Sei sulla pagina 1di 2

ASSOCIAZIONE GENITORI CATTOLICI

www.genitoricattolici.org
www.genitoricattolici.net

Brescia, 17/02/2009

ALLA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE


ROMA
FAX 0669883409

ALLA CONGREGAZIONE PER IL CLERO


ROMA
FAX 0669884845

Oggetto: Padre Jozo

Ci è giunta notizia che Padre Jozo abbia annullato tutti gli incontri pubblici previsti per il 2009. A
tale riguardo abbiamo ricevuto conferma dai Tour Operator che organizzano pellegrinaggi a
Medjugorje. Sembra inoltre, secondo voci, che debba essere confinato in un’isola Jugoslava (fuori
quindi dalla portata dei pullman di pellegrini che da tutto il mondo, quando si recano a Medjugorje,
effettuano una tappa presso Padre Jozo per ascoltare le sue catechesi).
Naturalmente tale fatto ha suscitato una serie di voci relative alla sospensione degli incontri pubblici
da parte di Padre Jozo che possono essere sintetizzate nelle seguenti tesi:
a) Padre Jozo è ammalato seriamente e non può ricevere nessuno;
b) Padre Jozo è stato silenziato e confinato in quanto personaggio scomodo.
Ora, se Padre Jozo fosse ammalato è giusto che i numerosi fedeli che gli sono affezionati lo
sappiano onde pregare per la sua guarigione, dato che la Chiesa ha bisogno di testimoni del Vangelo
in piena forza; soprattutto in questo periodo in cui satana muove violentemente la coda. Non si vede
quindi perché tale notizia dovrebbe essere censurata soprattutto se teniamo conto dell’esempio di
Papa Giovanni Paolo II che non ha esitato, in occasione dei suoi ricoveri ed interventi ospedalieri,
ad affidarsi evangelicamente alle preghiere dei fedeli.
Se invece “la sparizione” pubblica di Padre Jozo fosse da attribuirsi a qualche comando dall’alto
desidereremmo conoscerne le motivazioni. Padre Jozo è conosciuto in tutto il mondo come
testimone del Vangelo ed apostolo della Regina dei profeti. Chiunque, comprese le Autorità della
Chiesa, è in grado di conoscere le sue catechesi (riportate in internet, in audio e videocassette e nei
libri) che insistono sul primato di Dio, sull’importanza della preghiera (soprattutto del Santo
Rosario), dei sacramenti, della lettura quotidiana della Bibbia, del digiuno, dell’adorazione
Eucaristica e della Croce; capisaldi dell’insegnamento perenne della Chiesa. Molte persone hanno
testimoniato che grazie alle sue catechesi si sono convertite. Certo, Padre Jozo è un po’ scomodo in
quanto essendo “laureato” in comunismo (ha infatti patito le persecuzioni del regime: imprigionato,
torturato, sottoposto a finte fucilazioni ecc.), cita spesso l’esempio dei frati martirizzati dai
compagni nella sua ultima parrocchia. E’ evidente che ciò provoca allergia tra i numerosi
cattocomunisti che a tutti i livelli occupano vari settori della Chiesa. Come del resto provocano
allergie le sue catechesi incentrate sugli aspetti prima indicati (rosario, sacramenti ecc.) a quanti
hanno abbandonato il Vangelo per seguire le idee massoniche o sociologiche stigmatizzate da
diversi Papi.
Se si trattasse quindi di un allontanamento per mera allergia (non supportato quindi da valide e
documentate ragioni) chiediamo a codeste Autorità della Chiesa di intervenire per rimuovere gli
ostacoli frapposti al dovere di evangelizzazione di Padre Jozo per il bene dei fratelli. Non vorremmo
infatti che Padre Jozo sia vittima della discendenza di Giuda.

Con ossequi.

Il Presidente
Dr. Arrigo Muscio
www.muscio.it