Sei sulla pagina 1di 8

Febbraio 2011

Informazione APERTA Giornalino Autofinanziato

Notizie e approfondimenti della lista civica Osio Aperta

Speciale “Villa Andreani”:


IL perché DI tante polemiche

L’attuale Amministrazione ha risolto i PASTICCI


provocati dall’Amministrazione precedente
che aveva concluso con molta FRETTA
l’atto di compravendita della Villa

L’Amministrazione passata (Osio2000-PdL),


pur avendo a disposizione 5 anni di mandato elettorale,
ha cercato di risolvere in fretta l’acquisto della Villa
nei pochi mesi antecedenti le elezioni del 2009, come dichiarato dall’ex assessore
esterno al bilancio M. Monzani: “Se c’è una responsabilità è quella di aver fatto
tutto a ridosso delle elezioni” (L’Eco di Bergamo, 6 gennaio 2011).
ECCO IL PERCHÉ DI TANTI PASTICCI!

Nel Consiglio comunale in cui fu deciso l’acquisto


della Villa Andreani, Osio Aperta, allora in mino-
ranza, aveva avvertito che non era il momento
per compiere un passo simile.
Nel contempo infatti è stato stipulato anche un
mutuo per la ristrutturazione delle scuole, che
prevede la restituzione di una rata annua pari a
€240.000, senza che a bilancio fossero state in-
dividuate le risorse necessarie per farvi fronte:
questo mutuo graverà sul bilancio del Comu-
ne di Osio Sopra per i prossimi 30 anni.
Osio Aperta oggi conferma la sua posizione: nel
2009 la crisi economica era ormai certa e accre-
ditata dai più grandi economisti, era stato il leit-
motiv della campagna elettorale.
Le scelte dell’Amministrazione precedente dimo-
strano, però, che a Osio Sopra non vi era nessu-
na programmazione di bilancio pluriennale
che proponesse una politica di risposta a que-
sta previsione.
Informazione APERTA Pagina 2

La FRETTA…
HA PROVOCATO una serie
di IMPRECISIONI ed ERRORI

Sollecitato da un’urgenza (forse alimentata da ragio-


ni elettoralistiche), l’atto di acquisto della Villa An-
dreani è stato condotto dalla precedente Ammi-
nistrazione in modo discutibile, per una serie di
errori di non poco peso:

• aver proposto al Consiglio comunale (16 apri-


le 2009) di deliberare l’acquisto della Villa
senza scorporare dalla perizia - che ne de-
terminava il prezzo complessivo - gli immo-
bili di Vicolo Chiuso già venduti dalla Par-
rocchia a terzi, e quindi non più acquistabili
da parte del Comune;

• aver deciso di procedere comunque all’ac-


quisto dell’immobile, “anche in forma frazio-
nata” come indicato nell’atto stesso, a un
prezzo inclusivo del frutteto, pur sapendo
che il suddetto terreno non era di proprie-
tà della Parrocchia, particolare di cui nes-
sun consigliere è stato opportunamente
informato. (Precisiamo che acquistare “anche
in forma frazionata”, come indicato nell’atto,
significa comperare l’intero complesso immo-
biliare, non necessariamente tutto in una vol-
ta ma anche in momenti diversi, cosa ben di-
versa dall’acquistarne solo una parte sapendo
di non poterlo acquistare tutto);

• non aver completato, entro la data prevista


per l’acquisto della Villa, una delle vendite
degli immobili comunali che avrebbero
dovuto consentire di incassare tutte le ri-
sorse necessarie per pagare la Villa (come
spiegato nelle pagine seguenti).
Pagina 3 Informazione APERTA

Quando si fanno i CONTI senza l’oste

28 maggio 2009:
il Comune di Osio Sopra e la Parrocchia
stipulano l’atto di compravendita della Villa
al prezzo di €1.200.000,
dei quali € 500.000 da corrispondere subito
e € 700.000 da pagare entro il 31 dicembre 2009.

Nelle casse del comune MANCANO all’APPELLO €177.000,


che non verranno MAI INCASSATI!
...è come voler fare la spesa senza soldi nel portafoglio.

