestrati dalla Finanza. Ieri mattina il giudice Imperiali, della 5a sezione esecuzioni immobiliari del tribunale di Napoli, ha accolto in pieno le ragioni dellex proprietaria della casa nei Campi Flegrei abitata da Edinson Cavani fino al furto dei trofei e delle maglie: lattaccante del Psg stato condannato a pagare 42.000 euro, vale a dire la somma dovuta per tutti i mesi durante i quali il Matador, pur avendo lasciato la villetta dopo il colpo dei ladri, non aveva mai riconsegnato di fatto le chiavi n disdetto laffitto. La donna ha rinunciato al pignoramento sui conti del Napoli, optando per lesecuzione sul conto corrente del calciatore. Intanto, il Napoli ha presentato le sue deduzioni alla Corte dei Conti campana sul sequestro preventivo di 5 milioni effettuato dalla Finanza dai conti del club. La societ di De Laurentiis si difesa dalle accuse mosse da alcuni consiglieri comunali asserendo di non aver guadagnato attraverso la cartellonistica quanto conteggiato dal Comune (cui va versata una percentuale) e di non aver mai ricevuto alcuna certificazione per il canone di locazione, nonostante la transazione in corso. Tra una ventina di giorni arriver la decisione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

5,5

Albiol
Si fa bruciare sullo scatto da Ghilas in occasione del primo gol portoghese. A lui tocca lavversario pi insidioso, Martinez.
PASSAGGI OK 28/41 LANCI 3 CONTRASTI OK 3/3

5,5

Ghoulam
Molto pi intenso nel primo tempo, quando vivacizza lazione sulla sinistra con un paio di cross non sfruttati dagli attaccanti.
PASSAGGI OK 27/31 LANCI 2 CONTRASTI OK 5/5

Behrami
Viene meno nella gara in cui ci sarebbe stato bisogno del suo carattere. Commette qualche fallo di troppo e viene superato spesso da Carlos Eduardo.
TIRI 2 DRIBBLING OK 1/6 SPONDE 0 TIRI 0 PASSAGGI OK 26/34 RECUPERI 5

5,5
Inler
Agisce nella stessa zona di Defour e il movimento continuo dellavversario lo disorienta. lui che si fa saltare da Quaresma in occasione del gol.
TIRI 2 PASSAGGI OK 43/52 RECUPERI 11

5,5

7 GHILAS

IL MIGLIORE

Mertens
Tanto movimento per nulla. D limpressione di voler spaccare il mondo, ma il suo ardore dura poco pi di venti minuti. Spreca una buona opportunit.
TIRI 4 DRIBBLING OK 1/6 SPONDE 1

Entra lui saltano tutti i piani del Napoli. Oltre al gol qualificazione, si diletta ad inventare assist per le ripartenze. Serve a Josu la palla buona per vincere la partita, ma lerrore del compagno ne vanifica il gesto. CARLOS EDUARDO 6 Un po lento nei movimenti, viene contrastato da Behrami che deve usare le maniere forti per provare a redimerlo.. JOSUE 6,5 Si far ricordare a lungo da Benitez, insieme a Ghilas: loro due hanno assicurato i quarti di finale al club. DEFOUR 6,5 Il vero dominatore del centrocampo. Ha tanta qualit che sa far valere contro un Inler poco reattivo. QUARESMA 7 Lazione del secondo gol davvero un bel vedere. Salta in dribbling tre avversari e piazza una gran botta allincrocio. Apprezzabile il confronto con Henrique: tanta animosit, ma senza cattiveria. LIC 6 Entra a far festa coi compagni per la qualificazione. MARTINEZ 5,5 Trova un vero e proprio muro nellopposizione di Fernandez e Albiol che gli permettono poco niente. ALL. LUIS CASTRO 7 Riesce ad incartare Benitez con due mosse. Deve molto, per, alla poca concretezza del Napoli sotto rete. ARBITRO ATKINSON 6 La sua stata una direzione allinglese, ha permesso contatti abbastanza duri, ma non cattivi. Ammonizioni giuste. Child 6-England 6; Taylor 6-Pawson 6.

5,5 5
Insigne
Non incide per niente. Nel primo tempo spreca banalmente una buona opportunit per segnare. Danilo lo tiene lontano dallarea.
TIRI 5 DRIBBLING OK 1/6 SPONDE 2

lallenatore Benitez

Higuain
Regala lassist al bacio a Pandev, con un tocco filtrante geniale. Poi, due errori sotto porta che non fanno parte del suo repertorio.
TIRI 2 DRIBBLING OK 1/1 SPONDE 0

Hamsik
Non entra in partita anche perch il tempo che gli concede Benitez davvero ristretto. La sua esclusione iniziale stata una sorpresa.
TIRI 0 DRIBBLING OK 0/1 SPONDE 3

Zapata
Ha il merito di farsi trovare pronto sul cross di Callejon che tocca in rete.

Callejon
In dodici minuti riesce a farsi notare per il cross sul quale Zapata savventa per il secondo gol.

Castro lo inchioda con due mosse, gli inserimenti di Ghilas e Josu che ribaltano la partita e lo costringono alla resa. Adesso gli resta la Coppa Italia.

TIRI 1 DRIBBLING OK 0/1 SPONDE 0

TIRI 1 DRIBBLING OK 0/0 SPONDE 0

Sorteggi: aggrappati alla Juve


CHAMPIONS LEAGUE

Bayern-Real su tutti Mou, quanti incroci E noi? A guardare


OGGI ALLE 12
FABIO LICARI

doppio risultato utile a Istanbul, malgrado lattenuante del campo lavorato ad arte dal Galatasaray (Uefa, possibile non procedere dufficio contro queste vergogne?). Il Napoli partito bene ma ha finito male ed stato anche sfortunato: fuori con 12 punti come Borussia e Arsenal. E il Milan stato surclassato dallAtletico. Appuntamento rimandato al 2015 (senza dimenticare che la finale 2016 sar a Milano).
Superlega Nel 2014, intanto, si sfidano le 8 vincenti dei gruppi. Mai successo prima. Sperando di essere smentiti, sembrano segnali del calcio che verr ( gi arrivato?) con un gruppo di grandissimi pronti per una Lega a parte, sorta di Superlega nella Champions, e gli altri a provare a incunearsi: per ragioni finanziarie, per ora, ne siamo fuori. Che una specie di Superlega esista si vede anche da una statistica: le presenze per club nei quarti dal 992000, da quando la Champions a 32. Ebbene: Barcellona 11 (su 15 edizioni); Bayern e United 10; Chelsea 9; Real Madrid 8; Arsenal 7. Impietosa anche quella per nazioni: Inghilterra 32; Spagna 31; Italia 18, Germania 15; Francia 9. Accoppiamenti Immaginate Bayern, Real o Barcellona contro il Chelsea: sarebbe Guardiola, il passato o il Camp Nou contro Mou. Immaginate BayernBorussia o Chelsea-United: che derby. Immaginate il Psg contro il Real (rivincita con Cristiano) o il Barcellona (da ex subito rifiutato). Immaginate: in vista una grande Champions.
RIPRODUZIONE RISERVATA

EUROPA LEAGUE

Benfica e Porto i pericoli per Conte Il sogno lAlkmaar


OGGI ALLE 13

7 posto in Olanda, a -19 dallAjax (che proprio insuperabile non ), sogno proibito del sorteggio di oggi. E infine il Basilea, capolista in Svizzera: ha fatto del male al Chelsea nei gruppi, ma s preso una bella strizza con il Salisburgo.
Rischi portoghesi Probabilmente, gli avversari pi temibili sono le due portoghesi. Di sicuro il Benfica, in testa nel campionato, finalista (sconfitto) lanno scorso contro il Chelsea: esperto, vincente, bel gioco. E poi il Porto, che in Portogallo a-12 dai rivali storici, che contro il Napoli ha mostrato limiti soprattutto in difesa, ma un animale da coppe: ha vinto la Champions (con Mourinho in panchina) nel 2004 e lEuropa League/Uefa nel 2003 (sempre Mou) e nel 2011. Da quanto tempo... Dal 1986 al 1999, quando si chiamava Coppa Uefa, lEuroleague stata in realt laltra Coppa Italia: 4 finali (90, 91, 95 e 98) monocolore, 8 successi, soltanto una volta non arrivati in finale in 11 edizioni. Poi il buio. Due semifinaliste (Parma 2005, Fiorentina 2008), mentre il resto dEuropa (che conta) evitava atteggiamenti snob e rimpinguava il ranking. Se siamo precipitati dal 1 al 4 posto, se abbiamo perso un club, questo il motivo. Invece dal 99 in poi la Spagna ha conquistato 5 finali; Inghilterra, Portogallo e Russia 2; addirittura Turchia, Olanda e Ucraina una. Non veniteci a dire, padroni del vapore e del pallone, che il campionato ucraino pi forte di quello italiano.
f.li.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il borsino
REAL MADRID BAYERN BARCELLONA PARIS SG CHELSEA BORUSSIA DO. ATLETICO M. MANCHESTER UTD

LE DATE
Sorteggio quarti Oggi a Nyon (ore 12) Tv: Sky Sport 1 HD, Sky Supercalcio HD, Premium Calcio Quarti andata 1-2 aprile Quarti ritorno 8-9 aprile Sorteggio semifinali 11 aprile Semifinali andata 22-23 aprile Semifinali ritorno 29-30 aprile FINALE Lisbona, 24 maggio
GDS

Se quello di Champions fosse un sorteggio tennistico avrebbe agli estremi del tabellone due nomi, Bayern e Real Madrid, destinati inevitabilmente a scontrarsi in finale: proprio come Federer e Nadal. Ma il calcio rifugge da simili impostazioni, bench qualche anno fa Galliani e Platini avessero lanciato, inascoltati, la proposta indecente. E quindi il bello, o il brutto fate voi, che oggi a Nyon pu succedere tutto, anche Bayern-Real da un lato e United-Atletico dallaltro. Sicura soltanto una cosa: comincia la vera Champions con le magnifiche 8. Mentre le italiane stanno a guardare.
Povera Italia Quarti di finale

Le rivali della Juve


BENFICA PORTO SIVIGLIA VALENCIA LIONE BASILEA ALKMAAR

LE DATE
Sorteggio quarti Oggi a Nyon (ore 13) Tv: Sky Sport 1 HD, Sky Supercalcio HD, Premium Calcio Quarti andata 3 aprile Quarti ritorno 10 aprile Sorteggio semifinali 11 aprile Semifinali andata 24 aprile Semifinali ritorno 1 maggio FINALE Torino, 14 maggio
GDS

No, non la Champions League. Non ci sono Bayern, Real e Barcellona dentro le mitiche palline di Nyon: ma Benfica, Porto, Siviglia, Valencia, Lione, Benfica e Alkmaar. Che non sono proprio le ultime arrivate, ma spacciarle per imbattibili no, grazie. Loccasione per la Juve, sorteggio di oggi permettendo, irripetibile: vincere lEuropa League, cosa che alle italiane non riesce dal 1999, per tornare nelle coppe a testa alta e mettere qualc he punticino nel ranking, che non si sa mai.
Laltra Spagna Fuori le inglesi, out da tempo le tedesche, il ruolo di favorite dovrebbe appartenere alle spagnole. Ma meglio non farsi trascinare dai luoghi comuni: il Valencia 8 nella Liga, a 34 punti dal Real Madrid. Il Siviglia davanti , 7 a 26 punti, e ha faticato negli ottavi superando ai rigori il Betis (ultimo). Pu partire sfavorita la Juve che ha resistito alla doppia sfida con il Real, nei gruppi di Champions, senza crollare? Meglio olandesi E ancora. C il Lione, unica francese in pista, 5 a 25 punti dal Paris Sg: non devessere un caso. C lAlkmaar, beatamente al

senza lItalia: non succedeva dal 2009, era accaduto anche nel 2001 e nel 2002. Il calcio ciclico ma mai come adesso stata cos esagerata limmagine di inferiorit, non soltanto delle nostre squadre, rispetto alle 8 sopravvissute. Soltanto lOlympiacos, da applausi contro uno United versione decadente, e il Manchester City, che s ritrovato il Bara sulla sua strada, si sono avvicinate al club dlite. La Juve non riuscita a gestire il

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

MONDO

Psg, follia Champions Un milione a giocatore per vincere la coppa


PREMI DA FARAONI

4
TOCCA AL PSG
Oggi tre anticipi Ligue 1 situazione Oggi (20,30): Lorient-Psg. domani: MarsigliaRennes, Bastia-Reims, Bordeaux-Nizza, NantesMontpellier, Tolosa-Evian; ValenciennesAjaccio. Classifica: Psg 70, Monaco 62, Lille 53, St. Etienne 48, Marsiglia 44, Reims 43, Tolosa 42, Bordeaux 41, Bastia 37, Lorient 36, Gunigamp 35, Montpellier 34, Nantes 33, Rennes 31, Evian 30. Valenciennes 28, Sochaux 25, Ajaccio 15 Spagna Celta-Malaga (ore 21) Bundesliga FriburgoWerder (ore 20,30)

RED DEVILS IL MOTORE DELLA RIMONTA

United: viva Rooney Da separato in casa a uomo della svolta


DAL NOSTRO INVIATO

ha trattato personalmente 4 Ibrahimovic con lemiro del Qatar il premio per la squadra
S
ALESSANDRO GRANDESSO @agrandesso PARIGI

FABIO BIANCHI @fabiowhites MANCHESTER

2013 Il record era del Bayern Nel 2013 il Bayern premia con 800 mila euro ciascun giocatore, ma per il triplete

2010 La Spagna si fa ricca Dopo il Mondiale 2010, i nazionali di Spagna ricevono 600 mila euro 2012 Il Chelsea doro La Champions frutta ai al Chelsea 450mila euro a testa 2014 Real pronto a sborsare Il Real Madrid fissa il bonus a 500 mila euro per la decima

Vincere la Champions Legaue. Ad ogni costo. Anzi, il prezzo lo fa direttamente Zlatan Ibrahimovic. E senza sconti. Lo svedese infatti ha fissato a un milione di euro il premio in caso di vittoria del Psg, la sera del 24 maggio a Lisbona. Una trattativa negoziata direttamente col presidente del club parigino, Nasser Al Khelaifi, sfociata nel bonus record da distribuire ai principali protagonisti delleventuale trionfo.
Prestigio Un modo anche per assicurarsi che nessuno perda di vista lobiettivo considerato prioritario a Doha, ma anche dallex rossonero, che la Champions non lha mai vinta. Ibrahimovic, secondo lEquipe, ha convinto quindi il presidente del Psg a esporsi molto di pi del magnate russo Roman Abramovich che, nel 2012, dopo aver inseguito per un decennio il trofeo europeo pi prestigioso, vers secondo i media inglesi appena 450 mila euro a ciascun giocatore del Chelsea. Lanno scorso, il Bayern Monaco andato oltre con 800 mila euro a testa, ma per compensare pure i successi in Bundesliga e coppa di Germania. In Spagna, dove i campioni del Mondo incassarono 600 mila euro nel 2010, la famosa decima del Real Madrid garantirebbe a Cri-

Se un allenatore potesse creare al computer il suo giocatore ideale, con tutta probabilit assomiglierebbe a Wayne Rooney. Magari correggerebbe qualcosa nel comportamento fuori dal campo, ma questa unaltra storia. Hummer Wayne il campione globale che tutti vorrebbero: fisico, potenza, carisma, generosit, velocit, tiro, visione di gioco. E colpo di testa anche, nonostante laltezza. La tripletta di van Persie, ok. Le prodezze di De Gea, va bene. Ma laltra sera contro lOlympiacos stato lui a prendere il Manchester United sulle spalle da lottatore e a condurlo allimpresa. Era ovunque, anche in mezzo alla difesa quando serviva. Dal Time al Sun sono fioccati gli 8 in pagella.
Rivincita Il giorno dopo la batosta subita col Liverpool, Wayne si era sfogato: Sto vivendo un incubo. Il peggior momento della mia carriera. Come il suo Manchester, lontano da tutto e con un piede fuori dalla Champions. Ci ha pensato lui a uscirne e a ribaltare la situazione mediatica dei red devils. Fino a ieri i tabloid facevano la collezione dei possibili sostituti di David Moyes e inveivano contro i giocatori. Ora tutto miele. La conquista dei quarti di finale di Cham-

pions anche una sorta di rivincita per Rooney. Lanno scorso sir Alex Ferguson lo lasci in panchina nel ritorno degli ottavi contro il Real Madrid. Furono malumori e parecchi rumors sulla fuga di Wayne. Al Chelsea, al Psg, a chiss dove.
Il pi pagato Invece Rooney rimasto. In febbraio ha firmato il contratto che lo ha fatto diventare il giocatore inglese pi pagato della Premier: 19 milioni di euro lordi a stagione. Qualcuno ha calcolato che sono praticamente 50 sterline al secondo. Poverino. Difatti sul web gira un gustoso video che lo prende in giro sulla sua povert. Perlomeno in campo ce la mette sempre tutta per guadagnarseli. Il quarto goleador nella storia dei red devils non si tira mai indietro. E quando gira lui, il Manchester va. A 28 anni, il calciatore globale cresciuto a Croxteth, il pi grande quartiere popolare dEuropa a Liverpool ai tempi infestato da gang, anche un uomo meno pieno di rabbia. Basta prostitute, ubriacature moleste. Meno botte in campo. Lultima vera rissa che ha vissuto forse quella al suo matrimonio, quando se le sono date di brutto i parenti sui e quelli della moglie Coleen. Ora avrebbe soltanto un conto da saldare: quella con la nazionale, dove non mai riuscito ad essere decisivo . C il mondiale alle porte, loccasione ghiotta. Solo che l davanti non c un Van Persie da servire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Zlatan Ibrahimovic, 32 anni, dieci gol in Champions League AFP

stiano Ronaldo e compagni solo 500 mila euro ciascuno.


Lustro Il Psg raddoppia. Merito di Ibrahimovic che ha chiuso la trattativa al posto del capitano Thiago Silva, sfruttando il ruolo di trascinatore di fatto in campo con 40 gol su 40 partite, e 11 assist in campionato, e il rapporto privilegiato con Al Khelaifi. Da Doha arrivato cos il via libera anche perch la Champions non solo un obiettivo prioritario per legittimare il progetto sportivo parigino, ma pure strategico per dare lu-

stro alla diplomazia sportiva architettata dallemiro. Resta con i piedi per terra invece il tecnico Laurent Blanc, in attesa del sorteggio: Ricordo che siamo appena ai quarti e ci sono squadre forti da affrontare. Lanno scorso, in ogni caso, i quarti di finale di Champions valsero ai principali giocatori guidati da Carlo Ancelotti 240 mila euro a testa. Ma al bonus ottenuto dopo il doppio pareggio perdente con il Barcellona, si aggiunse quello da 450 mila euro per lo scudetto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MAGIC CHAMPIONS la lista aggiornata dopo gli ottavi di finale


PORTIERI
Gir. Squadra Cod. Nome
A A A A B B B B C C C C D D D D E E E E F F F F G G G G H H H H (BLEV) (BLEV) (MUTD) (MUTD) (GAL) (GAL) (RMAD) (RMAD) (OLY) (OLY) (PSG) (PSG) (BAY) (BAY) (MCITY) (MCITY) (CHE) (CHE) (SCH) (SCH) (ARS) (ARS) (BORD) (BORD) (ATL) (ATL) (ZEN) (ZEN) (BAR) (BAR) (MIL) (MIL) 121 129 111 122 127 151 108 112 136 152 113 138 128 140 115 130 109 137 117 153 142 147 120 148 104 110 124 125 131 145 101 103 LENO PALOP DE GEA LINDEGAARD MUSLERA ERAY CASILLAS DIEGO LOPEZ ROBERTO MEGYERI DOUCHEZ SIRIGU NEUER STARKE HART PANTILIMON CECH SCHWARZER HILDEBRAND FAHRMANN SZCZESNY VIVIANO LANGERACK WEIDENFELLER ARANZUBIA COURTOIS LODYGIN MALAFEEV PINTO VALDES ABBIATI AMELIA

Costo Punti
10 2 22 1 9 1 13 8 14 1 1 23 24 1 14 1 19 1 9 8 15 2 1 15 1 16 4 6 1 20 14 1 4 7 5 5 3 10 5 5 6 4 3,5 5 4,5 5,5 1 -

DIFENSORI
Gir. Squadra Cod. Nome
A A A A A A A A A A A A A A B B B B B B (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) 224 261 284 383 391 401 230 265 266 270 301 363 382 400 237 263 283 304 371 404 BOENISCH DONATI HILBERT SPAHIC TOPRAK WOLLSCHEID BUTTNER EVANS EVRA FERDINAND JONES RAFAEL SMALLING VIDIC CHEDJOU EBOUE' HAKAN BALTA KAYA SARIOGLU ZAN

Costo Punti
5 7 2 4 9 4 2 7 11 10 11 8 7 10 9 7 4 4 2 3 7 6 6 5,5 6,5 5,5 6 5,5 5 5,5 4 -

B B B B B B B B B B C C C C C C C C C C C C C C C D D D D D D D D D D D D D D D E E E E E E E E E E E E E E E F F F F F

(GAL) (GAL) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS)

410 411 213 236 241 325 346 358 375 397 227 285 313 324 354 380 409 206 234 259 298 326 332 390 395 203 223 244 248 311 364 394 240 255 305 306 314 347 367 402 215 233 242 250 295 389 414 269 274 286 287 329 355 392 407 279 300 307 336 341

BURDISSO ALEX TELLES ARBELOA CARVAJAL COENTRAO MARCELO NACHO PEPE SERGIO RAMOS VARANE BONG HOLEBAS LEANDRO SALINO MANOLAS PAPADOPOULOS SIOVAS IVAN MARCANO ALEX CAMARA DIGNE JALLET MARQUINHOS MAXWELL THIAGO SILVA VAN DER WIEL ALABA BOATENG CONTENTO DANTE LAHM RAFINHA VAN BUYTEN CLICHY DEMICHELIS KOLAROV KOMPANY LESCOTT NASTASIC RICHARDS ZABALETA AZPILICUETA CAHILL COLE DAVID LUIZ IVANOVIC TERRY KALAS FELIPE SANTANA FUCHS HOOGLAND HOWEDES MATIP PAPADOPOULOS UCHIDA KOLASINAC GIBBS JENKINSON KOSCIELNY MERTESACKER MONREAL

3 4 10 4 5 12 1 9 12 8 5 6 4 8 3 4 5 8 4 4 4 18 9 14 8 17 9 4 11 21 7 5 5 4 8 10 5 4 3 9 7 10 9 11 15 10 2 8 7 4 7 6 4 9 3 7 4 10 10 5

5 6,5 6,5 7 6,5 6,5 5 5 4,5 5 6 8 4,5 10 7 6,5 5,5 6,5 5,5 9 4 5,5 7 10 5,5 7 8,5 5 5 4,5 5 6 6,5 -

F F F F F F F F F F G G G G G G G G G G G G H H H H H H H H H H H H H H H H

(ARS) (ARS) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL)

370 399 262 290 356 360 374 386 408 413 205 273 281 293 303 339 209 211 245 289 317 348 202 216 246 302 328 342 359 362 201 226 243 253 338 403 405 412

SAGNA VERMAELEN DURM HUMMELS PAPASTATHOPOULOS PISZCZEK SCHMELZER SUBOTIC SARR FRIEDRICH ALDERWEIRELD FILIPE GODIN INSUA JUANFRAN MIRANDA ANSALDI ANYUKOV CRISCITO HUBOCAN LOMBAERTS NETO ADRIANO BARTRA DANI ALVES JORDI ALBA MASCHERANO MONTOYA PIQUE PUYOL ABATE BONERA CONSTANT DE SCIGLIO MEXES ZACCARDO ZAPATA RAMI

8 6 5 9 7 7 8 7 2 4 7 11 12 4 8 14 7 4 5 4 5 5 7 4 18 11 11 3 16 5 6 4 5 7 7 2 9 5

5,5 4,5 6 5,5 5,5 5,5 8 6 6 6 6 6 7 6 5,5 6 9,5 6,5 6 5,5 5 4,5 3,5

CENTROCAMPISTI
Gir. Squadra Cod. Nome
A A A A A A A A A A A A A A A A A A (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (BLEV) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) 513 528 558 669 676 681 726 740 526 535 564 575 611 641 706 721 734 735 BENDER CASTRO EMRE CAN REINARTZ ROLFES SAM HEGELER GUARDADO CARRICK CLEVERLEY FELLAINI GIGGS KAGAWA NANI VALENCIA YOUNG FLETCHER JANUZAJ

Costo Punti
6 8 4 5 9 13 6 6 9 5 12 11 8 9 14 8 5 11 5 4 5 3 9 5 6 7 6,5 -

B B B B B B B B B B B B B B B B B C C C C C C C C C C C C C C C D D D D D D D D D D D D D D D D D E E E E E E E E E E E E E

(GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (PSG) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH)

503 523 559 563 601 691 730 731 736 511 527 547 598 604 615 637 715 549 572 627 643 682 732 733 624 631 632 651 663 701 708 745 580 620 629 639 671 673 685 688 700 539 565 607 608 636 642 675 720 589 621 634 646 666 684 707 712 519 534 552 578 592

ALTINTOP BRUMA EMRE COLAK FELIPE MELO INAN SNEIJDER GULSELAM YLMAZ HAJROVIC BALE CASEMIRO DI MARIA ILLARRAMENDI ISCO KHEDIRA MODRIC XABI ALONSO DOMINGUEZ FUSTER MANIATIS NDINGA SAMARIS MACHADO HERNAN LUCAS MATUIDI MENEZ PASTORE RABIOT THIAGO MOTTA VERRATTI CABAYE GOTZE KROOS MARTINEZ MULLER RIBERY ROBBEN SCHWEINSTEIGER SHAQIRI THIAGO DAVID SILVA FERNANDINHO JAVI GARCIA JESUS NAVAS MILNER NASRI RODWELL YAYA TOURE' HAZARD LAMPARD MIKEL OSCAR RAMIRES SCHURRLE VAN GINKEL WILLIAN BOATENG CLEMENS DRAXLER GORETZKA HOGER

4 3 3 10 7 17 2 3 7 34 7 21 9 26 7 16 9 13 9 5 4 5 3 4 15 12 8 14 4 14 9 13 22 18 9 26 30 29 19 6 10 21 10 6 15 11 13 3 17 23 21 7 19 15 12 4 20 13 4 17 3 4

5,5 4 5 9,5 6,5 6,5 7 6,5 6 6 5 6 6 5 6 6 5,5 5,5 6,5 5,5 6 6 2 7,5 7 10 6,5 6,5 5 6 6,5 5 6,5 7 6,5 7,5 6,5 6,5 6 -

E E E F F F F F F F F F F F F F F F F F F G G G G G G G G G G G G G G G G G H H H H H H H H H H H H H H H H H H

(SCH) (SCH) (SCH) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ATL) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL)

633 644 744 508 530 568 647 648 667 678 713 729 739 514 584 587 591 614 670 679 741 507 573 617 668 674 696 702 742 743 538 562 689 690 704 714 724 728 501 524 550 561 602 687 692 717 517 537 542 557 612 638 640 658 737 738

MEYER NEUSTADTER ANNAN ARTETA CAZORLA FLAMINI OXLADE-CHAMBERLAIN OZIL RAMSEY ROSICKY WILSHERE GNABRY KALLSTROM BENDER GROSSKREUTZ GUNDOGAN HOFMANN KEHL REUS SAHIN JOJIC ARDA TURAN GABI KOKE RAUL GARCIA RODRIGUEZ SUAREZ TIAGO DIEGO RIBAS SOSA DANNY FAYZULIN SHIROKOV SMOLNIKOV TYMOSHCHUK WITSEL ZYRYANOV SHATOV AFELLAY BUSQUETS DOS SANTOS FABREGAS INIESTA SERGI ROBERTO SONG XAVI BIRSA CRISTANTE DE JONG EMANUELSON KAKA' MONTOLIVO MUNTARI POLI ESSIEN TARABT

4 6 3 6 12 7 7 15 12 9 12 5 7 5 13 9 4 7 25 11 3 20 13 14 18 7 7 4 12 10 12 6 12 4 4 8 4 8 3 13 3 18 21 4 5 22 1 2 10 5 19 9 7 9 5 8

5,5 5,5 5,5 6 7 5 6 6 5,5 9,5 6 5,5 10 8 8 11 7 7,5 6 6,5 6,5 6,5 6 6,5 8 7 5,5 5 9 6,5 4 5

ATTACCANTI
Gir. Sq. Cod. Nome Costo Punti

A A A A A A A B B B B B B B C C C C C C C D D D D D D E E E E E E E E F F F F F F F F F G G G G G G G H H H H H H H H H H H

(BLEV) (BLEV) (BLEV) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (GAL) (GAL) (GAL) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (RMAD) (OLY) (OLY) (OLY) (OLY) (PSG) (PSG) (PSG) (BAY) (BAY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (CHE) (CHE) (CHE) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (ARS) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (ATL) (ATL) (ATL) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL)

828 844 857 843 891 911 919 822 831 920 816 851 873 890 824 896 924 925 826 849 859 864 884 805 832 853 875 810 835 910 807 836 848 905 923 815 842 885 895 918 808 860 872 897 803 829 915 806 847 856 926 827 870 876 882 894 908 813 834 881 888 927

DERDIYOK HEUNG-MIN KIESSLING HERNANDEZ ROONEY VAN PERSIE WELBECK BULUT DROGBA YILMAZ BENZEMA JESE' MORATA RONALDO CAMPBELL SAVIOLA OLAITAN VALDEZ CAVANI IBRAHIMOVIC LAVEZZI MANDZUKIC PIZARRO AGUERO DZEKO JOVETIC NEGREDO BA ETO'O TORRES ASAMOAH FARFAN HUNTELAAR SZALAI OBASI BENDTNER GIROUD PODOLSKI SANOGO WALCOTT AUBAMEYANG LEWANDOWSKI MKHITARYAN SCHIEBER ADRIAN DIEGO COSTA VILLA ARSHAVIN HULK KERZHAKOV RONDON CUENCA MESSI NEYMAR PEDRO SANCHEZ TELLO BALOTELLI EL SHAARAWY PAZZINI ROBINHO PETAGNA

8 13 21 12 35 38 18 17 28 16 30 10 10 59 15 14 11 14 37 45 22 28 8 30 22 10 24 15 31 28 6 18 18 13 9 4 25 11 5 17 18 42 25 8 15 29 19 11 24 18 18 4 48 34 19 17 9 26 14 8 14 4

5,5 5 8,5 17 6,5 5 5 4 9,5 13,5 5 5,5 6,5 6,5 10 5,5 5 8 6 10 5 5 6 5,5 9 5,5 5,5 6 14 10 5 10 11 5,5 3,5 5 5 -

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

SERIE A

Milan Seedorf scaric


IL CAOS IN 2 MESI

4 il Prof
S

16 gennaio Il ritorno da tecnico Seedorf diventa allenatore del Milan dopo lesonero di Allegri. Lolandese firma un contratto di due anni e mezzo, fino al 30 giugno 2016. A volerlo stato Berlusconi, che lha chiamato in Brasile chiedendogli di concludere in anticipo lavventura da giocatore nel Botafogo 11 febbraio La cena di Arcore Seedorf va ad Arcore da Berlusconi insieme a Galliani: il primo incontro tra il nuovo tecnico e il presidente 12 marzo Fuori dalla Coppa Dopo la sconfitta di Udine e i 4 gol presi dallAtletico nel ritorno degli ottavi che costano la Champions, si vedono le prime crepe: anche Berlusconi non sembra pi cos convinto

Il debutto da star e poi quei tonfi Ed stato subito un Everest


19 GENNAIO 2014 Lesordio Seedorf debutta sulla panchina rossonera in Milan-Verona 1-0. Lattesa per il battesimo enorme ACTION IMAGES
CARLO LAUDISA @carlolaudisa MILANO

8 FEBBRAIO Lo scricchiolio dopo Napoli A Napoli il Milan cede 3-1 al termine di una partita orribile. E larrabbiatura di Berlusconi per il k.o. notevole ANSA

11 MARZO Il tracollo in Champions Il ritorno degli ottavi di Champions con lAtletico a Madrid finisce 4-1 per gli spagnoli: un tracollo memorabile AFP

Distanti, troppo distanti: il Milan e Seedorf ormai non comunicano pi. E ogni giorno che passa allarga il solco. Con nuovi equivoci e un irrigidimento ormai pericoloso. Lultimo vertice di Arcore, marted sera, ha espresso la classica fiducia tecnica a tempo. Silvio Berlusconi ha concordato con sua figlia Barbara e Adriano Galliani daspettare lesito delle gare con Lazio e Fiorentina per decidere sulla conferma (o meno) del tecnico olandese. E Mauro Tassotti stato allertato per il ruolo di traghettatore.
Le accuse Ma c dellaltro. Le stranezze lamentate dai giocatori in questi due mesi hanno dato il l al processo tecnico del debuttante olandese. E il proprietario del club, primo suo sponsor, ne ha preso atto a malincuore. Ma la requisitoria pi dura ha riguardato i suoi fuori campo, cio nellatteggiamento in pubblico e nella gestione dellimmagine: tutto in completa autonomia. Senza interpellare mai la dirigenza. N tantomeno la propriet. E non un caso che in questi ultimi tempi Silvio Berlusconi non abbia pi parlato con il suo ormai ex pupillo. La goccia che ha fatto traboccare il vaso stata certamente la rivelazione di Giancarlo Capelli leader storico della curva milanista - a proposito di quel sum-

Gelo con Berlusconi pronto un dossier che inchioda Clarence


In sette giorni si gioca la panchina Silvio seccato dalle frasi ai tifosi Legali al lavoro
mit di Seedorf con gli ultr e i suoi commenti al vetriolo sulla squadra: Non mi fido di questi calciatori, non sono da Milan. A fine stagione cambio tre quarti della rosa. Una mossa azzardata agli occhi di Berlusconi, che poi avrebbe dovuto finanziare questo costosissimo progetto. Peraltro in queste ore Seedorf non ha preso le distanze da questa ricostruzione. N mercoled ha provato a cercare un chiarimento con i giocatori. Lui va avanti per la sua strada ed evita il confronto anche con i suoi datori di lavoro. E infatti il rapporto ai minimi termini, come testimonia uno dei protagonisti di questo silente braccio di ferro.
I legali Cos da Arcore partito linput di vagliare tutte le opzioni in vista di una risoluzione anticipata del ricco contratto che lega Seedorf al Milan sino al 2016. Oltre i 2 milioni e passa per questo scorcio di stagione

vanno considerati i 3 milioni netti per le due stagioni successive. Al lordo un vincolo da 16 milioni per il club di via Aldo Rossi. Lonere finanziario rilevante e la societ intende cautelarsi. Ma la vicenda ha risvolti diplomatici senza precedenti. Nel Milan berlusconiano non si ha memoria di simili controversie legali sopratutto per figure di primo piano come quella dellolandese. Ma di sicuro in questi giorni gli avvocati rossoneri sono allopera per predisporre un procedimento di licenziamento per giusta causa. In tal caso a Clarence verrebbero addebitati tutti gli episodi in cui ha preso iniziative autonome che potrebbero procurare danni economici e dimmagine al club. Ancora non stata presa una decisione finale su questo punto, ma in un noto studio legale milanese stato gi approntato un dossier che sviscera tutte le inadempienze del Professore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Clarence Seedorf, 37 anni RAMELLA

16 marzo Il k.o. con il Parma La sconfitta in casa con il Parma, con la contestazione dei tifosi, il colpo di grazia: per il tecnico 5 k.o. nelle ultime 6 gare 18 marzo Il nuovo summit Galliani va ad Arcore con Galliani, Barbara e tre giocatori. Anche Berlusconi vacilla: per Seedorf saranno decisive le gare contro Lazio e Fiorentina. Se andr male squadra a Tassotti fino a fine stagione

il Retroscena

Dal sorriso alla solitudine Lolandese aspetta un segno


Il tecnico si sente solo e accerchiato ma convinto di avere ancora con s la squadra Non cerca un confronto con Berlusconi: sa che un successo pu sistemare tutto
ciet. Non capisce come si possa dare importanza a piccoli ritardi o a piccoli riti (le uova strapazzate chieste a un preparatore atletico). Non riesce a comprendere come un contratto pi che biennale possa essere gi considerato carta straccia, e unavventura rivoluzionaria gi chiusa in due mesi. Sa che nel calcio italiano tutto si risolve con i risultati, lo ha imparato in tante crisi vissute da giocatore e spera di mettere a posto le cose vincendo a Roma contro la Lazio o a Firenze. Si aspetta un sostegno da parte di chi lo ha ingaggiato, una dichiarazione, ma non cerca adesso un confronto con Berlusconi che potrebbe rivelarsi doloroso. Seedorf preferisce consolarsi con quello che sa, tapparsi gli occhi, le orecchie, andare avanti sperando che qualcosa succeda e che il mondo torni normale.
Solitudine Dove per normale si intende la sua normalit, quella di Clarence: un uomo abituato ad apparire, parlare, determinare, senza paura di sembrare arrogante o troppo sicuro di s. Un uomo che d per scontato il suo talento e la capacit di superare gli argini, che era arrivato parlando di calcio col sorriso e adesso intorno a s non vede proprio niente da ridere. Mi sento solo, dice agli amici, e gli sembra unassurdit. Si sente accerchiato e non sa, come Alice, cosa scegliere fra funghi e bi-

MILANO

scotti che fanno crescere o rimpicciolire.


