Sei sulla pagina 1di 8

Aprile 2009

Osio Aperta
Sommario:
Cinque anni di opposizione
Un bilancio 2
“semestrale”: ven-
In questi cinque anni, noi del gruppo consiliare di Osio Aperta ab- dite, debiti e tagli
biamo lavorato per il bene del paese, cercando di contribuire a mi-
gliorare le decisioni che il consiglio comunale si apprestava a pren- I debiti 3
dere. Ad esempio, abbiamo proposto la discussione sulla costru-
zione di una nuova scuola (in alternativa alla ristrutturazione della L’aumento delle 4
struttura esistente); in occasione delle discussioni annuali per l’ap- tasse e delle tariffe
provazione del bilancio di previsione, abbiamo posto il problema
del risparmio e della riduzione dell’indebitamento che, nei propositi
Le vendite 5
dell’Amministrazione, si prospettava sempre più elevato.
Abbiamo altresì chiesto all’Amministrazione di assicurare una
maggiore partecipazione e di condividere le scelte importanti; di I tagli del 2009 6
essere più trasparenti sia nei confronti dei gruppi consiliari, sia dei
cittadini.
Villa Andreani: 8
In relazione alla vendita dei beni comunali, in alcuni casi siamo come la pensiamo
stati d’accordo, ma non quando si è trattato dell’alienazione di are-
e strategiche come l’area dell’ex depuratore, l’area a parcheggio e
a verde in zona industriale e l’area feste (nei progetti destinata a
divenire area commerciale e artigianale).
Abbiamo comunque proposto di utilizzare le risorse provenienti da
tali vendite per ridurre i debiti e, in parte, per finanziare le opere di
manutenzione del patrimonio pubblico.
Coerentemente a questo principio, abbiamo proposto di rimandare
l’acquisto della Villa Andreani. Infatti riteniamo che tale operazione
appesantisca la situazione economica del comune, anche in consi-
derazione degli investimenti che si renderanno necessari per la
ristrutturazione e la gestione della villa.

Lasciamo ai cittadini il compito di verificare se il mandato assegna-


toci nel 2004 sia stato onorato: da parte nostra, vi abbiamo dedica-
to il massimo impegno, il nostro tempo e tutta la nostra passione.
Osio Aperta
Pagina 2

Un bilancio “semestrale”:
vendite, debiti e tagli
Il 9 febbraio 2009 il Consiglio dare a tutta la cittadinanza l’informa-
Comunale di Osio Sopra ha approvato zione che riteniamo necessaria e
il bilancio di previsione del Comune doverosa circa la situazione dei conti
per l’anno in corso. del Comune, letta alla luce della
Il 26 gennaio 2009 noi del gruppo nostra esperienza politica e della
consiliare Osio Aperta avevamo conoscenza dei fatti.
e s p o s t o a l la c i t t a d i n a n z a , in Per poter interpretare correttamente
un’assemblea pubblica, le nostre questo bilancio è necessario, a nostro
valutazioni e proposte di modifica avviso, considerarlo come il punto di
rispetto al bilancio proposto dall’Ammi- arrivo dei cinque anni dell’Amministra-
nistrazione di Osio 2000, proposte poi zione di Osio 2000, dei quali porta
ribadite nel corso della riunione del con sé il peso e le conseguenze.
Consiglio: ma nulla è stato cambiato.
Con questo lavoro vorremmo perciò

Al termine del mandato di Osio 2000,


ecco i risultati:
• Indebitamento eccessivo, che metterà in difficol-
tà il bilancio comunale per molti anni.
• Aumento delle tasse e delle tariffe comunali (nel
corso dei cinque anni).
• Vendita di parte del patrimonio comunale (terreni,
fabbricati).
• I tagli ai servizi nel 2009, 2010 e 2011

- eppure il Sindaco Cologni, nel 2005,


all’inizio del suo mandato, si presentava così :
“) finita la transizione si presenta il nuovo ...”, [inizia] “-
il progetto che ha raccolto il suffragio della maggioranza
dei cittadini )” [senza] “) distruggere quanto i
predecessori avevano in corso di realizzazione, pena
disperdere risorse ed opportunità che sono comunque
patrimonio dei cittadini”.

relazione al bilancio di previsione 2005


Osio Aperta Pagina 3

I DEBITI
Il Sindaco Cologni e l’Assessore esterno al bilancio Monzani
hanno imposto scelte dispendiose che hanno sensibilmente ri-
dotto la possibilità per le amministrazioni che verranno di fare
nuovi mutui per fronteggiare le necessità del futuro.

