Sei sulla pagina 1di 2

e-mail: benvenutoantonio@alice.

it

Nel Ballottaggio del 09/10 giugno 2013 a sindaco della citt di Corigliamo viene eletto con una strepitosa vittoria GIUSEPPE GERACI, uomo politico gi noto per aver svolto, oltre incarichi partitici(MSI) ruoli istituzionali come consigliere provinciale, sindaco, deputato, sostenuto da cinque liste civiche e dallex on.le Giovanni Dima. Un risultato gi scontato per la differenza dei suffragi ottenuti nel primo turno rispetto al concorrente dr. Giovanni Torchiaro, candidato della sinistra. Nelle elezioni del 26/27 maggio Geraci ha ottenuto 8.894 voti, pari al 39,86%, mentre Torchiaro si fermato su 3.662 suffragi con percentuale del 16,41%. Ben 5.232 voti di differenza difficilmente ribaltabili anche se qualche politologo locale ammettesse che il ribaltamento sarebbe stato possibile se la sinistra fosse rientrata e avesse votato il suo candidato Torchiaro. Altri davano la vittoria a Torchiaro se fosse riuscito a recuperare una buona percentuale degli astenuti che hanno raggiunto nel primo turno il 40%. Nel ballottaggio si astenuto il 19.05% degli elettori rispetto al primo turno, quasi viene da dire che sarebbe opportuno eliminare il 2 turno risparmiando spese, tempo e lotte personali fra i candidati del ballottaggio. Hanno votato 15.614 ( 41,03%) al secondo turno. Anche noi esprimevamo, sul Corriere del cinque di maggio, una previsione, poi verificatasi, dal titolo: PRONOSTICO- Difficile azzardare un pronostico stando cos le cose. Con dodici candidati a sindaco difficile sar, secondo alcuni esperti politologi locali, la vittoria di uno di loro al primo turno. Se si andr al ballottaggio la situazione dipender da accordi e programmi tra i rappresentanti dei candidati a sindaco. Potr accadere di tutto e perci difficile pronosticare a priori una elezione a sindaco al primo turno. La campagna elettorale, di solito, nei ballotaggi, dura, aspra,avvincente perch i candidati si duellano mettendo sul campo anche informazioni piuttosto esagerate e personali. Entriamo nellalveo del risultato e constatiamo che il candidato a sindaco Giuseppe Geraci ha ottenuto 9.341 voti pari al 61,22% mentre Giovanni Torchiaro ha guadagnato s dei voti ma non tali da poter stravolgere il risultato del suo rivale: voti 5,918 pari al 38, 78%. LA MAGGIORANZA Con la elezione di Giuseppe Geraci a sindaco la maggioranza che lo sosterr formata da 12 consiglieri: Olivieri Fabio, Sposato Yole, Mauro Demetrio, Gattuso Ida Elvira (Lista La Svolta), Magno Pasquale, Baffa Alfio, Altomonte Luigi Francesco (Lista La Scelta Giusta), Algieri Francesco, Bruno Francesco Giuseppe, Ascente Antonio ( Lista Alleanza per Corigliano), Caravetta Angelo, Avolio Maddalena, Primavera Adriano Cosimo(Lista civica per Corigliano), Dardano Serafino Serafino(Lista Citt Virtuosa) LA OPPOSIZIONE Lopposizione,invece, formata da: Giovanni Torchiaro, Spezzano Giovanni, Fusaro Carmen Emiliana (Lista PD), Tocci Fedele(Lista SEL). Gli altri consiglieri sono quelli che si erano candidati a sindaco. Ufficialmente non si sono registrati apparentamenti .Nella prima seduta del Consiglio comunale certamente sapremo se restano alla opposizione o se appoggiano il neo sindaco Giuseppe Geraci. Intanto i nomi sono: Sapia Francesco, (Lista M5S), Aversente Giorgio, (Lista Un Volto Nuovo), Campolo Gioacchino, (Lista Liberi Ausoni), Campana Elvira (Lista Corigliano Domani), Russo Cataldo, (Lista UDC), Triolo Giorgio (Lista PDL) A tutti auguriamo buon lavoro eforza Corigliano

