Sei sulla pagina 1di 59

Guida Photoshop CS4 | Guide Grafica | Grafica.HTML.

it

Lavora con noi


HTML.it offre opportunit di lavoro, stage e telelavoro

Home

Siti

Servizi

News

Download

PMI

PA

Blog

ICTv

Digital

Forum

Newsletter

ADSL

Games

Hosting

Corsi

Basic HTML/XHTML CSS JavaScript XML Mobile PHP ASP Ruby ASP.Net Server Database Java Flash Grafica Editor Web design Web marketing Programmazione Linux Sicurezza Grafica Guide

Clicca qui Grafica Home page Guide Articoli Videotutorial Blog Forum Newsletter Download CD Rom Corsi in aula Link utili
Hosting italiano di QUALITA' Guadagna col tuo sito Crea siti flash con Kreativo Hosting Top-Class Domini web Gratis Registrazione Domini Spazio web illimitato Registrazione domini Vinci con Motori.it Hosting per Joomla Dnshosting.it Acronis True Image Hosting 3 anni 60 Scegli EdiSoftware!

Guida Photoshop CS4


di: Alessio Radice, Marina Mandrelli

Hostek XXL
A soli 25 per 1 anno Hosting illimitato senza compromessi

Office 2007:
strumenti ancora pi utili. Accanto a te, ogni giorno

Introduzione
1. Introduzione
Le novit della versione CS4

Guide Grafica

Guida Paint Shop Pro


Paint Shop Pro un celebre programma di fotoritocco,...

Guida Grafica web con Photoshop CS

Interfaccia e spazio di lavoro


2. Panoramica dell'interfaccia
Uno sguardo d'insieme alle principali caratteristiche e funzionalit dello spazio di lavoro

Una guida per produrre grafica orientata al web con Adobe Photoshop...

Guida SVG
L'SVG un linguaggio basato su XML che permette la costruzioni di...

3. La barra dell'applicazione
Impariamo a conoscere i menu di Photoshop CS4

Newsletter @Grafica e Web Design

Altre guide

4. Gli strumenti
Panoramica dei tool messi a disposizione da Photoshop CS4

Ogni settimana, direttamente nella tua email: guide, articoli, tutorial e FAQ su Web Design e grafica per il Web. Iscriviti alla newsletter
Altre newsletter

5. I pannelli
Conoscere, organizzare e gestire i pannelli di Photoshop CS4

Siti tematici

6. Personalizzare l'interfaccia
Basic HTML/XHTML CSS JavaScript XML Mobile PHP ASP Ruby ASP.Net Server Database Java Flash Grafica Editor Web design Web marketing Programmazione Linux Sicurezza Speciali
Impostiamo le preferenze di Photoshop CS4 in base alle nostre esigenze Corsi in aula

Milano

Roma

Nessun corso previsto

Apertura e gestione delle immagini


7. Creare una nuova immagine
Le operazioni di base per iniziare a lavorare con Photoshop CS4: creazione di una nuova immagine
Altri corsi

8. Aprire file PDF


Impariamo a gestire tramite Photoshop CS4 il formato PDF

9. Inserire un'immagine esterna


Come inserire un file grafico all'interno del nostro documento

10. Importare immagini da fotocamere digitali


Lavorare con dispositivi esterni: le fotocamere digitali

11. Importare immagini da uno scanner


Lavorare con dispositivi esterni: gli scanner

Gestione e regolazione dei colori

http://grafica.html.it/guide/leggi/163/guida-photoshop-cs4/[21/05/2009 14.36.05]

Guida Photoshop CS4 | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Photoshop e layout

12. L'istogramma
Impariamo a conoscere questo fondamentale strumento di analisi delle nostre immagini

13. Il pannello delle regolazioni


Applicare semplicemente modifiche ai colori e alle tonalit di un'immagine

14. Regolare tonalit e colori con i livelli


Impostare ombre, luci e mezzitoni tramite il comando Livelli

15. Regolare tonalit e colori con le curve


Impariamo a usare questo fondamentale strumento per la gestione dei colori

16. Regolare saturazione e tonalit


Come modificare la tonalit, il contrasto, la luminosit e la saturazione di un'immagine

Crea un Sito in 5 Minuti


facile, professionale, economico Prova Gratuita completa per 10 gg! crea.Sitonline.it
Annunci Google 1997-2009 Gruppo HTML | P.Iva: 05985341006 Pubblicit Collabora Contatti Note legali HTML.it un periodico telematico reg. Trib. Roma n. 309/2008 Siti del network
HTML.it HTML.it

vai

http://grafica.html.it/guide/leggi/163/guida-photoshop-cs4/[21/05/2009 14.36.05]

Introduzione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Introduzione
In questa introduzione alla guida parleremo dell'ultima versione di Photoshop , la CS4. Con questa release, l'undicesima, Adobe ha ampliato ulteriormente la gamma di caratteristiche che ha reso Photoshop il programma di fotoritocco pi usato al mondo. Vediamo ora una panoramica generale delle modifiche apportate alla precedente versione. Troverete le spiegazioni dettagliate di queste novit nei capitoli dedicati ad ognuna di esse.

Interfaccia
Ci che salta all'occhio appena avviato il software l'interfaccia ridisegnata (figura 1): Figura 1 (click per ingrandire)

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_intro/1.jpeg) Come possiamo notare, se apriamo due documenti essi verranno raggruppati sotto forma di schede e potremo passare dall'uno all'altro cliccando sulla scheda che contiene il documento su cui vogliamo lavorare (figura 2): Figura 2

L'area di lavoro pu essere cambiata velocemente scegliendo dal menu che troviamo premendo il controllo in alto a destra. Questo ci permetter di variare gli strumenti e i pannelli presenti nell'interfaccia principale (figura 3): Figura 3

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4029/introduzione/[21/05/2009 14.26.51]

Introduzione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Pannello Regolazione immagine


Il nuovo pannello ci aiuta a modificare in modo veloce ed efficace le regolazioni come luminosit/contrasto, bilanciamento colore e tutte quelle caratteristiche che nelle precedenti versioni potevamo trovare nel menu classico sotto la voce Immagine > Regolazioni (figura 4): Figura 4

Scala in base al contenuto


Questa forse la novit pi grande che troviamo in Photoshop CS4. Qualora volessimo ridimensionare un'immagine senza per andare a modificare parti di essa potremo farlo grazie a questa caratteristica. Andando nel menu Modifica e scegliendo Scala in base al contenuto avremo la possibilit scalare le nostre foto tenendo inalterate le dimensioni delle aree che non vogliamo modificare. Questo sistema stato chiamato Content Aware (figure 5 e 6):

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4029/introduzione/[21/05/2009 14.26.51]

Introduzione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Figura 5

Figura 6

OpenGL
La versione CS4 Photoshop permette di trarre vantaggio dalle specifiche OpenGL . Se la vostra scheda grafica le supporta potrete zoomare, ruotare le immagini in maniera rapida e fluida (figura 7): Figura 7

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4029/introduzione/[21/05/2009 14.26.51]

Introduzione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Le nuove caratteristiche di Adobe Photoshop non si fermano qui. Abbiamo anche un nuovo sistema di organizzazione di livelli, l'anteprima dell'area che vogliamo clonare con lo strumento Timbro , modifica di oggetti e propriet 3D e molto altro ancora che troveremo spiegato nelle prossime lezioni. In definitiva Photoshop CS4 si rinnova e si rivela per quello che: il miglior programma di fotoritocco sul mercato.

