Sei sulla pagina 1di 6

CUBO

FATTO Dt...LED

LED4'livello

LED 1"llvello

cfi
Gli anodideiled di ogni \ strato vanno colegati C12 con quelli dei soprastanti, nentrc i catodidi tutt i led di ogni stftto vanno uniti e portati ai contatti cTl , cT2, cT3, cT4.

ferenza sta nel montaggio, nella stmttura fisica, che prevede Ia dislocazione di ur certo numero di file di led nelle tre dimensioni dello spazio solido. Ma vediamo subito di cosa si tratta, andando a vedereper prima cosalo schema elettrico.

rLcrRcutto
Il nostro gadget formato essenzialmenteda ur gruppo d diodi luninosi organizzati a matdce, che vengono fatti illuminar mediante un'unit di controlo, la quale fomisce gli impulsi di comando secondo un'opportuna sequenza ripetuta ciclicamente. L'unit d controllo un nicrocontrollore Micrcchip programmato per eseguire diversesequenze di comando, ad tula velocit che possiamo regolare manualmente mediante i pdsanti P1 e P2,i quali per-

mettono anche di passare da un Sioco di luci all'altlo. Il tutto viene alimentato mediante un alimentatote stabilizzato basato sul regolatore integato 7805,che, partendo dalla tensione applicata ai contatti + e - PWR (o\,-veroal put di aimentazione) e passata dal diodo di protezionedall'inversionedi pola t D1, ricava 5 volt ben stabilizzati con cui aimenta il micrc. Ma scendiamo uJt attimo nel dettaglio e vediamo come funziona il bloccovisualizzatore, it quale, come apPena accennato, sostazialmente una matrice di led: il micro stato ptotlammato in modo da accendereogni diodo luminoso poando a livello alto due I/O, uro dei quali una riga. menh l'altro rapprsenta la colorna. Le righe sono 1 e fanno capo alle lnee di I/O RCo, RCl, RC2,RC3,RC4,RCs.RC6,RC7

ed RDo, RD1, RD2, RD3, RD4. RD5, RD6 ed RDZ impiegano, insomma,e po eCeD.Quanto alle colorne, sono quattro e corrspondono ad RA0, RA1, RA2, RA3, Notate chementre gli I/O corrispondenti alle linee alimentano direttamente i led, quelli delle colonne si servono di un transistor ognuna, montato ad emettitore comun e usato pet amplificarc in corrcnte. Questo accorgimento si reso necessaio perch, vista la bassatensionedi alimentazione del micro e quindi Ia necessit di alimentare i led con livelli logici TTL, la caduta su otni uscita potrebbe non permettere la correttaaccensione dei diodii in altle parole, sebbenepossa sia ero8are (modo "source" ossia a ivello Iogico alto) sia assorbire (modo sinl, cio a zero logico) anche 25 mA di corente, ciascun I/O determina su di s una caduta che pu superare anche 1,5 vot. S decidiamo di alimentare un ed inserendoo tla due linee di I/O del microcortrollore e perdiamo un volt e mezzo su ciascla di esse,abbiamo appena 2 volt, che bastano appena a polarizzar dirttamente un led e a fargli mettere luce. Per limitare la caduta e riuscite ad applicare ai led una tensione utile pi alta, abbiamo optato per dotare almno una lina di ufl dispositivo di comutazione che in conduzione presenti ulla resistenza minorc di qella delle scitedl micioi questodispositivo un transistor bipolare NPN, che, colegato ad emettitore

28

- El-ETTn0 Dirembre 2009 2010 / Gennaio Cn

:,)

comune,quando conducefa caderesu di s soopochecentinaia di millivolt, quindi consente d ridurre notvolmentela perdita cii tension. Avremmo potuto inseriredei transistoranchesule righe, ma di fatto non sarebbe

staio necessario, perchla caduia complessiva sui transistorconnessalle colonnee quella sugli I/O chetestisconole dghe non arriva ai 2 volt, il che lasciala possibilitdi fornire ai led otre 3 V. Tutto ci necessario perch

abbiamodecisodi utiizzareper il cubo dei led blu, i quali per accendrsi richiedonoalmeno 3 volti se avessimo usatoled rossi o arancionio gialli, questo problemanon ci sarebbe staio ed avremmopotuto comandarli

o o

'l

TT vr. ,7r. ,7r.


fralI vcc

T,T
LDD i LD?3 i tDng ? LD50 i LOle ? Lolsi
?1 ezl ?a
19 23 ?5 ?9

1lJ.r lrJ
(

qJ

3.1. r
U1 1

t)

taxt F
LDts U

*L "'rl:
*{:

1 1 I 1

'l
,/r.

20' to?a -l

to.6 i
LD17 i

tD6? i LO63 ?

,t 7.

ir

Laxt t;
LA!? i

tc4s i.

