Sei sulla pagina 1di 3

AVVERTENZE - Si consiglia di bere 2,5 a 3 litri d'acqua al giorno (con Ph non inferiore a 7,2) lontano dai pasti e di abolire

tutte le bevande alcoliche e le bibite gasatezuccherate. - Bevande Autorizzate (caff MAX 3 AL GIORNO, the, orzo, camomilla, tiglio, Menta) senza zucchero. La dieta, spesso sinonimo di non mangiare o mangiare male o mangiare sempre le stesse cose o rinunciare al piacere della tavola (ci vuole fantasia nella preparazione delle pietanze) o sentirsi a disagio con gli altri, mentre il vero significato mangiare in modo corretto per migliorare il proprio stato di salute psichico-fisico-estetico. Per essendo elaborata per le necessit individuali, e' strettamente personale.
LISTA DELLE PROTEINE A SCELTA

Uova: Le uova interi (massimo 1 a settimana)mentre lalbume cotto anche tutti i giorni regolarsi in questo modo 100 gr di proteine a scelta,corrispondono a circa 200 gr uova. Proteine: tofu, mochi, natto, proteine alla soia o proteine del siero del latte N.B. 100 gr di proteine a scelta corrispondono circa 50 gr in polvere. Ricotta: Capra, Mucca, Pecora. Se si utilizza la Ricotta come proteine a scelta regolarsi in questo modo 100 gr di proteine a scelta,corrispondono a circa 200 gr di Ricotta. Formaggi: 100 gr di proteine a scelta,corrispondono a circa 150 gr Mozzarella, 100 gr Feta Greca, 200 gr Fior di Latte, 300 gr Formaggio Caprino Morbido, 60 gr Caciotta Fresca. LISTA DEI CARBOIDRATI O PRIMI A SCELTA Pasta di mais, Pasta di Soia, Pasta di Farro, Pasta Kamut, Pasta di Riso, Pasta Integrale, Riso lungo parboiled, Riso basmati, Riso integrale, Couscous Marocchino. Se si utilizza il Mais Giallo regolarsi in questo modo 50 gr di pasta o riso ecc. corrispondono a circa 40 gr di Mai Giallo a crudo. Se si utilizzano le Patate regolarsi in questo modo 50 gr di pasta o riso ecc. corrispondono a circa 200 gr di Patate a crudo. Pane e/o Fette biscottate di Farro, Pane e/o Fette biscottate di Soia, Pane e/o Fette biscottate Segale, Pane e/o Fette biscottate dOrzo, Pane e/o Fette biscottate con Avena, Pane Arabo Integrale, Pane Integrale, o biscotti secchi senza grassi aggiunti che possono essere Soia, Segale, Farro, Orzo, Avena, Integrali. LISTA DELLA FRUTTA A SCELTA Mele, Pere, Arance, Mandaranci, Prugne, Pompelmo, Kiwi, Albicocche, Ciliegie, Pesche, More, Lamponi, Melone dEstate, Nespole, Papaia, Ribes, Fragole, Mele Mirtilli, o i rispettivi succhi di frutta senza zucchero. Amarene, Cotogne,

LISATA DEI CONTORNI A SCELTA GRUPPO 1: Tutte le verdure a foglie a (lattuga, valeriana, insalata belga, rucola, cicoria, indivia, scarola, etc) bieta, broccoli, cavolfiore, cavolo, cavolo cappuccino, cavolo cinese, cetriolo, fiori di zucca, finocchio, , germogli di soia, peperoni verdi, ravanello, radicchio rosso e verde, sedano, spinaci, zucchine. GRUPPO 2: Asparagi, piselli, melanzane, carciofi, cavolini di Bruxelles, fagiolini, pomodori, peperoni gialli e rossi, rape, tarassaco, zucca gialla, *carote, al contrario di quanto

molti credono, possono essere consumate tranquillamente a crudo mentre per il momento NO se subiscono il processo di cottura, funghi(Champignon, Ovuli, Porcini).