Ecco le opere eseguite da questa Amministrazione:

Scuola:
Il costo della ristrutturazione è salito da € 900.000,00 iniziali fino a € 4.079.670,00,
che sono stati così coperti:
• mutui per € 3.125.480,00;
• contributo regionale e statale di € 400.000,00;
• mezzi propri di bilancio per € 554.190,00.

Nel 2009 si prevede di spendere per le scuole altri € 182.500,00, che faranno salire
la spesa complessiva a € 4.272.170,00.

Piste ciclabili:
Il costo è salito da €. 424.440,00 iniziali a €. 554.440,00, finanziati come segue:

• contributo regionale (richiesto da Osio Aperta nel 2004) di € 212.218,00;


• utilizzo del mutuo fatto per le barriere autostradali per € 95.640,00;
• finanziamento agevolato BIM di € 246.582,00.

Piazza Nassiriya, spazio antistante il cimitero e vicina rotatoria:


Il progetto iniziale, di € 1.135.000,00 finanziati con mutuo, è stato ridotto alla sola co-
struzione della rotatoria, per un costo di € 400.000,00 (dei restanti € 735.000,
450.000 sono stati usati per la scuola - e rientrano nelle cifre che abbiamo indicato più
sopra - e 285.000 sono impegnati per progetti da realizzarsi relativi alla sicurezza).

CON QUESTI INTERVENTI I DEBITI TOTALI DEL COMUNE


SALGONO DA € 1.878.722,00 DEL 2004
FINO ALLA PREOCCUPANTE CIFRA DI
€ 5.843.127,00:
UN AUMENTO DI € 3.964.405,00 (+ 211%);

E GLI INTERESSI ANNUI SALGONO


DA € 89.283,00 (del 2004) A € 260.000,00 (del 2009)

E’ necessario ricordare che i debiti non sono strumenti gratuiti ma vanno


ripagati con abbondanti interessi, a partire dal 2009, per trent’anni.
Osio Aperta
Pagina 4

L’AUMENTO DELLE TASSE E DELLE TARIFFE


Nonostante gli aumenti di tasse comunali e tariffe di questi
anni (si veda il grafico sotto) le entrate non bastano per
pagare i debiti prodotti dall’Amministrazione di Osio 2000,
che avrebbero potuto essere ridotti e contenuti con oculate
operazioni di risparmio, nonché utilizzando parte del rica-
vato dalle vendite del patrimonio (vedi pagina seguente).

ENTRATE COMUNALI PAGATE DIRETTAMENTE DAI CITTADINI OSIENSI

€ 2.000.000,00

€ 1.800.000,00

€ 1.600.000,00

Euro € 1.400.000,00

€ 1.200.000,00

€ 1.000.000,00

€ 800.000,00
2004 2005 2006 2007 2008** 2009*
Effetto abolizione ICI - blocco IRPEF €- €- €- €- € 125.220,00 € 440.587,00
Entrate totali ICI, IRPEF e tariffa rifiuti € 1.045.205,14 € 1.190.697,58 € 1.293.282,40 € 1.467.041,97 € 1.552.522,00 € 1.526.000,00
Anno

** = assestato E’ evidente che la politica di Osio 2000 è quella di aumentare le tasse ogni anno. In giallo sono rappresen-
tate le minori entrate determinate dall’abolizione dell’ICI e dal blocco dell’IRPEF. Senza questi provvedi-
* = previsione menti le tasse per i cittadini sarebbero potute aumentare secondo la tendenza degli anni precedenti.

AUMENTO TARIFFE CIMITERIALI

nuova t arif f a t arif f a precedent e

Tombe a due post i part e nuova +38%


Tombe a due post i part e vecchia +38%
Loculi doppi part e nuova IV,V f ila +31%
Loculi doppi part e nuova I,II,III f ila +53%
Loculi singoli part e nuova IV,V f ila +29%
Loculi singoli part e nuova I,II,III f ila +51%
Loculi doppi part e vecchia IV,V f ila +79%
Loculi doppi part e vecchia I,II,III f ila
+109%
Loculi singoli part e vecchia IV,V f ila +79%
Loculi singoli part e vecchia I,II,III f ila +109%
Cappelle di f amiglia
+94%
Tombe di f amiglia
+190%
€0,00 €1.000,00 €2.000,00 €3.000,00 €4.000,00 €5.000,00 €6.000,00

Eur o
Osio Aperta
Pagina 5

LE VENDITE
Costretta dai debiti, la Giunta Cologni ha impoverito il paese
vendendo molti terreni e fabbricati di proprietà comunale
e di grande valore; eccoli:

• Edificio in via Maccarini acquistato dal Comune nel 2002/2003 per farvi minialloggi
per anziani: € 340.000,00;

• appartamento in via Fontana, acquisito dalla precedente Amministrazione:


€ 121.760,00;

• lotto PA4 residenziale edificabile, in via Edison: € 181.480,20;

• area dell’ex depuratore: € 354.000,00;

• lotto PA2 industriale, in via dei Gelsi, acquisito dalla precedente amministrazione:
€ 217.000,00;

• area commerciale PA7 in via dei Gelsi, acquisito dalla precedente Amministrazione:
€ 701.000,00.