Interrogativi che adesso gli sembrano tutti strani, nel Paese delle Meraviglie. Un Paese dove la gente si agita se dici qualcosa di poco elegante su chi lavorava in panchina prima di te, o se parli con i capi degli ultr. Un regno dove la corte non pi unita come prima, dove gli eserciti sono pi ristretti, le casse vuote, e dovemagari ti invitano a un pic nic prima di provare a tagliarti la testa. Fuor di metafora, Seedorf si sente accerchiato, ma non ha intenzione di cambiare. Ha un contratto, ha le sue idee, la convinzione che i giocatori siano con lui perch le carote sono sempre meglio dei bastoni. Fra parentesi, una carota magica aiuta Alice in una delle sue fughe. Se Seedorf capisce da che cosa deve scappare a posto, ma tre punti sarebbero meglio di una carota.
al.bo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il suo sorriso adesso come quello del Gatto del Cheshire, che poi sarebbe il gatto di Alice nel Paese delle Meraviglie. Solo che il Paese delle Meraviglie diventato un po un incubo, e il sorriso di Clarence Seedorf invece di avvolgere il suo calcio e i suoi calciatori rimane appeso su una faccia un po smarrita. Cos, proprio come il sorriso dello Stregatto inglese. Lenigma ci che accadr nelle prossime due partite.
Dubbi Seedorf ha perso parte delle gioiose certezze che lo hanno sorretto nelle prime settimane da allenatore a Milanello. Legge cose che ritiene esagerate, non crede alla congiura dei suoi giocatori e non vede come quei ragazzi con i quali parla e si confronta tutti i giorni possano avere elementi da mettere in un cahier de doleances da consegnare alla so-

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

ato, Balo in fuga?


il ribelle
Dai tifosi ai tecnici Sfoghi e scontri che hanno fatto la storia di Mario
CON LINTER La maglia buttata a terra 20 aprile 2010: semifinale dandata di Champions, lInter batte il Bara 3-1 ma Balotelli litiga coi tifosi e getta la maglia FORTE CON IL CITY La lite con Mancini 3 gennaio 2013: rissa in allenamento tra Mario e Mancini OLYMPIA CON IL MILAN Lapplauso alla curva 16 marzo 2014: durante Milan-Parma Balo applaude ironicamente gli ultr rossoneri che lo fischiano e gli fanno cori contro FORTE

LA PROTESTA DASPO PER 32

Milan-Parma: 35 ultr denunciati


La contestazione di domenica costa molto cara agli ultr rossoneri. In seguito al corteo che ha bloccato via Achille prima e dopo MilanParma, lautorit giudiziaria ha denunciato 35 tifosi, 32 dei quali saranno raggiunti da Daspo. I provvedimenti, emessi per manifestazione non preavvisata, istigazione a delinquere, minacce aggravate da parte di pi persone riunite e porto di oggetti atti a offendere nellambito di manifestazioni sportive, appaiono piuttosto severi dal momento che i due momenti di contestazione si sono svolti senza incidenti e attriti con le forze dellordine. Come si ricorder, prima della partita alcune centinaia di ultr milanisti avevano atteso larrivo del pullman per contestare la squadra, e nel dopogara si erano di nuovo radunati davanti allingresso carraio di San Siro, ottenendo un colloquio privato con una rappresentanza della squadra. Una dinamica simile a quella del 23 novembre dopo Milan-Genoa. Ma in quelloccasione non era stato notificato alcun provvedimento. Il giro di vite riconducibile ai disordini di Milan-Ajax, che culminarono con sei olandesi accoltellati e quattro ultr rossoneri indagati per tentato omicidio. La Digos ha anche reso noti dati secondo cui gli ultr milanisti al momento sono i pi attivi per episodi di violenza e intemperanza.

Mario, cuore a pezzi Io, nato milanista ma se non mi vogliono pi...


ALESSANDRA BOCCI MILANO

La pagina sempre la solita, un profilo chiuso dal quale altre volte Mario Balotelli ha dialogato con i suoi amici. Una presenza su Facebook che appare e scompare, dipende dai momenti. E ora, dopo i giorni agitati del riconoscimento di Pia, riecco inserita la spina del confronto con gli amici sul social network. Alla ristretta cerchia ammessa, Balotelli avrebbe raccontato la sua amarezza dopo il concitato pomeriggio di Milan-Parma. Se i tifosi non lo vogliono pi pronto andarsene, e Mou il miraggio.
Ragione e sentimento Date tempo a Seedorf e ne usciremo, non si pu criticare un allenatore dopo due mesi. Capisco il malessere dei tifosi loro hanno il palato fine, la contestazione mi ha fatto male. So-

Lattaccante si sfoga sul web Sbagliato criticare il tecnico Galliani intoccabile, il manager migliore al mondo

no milanista dalla nascita, ma se per i tifosi sono un peso, posso andare anche via e me ne far una ragione, bisogna essere chiari e onesti. Nessuno pu permettersi di criticare Galliani o di licenziarlo, il migliore al mondo nel suo ruolo. Queste le frasi attribuite a Balotelli: il giocatore ha spesso precisato di non usare Facebook, eppure su questa pagina seguito da molti amici e ci fa immaginare che i pensieri siano suoi, anche se lui nei momenti peggiori ha provveduto a sconfessare la presenza sul social network. Su questa pagina sono comparse spesso foto che soltanto lui o un intimo avrebbero potuto postare. E poi, gli amici seguirebbero un fake senza accorgersene?
Sogni e realt Sogno di vincere il Mondiale con Cassano e Rossi, prosegue. E ancora: Tornare in Premier mi piace-

rebbe il migliore calcio con i tifosi migliori. Mi piacerebbe riavere Mourinho come allenatore per poter fare il salto dei qualit definitivo, anche se a me non interessa essere campione o meno. Insomma, Balotelli sa di essere a un bivio e queste frasi lo confermano. Il Chelsea un nome fatto tante volte, ma anche in questo post pi unidea che una realt. Un pensiero privato e non sorprendente per un ragazzo che negli ultimi tempi ha ricevuto gravi colpi al suo ego e a una sensibilit difficile da governare. Balotelli che non cresce, Balotelli che da stella diventa problema, pu aver pensato alladdio. Sarebbe pi che logico, un pensiero-rifugio in notti come quella di Madrid. Adesso magari arriveranno smentite, ma se questo un fake, uno di quei falsi da mettere in mostra con gli originali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DA L L A R I C E RC A A N T I C A D U TA G I U L I A N I

viaFacebook

Cresce la forza dei tuoi capelli

Ecco i post di SuperMario sul suo profilo privato


Le frasi postate da Mario Balotelli sul suo profilo privato: Date tempo a Seedorf e ne usciremo, nessuno pu criticare un tecnico dopo 2 mesi, si legge. E ancora: Sono milanista dalla nascita ma se per i tifosi sono un peso posso andare via e me ne far una ragione. E infine: Nessuno pu criticare Galliani, nel suo ruolo il migliore al mondo.

CRESCE LA TECNOLOGIA arrivato il nuovo Bioscalin con SincroBiogenina : una formulazione nuova grazie al nuovo brevetto R-plus , che abbina un rivestimento speciale della compressa al rilascio graduale e mirato degli attivi direttamente nellintestino. Risultato: +66% [1] di principi attivi assorbibili per una maggiore efficacia, ed una migliore digeribilit. CRESCE IL POTERE ANTIOSSIDANTE +20%* di attivi antiossidanti, una combinazione unica di Vitis Vinifera, Olea europea e Selenio per unazione superiore contro i radicali liberi, principali responsabili dellinvecchiamento dei capelli. CRESCE LA FORZA Il risultato: capelli 82%
[2]

pi forti.

CRESCONO I RISULTATI Capelli visibilmente pi protetti e pi belli.


AZIONE TESTATA CLINICAMENTE Testato in uno studio clinico in doppio cieco per 3 mesi su 60 soggetti sani, randomizzato, versus placebo, per valutarne lefficacia e la tollerabilit in soggetti con caduta temporanea ed eccessiva dei capelli (risultati medi) [1] da Dissolution Test, vs Bioscalin con CronoBiogenina [2] aumento della resistenza dei capelli alla trazione (pull test) *vs Bioscalin con CronoBiogenina

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

SERIE A

4
ATALANTA INDIGESTA
Un sorriso di Mou e... Tre pareggi e due k.o. Lultima vittoria dellInter contro lAtalanta risale al 24 aprile 2010: 3-1 con gol di Milito, Mariga e Chivu, che risposero al vantaggio iniziale firmato da Tiribocchi. Da allora, tre pareggi e due sconfitte. Ecco il dettaglio: 26 ottobre 2011 AtalantaInter 1-1 18 marzo 2012 InterAtalanta 0-0 11 novembre 2012 AtalantaInter 3-2 7 aprile 2013 InterAtalanta 3-4 29 ottobre 2013 AtalantaInter 1-1 Walter Mazzarri 52 anni, alla prima stagione sulla panchina dellInter
AFP

il wrestler Rey Mysterio alla Pinetina Una maschera per Zanetti: un onore conoscerti
Il wrestler statunitense Rey Mysterio stato in visita alla Pinetina: lInter gli ha regalato una maglia autografata e lui ha dato al capitano Javier Zanetti la sua maschera (foto Inter.it). stato un onore incontrarlo ha detto il wrestler di San Diego -: una grande persona. Lunica cosa che mi manca una maschera coi colori e il logo dellInter. Dopo alcune foto col team manager Cordoba e Icardi, ecco il pensiero del capitano. Grazie per la visita, andremo a tifare per lui. Il 15 e il 16 maggio Rey sar in tour a Roma e Torino.

MERCATO GUARIN FIRMA

Pista Morata Lagente apre: Pu essere

Caccia al doppio tris Ma c un nerazzuro che non dona allInter


Successi di fila e a San Siro: Mazzarri cerca il volo in 5 giorni. Per lAtalanta un tab
DAL NOSTRO INVIATO

4
I FILOTTI SALTATI
La caccia al tris Un poker di delusioni In questo campionato lInter non mai andata oltre le due vittorie consecutive e per quattro volte ha fallito lassalto alla terza. Ecco il dettaglio: INTERGenoa 2-0 CataniaINTER 0-2 INTERJuventus 1-1 SassuoloINTER 0-7 INTERFiorentina 2-1 CagliariINTER 1-1 UdineseINTER 0-3 INTERLivorno 2-0 BolognaINTER 1-1 INTERSassuolo 1-0 FiorentinaINTER 1-2 INTERCagliari 1-1

Alvaro Morata, 21 anni AFP


MILANO Ieri pomeriggio si era sparsa la voce che da un momento allaltro sarebbe stato annunciato il rinnovo fino al 2017 di Fredy Guarin. Nessun problema e tutto confermato, anche dal colombiano stesso presente allevento da Brooks Brothers: trattasi di attesa brevissima, con evidente gioia del club e di Fredy stesso. Morata Sar il secondo tassello (dopo lallungamento di Palacio fino al 2016) firmato da Thohir tramite il d.t. Piero Ausilio, che lavora incessantemente. Detto che i riscontri su Chicharito Hernandez (Vicino allInter ha scritto il Daily Star) sono vicini allo zero, ecco che invece la pista che porta al madridista Alvaro Morata resta non solo accesa ma caldissima. Il 21enne spagnolo apprezzatissimo al Real Madrid, ma ha il contratto in scadenza nel 2015 ed desideroso di giocare. Cos, ecco la conferma: Morata allInter - dice lagente Juanma Lopez a calciomercato.com -? Tutto pu essere. Avanti.
Matteo Dalla Vite
RIPRODUZIONE RISERVATA

LARGENTINO

Alvarez: Io voglio restare poi si vedr...

Alvarez e Palacio allevento di Brooks Brothers INTER.IT


MILANO (m.d.v.) Folla di tifosi e curiosi in pieno centro a Milano per la presenza - nel negozio dello sponsor Brooks Brothers - di Zanetti, Alvarez, Guarin e Palacio. El Trenza tornato in gruppo e domenica dice - ci sar. Sappiamo che contro lAtalanta non possiamo sbagliare, dobbiamo vincere. Il terzo posto? Pensiamo a fare 3 punti poi vediamo che fa il Napoli. Ha ragione Moratti: abbiamo perso punti per strada, anche senza meritare. Con le 2 punte mi trovo bene, la squadra cos migliorata. Mi vedo qui Su Ricky Alvarez (Sono a disposizione dice dopo essere rientrato in gruppo) si ovviamente alzata la curiosit circa lallungamento di contratto (dal 2016 al 2017). Gira voce che le sue richieste siano esose: vero? Io penso a finire la stagione risponde il numero 11 - al resto ci stanno dietro il club e il mio agente. Io voglio continuare a giocare nellInter, mi vedo qui per molti anni, poi nel calcio non si sa mai... Il momento attuale? La nostra forza stata quella di continuare a lavorare secondo le nostre convinzioni anche dopo il k.o. contro la Juve.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANDREA ELEFANTE APPIANO GENTILE (Como)

Un mezzo tab da cancellare per provare a mettere sul tavolo da gioco un doppio tris. Il mezzo tab non larbitro Giacomelli (designato per una gara dellInter dopo oltre un anno), che pure riporta alla memoria un Inter-Cagliari 2-2, con rigore negato a Ranocchia e una frase a lui attribuita Voi dellInter dovete stare zitti - non proprio amichevole. Il mezzo tab ha colori che pure non dovrebbero essere cos ostili, ma succede che lultima vittoria dellInter contro lAtalanta (3-1) risalga a Mourinho, aprile 2010, quattro giorni prima del BarcellonaInter 1-0 che spalanc la porta sulla finale di Champions. Da allora, il nerazzurro della squadra bergamasca stato piuttosto ostico, e usiamo un eufemismo: due sconfitte, quelle tumultuose della scorsa stagione, e tre pareggi, compreso quello dellandata a fine ottobre.
C quattro senza cinque? Gol di Alvarez, un palo di Guarin, ma anche una paratona di Car-

Contro la squadra bergamasca lultima vittoria risale allaprile 2010, con Mou

rizo su Yepes: tutto sommato and bene cos e fin 1-1. Non fu quello il caso, perch lInter arrivava da una vittoria che aveva seguito un pareggio, ma l1-1 un risultato che questanno lInter fa fatica a digerire: per quattro volte su quattro (Juve, Cagliari, Bologna e ancora Cagliari) lha fatta inciampare al momento di centrare la terza vittoria consecutiva in campionato. Ci riprover dopo aver battuto il Torino e aver espugnato Verona, sperando che la quinta sia quella buona per il primo tris che insegue.
Luci (e punti) a San Siro Il secondo quello di vittorie a San Siro: lInter, dopo aver sbattuto contro il Cagliari a fine febbraio, ha rifatto pace con il suo stadio grazie all1-0 sul Torino, ma non vince due gare di seguito in casa da novembre, quando batt il Verona e poi il Livorno. Ora il calendario le

offre una doppia possibilit, per migliorare uno score stagionale (al momento bilancio complessivo di sette vittorie, sei pareggi e una sconfitta) che allinsegna della discontinuit di efficacia: domenica lAtalanta e gioved prossimo lUdinese. Calare il tris significherebbe ritrovare una striscia che manca da un anno e mezzo, ovvero dalle vittorie con Fiorentina, Catania e Sampdoria fra fine settembre e fine ottobre 2012.
La striscia di Mazzarri E poi ma qui bisogna guardare ancora un po pi in l, nel leggere il calendario - c anche il cammino personale di Mazzarri. Che considerando pure la gara del 31 marzo a Livorno, dopo quelle con Atalanta e Udinese, ha loccasione per lanciarsi allinseguimento del suo primato personale: per due volte in serie A, e sempre con il Napoli, arrivato a cinque vittorie di fila. Entrambe le volte, tre successi in casa e due in trasferta: come sarebbe stavolta ottenendo, dopo quelle con Torino e Verona, un altro tris di vittorie. Anzi, a quel punto un tris di tris.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mazzarri favorito

Inter, quota morbida


Contro l'Atalanta a San Siro, lInter va a caccia del 7 risultato utile consecutivo. Sono 10 i ko dei bergamaschi in 14 gare esterne e le quote di bwin.it tengono l'1 basso a 1,45, la X sale a 4,20, e il 2 a 7,00. Statistiche da Under: 10 su 14 in casa per Mazzarri, identica la media esterna degli ospiti. Meno di tre reti a 1,85.
Consulta tutte le quote su www.bwin.it

1,45

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

SERIE A
SAR SVELATO MERCOLED

identiKit & CARRIERA


STEVAN JOVETIC

Il sindaco Marino: Per lo stadio serve un miliardo


In Campidoglio, mercoled, sar presentato il progetto per il nuovo stadio. Dice il sindaco Marino a Radio Radio: Tutto dovr essere fatto a norma e in tempi brevi. Io vorrei che nel 2016-17 si possa utilizzare (pi probabile il 2018). Non voglio opere in costruzione per decenni. Con le infrastrutture linvestimento sar di un miliardo. E dovr essere tutto a carico di Pallotta & Co., che si appoggeranno alla Goldman Sachs e alla Nike.

v
Nato il 2/11/1989 a Podgorica Montenegro

Lintervista IN GOL IN A DOPO SEI ANNI

Ricetta Missiroli Il Sassuolo si salva con il made in Italy


Il centrocampista: In Emilia mi manca solo il mare Tifo Milan da sempre, amavo Zidane ora stimo Vidal Snobbato da Malesani, rinato con Di Francesco
DAL NOSTRO INVIATO

Stevan Jovetic, 24 anni, attaccante del Manchester City, ex Fiorentina AFP

Pallotta arriva e prepara il dono: assalto a Jovetic


Luned sbarcher il presidente della Roma Coi soldi Champions vuole lattaccante del City
MASSIMO CECCHINI ROMA

Ruolo Attaccante Altezza 185 cm Peso 79 kg I suoi club 2005-08 presenze 61 gol 23
Partizan Belgrado

ANDREA TOSI SASSUOLO (Modena)

Fiorentina

2008-13 pres. 135 gol 40

Manchester City

La quarta rifondazione, stavolta, non costruir sulle macerie. Dopo tre estati vissute sul filo dellansia (nella prima doveva consumarsi ancora il closing definitivo), infatti, la Roma americana pu programmare la prossima stagione senza temere la pressione della piazza, visto che lesito dellannata, come si concluda, sar senzaltro positiva.
Americanizzazione I primi tre anni non hanno certo concluso le novit. Infatti, nonostante la sede di rappresentanza stia per spostarsi da Trigoria al centro (quartiere Prati, in vantaggio sullEur), il processo di americanizzazione potrebbe accentuarsi. Oltre a Mark Pannes, braccio destro del presidente Pallotta e destinato a diventare luomo dello stadio della Roma, in ascesa anche Sean Barror, nuovo Chief Commercial Officer, anche lui uomo Raptor. Ma forse non finir qui perch, oltre alla spending review (anche nella controllata Soccer tanti contratti sono in bilico), in occa-

sione dellarrivo a Roma luned del presidente per la presentazione del progetto stadio, avr un colloquio anche con la.d. Claudio Fenucci, in scadenza di contratto e corteggiato anche da Milan e Lega di Serie A. Qualora non fosse trovato un accordo, possibile che il suo posto verr preso da un altro dirigente made in Usa che, sperano a Trigoria, entri presto in sintonia con la realt italiana. Non un

Lavorer anche ai rinnovi di Pjanic e Garcia. Da decidere il futuro della.d. Fenucci


mistero, ad esempio, che nella scorsa estate avevano sorpreso il management italiano i desiderata di avere 30.000 abbonamenti o un main sponsor da 10 milioni a stagione dopo una stagione flop.
Tesoro mercato Lingresso in Champions e il solito mercato import-export, comunque, stavolta potrebbe regalare sorrisi. DallInghilterra, infatti,

torna a rimbalzare la voce di un prossimo assalto a Jovetic, uno dei pochi che Totti ha sempre definito uno dei pochi con le caratteristiche giuste per essere sue erede. Il montenegrino nel City fa fatica, il manager poi lo stesso di Ljajic, ed ha ottimi rapporti con la Roma, cosicch potrebbe agevolare loperazione favorendo il trasferimento del serbo (che fin qui non ha convinto) e magari lavorando sullingaggio dello stesso Jovetic, che ormai veleggia sopra i 4 milioni netti.
Garcia & Pjanic Ma lo sbarco di Pallotta sar anche loccasione per stringere sul rinnovo di Pjanic (cos, eventualmente, da venderlo bene in estate) e per mettere le basi del rinnovo di Garcia, vero protagonista della stagione e scelta precisa, come pi volte sottolineato, dello stesso presidente. I titoli di coda li lasciamo volentieri a un bella iniziativa che andr in scena oggi: per la prima volta la conferenza dellallenatore sar tradotta nel linguaggio dei segni. In un calcio italiano pieno di sordi (volontari), senzaltro una bella novit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

dal 2013 presenze 12 gol 4

Nel progetto tecnico del Sassuolo, basato sui giocatori italiani, il ruolo e la figura di Simone Missiroli sono fondamentali. Infatti il centrocampista calabrese stato il primo acquisto eccellente della gestione Mapei, nel gennaio 2012 con il Sassuolo che puntava alla promozione in A (poi sfumata nei playoff), Missiroli venne acquistato dalla Reggina per 3,5 milioni. Allepoca doveva essere il rinforzo per compiere il salto di qualit rimandato di un anno e concretizzato proprio grazie a un gol del Missile ( il suo soprannome) contro il Livorno nellultima giornata del torneo, il 18 maggio 2013, il regalo pi bello per il patron Squinzi che quel giorno compie gli anni. Il calcio diventato uno sport sempre pi globalizzato, perci il made in Italy del Sassuolo un segnale importante anche se poi vediamo che in Nazionale approdano diversi giocatori naturalizzati dice Missiroli . Laltra domenica, giocando contro il Catania pieno di stranieri, ho pensato che per un italiano non deve essere facile trovare posto in una squadra cos esterofila. Per fortuna al Sassuolo non abbiamo questi problemi, la politica della societ uniniezione di fiducia.
Quella fiducia che lei ha ritrovato col ritorno di Di Francesco?

na. Lex allenatore mi ha utilizzato 15 minuti in 5 partite. Quando tornato, Di Francesco ha voluto parlarmi subito per ricaricarmi e infatti mi ha fatto giocare titolare a Bologna e col Catania nel mio ruolo naturale di mezzala sinistra. Eusebio ha riportato positivit, non solo nei miei confronti. Gli ultimi due risultati dicono che siamo in crescita. Nella salvezza ci credo al cento per cento.

Simone Missiroli 27 anni, centrocampista, al Sassuolo dal 2012: questanno per lui 18 partite e un gol LAPRESSE

Con il Catania ha ritrovato il gol e ha ribaltato il risultato. Lultimo in A lo aveva realizzato il 16 marzo di sei anni fa...

Non sapevo di quella coincidenza. E poi non vero che segno poco, in Serie B i miei 6-7 gol allanno li ho sempre fatti. Pochi? Va bene lo stesso, purch portino i 3 punti.
Da calabrese come si trova a Sassuolo col suo conterraneo Berardi?

Qui sto bene, mi manca solo il mare di Reggio. Con Domenico siamo compagni di camera nelle trasferte. Lui del nord, io del sud ma abbiamo molto in comune. Siamo introversi che parlano coi fatti.
Missiroli e il calcio, perch?

Perch mio padre Battista ha giocato nella Reggina in Serie C negli Anni 70-80 e l sono nato e cresciuto. Tifo Milan, come modelli seguivo Zidane e oggi mi piace Vidal.
Lultima di campionato, come lanno scorso, sar il 18 maggio, proprio col Milan. Unaltra data speciale nel suo destino?

Con Malesani mi sono sentito accantonato. Eppure si era opposto al mio trasferimento ad Empoli, dove sarei andato per giocare. La mia prima scelta sempre stato il Sassuolo ma ero stanco di fare panchi-

Magari. Dopo la promozione, sarebbe bello fare un altro regalo al dottor Squinzi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VERSO IL LIVORNO TIFOSI IN SCIOPERO FINO AL 10

IN LIBRERIA INCONTRO CON IL SANTONE DEL BASKET

VERSO IL MILAN CURVA NORD IN SILENZIO PER I PRIMI 45

Meggiorini confermato titolare Ultr del Toro contro gli arbitri


TORINO Striscioni rovesciati in Maratona, curva vuota per dieci minuti, gli ultr fuori dallOlimpico, in segno di protesta. E la riposta dei tifosi del Torino verso il Palazzo del calcio, da parte di chi si sente in debito di punti in classifica a causa degli errori arbitrali che avrebbero penalizzato il Torino dallinizio della stagione. Il gol di Higuain, nato da uno sgambetto ai danni di Glik, la punta delliceberg. Dopo le proteste a caldo di Ventura e del presidente Cairo al rientro negli spogliatoi nei confronti della terna arbitrale, domani sera saranno i tifosi a farsi sentire. Secondo anello vuoto, ultras fuori dallOlimpico per i primi dieci minuti, poi cori e striscioni che ricorderanno ai vertici dellAIA lelenco delle partite al centro di errori arbitrali, dallAtalanta al Napoli. In vista del Livorno, Ventura potr contare sul recupero di Vives (squalificato col Napoli); ancora out Larrondo. Lavoro differenziato ieri per Migjen Basha, distorsione alla caviglia destra, e seduta tattica, presente anche Cerci, ma senza forzare. Alessio non al meglio, soffre di uninfiammazione al ginocchio e un fastidio alla schiena figli di un problema di postura che si sta cercando di risolvere con dei plantari. Domani Riccardo Meggiorini ancora titolare.
Francesco Bramardo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mihajlovic si confessa a Peterson Samp giovane ma da applausi


GENOVA Che coppia di fuoriclasse: Dan Peterson e Sinisa Mihajlovic (che pare avere smaltito la rabbia dopo la sconfitta di Bergamo...) relatori deccezione in un incontro svoltosi ieri presso la libreria Feltrinelli. Moderato da Dino Ruta, docente alla Bocconi, alla presenza di Marco Lanna, ex della Sampdoro tricolore di Boskov, il dibattito servito al tecnico blucerchiato per fare il punto sulla sua esperienza genovese: La mia squadra la seconda pi giovane di tutta la Serie A, dunque era fondamentale lavorare sulla testa. Bravi i ragazzi che mi hanno seguito. Un allenatore deve essere leale e competente:

Ancora proteste anti-Lotito Lazio con il dubbio Marchetti


ROMA La societ chiama, i tifosi non rispondono. Il cambio di strategia comunicativa in casa Lazio il videomessaggio dei giocatori, quello di Djordjevic, il falconiere con laquila Olympia che esce dal centro sportivo per farsi fotografare non ha prodotto fin qui gli effetti sperati da Lotito. I tifosi confermano la protesta per Lazio-Milan: curva Nord in silenzio per i primi 45 e domande sotto forma di striscioni (pi delle 10 inizialmente previste) rivolte al presidente sulla sua gestione. Nel secondo tempo la protesta si interromper. Ma la cornice non sar in ogni caso quella delle grandi partite. La prevendita fiacca: a ieri poco meno di 8mila biglietti venduti, da sommare ai 13.500 abbonati (non vanno conteggiate le tessere Cucciolone). Si viaggia verso le 30mila presenze, non esattamente quello che si augurava la societ. E quello in cui spera ancora Reja, che per il momento deve preoccuparsi del campo. Ad esempio di Marchetti, che ieri ha saltato lallenamento per influenza: dubbi legittimi sulla presenza per domenica, ma nello staff medico c ottimismo. Tutto ok invece per Klose: il mal di schiena dimenticato. Keita viaggia verso la conferma: Lulic a rischio panchina.
Davide Stoppini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Peterson e Mihajlovic ieri ANSA


i giocatori comprendono se tu capisci, oppure no. Poi, una battuta: Il nostro lavoro un casino. Devi allenare giocatori, giornalisti e diesse. Per lui, fondamentali i due anni da secondo allInter, con gente come Ibra, Crespo, Samuel e Zanetti.
Filippo Grimaldi
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

SERIE A LA GUIDA

29
GIORNATA
CLASSIFICA
SQUADRE PUNTI G 28 27 28 28 28 27 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 PARTITE V N 24 3 18 7 17 7 14 6 12 11 12 10 11 8 12 4 11 4 9 9 9 8 9 8 9 7 9 4 6 11 6 6 6 6 4 11 5 6 4 8 P 1 2 4 8 5 5 9 12 13 10 11 11 12 15 11 16 16 13 17 16 JUVENTUS 75 ROMA 61 NAPOLI 58 FIORENTINA 48 INTER 47 PARMA 46 LAZIO 41 VERONA 40 ATALANTA 37 TORINO 36 MILAN 35 GENOA 35 SAMPDORIA 34 UDINESE 31 CAGLIARI 29 CHIEVO 24 LIVORNO 24 BOLOGNA 23 SASSUOLO 21 CATANIA 20

TORINO LIVORNO

(3-5-2) CHIEVO (3-5-2) ROMA


30 PADELLI FREY 21

(4-3-3) PARMA (4-2-3-1) GENOA


25 AGAZZI CESAR 12 CASSANI 2 30 ACQUAH 7 BIABIANY 10 SCULLI

(4-3-3) BOLOGNA (3-4-3) CAGLIARI


83 MIRANTE 5 ANTONSSON GARICS 8

(3-4-1-2) INTER (4-3-1-2) ATALANTA


1 CURCI

(3-5-2) (4-4-1-1)

DOMANI Ore 18 ARB. Russo (3-3)

DOMANI 20.45 ARB. Mazzoleni (0-1)

DOMENICA 12.30 ARB. Tommasi (0-1)

DOMENICA 15 ARB. Gervasoni (3-0)

DOMENICA 15 ARB. Giacomelli (1-1)


1 HANDANOVIC 14 23 CAMPAGNARO RANOCCHIA 35 ROLANDO

5 BOVO

25 GLIK

24 MORETTI

KURTIC EL KADDOURI 19 27 20 7 36 MAKSIMOVIC VIVES DARMIAN 69 MEGGIORINI 9 IMMOBILE 9 PAULINHO

3 DAINELLI

33 RUBIN

LUCARELLI 29 6 18 PALETTA GOBBI 24 MUNARI 11 AMAURI 11 GILARDINO 16 PAROLO 99 CASSANO 77 KONATE

8 27 RADOVANOVIC L. RIGONI 39 STOIAN 43 PALOSCHI TOTTI 10

23 GUARENTE 7 LAZAREVIC

14 21 CHERUBIN NATALI PEREZ 24 15 3 PAZIENZA MORLEO 19 9 CHRISTODOULOPOULOS 99 CRISTALDO BIANCHI 23 IBARBO 27 VECINO AVELAR 8 10 IBRAIMI 51 PINILLA

GUARIN HERNANES 2 13 19 88 33 JONATHAN CAMBIASSO DAMBROSIO 8 PALACIO DENIS 19 9 ICARDI

RETI F S 64 19 52 14 53 29 48 31 46 29 45 31 36 35 43 46 31 38 39 36 41 42 31 35 33 42 32 42 27 38 23 41 31 51 23 43 28 56 21 49

21 BELFODIL

BENASSI GRECO 11 27 24 2 18 MESBAH BIAGIANTI PICCINI 7 CASTELLINI 23 EMERSON 17 CECCHERINI

1 BARDI

20 15 27 BASTOS GERVINHO PJANIC 11 44 TADDEI NAINGGOLAN BENATIA TOROSIDIS 5 17 13 35 CASTAN MAICON 26 DE SANCTIS

BERTOLACCI ANTONELLI 27 91 21 3 MATUZALEM MOTTA 15 MARCHESE 8 BURDISSO 1 PERIN 4 DE MAIO

7 20 COSSU EKDAL ROSSETTINI 13 15 21 ASTORI DESSENA 25 AVRAMOV

11 MORALEZ CIGARINI BONAVENTURA 17 21 20 10 CARMONA ESTIGARRIBIA STENDARDO DEL GROSSO 33 2 77 27 YEPES RAIMONDI 47 CONSIGLI

PANCHINA 23 L. Gomis, 32 Berni, 2 Rodriguez, 29 Vesovic, 14 Gazzi, 4 Basha, 77 Tachtsidis, 8 Farnerud, 10 Barreto, 11 Cerci. ALL. Ventura. BALL. MeggioriniCerci 60-40%; El Kaddouri- Farnerud 6040%. SQUAL. Gillet (16/08/14). DIFF. Cerci, Darmian, Immobile, Kurtic, Moretti, Padelli e Tachtsidis. INDISP. Larrondo, Masiello, Pasquale. PANCHINA 22 Anania, 37 Aldegani, 29 Borja, 14 Mosquera, 3 Gemiti, 41 Duncan, 33 Valentini, 77 Rinaudo, 85 Coda, 26 Siligardi. ALL. Di Carlo. BALLOTTAGGI Piccini-Valentini 70-30%. SQUALIFICATI Mbaye (1), Emeghara (1). DIFFIDATI Luci, Paulinho, Mesbah, Bardi, Emerson, Emeghara, Greco, Biagianti. INDISPONIBILI Luci. 1 1,60 X 3,65 2 5,75

PANCHINA 1 Puggioni, 18 Squizzi, 17 Sardo, 94 Dos Santos, 2 Bernardini, 93 Dram, 24 Mbaye, 6 Kupisz, 9 Bentivoglio, 31 Pellissier, 10 Obinna, 77 Thrau. ALLENATORE Corini. BALLOTTAGGI Lazarevic-Sardo 6040%. SQUALIFICATI Hetemaj (1) DIFFIDATI Rigoni. INDISPONIBILI Guana, Paredes. PANCHINA 28 Skorupski, 1 Lobont, 2 Toloi, 46 Romagnoli, 3 Dod, 24 Florenzi, 33 Jedvaj, 96 Mazzitelli, 94 Ricci, 8 Ljajic, 22 Destro. ALL. Garcia BALL. Torosidis-Dod 60-40%, BastosFlorenzi 60-40%, Bastos-Ljajic 60-40%, Totti-Destro 60-40%. SQUAL. De Rossi (1). DIFF. Pjanic, Florenzi, Benatia e Destro. INDISP. Balzaretti, Strootman. 1 5,75 X 3,65 2 1,60

PANCHINA 91 Bajza, 1 Pavarini, 19 Felipe, 35 Rossini, 3 Molinaro, 50 Sall, 23 Schelotto, 45 Nyantakyi, 8 Galloppa, 20 Obi, 17 Palladino, 9 Cerri. ALL. Donadoni. BALLOTTAGGI GobbiMolinaro 55-45%, Amauri-Schelotto 5545%, Acquah-Obi 60-40%. SQUAL. Marchionni (1). DIFFIDATI Parolo, Pozzi. INDIS. Gargano, Pozzi, Mauri e Vergara. PANCHINA 53 Bizzarri, 90 Portanova, 94 Blaze, 29 De Ceglie, 79 Cabral, 19 Rafati, 16 Calai, 26 Centurion, 14 Cofie, 18 Fetfatzidis, 23 Velocci. ALL. Gasperini. BALL. De Maio-Portanova 60-40%. SQUALIF. Sturaro (1). DIFFID. Antonelli, De Maio, Sculli, Portanova. INDISPONIBILI Antonini, Donnarumma, Kucka, Gamberini, Vrsaljko. 1 1,60 X 3,65 2 5,75