CORIGLIANO HA FINALMENTE UN SIDACO NELLA PERSONA DELLON. GIUSEPPE GERACI. IL SECONDO VINCITORE L'ASTENSIONISMO.(19,05%)

Anno XXXVII n. 7 - giugno 2013 - Sped. in abb. post. Tab. D aut. DCO/DC Cosenza/127/2003 valida dal 14-3-2003
Grazie Si/ra Commissaria Rosalba Scialla e suoi Collaboratori

Ho letto attentamente la sua lettera aperta e poich faccio parte della poca schiera dei critici verso la gestione sua e dei suoi collaboratori, , apprezzo il contenuto della lettera con la riserva, per, di non condividere alcune affermazioni. Quali? E vero: sono tecnici con un mandato ampio, per, per riportare lamministrazione della citt a livelli istituzionali stroncando quei filoni mafiosi(?) per cui sono stati mandati a gestire la citt di Corigliano e per i quali stato prosciolto Il Consiglio comunale..Lei d.ssa Scialla parla di resistenze e insidiesenza specificare dove, quando e da chi ha trovato o riscontrato resistenze e insidie. Non certamente dai cittadini , anzi questi aspettavano una gestione diversa da quella condotta ed espletata da lei e dai suoi collaboratori. Lei quasi sempre assente, soltanto una giornata o massimo due giorni di presenza settimanale (salvo casi eccezionali); non sempre riceveva cittadini perch non voleva essere disturbata per poter svolgere azione e affrontare con umilt e determinazionealcune seri e, necessarie problematiche e situazioni interno al Palazzo . E stato sciolto il Consiglio comunale per... infiltrazioni mafiose , ebbene qual il risultato della sua gestione? Si doveva dare ampia azione per liberare il Comune dai cosidettifiloni mafiosi, ragion per la quale lei stata mandata a Corigliano. Non risulta, almeno chiaramente chei filoni mafiosisiano stati scoperti, individuati e denunziati. Ovviamente Corigliano stata definita citt mafiosi ma da parte sua non vi stato alcun riscontro tale da confermare linfamia caduta su migliaia e migliaia di cittadin,ossia intera citt.. Non si pu accettare che le circostanze, i tempi ed i limiti non le abbiano consentiti di fare di pi. Due anni non sono pochi per chi avrebbe voluto fare di pi approfondendo i mali cos esaltati sulla stampa e mas-media. Lei, giustamente, ha famiglia a Roma e non poteva sostare di

pi sul territorio. Avrebbe potuto e dovuto, invece, reclinare lincarico allorquando si accorse che la gestione del Comune di Corigliano, ipotizzato con odore di mafia , necessitava di una presenza maggiore, costante ed incisiva. Non convincente, poi, la sua asserzione circa la non facile accettazione della sua e altrui presenzaSembra che non abbia conosciuto bene la popolazione coriglianese dovuta forse alla sua scarsa presenza. La popolazione di Corigliano ha un cuore grande verso i forestieri, e non si comprende perch non avrebbe dovuto accettare lei e i suoi collaboratori. I coriglianesi sono delusi , invece, per la sua gestione che lascia una situazione peggiore di quella che ha trovato al suo arrivo: strade diventate colabrodo, abusivismo crescente ,specie quello edilizio, commercio allo sfascio,tasse aumentate, immondizie incentivate, servizi carenti,muri , colonne e cassonetti della spazzatura imbrattati di pubblicit certamente abusiva, mancato controllo sul territorio mediante vigili campestri e o tramite cooperativa di giovani, ecc. Non pochi hanno sperato che la sua gestione finisse presto e ci prova come sia quasi fallimentare il suo operato e dei suoi collaboratori rispetto anche ad altre precedenti gestioni. commissariali. Le chiedo scusa di questo mio pensiero critico che non , poi ,soltanto mio, ma , invece, coro di cittadini e di pochi politici perch, diciamoci la verit, una parte di essi non svolge una politica pro-benessere di Corigliano, bens politica leggera, non interessante, non proiettata verso il futuro di una Corigliano che merita altro ruolo. Non me ne voglia, ma sono della vecchia scuola di giornalismo abituato ad essere onesto nelle valutazioni senza pensare ad un recondito fine che possa scaturire nellincensare o nellignorare azioni negative di chi gestisce il potere . Valutando il tutto si dovr onestamente e senza preconcetti alcuni riconoscere la sua affermazione di aver fatto poconon avendo avuto tempi e limiti pi a sua disposizione per fare di pi. Comunque si ricambiano gli auguri espressi nella lettera di commiato.

