Sei sulla pagina 1di 61

Corso di Formazione

Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea


Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanit Pubblica AUSL di Modena Castelfranco, 17 Dicembre 2008

WHO/FAO
Ginevra 2003

Diet, nutrition and prevention of chronic disease

Ruolo centrale dellalimentazione e dellattivit fisica nel mantenimento di un buono stato di salute e nella prevenzione delle malattie croniche

Lalimentazione e venuta alla ribalta come determinante modificabile delle malattie croniche

Malattie croniche dieta correlate Malattie cardiovascolari Obesit Diabete Tumori Osteoporosi

LA DIETA MEDITERRANEA

Siamo depositari inconsapevoli di uno stile alimentare le cui virt e corretto equilibrio sono prese a modello in tutti i Paesi del mondo

Ancel Keys: prime intuizioni sulla correlazione tra alimentazione e malattie del benessere

In seguito, studi scientifici hanno confermato le intuizioni di Keys

DIETA MEDITERRANEA
Modello alimentare nel quale occupano una posizione preponderante i prodotti di origine vegetale

CEREALI E I LORO DERIVATI

LEGUMI

fagioli, lenticchie, ceci, fave, piselli

ORTAGGI E VERDURE

FRUTTA

OLIO DI OLIVA

VINO

DIETA MEDITERRANEA = DIETA VEGETARIANA ?

DIETA MEDITERRANEA = DIETA POVERA ?

ASSOLUTAMENTE NO !!!

. . . . E UN MODELLO ALIMENTARE CHE PROPONE IN ALTERNATIVA ALLA CARNE ROSSA

PESCE

MA NON ESCLUDE carni alternative (pollo, coniglio, tacchino, maiale) latte e derivati uova

IL PIATTO UNICO pasta e fagioli, riso con piselli, lasagne, tortellini, pizza, polenta o pasta con rag, ecc.

www.politicheagricole.it o i it

1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo 2. Pi cereali, legumi, ortaggi, frutta 3. Grassi:scegli la qualit e limita la quantit 4. Zuccheri, dolci, bevande zuccherate: nei giusti limiti 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza 6. Il sale? Meglio poco 7. Bevande alcoliche: se si, solo in quantit controllata 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 9. Consigli speciali per persone speciali 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche date

BILANCIO ENERGETICO

Entrate : -alimenti -bevande


Peso Corporeo

Uscite : -metabolismo basale - termogenesi - attivit motoria

Carboidrati: funzione energetica

CARBOIDRATI
1 g di carboidrati 4 kcal

55-60 % Kcal/die
di cui < 10 % zuccheri semplici

CARBOIDRATI complessi (pane, pasta, riso, polenta, ecc.) semplici (zucchero, frutta, dolci,ecc.)

FIBRA
aumenta il senso di saziet attraverso la masticazione pi laboriosa e promuove la distensione delle pareti dello stomaco regola la peristalsi intestinale

modula lassorbimento dei carboidrati e dei grassi diluisce le eventuali sostanze nocive per la riduzione del loro tempo di contatto con la mucosa intestinale tumori del colon-retto prevenzione dei

Alimenti ricchi in fibra


- Cereali integrali - Verdura e ortaggi - Legumi - Frutta

FIBRA
Fabbisogno

25-30 g/die

che si raggiunge tranquillamente con unalimentazione varia che comprenda cereali integrali e 5 porzioni tra frutta e verdura al giorno

VITAMINE
LIPOSOLUBILI : A - D - E - K IDROSOLUBILI : GRUPPO B - C - PP - AC. FOLICO

SALI MINERALI
- Calcio - Sodio - Potassio - Fosforo - Ferro - Magnesio - Rame - Iodio - Selenio - Zinco

Vitamine e sali minerali


sono nutrienti essenziali che intervengono nella regolazione di numerose funzioni dellorganismo a differenza degli altri nutrienti (proteine, carboidrati e grassi) non forniscono calorie

Lipidi: funzione altamente energetica e funzione plastica

LIPIDI o GRASSI
1 g di lipidi 9 kcal

20-30 % Kcal/die
di cui < 10% grassi saturi

LIPIDI o GRASSI animali (burro, lardo, strutto, grasso visibile e invisibile degli alimenti di origine animale) vegetali (olii, margarine, frutta secca)

GRASSI SATURI - MONOINSATURI GRASSI INSATURI - POLINSATURI (omega-3, omega-6)

GRASSI SATURI grasso visibile ed invisibile di carni e salumi formaggi, latte intero, panna, burro olio di palma, olio di cocco

GRASSI MONOINSATURI olio di oliva mandorle, nocciole, arachidi

GRASSI POLINSATURI olio di semi (omega-6) : mais,soia,girasole germe di grano pesce (omega-3) : in particolare pesce azzurro (sardine,aringa sgombro, tonno, ecc) noci

ACQUA
solvente delle reazione metaboliche regola il volume cellulare e la temperatura corporea permette il trasporto dei nutrienti e leliminazione delle scorie metaboliche buona fonte di sali minerali preziosi a tutte le et

ACQUA
Fabbisogno et clima attivit fisica alimentazione

Bilancio idrico
Entrate : - cibi - bevande - acqua metabolica Uscite : - urine (circa 1-1.5 l/die) - cute
(circa 500-700 ml/die)

- respirazione (250-350 ml/die) - feci (100-200 ml/die)

marted luned mercoled

domenica

gioved

sabato

venerd

PROTEINE
1 g di proteine 4 kcal

10-15 % Kcal/die

Proteine: funzione plastica

PROTEINE di origine animale (proteinenobili): pesce, carne, uova, latte e derivati di origine vegetale: legumi, cereali

Vantaggi della dieta mediterranea basso introito di grassi saturi e colesterolo buon apporto di mono e poli-insaturi buon apporto di fibra buon apporto di vitamine e sali minerali ridotto consumo di zuccheri semplici contenuto apporto calorico contenuto apporto di sale, sostituito da aromi, erbe,ecc.

quindi

di - obesit - diabete - ipertensione - aterosclerosi - malattie cardiovascolari in genere - diversi tumori -