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4029/introduzione/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4029/introduzione/[21/05/2009 14.26.51]

Panoramica dell'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Panoramica dell'interfaccia
Photoshop rinomato per la chiarezza della sua interfaccia, professionale ma relativamente semplice allo stesso tempo. Prima di utilizzare questo software, per, opportuno conoscere almeno gli aspetti fondamentali della cosiddetta "area di lavoro".

Panoramica dell'area di lavoro


Le visualizzazioni predefinite dell'area di lavoro si possono richiamare dal menu Finestra (o cliccando sul tasto a sinistra dei pulsanti ), e sono 3:

area di lavoro essenziale ; area di lavoro base ; area di lavoro che mette in risalto le nuove funzioni di Photoshop CS4. Figura 1. Le aree di lavoro (click per ingrandire)

Inoltre, sono presenti delle visualizzazioni predefinite avanzate adatte per la pittura, per la composizione tipografica o altro; anche possibile creare la propria area di lavoro e salvarla: Figura 2. Menu dell'area di lavoro

Qualunque visualizzazione sceglieremo di usare, la barra dell'applicazione (detta anche "barra dei menu"), rimarr in ogni modo invariata: Figura 3. Barra dell'applicazione (click per ingrandire)

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap1/05.jpg)

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4030/panoramica-dellinterfaccia/[21/05/2009 14.27.59]

Panoramica dell'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Gli strumenti
La barra degli strumenti contiene tutti i tool necessari per lavorare sui documenti. La sua posizione predefinita a sinistra sull'area di lavoro, ma si pu spostare cliccandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e trascinandola (figura 4b). Inoltre, cliccando sulla striscia nera in alto, possibile cambiare la visualizzazione degli strumenti (figura 4c), oppure chiudere del tutto la barra (ma solo se stata precedentemente spostata). Per riaprirla bisogna invece cliccare su Finestra > Strumenti nella barra dell'applicazione (figura 4d): Figura 4. La barra degli strumenti

Ogni strumento possiede delle opzioni, che possono essere di volta in volta visualizzate nella barra delle opzioni. Questa barra si trova subito sotto la barra dell'applicazione, e pu anche essere rimossa momentaneamente cliccando su Finestra > Opzioni nella barra dei menu: Figura 5. Barra delle opzioni (click per ingrandire)

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap1/09a.jpg)

Infine, cliccando sul primo pulsante a sinistra di questa barra, possibile aprire un menu che contiene i pulsanti Cliccando su quello in alto si apre un pannello a comparsa per accedere alle opzioni disponibili per alcuni strumenti; cliccando su quello in basso si crea invece direttamente un nuovo strumento predefinito: Figura 6. Opzioni strumenti e strumenti predefiniti

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4030/panoramica-dellinterfaccia/[21/05/2009 14.27.59]

Panoramica dell'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

I pannelli
Considerando l'interfaccia di tipo base, sul lato destro dell'area di lavoro presente un'altra barra verticale, che racchiude i pannelli ridotti ad icona: Figura 7. Pannelli ridotti a icona

Questi pannelli permettono di effettuare varie azioni sui documenti e di gestire il lavoro, e possono essere ingranditi e raggruppati tra loro a piacimento come mostrato nelle immagini. Per aprire un pannello basta cliccare sull'icona corrispondente; per spostarlo bisogna tenere premuto col tasto destro del mouse sull'icona o sul nome del pannello sulla rispettiva linguetta e trascinarlo: Figura 8. Disposizione personalizzata con le linguette di trascinamento

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4030/panoramica-dellinterfaccia/[21/05/2009 14.27.59]

Panoramica dell'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Inoltre, possiamo modificare la grandezza di ciascun pannello passando sopra uno qualunque dei suoi bordi con il mouse, tenendo premuto col tasto sinistro e trascinando: Figura 9. Modificare le dimensioni del pannello

I pannelli si possono chiudere cliccando sul tasto delle opzioni del pannello e dal menu a tendina Finestra sulla barra dell'applicazione si pu aggiungere o rimuovere nello spazio di lavoro qualunque pannello.

Finestra del documento


Quando si apre un file su Photoshop, il programma va a creare un riquadro nell'interfaccia detto finestra del documento (figura 10). Ovviamente, possibile aprire pi di un file alla volta, ed ogni file crea una propria finestra. Le finestre cos aperte equivalgono a quelle dei comuni sistemi operativi, e si possono, dunque, modificare per quanto riguarda proporzioni e grandezza, minimizzare ed affiancare (figura 10): Figura 10 (click per ingrandire)

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4030/panoramica-dellinterfaccia/[21/05/2009 14.27.59]

Panoramica dell'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap1/14.jpg) Figura 11

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap1/15.jpg) Infine, cliccando con il tasto destro del mouse su un documento, appare il menu di scelta rapida dello strumento che si sta utilizzando: Figura 12 (click per ingrandire)

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4030/panoramica-dellinterfaccia/[21/05/2009 14.27.59]

Panoramica dell'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap1/16.jpg) Figura 13 (click per ingrandire)

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap1/17.jpg)

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4030/panoramica-dellinterfaccia/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4030/panoramica-dellinterfaccia/[21/05/2009 14.27.59]

La barra dell'applicazione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

La barra dell'applicazione
In questa lezione analizzeremo in modo pi approfondito i menu a tendina e i pulsanti sulla barra dell'applicazione (detta anche barra dei menu).

I menu sulla barra dell'applicazione


La barra dell'applicazione comprende i seguenti menu a tendina (visualizza le immagini (http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap2/menu_barra.html)): File (figura 1); Modifica (figura 2); Immagine (figura 3); Livello (figura 4); Selezione (figura 5); Filtro (figura 6); Analisi (figura 7); 3D (figura 8); Visualizza (figura 9); Finestra (figura 10); Aiuto (figura 11). Come possiamo vedere dagli esempi, non tutte le voci del menu sono selezionabili (quelle selezionabili appaiono nere); ci dipende dal tipo di operazione che stiamo effettuando sul documento. Nel caso degli esempi riportati, abbiamo semplicemente aperto un'immagine.

Pulsanti aggiuntivi sulla barra dell'applicazione


Oltre ai menu a tendina, nella barra dell'applicazione sono presenti anche vari pulsanti, adibiti a diverse funzioni.