Totale: € 1.915.240,20

E NON È FINITA :
sono infatti programmate
altre pesanti alienazioni:

• AREA FESTE in via Circonvallazione Nord (acquisita dalla precedente Amministra-


zione nel 2003), per un valore di € 848.600,00;

• AREA A PARCO di via Mastro Bonacio per un valore di € 154.859,20 (nonostante


le 400 firme raccolte da cittadini contrari, il lotto resta nel piano delle alienazioni, an-
che se non compare nel bilancio di previsione per il 2009).

Nel 2009 Osio 2000 intende utilizzare i ricavi delle vendite per:
L’ACQUISTO DI VILLA ANDREANI, in bilancio per € 1.300.000,
IL FINANZIAMENTO DELLA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDI-
NARIA (strade, sicurezza, segnaletica, verde -)
mentre per gli anni 2010 e 2011
NON É AL MOMENTO PREVISTA NESSUNA MANUTENZIONE
PER LA MANCANZA DI RISORSE.
Osio Aperta
Pagina 6

I TAGLI DEL 2009


Osservando il bilancio di previsione per il 2009 approvato da Osio
2000 ci si rende conto che le somme stanziate non permetteran-
no di sostenere le ordinarie esigenze del Comune fino alla fine
dell’anno ma, stimiamo, in alcuni casi solamente fino a giugno
(proprio il mese delle elezioni!), forse fino a settembre.

Dunque come non pensare


che questo bilancio non sia proprio
un bilancio “elettorale”,
che scarica sulla prossima Amministrazione
– qualsiasi essa sia – la pesantissima
responsabilità di riportare in equilibrio
i bilanci del 2009 e degli anni successivi?

Ecco un breve e non esaustivo elenco dei tagli effettuati:

• Nella gestione del personale e degli uffici comunali si prevede un taglio di € 81.000,00
• Nella scuola materna il taglio è di € 54.000,00
• Nella scuola elementare il taglio è di € 8.300,00
• Nella scuola media il taglio è di € 16.950,00
• Il piano per il diritto allo studio subisce un taglio di € 26.945,00

Anche le iniziative culturali subiscono un forte taglio:


• Sagra di ferragosto: taglio di € 27.547,00
• Scuola arte e musica e contributi alle associazioni culturali € 11.076,00
• Biblioteca € 3.307,16
• Gestione del verde pubblico: € 16.000,00
• Manutenzioni ordinarie (viabilità, asfaltature, illuminazione) tagliate di € 40.000,00

Totale: € 285.000,00.
Osio Aperta
Pagina 7

Spese di gestione ordinaria del Comune


€ 3.400.000,00

€ 3.232.155,02
€ 3.200.000,00

€ 3.000.000,00 € 2.964.302,45
€ 2.936.003,00

€ 2.819.124,88
€ 2.800.000,00 € 2.745.823,00 € 2.735.823,00

€ 2.620.519,02
€ 2.600.000,00

€ 2.382.481,00
€ 2.400.000,00

€ 2.200.000,00

€ 2.000.000,00
2004 2005 2006 2007 2008** 2009* 2010* 2011*
Spese gestione € 2.382.481,00 € 2.620.519,02 € 2.819.124,88 € 2.964.302,45 € 3.232.155,02 € 2.936.003,00 € 2.745.823,00 € 2.735.823,00

Dopo aver lasciato crescere la spesa enormemente per quattro anni, per il ** = assestato
* = previsione
2009, 2010 e 2011 si sono previsti drastici tagli,
che non potranno però essere mantenuti.