PANCHINA 32 Stojanovic, 16 Malagoli, 6 Srensen, 22 Mantovani, 75 Crespo, 35 Cech, 13 Laxalt, 11 Friberg, 20 Ibson, 10 Moscardelli, 12 Acquafresca, 88 Paponi. ALL. Ballardini. BALL. Antonsson-Srensen 55-45%, Cristaldo-Acquafresca 55-45%. SQUALIFICATI Krhin (1). DIFFIDATI nessuno. INDISPON Della Rocca, Kone. PANCHINA 1 Silvestri, 24 Perico, 29 Murru, 34 Del Fabro, 16 Eriksson, 18 Nen, 9 Sau. ALL. Lopez BALLOTTAGGI AvelarMurru 60-40%; CossuPerico 60-40%; Vecino Eriksson 60-40%; PinillaNen 60-40%. SQUALIFICATI Pisano (1), Conti (3). DIFFIDATI Pinilla, Avramov, Conti, Ibarbo. INDISPONIBILI nessuno. 1 2,30 X 2,90 2 3,40

PANCHINA 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 6 Andreolli, 25 Samuel, 4 Zanetti, 17 Kuzmanovic, 10 Kovacic, 20 Botta, 21 Taider, 11 Alvarez, 22 Milito. ALL. Mazzarri. BALL. Guarin-Kovacic 7030% SQUAL. Juan Jesus (1). DIFF. Alvarez, Cambiasso, Jonathan, Juan Jesus, Nagatomo, Palacio, Rolando, Taider. IND. Nagatomo, Chivu PANCHINA 37 Sportiello, 93 Nica, 3 Lucchini, 6 Bellini, 5 Giorgi, 18 Baselli, 23 Brienza, 8 Migliaccio, 90 Kone, 91 De Luca, 7 Livaja, 9 Bentancourt. ALLENATORE Colantuono. BALLOTTAGGI Raimondi-Nica 55-45%. SQUALIFICATI Benalouane (3). DIFFIDATI Denis, Del Grosso. INDISPONIBILI Cazzola, Brivio. 1 1,45 X 4,25 2 6,75

UCHAMPIONS UPRELIMINARI CHAMPIONS UEUROPA LEAGUE URETROCESSIONE

PROSSIMO TURNO
Marted 25 marzo ore 20.45 ROMA-TORINO (1-1) Mercoled 26 marzo ore 20.45 ATALANTA-LIVORNO (0-1) CAGLIARI-VERONA (1-2) CATANIA-NAPOLI (1-2) CHIEVO-BOLOGNA (0-0) FIORENTINA-MILAN (2-0) GENOA-LAZIO (2-0) JUVENTUS-PARMA (1-0) SASSUOLO-SAMPDORIA (4-3) Gioved 27 marzo ore 20.45 INTER-UDINESE (3-0)

SAMPDORIA (4-2-3-1) UDINESE VERONA (4-3-3) SASSUOLO


DOMENICA 15 ARB. Calvarese (0-2)
1 DA COSTA DE SILVESTRI GASTALDELLO 29 8 28 19 MUSTAFI REGINI 17 14 OBIANG PALOMBO 11 23 21 EDER GABBIADINI SORIANO 7 MAXI LOPEZ 11 JANKOVIC 9 TONI 15 ITURBE 2 ROMULO

(3-5-1-1) NAPOLI (4-2-3-1) CATANIA (4-3-3) FIORENTINA (3-5-1-1) JUVENTUS


DOMENICA 18.30 ARB. Tagliavento (2-1)
25 REINA REVEILLERE ALBIOL 2 21 33 31 FERNANDEZ GHOULAM 88 8 JORGINHO INLER 7 17 14 HAMSIK CALLEJON MERTENS 9 HIGUAIN 33 72 M. GOMEZ ILICIC PIZARRO CUADRADO PASQUAL 10 7 20 11 23 AQUILANI BORJA VALERO 15 SAVIC 2 40 G.RODRIGUEZ TOMOVIC 1 NETO PERUZZI 2 13 IZCO 26 KEKO 10 TEVEZ

(4-3-3) LAZIO (3-5-2) MILAN


ROLIN 5 KONKO 29 15 GONZALEZ 87 CANDREVA

(4-3-3) (4-2-3-1)
22 MARCHETTI 20 BIAVA DIAS 3 26 RUBIN 5 BIGLIA 14 KEITA

DOMENICA 15 ARB. Peruzzo (2-1)


22 SCUFFET 75 5 11 DOMIZZI DANILO HEURTAUX PINZI PEREYRA 27 66 3 37 8 WIDMER ALLAN BASTA 32 FERNANDES 10 DI NATALE 83 9 17 FLORO FLORES FLOCCARI SANSONE 7 MISSIROLI LONGHI 3 4 MAGNANELLI 16 BIONDINI

DOMENICA 20.45 ARB. Damato (0-4)


25 ANDUJAR 14 BELLUSCI 10 LODI 34 BIRAGHI 15 RINAUDO

DOMENICA 20.45 ARB. Rocchi (1-1)

24 LEDESMA 11 KLOSE

ilPresidente

9 28 BERGESSIO BARRIENTOS 18 OSVALDO

PAZZINI 11 45 16 22 BALOTELLI KAKA POLI 4 34 MUNTARI DE JONG RAMI EMANUELSON 17 13 2 28 ZAPATA DE SCIGLIO 1 AMELIA

10 30 HALLFREDSSON DONADEL MAIETTA 3 22 ALBERTAZZI

CACCIATORE 18 29 MORAS

CANNAVARO 6 28 24 ARIAUDO GAZZOLA 79 PEGOLO

PIRLO LICHTSTEINER ASAMOAH 20 21 23 26 22 PADOIN VIDAL 3 CHIELLINI 19 BONUCCI 4 CACERES

1 RAFAEL

1 BUFFON

Blitz di Cellino Carica il Cagliari e rassicura Lopez


(m.f.) Un cinque ad Avelar, una pacca a Pinilla. Blitz del presidente Cellino allallenamento del Cagliari. Sorrisi per tutti e colloquio cordiale con Lopez ROSASPRESS

PANCHINA 30 Fiorillo, 95 Falcone, 3 Costa, 13 Berardi, 44 Fornasier, 4 Salamon, 5 Renan, 15 Wszolek, 22 Bjarnason, 12 Sansone. ALL. Mihajlovic. BALLOTTAGGI nessuno. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Obiang, Wszolek, Soriano, Sestu. INDISPONIBILI Sestu, Krsticic, Okaka, Rodriguez. PANCHINA 12 Nicolas, 23 Ale. Gonzalez, 25 Marques, 4 Pillud, 5 Donati, 14 Cirigliano, 7 Marquinho, 26 Sala, 6 Martinho, 8 Cacia, 19 Rabusic. ALLENATORE Mandorlini. BALLOTTAGGI Hallfredsson-Marquinho 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Maietta, Romulo, Donadel, Iturbe. INDISPONIBILI Agostin, Gomez. 1 2,00 X 3,20 2 3,85

PANCHINA 1 Brkic, 30 Kelava, 4 Naldo, 6 Bubnjic, 19 Douglas, 14 Mlinar, 7 Badu, 20 Yebda, 21 Lazzari, 17 Nico Lopez, 18 Jadson, 94 Zielinski, 70 Maicosuel, 9 Muriel. ALLENATORE Guidolin. BALLOTTAGGI Pinzi-Badu 70-30%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Lazzari, Badu, Basta. INDISPONIBILI Gabriel Silva. PANCH. 1 Pomini, 99 Polito, 20 Bianco, 33 Mendes, 26 Terranova, 86 Ziegler, 22 Brighi, 45 Chibsah, 10 Zaza, 14 Masucci, 70 Farias, 96 Sanabria. ALL. Di Francesco. BALL. Biondini-Chibsah 55-45%, Floccari-Zaza 5545%. SQUAL. Berardi (1). DIFF. Biondini, Manfredini, Pegolo, Longhi, Marrone, Magnanelli, Missiroli, Ariaudo. IND. Acerbi, Alexe, Manfredini, Antei, Rosi, Pucino, Marrone. 1 1,60 X 3,60 2 6,00

PANCHINA 80 Doblas, 15 Colombo, 16 Mesto, 4 Henrique, 5 Britos, 20 Dzemaili, 22 Radosevic, 85 Behrami, 24 Insigne, 19 Pandev, 91 Zapata. ALLENATORE Benitez. BALLOTTAGGI nessuno. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Pandev, Dzemaili, Maggio, Mertens. INDISPONIBILI Zuniga, Rafael, Maggio. PANCHINA 25 Rosati, 3 Diakit, 4 Roncaglia, 5 Compper, 66 Vargas, 8 Bakic, 88 Anderson, 21 Ambrosini, 30 Matos, 27 Wolski, 17 Joaquin, 32 Matri. ALL. Montella. BALLOTTAGGI nessuno. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Compper, Pasqual, Aquilani, Savic. INDISPONIBILI Rossi, Rebic, Hegazi, Mati Fernandez. 1 1,85 X 3,45 2 4,25

PANCHINA 35 Ficara, 6 Legrottaglie, 18 Monzon, 33 Capuano, 24 Gyomber, 34 Biraghi, 8 Plasil, 7 Fedato, 11 Leto, 23 Boateng, 32 Petkovic. ALL. Maran. BALLOTTAGGI Keko-Fedato 60-40%, Rolin-Legrottaglie 60-40%. SQUALIF. nessuno. DIFFIDATI Castro, Peruzzi, Legrottaglie, Rinaudo, Biraghi. INDISP. Castro, Frison, Spolli, Almiron. PANCHINA 30 Storari, 34 Rubinho, 33 Isla, 8 Marchisio, 9 Vucinic, 14 Llorente, 12 Giovinco, 27 Quagliarella. ALL. Conte BALL. Osvaldo-Llorente 80-20%, Padoin-Marchisio 65-35%. SQUAL. Pogba (1). DIFFIDATI Tevez, Llorente INDISPONIBILI Barzagli, Ogbonna, Peluso, Pepe. 1 8,50 X 4,50 2 1,37

PANCHINA 1 Berisha, 95 Strakosha, 27 Cana, 2 Ciani, 85 Novaretti, 39 Cavanda, 19 Lulic, 23 Onazi, 6 Mauri, 7 Felipe Anderson, 46 Postiga, 34 Perea. ALLENATORE Reja. BALLOTTAGGI Keita-Lulic 80-20%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Cavanda, Lulic, Radu. INDISPONIBILI Ederson. PANCHINA 59 Gabriel, 35 Coppola, 81 Zaccardo, 26 Silvestre, 5 Mexes, 21 Constant, 15 Essien, 14 Birsa, 8 Saponara, 10 Honda, 23 Taarabt, 7 Robinho. ALLENATORE Seedorf. BALLOTT. Muntari-Essien 70-30%. SQUAL. Abbiati (1). DIFFID. Constant, Mexes, Poli. INDISP. El Shaarawy, Petagna, Abate, Montolivo, Bonera. 1 2,40 X 3,20 2 2,90

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

DALLA SERIE A ALLA NAZIONALE

Prandelli, s a Cassano Sta meglio di due anni fa


Se cera qualcosa da chiarire, stato fatto: la mia scelta sar solo tecnica
LUIGI GARLANDO

IL 31 MAGGIO A LONDRA

Taccuino
GENOA

Test con lIrlanda a casa Fulham


(bold) Lo stadio del Fulham sta diventando la casa londinese dellItalia: lamichevole con lIrlanda di sabato 31 maggio (20.45) sar disputata al Craven Cottage, dove gli azzurri furono ospitati il 18 novembre 2013 per la partita con la Nigeria (2-2, gol di Balotelli e Rossi). Per una coincidenza, 24 ore prima a Wembley si giocher Inghilterra-Per. Gli azzurri e la squadra di Hodgson si affronteranno il 14 giugno a Manaus, nellesordio mondiale. Per lItalia, quello del Craven Cottage sar il penultimo test: il 4 giugno c il Lussemburgo.

Sturaro firma: 2019


Stefano Sturaro ha prolungato il contratto col Genoa. Il centrocampista, classe 93 e vivaio rossobl, ha rinnovato fino al giugno 2019.

CATANIA

Acquistato il terreno per il nuovo stadio


(g.fin.) Uno stadio da 25 mila posti, coperto in ogni settore. Ieri Antonino Pulvirenti, presidente del Catania, ha firmato latto dacquisto del terreno in cui sorger la nuova struttura, nei pressi dellaeroporto: prevista anche una fermata della metro. Pronto nel 2016.

Antonio Cassano, 31 anni, prima stagione a Parma LAPRESSE

BRASILE

Lo avevamo annunciato qualche giorno fa: le porte della Nazionale si sono riaperte per Antonio Cassano, per meriti suoi e per demeriti della concorrenza. Ieri mattina arrivata anche la benedizione ufficiale di Cesare Prandelli, ai microfoni di Rtl 102.5: Dopo lEuropeo abbiamo cercato di guardare avanti, Cassano aveva 30 anni e in prospettiva si pensava che potessero crescere altri giocatori. Se questi giocatori non sono cresciuti come ci aspettavamo e se uno a 32 anni gioca meglio che a 30, perch no?. Anche le riserve su presunti problemi di convivenza con il gruppo azzurro, legati alle scorie di Euro 2012, sembrano superati. Cassano in questi mesi sta dimostrando di star bene anche a livello psicologico, quindi le scelte saranno so-

lo ed esclusivamente tecniche. Dal punto di vista comportamentale, se cera qualcosa da dire o da chiarire lo abbiamo fatto al tempo giusto. Tutto risolto o per lo meno prescritto: via libera anche dai senatori azzurri, quindi.
Grazie Totti, ma... Pi artico-

der solo dopo aver verificato la condizione fisica: non solo un discorso tecnico, perch da un punto di vista tecnico Totti inattaccabile. Let quella che , anche se sta dimostrando di reggere i ritmi, ma in Brasile c qualcosa di pi: s, valuteremo

la condizione fisica. La discriminante dunque resta sempre la stessa: Al Mondiale avremo bisogno di 23 atleti: presto con i test e capiremo meglio chi sta bene.
Nuovi italiani Riassumendo: in attesa di un miracoloso recupero di Pepito Rossi, e in assenza di proposte perentorie (Insigne, Immobile...), Prandelli ha scelto Cassano come uomo dellultima mezzora, opzione di genio per schiodare equilibri o rimontare emergenze. Non pu imbarcare una seconda opzione del genere, quindi Totti e i vari Di Natale restano a terra. Cos come i nuovi italiani che sognano azzurro, come Jonathan e Romulo: A noi fa piacere che ci sia grande interesse per la maglia azzurra, ma non ci si pu svegliare allultimo momento. Per le pratiche di Paletta ci sono voluti otto mesi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CANDIDATO JONATHAN

Tifosi devastano la sede del Palmeiras


Una ventina di tifosi del Palmeiras ha devastato la sede dei soci. Gli ultr sono entrati nel locale, al lato dello stadio Arena Palestra, distruggendo sedie e tavolini.

Brasile o Italia? Chi chiama prima...


Jonathan Cicero, mattatore a Verona sabato, ha risposto alle domande dei tifosi tramite sul profilo twitter dellInter. Era stato lui, solleticato da una domanda nel post-gara, a dire se Prandelli chiama, io vado..., in virt del fatto di essere in possesso (anche) del passaporto italiano grazie alla moglie Luana che ha avi nella provincia di Lucca. Diventa allora automatico che fra i tifosi gli arrivi la domanda: Brasile o Italia? Gioco con chi si fa avanti per primo risponde Jonathan, che quando viene accostato allItalia non si lascia scappare la possibilit di dire: giocare con Pirlo sarebbe bellissimo.

PER I MONDIALI 2018 E 2022

lata la risposta riguardo alla disponibilit appena rinnovata di Francesco Totti: Lasciamolo stare per ora. Lultima volta che ne abbiamo parlato, si fatto male..., ha commentato Prandelli. Prima la battuta in unaltra intervista, ai quotidiani del gruppo Espresso, e poi la spiegazione dettagliata: Fa enormemente piacere che uno dei pi grandi campioni del dopoguerra dia la possibilit al c.t. di pensare eventualmente a lui. Prima dellinfortunio Totti aveva una condizione fisica straordinaria, ora la sta ritrovando. Lui ha detto che si deci-

Dal punto di vista tecnico Totti non si discute, ma conter anche la condizione fisica

Blatter e Platini sentiti dagli 007 Fifa


Michael Garcia, capo investigatore Fifa, ha interrogato a sorpresa diversi membri dellEsecutivo - fra cui Blatter e Platini - per la presunta corruzione per i Mondiali 2018 (Russia) e 2022 (Qatar). Lo ha detto Sky Sports Inghilterra.

PRIMAVERA

Oggi Lazio-Crotone Giudice: 2 squalificati


Oggi lanticipo Lazio-Crotone (ore 14.30), girone C. Squalificati per un turno Cammarota (Juve Stabia) e Fares (Verona).

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

SERIE B LINTERVISTA

Gi il cappello: adesso tuona Cosmi


Il 2013 a casa, il rilancio a Pescara: Quanta rabbia! Il Siena, Seedorf, i playoff: io dico che...
NICOLA BINDA

E un nuovo Cosmi. Basta berretti, coppole e cappellini: Ho deciso cos, una catarsi. Wikipedia continua a definirlo un motivatore, dotato di istinto, impulso e grande temperamento, ma lui si risente: Ne sono orgoglioso, ma non sono solo quello.
Anche Antonio Conte un grande motivatore.

Serse, come il fratello di Fausto Coppi, uno che di scalate se ne intendeva. Il Pescara sta salendo forte...

se lavesse fatto dopo lesonero sarei stato pi contento.


Nessuno in questa B pu dire di aver battuto Milan e Inter in casa e in trasferta.

so... Lesonero di Liverani stato un dolore, doveva arrivare in A pi gradualmente.


E Seedorf?

Era meglio se mi chiamavo Fausto... Ci siamo dati alcuni step: il primo superato. Ora va preso il treno dei playoff.
Sabato ritrova il Palermo. Ricorda quel 2011? Poco pi di un mese, una vittoria sul Milan e tre sconfitte. E poi?

Per a lui si riconoscono anche soluzioni tattiche, cambi di modulo... In pi trasmette le proprie idee alla grande.
E per questo che il Pescara, dopo 6 sconfitte di fila, con lei ha fatto 7 punti in 3 partite?

La mia parentesi pi breve, lunica volta che ho preso troppi soldi per quello che ho dato. Zamparini uno coerente: oggi parla bene di me, ma

A San Siro fu la prima volta per Perugia e Siena, resta nella storia. Sono fiero anche delle coppe europee. Ma la bellezza del calcio, per me, che vincere a San Siro stato emozionante come vincere lo spareggio Pontevecchio-Nestor per lEccellenza a 32 anni.
Esonero a Siena a dicembre 2012, ritorno a Pescara a febbraio 2014. Nel 2013 rimasto spettatore: cosa ha capito?

Se avesse fatto un percorso come Conte avrebbe avuto le armi giuste per affrontare questa situazione al Milan.
E tornato in B dopo le 5 partite iniziali con il Brescia nel 2008: come lha ritrovata?

Serse Cosmi, 55 anni, al Pescara ha sostituito Marino LAPRESSE

Pi fresca, con idee, si sta ritagliando un ruolo. Allincontro con gli arbitri a Coverciano ho avuto unottima impressione, anche da Abodi.
Certo che il groviglio pazzesco, con 16 squadre in 13 punti. Come se ne esce?

Il vantaggio di chi subentra la scossa, i giocatori si mettono in discussione; siccome i miei hanno qualit, sono arrivati i risultati. Ma purtoppo non sempre cos.

Riecco il Palermo: lunica volta che mi hanno pagato pi di quello che ho potuto fare
SERSE COSMI ALLENATORE DEL PESCARA

E stata dura, non me lo aspettavo. A Siena sono stati mesi particolari - per non essere cattivo - dopo la bella esperienza di Lecce che mi aveva ridato la carica. Ho accumulato tanta rabbia, Pescara mi sembrava il posto giusto per ripartire, ora la rabbia va cen-

tellinata e trasmessa nella giusta misura alla squadra.


Pescara: Zeman e Galeone?

Se l presa con gli allenatori che non fanno gavetta.

So cosa hanno significato per la citt e so cosa successo a chi viveva con quel confronto. Tra i due credo sia Galeone il simbolo di Pescara, come lo stato per me a Perugia.

Non polemica, ma un aiuto. Coverciano ha un valore enorme, non solo un distributore di patentini, serve a formare. Se Conte non avesse fatto la gavetta non sarebbe arrivato l: se Ferrara, che stimo, avesse fatto quel percor-

Non se ne esce. Oggi davanti ci sono, con pieno merito, tante piccole squadre. Noi, Spezia e Siena siamo un po attardati, ma sar dura affrontarci una volta nei playoff.
RIPRODUZIONE RISERVATA

30a giornata (domani, ore 15) PADOVA-CITTADELLA, UN DERBY DA PAURA: BIGLIETTI A UN EURO
CLASSIFICA
SQUADRE PARTITE RETI PUNTI G V N P F S

GLI ANTICIPI DI OGGI

BRESCIA SPEZIA
Davanti Caracciolo-Valotti Budel arretra in difesa
BRESCIA Allenamento di rifinitura a porte chiuse questa mattina allo stadio Rigamonti per la squadra di Iaconi, che medita di affidarsi a un 3-5-2 con Budel nellinedito ruolo di difensore centrale e con la coppia Caracciolo-Valotti in attacco. Ballottaggio Benali-Finazzi a centrocampo. Febbricitanti Corvia e Kukoc. Ai box Sodinha e Mori. SQUALIFICATI Paci, Di Cesare. DIFFIDATI Benali, Grossi, Kukoc, Zambelli. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Cragno; Zambelli, Budel, Freddi; Mandorlini, Benali, Coletti, Olivera, Scaglia; Caracciolo, Valotti. All. Iaconi.

CESENA JUVE STABIA


Bisoli ritorna al 3-5-2 In porta rientra Coser
CESENA Rodriguez continua ad allenarsi a parte e solo oggi torner in gruppo, ma al massimo andr in panchina. Lacciaccato Renzetti ieri ha lavorato in palestra ma contro la Juve Stabia sar in campo. Domani Bisoli torner al 3-5-2: ballottaggio De Feudis-Gagliardini in mezzo, davanti spazio a Marilungo e Succi. In porta rientra Coser. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Camporese. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Coser; Camporese, Volta, Krajnc; DAlessandro, De Feudis, Cascione, Belingheri, Renzetti; Succi, Marilungo. All. Bisoli.

CROTONE BARI
Bidaoui da verificare Davanti Ishak o Pettinari?
CROTONE Squadra in salute dopo la vittoria sul derby che ha lanciato i rossobl verso lobiettivo playoff. Contro il Bari torna Dezi dopo la squalifica e c da verificare le condizioni di Bidaoui che solo ieri si aggregato al gruppo dopo aver lavorato a parte tre giorni. In attacco Ishak e Pettinari si contendono una maglia da titolare. SQUALIFICATO nessuno. DIFFIDATI Crisetig, Dezi, Gomis, Pettinari, Suagher. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Gomis; Del Prete, Suagher, Ligi, Mazzotta; Cataldi, Dezi, Crisetig; Bernardeschi, Ishak, De Giorgio. All. Drago.

EMPOLI REGGINA
Tavano e Tonelli assenti In attacco c Pucciarelli
EMPOLI Tavano e Tonelli non giocheranno con la Reggina. Lattaccante deve recuperare dal fastidio al ginocchio, si sta allenando a parte: si pensa a recuperarlo per marted a Varese. Tonelli squalificato, ma ha anche un principio di pubalgia. Barba giocher al fianco di Rugani, Laurini torna titolare a destra. Al posto di Tavano ci sar Pucciarelli. SQUALIFICATI Croce, Tonelli. DIFFIDATI Pucciarelli, Rugani. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2) Bassi; Laurini, Rugani, Barba, Hysaj; Moro, Valdifiori, Eramo; Verdi; Maccarone, Pucciarelli. All. Sarri.

PALERMO EMPOLI LANCIANO LATINA TRAPANI CROTONE AVELLINO CESENA SIENA (-7) PESCARA SPEZIA CARPI TERNANA MODENA BRESCIA VARESE BARI (-3) NOVARA CITTADELLA PADOVA REGGINA JUVE STABIA

56 47 47 45 45 45 44 43 42 41 40 39 38 37 37 36 35 31 26 26 25 15

29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29

16 12 13 11 11 13 11 10 12 11 10 11 9 9 8 9 10 7 5 6 6 2

8 11 8 12 12 6 11 13 13 8 10 6 11 10 13 9 8 10 11 8 7 9

5 6 8 6 6 10 7 6 4 10 9 12 9 10 8 11 11 12 13 15 16 18

43 36 29 29 38 43 33 33 44 38 31 33 40 37 37 37 29 28 25 25 27 25

20 22 24 21 31 38 30 25 30 34 37 37 36 29 39 42 33 38 39 41 45 49

Varese: via al Sottili-bis Avellino clou


TRAPANI VARESE
TRAPANI (4-4-2) 12 MARCONE 5 FERRI 19 MARTINELLI 33 TERLIZZI 29 RIZZATO 16 PACILLI 6 PIRRONE 14 CIARAMITARO 7 BASSO 30 IUNCO 11 MANCOSU All. BOSCAGLIA PANCHINA 22 Dolenti, 3 Da, 13 Priola, 2 Garufo, 10 Raimondi, 21 Feola, 9 Abate, 24 Gambino, 18 Yaisien. VARESE (4-4-2) 1 BRESSAN 13 FIAMOZZI 4 ELY 25 TREVISAN 33 GRILLO 24 ZECCHIN 8 CORTI 6 BLASI 16 DI ROBERTO 10 NETO PEREIRA 11 BJELANOVIC All. SOTTILI PANCHINA 12 Milan, 27 Laverone, 5 Damonte, 21 Barberis, 18 Tremolada, 7 Caetano, 30 Oduamadi, 20 Forte, 23 Moment.

Ferrari non al meglio C Appelt dopo tre mesi


SPEZIA Ferrari non al meglio e viene provato anche Giannetti al centro. Baldanzeddu rientra dalla squalifica, ma dovrebbe essere Madonna a continuare da esterno destro. Appelt a disposizione dopo 3 mesi di stop per frattura del perone. SQUALIFICATI Ebagua. DIFFIDATI Appelt, Catellani, Seymour, Scozzarella, Leali, Sammarco, Lisuzzo, Ferrari. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Leali; Madonna, Bianchetti, Lisuzzo, Migliore; Schiattarella, Seymour, Bellomo; Catellani, Ferrari, Giannetti. All. Mangia. ARBITRO Baracani di Firenze (2-2)

Confermato il 4-2-3-1 Di Carmine va in panchina


JUVE STABIA Braglia opta di nuovo per il 4-2-3-1, ma cambiando qualche pedina. Davanti alla difesa, accanto a De Falco, tocca a Mezavilla con Suciu possibile alternativa considerata lassenza quasi certa di Caserta. In attacco conferma per Doukara, con esclusione di Di Carmine. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Contini, Di Carmine, Mezavilla, Sowe, Suciu, Zampano. PROBABILE FORMAZIONE (4-2-3-1) Benassi; Zampano, Romeo, Lanzaro, Liviero; De Falco, Mezavilla; Parigini, Falco, Sowe; Doukara. All. Braglia. ARBITRO Manganiello di Pinerolo (2-0)

Alberti festeggia 100 gare Cani al posto di Joao Silva


BARI A Crotone panchina numero 100 tra i professionisti per Roberto Alberti. Toccher a Cani sostituire lo squalificato Joao Silva. Una maglia in dubbio tra Zanon e Sabelli (ieri rientrato in gruppo). Lavoro differenziato a scopo precauzionale per Sciaudone. SQUALIFICATI Nadarevic, Joao Silva. DIFFIDATI Sabelli, Chiosa, Beltrame, Romizi,e Guarna. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Guarna; Zanon, Ceppitelli, Polenta, Calderoni; Sciaudone, Romizi, Lugo; Galano, Cani, Defendi. All. Alberti-Zavettieri. ARBITRO Aureliano di Bologna (2-1)

Il rientro di Ipsa in difesa Davanti spazio a Gerardi


REGGINA Una vittoria e tre sconfitte nelle ultime quattro partite hanno fatto ritornare la Reggina in fondo al tunnel e la sconfitta nel derby col Crotone stata pesante. Si prevede il rientro di Ipsa in difesa, con il dubbio a centrocampo tra Foglio e Barill, mentre in attacco Gerardi dovrebbe sostituire Di Michele. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Barill, DallOglio. PROBABILE FORMAZIONE (4-1-4-1) Pigliacelli; Adejo, Lucioni, Ipsa, Barill; Strasser; Maicon, Sbaffo, Pambou, Dumitru; Gerardi. All. Gagliardi-Zanin. ARBITRO Pairetto di Nichelino (1-2)

UPROMOSSE UPLAYOFF UPLAYOUT URETROCESSE

PROSSIMO TURNO
Marted 25, ore 20.30 BARI-CESENA CARPI-AVELLINO CITTADELLA-BRESCIA JUVE STABIA-PADOVA LANCIANO-CROTONE LATINA-PESCARA NOVARA-TERNANA PALERMO-SIENA REGGINA-MODENA SPEZIA-TRAPANI VARESE-EMPOLI (1-2) (1-4) (1-4) (1-2) (2-1) (1-0) (0-5) (3-2) (0-3) (1-1) (0-2)

ARBITRO Gavillucci di Latina GUARDALINEE Colella-Liberti PREZZI da 10 a 25 euro TV Sky Calcio 3 HD INIZIO ORE 19 TRAPANI Squalificati: Nizzetto, Nordi e Pagliarulo. Diffidati: nessuno. VARESE Squalificati: Rea. Diffidati: Damonte, Laverone e Tremolada.

MODENA LATINA
Garofalo in forte dubbio Zoboli non ce la fa
MODENA Linfluenza ha messo per ora fuori gioco Garofalo che resta in dubbio per la partita di domani: in preallarme Manfrin. Novellino dovrebbe invece recuperare Rizzo, ma non il capitano Zoboli che continua a lavorare a parte. Si allenato a ritmo ridotto Salifu, ma solo a scopo precauzionale. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Babacar, Bianchi, Cionek, Manfrin, Mazzarani, Stanco. PROBABILE FORMAZIONE (4-4-2) Pinsoglio; Gozzi, Cionek, Marzorati, Manfrin; Molina, Bianchi, Salifu, Rizzo; Babacar, Granoche. All. Novellino.

NOVARA CARPI
Si fermato Genevier Turno di riposo per Laner?
NOVARA Aglietti ritrova Buzzegoli e Farag al rientro dalla squalifica ma perde Genevier (stiramento, ne avr per almeno un paio di settimane). Si valuta un turno di riposo per Laner (dentro Marianini), mentre in attacco saranno Lepiller e Lazzari (in vantaggio su Manconi e Gonzalez) ad agire a supporto di Sansovini, con Rubino pronto alla staffetta. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Kosicky. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Kosicky; Crescenzi, Perticone, Vicari, Lambrughi; Marianini, Buzzegoli, Farag; Lazzari, Sansovini, Lepiller. All. Aglietti.

PADOVA CITTADELLA
Di Matteo fuori causa A sinistra tocca a Vinicius
PADOVA Di Matteo out per una lesione muscolare alladduttore: Vinicius dal 1 a sinistra in difesa. Non ci saranno ancora Osuji, Feczesin e Jelenic mentre sono recuperati sia Almici che Ceccarelli. Previsto un buon pubblico: biglietti ad 1 euro (anche per il settore Ospiti, ma non le Poltrone) in prevendita fino alle ore 12 di domani. Gi venduti 3.567 tagliandi. SQUALIFICATO nessuno. DIFFIDATI Almici, Cuffa. PROBABILE FORMAZIONE (4-4-2) Mazzoni; Almici, Santacroce, Benedetti, Vinicius; Improta, Iori, Cuffa, La Camera; Vantaggiato, Melchiorri. All. Serena.

PESCARA PALERMO
Balzano cambia la fascia Pi Politano di Caprari
PESCARA Oltre a Milicevic, lavoro personalizzato per Capuano, Samassa e Di Francesco. Sta bene Balzano, che potrebbe tornare a giocare dal 1. Il capitano per non dovrebbe posizionarsi a destra, ma a sinistra: in corsa con Rossi. Zauri, Schiavi e Bocchetti in difesa, davanti Politano favorito su Caprari. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Bocchetti, Bovo, Cutolo, Maniero, Mascara e Zuparic. PROBABILE FORMAZIONE (3-4-2-1) Pelizzoli; Zauri, Schiavi, Bocchetti; Salviato, Zuparic, Brugman, Balzano; Politano, Ragusa; Sforzini. All. Cosmi.

TERNANA LANCIANO
Rispoli torna disponibile Gratis i settori giovanili
TERNANA Tesser deve fare a meno di Farkas in difesa e Miglietta a centrocampo: a sostituire i due squalificati saranno rispettivamente Meccariello e Viola. Rispoli tornato ad allenarsi. Da verificare le condizioni di Maiello e Ferronetti. Ingresso gratuito per le squadre dei settori giovanili del comprensorio ternano. SQUALIFICATI Miglietta, Farkas. DIFFIDATI Masi, Meccariello, Fazio, Farkas, Falletti. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2) Brignoli; Rispoli, Ferronetti, Meccariello, Lauro; Gavazzi, Viola, Zito; Nol; Antenucci, Litteri. All. Tesser.

AVELLINO SIENA
AVELLINO (3-5-2) 22 TERRACCIANO 5 IZZO 6 FABBRO 19 PISACANE 2 ZAPPACOSTA 8 D'ANGELO 4 ARINI 18 SCHIAVON 11 MILLESI 16 GALABINOV 29 CIANO All. RASTELLI PANCHINA 1 Seculin, 13 De Vito, 27 Decarli, 14 Togni, 3 Angiulli, 25 Ladriere, 7 Soncin, 9 Biancolino, 10 Castaldo. SIENA (3-4-3) 1 LAMANNA 7 CECCARELLI 29 GIACOMAZZI 5 DELLAFIORE 6 ANGELO 30 PULZETTI 26 VALIANI 24 SPINAZZOLA 20 ROSINA 27 ROSSETI 9 FABBRINI All. BERETTA PANCHINA 12 Farelli, 18 Milos, 11 Feddal, 8 Vergassola, 21 DAgostino, 23 Schiavone, 25 Rafa Jord, 10 Bedinelli, 14 Scapuzzi.

Jonathas e Jefferson out Lemma non pi il d.g.


LATINA Non ci sono i due attaccanti brasiliani: Jonathas non ha recuperato dal trauma cranico accusato dopo lo scontro col portiere del Trapani, Jefferson lamenta un malanno muscolare. Con Paolucci ci sar Ghezzal. Davide Lemma ha lasciato la carica di direttore generale. SQUALIFICATI Alhassan, Bruno. DIFFIDATI Alhassan, Esposito, Milani, Morrone, Viviani. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Iacobucci; Brosco, Cottafava, Esposito; Ristovski, Morrone, Viviani, Crimi, Milani; Ghezzal, Paolucci. All. Breda. ARBITRO Pasqua di Tivoli (0-0)

Pillon parte con il 4-4-1-1 Memushaj e Gagliolo out?