La precedente Amministrazione non ha completato, entro la


data prevista per l’acquisto della Villa, quelle vendite de-
gli immobili comunali che avrebbero dovuto consentire
di incassare tutte le risorse necessarie per pagare la Villa.
Infatti l’atto di vendita dell’ex-depuratore, che prevedeva
un introito complessivo di €354.000, doveva essere con-
cluso con rogito, secondo quanto indicato nel bando di
gara, entro il 20 marzo 2009, quindi ben prima dell’acqui-
sto della Villa (avvenuto il 28 maggio 2009) e delle succes-
sive elezioni di giugno. Dovrebbe quindi essere la precedente
Amministrazione a spiegare ai cittadini di Osio Sopra i motivi
della mancata conclusione dell’atto di compravendita di tale
area. Il fatto che la controparte che si era impegnata ad acqui-
stare l’area - versando per di più la cospicua caparra di
€35.400 e la prima rata di €142.300 - non abbia poi concluso
l’operazione nei termini convenuti avrebbe dovuto far sospet-
tare che la vendita sarebbe potuta non andare a buon fine
mettendo pertanto in discussione, oltre ai €177.000 mai in-
cassati relativi alla seconda rata, anche quanto già versato con
la caparra (gli altri €177.000).

ESTRATTO del DOCUMENTO di AVVISO di VENDITA all’INCANTO


di IMMOBILI depositato presso l’Ufficio Tecnico del Comune:

La fretta di realizzare il “sogno” di acquistare la Villa a ridosso delle elezioni


ha fatto trascurare la prudenza e la diligenza necessarie.
Informazione APERTA Pagina 4

L’ATTO di COMPRAVENDITA DOVEVA ESSERE CONCLUSO


dalla PASSATA AMMINISTRAZIONE prima delle elezioni di giugno 2009
(estratto del documento depositato presso l’Ufficio Tecnico del Comune):

PERCHÉ la PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE


NON ha CONCLUSO l’ATTO entro MARZO 2009?
Non siamo a conoscenza dei motivi per cui non sia stata rispettata
la data stabilita per la conclusione dell’atto di vendita (20 marzo
2009), tuttavia sappiamo bene che l’acquisto della Villa Andreani
è avvenuto il 28 maggio 2009, quindi senza aver materialmen-
te incassato tutte le somme (€177.000) relative alla vendita
dell’ex-depuratore e senza sapere con certezza se tale vendita
sarebbe andata a buon fine.

Dal programma di Osio2000-PdL


per le elezioni amministrative del 2004:

«VILLA ANDREANI:
OTTENERE FINANZIAMENTI
“NON COMUNALI”
AD OGNI COSTO».

...quando le PAROLE
NON diventano FATTI
ma rimangono SOGNI!

Non ne facciamo una questione di regolarità amministrativa,


ma di buon senso e attenzione.
Pagina 5 Informazione APERTA

Qualcuno chiede: cosa è successo


quando è arrivata la nuova Amministrazione,
con le elezioni di giugno 2009?
Da giugno 2009 a dicembre 2010 la nuova Giunta è stata impegnata nella ricerca e
verifica degli atti, si è concentrata a sbrogliare la documentazione e ad affrontare
ogni problematica che via via emergeva da ogni approfondimento.
L’atto di acquisto tanto discusso viene portato a termine e la Villa Andreani è diven-
tata un immobile di proprietà comunale.

A dicembre 2009 la SENTENZA della CORTE COSTITUZIONALE


chiude ogni possibilità di VENDITA dell’AREA dell’ex-depuratore,
Mancano quindi le risorse finanziarie
per coprire l’intero costo della Villa!

L’ACCORDO con la PARROCCHIA

L’accordo con la Parrocchia prevedeva il pagamento della Villa in due rate, la pri-
ma di € 500.000 all’atto dell’acquisto e i restanti € 700.000 a fine dell’anno 2009.
Questo accordo non teneva conto di alcuni fattori:
• la situazione delle casse comunali a fine anno, che non consentiva di rispet-
tare la scadenza del pagamento;
• la mancata vendita del terreno dell’ex-depuratore;
• il tempo necessario per la correzione degli errori commessi dai precedenti
Amministratori.
Per tutti questi aspetti si è reso necessario un nuovo accordo con la Parrocchia, in
attesa di avere le risorse necessarie per saldare il debito e di definire il nuovo va-
lore della Villa senza quel terreno che, non essendo di proprietà della Parrocchia,
non poteva essere acquistato dal Comune. Nel mese di febbraio 2010, il Comune
versa alla Parrocchia € 500.000 (sono stati versati quindi complessivamente €
1.000.000). Nel corso dell’anno 2010 la Parrocchia si è resa disponibile in primo
luogo a restituire momentaneamente al Comune € 200.000 affinché esso possa
rispettare il patto di stabilità per l’anno in corso, e in secondo luogo a dilazio-
nare ulteriormente gli ultimi pagamenti nel triennio 2011-2013 (€ 354.475
complessivi).