CONSIGLI ALIMENTARI Dolcificanti permessi (Si) e quali no: 1. Sono permessi(Si)Sciroppo dAcero e Sciroppo d'Agave o la Stevia. 2. No dolcificanti sintetici, anche se sono acalorici possono avere degli effetti collaterali e sono: lacesulfame o saccarina o il ciclamato di sodio. Escludere tutti gli altri dolcificanti che non sono nellelenco che sono calorici e hanno un effetto sulla risposta glicemica. 3. In alternativa ammesso lo zucchero di canna grezzo, il fruttosio ma non devono superare i 5 gr al giorno. - Consumo di sale: il sale da usare quello iodato, non si deve superare i 5 gr. al giorno. Nel caso di ipertensione lassunzione deve essere inferiore a 3 gr. - Permessi, con moderazione (1 A 2 VOLTE ALLA SETTIMANA), Coca cola light, Coca Zero, Sprite Zero, Aranciata Zero e Pepsi max light,1/2 bicchiere di vino rosso a pranzo e 1/2 a cena. Condimento: Eliminare burro, strutto e dado. Condire solo con olio d'oliva (meglio se extra-vergine) dopo la cottura degli alimenti, lolio deve essere utilizzato a crudo alla fine della preparazione di ogni pasto (n.1 cucchiaino da caff raso corrisponde a g. 5 di olio, n.1 cucchiaio da tavola raso corrisponde a g. 10). - E' consentito nella preparazione delle pietanze l'uso di:(la loro aggiunta non modifica il contenuto calorico delle pietanze) SPEZIE - anice, cannella, curry, chiodi di garofano, ginepro, pepe, peperoncino, dragoncello, senape, noce moscata, vaniglia, zenzero, zafferano. AROMI - aglio, aneto, basilico, cipolla, erba cipollina, scalogno, finocchio, salvia, lauro, menta, maggiorana, origano, prezzemolo, rosmarino, timo, succo di limone, aceto.
CONFEZIONI Pasta: cottura in acqua al dente (se si prolunga la cottura si alza lindice glicemico), condimento con olio a crudo e/o salsa di pomodoro fresco e/o conservato ( passato, a pezzi, aromatizzato con sedano, aglio, cipolla, ecc.). Si pu condire anche con le verdure e olio a crudo previsti nel piano alimentare. Minestre: in acqua di cottura poi condita con olio. Il brodo vegetale preparato a piacere con carote, bieta, sedano, spinaci, ecc. ed utilizzare solo il liquido di cottura. Il passato di verdure e preparato con lo stesso procedimento del brodo vegetale, utilizzando anche le verdure frullate. Il minestrone si prepara con lo stesso procedimento del brodo vegetale, utilizzando anche le verdure a pezzi. Uova: cottura in camicia, alla coque, sode, condite al pomodoro o con olio, strapazzate in padella antiaderente senza olio e allocchio di bue. Verdure: preparate e pulite al netto degli scarti e lavate accuratamente, possono essere consumate crude o cotte in acqua, al vapore, al pomodoro o in padella anti aderente senza olio, o con olio a crudo e/o salsa di pomodoro. Frutta: ben lavata con buccia, senza buccia, centrifugata o frullata (con acqua).

AVVERTENZE: Il peso degli alimenti si riferisce a crudo e al netto degli scarti. Masticare con cura gli alimenti. Non saltare i pasti e fare gli spuntini nellintervallo tra i pasti. Sono controindicati tutti gli alimenti non presenti in questa lista. Si pu cambiare la pietanza (cio proteine a scelta)del pranzo con quella della cena.