CARPI Memushaj e Gagliolo sono fermi per la febbre ma si spera di poterli recuperare, altrimenti tocca a Letizia e Lollo. Per il debutto Pillon vara il 4-4-1-1, anche se ha provato pure le due punte con Mbakogu al fianco di Ardemagni. Tornano Pasciuti e Concas dalla squalifica, mentre Romagnoli ancora indietro. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Romagnoli, Sgrigna, Gagliolo. PROBABILE FORMAZIONE (4-4-1-1) Colombi; Pasciuti, Legati, Pesoli, Gagliolo; Concas, Porcari, Memushaj, Di Gaudio; Sgrigna; Ardemagni. All. Pillon. ARBITRO Bruno di Torino (0-1)

Foscarini in emergenza Donnarumma pronto


CITTADELLA Ancora una volta Foscarini dovr fare i conti con le numerose assenze: 4 gli squalificati, De Leidi ancora indisponibile. In settimana sono rientrati in gruppo Piscitella e Donnarumma. Per il derby sono stati organizzati pullman per i tifosi che partiranno dal Tombolato. SQUALIFICATI Surraco, Alborno, Busellato, Coralli. DIFFIDATI Paolucci, Rigoni, Coly. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Di Gennaro; Pecorini, Scaglia, Pellizzer, Colombo; Paolucci, Di Donato, Rigoni; Azzi, Djuric, Donnarumma. All. Foscarini. ARBITRO Di Bello di Brindisi (0-1)

Iachini con il trequartista Dietro Vitiello confermato


PALERMO Torna Hernandez in attacco, ma la vera novit potrebbe essere una variazione di modulo con lintroduzione del trequartista: Vazquez dietro al tandem offensivo composto da Lafferty ed Hernandez, con Dybala in ballottaggio con luruguayano. In difesa Vitiello va verso la riconferma sul centro-sinistra. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Lazaar, Dybala, Ujkani. PROBABILE FORMAZIONE (3-4-1-2) Sorrentino; Munoz, Terzi, Vitiello; Pisano, Maresca, Barreto, Lazaar; Vazquez; Lafferty, Hernandez. All. Iachini. ARBITRO Pinzani di Empoli (0-1)

Piccolo ancora fuori Il ritorno di Mammarella


LANCIANO Piccolo ancora non disponibile. Casarini si allenato a parte per quasi tutta la settimana. In difesa il rientro di Mammarella. Non escluso il cambio di modulo con Turchi, Thiam, Gatto, Falcinelli e Di Cecco e, forse, Germano che si contendono i ruoli di esterni. SQUALIFICATI De Col. DIFFIDATI Amenta, Casarini, Piccolo, Comi, Turchi, Gatto. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Sepe; Aquilanti, Troest, Amenta, Mammarella; Minotti, Paghera, Buchel; Di Cecco, Comi, Gatto. All. Baroni. ARBITRO Di Paolo di Avezzano (1-1)

ARBITRO Fabbri di Ravenna GUARDALINEE Del Giovane-Lo Cicero PREZZI da 15 a 30 euro TV Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD INIZIO ORE 21 AVELLINO Squalificati: Bittante. Diffidati: Ciano, DAngelo, Izzo e Zappacosta. SIENA Squalificati: Belmonte. Diffidati: Ceccarelli, DAgostino, Dellafiore, Milos e Valiani.

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

PRIMA DIVISIONE IL PROTAGONISTA

Favola Ricchiuti Non mi fermo pi e segno di testa


Il fantasista dellEntella vicino al terzo salto in B Ho superato il primo k.o., ora ho una voglia matta
ITALO VALLEBELLA CHIAVARI (Ge)

testa nella mia carriera ne ho gi fatto altri. Bandini in parte pu essere perdonato, visto che un 94, mentre Ricchiuti va per i 36 anni. Questo mi fa un po rabbia sorride Adrian - perch il tempo passa, ma io non sono mica uno che vuole smettere. Finch il fisico me lo consentir continuer a giocare. La categoria non importa. Ho ancora una voglia matta.
La promessa Il riferimento allo stato atletico non casuale. Ricchiuti, per la prima volta in carriera, stato fuori sei mesi. E anche dopo il suo rientro ha avuto qualche piccola ricaduta. Ma ha lasciato ugualmente il segno per la gioia del presidente Antonio Gozzi che ha dichiarato: Sul recupero di Ricchiuti ci credevamo io e lui. Adrian spiega: Con il presidente ci siamo parlati due uomini veri e fatti la promessa che sarei tornato in campo: il tempo ha detto che avevamo ragione. Precedenti Ricchiuti molto vicino alla terza promozione in B: A Pistoia salimmo un po a sorpresa, ma con merito, ai playoff con il Lumezzane. Il successo di Rimini stato simile a questo campionato che stiamo disputando con lEntella. Per allora cerano squadre pi forti come Avellino e Napoli. E sempre a proposito di differenze, in questo campionato non sono previste retrocessioni. Ma tutte le squadre stanno giocando con grande seriet sottolinea Ricchiuti e domenica a San Marino non sar cos facile come pensano in tanti. Ricchiuti ci metter la classe e lesperienza: Orecchie dritte! Vinceremo il campionato solo se resteremo concentrati e arrabbiati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LANTICIPO ORE 20.45, RAI SPORT 1

i premi Scaccabarozzi top Marsura sale a 8 tra i cannonieri

Stasera derby in tv tra Grosseto e Pisa


Derby toscano con vista sui playoff stasera tra Grosseto e Pisa, ad aprire la giornata del girone B di Prima divisione. Acori scioglie gli ultimi dubbi stamane: in difesa si va verso la conferma di Burzigotti e Biraschi, anche se Terigi ha recuperato; in mezzo Perini favorito su Pagano, mentre Giovio e Ferretti si giocano una maglia. Cozza in emergenza a centrocampo: squalificato Favasuli, infortunati Mingazzini e Martella, non al meglio Parfait; in difesa torna Kosnic, ma Crescenzi potrebbe aver gi finito la stagione; in attacco Arma ancora squalificato. Cos in campo (ore 20.45, diretta su Rai Sport 1): GROSSETO (4-3-3) Lanni; Formiconi, Burzigotti, Biraschi, Legittimo; Ricci, Obodo, Perini; Giovio, Marotta, Bombagi. (Maurantonio, Terigi, Gotti, Onescu, Pagano, Ferretti, Gio). All. Acori. PISA (4-3-1-2) Provedel; Pellegrini, Rozzio, Goldaniga, Sabato; Mannini, Sampietro, Cia; Giovinco; Forte, Napoli. (Pugliesi, Caputo, Kosnic, Parfait, Brillanti, Lenzini, Bollino). All. Cozza. ARBITRO Albertini di Ascoli Piceno (Villa-Col). La situazione nei due gironi della Prima divisione: GIRONE A La classifica dopo 25 giornate: Entella p. 53; Pro Vercelli 44; Vicenza (-4) 42; Cremonese 41; Como 38; Venezia, Savona e Alto Adige 37; AlbinoLeffe (-1) 35; Feralpi Sal 29; Carrarese e Lumezzane 27; Reggiana 25; Pro Patria (-1) 24; Pavia 19; San Marino 17. Cos domenica (ore 14.30): AlbinoLeffe-Feralpi Sal (2-2); Alto AdigeCarrarese (1-2); Cremonese-Pavia (1-1); Pro PatriaLumezzane (2-1); Pro Vercelli-Venezia (1-1); Reggiana-Como (1-1); San Marino-Entella (0-2); Savona-Vicenza (0-4). GIRONE B La classifica dopo 28 giornate: Frosinone* p. 55; Perugia 50; Lecce* 49; Catanzaro 45; LAquila e Pisa* 43; Benevento e Salernitana 40; Pontedera* 37; Prato 36; Gubbio 35; Grosseto 34; Viareggio* 24; Barletta e Ascoli (4) 21; Paganese 13; Nocerina* (-2, esclusa) 12. (*deve riposare). Cos domenica (ore 14.30): Benevento-LAquila (2-2); Gubbio-Frosinone (0-2); Perugia-Paganese (4-1); Pontedera-Ascoli (0-2); Prato-Lecce (0-2); Salernitana-Catanzaro (2-2); Viareggio-Barletta (2-0); il calendario prevede il riposo per la Nocerina, che per stata esclusa.

Premio Cestani Premio Laudano


La Lega Pro e La Gazzetta dello Sport hanno istituito due premi per il miglior giovane e per il miglior marcatore giovane, intitolati a Mario Cestani, ex presidente di Lega, e a Mario Laudano, ex giornalista della rosea. Il miglior giovane (nato dal 1993 in poi) viene scelto in base alle medie voto della Gazzetta, mentre il miglior marcatore quello che segner pi gol, sempre tra quelli nati dal 1993 in poi. Le classifiche sono anche pubblicate sui siti di Lega Pro e Gazzetta. Ecco le due graduatorie. PREMIO CESTANI Jacopo Scaccabarozzi (1994, Renate, 2.090) media voto 6,5; Lazzari (1993, Spal, 1.817) 6,48; Vita (1993, Monza, 2.068) 6,42; Marsura (1994, F. Sal, 1.751) 6,39; Fabris (1993, F. Sal, 1.754) 6,34; Anacoura (1994, Cuneo, 2.520) 6,26; Frediani (1994, LAquila, 1.842) 6,23; Palma (1994, Como, 2.000) 6,22; Sensi (1995, San Marino, 1.910) 6,2; Bacci (1995, Tuttocuoio, 2.520), Agazzi (1993, Savona, 2.110) e Provedel (1993, Pisa, 1.890) 6,18; Serraiocco (1993, Teramo, 2.277) e Melgrati (1994, Como, 2.160) 6,17; Tantardini (1993, Feralpi Sal, 1.794) e Paganini (1993, Frosinone, 1.303) 6,14. PREMIO LAUDANO Tommaso Maistrello (1993, Bassano, 1.178) 9 reti; Marsura (1994, Feralpi Sal, 1.751) e Vita (1993, Monza, 2.068) 8; De Respinis (1993, Mantova, 1.065) e Lanini (1994, Prato, 1.208) 6; Valoti (1993, AlbinoLeffe, 686) e Scaccabarozzi (1994, Renate, 2.090) 5.

Predestinato. Adrian Ricchiuti probabilmente uno di questi. Il suo gol con la maglia del Rimini a Gianluigi Buffon in Serie B passato alla storia. Ma la stessa sorte toccher anche al suo gol con lEntella nellultima gara contro la Reggiana. Quella rete al 12 del secondo tempo, oltre ad avere un peso specifico importante nel campionato della squadra di Luca Prina, anche il gol del Centenario dellEntella. Gol pesante e gol di testa, tanto per renderlo ancora pi curioso, visto che Ricchiuti non un gigante e ha altre qualit tecniche. Ma a volte non necessario saltare pi in alto degli altri, basta essere nel posto giusto al momento giusto, sapere dove la palla passer prima di tutti gli altri.
Il rivale Ricchiuti sorride e svela un aneddoto. Il terzino della Reggiana (Bandini, ndr) mi ha detto, sorridendo, che ho segnato proprio io che non sono altissimo racconta - e io gli ho risposto che non un giorno che gioco e che gol di

Chiavari dopo Pistoia e Rimini


Adrian Ricchiuti 35 anni, per la prima stagione allEntella, vicina alla B: lui gi salito con la Pistoiese nel 1999 e col Rimini nel 2005 DAPRESS

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

sudiGiri
di MARCO LUCCHINELLI*

TROPPI CAVILLI, IL MOTOMONDIALE STA COPIANDO IL PEGGIO DELLA F.1


der se la moto bolognese dovesse mai vincere un paio di corse. Per fortuna non abbiamo lalettone mobile per sorpassare in rettilineo... Per ci ritroveremo al via con piloti che hanno 24 litri di benzina, altri che ne hanno 20 ed unenorme differenza; poi uno ha la gomma morbida e laltro no. Insomma, alla fine non riesci a renderti conto di chi sia il pi bravo. A questo punto consiglierei una categoria scapoli-ammogliati, non sarebbe malvagio... Detto questo, i test invernali ci hanno fatto intuire qualcosa: sembra che Valentino abbia camminato forte e abbia un nuovo modo di guidare, pi redditizio. Ma va ricordato che le ultime due sessioni - a Sepang e Phillip Island - hanno fatto a meno di Marc Marquez, infortunato. Lui quello che in ogni test abbassa sempre i tempi e dunque non sai se il limite vero quello prodotto dagli altri. Per avere le idee pi chiare dobbiamo aspettare le prime gare, ci sono troppe variabili. Solo la quantit di benzina diversa a disposizione regaler differenze di prestazioni. Comunque se ai miei tempi ci fosse stato da studiare cos tanto, io per correre avrei fatto altro: si saliva in moto, si dava il gas e chi arrivava primo aveva vinto...
RIPRODUZIONE RISERVATA

oi motociclisti abbiamo N sempre criticato la F.1 perch modificava ogni volta il regolamento, era piena di cavilli e cos via. Adesso ci siamo arrivati anche noi. Ho avuto la fortuna di vedere in pista le 500 a 2 tempi, con cui correvo, poi le 4 tempi da 1000 di cilindrata, poi le 800 e ora c questo cambiamento per cui non si capisce pi niente. Tra laltro non hanno ancora finito di intervenire: fino a pochi giorni fa la Ducati era Open, poi tornata Factory con regole tutte sue, in mezzo stata Factory 2 (categoria abolita) e chiss cosaltro succe-

* Iridato 500 nel 1981.

lAnalisi

laVignetta
DI LORENZO CASTELLANI

Marca la differenza
di SANTIAGO SEGUROLA Adjunto al director di Marca quotidiano sportivo spagnolo

LA GRANDE RESPONSABILIT STORICA DELLA JUVENTUS E DI CONTE


di FABIO LICARI

adesso tocca alla Juve: per se stessa e per il E calcio italiano. Ultimi sopravvissuti tra i 16 finalisti dEuropa, i bianconeri hanno una responsabilit storica non indifferente: far ripartire il nostro movimento drammaticamente schiacciato dalla superiorit tecnica spagnola, dalla prepotenza agonistica inglese, dalle finanze responsabili tedesche. Lultima Europa League si chiamava ancora Coppa Uefa risale al 1999 (Parma), lultima Champions del 2010 (Inter). Non stato un grande decennio, evitiamo di parlare di ventennio, per favore. Ma anche per Antonio Conte il peso forte. dal 1997 che la Juve non solleva la Champions: allora in panchina cera Lippi. Ed dal 1993 che non entra negli scaffali bianconeri la Coppa Uefa: bisogna risalire al 1993, guida tecnica Trapattoni. Esatto, Lippi e Trap, men-

tori, maestri e modelli, i pi grandi tecnici bianconeri prima di Conte che, a un passo dal record storico del terzo scudetto consecutivo, non pu non lottare per lEuropa per entrare nella hall of fame. Non pu rinunciare a un assalto che lo vede, inutile negarlo, grande favorito e non solo perch la finale a Torino. Sulla carta, la Juve il Bayern (o il Real Madrid) di questa Europa League. Domina in Europa, lanno scorso uscita dignitosamente con il Bayern, questanno ha retto il doppio confronto con il Real Madrid (non meritava di perdere neanche allandata) e ha perso il controllo soltanto in quei cinque folli minuti di Istanbul. Altrimenti, forse, sarebbe ancora nel sorteggio. Ma in quello pi importante. sembrato per, da qualche dichiarazione e atteggiamento non opportuno, che lEuropa League fosse quasi una seccatura da qui allo scudetto, pi che un obiettivo. Sbagliato. Sbagliatissimo. Soprattutto adesso che i punti di vantaggio sulla Roma sono pi di dieci e la Juve ha armi e mentalit per gestire la situazione, impostando infortuni permettendo un turnover ancora pi deciso. Sbagliatissimo perch sarebbe tutta unaltra storia entrare nella prossima Champions con un trofeo addosso, come ha fatto il Chelsea questanno. A testa alta. Forte dellesperienza dellanno scorso quando proprio dalla Juve era stato scaraventato in Europa League. Le disponibilit finanziarie non sono le stesse ma la grinta o no Conte il Mou Italiano? s. Per fortuna quelle parole sono lontane. Grazie anche alladrenalina del derby con la Fiorentina (complimenti per come ha lottato alla pari), la Juventus sembra aver ritrovato il vecchio piacere dellEuropa (oltre a quello dellItalia). Se poi il sorteggio oggi desse una mano, magari con labbordabilissimo Alkmaar...

Il Real di Ancelotti parte favorito in questo Clasico


TwitTwit
DAVID FERRER
Campione di tennis

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

Lallenamento di ieri con @RafaelNadal e@albertmolina3 junior!


@DavidFerrer87

KEVIN-PRINCE BOATENG
Calciatore ex Milan, ora Schalke

La gioia juventina dopo il gol di Andrea Pirlo ANSA

RIPRODUZIONE RISERVATA

i giorni di Libera

Intervista time! @sattamelissa


@KPBofficial

PAPA FRANCESCO, LA SCUOLA E LO SPORT CONTRO LE MAFIE CHE RUBANO IL FUTURO


di DON LUIGI CIOTTI Ieri la marcia dei 10.000 di Casal di Principe nellanniversario dellassassinio di Don Diana, ucciso 20 anni fa dalla camorra. Oggi la veglia di preghiera con Papa Francesco nella chiesa romana di Gregorio VII. Domani un corteo silenzioso e tanti seminari nel centro di Latina, che ospita la XIX Giornata della memoria e dellimpegno in ricordo delle vittime delle mafie, promossa dallassociazione Libera e da Avviso Pubblico. Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, racconta per noi i contenuti della 3 giorni.

FLAVIO BRIATORE
Manager sportivo

Scriveva il giudice Antonino Caponnetto che la mafia ha pi paura della scuola che della giustizia. Non era retorica. Tutto ci che significa accendere le luci, sentirsi meno soli, tutto ci che si fa trasformando lio in noi, fa paura ai poteri criminali che vivono invece di occulto, di oscuro, di nascosto. Per questo la mafia ha paura anche dello sport. Lo sport del campo, del campetto, del campaccio, delle scuole calcio di Rizziconi, in Calabria, o di Quarto, alla periferia di Napoli, veri e propri pezzi di vita sottratti alla criminalit e diventati momenti di speranza. Campi dove si gioca, si corre, si combatte la paura. Non un caso che fra le iniziative che riempiranno la nostra giornata della memoria e dellimpegno, c anche un momento che riguarda

proprio la scuola e lo sport. Stasera, con i familiari delle vittime innocenti di mafia saremo a pregare con Papa Francesco, e domani ci trasferiremo a Latina, una terra di frontiera chiamata a respingere loffensiva di mafie vecchie e nuove. Ed qui che parleremo anche di sport e di scuola. Cio di futuro. Perch queste parole, fra mille problemi e contraddizioni, sono due delle strade da percorrere per cercare un avvenire migliore per il nostro Paese. La mafia, le mafie vogliono proprio questo: rubarci il futuro, condannarci alla rassegnazione, allimmutabilit delle cose, alla loro impossibilit di cambiare. E le cose, invece, possono cambiare anche attraverso i gol. Anche i gol ragazzini, bambini, ingenui, segnati dentro porte senza reti, in campi a volte senza righe bianche, in partite che non vorrebbero finire mai. Per tutto questo oggi saremo con Papa Francesco e domani ci troveremo a Latina. Pronunciando come facciamo da 20 anni, tanti ne sono passati dalla nascita di Libera, il lungo elenco delle vittime innocenti di mafia. Un elenco che percorre la storia del nostro Paese. Che ci fa sentire addosso non solo limportanza del ricordo, ma anche la necessit di dargli vita, di portarlo in giro per unItalia che non pu ignorare ci che avviene nella sua pancia: le tante energie inghiottite dai poteri criminali, le mille opportunit economiche, culturali, umane risucchiate dalle mafie. Saremo a Latina dunque, per tutto questo. Per fare i conti con la memoria e con il futuro.

Con max al compleanno di Falco


@BriatoreFlavio

DIEGO OCCHIUZZI
Campione di scherma

E noi che ci lamentiamo del traffico!!!! Qui si pu impazzire... In pi non so se riesco a vedere il Napoli! #mosca
@diegoocchiuzzi

Nel calcio, cinque mesi, la distanza che separa il titubante Real Madrid sconfitto dal Bara al Camp Nou dalla squadra che attualmente guida con passo deciso il campionato, rappresentano uneternit. A distanza di cinque mesi si affrontano di nuovo le due grandi del calcio spagnolo, e lo fanno in condizioni decisamente diverse rispetto a quelle dellultima sfida. Sono lontani i tempi in cui Carlo Ancelotti cercava e non trovava una precisa identit, i tempi in cui schierava al Camp Nou Gareth Bale come attaccante centrale, Sergio Ramos come centrocampista e lasciava Benzema in panchina. Lontana anche la fase sicura e convincente di Tata Martino, quando giocava con il mitico 43-3 del Bara e nessuno metteva in discussione Neymar, autore di un gol geniale e dellassist a Snchez per il secondo gol azulgrana, quello della vittoria finale contro il Real. Da allora Ancelotti non nutre pi dubbi. Da quella notte il Real Madrid ha conquistato dieci punti pi del Barcellona. Ha vinto 16 partite e ne ha pareggiate due. Non ha pi perso nessun incontro. tornato Xabi Alonso dopo un lungo stop, Khedira ha subito un gravissimo infortunio al ginocchio e Ancelotti ha trovato la quadratura del cerchio: Diego Lpez, Carvajal, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Xabi Alonso, Modric, Di Mara; Bale, Benzema e Cristiano Ronaldo. stata la formazione che ha portato il Real Madrid in alto, nel momento migliore e di maggior ottimismo degli ultimi anni. la squadra che domenica affronter il Bara. Lo sa Ancelotti, lo sanno i giocatori, lo sa il Barcellona, lo sa qualsiasi tifoso. Martino dice di aver gi deciso la squadra che schierer al Bernabu, dove il Bara, per non dire addio alla Liga, non potr commettere ulteriori passi falsi. Sono quattro i punti che lo separano dal Real. Non pu permettersi nemmeno un pareggio. Il tecnico argentino vuole trasmettere una sensazione di sicurezza in un momento, per il Barcellona, di grandi incertezze, in cui si susseguono i problemi, istituzionali il caso Neymar, le dimissioni del presidente Rosell, la sensazione della necessit di decisioni imminenti nel caso in cui la squadra fallisca il finale di stagione e sportivi. Luned il canale televisivo catalano Tv3 ha annunciato che Martino avrebbe deciso di lasciare il Bara a fine stagione. Malgra-

Cristiano Ronaldo e Gareth Bale

do il club lo abbia smentito, limpressione che il Barcellona si trovi in un momento di cambio. Vctor Valds e Puyol se ne vanno, una scelta simile la potrebbe prendere anche Xavi e Martino non certo limmagine della felicit. Attorno allattuale Barcellona ci sono pi interrogativi che certezze. Alcuni sostengono che sia giunto il momento di lasciare alle spalle il 4-3-3 per permettere a Cesc Fbregas di giocare insieme a Iniesta, Xavi e Busquets. Altri sostengono che sia necessario sacrificare Fbregas per giocare con due attaccanti laterali. Non c accordo nemmeno sullidentit dei due laterali. La maggior parte della gente preferirebbe Snchez e Pedro. Il credito di cui gode Neymar in questi giorni molto basso, per sarebbe strano vedere in panchina al Bernabu un giocatore che costato la bellezza di 100 milioni di euro e che la stella della nazionale brasiliana. Al Real Madrid spetta il ruolo di favorito. una squadra efficace, che ora gioca con tranquillit, e pu vantare una rosa di giocatori ineguagliabile, con una potenza offensiva che non conosce molti rivali in Europa. Le sue stelle giocheranno due partite. Una sar la partita del collettivo. E una quella del prestigio dei singoli. Cristiano Ronaldo si misurer con Messi, e Gareth Bale con Neymar. I riflettori si concentreranno su questi quattro giocatori, ma non meno spettacolari sono le altre sfide: Iniesta, Busquets e Xavi contro Modric, Xabi Alonso e Di Mara. E lo stesso si potrebbe dire per tutti gli altri settori del campo. A Madrid ritengono che sia il momento perfetto per strappare al Bara legemonia. Tuttavia non sar facile. Il Barcellona pu anche attraversare un momento non sereno, ma di solito i suoi grandi campioni si esaltano nei momenti speciali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

MOTOMONDIALE GP QATAR
LIBERE MOTOGP
PILOTA (NAZ/MOTO) TEMPO 1. A.ESPARGARO (SPA/Yamaha) 155201 media 168,1 km/h 2. BAUTISTA (SPA/Honda) 155667 3. B.SMITH (GB/Yamaha) 155816 4. IANNONE (ITA/Ducati) 155996 5. P.ESPARGARO (SPA/Yamaha) 156020 6. PEDROSA (SPA/Honda) 156332 7. V.ROSSI (ITA/Yamaha) 156542 8. EDWARDS (USA/Yamaha) 156626 9. LORENZO (SPA/Yamaha) 156668 10. HAYDEN (USA/Honda) 156670 11. M.MARQUEZ (SPA/Honda) 156682 12. BRADL (GER/Honda) 156726 13. CRUTCHLOW (GB/Ducati) 157046 14. DOVIZIOSO (ITA/Ducati) 157100 15. HERNANDEZ (COL/Ducati) 157623 16. ABRAHAM (R.CEC/Honda) 157779 17. AOYAMA (GIA/Honda) 158182 18. BARBERA (SPA/Ftr-Kawasaki) 158394 19. REDDING (GB/Honda) 158495 20. DI MEGLIO (FRA/Ftr-Kawasaki) 158732 21. PETRUCCI (ITA/Art) 159321 22. PARKES (AUS/Art) 159328 M.LAVERTY (GB/Art) senza tempo

4
GARA ALLE 20
Domenica a Losail (5.380 m) si corre il GP Qatar, prima prova del Motomondiale 2014. lunica corsa in notturna della stagione. Tutto levento in diretta su Sky Sport MotoGP HD, qualifiche e gare anche su Cielo. Questi gli orari italiani (-2 ore rispetto al Qatar) Oggi 16-16.45: libere 2 MotoGP 17-17.40: libere 3 Moto3 17.55-18.40: libere 3 Moto2 18.55-19.40: libere 3 MotoGP

Primo giorno di scuola: i 23 piloti posano per la foto di gruppo


In prima fila, seduti, da sinistra: Pol Espargaro, Smith, Rossi, Lorenzo, Marquez, Pedrosa, Crutchlow, Dovizioso e Bradl. In seconda fila: Hernandez, Iannone, Redding, Bautista, Hayden, Aoyama, Aleix Espargaro ed Edwards. In terza fila: Di Meglio, Barbera, Abraham, Petrucci, Laverty e Parkes MILAGRO

LIBERE MOTO2
PILOTA (NAZ/MOTO) 1. NAKAGAMI (GIA/Kalex) TEMPO 200522 media 160,7 km/h 2. RABAT (SPA/Kalex) 200574 3. CORTESE (GER/Kalex) 200669 4. M.VIALES (SPA/Kalex) 200771 5. AEGERTER (SVI/Suter) 200853 6. LUTHI (SVI/Suter) 200910 7. DE ANGELIS (RSM/Suter) 200932 8. ZARCO (FRA/Caterham-Suter) 200949 9. FOLGER (GER/Kalex) 200967 10. KALLIO (FIN/Kalex) 201039 11. SIMEON (BEL/Suter) 201101 12. CORSI (ITA/Forward-Klx) 201219 13. PASINI (ITA/Forward-Klx) 201224 14. TEROL (SPA/Suter) 201394 15. L.ROSSI (FRA/Kalex) 201410 16. CARDUS (SPA/Tech 3) 201581 17. L.SALOM (SPA/Kalex) 201615 18. SIMON (SPA/Kalex) 201630 19. WEST (AUS/Speed Up) 201717 20. BALDASSARRI (ITA/Suter) 201745 21. TORRES (SPA/Suter) 201896 24. MORBIDELLI (ITA/Kalex) 202161

I campioni inseguono
Lo spagnolo avvantaggiato dai test fatti qui Pedrosa 6, Lorenzo 9 e Marquez solo 11
DAL NOSTRO INVIATO

Domani 16-16.40: qualifiche Moto3 16.55-17.40: qualifiche Moto2 17.55-18.25: libere 4 MotoGP 18.35-18.50: qualifiche 1 MotoGP 19-19.15: qualifiche 2 MotoGP Domenica Ore 17: gara Moto3 (18 giri, 96,8 km) Ore 18.20: gara Moto2 (20 giri, 107,6 km) Ore 20: gara MotoGP (22 giri, 118,4 km)

Super Espargaro Rossi settimo Dovizioso indietro


FILIPPO FALSAPERLA LOSAIL (Qatar)

LIBERE MOTO3
PILOTA (NAZ/MOTO) 1. FENATI (ITA/Ktm) TEMPO 206168 media 153,5 km/h 2. KORNFEIL (R.CEC/Ktm) 206190 3. MILLER (AUS/Ktm) 206427 4. ANTONELLI (ITA/Ktm) 206551 5. MASBOU (FRA/Honda) 206628 6. A.MARQUEZ (SPA/Honda) 206647 7. I.VIALES (SPA/Ktm) 206823 8. MCPHEE (GB/Honda) 206941 9. RINS (SPA/Honda) 207086 10. BAGNAIA (ITA/Ktm) 207219 11. KENT (GB/Husqvarna) 207315 12. OLIVEIRA (POR/Mahindra) 207399 13. LOI (BEL/Kalex-Ktm) 207403 14. VAZQUEZ (SPA/Honda) 207426 15. GRANADO (BRA/Ktm) 207440 16. BINDER (S.AF/Mahindra) 207556 17. OETTL (GER/Kalex-Ktm) 207617 18. GUEVARA (SPA/Kalex-Ktm) 207749 22. BASTIANINI (ITA/Ktm) 208246 23. TONUCCI (ITA/Mahindra) 208248 24. LOCATELLI (ITA/Mahindra) 208431 26. FERRARI (ITA/Mahindra) 209027

Partenza con il silenziatore. Anzi con il botto. I tenori steccano, non per colpa loro, i coristi diventano protagonisti. E nemmeno troppo sottotono scoppiettano le polemiche, sempre per le gomme. Il Motomondiale 2014 si apre con Aleix Espargaro e la sua FtrYamaha Open che mostrano come i test invernali non fossero solo una vetrina, ma solida concretezza. Dietro di lui Alvaro Bautista (Honda Factory di Gresini), Bradley Smith (Yamaha Tech 3, sempre Factory), Andrea Iannone (Ducati Factory/Open) e Pol Espargaro (con laltra Yamaha Tech 3), fresco reduce dalloperazione alla spalla sinistra. E i grandi? Ad inseguire.

Perch tre giorni di test, su una pista che appena non viene utilizzata un giorno si ricopre di sabbia del deserto e perde il grip, sono un vantaggio troppo grande anche per fenomeni come Dani Pedrosa, mai troppo efficace qui ma 6o e primo dei grandi, Valentino Rossi (7o) e Jorge Lorenzo (9o dietro nonno Edwards con laltra Yamaha Open). Loro qui non avevano fatto i test 10 giorni fa, come la Ducati ufficiale (13o Cal Crutchlow e 14o Andrea Dovizioso).
Dubbi andato forte Espargaro, a mezzo secondo dalla pole 2013 di Lorenzo con la stessa Yamaha che fu di Jorge. La gomma morbida lo ha aiutato e lo proietta come naturale pretendente alla pole di domani sera. Ma soprattutto sono andati piano gli altri. E un po

di preoccupazione serpeggia. Perch tre fenomeni su quattro (Marc Marquez finito 11O ma doveva soprattutto mettere a posto il fisico) si sono lamentati delle nuove gomme che in Malesia avevano fatto disperare Lorenzo. Jorge era furioso, Pedrosa preoccupato (Certo le gomme, ma va male soprattutto la pista: lasfalto praticamente liscio, va rifatto), Valentino, caratterizzato da una altalena di sensazioni, pi concentrato sul fatto che vicino ai due spagnoli.
Recupero Per tutti devono stare attenti al carneade Aleix che va come il vento. La gomma morbida lha fatto volare, ma con la dura, al 4o giro, ha fatto mezzo secondo meglio del giro pi veloce di Pedrosa. Arriveranno, assicura lo spagnolo. Arriveremo, sperano

Su una ruota Valentino Rossi, 35 anni, d spettacolo a Losail, dove ha vinto 3 volte: nel 2005, nel 2006 e nel 2010, sempre su Yamaha IPP

gli inseguitori. Ma la sensazione che questo divario sar difficile da annullare nelle due ore e mezzo di prove che mancano alla gara.
Prudenza Fuori dalla mischia Marquez, che non ha usato antidolorifici, anche se non sa se lo far oggi, pi in difficolt di quanto si aspettasse. Camminando non avevo problemi, in moto pensavo andasse meglio. Le curve a destra sono un problema e per questo non abbiamo toccato la moto, che era quella della Malesia. Prima devo arrivare al massimo della velocit in questa configurazione, poi proveremo a migliorare lassetto. Spero solo che quelli davanti non restino irraggiungibili. Rosse Lontane le Ducati, almeno quelle che qui non ave-

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

Gomme sotto accusa Vale: Dura guidare in queste condizioni


Jorge: Problema di sicurezza, ne parler con gli altri piloti.
Anche Capirossi dice che Bridgestone deve cambiare

LE ALTRE CLASSI

Romano Fenati, 18 anni MILAGRO

Gazzetta.it
QUALIFICHE E GARE IL WEEKEND DI LOSAIL MINUTO PER MINUTO
Il GP del Qatar, prova inaugurale del Motomondiale 2014, seguito in tempo reale sul nostro sito (gazzetta.it) con le cronache, il commento e gli approfondimenti dei nostri inviati e le dichiarazioni dei protagonisti del campionato. Da non perdere lo speciale con le curiosit sui team e le moto. Domani in edicola anche SportWeek con i ritratti selfie dei 23 piloti, i loro tweet (alcuni simpaticissimi) e le schede di moto e piloti.

Fenati primo Con il tifo del Dottore


LOSAIL Non poteva iniziare meglio: Romano Fenati primo, Niccol Antonelli quarto, Pecco Bagnaia decimo. Era da tempo non cerano tre italiani nei primi dieci: anche se sono solo prove libere, la conferma che quanto visto durante linverno era veritiero con Fenati, Antonelli e Bagnaia che possono davvero essere protagonisti. tutto un altro Fenati rispetto a quello del 2013, avvilito e innervosito da una Honda non allaltezza della situazione. Invece adesso Romano, talento puro, riesce a sfruttare la Ktm come sa, assistito al meglio da un team di altissimo livello e seguito dal muretto del box nientemeno che da Valentino Rossi. Primo in entrambi i turni si complimenta Valentino , addirittura di 0046 nelle prime libere (poi, complessivamente, di 0022 su Kornfeil): stato davvero bravo. Parlo spesso con Romano e con Bagnaia, cerco di dar loro dei consigli, ma solo se me lo chiedono. Incassati i complimenti del capo, Fenati non si esalta. Lesordio stato positivo: questo circuito difficile da interpretare e basta un piccolo sbaglio per prendere parecchi secondi. Bisogna stare calmi, sono solo i primi turni e dobbiamo sistemare il chattering (la vibrazione della ruota anteriore alla massima inclinazione; n.d.r.), che a volte si fa sentire in modo fastidioso. Soddisfatto anche Antonelli, che pure aveva iniziato male (era soltanto 15 alla fine del primo turno), rallentato da un motore non troppo veloce, ma nella seconda sessione la situazione decisamente migliorata. In Moto2, davanti a tutti c Nakagami, con Corsi 12 e Pasini 13. Meglio De Angelis, settimo assoluto.
Giovanni Zamagni
RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentino Rossi, 35 anni, nove titoli iridati e 106 gran premi vinti IPP
DAL NOSTRO INVIATO

PAOLO IANIERI LOSAIL

vano provato. Ma non sono troppo preoccupato dice Dovizioso . Qui sempre cos, la pista ha bisogno di tempo per pulirsi e diventare pi veloce. Noi siamo indietro come tempi, ma come passo rimaniamo a 2-3 decimi da Valentino o Pedrosa. Come negli altri test. Quindi poca apprensione, anche perch l davanti c Iannone, mentre il suo compagno Hernandez ha fatto un brutto volo, ma se l cavata con una forte abrasione alla scapola sinistra ed un buco nel gomito dello stesso braccio. Rispetto ai test sono andato mezzo secondo pi veloce e non ho sfruttato la gomma morbida: laltra volta non lavevo nemmeno provata e quando lho usata mi sono trovato davanti Hayden che mi ha rallentato. Si pu solo migliorare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PROTAGONISTA

Aleix ci crede Sar in gioco per la pole


LOSAIL (p.i.) Aleix Espargaro si gode la sua notte: I tre giorni di test ci hanno avvantaggiato molto, la pista non era perfetta e io sulla moto mi sento bene. Posso dire gi ora che in qualifica saremo veloci, lincognita la gara, ma in questo primo turno siamo stati veloci anche con la gomma dura, girando subito sull155. Il suo il nome pi gettonato per la pole di domani sera: Firmerei per riuscirci, ma non sar facile. Di sicuro un sogno da sempre e in questo momento ci sono pi vicino.