COMUNICATO STAMPA

Interventi di ammodernamento della S.S. 106 Ionico-cosentina non pi differibili, dovremmo ricordarlo tutti, nessuno escluso, a Governo e Anas. Lennesimo incidente mortale sulla S.S. 106 Ionica avvenuto il 4 giugno allaltezza di Trebisacce, dove hanno perso la vita due braccianti agricoli e altri cinque sono rimasti feriti, rappresenta il simbolo plastico dellindifferenza assoluta della politica nei confronti di una area della Calabria che si muove su una arteria di collegamento che fra le 10 strade statali pi pericolose dItalia in base a statistiche ACI.Come CISL esprimiamo la nostra vicinanza alle famiglie degli operai morti solo per raggiungere i campi coltivati di Policoro, solo perch per farlo devono muoversi su una strada da terzo mondo.Abbiamo letto le dichiarazioni dellA.D. di Anas, CUCCI, rispetto alle opere programmate, allavvio dei cantieri di lotti finanziati e la dichiarazione del Presidente Scopelliti che chiede 7 miliardi per la realizzazione degli interventi prioritari del completamento della S.S. 106 nei tratti ricadenti fra Pellaro e il Crotonese. Come CISL riteniamo insufficiente limpegno dellANAS in Calabria, come dimostrano i ritardi e i tempi biblici di realizzazione dei lavori di ammodernamento della A3 Salerno-Reggio Calabria che non possono essere giustificati semplicemente dalla complessit progettuale e di realizzazione di un tracciato caratterizzato da numerosi viadotti per le caratteristiche morfologiche del territorio. Nel contempo non comprendiamo le dichiarazioni del Presidente Scopellliti che dimentica di chiedere ad Anas e Governo il finanziamento della S.S. 106 Ionica-cosentina, che continua a mietere vittime.Abbiamo affrontato a pi riprese il tema relativo alla urgenza dei lavori di ammodernamento della S.S. 106 IONICA COSENTINA, in ultimo il Convegno sul Sistema dei trasporti e Nuove Infrastrut-

ture nella Sibaritide del 28 marzo 2012, concluso dal Segretario Confederale Annamaria Furlan, al quale era presente a rappresentare la Regione il Consigliere Regionale con Delega ai Trasporti Fausto Orsomarso. In quelloccasione abbiamo chiesto alla Regione Calabria di assumere il processo di ammodernamento e nuovo tracciato come priorit strategica regionale, nella ferma convinzione che il superamento di un evidente cronico gap infrastrutturale sia lunico strumento per liberare le risorse per lo sviluppo di un territorio che per posizione geografica pu rivestire il ruolo di piattaforma intermodale nel Mediterraneo, anche per la presenza di una importante ma poco valorizzata struttura portuale come quella di Corigliano e di importanti produzioni agro-alimentari. Ci pare evidente che le richieste avanzate abbiano trovato nella politica regionale interlocutori distratti. Alla luce dellaggiudicazione per un importo di circa 800 milioni di euro, dei lavori del MacroLotto n.3, da Roseto a Sibari, ci pare impossibile e illogico non acquisire come priorit il finanziamento del macro-lotto SibariMandatoriccio, per poter proseguire in maniera lineare e logica quel processo di ammodernamento complessivo della S.S. 106, che nella Regione Puglia stato gi completato per tutti i 39 km di tracciato regionale e che per il tratto ricadente nella Regione Basilicata si avvia in tempi celeri a totale conclusione. Limporto complessivo per i lavori di questo macro-lotto in base allultimo adeguamento dellimporto lavori della Progettazione Preliminare, pari a circa 2,8 miliardi, risorse considerevoli in una fase storica difficile. Si potrebbe ipotizzare il finanziamento di un primo stralcio funzionale relativo al nuovo tracciato ricadente nei Comuni di Corigliano e Rossano, interessati da fenomeni di urbanizzazione convulsi che rendono il tratto di estrema pericolosit, come testimoniano visivamente i tanti altarini a bordo strada e i fiori appassiti che ricordano vite spezzate nellindifferenza, ben visibili per tutti, anzi non proprio tutti. Il Segretario Generale Tonino Russo