Il primo il tasto con l'icona di Photoshop

, che serve per chiudere o ridimensionare la finestra del programma; sull'altra estremit della barra.

possiamo fare lo stesso anche utilizzando i pulsanti

( Disponi documenti ), che ci permettono di modificare velocemente la disposizione delle finestre dei documenti aperti (figura 12). Le opzioni disponibili sono: Raggruppa tutti ; Affianca tutti in griglia ; Affianca tutti in verticale ; Affianca tutti in orizzontale; vari metodi di apertura da 2 a 6 documenti; Tutti in finestre mobili (per modificare manualmente posizione, dimensione e proporzioni delle finestre); Nuova finestra (per copiare il documento in una sotto-finestra racchiusa nella sua finestra principale); Pixel reali (per visualizzare l'immagine del documento in grandezza reale rispetto ai pixel); Adatta allo schermo (per adattare la grandezza dell'immagine del documento alla grandezza dello spazio di lavoro, in modo che l'immagine sia visibile per intero); Corrispondenza allo zoom e/o alla posizione (per centrare in maniera analoga la visualizzazione e/o applicare lo stesso livello di ingrandimento a tutti i documenti aperti). Figura 12

Nella barra dell'applicazione sono disponibili anche dei tasti riuniti sotto il pulsante

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4031/la-barra-dellapplicazione/[21/05/2009 14.28.35]

La barra dell'applicazione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

A sinistra rispetto al tasto Disponi documenti vi sono altri pulsanti, alcuni dei quali sono delle scorciatoie per alcuni strumenti nella barra degli Strumenti:

avvia Bridge (un programma adibito a vari scopi tra cui la gestioni di file raw importati da fotocamere, la modifica di metadati, l'esecuzione di operazioni automatizzate e la sincronizzazione delle impostazioni di colore tra tutti i componenti di Adobe Creative Suite); visualizza o nasconde gli extra (guide, griglie e righelli); regola lo zoom dell'immagine del documento; seleziona lo strumento Mano ; seleziona lo strumento Zoom ; seleziona lo strumento Ruota vista .

, che ci permette di impostare l'area di lavoro in modalit schermo standard (figura 13), schermo intero con barra dei menu (figura 14) o schermo intero (figura 15). Per uscire dalla modalit schermo intero , dobbiamo premere Esc oppure F, mentre per far apparire le barre degli Strumenti e dei Pannelli basta spostare il cursore del mouse rispettivamente sul bordo sinistro o destro dello schermo. Infine, per passare pi velocemente da un tipo di modalit schermo all'altro, possiamo anche usare i tasti per la scelta rapida da tastiera: premendo Tab si nascondono (o visualizzano, se sono gi nascoste) tutte le barre tranne quella dell'applicazione; premendo Maiusc + Tab si nasconde (o visualizza, se era gi nascosta) solo la barra dei pannelli; questo comando molto utile lavorando in modalit schermo intero . Figura 13 (click per ingrandire)

A destra rispetto al tasto Disponi documenti troviamo il pulsante Modalit schermo

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4031/la-barra-dellapplicazione/[21/05/2009 14.28.35]

La barra dell'applicazione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap2/13.jpg) Figura 14 (click per ingrandire)

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap2/14.jpg) Figura 15 (click per ingrandire)

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4031/la-barra-dellapplicazione/[21/05/2009 14.28.35]

La barra dell'applicazione (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it (http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap2/15.jpg) Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4031/la-barra-dellapplicazione/ 1997-2006 HTML.it
La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4031/la-barra-dellapplicazione/[21/05/2009 14.28.35]

Gli strumenti (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Gli strumenti
In questa lezione esamineremo gli strumenti presenti nella barra degli strumenti, dall'alto verso il basso, prima quelli predefiniti e poi quelli secondari.

Gli strumenti principali


Ecco quali sono gli strumenti predefiniti (tra parentesi riportato il tasto per la scelta rapida da tastiera, ove presente): Figura 1

Gli strumenti secondari


Vediamo ora gli strumenti secondari, che si attivano se teniamo premuto con il tasto sinistro del mouse su quelli predefiniti corrispondenti. Come per quelli primari, tra parentesi riportato il tasto per la scelta rapida da tastiera, ove presente: Figura 2

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4032/gli-strumenti/[21/05/2009 14.29.05]

Gli strumenti (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Palette dei colori e maschere Infine, in fondo alla barra degli strumenti abbiamo due pulsanti separati dagli strumenti veri e propri:

tasto selettore colore , cliccandoci sopra apriamo la finestra della selezione del colore (figura 3) di primo piano (o dello sfondo, se clicchiamo sul quadrato inferiore); tasto maschera veloce , cliccandoci sopra apriamo la finestra delle opzioni della maschera veloce (figura 4): Figura 3

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4032/gli-strumenti/[21/05/2009 14.29.05]

Gli strumenti (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Figura 4

Suddivisione degli strumenti


Per questioni di chiarezza, importante anche segnalare che gli strumenti di Photoshop sono tradizionalmente raggruppati nel seguente modo: strumenti di selezione ( Sposta, Selezioni, i vari tipi di Lazo , Selezione rapida e Bacchetta magica ); strumenti taglierina e sezione ( Taglierina e sotto-strumenti corrispondenti); strumenti di misurazione ( Contagocce e Campionatore colore , Righello, Note, Conteggio ); strumenti di ritocco ( Pennelli correttivi , Toppa , Occhi rossi , Timbri , Gomme , strumenti di sfocatura e contrasto, Scherma e sotto-strumenti corrispondenti); strumenti di pittura ( Pennelli , Matita , Sfumatura, Secchiello); strumenti di disegno e testo ( Penna e strumenti di controllo sui punti di ancoraggio, strumenti di controllo della direzione del Testo, i diversi tipi di Maschera testo e di Linea , tracciati e Forme; strumenti di navigazione ( Rotazione 3D e sotto-strumenti, Moto circolare 3D e sotto-strumenti, Mano e sottostrumento, Zoom).

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4032/gli-strumenti/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4032/gli-strumenti/[21/05/2009 14.29.05]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

I pannelli
I pannelli racchiudono molte funzioni ed ogni pannello funziona in modo diverso dall'altro; comunque, in ognuno di essi possibile inserire valori nelle caselle di testo, spostare cursori ed altro.

Organizzare i pannelli nell'area di lavoro


Non sempre la disposizione predefinita dei pannelli la pi adatta ai nostri scopi, quindi opportuno sapere come si pu cambiare la loro disposizione e le loro dimensioni. Farlo molto semplice: basta trascinare la linguetta delle singole schede (figura 1), oppure la barra del titolo se si intendono spostare interi gruppi di pannelli (figura 2 e figura 3): Figura 1

Figura 2

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Figura 3

Inoltre, possiamo ancorare i pannelli (singolarmente o in gruppi) sia in verticale che in orizzontale (figura 4). I punti di ancoraggio sono evidenziati in blu ed appaiono quando si trascinano i pannelli. Possiamo anche far aderire i pannelli l'un l'altro senza ancorarli: in questo modo rimangono mobili. Per farlo dobbiamo trascinarli e disporli nelle zone non di ancoraggio.