L’ex-SINDACO COLOGNI si DIMETTE


da CONSIGLIERE di MINORANZA
qualche giorno prima del Consiglio comunale
nel quale era prevista
la CORREZIONE della delibera
di ACQUISTO della Villa.
Informazione APERTA Pagina 6

CANDIDARSI a SINDACO
per INSEGUIRE
un PROPRIO SOGNO

L’inseguimento di un ‘sogno’ dell’ex-sindaco e di alcuni


cittadini di Osio Sopra ha creato gravissimi problemi al
nostro paese e a tutti i suoi cittadini: “Non mi candida-
vo, dissi, per gestire una ‘normale amministrazione’ ma
per realizzare un sogno mio, di Felice e tanti altri: villa
Andreani comunale!” (come indicato in una lettera con-
segnata da Cologni stesso, non più consigliere, al Con-
siglio comunale del 10 dicembre 2010).

Da ‘L’Eco di Bergamo’:
06 gennaio 2011: “Villa Andreani scalda il Consiglio: acquisto troppo frettoloso”
15 gennaio 2011: “Villa Andreani: c’erano tutti i soldi per acquistarla”
26 gennaio 2011, lettera del Sindaco di Osio Sopra Pier Giorgio GREGORI:
“Villa Andreani: i soldi c’erano solo nei desideri”
I documenti dimostrano che i soldi non erano incassati:
l’Amministrazione passata non aveva concluso il rogito nei tempi previsti.

Con OSIO APERTA la VILLA ANDREANI


rimane sempre CHIUSA!!! PERCHÈ?

Al di là del gioco di parole che fa molto divertire, una relazione per l’utiliz-
zo della Villa Andreani redatta dal responsabile dell’Ufficio Tecnico del Co-
mune di Osio Sopra in data 12 maggio 2010 riporta:
“...Si vogliono però puntualizzare alcune situazioni, in relazione al possibile
utilizzo pubblico del complesso. Tutte le facciate del complesso sono interessa-
te dal distacco dell’intonaco in facciata, in parte già a terra e in parte a rischio
di caduta, con grave pericolo per le persone che si trovassero a transitare in
loco… I pavimenti del piano terra sono sollevati in più punti, come quelli del
piano primo, e presentano inoltre cedimenti molto evidenti a seguito dei pro-
blemi strutturali dell’edificio. Il transito in questi spazi determinerebbe certa-
mente una situazione di pericolo per le persone… non è possibile al momento,
per ragioni di sicurezza, consentire l’utilizzo dei suddetti spazi…
Da quanto esposto, si evidenzia che lo stato di degrado e abbandono in
cui versa l’immobile nonché la mancanza di tutti i presidi per la sicurez-
za e per l’igiene pubblica previsti per legge non consentono l’utilizzo
pubblico dello stesso, anche se limitato e temporaneo.”
Pagina 7 Informazione APERTA
Negli anni passati si è sempre volutamente trascurato di approfondire gli a-
spetti funzionali del possibile utilizzo della Villa Andreani e soprattutto gli
aspetti finanziari della sua ristrutturazione e della sua gestione a opera com-
piuta.

Cosa ci riserva il FUTURO?


Come RISTRUTTURARE la VILLA?
E soprattutto COME e DOVE REPERIRE
le RISORSE FINANZIARIE necessarie?

Ad oggi l’Amministrazione di Osio Aperta è riuscita ad aggiustare i pasticci


ereditati e tramite il nuovo accordo con la Parrocchia è stato possibile dila-
zionare i pagamenti residui fino al 2013.

È ABBASTANZA URGENTE ORA decidere come portare avanti il


‘progetto Villa Andreani’, per evitare che l’immobile si deteriori ul-
teriormente.
A questo scopo, in data 13 gennaio 2011 l’Amministrazione ha indetto
una riunione dei capigruppo per costituire una commissione di lavoro
(ogni gruppo politico potrà individuare al-
cune persone particolarmente interessate
all’argomento Villa) che, in tempi brevi, do-
vrà improntare i primi studi di fattibilità
per valutare come impiegare la Villa An-
dreani e soprattutto come reperire le ri-
sorse necessarie per ristrutturarla
(aspetto per nulla trascurabile!).

Saranno valutate differenti ipotesi, dalla ricerca di finanziamenti non co-


munali, al coinvolgimento di privati nell’opera di ristrutturazione e ge-
stione della Villa, fino alla vendita stessa dell’immobile se non emergono
proposte concrete.

...E PER CONCLUDERE...

Ci dispiace che la dialettica politica, invece che creare occasioni per un con-
fronto costruttivo, spesso degeneri in disinformazione.

Ci consola che, almeno in un piccolo paese come il no-


stro, ogni cittadino abbia la possibilità, oltre che di fi-
darsi di chi conosce, anche di verificare con i propri oc-
chi la documentazione, esattamente come abbiamo fatto
noi.
Informazione APERTA Pagina 8

...e per chi volesse approfondire: l’”epopea” dell’acquisto della Villa!