Sono tutti arrabbiati con la Bridgestone, i big, chi in maniera pi diretta, chi pi sfumata. Di sicuro non si nascondono dietro alle parole Dani Pedrosa (Le gomme sono peggiorate, si scivola troppo, la sua sentenza) e Jorge Lorenzo, che gi nei primi minuti della sessione, dopo qualche giro, rientra furioso nel box, gesticola rabbioso con i tecnici e poi affronta anche Hiroshi Tamada, responsabile del gommista giapponese. Le sensazioni sono simili a quelle della Malesia, con laggiunta che per colpa della sabbia la pista ancora pi scivolosa attacca a fine turno il maiorchino della Yamaha, 9 a 14 dalla vetta . Ci sono problemi in frenata, aprendo il gas la moto scivola e si muove tanto. Sono convinto che questa sia una moto vincente, ma con queste gomme diventa quasi impossibile dimostrarlo. Dopo il turno ho parlato con Capirossi in qualit di delegato alla sicurezza e anche lui si dice daccordo sul fatto che la Bridgestone deve cambiare qualcosa. Ne parleremo domani

Sono convinto di avere una moto vincente, ma cos impossibile dimostrarlo

do-sette decimi. Margine che per con le gomme dure si dovrebbe ridurre.
Ottimista ma Critica in maniera molto pi velata invece Valentino Rossi, autore del 7 tempo. La posizione non mi fa molto felice, ma va un po meglio se penso che noi ufficiali, che qui non abbiamo provato, siamo tutti indietro e molto vicino tra noi esordisce Vale . La pista era piena di sabbia, la moto galleggiava molto e uscire di traiettoria era un problema. Guidare cos, con le gomme che scivolano molto, difficile, per cerco di essere pi ottimista. Rincorsa Con i due Espargaro e i vari Bautista e Smith partiti subito forte, si guarda anche a cosa potrebbe accadere domenica. Aleix Espargaro per me il favorito per la pole, andava forte con le nostre gomme, poi mette sto cavolo di gomma morbida e scende subito a 1552 e per noi arrivarci diventa difficile. Per cui, se partono tutti davanti, in gara potrebbe essere divertente rincorrerli, ammesso che ci si riesca. Sono curioso di capirlo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

JORGE LORENZO VICE IRIDATO IN CARICA

(oggi; n.d.r.) in Safety Commission e spero ci sia unit con gli altri piloti, perch c anche un problema di sicurezza: il traction control lavora tantissimo, ma invece per la poca aderenza a livello di sensazioni come se non ce lavessi. In condizioni simili, il trionfatore della scorsa edizione prevede un weekend in salita. Aver provato qui ha dato agli altri piloti una bella base da cui partire. In pi, potendo sfruttare la gomma morbida, sul giro veloce Espargaro ha un vantaggio di mezzo secon-

FORMULA 1

Flussogate: Red Bull presenta lappello


Sondaggio Ferrari sulle novit tra i tifosi. Ecclestone sta per lasciare?
Quasi in extremis la Red Bull, attraverso la federazione austriaca, ha presentato appello contro la decisione dei commissari di Melbourne di escludere Daniel Ricciardo dal GP dAustralia. La scuderia aveva 96 ore di tempo per formalizzare quanto annunciato domenica notte. Il pilota di casa era stato squalificato, perdendo cos il secondo posto, perch la Red Bull aveva ignorato durante la gara, gli avvertimenti della direzione gara, secondo la quale il consumo istantaneo era superiore ai 100 kg/ora stabiliti dal regolamento.
Affidabilit Il team si era difeso, sostenendo che vista la mancanza di affidabilit del flussometro fornito dalla Fia (e gi sostituito dopo le libere del venerd salvo poi rimontare quello originario) aveva deciso di affidarsi ai dati del proprio iniettore. Da qui la decisione di presentare appello forse con lintento di forzare la mano alla Corte dAppello per cambiare le regole. Tanto pi che anche Ferrari e Mercedes

Taccuino
TEST TURISMO A VALENCIA

clic
TEST SEGRETI TOYOTA PER TORNARE IN WRC ALLONTANATO KUBICA
La Toyota, primo costruttore al mondo di auto, sta svolgendo test segreti e non accessibili al pubblico in Toscana con una Yaris Wrc in vista del rientro nel Mondiale nel 2015 o al massimo nel 2016. Quando si sparsa la voce anche Robert Kubica, che vive in Toscana e corre il Wrc su Ford, ha provato ad avvicinarsi ma stato allontanato. Al volante della Yaris ci sono Stephan Sarrazin e Sebastian Lindholm.

avevano riscontrato anomalie nel flusso ed erano stati richiamati dalla Fia.
Sondaggio Intanto la Ferrari

Citron avanti con Ma


Il cinese Ma Qinghua (Citron) stato il pi veloce ieri nei test Wtcc a Valencia. A un paio di decimi le Honda di Tarquini e Monteiro. Pi indietro le Chevrolet di Tom Chilton e Valente. Oggi arriva Loeb (Citron).

ha lanciato un sondaggio tra i tifosi chiamati a giudicare sul sito del Cavallino e attraverso twitter, utilizzando lhashtag #FerrariFanSurvey, le nuove regole, il suono del motore, il limite del carburante e lo spettacolo in generale.
Ecclestone Infine si infittiscono le voci di una imminente uscita di scena di Bernie Ecclestone da ogni ruolo operativo nella Fom. E torna a circolare il nome di Flavio Briatore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A GOODWOOD SU PEUGEOT

Loeb tenta il record


Sebastien Loeb prover a battere il record di Goodwood, con la Peugeot 208 T16 che nel 2013 aveva domato la Pikes Peak. Il tentativo tra il 26 e il 29 giugno: il tempo da battere 416, firmato da Heidfeld nel 99 su McLaren MP4-13.

Daniel Ricciardo, 24 anni, alla prima stagione alla Red Bull; arriva dalla Toro Rosso AFP

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

CICLISMO
LANNUNCIO MANCANO 49 GIORNI ALLA PARTENZA DELLA CORSA ROSA DA BELFAST (IRLANDA DEL NORD)

Frankie Hi-Nrg dal Festival alla bici Pedala sar la sigla del Giro
LUCA GIALANELLA

La festa rosa nel salone delle feste del Conte Biancamano, la nave che effettu 364 traversate dellAtlantico. Il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano uno scrigno da scoprire piano piano. Ecco il sommergibile Toti. Ecco gli aerei dei pionieri. Ecco il Giro dItalia, che si pre-

sentato ai suoi sponsor a 49 giorni dalla Grande Partenza di Belfast, Irlanda del Nord, venerd 9 maggio. Il direttore della Gazzetta, Andrea Monti, e il presidente di Rcs Sport, Raimondo Zanaboni, raccontano una storia ultracentenaria che affonda le radici nella Gazzetta. Mauro Vegni spiega le emozioni di un percorso che risale lItalia da Bari fino al clou sullo Zonco-

lan, alla vigilia della conclusione a Trieste il 1 giugno. Ma il Giro anche la Carovana pubblicitaria, che sperimenter la connettivit digitale durante il percorso e il livestreaming via smartphone di 200 studenti del Politecnico di Bari, quando la corsa arriver in Italia da Dublino; la Gazzetta Cycling Cup, torneo riservato a giovanissimi e allievi; il 12 anno di Biciscuola; la charity

Oxfam per la difesa dei diritti delle donne. E soprattutto la musica di Frankie Hi-Nrg, il rapper che piaciuto molto al Festival di Sanremo. La sua Pedala sar la sigla del Giro numero 97. Un brano che racconta la nostra esistenza come una lunga pedalata. Una canzone che parla di noi attraverso catene, pignoni e ruote. E allora, pedaliamo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla Sicilia a Cremona: per la musica


Frankie Hi-Nrg, 44 anni, nome darte di Francesco Di Ges. Origine siciliana, abita a Cremona. Pedala nel cd Essere Umani

gli altri big


DI PAOLO MARABINI

SAGAN SUPER GILBERT SCALPITA GREIPEL CALDO FARI SU MODOLO Domenica Sanremo Il tedesco, al top della forma, uno dei

Pericolo Degenkolb Vivo per giorni cos


MILANO
110 m

genkolb ha vinto lultima classica dello scorso anno (la Parigi-Tours), al Giro dItalia 2013 la tappa di Matera e un anno prima, al Mondiale di Valkenburg, sfior il podio (4) nonostante i ripetuti passi sul Cauberg. A 25 anni, dopo il 5 posto alla Sanremo 2012 e il 18 nel 2013, non mai sembrato cos pronto per il colpo grosso.
Interessi Non potrei essere in condizioni di forma migliori. Questo non significa che vincer, per ho fiducia. Non mi sono fatto troppo condizionare da tutti questi discorsi sul percorso, la corsa verr dura in ogni caso. Ed emergeranno i migliori. Io vivo per giorno cos. Degenkolb, che cura sempre molto il look, allarga il discorso e si descrive cos: Mi piace fare shopping, e sono molto interessato alla moda. Sono anche molto superstizioso. Piccole cose, per esempio se vinco una corsa alla successiva voglio indossare gli stessi calzini. Stupidit, ma io ci credo. Non so che cosa avrei fatto se non fossi diventato un corridore. Di sicuro per un mestiere allaria aperta, a stare seduto tutto il giorno davanti a un computer non mi ci vedo. Se avessi un milione di euro, comprerei una grande casa. Mi ritengo una persona semplice: il massimo per me portare mia moglie in un bel posto e passare dei bei momenti insieme. Zabel Tornando alla Sanremo, viene naturale fare un riferimento al suo connazionale Erik Zabel, 4 volte vincitore tra gli anni 90 e 2000. Ma io, veramente, ricordo di pi quella che ha perso da Freire nel 2004 quando alz le braccia.... Non esattamente una carineria nei confronti del campione che ammise il ricorso al doping in carriera. Forse non un caso. Degenkolb un volto della nuova Germania che pedala e vuole far ritornare il grande interesse attorno al ciclismo. E un urlo di gioia a Sanremo sarebbe uno spot impagabile.

favoriti: I successi di Zabel? Io ricordo quella che perse...


9
Sagan
In forma come pochi, pu vincere in pi modi ma correr meno rischi se con i suoi far gara selettiva

8,5

IL TRACCIATO VIA LIBERA DELLA PREFETTURA DI SAVONA: SI PASSA A SPOTORNO


Passo del Turchino
532

Cancellara
La crono alla Tirreno ha detto che Fabian c. Tre volte sul podio negli ultimi 3 anni, deve evitare la volata

SANREMO 5 m Cipressa Cervo Capo Mele


67 239

Novi Ligure Pavia


63 196

Poggio 61 Berta 160


130

Gilbert
Pare quello dei bei tempi: luned ha fatto la prova dattacco per testarsi. Guai a farselo scappare sul Poggio

7,5

Km 0

29

95

143

241 246 254

272 287 294

Cavendish
Non ha la forma del 2009, ma la vittoria alla Tirreno lha gasato. E con un team cos forte, pu ripetersi

Ritrovo
ore 8.25 in piazza Sempione Sfilata ore 9.50 Via ufficiale ore 10.10 via Chiesa Rossa
John Degenkolb, 25 anni BETTINI
CIRO SCOGNAMIGLIO @cirogazzetta

Rifornimento
Km 136 Campo Ligure Km 225 Ceriale

Salite
Km 272: Cipressa (km 5,6 al 4%, max 9%) Km 287: Poggio (km 3,7 al 3,7%, max 8%)

Arrivo
a Sanremo in lungomare Calvino intorno alle 17
DARCO

Greipel
Pericolo forte in caso di volata. Migliorato in salita, sul Poggio pu reggere un eventuale forcing dei big

Demare
Mina vagante in caso di volata, pu sfruttare il marcamento stretto tra gli squadroni. Terr la distanza?

Stybar
Senza Boonen, lalternativa a Cav in caso di gara dura. Forte col maltempo, anche veloce

6,5

Quando pensi di essere diventato gi qualcuno, quello il momento in cui smetti di crescere. Questo il motto di John Degenkolb. E tedesco. E veloce. Tiene in salita. Lanno scorso un tipo cos Gerald Ciolek alla Milano-Sanremo fece saltare il banco. Sulla carta, lex poliziotto John anche pi accreditato del connazionale. E se toccasse a lui?
Conferme Mancano solo due giorni alla Classicissima numero 105, che sar bagnata. Il percorso lufficializzazione arrivata ieri torna a essere quello proposto per lultima

volta nel 2007: 294 chilometri senza Manie e senza Pompeiana (doveva essere la novit), ma Turchino, i Capi (Mele, Cervo, Berta), la Cipressa e il Poggio prima del traguardo sul Lungomare Italo Calvino, mentre nel 2007 si arriv in Via Roma.
Ambizioni Degenkolb ha preso la rincorsa alla Parigi-Nizza. Ha vinto una tappa sul circuito di Magny Cours, una casa storica della Formula 1, si portato a casa la maglia della classifica a punti e in salita era duro a morire. In casa Giant-Shimano non ci saranno dubbi sulla leadership visto che Marcel Kittel, forse pi veloce ma di sicuro meno resistente sugli strappi, non sar della partita. De-

Modolo
Alla Tirreno ha avuto sfortuna. Ma il ragazzo che fu 4 al debutto ha tutto per giocarsela

Degenkolb ride: 1 tappa al Giro, 4 alla Vuelta, Parigi-Tours e Amburgo BETTINI

RIPRODUZIONE RISERVATA

GP NOBILI A STRESA LUNGA FUGA, SENZA SUCCESSO, PER VALVERDE

Gazzetta.it
La dedico a Mauro Cei, il nostro sponsor (Macolive, ndr) storico. Caduto in bici, in coma farmacologico, ma d segni di vitalit. Ponzi vitalissimo: Fisicamente non sono ancora al massimo, ma mentalmente e moralmente s. Sogno la Sanremo. Con o senza Pompeiana, la corsa che vale una vita.

Ponzi fa tripletta: Mi sento importante


DAL NOSTRO INVIATO

MARCO PASTONESI STRESA (Verbania)

A 70 metri dal traguardo gli si spalanca parole sue una finestra. Allorizzonte, e mai orizzonte stato cos vicino, lo striscione. Simone Ponzi si trasforma in una rondine (oggi il primo giorno di primavera) o forse in aquila (la rapacit indispensabile in queste circostanze), o magari in un raggio di luce lacustre. Vola. E vince. Il Gp Nobili, corsa che fa da vigilia al-

la Sanremo di domenica, arricchisce la sua giovane e gi brillante carriera. Ponzi ha 27 anni, unet in cui un corridore deve decidere il suo destino: gregario o capitano, vincente o aiutante, delfino o corsaro. E il primo anno spiega in cui mi sento considerato importante. Stavolta, per esempio: in salita soffrivo, mi sono anche staccato, ma i compagni mi hanno aspettato e incoraggiato, poi hanno inseguito e raggiunto tutti, fino alla volata. A quel punto dovevo ripagarli con la stessa generosit e

coraggio. Ho rischiato di rimanere chiuso. Poi si aperta quella finestra. Peso 64 chili, pochi per un velocista, eppure sono capace di fare volate anche di gruppo. Ero cos anche fra i dilettanti. Luca Scinto, il vulcanico direttore sportivo che ha puntato su di lui, sostiene che Simone si esalta ma anche si deprime, tanto che in questo un po mi ricorda Visconti, per lo spirito garibaldino della nostra squadra gli regala fiducia e ne valorizza le qualit. E la terza vittoria stagionale di Ponzi:

I NOSTRI VIDEO SPECIALI: RIVIVETE LA SANREMO SCOPRITE LARMATA CAV


Sul nostro sito, grande copertura della Classicissima di primavera: squadre, iscritti, risultati, fotogallery. Rivivete le ultime edizioni della Sanremo in un video emozionante, con immagini dallinterno, e scoprite larmata OmegaQuick Step di Cavendish. E domenica non perdete la diretta della Sanremo con gli interventi dei nostri inviati

RISULTATI
Arrivo: 1. Simone PONZI (Yellow FluoNeri) 190 km in 3.5915, media 47,648; 2. Delle Stelle; 3. Ventoso (Spa); 4. Lobato (Spa); 5. Howard (Aus); 6. Felline; 7. Belletti; 8. Finetto; 9. Andriato (Bra); 10. Chinello; 44. Valverde (Spa); 88. Cancellara (Svi) a 932. Partiti 162, arrivati 120.

Ponzi, 27, bacia la fidanzata BETTINI

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

LINIZIATIVA OGGI LA GIORNATA MONDIALE

Pugni al razzismo
In tutto il mondo, si celebra la Giornata Mondiale contro il razzismo in ricordo del 21 marzo 1969 quando a Sharpeville, in Sudafrica, 69 manifestanti neri furono uccisi da 300 poliziotti bianchi. Tante le iniziative anche in Italia. E molti i testimonial. Come lex cestista azzurro: Tutti noi possiamo dare il buon esempio
ANDREA TOSI BOLOGNA

Guardia alta, educazione e rispetto


Myers portabandiera a Sydney 2000: Lho subto, so come si combatte: anche con la fede
felice.
Lei nel 2009, quando cominciarono gli slogan contro Balotelli, consigli allattaccante allora interista di perdonare e aprire il cuore al Signore. Il suo invito vale anche oggi?

4
S

LA SCHEDA
Carlton Myers nato a Londra il 10/3/1971

Nella giornata mondiale che celebra la lotta contro il razzismo, sale forte lesortazione di Carlton Myers: Lunico vero deterrente per sconfiggere lintolleranza tra gli uomini la fede. Dobbiamo affidarci al Signore, solo Lui pu aiutarci a controllare quelle pulsioni che la natura umana non riesce a sopprimere. Lex campione dei canestri, da due anni si ritirato dai campi di gioco dopo tante battaglie, anche contro i pregiudizi per il colore della sua pelle. Da tempo ha abbracciato la fede evangelica che lo ha aiutato ad uscire dai momenti pi difficili della sua vita e della sua carriera. Come lultimo del maggio scorso quando, giocando con la sua squadra in un torneo Uisp, stato bersagliato dai buuuu dei tifosi avversari.
Il giovane Myers ha sofferto episodi di razzismo da ragazzo?

scuole elementari e le scuole medie. Qualche brutto ricordo mi rimasto che per reazione mi hanno spronato a dare il meglio come sportivo, come atleta.
In Italia un fenomeno allarmante?

Io non voglio giudicare Mario, lo fanno gi in troppi senza conoscere nulla della sua vita. Ripeto, per battere il razzismo, ci vuole tanta fede. E poi rispetto degli altri, veramente alla base della civile convivenza.
Lei stato il portabandiera della spedizione azzurra allOlimpiade di Sydney 2000. Quel ruolo voleva celebrare anche lomologazione etnica del nostro Paese. A distanza di quattordici anni convinto che abbia ottenuto leffetto che auspicava il Coni puntando sul Myers atleta di colore pienamente integrato in Italia? Il razzismo in Italia anche questione di latitudini? Ci sono citt o luoghi dove pi radicato e praticato?

Il razzismo una piaga della societ come lo sono la violenza sulle donne, il bullismo, la tossicodipendenza e lalcoolismo.
Lesempio deve venire dallalto?

Tutti noi, dentro le nostre case, possiamo dare lesempio. Per battere il razzismo non occorre crescere nella famiglia perfetta, quella della pubblicit del Mulino Bianco, ma mi chiedo quale insegnamento hanno avuto quei giovani che mi hanno insultato a Rimini durante una partita amatoriale. Spesso sono proprio i genitori, i professionisti, per non parlare dei politici a dare il cattivo esempio e allora non dobbiamo sorprenderci di quello che vediamo.

Carlton Myers, oggi 39enne, allAll Star Game 2013 e, sotto, portabandiera a Sydney 2000 CIAMILLO/AP

E ancora forte leco dellepisodio di Varese nel 2003. Ma in quella occasione ho sempre pensato che i tifosi mi insultarono e aggredirono perch ero lavversario pi temibile. Purtroppo il razzismo dappertutto, oggi non esiste lisola

Penso di s, lho vissuto come linizio di un percorso che deve ancora completarsi. Magari cerano sportivi pi meritevoli di me, qualche polemica allepoca venne fuori, ma credo che il segnale sia stato importante. Lo sport in questo senso fa molto ma pu e deve fare molto di pi,
Per esempio?

Le squadre Rimini (1988-92) Pesaro (1992-94) Rimini (1994-95) Fortitudo Bologna (1995-2001) Roma (2001-04) Siena (2004-05) Valladolid (2005) Pesaro (2005-09) Rimini (2009-10) Nazionale 131 partite Palmares Con i club 1 scudetto (2000) 1 Coppa Italia (1998) 2 Supercoppa Italiana (Fortitudo 98, Siena 04) In Nazionale 1 titolo europeo (Francia 99) 1 argento europeo (Spagna 1997)

Sono nato a Londra e cresciuto a Rimini. Il razzismo in Gran Bretagna mi ha solo sfiorato, l il fenomeno era pi sentito negli anni Settanta, mio padre che viene dai Caraibi e suonava nella City lo ha avvertito di pi. Arrivando in Italia ho avuto problemi durante le

Tutti noi, dentro le nostre case, possiamo dare lesempio. Per battere il razzismo non occorre crescere nella famiglia perfetta, quella della pubblicit. Quando Balotelli fu insultato, gli consigliai di perdonare. Ma io non voglio giudicare Mario, lo fanno gi in troppi senza conoscere nulla della sua vita
CARLTON MYERS EX CESTISTA AZZURRO

La prevenzione va bene, ma quando occorre ci vuole anche il pugno duro. Quei 100-200 che lanciano cori razzisti negli stadi possono essere fermati. I club e le autorit devono trovare gli strumenti pi adeguati dei Daspo che finora non hanno funzionato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Una grande storia


IL FILM SUL MITO DEL BASEBALL

Il 42 di Robinson oggi un simbolo


Il 42 il numero di Jackie Robinson. Il primo nero nello sport professionistico Usa. Luomo che il 15 aprile 1947 ha abbattuto la barriera, debuttando in Mlb coi Dodgers, ai tempi ancora a Brooklyn (oggi sono a Los Angeles). Cinquantanni dopo, il 15 aprile 1997, tutte le squadre di Mlb quel numero lo hanno ritirato. E due anni fa diventato un film. La storia di come per decenni ai neri la Mlb (e le altre leghe) erano vietate. Non importa quanto bravi fossero, per

loro cerano solo le Negro Leagues. Un film che racconta del coraggio di Branch Rickey (Harrison Ford), il gm dei Dodgers che ha avuto il coraggio di rompere gli schemi. E di sfidare i razzisti. Racconta di Jackie. Di quel che Rickey diceva di lui: Non ho mai visto mettere assieme muscoli e cervello cos bene. Per quello fu scelto lui. Perch era forte (6 All Star Game, World Series vinte nel 55), e soprattutto intelligente, mite e paziente abbastanza da sopportare linsopportabile. Per tutta la carriera ha subito qualsiasi nefandezza. Avversari minacciavano di non giocare. I St.Louis Cardinals a pi riprese hanno annunciato lo sciopero, perch non volevano andare in campo contro un negro. I lanciatori avversari gli tiravano addosso. Riceveva centinaia di lettere con minacce di morte. Tifosi ululavano contro di lui. E non solo: in trasferta non aveva diritto a stare negli stessi hotel dei compagni, e nemmeno negli stessi ristoranti. Subiva tutto, perch sapeva che stava aprendo una strada. E ci riuscito. Per questo oggi nessuno indossa pi il 42. Salvo il 15 aprile, giorno in cui chi vuole lo pu fare. E in Mlb si vedono intere squadre composte solo di 42.
m.sal.

CALCIO

A MILANO

Maglie e palloni Tanti testimonial in offerta allasta nel ricordo sul sito di ebay di Cannav
Le maglie dei campioni di Serie A allasta per sostenere la campagna Espelli il razzismo dal calcio promossa dallUfficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali. Per partecipare alliniziativa collegarsi al sito di ebay nella pagina Charity e fare unofferta per gli oggetti donati dai club e dalla Nazionale. I lotti comprendono 23 maglie e 4 palloni autografati da campioni del calibro di Pirlo, Zanetti, Hamsik, Totti, De Rossi, Buffon, Borja Valero e Balotelli. Io tifo positivo nel segno di Candido Cannav propone un incontro con le scuole, nella palestra del Lido di Milano (P. le Lotto) e nelladiacente sede di Io tifo positivo, dal titolo Spegni il razzismo con un tweet. Dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 18 tanti testimonial, il primo, visto la dedicata a Mandela, il console sudafricano a Milano, Molobi. Poi i campioni tra i quali Zambrotta, Galli, Tommasi, Prati, Vierchowod, Marzorati, Portaluppi e la Caironi.

Jackie Robinson ha giocato dal 1947 al 1956 nei Dodgers E morto nel 1972 a 53 anni

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

BASKET EUROLEGA E NBA


LUCA CHIABOTTI

la guida Il Panathinaikos manda il Fener k.o. Adesso terzo


Keith Langford, 30 anni, nella sfida contro il Fenerbahe. Nel riquadro: la guardia dellEA7 esulta in borghese nella partita contro Roma LAPRESSE/IPP
Milano-Efes si gioca stasera al Forum di Assago alle 21 (diretta Fox Sports 2). Milano stasera riceve al Forum (previsti oltre 9 mila spettatori) lAnadolu Efes ma dovr aspettare ancora per poter eventualmente acciuffare la qualificazione aritmetica ai playoff. Il Panathinaikos (Ukic nella foto Epa) infatti, davanti a 17.500 tifosi accorsi anche per tributare unovazione a Obradovic, il coach degli 11 titoli nazionali e le 5 Euroleghe biancoverdi, ha battuto il Fenerbahe grazie allottima serata di Michael Bramos (23 punti e 4 rimbalzi), al ritorno a grande livello di Diamantidis (15 punti 6 rimbalzi e 6 assist) e a un solido Fotsis (10 punti e 9 rimbalzi). Questo risultato non garantisce ancora la qualificazione (sarebbe stata aritmetica con la sconfitta del Pana e quella eventuale di Malaga, oggi, contro il Barcellona) ma aumenta le possibilit di raggiungere il secondo posto finale che garantirebbe il fattore campo nei playoff. Milano infatti,

Manca poco a quello che era un traguardo stagionale e, forse, non lo pi. Per fortuna. Milano, oggi, battendo lEfes Istanbul potrebbe gi qualificarsi ai quarti di finale di Eurolega che ha centrato, lultima volta, nel 1997. Perch accada, devono perdere Malaga e Panathinaikos. Ma, ormai, lEA7 pu spostare lobbiettivo addirittura pi in la, al secondo posto del girone che farebbe diventare concreto il sogno delle Final Four. Per c linghippo. Keith Langford, miglior realizzatore di Eurolega, primo della squadra negli assist in coppa, fuori a tempo indeterminato per un infortunio muscolare. Tempi di rientro da scoprire: Keith sta gi lavorando coi pesi per non perdere il tono nella parte superiore del corpo, ma correre niente. Almeno per due-tre settimane: nel frattempo Milano andr a casa del Fenerbahce, ospiter il Barcellona e sar a Malaga.
Possessi Non mi preoccupa tanto il fatto di non avere il capocannoniere della squadra e dellEurolega dice Luca Banchi quanto il giocatore che in attacco gestisce il maggior numero di possessi, d pi assist e costringe gli avversari a delle scelte radicali in difesa su di lui, creando situazioni favorevoli per i compagni. Uno consapevole del suo grande talento e potenzialit e le sta mettendo al servizio della squadra. E anche in difesa, senza di lui, cambiano alcuni nostri meccanismi. Al bar sport si direbbe che Milano ha la squadra pi lunga di tutti proprio per sopportare le assenze di tutti. Ma non cos semplice considerando che, soprattutto in Europa, pi che i punti che produce Langford stato decisivo quando li ha fatti. Risposte Gi nella partita contro Roma la squadra ha dato delle risposte dice il coach . Non avevamo diagnosi ma sapevamo che linfortunio di Langford non sarebbe stata unassenza di una sola partita. Lallenatore, in queste situazioni, punta molto su aspetti mentali, sul senso di urgenza che la squadra deve dimostrare per far fronte ad un problema. Con Roma abbiamo suddiviso e bilanciato i possessi, senza pretendere che ci sia qualcuno che prenda i tiri di Keith o che gli riescano le cose che fa lui perch altri cos non ci sono. Bi-

Milano senza il bomber Il piano B gi pronto


Langford infortunato e salter le gare decisive di Eurolega Banchi: Non mancano i suoi punti ma ci che crea in attacco
Gi contro Roma la squadra sapeva che linfortunio di Keith era lungo: ha risposto Giocheremo pi vicino a canestro con le guardie e sui blocchi: armi in pi per il futuro
sogna cambiare qualcosa. Cosa far Milano nelle gare decisive delle Top 16 senza Keith? Abbiamo due strade tatticamente da seguire, utilizzare un quintetto alto con Moss o Gentile guardia dice Banchi o giocare con i due registi assieme, Hackett e Jerrells assieme, che una conformazione simile a quella con Langford, stando attenti a non sfiancarli. Probabilmente alcune soluzioni che con Langford sono secondarie, come portare le nostre guardie alte a giocare in pivot basso o tirare in uscita dai blocchi, assumeranno unimportanza superiore, come lappoggiare la palla con pi frequenza sotto canestro.
Bagaglio Una Milano non tanto, ma un pochino, diversa: La mia speranza che quando si ricorder lassenza di Langford non sar per recriminare su un obbiettivo mancato ma come un momento nel quale la squadra ha aggiunto al proprio bagaglio tecnico e di vissuto assieme delle altre soluzioni importanti anche quando Keith torner. Stasera c lEfes, quello del canestro della vittoria da 28 metri di Planinic al-

dopo lEfes, deve andare a Istanbul in casa del Fenerbahe, nella speranza di poterci arrivare con 3 vittorie di vantaggio. Il Panathinaikos si avvicina ma ha un calendario molto ostico: va a Barcellona, poi lo scontro diretto col Malaga e chiude col derby in casa dellOlympiacos. Nellaltro girone gi qualificate Cska e Real Madrid. Il Real ha pareggiato il -14 dellandata e ora sar la differenza canestri complessiva, in caso di parit, a sancire la prima del girone. GIRONE E Ieri: Panathinaikos Atene-Fenerbahce Istanbul 76-67 (Bramos 23, Diamantidis 15; Preldzic 13, Boj. Bogdanovic 10). Oggi: Olympiacos Pireo-Laboral Kutxa Vitoria; Unicaja Malaga-Barcellona; Emporio Armani Milano-Anadolu Efes Istanbul. Classifica: Barcellona* 10 vinte-0 perse; Milano 7-3; Panathinaikos 6-5: Malaga 5-5: Fenerbahce 5-6; Olympiacos 4-6; Efes, Vitoria 2-8. GIRONE F Ieri: Partizan Belgrado-Maccabi Tel Aviv 72-70 (Bog. Bogdanovic 18; Musli e Tepis 13; Tyus 14, Schortsanitis 12); Zalgiris Kaunas-Lokomotiv Kuban 8586 (Javtokas 18; Brown, Hendrix 15); Real Madrid-Cska Mosca 93-79 (Fernandez 28, Mirotic 15; Weems 28, Krstic 14). Oggi: Galatasaray IstanbulBayern Monaco. Classifica: Cska* Real Madrid* 9-2; Maccabi 7-4; Bayern 5-5; Kuban 5-6; Galatasaray 4-6; Partizan 3-8; Zalgiris 1-10. * Qualificate ai playoff

landata. Unincompiuta in attesa, si dice, del santone Dusan Ivkovic che ha mandato avanti il suo pi volte vice Angelou, ormai tagliata fuori dai playoff. Ma Milano freme ancora, sono attesi 9000 spettatori: Quella con lEfes una sfida che nasconde tante insidie legate soprattutto al momento che i nostri avversari stanno attraversando ammette Banchi . Al di l del fatto che occupino lultima posizione nella classifica, sul campo sono stati competitivi contro ogni squadra.

IL PERSONAGGIO LAZZURRINO ELIMINATO NEL TORNEO NCAA CON OHIO STATE: TANTI CLUB DEL NOSTRO CAMPIONATO LO CERCANO

Taccuino
EUROPEI 2015

Della Valle gi fuori, torna in Italia? Sacripanti: pronto per la Serie A


Il coach con cui ha vinto lEuropeo: Qual la piazza migliore per lui? Gli suggerirei Cant
VINCENZO DI SCHIAVI

la sua stazza. Ora non voglio fare paragoni, ma se lavora anche sul suo fisico pu diventare un prospetto di altissimo livello. La scorsa estate arrivato dal college alla Nazionale e si ambientato in un attimo.
Consiglio Dovesse tornare, quale la piazza migliore in cui vederlo crescere? Sacripanti unidea ce lha: Be, non posso che suggerirgli di venire da me (sorride, ndr). Passare dal basket di college a quello professionista, quello vero, un salto non da poco. A lui serve una realt che lo faccia sentire importante, magari non la stella della squadra, ma sicuramente un elemento di spicco del progetto tecnico. Prendete Alessandro Gentile: cresciuto tantissimo in queste stagioni ed ora, a 20 anni, un giocatore di grande livello ma non sarebbe migliorato cos in fretta se Repesa non gli avesse dato fiducia a Treviso quando aveva 17 anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ucraina spaccata
E in atto una lotta tra la federazione e il ministro dello sport ucraino e il comitato di organizzatore dellEuropeo 2015 e gli amministratori di Kiev: i primi sostengono che lUcraina organizzer i campionati nonostante il confronto con la Russia in Crimea, i secondi che la rinuncia inevitabile e che non verranno neppure finanziati i lavori per completare le strutture previste. Domani, FibaEurope discuter della situazione: la Francia gi pronta ad ospitare i campionati in caso di una probabile rinuncia. COMUNITARI Si parler dei giocatori comunitari, dopo la segnalazione di infrazione dellUE, e dei criteri di ammissione alla serie A nel Consiglio federale di domani a Roma. GALLO CAMP La Nba ha annunciato che supporter ufficialmente la terza edizione del Gallo Camp 2014 (www.funinaction.com), organizzato da Danilo Gallinari per ragazzi e ragazze tra i 6 e i 17 anni, a Jesolo, dal 6 al 12 luglio.

stino. Quello di Amedeo, per esempio: per lui una manciata di minuti, 1 tiro sbagliato, e 2/2 ai liberi. Gregario, troppo gregario in una stagione che, dopo un Europeo Under 20 vinto e vissuto (mvp della manifestazione), era partita forse con altre aspettative.
Sirene Questanno, con Ohio State, lazzurrino ha giocato 12 di media segnando 4 punti a partita, imprigionato (forse troppo) nel ruolo di tiratore sugli scarichi. Ma l, lottando da solo contro tutto e tutti, anche maturato. Avrebbe altri due anni da vivere al college, ma dallItalia le chiamate non mancano: diversi club, di fascia medio alta, vorrebbero investire sul ventenne piemontese, sul suo carattere

Addio March Madness e forse anche addio Ohio State. Amedeo Della Valle esce subito dalla follia di marzo. Dayton batte Ohio (60-59), accade tutto negli ultimi 4 secondi: Vee Sanford infila un canestro in mezzo a mille braccia, poi la corsa disperata di Aaron Craft dallaltra parte non ha la stessa fortuna. Un errore che pu segnare un de-

e sul suo innegabile talento. Che fare? Rimanere o tornare a casa? La seconda ipotesi scalda lentusiasmo di Pino Sacripanti, il coach dello splendido oro azzurro della scorsa estate, che ad Amedeo ha dato le chiavi della squadra: Nel nostro campionato potrebbe fare strabene non solo come guardia ma anche come playmaker, diventando un giocatore di grande prospettiva. Amedeo ha una qualit abbastanza rara, ovvero un pazzesco senso del canestro: da fuori, da dentro, in uno contro uno, in arresto e tiro, sbilanciato oppure allultimo secondo. E un volenteroso che ama questo sport e ha voglia di imparare. Certo, il fisico un po il suo punto debole ma quando in campo fa cose impensabili per

Amedeo Della Valle, 20 anni, nella sfida contro Dayton AFP

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

Ovazione Jackson Bargnani: Come incrociare Jordan


New York in piedi per la prima del guru al Garden. Il Mago: Fa effetto incontrarlo

S, perch da avversario ho affrontato quel sistema offensivo molte volte. Sono un giocatore adatto a quel tipo di schema? Penso di s. In attacco mi adeguo a tutto. Anche se mi chiedono di tirare da centrocampo (ride, ndr): sono affascinato dallidea del triangolo.
Bargnani, come sta?

Continuo con le terapie quotidiane, ma non c una data per il rientro. Vado avanti di risonanza in risonanza e aspetto buone notizie.
Ha visto le immagini del suo infortunio? Dicono che la sua penetrazione contro Young e Williams dei 76ers fu un po folle.