LE VIE DACCUMULO DEI GRASSI: i lipidi immagazzinati dal tessuto adiposo possono avere unorigine esogena (alimentazione) o endogena (a partire dal glucosio nel fegato). Indipendentemente dalla loro origine essi circolano nel sangue sotto forma di lipoproteine. A livello del tessuto adiposo saranno idrolizzati dalla lipasi ormonosensibile (sintetizzata dalladipocito), che liberer gli acidi grassi. Questi potranno penetrare cos nella cellula adiposa. Laccumulo nel tessuto adiposo dipende dalla disponibilit di glucidi (carboidrati) e della secrezione di insulina legata alla quantit di glucidi nellalimentazione. Che tipo di grassi: gli acidi grassi saturi (origine animale) e insaturi con conformazione Trans (prodotti durante il processo di idrogenazione di acidi grassi polinsaturi e contenuti principalmente in molti prodotti da forno e margarine) devono essere eliminati o di non superare il 7% delle calorie totali. Mentre le % dei grassi monoinsaturi con configurazione Cis (acido oleico presente nell olio extravergine di oliva) possono essere consumati fino al 20% delle calorie totali. Per avere un effetto cardioprotettivo sono importanti gli acidi grassi omega 3. Il tessuto lipidico non affatto un semplice deposito inerte delle calorie in eccesso, ma un organo attivo che produce oltre 100 sostanze diverse, note collettivamente con il nome di adipochine. Le adipochine sono per la maggior parte infiammatorie, esse favoriscono il processo tumorale. Le maggior parte delle persone con un tessuto di grasso in eccesso iperinsulemica cio secerne troppa insulina. La resistenza allinsulina collegata a un aumento delle riserve di grasso nel fegato e nelladdome. Linsulina e IGF-1 aumentano i livelli di leptina, unadipochina rilasciata dalle cellule lipidiche che svolgono un ruolo importante nella gestione di appetito ed energia, ma che stimola anche la formazione della sostanza responsabile dellangiogenesi, cio la formazione di nuovi vasi sanguigni che necessaria alle ce llule tumorali per crescere e diffondersi. Nelle persone con % alta di grasso la leptina collegata allaumento dei livelli di insulina e del rischio di cancro al seno, colon, prostata e utero. In poche parole, il grasso in eccesso induce uninfiammazione sistemica ( generalizzata in tutto il corpo) che favorisce la diffusione del cancro. Comunque, una alimentazione corretta (70%) e lattivit fisica (30%) adeguata riducono il grasso corporeo, aiutando a contrastare gli effetti delle sostanze chimiche infiammatorie prodotte dalle cellule lipidiche. LA CHIAVE PER LA PERDITA DELLA % DI GRASSO A LUNGO TERMINE: 1) AUTOSTIMA. Credere/sperare/pensare che riuscirete a cambiare. Se pensate che resterete fedeli a un programma alimentare, allora si che ci riuscirete. 2) DETERMINAZIONE. Decidere di fare quanto necessario per raggiungere il proprio obiettivo, come cambiare le abitudini alimentari. 3) PROGRAMMAZIONE. Senza programmazione, tutta lautostima e la determinazione del mondo non serviranno a nulla. 4) AMBIENTE. Lambiente in cui uno si trova importante, esempio se vivete accanto a un panificio, allora probabile che mangerete molto pi pane rispetto a chi vive su una barca. Altri fattori che rientrano nellambiente, dimensione di un pacchetto di spaghetti, variet del cibo disponibile, lattivit fisica, parenti, feste e gli amici. In un mondo in cui pi veloce sempre considerato migliore, non c da meravigliarsi che le persone si ritrovino a seguire diete infinite in cui perdono peso velocemente, molte delle volte non grasso, per poi riguadagnarlo altrettanto velocemente. Come hanno evidenziato ricercatori autorevoli: il successo a lungo termine dei programmi per il controllo del peso misurato non solo in base alla perdita di peso sulla bilancia ma sulla diminuzione della % di grasso e anche in base a quanto a lungo le persone restano fedeli alla programmazione alimentare personalizzata. Per imparare come dimagrire definitivamente, non basta farsi prescrivere la Dieta da un bravo professionista de settore. Quante volte hai provato a seguire un programma e dopo due o tre giorni o al massimo una settimana, si torna subito alle vecchie abitudini? Riuscire a seguire una Dieta senza strappi alla regola e soprattutto cambiare le tue abitudini alimentari il vero risultato che devi perseguire. Solo cosi potrai riacquistare un rapporto equilibrato con il cibo e liberarti dei chili in pi per sempre. Per raggiungere questo obiettivo per, non hai bisogno di sapere solo cosa mangiare nellarco della giornata. Hai soprattutto bisogno di conoscere: Cosa puoi fare per essere Determinata e Motivata fino alla fine; Come funziona la Tua mente e quali meccanismi ti portano a mangiare anche se non hai fame; Perch cerchi soddisfazione nel cibo; Quali sono gli ostacoli che dovrai affrontare e come superarli; Identificare il vero motivo per cui sei con una % di grasso alto. Bisogna valorizzare la Tua energia per vivere in modo pi attivo e positivo. Rafforzare la Tua persona cio credere maggiormente in se stessi e nelle nostre potenzialit, guardando alla vita con ottimismo. Fare piazza pulita delle Trappole quelle che uno si crea da solo se si ha un atteggiamento rinunciatario. Quelle dei parenti o amici, che cercheranno di distoglierti dai tuoi propositi. Quelle dei prodotti in vendita nei supermercati, nelle farmacie, nei centri specializzati o nelle erboristerie e di tutto il business che ruota attorno al pianeta DIETA. Prendere in considerazione le esigenze del tuo corpo con un piano alimentare sano e non fare improvvisazioni con la prima dieta che capita. Applicare piccole strategie quotidiane per raggiungere grandi risultati. Padroneggiare appieno del piano alimentare che si sta seguendo e dare un taglio personale alle cattive abitudini alimentari, aggiungendo esperienza e scoperte. Che altro ti resta da fare? Passare dalla grammatica alla pratica. Entra in azione! Inizia il tuo programma alimentare per dimagrimento adesso, fosse anche un tentativo piccolo e timido verso la meta. Non aspettare domani.