L&1F

ELETR0IICn lil - Dirembre 2009 / Gennaio 2010 29

-'i-.ia-.4.

[pia

f
' *"151

drdr l3 | r+rl llr & --.


\ J\ J\ J\J

r-'nr-'r-'

tli{
=rj!' -t: t
Elenco Gomponenti!
R3+R18,220ohm B l 9 + R 2 2 4 . 7k o h m C l . C 3 : 1 0 0n F m u l l s t r a t o rico C 2 , C 4 , 4 7 0 / r F2 5 V L e l e t t r o co C 5 ,C 6 1 0 p F c e r a m

al + + af '", af
---

a-l
---

il
-

fliir

al
-E

E.
@

-E-

HiI
20 MHz Q 1 :Q u a r r o (MF828) U 1 :P C 1 8 F 4 5 8 - / P LJ2:7805 D1:1N4007 Tl=-14: 8C547 1 D 1 . . 6 4L i e d5 m m b !

+ al

@ -E

-@t-@.)

Lrl

LD65: ed 5 mm rosso

Morsttera 2 po i (3 p2.) - Zaccala 2O+2o Pin strip masch o 5 po

direttamentecon urlo logco medianteuna riga e chiudendoli a massamedianieuna colonna. Bene,chiarito quesio aspetto completiamol'analisdel circuito con e parti del microconirollore finor trascuratei partiamo dalle lince RBO ed RB1,inizializzate come input con pull-up intemo e usateper leggerei pulsanti di colinee mando dell'unit. Le siesse

possonoessere utilizzate anche per comandare dal'esterno e funzioni del circuito, mediante livelli logici o transisiormontati in open-collector. La protrammazione del micro awiene in-circuit mediantele linee PGC (piedino 39) e PCD (40). Infine,la RA5 \'iene uiiizzata per comandare il led di segnalazione dello siato di funzionamento

del circuito.Il microcontrollore funziona con i generatore di clock interno,chesi awale, esternamente,del quarzoQ1 e dei d awo C5 e C6. condensatod GOMEFUI{ZIONA Il firmware chegira nel mcrocontrollore prcvedea realizzazione di 11 giochi di uce composiisul cubo formato dai

30

- ELETTnoillCn 2009 2010 lil 0i!embre / cennaio

ledi ognuno prevedeuna sequenza dpetuta cclicamente. Alla prima accensione si parte con i pdmo dei $ochi, premendo i pulsanti possbile va are la velocitdi esecuzione o spostarsi da un gioco all'altro. Dopo 'iniziazzazione delle linee d I/O e l'a\,.viodel primo 8ioco, la cui sequenza viene "pescata" dalla EEPROMntema al micro, il fimware testaciclicamente le linee RBoed RB1per verificarese viene prernuto ull tasto, owero attivatauna deelinee (l'attivazione si ottiene con lo zero logico).Quando awine una transizione1/0logico su dette linee,il firmware controllala durata del liveilo basso: se dula meno di 0,5s, provocal'aumento o la diminuzione della velocitdi esecuzone del gioco di luce correntemente riprodotto, mentre laddove la pressione del iasto sia prolungataoltre 0,5s, il firmware passaal gioco successivo. Pi esaitamnte, P1, quando premuto brevemente. permettedi velocizzare l'esecuzione del gioco in corso,mentte sevenepremuto a lullgo fa prodrre il 8oco successivoj se tale pulsanteviene azionaiodurantel'esecuzion dell'ultimo gioco,il circuito inizia ad eseSure il pdmo. P2,prmuto brevementepermettedi Iailentare l'esecuzione di un gioco,mentre premuto a lungo fa tomare indietro al giocoprecedente; se azionatoquando in esecuzione il primo doco, ii circuito passa ad eseguire l'ltimo de giochi di ce.Sesi preme e si rilascia subito un pulsante,perchsi desideramodificarela velocit di esecuzione di un gioco,il led LD65 confermavisivamentel'accettazone della richiestaemettendo un lampeggio, premendo e asciando premuto un tastoper passare da un gioco al successivo o a precedente, bisognainvece

attenderechetale led si accenda e, solo allora,dlasciareil rasto. Nela variazionedella velocir, quandosi arriva alla massima rapidit di esecuzione prevista,il led LDs lo segnalaemettendo una rapidissimaserdi lam, peggi;premendoulteriormnre P1,l solito led emetteun luJlgo lampeggio(si accende per circa un secondoe poi si spegne) quin-

di la veloctpassaal minimo. Premendobrevemente P2, LD65 emette ancora un lampeggio di 1 secondoe la velocittoma al massimo.Ogni volta ch si priva il circito dell'alimentazion, alla successiva accensione il firmware ripafte dal primo gioco di tuci. REALIZZA;ZIOI{E PRAICA Bene, spiegatocome fatto e in