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it I pannelli disposti con questo metodo si dicono impilati (figura 5). Infine, possiamo chiudere od organizzare i pannelli e i gruppi cliccando col tasto destro del mouse sulle linguette (figura 6), o semplicemente sull'icona a croce dei gruppi . L'icona a freccia accanto alla croce serve, invece, per minimizzare il pannello. Figura 4

Figura 5

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Figura 6

Pannelli principali
I pannelli principali si possono nascondere o richiamare sull'area di lavoro cliccando sulle singole voci nel menu a tendina Finestra nella barra dell'applicazione (figura 7). Esistono per anche altri pannelli oltre a quelli di default (figura 8), e possiamo richiamarli cliccando su Finestra > Mostra tutte le voci di menu (questa voce presente in tutti i menu nella barra dell'applicazione): Figure 7 e 8

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Ecco quali sono i pannelli principali. Tra parentesi indicato il tasto per la scelta rapida da tastiera, ove presente (visualizza le immagini (http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap4/pannelli_principali.html)): Azioni ( F9 ) (figura 9) Campioni (figura 10) Canali (figura 11) Colore ( F6 ) (figura 12) Info ( F8 ) (figura 13) Istogramma (figura 14) Livelli ( F7 ) (figura 15) Maschere (figura 16) Note (figura 17) Pennelli ( F5 ) (figura 18) Regolazioni (figura 19) Stili (figura 20) Storia (figura 21) Tracciati (figura 22) Pannelli secondari I pannelli secondari sono (visualizza le immagini (http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap4/pannelli_secondari.html)): 3D (figura 23) Animazione (figura 24) Carattere (figura 25) Composizione livelli (figura 26) Navigatore (figura 27)

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Paragrafo (figura 28) Registro misurazioni (figura 29) Sorgente clone (figura 30) Strumenti predefiniti (figura 31)

Il Pannello Storia
Questo importante pannello ci permette di tornare ad una qualsiasi fase precedente del documento per annullare eventuali errori, o per confrontare rapidamente l'immagine corrente con una versione precedente. Nel menu a tendina Modifica nella barra dell'applicazione sono presenti alcuni comandi che, anche se in maniera molto limitata, ci permettono di effettuare alcune delle operazioni tipiche del Pannello Storia (figura 32). Inoltre, possiamo anche utilizzare dei tasti per la scelta rapida da tastiera: Ctrl + Z (annulla l'ultima operazione effettuata); Maiusc + Ctrl + Z (sposta di un passaggio avanti rispetto le operazioni registrate in Storia ) Alt + Ctrl + Z (sposta di un passaggio indietro rispetto le operazioni registrate in Storia ) Figura 32

Vediamo ora le parti e i pulsanti che compongono questo pannello, utilizzando un documento sul quale abbiamo effettuato delle semplici operazioni con un pennello bianco (figura 33):

origine del Pennello storia; istantanea; stato Storia non visualizzato; stato Storia visualizzato); tasto duplica stato; tasto crea nuova istantanea; tasto elimina stato. Possiamo eseguire alcune di queste operazioni anche cliccando su un'istantanea o su uno stato con il tasto destro del mouse (figura 34), oppure cliccando sul pulsante Infine, cliccando sul pulsante Figura 33 (click per ingrandire) con il tasto sinistro del mouse (figura 35).

possiamo attivare o disattivare alcune opzioni del pannello Storia (figura 36).

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap4/33.jpg) Figura 34 (click per ingrandire)

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap4/34.jpg) Figura 35 (click per ingrandire)

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

I pannelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap4/35.jpg) Figura 36

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4033/i-pannelli/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4033/i-pannelli/[21/05/2009 14.29.34]

Personalizzare l'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Personalizzare l'interfaccia
Photoshop CS4 possiede molte opzioni per la personalizzazione, che analizzeremo partendo da sinistra verso destra nella barra dell'applicazione, e quindi dal basso verso l'alto in ogni menu a tendina. Per far apparire tutte le voci, non dimentichiamoci che bisogna cliccare su Mostra tutte le voci di menu.

Preferenze
Le impostazioni pi importanti sono quelle raggruppate sotto Modifica > Preferenze (visualizza le immagini (http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap5/preferenze_principali.html)): Generali (figura 1a) - interpolazione predefinita dell'immagine, registro storie (se attivato, salva automaticamente la storia delle modifiche apportate ad un documento), ecc.; Interfaccia (figura 1b) - colori della finestra e dei menu di Photoshop, visualizzazione dei pannelli e dei documenti, lingua predefinita, dimensione del font dell'interfaccia, ecc.; Gestione file (figura 1c) - opzioni generali di salvataggio dei file, preferenze dell'applicazione Camera Raw per i file importati da fotocamera, ecc.; Prestazioni (figura 1d) - uso memoria, numero stati nel pannello Storia , dischi di memoria virtuale (non dovrebbero mai corrispondere allo stesso disco di Photoshop), ecc.; Cursori (figura 1e) - aspetto dei cursori di puntamento dei vari strumenti, colore dell'anteprima Pennello ; Trasparenza e gamma (figura 1f) - impostazioni di trasparenza e colori della griglia (appare nel livello di sfondo di un nuovo documento o livello vuoto), ecc.; Unit di misura e righelli (figura 1g) - unit di misura dei righelli, del testo, risoluzione di apertura predefinita per i nuovi documenti (sia di stampa sia quella visualizzata su monitor), ecc.; Guide, griglia e sezioni (figura 1h) - colori delle guide e della griglia (di quest'ultima possiamo impostare anche il numero di suddivisioni e la distanza tra le righe), ecc.; Plug-in (figura 1i) - installazione di estensioni facoltative incluse nella cartella "Extra" nella directory in cui abbiamo installato Photoshop o scaricabili dal sito Adobe; Testo (figura 1l) - impostazioni varie del testo all'interno del pannello Testo.

Altre impostazione nel menu Modifica


Oltre a Preferenze , in questo menu a tendina sono presenti altre impostazioni personalizzabili; ecco quali sono (visualizza le immagini (http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap5/altre_preferenze.html)): Menu (figura 2a), per impostare le voci da visualizzare nei menu sulla barra dell'applicazione e nei pannelli, ed assegnare loro dei colori (possiamo creare, salvare o cancellare set usando i tasti );

Scelte rapide da tastiera (figura 2b), per impostare i tasti di scelta rapida ai menu dell'applicazione, dei pannelli ed agli strumenti (anche in questo caso, possiamo creare, salvare o cancellare set); Impostazione colore (figura 2c), per definire le impostazioni colore per la stampa, la visualizzazione su schermo e quella su web, e regolare la conversione del profilo colore dei documenti aperti con Photoshop CS4); Gestione predefiniti (figura 2d), per gestire le librerie predefinite di strumenti ed altro, o crearne di nuove per aprire il sotto-menu); (clicchiamo sul tasto Predefiniti Adobe PDF (figura 2e), per impostare la creazione di documenti PDF secondo gli standard di visualizzazione su schermo, su web o altri. Griglie, righelli e guide Nel menu a tendina Visualizza sono presenti delle voci (figura 3a) per impostare la visualizzazione di alcuni elementi Extra (figura 3b) nella finestra del documento. Quelli principali sono: Righelli - le due barre bianche in alto e a destra della finestra del documento nell'esempio (figura 3c);