in Calabria ed imposta ai calabresi? Dove sono gli altri? E i Rappresentanti (pochi in verit) calabresi, specie quelli eletti nelle province di Cosenza e Crotone? La fascia jonica abbandonata perch fessamente votiamo persone che non sono del luogo, che ci vengono imposti, che rappresentano altre realt. Ecco perch la fascia jonica, considerati i problemi che non vengono risolti( porto, aeroporto di Crotone, rete stradale e ferroviaria, ospedali, agricoltura, turismo e pesca, ecc) i sindaci dovrebbero costituirsi in LEGA o COMITATO PERMANENTE ( Imitiamo il Nord) per poter almeno fare inserire nel programma del governo attuale quel minimo realizzabile a favore della Sibaritide e del crotonese. Dovrebbero, poi, fare giungere al Governo una protesta contro La Rai e altre Emittenti private per la

mancata attenzione della Calabria in genere e alle vaste zone della Sibaritide e Crotonese in particolare. Non dobbiamo sempre apparire nelle cose brutte danneggiando maggiormente limmagine della pi bella refione italia. Chi lo fa? Forse Rosa Bindi? Forse Gentile o altri? I nostri emigrati, specie quelli delle Americhe, impiegano meno tempo per giungere a Roma rispetto al raggiungimento del loro paese di origine,. E una vergogna, ci dicono i soci dellAssociazione Sibariti nel mondo. Non possibile che troviamo situazioni peggiori di quelle che abbiamo lasciato allorquando fummo costretti abbandonare i nostri paesi per motivi di lavoro. Lamentele giuste per i politici? Corigliano Calabro 31 maggio 2013

La Camera Civile di Rossano in collaborazione con la Casa Editrice Aurora, organizza per il 29 Giugno 2013, nel Salone degli Eventi della Chiesa di S, Maria ad Nives - Schiavonea di Corigliano Convegno - dibattito AVVOCATURA E MAGISTRATURA: Tra passato, presente e futuro Ore 8,45: registrazione partecipanti Ore 9.30 1 Sessione- "L'esercizio della Giurisdizione e la Tutela dei Diritti" Introduce : Avv. Francesco Bianco (Presidente della Camera Civile di Rossano)

SABATO 29 MAGGIO CONVEGNO DIBATTITO-PRESENTAZIONE DEL LIBRO UNA VITA IN TRE DOGHE DI FRANCESCO GIANNITI

Saluti;

Avv. Serafino Trento (Presidente.Consiglio Ordine Avvocati di Rossano) Dr, Giuseppe D'Alitto (Presidente del Tribunale di Rossano)

Modera: Intervengono ;

Recentemente stato rinnovato il Consiglio di segreteria della FNP CISL di Corigliano e centri limitrofi. Sono stati eletti: Abbruzzese Lina, Algieri Giovanni Antonucci Giuseppina, Benvenuto Armando, Bonadio Gerardo, De Biase Domenico, Gaccione Pasquale, Golia Adolfo (Giorgio Alb.), Leo Francesco, Madeo Fiore, Pulice Carmela, Romio Gianbattista, Sosto Leonardo. Palummo Franceschina, De Marco Pasquale (San Demetrio Corone), Morrone Salvatore, Fusaro Leonardo. A segretario stato eletto Madeo Fiore, a vice ,invece, Domenico De Biase e Giuseppina Antonucci. Prima della elezione del Consiglio si svolto il dibattito nel corso del quale sono intervenuti; Giovanbattista Romio, il Segretario Salvatore Graziano che ha portato il saluto del segretario provinciale

COMUNICATO STAMPA CISL FN PENSIONATI

Introduce;