L’emendamento presentato da Osio Aperta al bilancio 2009


Abbiamo visto da quali premesse è nato il bilan- Osio Aperta ritiene che le rigide norme della fi-
cio di previsione per il 2009. Dall’analisi di talenanza pubblica e l’attuale crisi economica deb-
documento e del programma triennale 2009- bano indurre gli amministratori alla prudenza, in
2011 emerge inoltre una gestione finanziaria particolare quando si tratta di vendere i beni co-
preoccupante. munali: consideriamo immorale azzerare il
patrimonio di Osio Sopra, lasciando alle futu-
Per quanto riguarda il 2009, le entrate previste re amministrazioni la gestione dei debiti, sen-
sono in gran parte impegnate per l’acquisto della za aver creato una copertura adeguata.
Villa Andreani e per alcune spese straordinarie
(ad es. progetto per la sicurezza, rotatoria pres- Per rimediare parzialmente a questa situazione,
so la Madonna della Scopa, manutenzione stra- in sede di approvazione del bilancio Osio Aperta
dale, dell’area mercato, della scuola primaria — ha presentato un emendamento con cui ha chie-
con acquisto di arredi — completamento e ma- sto che le risorse provenienti dalle vendite dei
nutenzione dell’illuminazione pubblica, completa- beni comunali fossero utilizzate per ridurre i de-
mento degli impianti sportivi). biti (e di conseguenza gli interessi da restituire),
Per quanto riguarda il 2010 e il 2011, non sono liberando così risorse da destinare ai servizi
previste entrate per finanziare le manutenzioni (riducendo quindi i tagli) e, in piccola parte, alle
ordinarie e straordinarie del patrimonio comuna- opere di manutenzione straordinaria non rinvia-
le. bili. La proposta non è stata presa in considera-
zione.
Dopo soli due mesi, l’Amministrazione di Osio 2000 ha deciso un aumento della spesa
di € 218.895,88 per coprire alcuni dei costi inizialmente sottostimati (come le spese per le pulizie),
ma anche per portare, sotto elezioni, da € 44.000 a € 136.400 le spese per la manutenzione del
verde pubblico e da € 2.000 a € 27.000 le spese per la segnaletica stradale.
I fatti si commentano da soli.
Osio Aperta
Pagina 8

Villa Andreani: come la pensiamo


«Villa Andreani: L’amministrazione di Osio 2000, nel consiglio comunale del 20 aprile
ottenere 2009, ha approvato l’acquisto, da parte del Comune, di Villa Andreani,
finanziamenti sicuramente uno degli edifici di maggior valore per la nostra comunità.
“non comunali” Le amministrazioni locali sempre più spesso si fanno carico dell’acquisi-
ad ogni costo». zione e del mantenimento di questo tipo di edifici, nel tentativo di met-
terli a disposizione della collettività. In linea di principio, nulla da eccepi-
Dal programma di
Osio 2000 per le
re.
elezioni Le condizioni concrete in cui si intende porre in essere l’operazione
amministrative del hanno però suscitato (e suscitavano già da tempo) la nostra ferma op-
2004.
posizione. La decisione di acquistare la Villa, infatti, è stata presa:
• nel corso di una crisi generale del sistema economico;
• nonostante la situazione di difficoltà finanziaria del Comune;
• senza aver maturato proposte credibili sull’utilizzo dell’immobile
(su questo argomento, in particolare, si è sentito dire davvero di
tutto);
• con i proventi delle vendite di beni comunali, che come tali appar-
tenevano a tutti i cittadini di Osio Sopra;
• senza la certezza del prezzo (fissato al minore tra € 1.200.000 e il
valore risultante da una nuova valutazione tecnica), al quale van-
no aggiunti gli oneri vari (fiscali, notarili, ecc.) per l’operazione;
• senza considerare i costi (almeno € 3.000.000, risultanti da prece-
dente perizia giurata) e i tempi necessari per la ristrutturazione,
senza la quale è irresponsabile pensare di utilizzare anche solo
una parte dell’immobile;
• senza aver incassato le somme necessarie per la caparra e il pa-
gamento;
• a ridosso della campagna elettorale.
Per tutte queste ragioni ci siamo opposti alla decisione, pensando che
l’operazione fosse da rimandare e da progettare con maggiore serenità,
trovando preventivamente le risorse necessarie per rendere la Villa uti-
lizzabile, magari studiando formule d’uso alternative all’acquisto e meno
costose, e definendo nel dettaglio un progetto per l’impiego dell’immobi-
le.
Per le stesse ragioni, ora che l’acquisto è stato deciso, il nostro obietti-
vo politico è che venga definito un piano finanziario pluriennale per il
restauro e per l’adeguamento della Villa alle norme statiche, impiantisti-
che, di sicurezza e in materia di barriere architettoniche che ogni edifi-
Ciclostilato in proprio
cio pubblico deve rispettare. Tali interventi non dovranno ulteriormente
appesantire la situazione finanziaria del Comune, né comportare nuovi
tagli ai servizi.