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4034/personalizzare-linterfaccia/[21/05/2009 14.30.03]

Personalizzare l'interfaccia (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Guide - le due linee verde acqua adiacenti all'immagine della finestra del documento nell'esempio (figura 3c); Griglie - il reticolo sopra l'immagine della finestra del documento nell'esempio (figura 3c). Inoltre, possiamo anche impostare l' Effetto calamita per ancorare ci che tracciamo sull'immagine rispetto a guide, griglie, ecc. Figura 3a

Figura 3b

Figura 3c (click per ingrandire)

(http://www.html.it/guide/img/photoshopcs4/img_interfaccia/cap5/03c.jpg) Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4034/personalizzare-linterfaccia/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4034/personalizzare-linterfaccia/[21/05/2009 14.30.03]

Creare una nuova immagine (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Creare una nuova immagine Creare un'immagine


Per creare una nuova immagine in Photoshop andiamo nel menu File > Nuovo (figura 1) oppure premiamo i tasti di scelta rapida Ctrl+N: Figura 1

Si aprir una nuova finestra nella quale possiamo settare le opzioni del nuovo documento (figura 2): Figura 2

Nel campo Nome inseriamo il nome che vogliamo dare alla nostra immagine. Il menu a tendina Predefinito ci permette di scegliere le dimensioni del documento. Nel caso volessimo delle dimensioni personalizzate sar sufficiente inserire nei campi Larghezza e Lunghezza il valore appropriato. Possiamo decidere l'unit di misura scegliendo dal menu a tendina quelle che fanno al caso nostro. Inseriamo la risolzione e il metodo di colore del documento e decidiamo infine, dal menu a tendina, il contenuto dello sfondo (bianco, trasparente oppure il colore di sfondo che vediamo impostato sulla barra degli strumenti): Figura 3

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4051/creare-una-nuova-immagine/[21/05/2009 14.30.35]

Creare una nuova immagine (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Nel caso in cui avessimo la necessit di creare nuovi documenti con le medesime impostazioni clicchiamo il pulsante Salva predefinito . Richiameremo questa impostazione quando creeremo un nuovo documento e sceglieremo il modello di documento dal menu a tendina Predefinito .

Aprire un file
Per aprire un file andiamo nel menu File > Apri oppure premiamo la combinazioni di tasti Ctrl+O. Si aprir la consueta finestra che ci permetter di trovale il file sul nostro computer (figura 4): Figura 4

Una volta trovato clicchiamo due volte sul file per aprirlo. Per aprire un file usato recentemente andiamo nel menu File > Apri recente (figura 5): Figura 5

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4051/creare-una-nuova-immagine/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4051/creare-una-nuova-immagine/[21/05/2009 14.30.35]

Aprire file PDF (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Aprire file PDF


Con Photoshop possibile aprire file in formato .pdf. Andiamo su File > Apri e cerchiamo il file PDF da aprire, clicchiamo OK . Si aprir una nuova finestra (figura 1): Figura 1

Scegliamo quali elementi impostare, se le pagine intere o le immagini. Clicchiamo sulle miniature che vogliamo aprire. Se vogliamo selezionare pi di una pagina clicchiamo tenendo premuto il tasto Maiusc . Inseriamo il nome del documento, scegliamo il tipo di ritaglio dal menu a tendina; Rettangolo di selezione , ad esempio, ritaglier in base al rettangolo pi piccolo che racchiude tutto il testo e la grafica della pagina. Questa opzione eliminer lo spazio bianco esterno ed eventuali elementi oltre il limite di rifilo. Inseriamo le dimensioni la risoluzione e il metodo di colore per il nuovo documento. Spuntiamo l'opzione Sopprimi avvertenze per non vedere apparire gli avvisi relativi al profilo di colore. Una volta settate le impostazioni clicchiamo su OK .

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4073/aprire-file-pdf/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4073/aprire-file-pdf/[21/05/2009 14.31.02]

Inserire un'immagine esterna (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Inserire un'immagine esterna


In Photoshop possibile inserire un file all'interno del nostro documento come oggetto avanzato, quindi trasformabile senza che esso perda qualit. Per far ci andiamo nel menu File > Inserisci (figura 1): Figura 1

Cerchiamo ora il file tra le cartelle del computer e, una volta trovato, clicchiamo su OK . La nuova immagine verr inserita all'interno di quella esistente e le verr applicato un rettangolo di selezione (figura 2): Figura 2

Questo ci permetter di ruotarla, scalarla e trasformarla a nostro piacimento.

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4074/inserire-unimmagine-esterna/[21/05/2009 14.31.26]

Inserire un'immagine esterna (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Spostiamoci col cursore sopra le maniglie al centro e ai vertici del rettangolo se vogliamo modificarne altezza o lunghezza (figura 3): Figura 3

Nel caso volessimo ruotare l'immagine inserita spostiamo il cursore fuori dal rettangolo di selezioni e ruotiamo l'immagine (figura 4): Figura 4

Una volta terminato il processo di trasformazione premiamo OK .

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4074/inserire-unimmagine-esterna/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4074/inserire-unimmagine-esterna/[21/05/2009 14.31.26]

Importare immagini da fotocamere digitali (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Importare immagini da fotocamere digitali


Con Photoshop possiamo importare le nostre immagini da una fotogamera digitale per poi elaborarle in seguito. Solitamente con le fotocamere viene fornito un software per importare le foto; nel caso in cui non avessimo a disposizione tale software possiamo sfruttare il supporto WIA che permette un'interazione tra Photoshop e Windows. Andiamo nel menu File > Importa > Supporto WIA (figura 1): Figura 1

Si aprir una finestra (figura 2): Figura 2

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4052/importare-immagini-da-fotocamere-digitali/[21/05/2009 14.31.54]

Importare immagini da fotocamere digitali (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Premiamo il tasto Sfoglia e selezioniamo la cartella di destinazione nella quale vorremo salvare le nostre immagini (figura 3): Figura 3

Spuntiamo la casella Apri immagini acquisite in Photoshop per sfogliare, una volta acquisite, le immagini in Photoshop. Crea sottocartella univoca con la data di oggi la useremo per creare all'interno della cartella di destinazione una sottocartella denominata in base alla data corrente. Clicchiamo Inizio per avviare l'acquisizione. Nella nuova finestra selezioniamo il nostro modello di fotocamera e se vogliamo cambiarne le impostazioni clicchiamo sul pulsante Propriet. Clicchiamo Ok (figura 4): Figura 4

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4052/importare-immagini-da-fotocamere-digitali/[21/05/2009 14.31.54]

Importare immagini da fotocamere digitali (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Ora possiamo selezionare le immagini contenute nella fotocamera cliccando sulle anteprime; per selezionare pi foto teniamo premuto Ctrl . Clicchiamo su Copia Immagini (figura 5): Figura 5