S, le ho viste. Comunque avevo subito un fallo, non che sono cascato da solo. E poi eravamo sotto, avevo messo tre canestri consecutivi e stavo guidando la rimonta. Ero bello carico. Una entrata cos non la fai nei primi due minuti del primo quarto, se no saresti un deficiente.
Ha subito pensato a qualcosa di serio?

CIAK SI GIRA: LA F. RENAULT 2.0 ALPS AL VIA CON OLTRE 40 MONOPOSTO

Allinizio no, perch il gomito non mi faceva male: ho persino continuato a giocare. Poi mi sono accorto che era fuori posto. La prognosi sempre stata a tempo indefinito, perch non si pu sapere quanto ci metter a cicatrizzare il legamento, visto che era parzialmente rotto. Spero di tornare, ma davvero non lo so.
Ora i Knicks hanno una stri-

Phil Jackson, 68 anni, riceve lovazione


del Madison Square Garden in Knicks-Indiana. A fianco: Andrea Bargnani, 28 LAPRESSE/REUTERS

Conosco il suo gioco, in attacco mi adeguo a tutto. Dallinfortunio non so quando rientro
mato di voler lasciare New York. Con i suoi consigli posso diventare pi forte. Nel suo piccolo, anche Andrea Bargnani, che non gioca dal 23 gennaio (lesione al legamento collaterale ulnare del gomito sinistro) e non sa se rientrer entro la fine del campionato, raggiante dopo aver stretto la mano al pi grande allenatore della storia. Racconta: Fa effetto incontrarlo. E un po come trovarti di fronte Michael Jordan.
Lei conosce il Triangolo? scia di sette successi, che cosa cambiato?

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

MASSIMO LOPES PEGNA NEW YORK

Eccitazione da playoff. Basta la presenza del nuovo presidente Phil Jackson nel Garden per scatenare una standing ovation a 555 dal termine del 1 quarto quando i Knicks conducono 10-9. Sar la loro settima vittoria consecutiva, la prima della sua era: contro Indiana, la migliore dellEst. Lentusiasmo contagioso. E coach Mike Woodson, un semitrombato perch se

avesse accettato Phil sarebbe stato il prescelto per la panchina, mette le mani avanti: Il triangolo (il celebre sistema di gioco di Jackson, n.d.r.)? Lo conosco e lo saprei insegnare. Parliamo di basket, ci di cui mi occupo ogni giorno. E poi c Carmelo Anthony, che a giugno potrebbe liberarsi da obblighi contrattuali e andarsene altrove. Ma ora, dopo larrivo del guru, fa una possibile retromarcia: Una benedizione e un onore sentirgli dire che faccio parte dei suoi piani futuri. Non ho mai affer-

Stiamo tirando bene, da tre e da due. C pi fiducia e abbiamo avuto una serie di gare contro squadre abbordabili. Adesso, per, il calendario si fa pi duro. Dopo Philly e Cleveland avremo cinque partite a Ovest, mai facili. Manca un mese alla fine e devi dare tutto e non dipende pi solo da noi. Purtroppo anche Atlanta, nostra diretta concorrente, ne ha vinte cinque di fila.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessuna comparsa, tutti protagonisti nella Formula Renault 2.0 ALPS. La prima scena si girer a Imola, nel fine settimana del 5 e 6 aprile. Con la regia della Fast Lane Promotion, la serie riservata alle monoposto 2 litri, autentico trampolino di lancio per i pi giovani (un nome a caso quello di Daniil Kvyat, che vinse il titolo nel 2012) giunge questanno alla sua quarta edizione. Oltre 30 presenze fisse, in termini di piloti al via, 13 team e pi di una quarantina di monoposto attese in occasione dellappuntamento del Santerno, che sar il primo dei sette doppi round del calendario 2014. Numeri, ma anche qualche novit di assoluto rilievo. Parliamo, per cominciare, dellarrivo di un team di riferimento in ambito internazionale, come la Fortec Motorsports. La squadra inglese guidata da Martin Young, si accinge a fare il proprio ingresso nellALPS con tre rookies deccezione. Charles Leclerc (nella foto sopra), 16enne monegasco, arriva dai kart in cui ha maturato una carriera straordinaria, culminata nel 2013 con il secondo posto nel Campionato del Mondo della classe KZ. Assieme a lui ci sar il croato Martin Kodric, stessa et di Leclerc, praticamente alla sua prima stagione completa in monoposto, cos come il brasiliano Thiago Vivacqua, 17 anni, intenzionato a seguire le orme dei suoi pi illustri connazionali.

AS MOTORSPORT E CRAM GLI ALTRI NUOVI ARRIVI

LE ALTRE PARTITE BELINELLI VINCE: 10 PUNTI

LeBron riposa, Boston batte Miami Sponsor sulle maglie: Inevitabile


Miami perde contro i Boston Celtics ma senza LeBron James, lasciato precauzionalmente a riposo per dei dolori alla schiena. LeBron sta facendo gli straordinari: nelle tre gare prima dello stop era stato in campo 41 di media. Probabilmente una sua richiesta, ma persa la speranza di arrivare primi ad Est, dove adesso Indiana ha 4 vittorie di vantaggio, con un bilancio di 4-6 nelle ultime 10 gare e a 16 alla fine, meglio che James non venga strizzato in vista dei playoff.
Belinelli A Ovest, invece, vanno avanti imperterriti i San Antonio Spurs arrivati alla undicesima vittoria consecutiva contro i Los Angeles Lakers. Marco Belinelli ha rea-

lizzato 10 punti, con 4/10 al tiro, nei 26 in campo. Gigi Datome non entrato in campo nella sconfitta dei Pistons a Denver. Grande prestazione di Ricky Rubio, in tripla doppia (22 punti, 15 assist, 10 rimbalzi) nella vittoria al supplementare di Minnesota, guidata da Love che ha segnato anche il canestro della vittoria, contro Dallas. Chicago ha inflitto la 22a sconfitta consecutiva a Philadelphia, a 4 partite perse dalla striscia peggiore della storia, i 26 k.o. consecutivi di Cleveland nel 2011.
Sponsor Il neo commissioner della Nba Adam Silver ha annunciato che i marchi degli sponsor compariranno sulle maglie delle squadre Nba: E inevitabile. Proprio Silver

aveva calcolato che la Nba avrebbe guadagnato, concedendo a ogni squadra Nba un solo sponsor con un logo di circa 50 cm quadrati, 100 milioni di dollari a stagione. Al momento, la Wnba femminile ha adottato le maglie con gli sponsor ma leffetto invasivo ha sollevato critiche.
RISULTATI: New York-Indiana 92-86 (Anthony 34; Stephenson 21); Philadelphia-Chicago 94-102 (Young 24; Augustin 20); Boston-Miami 101-96 (Bradley 23; Wade 17); Brooklyn-Charlotte 104-99 (D.Williams 25; A.Jefferson 18); Memphis-Utah 96-86 (Randolph 21; Burks, Hayward, Burke 16); New Orleans-Toronto 100-107 (Aminu 19; DeRozan 31); Dallas-Minnesota 122-123 t.s. (Nowitzki 27; Love 35); Denver-Detroit 118-109 (Brooks 27; Monroe 23); Phoenix-Orlando 109-93 (Dragic 18; Harris 23); LA Lakers-San Antonio 109-125 (Henry 24; Parker 25) .

In tema di debutti, da segnalare quello degli sloveni della AS Motorsport, la squadra di Andrej Slak che inizier la sua partecipazione nella Formula Renault 2.0 ALPS schierando una monoposto per Danyil Pronenko, con il supporto tecnico della GSK Gran Prix. Il 18enne ucraino aveva debuttato nella serie proprio a Imola, lo scorso ottobre. A distanza di sei mesi si ripresenter al via per puntare sempre pi in alto. Quello della Cram Motorsport invece una sorta di ritorno. Perch il team della famiglia Rosei, nella Formula Renault 2.0 Italia aveva conquistato il titolo nel 2004 con Pastor Maldonado e, andando ancora a ritroso, nel 2002 con largentino Jos Maria Lopez e nel 2000 con Felipe Massa. Scusate se poco Unavventura che adesso ricomincia nellALPS, con il 18enne varesino dallindubbio talento Alessio Rovera (nella foto sopra) ed il suo coetaneo Stefan Riener, promettente pilota austriaco.

www.renaultsportitalia.it

Ricky Rubio, 23 anni: terza tripla doppia in carriera REUTERS

a cura di RCS MediaGroup Pubblicit

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

TENNIS LA REGINA DI INDIAN WELLS A MIAMI

SCI LANNUNCIO A MONACO

4 Riesch smette v La Pennetta sa solo vincere E meglio ora E ce pure Sara sono al vertice
Flavia e la Errani toniche. Nieminen, ko a Tomic in 28: il match pi corto della storia
LUCA MARIANANTONI

Cinque ore di volo da Los Angeles a Miami per rimettere i piedi per terra e proseguire nel sogno infinito. Il day after di Flavia Pennetta, regina incontrastata a Indian Wells, riparte da Olga Govortsova, n. 92 del mondo, che lazzurra supera per la terza volta, senza strafare, con un doppio 6-3 in pieno controllo, trascinando idealmente alla vittoria anche Sara Errani. Sara mette sonno in due set, dopo aver iniziato male il secondo, laustriaca Patricia Mayr che in questo torneo si era accanita contro le azzurre, battendo la Burnett nellultimo turno di qualificazione e la Knapp al primo turno.
Attesa E un debutto molto

Uomini, primo turno: Istomin (Uzb) b. Mahut (Fra) 7-6 (8)7-6 (2); Lacko (Slk) b. De Schepper (Fra) 6-4 6-4; Sock (Usa) b. Pella (Arg) 6-3 6-4; Bedene (Slo) b. Wang (Tai) 1-6 6-2 6-4; Harrison (Usa) b. Delbonnis (Arg) 6-2 6-4; Gimeno-Traver (Spa) b. Khacharov (Rus) 6-7 (8) 6-1 6-1; Roger-Vasselin (Fra) b. Sijsling (Fra) 3-6 6-3 76 (3); Nieminen (Fin) b. Tomic (Aus) 6-0 6-1; Lu (Tai) b. Kukushkin (Kaz) 6-1 3-1 rit.; Robert (Fra) b. Bogomolov (Rus) 7-5, 6-4, Garcia Lopez (Spa) b. Klahn 1-6 6-1 64.

La fuoriclasse tedesca: Giusto cos dopo loro di Sochi. Carriera da sogno


PIERANGELO MOLINARO

MARIA HOFL-RIESCH Nata il 24/11/1984 a Garmisch Partenkirchen (Ger) Germania

atteso perch Flavia fa davvero paura alle pochissime giocatrici solo 11 che la precedono in classifica. La brindisina ha pi personalit rispetto al recente passato, sa leggere meglio le partite ed cresciuta al servizio, quel tanto che basta per darle sicurezza e tranquillit anche nei momenti pi delicati. Ma le prime di Flavia, questa volta, non vanno come dovrebbero. A fine match sono solo il 45%, mitigate da 5 ace che addolciscono la pillola. La 25enne di Misnk, in tabellone grazie alle qualificazioni, approfitta della prima palla break per mettere la testa avanti. Tutto per torna in carreggiata quando Flavia assesta il contro break per il 2-2.
Svolta Una delle chiavi vin-

Sopra Flavia Pennetta, 32 anni, brindisina, salita al n. 12 del mondo; sotto, Sara Errani, 26 anni, bolognese, invece in decima posizione nel ranking

nuovo credo dellazzurra. Linterminabile 2 game del secondo set incanala la sfida dalla parte giusta. Ma la Govortsova ha ancora la pazienza per rientrare in partita. Recupera il break, ma nel 7 game Flavia vola e senza pi voltarsi chiude in 88. Il tennis non ammette pause; ora c un terzo turno da non perdere contro Ana Ivanovic che ha lasciato appena 2 game alla statunitense Lauren Davis. Ostacolo, quello serbo, decisamente duro: 4 precedenti e 4 vittorie di Ana: sul sintetico indoor di Linz nel 2008, poi sul cemento di Indian Wells 2009, Toronto e Pechino 2013. Un solo set vinto su 9..
Record Intanto Jarko Nieminen ha battuto laustraliano Bernard Tomic 6-0 6-1, in appena 2820, in quello che diventato il match pi corto della storia. Il vecchio record apparteneva allanglocanadese Greg Rusedski che negli ottavi di finale del torneo di Sydney del 1996 super il tedesco Carsten Arriens con un doppio 6-0 in 29.
RIPRODUZIONE RISERVATA

centi della nuova Pennetta laggressivit che riesce a tirar fuori nei momenti in cui la palla scotta. Nel 6 game manca un paio di palle per prendere il largo. Ma la fuga rimandata di poco e all8 game Flavia si scrolla di dosso la Govortsova: 35 e il primo set a casa. Non mollare mai, il motto preso in prestito dallamico Fabio Fognini, il

Donne, secondo turno: Stosur (Aus) b. Bertens (Ola) 63 6-2; Makarova (Rus) b. Peterson (Sve) 6-1 6-1; Pironkova (Bul) b. Cirstea (Rom) 6-3 6-3; Kerber (Ger) b. Peng (Cin)6-3 1-6 7-6 (5); Ivanovic (Ser) b. Davis (Usa) 6-1 6-1; Vekic (Cro) b. Kuznetsova (Rus)7-6 (5) 7-5; PENNETTA b. Govortsova (Bie) 6-3 6-3; Safarova (R.Cec) b. King (Usa) 63 7-6 (2) 6-1; Kvitova (R.Cec) b. Ormaechea (Arg) 6-3 6-4 61; Garcia (Fra) b. Zakopalova (R.Cec) 7-6 (3) 7-6 (3); Lisicki (Ger) b- Petrova (Rus) 3-6 6-4 64; ERRANI b. Mayr-Achleitner (Aut) 6-1 6-4; Flipkens (Bel) b. Razzano (Fra) 61 3-6 6-3.

Lo sci perde una delle sue regine. Maria Riesch in una conferenza stampa svoltasi ieri a Monaco di Baviera, nella quale le stata consegnata la coppetta della discesa che non aveva potuto ritirare mercoled della scorsa settimana perch infortunata, ha annunciato il ritiro dallattivit. Un atleta deve dire basta quando al vertice ed io ci sono arrivata dopo loro di Sochi. La mia stata una carriera da sogno, ho vinto tutto, arrivato il momento di chiudere, ha detto. S, sono pochi gli atleti che sono riusciti a ritirarsi al vertice, pochi come Maria e Alberto Tomba. Una decisione che la Riesch covava da mesi, che a gennaio aveva sussurrato, ma che pareva rientrata allOlimpiade di Sochi dopo la medaglia doro della supercombinata.
Completa Maria Riesch

Altezza 184 cm Peso 72 kg Olimpiadi

3 Ori O O O

Super Combinata 2010 Super Combinata 2014 Slalom 2010

1 Argento A SuperG 2014 Mondiali

2 Ori O O
In alto Maria Riesch, 29 anni in azione, e sotto la sua commozione durante la conferenza stampa di ieri in cui ha annunciato il ritiro dalle competizioni

quel giorno sua grande amica.


I campionati Maria Riesch

Slalom 2009 Super Combinata 3 Bronzi


B B B

stata fra le poche atlete davvero complete, capace di gareggiare in tutte le prove. E con successo visto che, ad esclusione del gigante, dove in Coppa del Mondo vanta come miglior piazzamento due secondi posti, ha vinto in tutte le specialit, soprattutto in discesa e slalom. Lha aiutata una struttura straordinaria, 1.84 per 70 kg, ma il resto lha messo lei con una grandissima applicazione. Ha esordito in Coppa del Mondo nel 2001 ed ha centrato la prima vittoria il 30 gennaio 2004 ad Haus im Enstal, in Austria, il giorno dopo lultima di Isolde Kostner. L cominciato il volo di una campionessa che complessivamente in Coppa ha vinto 27 prove, cinque coppe di specialit e quella assoluta nel 2011, e quella sfera di cristallo port anche al litigio violento con Lindsey Vonn, sino a

comunque stata grande anche alle Olimpiadi, dove ha vinto tre ori ed un argento, e ai Mondiali (2 titoli e 4 bronzi). Ha saputo reggere la scena di una squadra come quella tedesca che aveva vissuto i fasti di campionesse come Seizinger, Ertl e Gerg, ha aiutato la crescita di compagne come la Rebensburg. Ha sempre saputo reggere la scena e farsi amare dal grande pubblico, come nel 2011, quando alla vigilia dei Mondiali nella sua Garmisch venne colpita dallinfluenza e riusc a conquistare solo il bronzo del superG, ma la Germania la port in trionfo come fosse un oro. Lultima vittoria in Coppa del Mondo lha conquistata il 24 gennaio nella discesa di Cortina. Alle finali di Coppa di Lenzerheide era in corsa per la la Coppa generale, ma una caduta in discesa ha consegnato il trofeo alla Fenninger. Ora saluta e al Circo Rosa mancher.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Discesa 2011 SuperG 2011 Discesa 2013 Coppa del Mondo Generale

vinta nel 2011

Coppe di specialit Discesa 1 SuperG: 1

Super Combinata 1 Vittorie in Coppa del Mondo Totali 27 Slalom 9 Discesa 11 SuperG 3 Combinate 4

(2010, 2009) (2008)

Slalom 2

ATLETICA IL CASO DOPING

Farsa spagnola: Dominguez scagionata


La federazione assolve lex iridata: Il passaporto biologico inaffidabile
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

LE NUOVE MISURE

mirino Iaaf per palesi e perduranti irregolarit nel proprio passaporto biologico.
Ricorso al Tas La Iaaf ha riba-

FILIPPO MARIA RICCI @filippomricci MADRID

Era ampiamente previsto, fa sensazione lo stesso. La federazione spagnola ha assolto la ex vicepresidente ed ex iridata dei 3000 siepi e oggi Senatrice Marta Dominguez, nel

dito lassoluta affidabilit del passaporto biologico e ha gi annunciato il ricorso al Tas, il Csd, Consejo Superior de Deporte, massimo organismo politico-sportivo spagnolo, ha preso le distanze dalla sentenza e abbracciato il passaporto biologico. Restano per le macerie dellennesima giornata nera dello sport spagnolo, almeno per ci che riguarda la lotta al doping di un Paese da anni vincente e nel mirino internazionale.

Passaporto biologico Dopo lassurda sentenza dellOperacion Puerto dello scorso anno, col no del giudice alla consegna delle sacche di sangue sequestrate al dottor doping Eufemiano Fuentes nel 2006 e la concretissima possibilit che queste prove inconfutabili finiscano al macero per decisione del tribunale, la Spagna in autunno ha perso nuovamente la corsa alle Olimpiadi. Anche per il palese lassismo sul tema doping. Luned Alejandro Blanco, presidente del comitato Olimpico, ha pubblicamente difeso la Dominguez e attaccato il passaporto biologico definendolo in pratica poco o nulla af-

fidabile. Le dichiarazioni di Blanco avevano fatto inorridire lantidoping spagnolo e i vertici del Csd. Ieri la sentenza che ancora una volta salva la senatrice, nome in codice Urco, pesantemente indiziata nellOperacion Puerto e in quella Galgo. Marta, latleta pi vincente della pista spagnola, oggi ha 39 anni, virtualmente ritirata, al Senato col Partito Popolare e ha un legame di ferro con Jose Maria Odriozola, dispotico e chiacchierato presidente della federazione dal 1989. C una Spagna che nega levidenza e una che si vergogna. Per ora vince la prima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Usa-Giamaica Ancora guerra sui controlli


Mentre la Wada, lagenzia mondiale, sostiene che il comitato antidoping giamaicano dopo le accuse dei mesi scorsi, si messo in regola con gli standard internazionali, soprattutto nei confronti dellatletica, ieri Travis Tygart, il responsabile dellUsada, a Londra, nel corso di un convegno, ha espresso scetticismo circa le nuove misure adottate. Campioni come Usain Bolt ha detto meriterrebero di non essere circondati da dubbi.

Marta Dominguez, 39 anni, ex campionessa del mondo delle siepi

identiKit & CARRIERA


2013 (2014) (2008)

LA GUIDA

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


PALLAVOLO ERA FUGGITO DA CUBA NEL 2005 BASEBALL A SYDNEY DOPPIO LOS ANGELES-ARIZONA NUOTO LA PELLEGRINI PARLA DI FUTURO

Gonzalez italiano Del Piero lancia Fede: Dopo Rio 2016 ma ha pagato pegno la stagione americana voglio fare la moglie
Per festeggiare, uno scherzo di compagni e tifosi
(g.sca.) Il palleggiatore cubano Javier Gonzalez, 31 anni, capitano della Bre banca Lannutti, ha ottenuto la cittadinanza italiana. Nel giugno 2005 scapp dal ritiro di Vimercate mentre era in Italia con Cuba per la World League. Chiese asilo politico, automatica la squalifica. Visse a Milano, poi trov in Cuneo la sua citt pallavolistica, dove debutt in A-1 nel 2007. Ha giocato a Bassano, Vibo, Piacenza, Padova e un anno in Romania, fidanzato con la schiacciatrice olandese di Piacenza, Meijners. Per la cittadinanza tuttavia ha pagato pegno sottoforma di scherzo. Una burla orchestrata dai tifosi cuneesi, i Blu Brothers, dai suoi compagni. In pratica con un falso documento gli hanno fatto credere che per diventare italiano avrebbe dovuto imparare a memoria linno di Mameli e che al momento della firma avrebbero anche potuto farglielo cantare. E, soprattutto che, se non ne fosse stato capace la concessione della cittadinanza poteva slittare. Cos nei mentre Javier si esercitava amici e compagni lo hanno filmato e ne hanno ricavato un video che spopola su internet.
KOVACEVIC (r.p.) Nikola Kovacevic, fratello di Uros, in arrivo dal campionato russo (Ural Ufa che non pagava gli stipendi) ha firmato con la Calzedonia Verona in vista dei playoff. AMICI TEDESCHI (an.me.) Doppia vittoria della Generali Unterhaching nelle amichevoli in terra umbra. I tedeschi hanno battuto 3-0 mercoled la Sir Safety Perugia e 3-2 ieri al PalaKemon di San Giustino Citt di Castello. VASILEVA NO Pare che alla fine la bulgara Vasileva non riuscir ad arrivare allImoco Conegliano per i playoff. IN CINA (a.a.) Il Pechino di Wout Wijsmans (20, 63%) si aggiudica la gara di andata della finale scudetto sul Fudam Shanghai di Cristian Savani (29, 77%) 3-2, domenica si torna in campo. IN TURCHIA (a.a.) Si chiude la stagione regolare con il dominio delle formazioni allenate da italiani. Primo il Vakifbank di Guidetti e Costagrande, 3-1 sullHalkbank Ankara, secondo il Fenerbahce di Abbondanza, 2-3 sullEczacibasi di Micelli che chiude terza, quarto il Galatasaray di Barbolini e Lo Bianco, 0-3 allEregli.

Alex visita i team Chicago: Liddi ok Paura Chapman


(r.r.-m.c.) La stagione del baseball americano riparte nella notte italiana da Sydney con Los Angeles-Arizona: non una novit che la Mlb allarghi i suoi confini per promuovere il suo lungo campionato che negli Usa scatter il 30 marzo sempre con i LA Dodgers contro San Diego. In Australia la Mlb torna 100 anni dopo Chicago WS-NY Giants (5-4). Il debutto australiano vede appassionarsi anche stelle di altri sport come Alex Del Piero (che ha incontrato le due squadre). I ricchi ed amibiziosi Dodgers, senza anello dall88 (detentore Boston) nellultimo test hanno battuto lAustralia 4-2 con un fuoricampo da 2 del cubano Yasiel Puig, luomo che dal suo arrivo nel 2013 a suon di fuoricampo aveva rilanciato la squadra poi arrivata ai playoff. Al Sydney Cricket Ground il primo partente sar super Clayton Kershaw (215 milioni di dollari per 7 anni) che festegger i 26 anni, opposto a Wade Miley (nel bullpen Arizona il 31nne aussie Ryan Rowland-Smith). Intanto nello spring training dei Chicago WS scontti 14-10 da Anaheim, Alex Liddi chiude

Ho il desiderio di crescere. Filo? Mi aiuta nei vestiti


Voglio nuotare fino allOlimpiade 2016, poi lascer. Vorrei essere moglie, madre, con un lavoro tranquillo. Sono una persona riservata, non credo che, dopo il nuoto, avr ancora voglia di stare sotto i riflettori. Federica Pellegrini a Grazia parla di nuoto, ma sopratutto del suo privato e del futuro oltre il nuoto: Ho voglia di cominciare a crescere ammette lolimpionica . Voglio diventare una donna. La storia damore travagliata con Magnini? Sia io che Filippo siamo negli ultimi anni della nostra attivit di nuotatori. E cominciamo a definire la nostra idea del futuro, cerchiamo di capire che cosa ci piace e che cosa no. Questo provoca un po di turbolenza e molti dubbi. Del tipo: sto investendo amore e tempo per niente? Cos magari lasciamo perdere, ma poi capiamo che abbiamo sbagliato e cos ci riproviamo. Per persone come noi, che hanno sempre e solo nuotato, non sapere

che cosa sar dopo molto destabilizzante. Con Filippo abbiamo deciso di non fare programmi, almeno fino ad allora. Viviamo giorno per giorno. Poi vedremo. Il rapporto col corpo? Complicato con il mio corpo. Mi imbarazza il mio fisico da nuotatrice. Penso che gli abiti femminili mi stiano malissimo. Amo gli abiti decollete, ma penso di non potermeli permettere. In questo mi sta aiutando tantissimo Filippo. Quando andiamo a fare shopping, lui mi fotografa nei salottini di prova e mi dice: Non vedi che sei bella?.
GIOVANILI (al.f.) Partono oggi a Riccione (25 m) i giovanili con 1680 al via di 237 club. Fino a domenica spazio alle donne (annate 1996-2001), da luned a mercoled invece tocca agli uomini (1994-2000).

Alex Del Piero e Paul Goldschmidt

(1/1) con un doppio contro Anahiem: entrato nel finale in terza base al posto di Davidson, spera ormai di rientrare nei 25 del roster. Infine, momento drammatico mercoled per il closer cubano di Cincinnati, Aroldis Chapman, colpito violentemente al volto da una linea di Perez (Kansas): ha rimediato una frattura allocchio e al naso dopo essere crollato: stop di 2 mesi. Fratture e lungo stop pure per linterbase di Detroit, il cubano Iglesias mentre Contrares va verso il ritiro dopo il no ai Rangers.

LIVORNESI A MONACO
(al.f.) Da oggi a domenica, Federico Turrini, Martina De Memme e Chiara Masini Luccetti saranno in gara a Monaco (Ger); al via anche i fratelli Deibler. Intanto a Spittal (Aut, 25 m), Erik Rigini vince 50-100 sl (2255, 5025) e 50 farfalla (2392). TEST CATALANO (al.f.) Domani e domenica un gruppo di azzurri sar in gara a Sabadell (Spa): al via Belotti, Marin, Pellizzari, Di Liddo, De Ascentis e Ponsel; presenti anche Florent Manaudou, Gilot, Balmy (Fra) e i padroni di casa Munoz e Peris.

IPPICA
IN UN CONVEGNO A BODEN

TUFFI
PRIMO PODIO 3 METRI SINCRO

ATLETICA
PROCESSO PER OMICIDIO

ATLETICA
WORLD CHALLENGE IAAF AL VIA A MELBOURNE PEARSON E ADAMS
(si.g.-r.r.) Domani a Melbourne (Aus) primo di 15 meeting del World Challenge Iaaf. Attesi gli statunitensi L. Merritt (400) e Oliver (110 hs), i keniani I. Koech (5000) e Eunice Sum (800), la neozelandese Valerie Adams nel peso e laustraliana Sally Pearson nei 100 hs. A Tshvane (Saf). Uomini. 400 hs: Van Zyl 4909. A Stellenbosch (Saf). Uomini. 400: De Jager 4574. A Port of Spain (Tri). Uomini. 100 (+2.2): Farinha (96) 1018. A LAvana (Cuba). Donne. Triplo: Martinez 14.29; Alcantara 14.20. Peso: Borel (Tri) 19.10. Disco: Perez 64.22.

HOCKEY GHIACCIO
PLAYOFF (m.l.) Ieri. Coppa di Lega, gara-1 (su 3): Renon-Val Pusteria 2-3 t.s. (0-1, 2-1, 0-0; 0-1). Fasa 2, gara-1 (su 3): Valpellice-Cortina 5-1 (3-0, 2-1, 0-0); Asiago-Vipiteno 6-3 (1-2, 1-0, 4-1), vincenti alle semifinali con Renon e Val Pusteria.

cente e i 78 con Assunta Galeone.

Clamoroso in Svezia Le donne-driver vincono 7 corse su 9


Non sar da guinnes dei primati, ma poco ci manca. Nel convegno di Boden, in Svezia, sulle nove corse in programma ben 7 sono state vinte da driver donne. Sandra Eriksson, Janne Soronen e Hanna-Riika Poulakka hanno conquistato un successo, mentre la mattatrice della giornata stata Hanna Olofsson che ha realizzato addirittura un poker, conquistando addirittura una corsa a 48/1. La Olofsson, 29 anni, ha cominciato giovanissima (ha la licenza da 10 anni) e ha scuderia nei pressi di Boden, dove cura personalmente lallenamento dei suoi cavalli. Il suo primato di vittorie in un anno di 23 nel 2010. La pi famosa donna driver sicuramente la connazionale Helen Johansson, prima donna a partecipare allAmrique e a vincere la classicissima con Ina Scot nel 1995. In quella stessa stagione Ina Scot (morta lo scorso dicembre a 24 anni) ed Helen Johansson vinsero anche il Lotteria di Napoli. RIENTRA OMATICAYA Oggi a Capannelle, in una prova sui 1200 metri, rientra Omaticaya che lo scorso anno finita seconda nel Papin e nel Primi Passi.

Pistorius dovr vendere la villa di Pretoria


(l.s.) Dopo cavalli e macchine sportive, Oscar Pistorius dovr vendere anche la villa di Pretoria dove ha ucciso la fidanzata Reeva Steenkamp. La conferma arrivata da uno dei suoi avvocati, che ha spiegato come il campione paralimpico sia costretto a fare cassa per coprire laumento delle spese legali. Oltre al team di avvocati, nelle ultime settimane, si sono aggiunti alla busta paga di Pistorius, tecnici balistici, esperti di comunicazione ed unazienda americana specializzata nella ricostruzione tridimensionale della scena del crimine. Secondo indiscrezioni, la diaria pagata da Oscar si aggirerebbe intorno ai 6.500 euro. Una cifra difficile da gestire soprattutto senza i proventi di sponsor e competizioni, Cos la decisione di privarsi di una propriet in cui impensabile torner mai a vivere - ha spiegato uno dei suoi avvocati. Secondo alcuni immobiliaristi della zona, il valore della propriet si aggirerebbe sui 250.000 euro.

PALLAMANO
ANTICIPO (an.gal.) Nellanticipo della 3a playoff di serie A maschile Pressano-Bolzano 26-27. Classifica girone A: Bolzano 13, Pressano 10, Trieste 5, Merano 3.

IPPICA
IERI 10-6-20-4-9 (e.lan.) A Napoli vittoria di Old di Azzurra, allundicesimo sigillo in carriera. 1 Old di Azzurra (R. Gallucci) 1.14.1; 2 Never K dEte; 3 Lorenz del Ronco; 4 Niobe de Mura; 5 Marcella Bella. Tot.: 5,19; 2,06, 3,91, 1,63 (90,64). Quint: N.V. Quart: 4.169,33. Tris: 256,76. OGGI QUINT A ROMA Alle Capannelle (inizio convegno alle 15.10) scegliamo Alpignano (7), Salvadanaio (4), Ercole (3), Herculanus (6), Captain Mattia (2) e Alabama Song (5). SI CORRE ANCHE Trotto: Padova (14.35), Foggia (14.50) e Firenze (14.55).

PALLANUOTO
ANTICIPO RECCO-SAVONA
Oggi, alle 20.10, anticipo dellottava di ritorno tra Pro Recco e Carisa Savona (dir. RaiSport 2). Si intanto chiusa senza traumi la vicenda del deferimento alla Disciplinare dei campioni dItalia che in estate ipotizzavano la rinuncia alla Nazionale: ammonizione per i giocatori, 20 giorni di inibizione per il presidente Angiolino Barreca. Classifica: Pro Recco 51; Brescia 49; Posillipo 40; Savona 36; Acquachiara 30; Can.Napoli 28; Como 22; Bogliasco, Lazio, Florentia 18; Quartu 12; Nervi 0.

Cagnotto-Dallap terze a Dubai nelle World Series


(al.f.) Il podio sfuggito per soli 30 centesimi al debutto in World Series a Pechino, si concretizzato ieri a Dubai. Nella gara del sincro da 3 m, Tania Cagnotto e Francesca Dallap hanno conquistato il 3 posto con 279.30 punti (16.5 in meno rispetto alla gara di 7 giorni fa) relegando in quarta posizione le avversarie dirette della Malesia Jun Hoong Cheong e Yan Yen Ng, battute per soli 4.5 punti. Successo delle cinesi Shi Tingmao e Wu Minxia (335.40) davanti alle messicane Chavez e Sanchez (286.50). Francesco DellUomo e Maicol Verzotto invece sono quarti nel sincro dai 10 m con 370.98 punti, 27 in pi rispetto a Pechino. Oggi Cagnotto e Maria Marconi (quinta a Pechino) salgono sul trampolino per la gara individuale.

BASEBALL
MOSTRA AZZURRA (m.c.) Col c.t. Marco Mazzieri che consegner la sua maglia azzurra n. 5 ospite donore, si apre oggi (alle 15) al museo dello sport di Torino Baseball emotions, prima mostra temporanea curata da Roberto Bugan.

JUDO BOXE
MONDIALE (r.g.) A Benavides (Arg) il locale Carlos Reveco (32-1) difende per la terza volta i mosca Wba, contro Manuel Vides (Pan. 15-2). MASSIMI (r.g.) Dopo la rinuncia dellex campione Kubrat Pulev (Bul. 19), sfidante ufficiale per la Ibf, di Vladimir Klitschko (61-3), a battersi col titolare Dereck Chisora (Gb, 20-4) per leuropeo, lEbu lha sostituito con Tyson Fury (Gb. 22). Incontro fissato il 26 luglio a Manchester (Ing) . MEDIOMASSIMI (r.g.) Il 12 aprile a Esbjerg (Dan) litaliano Danilo DAgata (121-1) ex tricolore, tenter di togliere la cintura Ue mediomassimi al campione in carica, limbattuto svedese Erik Skoglund (19) sui 12 round. AZZURRI (e.d.d.) Da oggi GP a Tbilisi. Per lItalia oggi Rosalba Forciniti ed Elio Verde, la prima per la semifinale dei 52 kg affronta lucraina Starkova, mentre nei 66 Verde con larmeno Ghazaryan. Domani i 73 con Andrea Regis e Marco Maddaloni, gli 81 con Giovanni Carollo e Antonio Ciano, i 63 con Edwige Gwned, i 70 con Valeria Ferrari. Domenica i 90 con Walter Fa-

SCI NAUTICO
WAKEBOARD (m.l.) Nella tappa di Coppa del Mondo disputata a Mandurah (Perth, Australia) azzurri del wakeboard lontani dal podio: Massimiliano Piffaretti 4 in semifinale e Giorgia Gregorio ha chiuso 9a nella generale.

