Sei sulla pagina 1di 3

Comune di Venezia

Direzione Politiche Educative, della Famiglia e Sportive Settore Politiche Educative Servizi Educativi Territoriali Ufficio Servizi Innovativi ____________________________________________________________________

PROGETTO DI REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RETE DI INFORMAZIONE E COORDINAMENTO TRA I GESTORI PRIVATI DEI NIDI AUTORIZZATI/ACCREDITATI AI SENSI DELLA L.R. 22/2002
VERBALE N. 5 INCONTRO DEL 15.04.2013
Il giorno luned 15 aprile 2013 alle ore 17.15, presso la sede degli Uffici del Settore Politiche Educative di Mestre, Villa Querini, sono presenti: Per la Direzione Politiche Educative della Famiglia e Sportive:la Responsabile dei Servizi Educativi Territoriali dott.ssa Daniela Bertolin, la dott.ssa Claudia Carbonin, la Responsabile dei Servizi Innovativi Patrizia Graziussi e le sig.re Assunta Russo e Luciana Fornaro.Referenti Ufficio Servizi Innovativi Enrica Bolzonella (Nido Integrato S.Domenico Savio)

Barbara Lisatti ( Nido Integrato lEmmanuele) Cristina Scarpa (Nido Integrato S.Antonio)
Oriana Genovese (Nido Integrato S.Pio X) Carlotta Voltan (Nido Integrato S.Pio X) Riccardo Stellon (Micronido Marcondirondello) Riccardo Stellon (Asilo Nido G.B.Giustinian) Giorgia Scaramuzza ( Centro infanzia il Germoglio) Annalisa Mosca ( Centro infanzia il Germoglio) Simona Bessega (Nido Arcobaleno) Annamaria Baggio (Nido Arcobaleno)

VERBALIZZANTI: Assunta Russo e Luciana Fornaro

1/3

ORDINE DEL GIORNO: 1) Accreditamento istituzionale dei servizi per linfanzia; 2) varie e/o eventuali. PUNTO 1) DELL'O.D.G. La riunione inizia leggendo il verbale del precedente incontro del 11 marzo c.a. che viene approvato allunanimit. Si passa quindi al primo punto allordine del giorno Accreditamento istituzionale dei servizi per linfanzia. Viene illustrata la documentazione caricata sul Blog e viene distribuito il seguente materiale: 1-Evidenze dei criteri per laccreditamento formulate per i Servizi Privati; 2- Bacino dutenza redatto dallufficio Statistica del Comune di Venezia; 3- Allegato D del DGR n.84/2007. Per quanto riguarda le evidenze sono state lette e commentate punto per punto. Sono state illustrate le modalit di calcolo del bacino dutenza relativo ai nidi comunali suggerendo di utilizzare lo stesso metodo anche per i servizi privati. Si proceduto allesame dellallegato D prendendo come anno di riferimento lanno scolastico 2011/12. Nel Blog stata inserita una scheda di sintesi per l osservazione del bambino. La dott.ssa Bertolin, propone di elaborare un documento che costituisca una linea guida comune,nella quale siano condivise le modalit di raccolta dati e gli strumenti utilizzati. Da parte delle educatrici del Nido Integrato S.Piox, stata inserita nel Blog una griglia di osservazione. I presenti chiedono spiegazioni sulla chiave di lettura. Le educatrici premettono che lutilizzo della griglia ancora in fase di sperimentazione e viene utilizzata affiancandola alla scheda gi in uso. Nella griglia sono evidenziati tre rombi, che indicano tre aspetti di osservazione del bambino. Si procede alla lettura ed al commento della scheda di osservazione inserita dalla nostra Direzione nel Blog: Ci si sofferma principalmente sul Progetto Continuit che per quanto riguarda le strutture comunali avviene di prassi, mentre per le strutture private avviene principalmente in occasione del passaggio dalla scuola dellinfanzia alla scuola primaria. Nei servizi di nido integrato, il progetto continuit viene realizzato con le sezioni di scuola dellinfanzia interna al servizio. Le educatrici del Nido Germoglio attuano invece una raccolta di informazioni ed esperienze che consegnano a tutti i genitori indipendentemente dal fatto che il bambino continui o meno il percorso nella loro struttura. Nel Progetto di realizzazione di un sistema di rete di informazione e coordinamento tra i gestori privati dei nidi autorizzati/accreditati ai sensi delle L.R.22/2002, erano previste alcune attivit da realizzare con lavvio del prossimo anno scolastico. A tale riguardo il dott. Stellon, propone di ritrovarci per i prossimi incontri a partire da settembre 2013 in una struttura diversa da quella attuale, magari nei servizi, sia privati (che aderiscono alla rete) che comunali, al fine di promuovere scambi di esperienze ampliando cos le conoscenze didattiche, pedagogiche e organizzative dei servizi. Si propone che ogni struttura si candidi per un aspetto specifico, ed in base alla scelta condivisa sulle proposte si visiteranno per problemi logistici solo alcune strutture.

2/3

CONCLUSIONI: I presenti si impegnano ad inviare la propria scheda degli strumenti di osservazione da inserire nel Blog con la finalit di elaborare, nella prossima ed ultima riunione, un documento condiviso che riassuma i vari punti di vista e costituisca una linea guida per i partecipanti della rete a conclusione di questo ciclo di incontri.
Il prossimo appuntamento fissato per il giorno 20 maggio 2013 alle ore 17.15 presso la sede delle Politiche Educative- Villa Querini Mestre con il seguente o.d.g.: 1. Elaborazione di un documento condiviso sul tema dellosservazione del bambino; 2. Varie e/o eventuali. Lincontro termina alle ore .19.20

3/3