Si avvier il processo di acquisizione (figura 6): Figura 6

Una volta terminato il processo le foto si apriranno nell'area di lavoro di Photoshop; possiamo sfogliarle cliccando sulle alette in alto e saranno pronte per essere elaborate (figura 7): Figura 7

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4052/importare-immagini-da-fotocamere-digitali/[21/05/2009 14.31.54]

Importare immagini da fotocamere digitali (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4052/importare-immagini-da-fotocamere-digitali/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4052/importare-immagini-da-fotocamere-digitali/[21/05/2009 14.31.54]

Importare immagini da uno scanner (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Importare immagini da uno scanner


Cos come per le fotocamere, anche le immagini acquisite dallo scanner possono essere importate ed elaborate sia con il software in dotazione sia direttamente in Photoshop. Il processo di acquisizione pressoch uguale. Andiamo nel menu File > Importa > Supporto WIA o, in alternativa, possiamo cliccare sul nome dello scanner (figura 1) e si aprir la finestra di gestione immagini del software della nostra periferica: Figura 1

Occupiamoci ora dell'acquisizione tramite il supporto WIA. Una volta cliccato sulla voce di menu Supporto WIA si aprir la finestra nella quale potremo scegliere le opzioni che abbiamo gi visto: la possibilit di scegliere la cartella di destinazione, se aprire le immagini in Photoshop e la creazione di una sottocartella denominata con la data corrente. Clicchiamo Inizio. Nella nuova finestra scegliamo il nostro scanner e clicchiamo OK . Avremo ora la possibilit di scegliere che tipo di immagine da acquisire (figura 2): Figura 2

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4072/importare-immagini-da-uno-scanner/[21/05/2009 14.32.20]

Importare immagini da uno scanner (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Una volta selezionato il tipo di immagine possiamo regolarne la qualit premendo Regola la qualit dell'immagine digitalizzata (figura 3): Figura 3

Qui possiamo inserire il valore DPI e correggerne Luminosit e Contrasto, una volta terminato clicchiamo OK . Clicchiamo Anteprima per avere un'idea dell'immagine che stiamo per acquisire e, se necessario, trasciniamo le maniglie del rettangolo per regolare l'area di ritaglio. Clicchiamo OK . Abbiamo ora all'interno dell'area di lavoro di Photoshop l'immagine acquisita dallo scanner.

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4072/importare-immagini-da-uno-scanner/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4072/importare-immagini-da-uno-scanner/[21/05/2009 14.32.20]

L'istogramma (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

L'istogramma
Con Photoshop possiamo apportare modifiche e correzioni a colori e tonalit delle immagini. In nostro aiuto verranno una serie di strumenti dei quali parleremo approfonditamente in questo capitolo.

Istogramma
L'istogramma una rappresentazione grafica di come i pixel sono distribuiti nell'immagine. Vediamo com' composto aprendo il relativo pannello che troviamo nel menu Finestre > Istogramma (figura 1): Figura 1

Ci troviamo di fronte ad una rappresentazione come quella nella figura qui sopra. Il grafico rappresenta il numero di pixel per ogni grado di intensit di colore. Avremo quindi una panoramica di come la gamma tonale distribuita nell'immagine. Nella parte sinistra troviamo i dati relativi alle zone d'ombra, nella parte centrale i mezzitoni e nella parte sinistra le informazioni inerenti alle zone di luce. Una fotografia bene esposta avr pixel distribuiti in tutte queste aree, altrimenti ci troveremo davanti un'immagine o sovraesposta (quando l'istogramma mostra la distribuzione della gamma tonale prevalentemente nella parte destra) oppure sottoesposta (quando il grafico ci mostrer una gamma tonale sbilanciata sulla sinistra). Vediamo l'esempio di una fotografia sovraesposta e il suo istogramma (figure 2 e 3): Figura 2

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4075/listogramma/[21/05/2009 14.34.10]

L'istogramma (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Figura 3

E ora una fotografia sottoesposta e il suo istogramma (figure 4 e 5): Figura 4

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4075/listogramma/[21/05/2009 14.34.10]

L'istogramma (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Figura 5

Possiamo anche selezionare parti di un'immagine sulle quali vogliamo informazioni; per far questo sar sufficiente creare una selezione dell'immagine e automaticamente l'istogramma verr aggiornato. Vediamo ora le opzioni del pannello Istogramma . Clicchiamo sulla freccia situata alla sinistra del pannello (figura 6): Figura 6

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4075/listogramma/[21/05/2009 14.34.10]

L'istogramma (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Vista Compatta ci mostra il pannello senza le statistiche e i vari controlli (figura 7): Figura 7

Vista Completa : ci mostrer statistiche e controlli dell'istogramma. Nel caso in cui non venissero visualizzate le statistiche scegliamo dalle opzioni la voce Mostra Statistiche. Mostra Canali : compariranno pi istogrammi ognuno dei quali conterr le informazioni relative ai canali che formano l'immagine (figura 8). Figura 8

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4075/listogramma/[21/05/2009 14.34.10]

L'istogramma (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Se siamo in modalit Vista ingrandita possiamo scegliere su quale canale vogliamo informazioni scegliendolo dal menu a discesa (figura 9): Figura 9

Se volessimo l'istogramma dei canali colorato scegliamo Mostra canali di colori. Passiamo ora alle statistiche dell'istogramma. Media rappresenta il valore di luminosit medio. Dev std ovvero Deviazione Standard ci informa di quanto variano i valori di intensit. Mediana il valore intermedio dellintervallo di valori di intensit. Pixel il numero totale di pixel nellimmagine o nellarea selezionata.

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4075/listogramma/[21/05/2009 14.34.10]

L'istogramma (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Livello ci informa del livello di intensit tonale dellarea sotto al puntatore. Quantit mostra il numero totale di pixel corrispondente al livello di intensit sotto al puntatore. Percentile Visualizza il numero cumulativo di pixel con un livello di intensit pari o inferiore a quello sotto al puntatore. Se l'immagine ha pi livelli potremo selezionare l'istogramma del livello del quale vogliamo le informazioni scegliendolo dal menu Origine che troviamo nelle statistiche (figura 10): Figura 10

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4075/listogramma/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4075/listogramma/[21/05/2009 14.34.10]

Il pannello delle regolazioni (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Il pannello delle regolazioni


In questa lezione vedremo come apportare correzioni e modifiche ai colori e alle tonalit delle nostre immagini. Con la versione CS4 Photoshop introduce un nuovo pannello che ci dar la possibilit di applicare regolazioni cromatiche anche complesse alle foto. Se non l'abbiamo gi aperto andiamo nel menu Finestra > Regolazioni . Ci apparir cos il Pannello Regolazioni (figura 1): Figura 1

Come vediamo, nella parte alta ci sono delle icone; ogni icona corrisponde ad un tipo di regolazione. Nella parte bassa troviamo delle impostazioni predefinite che ci aiuteranno nelle regolazioni pi comuni.

