Sei sulla pagina 1di 2

capitolo 1, buio.

Buio totale. Sono da sola e al buio. Buio. Sono stati loro, quei luridi pezzi di merda, ma non posso neanche dirglielo, altrimenti mi farebbero a pezzi, sono troppi e io sono troppo sola e completamente al buio. Ho sempre avuto paura dell'oscurit fin da bambina, ho sempre voluto vedere quello che sta attorno a me alla luce del sole, nell'oscurit c' l'ignoto, la cosa che temo maggiormente e dalle mie urla mentre mi sbattevano dentro questo stanzino, l'avevano intuito: ho una paura matta del buio. !prite" #er favore.... $acrime calde iniziarono a farsi strada sul mio volto, non volevo essere l% da sola. #erch non piaccio a nessuno& #erch lo fanno& 'on ricordo mai un momento di pace a scuola, forse soltanto quando ero in compagnia di (avide vedevo la pace: si limitavano a fissarmi male, ma adesso che non c' pi) sono ritornati a picchiare pi) agguerriti di prima, a sottomettermi pi) di prima. * sono sola, al buio. 'ello stanzino dove il bidello tiene secchi, spazzoloni, scope e detersivi... Poteva finirmi peggio, pensai tra me e me, potevo venire picchiata oggi, o riempita di schiuma da barba dalla testa ai piedi, o con un'uovo marcio spiaccicato in testa... +nvece no, mi hanno chiusa qui al buio tutta sola... ,i rassegnai e trovai un angolino dove forse potevo sedermi in attesa che qualcuno avrebbe aperto la porta... mass, quando il bidello smonter dal suo lavoro aprir lo stanzino e potr uscire... * cos% fu, dopo le tre ore pi) lunghe della mia vita si decise ad aprire la porta di questo stretto stanzino dove non c' neanche un interruttore. -he ci fai qui& capii che il suo tono non era di rimprovero, ma preoccupato: tante volte mi aveva tolto dalle mani a quei farabutti, per. neanche lui pu. farci niente. * io in quel momento preferivo alla gran lunga tacere, nonostante sia un uomo di bassa cultura e che arriva a capire le cose un p. pi) tardi del normale, nutrivo nei suoi confronti una forma di affetto... beh tanto prima o poi avrebbe capitola causa.

/h, povera... ecco. (i ti aiuto ad alzarti ce la faccio benissimo sola mi misi in piedi, la luce che entrava da fuori mi dava fastidio agli occhi. 0ado a casa... !rrivederci signor (ario mi feci strada in corridoio, era orario di uscita e ognuno riponeva le proprie cose negli armadietti. 1uardate" $a svalvoata uscita dallo stanzino, e dimmi, era infestato& disse 'athan con voce beffarda, si meritava davvero un ceffone. 2n coro di risate mi fece arrossire per l'imbarazzo, stava davvero esagerando.... tutti esagerano sempre, sin dai primi giorni. * forse non ho soltanto paura del buio, o di loro. 3orse il tuo cervello sottosviluppato ad essere infestato da neuroni ,i avvicinai a lui, la folla attorno fece silenzio, forse erano sorpresi dal mio tono beffado o forse vedevano in me affiorare un coraggio che non avevano mai visto prima. 3ece una smorfia, tipico. 'on abituato ad essere contraddetto, quel brutto marmocchio viziato. ma forse continuai ops...mi sbagliavo, sono quelli a mancare 3eci dietrofront e iniziai a farmi largo ma qualcosa inizi. a farsi largo nei miei pensieri, una voce cupa, la sua che pronunciava le esatte parole non finisce qui . ,i voltai, ma certo, era improbabile che le sue labbra si fossero mosse, era un pensiero rivolto a me e io lo avevo percepito. /vviamente loro non lo sapevano, non questo almeno. !vanzai a passo svelto verso l'uscita, non c'era bisogno del pensiero, era scontato che non sarebbe finita l%.