SPORT INVERNALI
SALTI Roberto Dellasega ha superato le qualificazioni (23 102.2 punti, 120.5 metri) dal trampolino hs-139 maschile di Planica (Slo), ultimo weekend di Coppa del mondo. Out Sebastian Colloredo (57con 89.7/114.5), Federico Cecon (63 con 82.6/110.5) e Davide Bresadola (65 con 76.8/109.5). Il miglior punteggio stato realizzato dallo sloveno Matjaz Pungertar con 128,5 metri e 121.7 punti. Domani toccher invece alla gara femminile che vede il forfeit di Elena Runggaldier (infiammazione a un ginocchio). Al via Evelyn Insam e Manuela Malsiner. BIATHLON La bielorussa Darya Domracheva vince la sprint di Oslo e riapre i giochi per la Coppa del Mondo di biath lon: 710 punti per lei, 799 per la Makarainen (solo 23a) e 778 per la Berger (10 dalla triolimpionica) a 2 gare dalla fine. Terza Susan Dunklee (Usa, primo podio 24 anni dopo). Karin Oberhofer 19a a 1199 (2), Nicole Gontier 25a (2 errori) a 1319, ritirata a met Dorothea Wierer (14a in Coppa) per una caduta con rottura di fucile. Tra gli uomini vince la 10 km lo sloveno Jakov Fak 26059 (1) sul russo Evgeniy Garanichev a 139 e sullo svedese Bjoern Ferry a 143 di ritardo. Dominik Windisch 30 con 2 errori a 1185, Lukas Hofer 3 errori 36 a 1383. TRICOLORI FONDO (g.v.) A Campo Carlo Magno (Tv) ultimi tricolori di fondo. Oggi in palio quelli della 3x5 km donne (Forestale e Fiamme Oro favorite) e 4x7,5 km uomini (Fiamme Gialle, Carabinieri, Esercito e Fiamme Oro per il titolo).

RUGBY

Celtic League Stasera le Zebre sono a Leinster


(ma.p.) Mentre ieri a Calvisano lincontro Fir (Gavazzi e Checchinato)-Treviso (Zatta e Munari) dovrebbe aver definito il futuro della franchigia, oggi (ore 20.15), in Celtic League, c Leinster-Zebre. Zebre: Odiete; Toniolatti, Venditti, Ratuvou, Berryman; Iannone, Leonard; Vunisa, Van Schalkwyk, Ferrarini; Bortolami, Biagi; Ryan, DApice, Perugini. Altre (oggi): Ospreys-Cardiff; Edimburgo-Ulster. Classifica: Leinster 59; Munster 58; Ulster 55; Ospreys 46; Glasgow 43; Scarlets 36; Dragons, Edimburgo 28; Connacht 27; Cardiff 24; Treviso 20; Zebre 18.

GHIACCIO
SHORT TRACK: CAOS COREANO

BOXE

SCHERMA

DOPING

Russia-Ucraina: s alla doppia sfida di World Series


Nonostante la drammatica crisi politica, Russia e Ucraina si affronteranno regolarmente nei quarti delle World Series di boxe il 30 marzo a Mosca e il 4 aprile a Donetsk. La vincente del doppio confronto affronter poi in semifinale la vincente del match tra Cuba e Usa il 25 aprile e 2 maggio.

Coppa di fioretto a Torino: torna la Granbassi


Il PalaRuffini di Torino riapre da oggi a domenica alla Coppa del Mondo di fioretto donne: tra le 26 azzurre (in gara tutte le big) torna Margherita Granbassi, che vinse ai Mondiali 2006 su questa pedana. I fiorettisti saranno impegnati a Bonn; gli spadisti (senza Tagliariol reduce da intervento alla mano) gareggeranno a Vancouver.

La Wada sollecita il laboratorio di Rio non in regola


LAgenzia mondiale antidoping (Wada) ha esortato il laboratorio di Rio de Janeiro a risolvere in fretta i problemi per poter essere di nuovo operativo prima dei Giochi 2016. La Wada ha tolto laccredito lo scorso agosto al laboratorio di Rio, unico in tutto il Brasile, per mancanza degli standard di efficienza richiesti.

Mentre Myung Gyu, potente vicepresidente della federazione, rassegna le dimissioni dopo il flop della Nazionale maschile ai Giochi di Sochi (0 medaglie), secondo Ahn Ki-won, pap di Ahn Hyun-soo, alias Victor An (da russo vincitore a Sochi di tre ori e un bronzo), molti altri pattinatori sudcoreani potrebbero presto seguire lesempio del figlio e decidere di gareggiare per un altro Paese, se le condizioni politicosportive in Patria non cambieranno radicalmente. DENNEY-COUGHLIN La coppia di artistico statunitense Caydee Denney-John Coughlin rinuncia ai Mondiali di figura della prossima settimana a Saitama (Giap). Lei, mercoled, in allenamento, s infortunata alla caviglia destra. Al loro posto Felicia Zhang-Nathan Bartholomay, dodicesimi ai Giochi di Sochi.

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

LETTERE
Porto Franco
A CURA DI FRANCO ARTURI Twitter: @arturifra

DITE LA VOSTRA
INDIRIZZO Via Solferino, 28 20121 Milano Fax 02.62.82.79.17 Email: gol@rcs.it

La candidatura della Di Centa


Laltro giorno Manuela Di Centa ha presentato la sua candidatura alla presidenza della Fisi. In attesa di una presa di posizione del presidente del Coni Malag, mi farebbe piacere che il suo giornale si esprimesse su questa vicenda. Non ho nulla di personale contro la Di Centa ma trovo quanto meno inopportuna la sua candidatura perch a suo tempo lex atleta stata in cura dal professor Conconi negli anni in cui vinceva medaglie alle Olimpiadi. Un fatto, non unopinione. Il suo nome nei file di Conconi insieme a tanti altri, come si appreso durante il processo di Ferrara. La Di Centa ora si propone come la presidente pronta a dare alla Fisi un passo diverso e pi veloce. Non ci siamo proprio. E tutto tace. Tutto tranne il nostro sdegno.
Nino Santarelli

Milan, da Seedorf a Berlusconi


Sono giorni speciali questi. mi verrebbe da dire giorni da Milan comunque. Inutile continuare a raccontare la storia. Le colpe sono di tutti. Quello di cui bisogna parlare il futuro. Un futuro da Milan, che non vuol dire come molti pensano, un futuro vincente. Ma con giocatori e dirigenti che abbiano il cuore rossonero in fondo allanima. Seedorf la persona giusta al momento giusto. una persona intelligente, con idee nuove e nuove prospettive. A lui servirebbero giovani di qualit e qualche buon giocatore che abbiamo nella rosa per costruire un futuro che ci possa far vincere non il prossimo anno ma fra tre o quattro anni. Leggo che alcuni giocatori ed alcuni dirigenti lo vogliono sostituire. Sarebbe veramente linizio della fine. E sinceramente dopo 25 anni di tessera mi viene voglia di scioperare.
Daniele Capra

pe su Allegri, con i rilievi sulla preparazione fisica e mentale.


Matteo Favaro (Treviso)

Umilta, caro Seedorf! Quando lestate scorsa si vociferava gi di lui come successore di Allegri, giustamente la maggioranza dei tifosi diceva il suo no a un non-allenatore. Che poi arrivato, con i risultati si vedono: Clarence ha la presunzione di voler far giocare il Milan con un sistema di gioco insostenibile per i giocatori a disposizione, scaricando le col-

Un numero di lettere straripante sulla crisi del giorno, anzi dellanno. Con opinioni anche opposte, come si vede. Temo che il punto non sia Seedorf s o Seedorf no, anche se la questione allenatore conta molto e si risolver in questi giorni, in un senso o nellaltro. La questione pi rilevante la direzione di marcia che questo fantastico club prender nei prossimi anni. Cio la definizione di un progetto, la cui mancanza sotto gli occhi di tutti ed stata rilevata fra gli altri da Paolo Maldini. Progetto significa anche budget, naturalmente: quello a disposizione ancora molto alto, almeno per i

parametri italiani, ma disperso in decisioni che tentano affannosamente di tappare la falla dellultimo giorno, senza inserirsi in un contesto pi ampio. La confusione dei ruoli sta inquinando le capacit decisionali: parlamentare con i tifosi, in momenti del genere, non segno di apertura al dialogo, ma di debolezza che alimenta un clima inadatto a riflessioni serie e radicali. E vero: il popolo rossonero accetterebbe anche una lunga transizione verso un domani migliore se appena intravedesse una rotta verso lindividuazione di un gioco e di interpreti allinsegna della freschezza e della voglia di rischiare, puntando sul lavoro tecnico e di reclutamento. Ma Berlusconi ne ha la voglia?

Manuela Di Centa un personaggio fascinoso, una donna forte e capace, certamente uninnamorata dello sport. Le sue qualit la rendono preziosa in molti ruoli, come si dimostrato nella sua carriera postagonismo. Chiarito questo, va detto che le sue stagioni doro sono quelle riassunte dalla battuta di Mario Pescante, ex presidente del Coni (dimissionario per lo scandalo doping del laboratorio dellAcquacetosa): Per anni abbiamo scambiato per scienza dello sport ci che era malefica, maledetta scienza del doping. Il dirigente lo disse ad un pubblico convegno del 2002, poco dopo averlo spiegato con dovizia di particolari in unaudizione alla Camera. Il mentore della Di Centa, Francesco Conconi, per anni in collegamento

strutturale con il Coni e altre istituzioni sportive, un personaggio screditato e bollato in particolare dalle motivazioni di una sentenza del tribunale di Ferrara del 2003 che, assolvendolo per prescrizione dei termini, nella motivazione lo condannava moralmente perch aveva ...fiancheggiato gli atleti elencati nei capi di imputazione nella loro assunzione di eritropoietina, sostenendoli e di fatto incoraggiandoli nellassunzione stessa con la loro tranquillizzante e garante rete di controlli dello stato di salute, di esami, di analisi, di test tesi a valutare e ottimizzare gli esiti dellassunzione in vista dei risultati sportivi.... La sentenza non venne impugnata. La Di Centa si deve misurare con tutto ci nel momento in cui si candida alla presidenza di una federazione fra le pi compromesse in passato nella via farmacologica alla medaglia. E il Coni e lo sport italiano tutto devono misurarsi a loro volta con lincapacit endemica di essere coerenti su una materia come il doping.

meno curioso. Infatti le prestazioni della nostra nazionale nella trasferta nellemisfero Sud si commentano da sole e sono state il logico preambolo al Sei Nazioni appena concluso. Se mi ricordo bene, Brunel allatto dellinsediamento dichiar che nel giro di qualche anno avrebbe portato lItalia a vincere il torneo. La profezia si avverata allinverso. Forse qualcuno dovrebbe ricordarselo ed agire di conseguenza.
Eugenio Muzio (Sestri Levante)

Il delitto perfetto del rugby italiano


Sono un vecchio giocatore di rugby, ovviamente tuttora molto appassionato. Ahim, ho visto le prestazioni della nostra nazionale nel Sei Nazioni e mi astengo da commenti in merito. Rilevo per in una recente intervista che il presidente Gavazzi addossa la stragrande responsabilit della debacle contro lInghilterra ad alcuni giocatori e magnifica loperato dellallenatore Brunel, giudicandolo inamovibile. Trovo questo atteggiamento perlo-

La partecipazione italiana al Sei Nazioni una sorta di delitto sportivo perfetto: stadi pieni, fiumi di denaro, gente felice ed entusiasta, lezioni di fair play, risultati zero. Da anni. Dal 2000 ad oggi, 63 sconfitte, 11 vittorie ed 1 pareggio: il bilancio largamente peggiore del lotto. Una straordinaria operazione di marketing, con spunti di cultura sportiva su cui meditare ma con un risvolto agonistico da brividi. Mi sembra evidente che il nostro rugby ancora molto lontano dalle migliori interpreti di questo sport. Ed altrettanto chiaro che non si sono visti progressi di sorta, se non nelle generose aperture di credito dei superappassionati. Da disincantato osservatore di tutto questo, rilevo linutilit di lamentarsene pi di tanto: facciamo letteralmente quello che possiamo. La scorciatoia di saltare subito nel consesso pi elevato (che tecnicamente non meritiamo) non poteva sortire grandi effetti. Dubito che una sana riflessione porti ad un passo indietro: siamo incastrati dal business economico generato dalla nostra partecipazione al Sei Nazioni. Prenderemo quello che verr. P.s.: sul piano internazionale questo sport avrebbe bisogno di una seria campagna antidoping. Molti di quei fisici non sono normali.

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

DOMESTICO, custode ville, guardia, patente italiana, inglese, giapponese cerca lavoro. 388.78.46.380 BADANTE uomo italiano con esperienza offresi assistenza anziani/disabili, fissa/temporanea presso famiglia/ struttura, non fumatore, attestato O.S.A, referenze. 345.16.90.107.

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

TRILOCALE ristrutturato MM Zara bicamere biservizi. CE: C - IPE: 86,40 kWh/ mqa 02.88.08.31 www.filcasaimmobili.it SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03 MONFERRATO posizione dominante prestigiosa fattoria vitivinicola, mq 300.000 vigneti Doc modernissimi, corpo unico con strada privata molto redditizia 0383.92.902 MONFERRATO vendesi antico cascinale rustico, 20.000 mq vigneti, prato, bosco richiesta 198.000 - rustico indipendente 1 ha. terreno euro 98.000. 0383.92.902 TERRENO residenziale vendesi, Milano piazza Sire Raul. Progetto approvato 4500 mc. Tel. 338.76.04.663
Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport con le edizioni stampa e digital offrono quotidianamente agli inserzionisti una audience di oltre 8 milioni di lettori, con una penetrazione sul territorio che nessun altro media in grado di ottenere. La nostra Agenzia di Milano a disposizione per proporvi offerte dedicate a soddisfare le vostre esigenze e rendere efficace la vostra comunicazione. TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA Rubriche in abbinata obbligatoria: Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n. 0: 4,00; n. 1: 2,08; n. 2, 3, 14: 7,92; n. 5, 6, 7, 8, 9, 12, 20: 4,67; n. 10: 2,92; n. 1: 3,25; n. 13: 9,17; n. 15: 4,17; n. 17: 4,58; n. 18, 19: 3,33; n. 21: 5,00; n. 24: 5,42. Rubriche in abbinata facoltativa: n. 4: Corriere della Sera 4,42; Gazzetta dello Sport 1,67; abbinata 5,00. n. 16: Corriere della Sera 1,67; Gazzetta dello Sport 0,83; abbinata 2,08. n. 22: Corriere della Sera 4,08; Gazzetta dello Sport 2,92; abbinata 4,67. n. 23: Corriere della Sera 4,08; Gazzetta dello Sport 2,92; abbinata 5,00. RICHIESTE SPECIALI Data Fissa: +50% Data successiva fissa: +20% Per tutte le rubriche tranne la 21, 22 e 24: Neretto: +20% Capolettera: +20% Neretto riquadrato: +40% Neretto riquadrato negativo: +40% Colore evidenziato giallo: +75% In evidenza: +75% Prima fila: +100% Tablet: + 100 Rubrica 4 Avvisi Legali: 1 modulo: 400 2 moduli: 800 Rubriche Compravendite immobiliari Nel testo dellinserzione obbligatorio indicare la classe energetica di appartenenza dellimmobile e il relativo indice di prestazione energetica espresso in kWh/mqa o kWh/mca a seconda della destinazione duso delledificio. Nel caso di immobili esenti dallindicazione, riportare la dicitura Immobile non soggetto allobbligo di certificazione energetica.

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

CQUISTIAMO brillanti, gioielli firmati, orologi marche prestigiose, monete, argenteria. Il Cordusio 02.86.46.37.85 compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 Milano. 02.58.30.40.26

PUNTO D'ORO

A Milano spazio commerciale ricerca 3 addetti clienti, consegne e assistenza. 02.24.30.29.21 SOCIET di servizi- Milano seleziona contabile esperto/a controllo gestione analitica inviare curriculum mail: info@almagroupspa.it GRUPPO austriaco produttore mobil home nuova concezione, per campeggi e villaggi, ottimo rapporto qualit/ prezzo, cerca agenti/rappresentanti esperti centro/sud Italia, isole. Provvigioni interessanti. info@remitalia.it SB in Milano cerca giovani e brillanti parrucchieri uomo con esperienza. 02.55.18.71.98 CERCASI colf tempo pieno lunga esperienza libera da impegni familiari referenziata italiana per signora sola autosufficiente in Milano. Astenersi se non con requisiti richiesti. Corriere 127-XZ - 20132 Milano

PARCO DELLE BASILICHE - ultimo piano trilocale elegantemente arredato. Terrazzo panoramico. Posto Auto. CE: G - IPE: 288,6 kWh/mqa. 02.88.08.31

ABILE esperta referenziata impiegata ufficio commerciale customer care inglese francese pc offerte ordini offresi. 331.12.23.422 GEOMETRA in mobilit sgravi Lg 223/91 capo cantiere, tracciatore, esperienza conduzione cantiere, disponibile trasferte. Tel. 338.16.24.644 - 039.60.82.209 IMPIEGATA pluriennale esperienza offerte ordini ddt inglese Word Excel disponibilit immediata. 340.31.46.044 TRENTADUENNE offresi lavoro di ufficio, reception, siti internet. Ottimo pc, inglese 338.79.84.916 COMMERCIALE estero, contract - sedute ufficio pianificazione, apertura mercati, organizzazione, portafoglio clienti. 366.54.76.700 RETI AGENTI, massima qualit. Esperto crea, avvia e gestisce reti vendita appositamente per aziende clienti. 338.37.66.816 ESPERTO venditore 56enne settore sanit ottima presenza professionalit disponibilit trasferte Italia. 349.84.71.099 AUTISTA di direzione, fattorino, esperienza ventennale e referenziato, iscritto liste mobilit. 338.18.10.874 AUTISTA pullman cerca lavoro: patenti A,B,D,CQC, pluriennale esperienza accompagnatore disabili. Disponibilit immediata. 393.43.72.282 30ENNE russo regolare, volenteroso, tuttofare, operaio magazziniere, autista, disponibile trasferimenti. 329.64.85.196 ASSISTENZA disabili, italiano, autista, trasferimenti Italia, estero, bricolage, pulizie, custode, cinquantenne. 338.64.68.647

ANDORA affarone in elegante palazzina, vendesi splendida mansarda, massimo comfort, riscaldamento autonomo vista mare richiesta euro 228.000. 333.20.42.668 FINALE LIGURE Fronte mare nuovo ampio soggiorno cottura camera bagno terrazza termoautonomo/clima, finemente arredato posto auto privato. Euro 350.000,00 CE: C - IPE: 53,73 - 333.67.68.783 LUGANO sul lago vendesi splendido appartamento 300 mq, terrazzo 200 mq, massimo comfort (pi splendido bilocale vista lago) 0383.92.902 SANTA MARGHERITA LIGURE eredi, splendida villa antica 300 mq, foresteria, parco secolare 4000 mq, centrale (abitabile subito) euro 1.600.000. 333.20.42.668

ALASSIO Hotel Mignon due stelle 30 mt mare. Laigueglia Hotel Aquilia tre stelle sul mare, settimana azzurra fino al 16/4 euro 60,00 a persona in pensione completa con acqua e vino. Men pesce, buffet colazioni. Transfer a richiesta Tel. 0182.64.07.76 69.00.40 www.hotelaquilia.com

Acquistiamo

AUTOMOBILI

E FUORISTRADA, qualsiasi cilindrata, pagamento immediato. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114

INVESTITORE desideroso realizzare prestigiosa, proficua riqualificazione complesso a Stresa. www.amostresa.com - 348.44.46.617 VENDESI ristorante pizzeria a 150 metri dal Duomo. Locale climatizzato. Forno a legna. Telefono 328.12.51.116

CQUISTIAMO auto e fuoristrada anche di grossa cilindrata Milano Motors 4x4 S.r.l. 02.61.29.86.99 info@milanomotors4x4.com

Spettacoli

COMMERCIALISTA offre propria esperienza per incarichi di amministratore di sostegno. Cell. 347.27.26.500

Lappuntamento quotidiano 7 GIORNI SU 7 Annunci IN EVIDENZA


Saldi Shop

importante, nuovo, adiacenze Castello. Salone, bicamere, cucina, triservizi, terrazzo, box. CE: C - IPE: 65,85 kWh/mqa. 02.89.09.36.75 www.filcasaimmobili.it ATTICO nuovo adiacenze Risorgimento. Soggiorno-cottura, bicamere, biservizi, balcone. Termoautonomo. CE: B - IPE: 50,71 kWh/mqa. 02.88.08.31 www.filcasaimmobili.it BILOCALE nuovissimo Losanna. 195.000 euro. CE: B - IPE: 33,26 kWh/ mqa. 02.34.93.39.47 www.filcasaimmobili.it

ATTICO

CASA

Ogni giorno oltre 8 MILIONI DI LETTORI con labbinata Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport nelle edizioni stampa e digital

Corsi

Viaggi

Mostre

Eventi Ristoranti

LAVORO

ACCOGLIENTE centro benessere italiano, massaggli olistici su lettino e futon. 02.39.56.06.70 ASSOCIA benessere e relax con massaggi antistress nelle tue pause quotidiane. 02.39.40.00.18. CENTRO italiano riservato in zona San Siro, massaggi rilassanti molto piacevoli. 338.32.21.086 MANZONI prestigioso centro italiano, massaggi ayurvedici, personale qualificato. www.centrobenesseresorgente.it 02.39.68.00.71 MASSAGGIO hawaiano, anti stress in ambiente raffinato. Pelling in bagno turco, estetica. 02.87.06.93.30

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it

CERCHI inusuali amanti? Appuntamenti intriganti? Anonimo, efficiente, vantaggioso. Approfittane 899.996.101 da 32 centesimi/minuto. VM18 MCI CONCEDITI nuove amiche unicamente tue! Troverai sempre quella giusta! Approfittane 899.996.101 da 32 centesimi/minuto. VM18 MCI MALIZIOSAMENTE insieme 899.84.24.73. Viziosa 899.84.24.11. Euro 1,30min/ivato. VM18. Futura Madama31 Torino

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

ALTRI MONDI

SEGUITECI SU

@AltriMondiGazza

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

_eccesso di vincoli

INCHIESTA SU CASA AL PREMIER

A notizie Tascabili
Il bilancio in Senato

Il tetto del 3% invalicabile o soltanto un pallino dellEuropa?


Renzi chiede di far sforare allItalia il rapporto deficit/pil, unica maniera per ripartire davvero. A Bruxelles nicchiano eppure si potrebbe fare
Oggi Matteo Renzi a Bruxelles, dove incontra il presidente del Consiglio Ue Van Rompuy. Era a Bruxelles anche ieri, e ha incontrato Barroso, a capo della Commissione Ue, forte di un voto del Parlamento che approvava la sua politica europea. lincontro stato ottimo. Del resto, il nostro premier ripete a ogni occasione che lItalia rispetta i parametri, che non siamo gli scolari da mettere dietro la lavagna, che siamo un paese fondatore dellEuropa. La verit che lItalia una preoccupazione per tutti, e questo sar bene non dimenticarlo.

Equitalia: dal 2000 riscossi 60 miliardi su un totale di 894


Fu Carrai ad affittare lattico a Firenze La procura di Firenze apre un fascicolo (per ora senza ipotesi di reato) sullaffitto pagato per Matteo Renzi dallimprenditore Marco Carrai (nella foto) di un attico nel centro storico di Firenze. Dove il sindaco ha vissuto fra 2001 e 2014. Non era la casa di Renzi pagata da altri, ma la casa di Carrai pagata da Carrai. Renzi ha usufruito in alcune circostanze dellospitalit di Carrai, replica in una nota il premier. Ma lM5S e la Lega vogliono spiegazioni, perch Carrai, amico di Renzi, ha avuto incarichi pubblici a Firenze, tra cui il ruolo di presidente di Adf, la societ di gestione dellaeroporto

Sugli 894 miliardi che Equitalia doveva riscuotere fra 2000 e 2014, il 7,7% stato incassato - per un valore di circa 60 miliardi - e il 7,8% il residuo su cui lavorare, cio altri 60 miliardi teoricamente riscuotibili. Lo ha spiegato in Senato la.d. Benedetto Mineo. Poco pi del 50% non riscuotibile: il 22,6% delle cartelle erano errate, il 27% rimandava a contribuenti falliti, deceduti oppure nullatenenti, il 3% ancora sotto accertamento.

La truffa in Lombardia

Vertice Matteo Renzi, ieri a Bruxelles, con il presidente della Commissione


Europea Jos Manuel Barroso che ha richiamato lItalia: Rispettate gli impegni EPA

Appalti illegali per Expo 2015: otto arrestati


Bufera giudiziaria su Infrastrutture Lombarde, la societ che appalta i lavori della Regione Lombardia. Otto persone sono state arrestate, tra queste lex d.g. Antonio Giulio Rognoni e il capo dellufficio gare e appalti Pierpaolo Perez. Laccusa quella di associazione per delinquere, turbativa dasta, truffa alla Regione e falso. Truccate anche alcune gare dappalto per incarichi di consulenza legale relativi a Expo 2015. Lindagine scaturita dalla denuncia di un imprenditore.

4
I NUMERI
Le migliaia di miliardi di debito Il debito pubblico italiano viaggia ormai oltre i 2 mila miliardi di euro. Di questi 1.700 sono titoli di Stato. Nel 2013 ha raggiunto il 132,6% del Pil, risultato pi alto dal 1990

1Che politica?
Detto in due parole, il nostro presidente del Consiglio si sta divincolando dal famoso 3% del rapporto deficit/Pil. Chiede che gli si lasci sfondare quel parametro. Oppure che si proceda in modo diverso ai calcoli, per esempio escludendo dal conteggio del deficit i denari che si impiegano per investimenti, come minimo quelli destinati alla riparazione delle scuole o al soccorso ai terremotati. Si tratta di una frazione, e quindi si pu agire sul nominatore o sul denominatore, oppure si pu ammettere che il risultato pu essere diverso da quanto stabilito. I siti hanno esagerato ieri il significato di certi sorrisi che si sono scambiati Barroso e Van Rompuy alla domanda su queste idee del nostro premier del corrispondente di Radio Radicale. I sorrisetti che si sono scambiati i due hanno ricordato ai cronisti gli ammiccamenti tra Merkel e Sarkozy a proposito di Berlusconi. unesagerazione. Barroso e Renzi si sono incontrati e poi si sono fatti fotografare insieme e Renzi ha detto che

2 Questa faccenda dei parametri... Ma mi vuole spiegare di che si tratta in concreto?

molti economisti a capocchia, specie per il deficit/Pil al 3%, non essendoci ragione nel 1992 - di non mettere quel numero a livello di 4 o di 2. Da questo punto di vista, il discorso di Renzi, che giudica anacronistico quel 3%, non insensato. E per c la faccenda dellindebitamento, e alla fine la vera domanda questa: tu, Renzi, consideri il debito italiano un problema o no? Perch il Giappone, per esempio, ha un debito pubblico al 250% del Pil e nessuno fa tragedie...

te, prima ancora che nel rapporto con il Pil.

Era il 7 febbraio del 1992 e i rappresentanti dei dodici paesi aderenti alla Comunit europea firmarono il Trattato di Maastricht - citt olandese che stabiliva le regole per far circolare allinterno di ogni paese la stessa moneta. Una comunit che voglia avere una sola moneta deve avere per quanto possibile caratteristiche economiche simili, e per valutare questa somiglianza, si stabil che il tasso di inflazione di ciascun paese non dovesse superare dell1,5% il tasso di inflazione medio dei tre paesi che avevano avuto linflazione pi bassa; che dividendo la differenza tra le entrate e le uscite (deficit) e il Prodotto Interno Lordo non dovesse uscir fuori un numero superiore a 0,03 (il famoso tre per cento); che dividendo il Pil per il debito non dovesse uscir fuori un numero superiore a 60 (da noi viene fuori 138). Come vennero scelti questi parametri? Secondo

3 Mi dicono per che l la stagnazione duri da decenni...

Il rialzo a Piazza Affari Chiusura in rialzo per Piazza Affari, dopo una giornata iniziata con il segno negativo. Lindice Ftse Mib ha fatto segnare nel finale un +0,56 Chiude a 178 punti base lo spread

0,56

Ed vero anche questo. Il ragionamento che Renzi vuol far passare in Europa il seguente: fateci sfondare un po, facciamo un altro po di debito, vero, ma in questo modo riparte leconomia e intanto noi riformiamo lo Stato. Aboliamo il Senato, alleggeriamo la burocrazia, eccetera. Rimesso a posto il sistema, ci mettiamo di buzzo buono a tornare sotto il il 3% e cominciamo anche ad abbattere il debito sul serio.

Renzi ha ricordato che lItalia d allEuropa pi di quanto riceva. E non un argomento da poco. Ha anche fatto notare che la Francia sta largamente sul 4%, quanto al rapporto deficit/Pil. C poi questo: gli attuali commissari, Barroso Van Rompuy eccetera, sono in scadenza. Cio, dopo le elezioni avremo a che fare con altre persone. E il nuovo vertice si trover a governare avendo ben chiaro che i movimenti contrari alla moneta unica e alla relativa politica dei sacrifici avranno avuto, nellurna, un successo clamoroso. I politici sono sensibili agli umori degli elettori. Anche la Merkel, dopo il 25 maggio, potrebbe essere unaltra Merkel.

5 Ci credo fino a un certo punto. Perch poi la Merkel ha sulla testa i giudici di Karlsruhe, che ci odiano. Quindi, lei pensa che le circostanze siano favorevoli a Renzi?

In manette Antonio Rognoni ANSA

In provincia di Cosenza

4 Gi, perch poi ci sono gli altri, recentissimi, parametri: dobbiamo puntare al pareggio di bilancio. E dallanno prossimo c il Fiscal Compact, cio quellaccordo per cui il debito deve scendere in cifre assolu-

Bisogna per sempre tener conto dei mercati. Che succeder se i mercati si convinceranno di quanto alcuni economisti vanno dicendo da tempo e cio che lItalia gi fuori, non in grado e non sar pi in grado ormai di restituire quanto ha avuto in prestito? Che succeder se a un certo punto il nostro debito non sar pi finanziato?

Suv in retromarcia Muore a 15 mesi investita dal pap


Ha rincorso il padre per salutarlo, scappando al controllo dei nonni. Luomo, un bracciante agricolo, che era alla guida del suo Suv non si accorto di nulla, e ha travolto la bimba facendo manovra. Inutili sono stati i soccorsi e lintervento del 118: la piccola di un anno morta per le ferite riportate. Lincidente avvenuto a Camigliatello Silano, in provincia di Cosenza. I carabinieri hanno avviato gli accertamenti per ricostruire la dinamica. Sotto shock il genitore.

LA RICERCA IHAPPY LANALISI DI 40 MILIONI DI TWEET HA PERMESSO DI STILARE LELENCO DELLE PROVINCE PI SORRIDENTI

Vuoi essere felice? Vai a vivere a Genova


Il capoluogo ligure primo in classifica, seguito da Cagliari e Parma. La citt pi triste Aosta
Difficile dire se qualcuno abbia sorriso pi del solito, ma ieri nella giornata mondiale della felicit indetta dallOnu due anni fa tante iniziative hanno movimentato le citt, da New York a Milano. Non a caso proprio ieri Voices from the Blogs e Wired hanno presentato lebook iHappy 2013, che contiene la classifica delle 110 province italiane in base appunto al loro grado di felicit.
Felice Natale Lindice iHappy, calcolato attraverso lanalisi di oltre 40 milioni di messaggi raccolti quotidianamente su Twitter nel 2013, ha mostrato che la citt pi felice dItalia Genova, con un 75,5% di tweet felici. Al secondo posto troviamo Cagliari (75,1%), seguita da Parma (72,9%). Bologna, che nel 2012 era seconda, scesa al decimo posto (71,4%). Tra le grandi citt sta bene anche Bari (settima: 71,7%), ma le altre fanno registrare valori di felicit molto ridotti. Firenze 65a (58,2%), Roma 86a

Trovati dalla polizia

Genova, prima in classifica, ha un indice iHappy del 75,5%

(54%), Torino 91 , Milano 93 (ma se avesse il mare guadagnerebbe ben 1,3 punti) e Napoli 96a. In assoluto la provincia pi triste del 2013 Aosta (44,2%), seguita da Nuoro (45,8%) e Padova (45,9%). Rispetto al 2012 gli italiani sono mediamente pi felici. Nel dettaglio, il luned siamo tutti pi tristi, mentre i giorni di coppa (marted e mercoled) e il sabato troviamo facilmente il sorriso. I giorni pi lieti dellanno? Il Natale (iHappy +14,3%), la festa della mamma (+11,1%) e quello che precede la busta paga. Il pi triste? Il giorno in cui si perde il sonno per lora legale... Preparatevi, il 30 marzo.
a a

Parigi, 4 bambini segregati in casa dalla nascita


Segregati in casa dalla nascita, senza scuola n cure mediche e vaccini. La polizia francese ha scoperto in un appartamento alla periferia nord di Parigi quattro bambini di due mesi, due, cinque e sei anni rinchiusi in una stanza, denutriti e in pessime condizioni igieniche. Dalle prime indagini emerso che i piccoli non sarebbero mai usciti di casa, i due maggiori riescono appena a camminare e parlare e soffrirebbero di autismo. I genitori, due disoccupati, sono stati fermati.

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

ALTRI MONDI

POSSIBILI NUOVE INDAGINI

Omicidio della Alpi: via segreto sugli atti


I documenti relativi agli omicidi della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e del suo operatore Miran Hrovatin, uccisi in Somalia

nel 1994, non sono pi coperti da segreto di Stato. La procura di Roma potr acquisire nuove informazioni per approfondire anche le indagini condotte dalla Alpi su presunti traffici illeciti in Somalia. In carcere, finora, c solo il miliziano Hashi Oar Hassan, condannato a 26 anni.

LINCHIESTA A ROMA

Baby squillo, mille i contatti telefonici


Sono almeno mille i contatti telefonici allesame della procura di Roma che indaga sullattivit di prostituzione delle due minoren-

ni che usavano un appartamento ai Parioli per incontrare i clienti. Quei contatti, ricavati dai cellulari in uso alle due ragazzine per mesi, servono per identificare i clienti che ora si ritrovano indagati per prostituzione minorile. Tra loro anche il figlio del senatore di Forza Italia, Bruno.