Funzioni del Pannello regolazioni


Per aggiungere una regolazione sufficiente cliccare sull'icona che corrisponde alla regolazione desiderata. A questo punto accadono due cose: viene creato automaticamente un nuovo livello Regolazione (figura 2) e il pannello cambier il suo aspetto dandoci la possibilit di agire sulle opzioni (figura 3). Figure 2 e 3

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4076/il-pannello-delle-regolazioni/[21/05/2009 14.34.34]

Il pannello delle regolazioni (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Vediamo le funzioni delle icone che troviamo nella parte bassa del pannello: Ci permetter di tornare al pannello generale delle regolazioni. Visualizzer il pannello in modalit ingrandita. Di default le regolazioni verranno applicate a tutti i livelli del documento, se volessimo applicare solamente al livello sottostante dovremo selezionare questa icona. Cliccando l'icona a forma di occhio, il livello di regolazione verr nascosto. Per ripristinarlo, clicchiamo di nuovo sull'icona. Tenendo premuto questo comando ritorneremo all'immagine precedente alla regolazione, rilasciandolo verr visualizzata la regolazione corrente. Con questa opzione annulleremo le regolazioni effettuate e torneremo alle impostazioni originarie. Il cestino eliminer il livello regolazioni. Il vantaggio di questa nuova funzione di Photoshop che possiamo applicare le modifiche in modo non distruttivo, senza quindi andare a modificare i pixel dell'immagine.

Tipi di regolazione
Vediamo ora una sintesi alcuni tipi di regolazione che possono essere applicate alle immagini (alcune di queste verranno spiegate in maniera pi approfondita nelle prossime lezioni): Luminosit/ contrasto regola la luminosit e il contrasto dei colori dell'immagine. Livelli regola la gamma tonale e il bilanciamento del colore impostando la distribuzione dei pixel in ciascun canale di colore. Curve la useremo per regolare luci, mezzitoni e ombre-

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4076/il-pannello-delle-regolazioni/[21/05/2009 14.34.34]

Il pannello delle regolazioni (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Esposizione esegue calcoli in uno spazio colorimetrico lineare, indicata soprattutto per le immagini HDR . Vividezza questa regolazione aumenta la saturazione dei colori con saturazione ridotta. Tonalit/Saturazione imposta i valori di tonalit, saturazione e luminosit. Bilanciamento Colore modifica complessivamente la miscela dei colori in modo tale da eseguire correzioni cromatiche. Bianco e Nero crea un nuovo livello di regolazione bianco e nero. Filtro fotografico modifica il colore simulando gli effetti ottenuti con un filtro Wratten Kodak o Fuji montato sullobiettivo. Miscelatore canale regola e modifica un canale di colore.

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4076/il-pannello-delle-regolazioni/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4076/il-pannello-delle-regolazioni/[21/05/2009 14.34.34]

Regolare tonalit e colori con i livelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Regolare tonalit e colori con i livelli


Il comando Livelli ci consente di modificare la tonalit e il bilanciamento dei colori delle immagini. Tramite un istogramma possibile agire sui comandi per regolare ombre, luci e mezzitoni. Nel caso il Pannello Regolazione non fosse visibile apriamolo andando nel menu Finestra > Regolazioni . Per poter visualizzare il controllo dei Livelli sufficiente cliccare l'icona A questo punto ci troveremo davanti l'istogramma dell'immagine: Figura 1 .

Il panello diviso in 2 parti: la zona di Input , con l'istogramma, e la zona con i livelli di Output . Sotto l'istogramma abbiamo 3 cursori: quello di sinistra che regola le ombre, quello centrale i mezzitoni e quello di destra le luci. Spostando verso il centro il cursore delle ombre, impostato a 0 (pixel neri), e delle luci, impostato a 255 (pixel bianchi), influenzeremo l'area che i livelli di output sono in grado di regolare. I livelli di output regolano la tonalit dell'immagine nei limiti imposti dai nellarea Input, i livelli restanti vengono rimappati da 0 a 255, aumentando la gamma tonale e dando un contrasto migliore. E' possibile richiamare il comando Livelli anche dal menu Immagine > Regolazioni > Livelli ricordiamo per che cos facendo tutte le operazioni che eseguiremo saranno permanenti. Vediamo in pratica le opzioni per apportare regolazioni tonali di un'immagine. Dopo aver aperto l'immagine e aperto il pannello Livelli possiamo regolare uno specifico canale di colore scegliendolo dal menu Canale

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4083/regolare-tonalita-e-colori-con-i-livelli/[21/05/2009 14.34.55]

Regolare tonalit e colori con i livelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Figura 2

Possiamo richiamarli usando i tasti di scelta rapida: Rosso Alt+3, Verde Alt+4, Blu Alt+5. Il tasto Auto creer in modo automatico la regolazione, non sempre il risultato soddisfer le nostre esigenze ma pu sempre essere un ottimo punto di partenza per le regolazioni. Per regolare le luci e le ombre spostiamo i cursori a sinistra e a destra che troviamo sotto l'istogramma, l'anteprima delle correzioni verr visualizzata direttamente nella finestra del documento. Se ad esempio spostiamo verso il centro il cursore di sinistra vedremo le ombre delle immagini diventare pi scure: Figura 3

Se invece spostiamo il cursore di destra verso il centro vedremo le luci dell'immagini aumentare rendendo l'immagine pi chiara Figura 4

Il cursore di centro, se spostato verso destra, scurisce i mezzitoni, se spostato a sinistra, li fa diventare pi chiari. Dopo aver regolato i limiti di Input possiamo regolare quelli di Output utilizzando i cursori al di sotto di essi. Spostando il

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4083/regolare-tonalita-e-colori-con-i-livelli/[21/05/2009 14.34.55]

Regolare tonalit e colori con i livelli (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it cursore di sinistra verso destra limmagine ci apparir pi chiara, viceversa se spostiamo il cursore di destra verso sinistra limmagine diventa pi scura. Nel pannello regolazione livelli troviamo inoltre trei contagocce . Se clicchiamo il primo in alto possiamo impostare manualmente il punto pi scuro selezionandolo direttamente dall'immagine. Il contagocce al centro lo utilizzeremo per selezionare i mezzitoni mentre il terzo ci servir per selezionare il punto pi luminoso. Essendo questo processo non preciso utile nel caso volessimo fare correzioni al volo, sar comunque possibile andare a regolare nuovamente i livelli fino ad ottenere il risultato desiderato.

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4083/regolare-tonalita-e-colori-con-i-livelli/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4083/regolare-tonalita-e-colori-con-i-livelli/[21/05/2009 14.34.55]

Regolare tonalit e colori con le curve (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Regolare tonalit e colori con le curve


I livelli, come abbiamo gi visto, ci permetto di regolare la gamma tonale dell'immagine, questi comandi per non sono gli unici adatti a questo scopo, abbiamo la possibilit di gestire le tonalit delle immagini anche con le Curve. La differenza sostanziale tra questi due metodi di lavoro che se i livelli ci consentono di lavorare solo su 3 regolazioni (ombre, mezzitoni e luci) le curve invece agiscono sull'intera gamma tonale. Vediamo ora com' strutturato il pannello. Nel caso in cui non fosse gi aperto il pannello Regolazioni andiamo nel menu Finestra > Regolazioni , ora clicchiamo l'icona Figura 1 . A questo punto ci troveremo di fronte ai comandi delle Curve.