Ore 11-13 II Sessione "Una Vita in tre toghe (Presentazione dellultima opera del Prof. Avv. Francesco Gianniti) Prof. Antonio Benvenuto (Curatore e co-responsabile della Casa Editrice Aurora) Dr. Salvatore Santoro (Giudice presso il Tribunale di Castrovillari)

Avv. Giuseppe Gianzi (Docente Universitario ed Avvocato Cassazionista in Roma) Dr. Sergio Cali (Presid. Ufficio Sorveglianza del Tribunale di Cosenza)

Prof. Cosimo Bruno (Presidente Circolo della Stampa Pollino Sibaritide)

La Rai stata ampiamente presente per il caso di Loreana Luzzi con servizi che ritornavano a svantaggio di Corigliano e della Calabria, mentre non stata presente, per caso, questa mattina a Uno mattina, nel servizio pubblico offerto al ministro dei trasporti e infrastrutture on. Lupi. Nel servizio , attraverso gli intervistati, si parlato della ferrovia tirrenica( collegamento tra Villa San Giovanni e la Sicilia),

CIO CHE ABBIAMO SCRITTO NOI, PUBBLICATO SOLO DAL BLOG DI CORIGLIANO AL QUALE RIVOLGIAMO SENTITI RINGRAZIAMENTI STRADA E FERROVIA JONICA. LA RAI IGNORA IL PROBLEMA

Salvatore Marsico,, De Marco Pasquale, Benvenuto Armando, Madeo Fiore, Domenico De Biase ,Leo Francesco., il segretario eletto della FNP CISL di Rossano Bruno Franco . Come delegati al congresso provinciale sono stati eletti Algieri , Benvenuto , De Biase , Antonucci , Romio , Madeo . La relazione introduttiva stata tenuta dal segretario che ha messo in luce i disagi che i pensionati e la societ civile sopportano sulle problematiche locali che richiedono un' azione di mobilitazione e di sostegno della nuova segreteria per ottenere risultati. A chiusura degli interventi il direttore provinciale dell'lnas di Cosenza Renne Mimmo ha messo in risalto che con l'avvento della telematica il personale del patronato trova difficolt di rapporto diretto con gli uffici INPS.

Intervengono:

della Tav, della Autostrada del Sole( Napoli Reggio Calabria),di Napoli , ecc.Nessun cenno alla rete stradale e ferroviaria dello Jonio , la prima definita strada della morte per i numerosissimi incidenti mortali che si verificano e la seconda per averla ridotta al lumicino per cui andare dalla Sibaritide o da Crotone a Roma diventa impossibile usare il treno, ridotto poi a letamaio. Dov lon. Rosa Bindi eletta

Dr.. Pasquale Gianniti (Giudice presso il Tribunale di Bologna) SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Avv. Pasquale Catalano (338..8508.445) Presid.Onor.Camera Civile-Rossano Avv Francesco De Simone (347.8712.960) Vice Presid.Camera Civile - Rossano Avv, G.F.Chiarelli (320.4574.986) Segretario Camera Civile- Rossano Avv. Antonietta Bruno (393.8734.000) Tesoriere Camera Civile -Rossano Avv.Maurizio Panebianco (3207507742) Consigliere Diret.Camera C-le Rossano Avv. Mario Pacifico (328.6181.607) Consigliere Diret.Camera C.le Rossano Avv. Antonella Scino ( 339.6079.539) Consigliere Diret. Camera Civi.le Rossano Avv. Giuseppe Cosenza (348.0130.116) Addetto Stampa Camera Civile di Rossano Avv. Francesco Alice (339.1871.839) Avv. Foro Camera Civile di Rossano
Levento stato accreditato dal Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Rossano con n. 05 crediti formativi.

Conclude

Avv. Francesco Alice (Avvocato Cassazionista del Foro di Rossano)

Fittasi appartamento in via C-Mortati 36, zona villetta, senza spese di condominio. Terzo piano Tel. 0983 885 985 cel. 392 46 22 722

Il Corriere della Sibaritide visionalbile attraverso il blog antoniobenvenuto.blogspot.it