Amministrazione di Osio2000-Pdl:
2 gennaio 2006: l’arch. Gennari redige una perizia in cui stima il valore del complesso immobiliare
‘Villa Andreani’ in €1.200.000. Tale perizia include l’edificio principale con annesso giardino, la
casa del custode, il frutteto e gli immobili di Vicolo Chiuso.
16 aprile 2009: viene proposto al Consiglio comunale di deliberare l’acquisizione della Villa e di
approvare il preliminare di compravendita, al valore stabilito nella perizia del 2006. Osio Aperta,
allora gruppo di minoranza, fa però notare che il complesso di Villa Andreani non comprende più
gli edifici di Vicolo Chiuso, che nel frattempo la Parrocchia, proprietaria degli immobili, ha ven-
duto a terzi al prezzo di €400.000. La decisione del Consiglio comunale quindi deve essere neces-
sariamente rinviata.
20 aprile 2009: la Giunta ripropone al Consiglio comunale l’acquisto della Villa, senza gli immo-
bili di Vicolo Chiuso. Il Consiglio delibera di procedere all’acquisto del complesso immobiliare,
anche in forma frazionata, al prezzo risultante dall’aggiornamento della perizia fatta nel 2006 o, se
minore, alla cifra di €1.200.000, tacendo che l’area a frutteto non può essere acquistata dal
comune perché non di proprietà della Parrocchia.
15 maggio 2009: l’arch. Gennari effettua la nuova perizia, valutando il complesso immobiliare,
senza gli immobili di Vicolo Chiuso, in €1.236.200 (la perizia è stata eseguita dopo un mese dal-
la delibera del 20 aprile con un valore simile a quella del 2006 senza gli immobili venduti
dalla Parrocchia a circa €400.000).
28 maggio 2009: il Comune e la Parrocchia di Osio Sopra stipulano l’atto di compravendita, al
prezzo di €1.200.000, dei quali €500.000 da corrispondere subito e €700.000 da pagare entro il
31 dicembre del 2009.

Amministrazione di Osio Aperta:


9 luglio 2009: l’attuale Giunta conferisce incarico allo Studio Tagliarini per un parere legale circa
la procedura di compravendita della Villa. Tale parere rileva che:
• la documentazione manca di un preliminare, nonostante questo sia citato in delibera;
• nell’atto di acquisto non è stato incluso il frutteto che invece è inserito nell’oggetto dell’ac-
quisto deliberato dal Consiglio comunale;
• tale frutteto non risulta essere di proprietà della Parrocchia ma di un privato cittadino.
23 dicembre 2009: il Comune e la Parrocchia concordano di modificare le modalità di pagamento,
prevedendo che la somma residua di €700.000 venga suddivisa in una rata da €500.000, da corri-
spondersi entro il 10 febbraio 2010, e in una rata di €200.000 da saldare entro il 30 giugno 2010.
30 dicembre 2009: la sentenza n.340 della Corte costituzionale boccia gli effetti urbanistici dei
piani delle alienazioni immobiliari approvati dai Consigli comunali. Tale decisione fa saltare de-
finitivamente l’ultima delle vendite immobiliari effettuate per finanziare l’acquisto della
Villa (relativa all’area dell’ex-depuratore, per €354.000) facendo venir meno una parte delle
risorse necessarie per completare il pagamento.
19 ottobre 2010: l’arch. Reina, su incarico della Giunta, effettua una perizia sul solo frutteto, sti-
mandone il valore in €45.525.
13 novembre 2010: il Comune e la Parrocchia concordano per l’acquisto di Villa Andreani il nuo-
vo prezzo di €1.154.475, pari alla differenza tra il valore di €1.200.000,00 deciso dal Consiglio
comunale il 20 aprile 2009 (riferito al complesso inclusivo del frutteto) e il valore del frutteto.
10 dicembre 2010: il Consiglio comunale rettifica all’unanimità la delibera del 20 aprile 2009
escludendo i frutteto dalle proprietà da acquisire.
Ad oggi, per completare il pagamento della Villa Andreani, il Comune deve versare alla Parrocchia
€354.475 (vedere pagina 5 per i dettagli). Le parti hanno concordato che tale pagamento verrà
effettuato in tre rate da corrispondere alla Parrocchia nel 2011, 2012 e 2013.

OSIO APERTA si trova TUTTI i LUNEDÌ alle ore 21


presso la SALA CONSILIARE (Casa ad Archi)
CONTATTI: e-mail: osioapertabg@gmail.com
www.osioaperta.it
OSIO APERTA è anche su facebook
Ciclostilato in proprio