Questo pannello possibile richiamarlo anche dal menu Immagine > Regolazioni > Curve ( Ctrl + M ). Ricordiamoci che, se modifichiamo le immagini con questo procedimento, le regolazioni saranno permanenti. Se invece usiamo il pannello Regolazioni possiamo sempre tornare all'origine del processo attuando modifiche tonali non distruttive. In alto possiamo accedere al canale di colore su qui vogliamo lavorare: Figura 2

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4084/regolare-tonalita-e-colori-con-le-curve/[21/05/2009 14.35.17]

Regolare tonalit e colori con le curve (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Alla sua destra il tasto Auto , premendolo Photoshop attuer una regolazione automatica della gamma tonale, questo risultato non sempre ci soddisfer, dovremo quindi settare ulteriormente le curve. Appena sotto abbiamo il grafico sul quale agiremo per le nostre regolazioni. Come possiamo vedere per default avremo una linea retta perch i valori di Input sull'asse orizzontale (la gamma tonale originale) e i valori di Output sull'asse verticale (gamma tonale che avremo dopo le regolazioni) saranno gli stessi. Il punto che troviamo in alto a destra del grafico il punto pi chiaro dell'immagine, il punto in basso a sinistra rappresenta quello pi scuro. Possiamo aggiungerne altri, fino a 14, questi rappresenteranno i valori tonali intermedi. Proviamo a inserire due punti di controllo all'interno del grafico cliccando sulla retta. Figura 3

Clicchiamo su un punto di controllo e, tenendo premuto, trasciniamolo ad esempio verso il basso: Figura 4

Controlliamo ora la nostra immagine. Noteremo una diversa composizione di toni questo perch abbiamo abbassato il valore tonale di quel punto, nel caso sopra 65, a 30 rendendo cos la foto pi scura: Figura 5

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4084/regolare-tonalita-e-colori-con-le-curve/[21/05/2009 14.35.17]

Regolare tonalit e colori con le curve (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

I punti di controllo possono anche aggiungerli e modificarli usando lo strumento Regolazione dell'immagine Selezioniamo lo strumento e spostiamoci sul punto dell'immagine che vogliamo correggere, ora teniamo premuto e facciamo scorrere il puntatore verso l'alto per rendere il valore pi chiaro o verso il basso per scurirlo. Figura 6

L'icona

ci servir per disegnare direttamente le curve sul grafico.

I tre contagocce ai lati del grafico servono per correggere la gamma tonale in modo rapido. Partendo dall'alto verso il basso troviamo il contagocce che imposta il punto nero, quello che imposta punto grigio ed infine quello che posta il punto bianco. Per primo setteremo il grigio con il contagocce dei mezzitoni, selezioniamolo e clicchiamo la parte dell'immagine dove abbiamo un grigio neutro, successivamente andiamo a trovare i punti pi luminosi e quelli pi scuri dell'immagine usando gli altri due contagocce.

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4084/regolare-tonalita-e-colori-con-le-curve/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4084/regolare-tonalita-e-colori-con-le-curve/[21/05/2009 14.35.17]

Regolare saturazione e tonalit (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Regolare saturazione e tonalit


Il comando Tonalit e saturazione ci consente di modificare la tonalit, il contrasto e la luminosit dell'insieme di colori delle immagini oppure di un intervallo specifico di colori. Apriamo il pannello Regolazioni andando nel menu Finestra > Regolazioni e clicchiamo l'icona , in questo modo potremo regolare l'immagine in maniera non distruttiva agendo sul nuovo livello di regolazione appena creato. In alternativa possibile richiamare i comandi di tonalit saturazione andando nel menu Immagine > Regolazioni > Tonalit/Saturazione ( CTRL+U ) cos facendo le modifiche che apporteremo all'immagine saranno permanenti, nessun livello di regolazione verr aggiunto quindi sar impossibile tornare alle impostazioni originarie dell'immagine in quanto essa verr direttamente modificata. Una volta cliccato sul comando Tonalit/Saturazione ci troveremo di fronte a questo pannello: Figura 1

Vediamo ora come agire sulle singole opzioni per ottenere le modifiche da noi desiderate. Scegliamo se modificare l'intera gamma di colori oppure un intervallo scegliendolo da menu a tendina posto nella parte alta del pannello Figura 2

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4085/regolare-saturazione-e-tonalita/[21/05/2009 14.35.39]

Regolare saturazione e tonalit (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Poniamo di voler regolare i gialli di questa immagine Figura 3

Scegliamo Gialli dal menu oppure il comando di scelta rapida Alt+4 e andiamo ad agire sui cursori posti nella parte centrale del pannello, ad esempio abbassando la luminosit: Figura 4

In questo modo l'intervallo di colori che comprende la tonalit del giallo verr reso pi scuro Figura 5

Possiamo anche sulla saturazione e cambiare la tonalit spostando i cursori posti sotto le rispettive regolazioni. selezionato clicchiamo sull'immagine per scegliere un intervallo di colori e, Con lo strumento Regolazione immagine tenendo premuto, spostiamo il puntatore a destra o sinistra per diminuire o aumentare la saturazione della gamma tonale scelta. Figura 6

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4085/regolare-saturazione-e-tonalita/[21/05/2009 14.35.39]

Regolare saturazione e tonalit (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it

Con questo strumento inoltre possibile cambiare la tonalit, per far questo sufficiente tenere premuto il tasto CTRL prima di selezionare l'intervallo di colori. Successivamente spostiamo il cursore a destra e sinistra per variare la tonalit. Figura 7

Se abbiamo un fotografia in scala di grigi nero (Fig.8) e volessimo aggiungere una tonalit all'immagine (Fig.9) dovremo selezionare il comando colora e agire sulle regolazioni di tonalit, saturazione e luminosit: Figura 8

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4085/regolare-saturazione-e-tonalita/[21/05/2009 14.35.39]

Regolare saturazione e tonalit (versione per la stampa) | Guide Grafica | Grafica.HTML.it Figura 9

Gli strumenti contagocce ci serviranno per per modificare un intervallo di colori. Per scegliere un intervallo di colori selezioniamo il contagocce vogliamo modificare. Per espandere lintervallo scegliamo il contagocce . Per sottrarre un intervallo di colori clicchiamo il contagocce . e clicchiamo la parte dell'immagine con la tonalit che

Versione originale: http://grafica.html.it/guide/lezione/4085/regolare-saturazione-e-tonalita/ 1997-2006 HTML.it


La vendita, il noleggio, il prestito e la diffusione del contenuto di questa pagina sono vietate, tranne nei casi specificati nella pagina http://www.html.it/info/note-legali.php

http://grafica.html.it/guide/stampa_lezione/4085/regolare-saturazione-e-tonalita/[21/05/2009 14.35.39]