Il jet malesiano Oggetti in mare Pista credibile


Avvistati dagli australiani nellOceano Indiano Sono di ampie dimensioni. Ma restano dubbi
FRANCESCO RIZZO

IN CRIMEA LA SFIDA MILITARE ALLUCRAINA

A
CHE CAOS A POMPEI S

Il risparmiatore
DI FRANCESCO CARL*

MISTERO BOEING LAREA SOTTO OSSERVAZIONE


Possibile traiettoria dellaereo

Potrebbero essere i marinai di un cargo norvegese che trasporta automobili i primi a scoprire se i due oggetti avvistati nellOceano Indiano, a sud est di Perth, in Australia, appartengono al Boeing della Malaysia Airlines scomparso l8 marzo con a bordo 239 passeggeri. Le autorit marittime australiane hanno infatti chiesto al cargo di cambiare rotta e raggiungere unarea dove nuvole e pioggia hanno invece costretto il primo aereo inviato in ricognizione a sospendere le ricerche. I due oggetti - uno ampio 24 metri, laltro 5 - sono stati segnalati da un satellite. Ed stato il primo ministro australiano Tony Abbot ad annunciare la possibile svolta in un giallo che non trova soluzione, fra incertezze, sviste e scenari da cinema che si accavallano nelle operazioni di ricerca, pi volte criticate da Pechino (erano 153 i cinesi a bordo).
Scettici Abbot parla di infor-

Oceano Indiano

AUSTRALIA
km
Perth

Obama minaccia: Altre sanzioni Mosca non molla


La Casa Bianca pronta a prevedere nuove sanzioni contro leconomia russa e contro i responsabili russi della crisi in Ucraina. Obama, ieri, ha mostrato fermezza: Gli Stati Uniti sono profondamente preoccupati per la situazione in Crimea, ha detto il presidente americano, parlando di referendum illegale e movimenti illegittimi delle truppe russe. Le azioni dovrebbero colpire venti personalit e una banca. Il canale diplomatico per ancora aperto Mosca pu tornare indietro, ha, infatti, avvertito Obama. La Russia ha deciso di reagire a sua volta alle minacce, pubblicando una lista di nove, fra funzionari dellAmministrazione Obama e membri del Congresso, a cui ha vietato lingresso sul territorio russo. La linea dura contro Mosca potrebbe arrivare anche dalla Ue. Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha chiarito che lEuropa pronta ad adottare sanzioni economiche e che Il G8, ormai, non esiste.
Gli eserciti Prosegue il braccio di ferro tra Russia e Ucraina. Il Parlamento di Kiev ha approvato ieri una risoluzione con cui annuncia che non cesser la lotta per la liberazione della Crimea dagli occupanti. Le forze armate ucraine hanno elevato lo stato di allerta e sono pronte a combattere. Anche se, secondo il premier della Crimea Serghiei Aksionov, i soldati ucraini stanno defezionando in massa passando allArmata rossa. Il presidente russo Vladimir Putin ha cos firmato un decreto che garantisce il mantenimento del grado per i militari di Kiev che vogliono prestare servizio con lesercito russo. I militari, intanto, avanzano: dopo alcune basi nella penisola le truppe di Mosca hanno assunto il controllo di diverse navi da guerra della marina di Kiev a Sebastopoli. Il ministro della Difesa di Mosca, Serghei Shoigu ha, per, rassicurato lomologo Usa, Chuck Hagel: le truppe russe che si stanno ammassando da giorni al confine con lUcraina non invaderanno le regioni orientali russofone.
dan. va.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Area in cui si trovano i resti sospetti

2.5

00

GDS

Un altro muro crollato ieri Ancora un muro crollato a Pompei, come fu ai primi di marzo, in una domus vicina a via di Nola, in una zona chiusa al pubblico. E il ministero, che solo mercoled aveva annunciato misure straordinarie, con larrivo di nuovo personale e il ricorso anche a vigilantes privati, sottolinea di aver segnalato il nuovo episodio allautorit giudiziaria. Si tratta del quarto crollo nel giro di pochi mesi. A venire gi una porzione di parete (1 metro e 30 per 1 secondo i tecnici)

LItalia riparte solo se taglia i rami secchi nel pubblico


Il commissario alla
spending review Cottarelli ha diffuso alcuni numeri sui tagli. Risparmi lordi massimi nel triennio 2014/16 per 34 miliardi di euro, 85mila dipendenti pubblici in esubero, pensioni tra i 2 mila e i 3 mila euro al mese soggette a contributo una tantum. Si tratta di una bozza, anche se una parte delle coperture dei famosi 85 euro in busta paga di Renzi viene da l. Ma la spending review funzioner solo se non seguir le pessime orme dei tagli lineari del passato. Un modello potrebbe essere quello delle grandi corporation: riducono le spese sui settori decotti e usano i risparmi per investire su nuovi prodotti e servizi. Tradotto, pi efficienza e pi vendite. Cio pi Pil. E il debito scende. Come, dal 2010, in Gran Bretagna: 490 mila dipendenti pubblici in meno entro il 2015, 150 miliardi di euro di risparmi attraverso tagli medi del 19% in tutti i settori statali, fra cui la leggendaria Bbc. Per, intanto, la disoccupazione (7,6%), inclusa quella giovanile, scesa parecchio sotto la media europea e nel 2014 leconomia britannica crescer del 2,2%. La spesa pubblica, molto spesso, non ha dimostrato analoga capacit di far crescere occupazione ed economia. In Italia passa gli 800 miliardi lanno ed pari a quella della Germania. Ma noi abbiamo 20 milioni di abitanti in meno e servizi clamorosamente peggiori. *Presidente www.finanzaworld.it f.carla@finanzaworld.it

mazioni nuove e credibili, e la pista stata definita la migliore al momento anche dallagenzia marittima di Canberra e credibile dalle autorit della Malesia. Anche se le immagini del satellite risalgono a domenica scorsa - quindi le onde potrebbero aver spostato gli oggetti di varie miglia - e gi la settimana scorsa altri avvistamenti nel Mar Cinese meridionale si erano rivelati falsi allarmi. Inoltre quel tratto di Oceano, profondo fino a 3mila metri, leggermente a sud est rispetto alle aree perlustrare in aereo da marted, solcato da molte navi cargo, che lasciano scie di rifiuti. Lo scetticismo alimentato anche dalla ricognizione senza successo com-

Un giornalista di una tv cinese spiega levoluzione delle ricerche EPA

SCOMPARSO DA 13 GIORNI

Intanto un cargo norvegese sta raggiungendo la zona: ritardi per il maltempo

piuta da caccia neozelandesi e da quella di un P-8 Poseidon della marina Usa, che non ha trovato nulla pur volando cos basso da vedere un pallone da basket, per dirla con un reporter che era a bordo. Restano, in effetti, molti altri misteri, per esempio perch il jet abbia viaggiato per quasi altre 7 ore dopo lo spegnimento manuale dei due sistemi di comunicazione. Sembra invece perdere consistenza lipotesi che il Boeing puntasse sullAsia Centrale. Gli oggetti che galleggiano al largo dellAustralia potrebbero dare nuove risposte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

ALTRI MONDI
A ROMA PRESENTATO IL PRIMO FILM DA REGISTA DELLEX SEGRETARIO PD, PRODOTTO DA SKY. IN SALA NAPOLITANO E 12 MINISTRI: OCCHI LUCIDI, MA ANCHE SORRISI

Berlinguer visto da Veltroni Un uomo, non solo un leader


ELISABETTA ESPOSITO ROMA

parole poetiche di Mastroianni sullimportanza della memoria, di conservarne valori e insegnamenti.


Tutti in sala Forse per questo ieri sera allanteprima organizzata da Sky, che produce il film Una testimonianza dellattenzione che abbiamo verso la storia e la cultura del nostro Paese. un racconto che mancava, ha detto la.d. della tv satellitare Andrea Zappia , non voleva mancare nessuno. A partire dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, presente insieme a tanti nomi noti e meno noti anche nel film, con uno dei contributi pi commoventi in assoluto. Nei comizi ho parlato davanti a centinaia di migliaia di persone, ma

Enrico Berlinguer, segretario del Pci per 12 anni, morto nel 1984, a 62 anni ANSA

Le prime immagini regalano sorrisi alle duemila persone della Sala Santa Cecilia dellAuditorium di Roma. Sul grande schermo una manciata di giovani sgranano gli occhi alla domanda: Chi Enrico Berlinguer?. Qualcuno dice uno scrittore, altri un commissario, un esponente dellestrema destra, un presidente coreano della Comunit Europea. Ma

quando quei duemila escono dal teatro hanno tutti gli occhi lucidi e i nasi rossi. Walter Veltroni ha chiuso il suo primo film da regista, Quando cera Berlinguer (in sala dal 27 marzo, a giugno su Sky Cinema e a ottobre in un volume Rizzoli), con le lacrime disperate della gente ai funerali di questuomo che sembr poter cambiare la nostra politica e lItalia stessa. Quella di Veltroni unopera di sentimento, che racconta senza retorica una persona speciale. Con lintento, dichiarato grazie alle

Da sinistra, Walter Veltroni, il capo dello Stato Giorgio Napolitano e sua moglie, Clio Maria Bittoni, ieri a Roma

questanteprima mi emoziona molto di pi, ha detto Veltroni. In effetti cerano tutti: cera la politica di oggi (12 ministri, dalla Madia a Delrio), la politica di ieri (da Occhetto a Forlani), cerano Grasso, Bersani, Enrico e Gianni Letta, Casini, Vendola, Fini, cera Squinzi e pure la Camusso, cerano Confalonieri e Montezemolo, Romiti e Mieli, cerano i vertici della Rai (Tarantola e Gubitosi), il presidente del Coni Malag, due premi Oscar come Sorrentino e Tornatore e decine di volti dello spettacolo, da Baudo (Io penso che sia morto di dolore) a Bonolis. Alla fine, tra gli applausi e le lacrime, sorridevano tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La sfida alcolica online La moda che invade lItalia


la Nek nomination, filmarsi mentre si beve e rilanciare agli amici Nel mondo diversi morti. Ma web, dj e star si ribellano: con la musica
DANIELE VAIRA

A
FINALE A NEW YORK

LA RICERCA

La risposta Uno tra i primi a

Una moda virale e folle, una sfida pericolosa. DallAustralia si propagata agli Usa e in America Latina. Poi, attraverso i social network e YouTube, arrivata in Europa, sbarcando anche da noi. E lasciando dietro di s, oltre a polemiche ed emulazioni assurde, almeno dieci ragazzi morti in tutto il mondo. Si chiama Nek nomination. Chi beve di pi e pi velocemente davanti alla videocamera? Che siano birra, superalcolici o cocktail in serie, il gioco semplice. Basta filmare la propria performance alcolica e sfidare tre amici a fare meglio, in 24 ore, sui social network. I rischi sono enormi se si pensa che c gente che ha tentato di scolarsi alla goccia una bottiglia di vodka in un minuto, ovviamente filmando il tutto. In Nuova Zelanda la prassi si spostata alle universit, con veri e propri flash mob alcolici di massa. Atenei che sfidano atenei. Daltronde il nome della tendenza chiaro: nek una derivazione di neck (inteso come collo di bottiglia). La moda arrivata in Italia, ma ha subto uno stop

Sopra, su Fb, un gruppo favorevole alla Nek nomination. Sotto, il Trio Medusa che ha trasformato la moda alcolica

e, anzi, una riconversione. Su Facebook sono nati gruppi di utenti che demonizzano le sfide alcoliche e non sono mancate nemmeno le mamme che hanno postato le fotografie dei loro figli distrutti dalle bravate (una forma lampante di disincentivo educativo).

A rispondere con un video da astemio stato, per primo, uno studente torinese

porre un freno alcolico stato uno studente torinese che si filmato mentre beveva una Fanta. E altri lo hanno emulato riempiendosi di bottiglie dacqua. Il Trio Medusa ha, invece, scelto la musica per arginare il fenomeno. E sfruttando lomonima con il cantante di Laura non c stata lanciata la Nek nomination, ossia la sfida a cimentarsi nel repertorio del cantante emiliano. Ed ecco che hanno gi cantato in diretta e postato il proprio video Linus, Dose e Presta, Max Giusti, Platinette. Lo stesso Nek stato al gioco, oltre a numerosi dj radiofonici. Liniziativa ha preso il largo su Facebook e Twitter. Ora tra i pi recenti nominati ci sono anche Fedez, Fabio Volo e Malika Ayane. E anche il repertorio si sta espandendo. Ma la scintilla ha aguzzato lingegno e la creativit. E cos da Bologna stata pensata la Book nomination che obbliga chi taggato a leggere un passo tratto da un libro e a nominare altre tre persone. E c pure la Thank nomination, una sorta di catena virale della gratitudine. Rasserena e non ha effetti collaterali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Briatore sceglie il nuovo Apprentice Alice e Muhannad hanno superato nove puntate e sconfitto 12 candidati, ma solo uno di loro sar il nuovo (e secondo) Apprentice italiano e potr lavorare al fianco di Flavio Briatore (nella foto) con un contratto a 6 cifre. La serratissima sfida finale del talent, ambientata a New York, andr in onda stasera alle 21.10 su Sky Uno HD

Candy Crush il gioco n. 1 su Facebook


Un quarto degli iscritti a Facebook, ovvero 375 milioni di persone circa, almeno una volta al mese si diverte con uno dei giochi social cui si accede dalla piattaforma inventata da Mark Zuckerberg. Lo rivela la stessa societ di Menlo Park alla Game Developers Conference di San Francisco, in California. Lo scorso anno il gioco pi popolare risultato Candy Crush Saga, che anche lapp di Facebook pi gettonata di sempre secondo la societ AppData. A seguire Farm Heroes e Pet Rescue. Tutti e tre questi titoli sono prodotti da King, che ha ormai surclassato Zynga - madre del celebre Farmville - come principale sviluppatore di giochi per Facebook. Un ultimo dato: sono 735 milioni le richieste per partecipare ai social games che ogni giorno gli utenti inviano ai propri amici.

Bollettino della neve


VALLE DAOSTA ANTAGNOD MONTEROSA SKI BRUSSON MONTEROSA SKI CERVINIA CHAMPOLUC MONTEROSA SKI CHAMPOCHER COGNE COURMAYEUR GRESSONEY LA TRINIT M.SKI GRESSONEY ST.JEAN M.SKI LA THUILE PILA TORGNON PIEMONTE ALAGNA VALSESIA M.SKI BARDONECCHIA BIELMONTE LIMONE LURISIA MONDOLE SKI PONTECHIANALE SAN DOMENICO DI VARZO LOMBARDIA APRICA BOBBIO VALTORTA BORMIO CHIESA-VALMALENCO COLERE FOPPOLO - CARONA LIVIGNO MADESIMO MONTECAMPIONE PONTE DI LEGNO ADAMELLO SKI MANIVA SKI 100/300 4/4 9 SAN SIMONE 100/150 23/23 100 SANTA CATERINA 300/350 7/8 7 TEMU' ADAMELLO SKI
180/300 0/230 50/350 60/90 170/470 15/15 5/8 29/29 5/5 7/7 79 30 120 20 35 80/150 80/170 90/310 100/220 250/400 100/150 95/215 190/300 150/250 60/240 80/150 100/150 4/4 4/4 20/20 10/10 6/7 4/4 20/20 11/11 4/4 38/38 15/15 6/6 11 9 152 26 12 9 39 33 14 155 69 25

Sponsored by
50/140 8/8 35 CAMPITELLO/MAZZIN 75/245 75/245 100/200 80/250 550/600 250/500 250/310 55/220 140/240 30/270 90/160 60/550 190/420 150/200 130/280 130/280 350/500 140/280 65/140

Dati neve di

www.skiinfo.it

S. GIACOMO DI ROBURENT

50/250 190/310 100/180 270/355 50/300 270/340 130/270 250/500 20/100 60/550 350/500 270/340 90/180 80/220

16/18 10/10 14/14 9/9 6/9 9/10 31/31 12/12 8/11 30/30 8/8 5/7 10/10 4/4

50 35 48 25 27 20 115 60 30 98 40 15 35 10

TRENTINO ALBA - CIAMPAC ALPE CERMIS ANDALO - F. PAGANELLA

CANAZEI - BELVEDERE FOLGARIA FOLGARIDA - MARILLEVA GHIACCIAIO PRESENA LAVARONE-RIVETTA MADONNA DI CAMPIGLIO MOENA - ALPE LUSIA MONTE BONDONE PAMPEAGO-PREDAZZO-OB. PANAROTTA 2002 TONALE ADAMELLO SKI PASSO ROLLE S. PELLEGRINO-FALCADE PEJO PINZOLO POZZA-ALOCH-BUFFAURE S. MARTINO DI CASTROZZA VIGO-PERA-CIAMPEDIE

85/165 6/6 15 ALTO ADIGE 20/270 8/8 26 ALPE DI SIUSI 10/480 18/18 35 ALTA BADIA

90/240 53/53 130

ALTA PUSTERIA BELPIANO CAREZZA CORNO DEL RENON FUNIVIE SPEIKBODEN GITSCHBERG - MARANZA KLAUSBERG LADURNS MERANO 2000 OBEREGGEN PLAN - VAL PASSIRIA PLAN DE CORONES PLOSE - BRESSANONE RACINES SAN VIGILIO SOLDA TRAFOI VAL D'ULTIMO VAL GARDENA VAL SENALES VALLELUNGA 5/180 23/23 60 WATLES
9/10 12/13 22/22 26/26 3/4 15/15 20/20 8/8 4/5 16/18 4/4 30/30 6/6 19/19 5/7 5/13 8/8 23/23 7/7 16 17 74 60 3 25 57 25 19 37 8 85 15 50 16 32 40 60 15

70/190 30/80 100/150 100/200 30/180 20/120 50/200 60/180 60/120 30/270 160/260 40/170 90/180 65/190 150/240 130/200 60/185 80/350 55/220 60/315 50/110 140/160

24/30 7/7 15/15 3/3 7/7 15/16 7/7 2/2 8/8 16/18 4/4 30/32 9/9 8/8 33/34 11/11 5/5 5/5 79/79 12/12 2/2 3/3

85 30 40 15 23 40 20 16 40 37 10 116 38 25 107 40 10 25 175 33 15 18

VENETO ARABBA MARMOLADA ALTOPIANO DI ASIAGO AURONZO MISURINA COMPRENSORIO CIVETTA CORTINA D'AMPEZZO FALCADE LESSINIA MONTE BALDO NEVEGAL SAN VITO DI CADORE SAPPADA FRIULI VENEZIA G. RAVASCLETTO/ZONCOLAN SELLA NEVEA TARVISIO

85/240 40/500 80/280 170/430 190/350 150/200 5/150 40/40 20/90 np/np 70/300

23/28 14/14 3/7 18/23 37/37 19/19 np/4 2/6 3/7 np/4 2/13

60 70 13 79 105 50 np np 20 np 4

CORNO ALLE SCALE MONTE AMIATA OVINDOLI PASSO LANCIANO ROCCARASO TERMINILLO FRANCIA CHAMONIX MONT-BLANC MONTGENVRE SVIZZERA ST. MORITZ - CORVIGLIA WENGEN

100/150 5/7 10/110 8/8 30/150 7/14 0/120 7/9 30/80 17/23 50/80 4/5

10 10 27 16 30 20

5/235 61/65 100 140/190 24/24 80

100/180 22/23 152 10/110 18/34 np

30/380 10/12 28 AUSTRIA 200/670 5/5 8 KITZBHEL 60/290 15/15 18 SLDEN

APPENNINO 50/240 15/17 40 ABETONE C. FELICE-ROCCA DI CAMBIO 30/130 12/14 30 100/160 20/21 50 CIMONE

ST. ANTON AM ARLBERG

35/80 43/51 92 0/275 30/33 143 35/125 92/94 320

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014

IlVino

di LUCA GARDINI Campione del Mondo dei sommelier 2010

ilRiso

DONNA OLIMPIA DI FOLONARI LA QUALIT DI UN BOLGHERI


Guido Folonari, erede di una storica famiglia del vino, uno dei pochissimi produttori (col suo progetto Philarmonica), che pu vantare etichette delle 3 grandi B: Barolo, Brunello e Bolgheri! A Bolgheri, Folonari fa buonissimi vini di taglio bordolesi: ottimi nel rapporto qualit-prezzo. E il caso di Donna Olimpia 2011, un rosso luminoso e compatto. Al naso fragrante con richiami di ciliegie e fiori rossi con chiusura speziata e balsamica. Al palato risulta fresco e morbido con sentori di liquirizia e tocchi minerali. Bella armonia complessiva.
BOLGHERI, DONNA OLIMPIA 1898. Tenuta Donna Olimpia, 1898: localit Migliarini, 142, Bolgheri (LI) Uve: Cabernet, Merlot, Petit Verdot. PREZZO: circa 18 euro

ROSA MARCHETTI PROFUMO E SAPORE


(mic) Chi ama il riso provi il Rosa Marchetti, una variet italiana piuttosto rara nata nel 1964. Ha alcune caratteristiche piacevoli: profumatissimo, il chicco morbido fuori e croccante dentro, il bel colore rosato si presta a preparazioni in cui viene accoppiato, ad esempio, a variet nere. Quello di Alce Nero bio. Adatto alle minestre rende bene nei risotti e nelle insalate fredde. Da Naturas a 2 euro (500 grammi). Alce Nero, Bologna alcenero.com

Il voto 87/100

Rapporto qualit-prezzo Vantaggioso ***** Si abbina alla grande con: Pici al rag di cinghiale Degustare ascoltando: Mika e Chiara Stardust

ilTema

VINO, PASTA E MOZZARELLA QUANTO BUONA LA LEGALIT


C la pizzeria NCO, Nuova Cucina Organizzata, nei locali sequestrati ai casalesi e lolio presentato nellaula bunker: viaggio nelle terre strappate alla criminalit
GIORGIA CANNARELLA

Sostiene loChef
DI CLAUDIO SADLER

PROVATE LA PEZZOGNA COTTA ALLA GRIGLIA E CON IL SALMORIGLIO


Claudio Sadler, 57 anni, due stelle nellomonimo ristorante milanese, un rinnovatore giudizioso. I suoi piatti sono creativi ma nel solco della tradizione regionale italiana, freschi ma rassicuranti. Niente svolazzi, tanto sapore. ----------------------------------------------La pezzogna un pesce di profondit, che appartiene alla grande famiglia degli sparidi. In questo periodo se ne pescano tante e si trova facilmente nei mercati. Magari con i tanti nomi locali con cui questo pesce conosciuto in giro per lItalia: occhione, besugo, mupo, rovello. Ha un colore ambrato, le pinne rosa, una macchia nera dietro la testa. Il prezzo in genere abbastanza elevato, intorno ai 30 euro. La carne bianca e pregiata, ricorda il dentice ma in meglio visto che un po pi grassa e saporita. E un pesce buono che va preparato in maniera semplice. Io lo faccio a scaloppe, lo cuocio alla griglia sulla pelle e poi lo rifinisco in forno. Lo servo con indivia belga rosolata, patate alla cannella e un salmoriglio fatto con olio extravergine, capperi, olive, pomodoro secco tritato e un po di salsa worcester. Quando lo acquistate dovete osservarlo con attenzione perch ci sono diversi dettagli che ne rivelano la freschezza. I colori devono essere lucenti, locchio, che grande, devessere concavo e gelatinoso e non infossato; la coda compatta, se appare rinsecchita sulle punte lasciate perdere La pezzogna si presta alle preparazioni classiche: alla griglia, al forno ma va bene anche per un carpaccio (se stata abbattuta). In questo caso si pu accostare a uninsalatina di sedano tagliato finissimo e condito con olio e il succo di un profumato limone della costiera amalfitana. Chi lo vuole preparare intero metta nella pancia rosmarino e limone e lo condisca con olio, capperini, olive taggiasche, pomodorini e cipollotto a tocchetti. Bastano 2025 minuti in forno a 180.

1 DAL BAR ITALIA DI TORINO AI CENTOPASSI DI PALERMO


Torino Bar Italia Libera Castel Volturno (Caserta) Mozzarella di bufala (Coop. Le Terre di don Peppe Diana) San Cipriano dAversa (Caserta) Trattoria NCO Succivo (Caserta) Osteria La Tipicheria

4
DOPPIO EATALY
MILANO/1 Smeraldo Aperto marted scorso in piazza XXV Aprile, negli spazi dello storico Teatro Smeraldo, unisce musica e grande cibo. C un palco dove tutte le sere si esibiranno gruppi giovani, tre piani con 15 localini, grandi prodotti in vendita e un ristorante gourmet con Viviana Varese. MILANO/2 Brian&Barry Building Aperto da oggi in pieno centro, in via Durini angolo San Babila. Sono 12 piani di moda, design, gioielli e tanto cibo. La pizza di RossoPomodoro e gli hamburger di Eataly, la piadina dei Maioli e il ristorante gourmet di Mattia Torretta.

Un olio extravergine doliva di qualit contiene polifenoli e acidi grassi insaturi. Il nostro anche la vitamina L di legalit. Lolio di Nicola Clemenza, imprenditore siciliano, oltre a essere extravergine, anche extra-etico. Viene prodotto a Campobello di Mazara, provincia di Trapani, in aziende sequestrate in maniera preventiva a sospetti mafiosi: 100% Nocellara del Belice, cultivar tipica del territorio, con la collaborazione dellassociazione antiracket Libero Futuro e del Tribunale delle misure di prevenzione di Trapani. Abbiamo presentato lolio il 20 dicembre nellaula bunker del tribunale. Un gesto significativo in un settore come quello dellolio, dove le truffe e i falsi sono allordine del giorno.
Addiopizzo Questo il primo esperimento che avviene in terreni sequestrati ma non ancora confiscati. Come spiega Enrico Colajanni dellassociazione Addiopizzo: Nel sequestro preventivo c ampio margine di errori. Nel caso lazienda venisse restituita allimprenditore, vogliamo che questo avvenga nelle migliori condizioni. Anche per non far passare lidea che sotto i mafiosi le aziende funzionano, mentre una volta prese in gestione dallo Stato falliscono. Piccoli semi di legalit che vengono piantati in un campo lagricoltura - dove le commistioni mafiose sono pi diffuse di quanto si creda. Secondo ul-

Campobello di Mazara (Trapani) Olio di Libero Futuro

San Giuseppe Jato (Palermo) Il vino dei Centopassi

1. La cantina dove si producono i vini Centopassi; 2. Il buffet della trattoria NCO. Sopra la mappa dei prodotti della legalit

Ristoranti virtuosi Sono fortunatamente tante le realt che invece si muovono in senso con-

pagina a cura di PIER BERGONZI E DANIELE MICCIONE

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il consiglio

timo rapporto della Coldiretti spiega Peppe Ruggiero -. Il giro daffari delle agromafie si aggira sui 14 miliardi di euro. La presenza delle mafie nel settore alimentare aumentata del 12% rispetto agli ultimi due anni. Ma sono cifre sottostimate, che non tengono conto di fenomeni prettamente campani come il pane della camorra. Viene cotto usando il legno provenienti dalle bare dei morti. Ruggiero ha scritto un libro, A tavola con i boss, dove racconta i tanti modi in cui la criminalit organizzata si siede a tavola con noi.

trario: producendo, mettendoci la faccia, denunciando. Come lassociazione Addio Pizzo, che sostiene gli imprenditori che si rifiutano di pagare il pizzo. Anche nella ristorazione stanno nascendo realt virtuose. La Nuova Cucina Organizzata a San Cipriano dAversa stata aperta nel 2007, in un edificio confiscato al clan dei casalesi, la trattoria-pizzeria usa prodotti biologici a km 0. Il nome non stato scelto a caso: NCO anche lacronimo di Nuova Camorra Organizzata. Oppure il Bar Italia in via Veglia a Torino: stato sequestrato alla ndrangheta nel maggio 2012 e ora gestito dai ragazzi di Libera. Un nome questo da cui, parlando di

lotta alle mafie, non si pu prescindere. Lassociazione, nata nel 1996, ha dato impulso, insieme a Legacoop, alla costituzione di cooperative sociali che gestiscono circa 1.400 ettari di terreni confiscati alle mafie. Le cooperative di Libera Terra - spiega il coordinatore Simone Fabbri nascono con lobiettivo di valorizzare territori stupendi ma difficili, partendo dal recupero sociale e produttivo dei beni liberati dalle mafie. Lattenzione alla riscoperta dei sapori tipici del territorio e al rispetto dellambiente. Come i vini Centopassi, che nascono nei vigneti dellAlto Belice Corleonese. Penso anche alla pasta di Gragnano, allolio, la mozzarella di bufala, i succhi, le conserve, il limoncello .

VENERD 21 MARZO 2014

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
23/9 - 22/10 21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8

Bilancia 7,5
IL MIGLIORE Se la giornata vi vede maestri nel gestire il denaro, la serata sancisce il vostro successo su ogni fronte. Anche suino. Evvai!
CRISTIAN ZAPATA

Ariete 6,5
Paranoie e intralci caratterizzano la prima parte della giornata. Serata, invece, fattiva, con amici e col vigore suino bello pepatino.
23/10 - 22/11

Toro 6+
Contrasti e impicci potrebbero rendervi nervosi e maldestri. Ma la fornicazione cela sorprese gradite allormone e allumore. Soldi OK.
23/11 - 21/12

Gemelli 5,5
Fino al tardo pomeriggio dovrete fare le api operaie e occuparvi anche di ci che proprio non vi va gi. Serata tesa, suinally too.
22/12 - 20/1

Cancro 7
Giornata super a tutto tondo. Ma in serata sarete piacevoli come un foruncolo coccigeo: non puntualizzate. Sudombelico inerte.
21/1 - 19/2

Leone 6+
In giornata arrancherete un po, forsanche per via di una stanchezza atavica. Serata di fulgore, anche suino: ogni progetto riesce
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
24/8 - 22/9

Vergine 6,5
Venerd idoneo ai viaggi, ai colloqui, al lavoro, con la fortuna nei paraggi. Stasera lo zebedeo potrebbe cadere. E non si fornicher.

Scorpione 7
Giornata ansiosina, ma proficuerrima, serata di ritmi sereni e cooperazione. Le finanze reggono, il sudombelico (vi) d soddisfazione.

Sagittario 6
Che fatica quagliare, lavorare, star dietro alla gente. In serata lo stress caler: lamor, per, appagher il cuore e il suino inside you.

Capricorno 6,5
Tutto si incastra nel modo giusto, tutto appaga la vostra ambizione. Serata, invece, solitaria o stanca. E si dorme, invece di fornicar.

Acquario 6
La giornata scorre fra un malumore e una noia. Niente impulsivit: ci rimettereste. Serata di umore in bolla e di corresponsioni suine.

Pesci 6
Luna bella, garante di successo e di buonumore. Che in serata diventer per sfigore. Pure fornicatorio. State su and dont lament.

Il difensore colombiano del Milan nato il il 30 settembre 1986. In serie A ha anche vestito la maglia dellUdinese per sei stagioni.

Lo Sport in tv: in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


CALCIO
9.30 12.00 SORTEGGI CHAMPIONS LEAGUE
Sorteggi quarti di finale Da Nyon, Svizzera Sky Sport 1, Sky Super Calcio, MP Calcio e Eurosport Australian League. MP Calcio

Gazzetta.it
VIDEO Rio Ferdinand cantante alla guida Felicit Champions
La gioia per il turno superato in Champions league fa... brutti scherzi. Il difensore del Manchester United Rio Ferdinad ha postato sul suo profilo Instagram un video divertente in cui canta nella sua macchina, mentre guida. I suoi falsetti sono decisamente imperdibili. Guardate questa clip

ADELAIDE SYDNEY

20.45 GROSSETO - PISA

21.00 AVELLINO - SIENA


Serie B Sky Sport 1, Sky Calcio 1 e MP Calcio

Lega Pro. Prima Divisione, girone B Rai Sport 1

14.30 INDIA - PAKISTAN


Twenty20 World Cup Da Dacca, Bangladesh Eurosport 2

PALLANUOTO

20.00 RECCO - SAVONA

Campionato Italiano maschile Rai Sport 2

11.00 CALCIO: FIORENTINA JUVENTUS 11.30 CALCIO: CHELSEA GALATASARAY 14.30 CALCIO: FIORENTINA JUVENTUS
Europa League Europa League. Highlights Europa League Highlights

17.30 CALCIO: CHELSEA GALATASARAY

VIDEO Baseball, che botta Lanciatore va k.o. Colpito in Arizona


Partita di baseball sospesa a Surprise (Arizona) nel sesto inning dopo che Aroldis Chapman stato colpito in faccia da una palla, un potente line-drive durante il match tra i Reds e i Royals, formazioni primavera della National League. Il lanciatore ha riportato delle fratture facciali

FREESTYLE

BASKET

19.00 COPPA DEL MONDO

SALTO CON GLI SCI


14.45 COPPA DEL MONDO
Qualificazioni HS 139 Da Planica, Slovenia Eurosport e Rai Sport 1

18.00 CALCIO: NAPOLI - PORTO 18.30 CALCIO: FIORENTINA JUVENTUS


Europa League Highlights Europa League Highlights

Champions League. Highlights

13.00 SORTEGGI EUROPA LEAGUE

21.00 EA7 MILANO EFES ISTANBUL 0.00

Da La Plagne, Francia Eurosport 2

19.00 TRAPANI - VARESE 20.30 FRIBURGO WERDER BREMA


Serie B Sky Calcio 3 e MP Calcio

Sorteggi quarti di finale Da Nyon, Svizzera Sky Sport 1, Sky Super Calcio, MP Calcio e Eurosport

INDIANA PACERS CHICAGO BULLS


NBA. Sky Sport 3

Eurolega. Fox Sports 2

MOTOCICLISMO

16.00 GP DEL QATAR

BOXE

21.00 BORG - HOPE

17.00 GP DEL QATAR


Moto3 Terze prove libere Sky Sport MotoGp

MotoGp Seconde prove libere Sky Sport MotoGp

TENNIS

16.00 ATP MIAMI 22.00 WTA MIAMI


Super Tennis Sky Sport 2

20.30 LORIENT PARIS SAINT GERMAIN


Ligue 1. Fox Sports

Bundesliga Sky Calcio 2 e Sky Super Calcio

Titolo del Galles Pesi Medi. Dal Galles Eurosport

16.30 CALCIO: MANCHESTER UNITED OLYMPIAKOS PANATHINAIKOS 17.00 CALCIO: REAL MADRID SCHALKE 04
Champions League. Highlights Champions League Highlights

SKY SPORT 2
7.00 TENNIS: ATP MIAMI 14.00 BASKET: OHIO STATE DAYTON
NCAA

18.00 GP DEL QATAR 19.00 GP DEL QATAR

CRICKET

10.30 IRLANDA - OLANDA

Moto2. Terze prove libere Sky Sport MotoGp

SKY SPORT 1
9.00 CALCIO: NAPOLI - PORTO
Europa League

Twenty20 World Cup Da Dacca, Bangladesh. Eurosport 2

MotoGp. Terze prove libere Sky Sport MotoGp

www.gazzetta.it
Dopodomani
L'alta pressione cede definitivamente il passo per l'arrivo sul Mediterraneo di un vortice instabile subpolare e anche abbastanza freddo il quale porta nubi e piogge diffuse al Centro-Nord e neve sui monti, anche in collina su Alpi. Meglio al Sud.

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI BOLOGNA

min max
8 7 6 10 9 9 7 7 6 11 6 10 9 12 3 6 11 7 8 5 12 9 19 17 14 18 20 17 15 19 23 20 18 20 23 22 19 15 21 22 17 16 21 19

Oggi
Inizia a calare la pressione sui nostri settori pi occidentali con nubi, rovesci e anche temporali sulla Sardegna e nubi in aumento con qualche debole pioggia anche al Nord-Ovest. Continua a prevale il bel tempo soleggiato e mite altrove.

Domani
Peggiora il tempo al Nord, soprattutto in giornata e la sera, con molte nubi, piogge e rovesci, spesso forti. Nevicate sui rilievi del Nord a 1300/1400 m. Locali piogge anche tra Toscana, Umbria, Lazio e Marche, pi sole altrove.

Trento Aosta Torino


10 16 8 14 10 19

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

7 16

Milano

Venezia
7 18

Trieste

9 20

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Genova
13 18

Bologna
8 20

Ancona

Firenze
10 20

Perugia
7 18

8 18

LAquila
7 18

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA

9 20

Campobasso
4 17

10 21

Napoli

Potenza
3 16

6 20

Bari

Cagliari
12 16

Catanzaro
8 17

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
13 21

Reggio Calabria
10 20

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
12 18

6:24

18:36

6:11

18:22

6:22

18:37

6:09

18:24

1 mar.

8 mar.

16 mar. 23 mar.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTE Roland Berger AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane CONSIGLIERI Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Attilio Guarneri, Piergaetano Marchetti, Laura Mengoni DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Alessandro Bompieri

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

Testata di propriet de La Gazzetta dello Sport s.r.l. - A. Bonacossa 2014

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A.- Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S Seregni Padova s.r.l. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 - 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S LUnione Sarda S.p.A. - Centro Stampa Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing sprl - 16 rue du Bosquet - 1400 NIVELLES (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia 1300 Nicosia - Cyprus S Milkro Digital Hellas LTD - 51 Hephaestou Street - 19400 Koropi - Grecia

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: d 389 e 339 s 259 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520 INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7693 DEL 18-12-2013

COLLATERALI *con DVD Steven Seagal N. 2 1 11,29 - con Lucio Dalla Quattro Tempi CD N. 3 1 11,29 - con Virus Attack d 3,80 - con Subbuteo Vintage Edition N. 2 d 11,29 - con Sbottonati Violetta d 3,80 - con DVD Sampei N. 6 d 11,29 - con libro Un Amore sulla Pelle - Inter/Milan d 14,29 - con Pocket box Family d 3,80 - con Le Grandi Storie Disney N. 9 d 9,29 con DVD NBA History N. 10 d 12,29 - Le ricette di Master Chef N. 11 d 9,29 - con English da Zero N. 13 d 11,29 - con La Grande Boxe N. 16 d 11,29 - con Supereroi il Mito N. 18 d 11,29 - con Robot Collection N. 13 d 14,29 - con Manara, maestro dellEros N. 22 d 12,29 - con I Love Italia N. 25 2 5,29 - con DVD Holly e Benji N. 26 2 11,29 - con DVD Ken il Guerriero N. 30 d 11,29 - con Ferrari Build Up N. 19 d 11,29 - con Lucky Luke N. 35 d 5,29 - con Lamborghini Collection N. 38 d 14,29 - con Passione Rally N. 49 d 14,29 - con Michel Vaillant N. 68 d 4,29 PROMOZIONI ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

La tiratura di gioved 20 marzo stata di 283.467 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania E 2,00; Argentina $ 14,50; Austria E 2,00; Belgio E 2,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Croazia Hrk 15; Egitto E 2,00; Francia E 2,00; Germania E 2,00; Grecia E 2,00; Irlanda E 2,00; Lux E 2,00; Malta E 1,85; Monaco P. E 2,00; Olanda E 2,00; Portogallo/Isole E 2,00; SK Slov. E 2,20; Slovenia E 2,00; Spagna/Isole E 2,00; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Hong Kong HK$ 45; Ungheria Huf. 650; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 21 MARZO 2014