ELEnnoIlCn lil - 0icembre 2009 / Gennaio 2010

3r

che modo lmziona il cubo a led, bisogna pensare a realizzarlo in pratica;allo scoPodoveie Per prima cosaprePararcil circuito stampato,che a doPPiafacciae richiede un minimo di attenzione. Le traccedel casoIe Potete sca caredal nostro sito internet i!, qi^d st a'J.' at1. 1u1070. eIet o11ic pare su cada da lucido o foglio di acetato Per ottenerele pellicole. Trattandosidi una basettaa doppia mmatura, imPressionate net bromografo Pdma una faccia dello stampato.Poi fate n Paio di fori per centrarc l'altra tracla seconda cia ed impressionate faccia,toglietequindi le Pellicole all'ine svilupPate,Poi Procedete cisionenella solzioneacida. Completatal'incisionef olate lo stampatoe iniziate a disPorvi i component lasciando Per ultimi i led che compo anno nell'ordine il crbo:sistmate e diodo D1, zoccoo resistenze quarzo, per il microcontrollore, pulsanti e condensatori (dando la a quelli non Polaprecedenza rizzati) quindi i transistor, da orientaretutti con il lato Piatto rivolto all'esternodella basetta (dal lato lungo di quesfultima). Poi montateil led rossoLD65,ie

rivolto nendoneil lato smussato all'eleitroliticoC4j ola inserite nelle risptiive piazzole il Pinstrip a passo2,54mm da 5 Poli per la Programmazione in-circuit a Passo le morsettiere e sistemate 5 mm per i'alimentazionee gli eventuaii comandi a livllo di tensionedall'estemo.A qnesto puto non vi resta che costruire la matrice di led che dovr risultare a cuboj nel farlo, ricorda date che ogni fila comPosta quattro diodi lrminosi, ognuno dei quali ha l'anodo su una riga il catodo su ufla colola, owero su uno dei Punti sitlati CT1,CT2, CT3 e CT4. Per realizzare la struttura Prcce_ dete a strati, saldando un ed in ognuna delle 16 Posizioni Prevlper l'esattezza ste sullo stamPatoi l'anodo di ogni led nella satdate piazzoladello stampatocorrispondenteall'anodo.owero in qrella oppostaalla Piazzolache comnel disegnodi disPosizione dallo ponenti contrassegnata Tntti i catodi, piegati a 90 ", del Primo stratodi 16led, dovrete termiunirli usandoi loro stessi da leain modo nali e saldarli in un solido; Iizzare un insieme catodi questi punto, collegherete alla o\,'vero alla piazzolaCT1, prima colonna. Fatto ci iniziate strato di il secondo a PreParare realizzato ed, che dovr essere similmnte al primor sull'anodo di ciascuno dei led del P mo l'anodo di un sirato collegate nuovo led,piegando d 90" i catodo di quest'ultimo.Ttt i catodi del secondo straio dovranno essere collegatiinsiemee Poltah con uJl 610in rame alla Piazzola CT2 dello stampato. Adessopreparatei terzo strato, saldandol'anodo di u ed all'anodo di quello che 8li si irova sotto e unendo tutti i catodi (piegatiad antolo ietto) che Poi

colleghereie con un urlico conduttore alla piazzolasiglataCT3. lnfine, procedendo in maniera realizzatel'ultimo strato analoga, di 16 led, co[egando i catodi alla pi.azzola C4. Riepilogando, ad ogni anodo dello stampato dovrete collegare, svluppati verticalmente, Per l'allodo quattro led, orizzontalmente, tutti i catodi di uno shato dovranno essreuniti e collegati ad ulla piazzoia di cololma. Il tutto, stando attenti a non far toccarei fili dei catodi dei vari ivelli. Fattoquestonon vi restache ve ficarese il vosho cubo a led furzioner: alimentate il cirodto e collegate il conrettore Per il firmware nel I'ICSPe caricate microconhollor,quindi togliete l'alimentazione sconnettet il del proSrammatore connettore Adessoalimentatenuovamenteil circuito: nel giro di pochi istanti dovrcbbe a\,'viarsi l'esecuzion dl p o giocodi lci. non va. staccate Sequalcosa l'alimentato e verificatei collegamentidei led e in Particolar modo qulli dei catodi che vamo alle piazzoleCTl, CT2,CT3,CT4. 6

i componenti utilizzatiin questo TLrtti progetto sono di facile reperibilit. ll master del circuito slampato pu essere scaricalo dal sito della rivsta cos come il firmware utlizzato perprogrammare il microcontrollore PIC18F458. Queslultimo anche (cod. gi disponibile programmato MF828) al prezzodi 15,00 Euro,

32

- ELETTn0illCn lil :2010 0r(embre 2009 / 6ennaio