Sei sulla pagina 1di 8

Pagina 1

Premessa
Questo "mini ebook", primo della serie, vuole trattare un argomento molto dibattuto e che interessa come target le persone che hanno un proprio blog o che vogliono iniziare un'attivit di blogging (indipendendetemente dalla piattaforma utilizzata), ovvero come avere un blog di successo. Da non confondere con come essere un pro blogger (ovvero un blogger professionale) e quindi avere del ricavo con questa attivit, semmai questo uno step successivo. L'ebook in formato "mini" perch descrive in modo essenziale ma completo come avere un blog di successo, che si traduce nell'avere un blog con molte visite. Il tutto viene presentato sotto forma di parole chiavi in un "vademecum" di 20 punti per i blog personali ed un paragrafo a parte per i blog aziendali, con cui si ha un approccio differente.

Buona lettura!

Pagina 2

Blog personali
CONDIVIDERE le proprie conoscenze e sfruttarle per scrivere articoli. Generalmente un blog personale tratta di argomenti su cui si hanno degli interessi/passioni o magari in certi casi derivanti anche dalla vita lavorativa (es. un bravo programmatore potr scrivere articoli sulle migliori tecniche di programmazione, ecc...) Se si ha un buon know-how ci pu essere fonte di grandi risorse per il proprio blog. Naturalmente (anzi buona cosa) integrare gli articoli scritti in base alle proprie conoscenze con ulteriori ricerche e pi approfondite, per esempio riagganciandomi all'esempio di prima il buon programmatore che sta condividendo una tecnica che conosce e appresa tempo fa per compiere una data operazione magari effettuando una ricerca viene a scoprire che presente una tecnica migliore o pi ottimizzata oppure la stessa tecnica espansa con pi funzionalit.

COME E COSA SCRIVERE: dipende da che target ci si indirizza, ovvero per esempio scrivere molto user-friendly oppure di dare un taglio abbastanza tecnico, naturalmente si pu fare anche un mix di entrambi. Evitare di scrivere cose troppo personali che possono non interessare ai visitatori, per esempio: "ieri sono stato al concerto di Tizio ed stato stupendo!" ecc... Inoltre trattare di argomenti che possano interessare un bacino ampio di persone, senza per dimenticare che si scrive "per i lettori" e non "per i motori di ricerca"

ORIGINALITA': pu sembrare banale dirlo ma scrivere articoli originali una delle chiavi di successo. Quante volte mi capitato di leggere una stessa notizia in tutte le salse in molteplici blog... Al massimo se si vuole utilizzare "notizie" gi presenti si possono riproporre in modo pi approfondito e condito di ulteriori informazioni attinenti ecc... Qui entra in gioco l'ISPIRAZIONE, a riguardo condivido un link ad un articolo molto interessante di Francesco Gavello: http://francescogavello.it/ispirazione-finita-14diversi-tipi-di-articoli-che-puoi-pubblicare-sul-tuo-blog

PRESENTARE gli articoli nel modo adeguato, ad esempio con una bella formattazione e tipografia e/o di arricchirlo con immagini (molto importati perch attraggono l'attenzione) e/o video.
Pagina 3

Per quanto riguardi la lunghezza degli articoli ci vorrebbe una giusta misura, al buon senso del blogger, ovvero ne troppo lunghi che magari possono distrarre o stancare ne troppo essenziali. Da un po di tempo a questa parte vedo anche contenuto mostrato tramite "effetti" Javascript/Ajax, per esempio lo scrolling orizzontale (manuale/automatico) di articoli tramite glider/slider (ad esempio ecco un tema per la piattaforma Worpdress che fa uso di questa tecnica: http://wordpress.bustatheme.com/coda-blue) Presentazione non solo degli articoli ma anche degli "elementi" nel layout del blog, ovvero mettere in evidenza ci che si ritiene pi importante, ad esempio un dato articolo, un certo prodotto/servizio, la sottoscrizione al feed RSS, ecc...

PRESENTARSI ai lettori buona norma, ovvero far capire chi si direttamente dalla home page del blog, un piccolo riquadro o sezione di "about" dove si parla di se e magari inserire anche una propria foto in miniatura. Ai visitatori pu dare un senso di sicurezza nonch professionalit mostrare chi l'autore del blog.

AVERE un proprio indirizzo di contatto e-mail o pagina con form, si da la possibilit ai visitatori di comunicare direttamente con il blogger

PROFESSIONALITA': presentare il blog con un look il pi "professionale" possibile con le informazioni che si vogliono dare in modo chiaro, semplice ed immediato e con una grafica/design che non metta confusione, inoltre non invaderlo di troppa pubblicit, popups ecc... che potrebbero infastidire/distrarre i visitatori. Professionalit non solo dal punto di vista grafico ma anche nel modo di scrivere i contenuti, pu essere scontato ma importante prestare attenzione ad utilizzare i termini pi appropriati e scrivere correttamente nella lingua che si scelta, ad esempio un errato uso della grammatica sinonimo di non professionalit.

INVOGLIARE gli utenti a ritornare nel blog una volta visitato, mantenendo quindi una presenza stabile. Per esempio con iniziative quali contest, sondaggi, dibattiti, continuazione di articoli (ad esempio: "continuate a seguirci nel prossimo articolo con la seconda parte dove...") ecc...

Pagina 4

Magari mettere a disposizione periodicamente e costantemente delle risorse esclusive, incentivare l'iscrizione al proprio feed RSS.

DIFFONDERE il proprio blog nelle apposite blog directory e directory generali (DMOZ, Yahoo, ecc...), offrire la possibilit di condividere gli articoli negli aggregatori di notizie detti anche social bookmarking (OK Notizie, Diggita, ecc...); promuoverlo in strumenti di social network se utilizzati (Facebook, Twitter, ecc...) e nei motori di ricerca. E' importante quindi che il blog sia ben ottimizzato con buone pratiche SEO (esistono molti blog che parlano di questo argomento); se possibile creare anche campagne Google AdWords; fare partnership con altri blog (scambio link, ecc...) e fare attivit in altri blog (commentare articoli, ma senza scrivere il proprio blog direttamente nel commento perch fa SPAM, generalmente viene messo come link nel nome del commentatore); se si frequentano attivamente dei forum se possibile mettere il proprio blog in firma. Inoltre citare/linkare altri blog nei propri articoli un altro modo efficace di farsi conoscere, in questo caso di presentarsi agli altri blogger, naturalmente i blogger vengono a conoscenza della "citazione" tramite sistemi di statistiche (site referrals). Tutte queste attivit descritte se ben fatte aumentano drasticamente il numero di visite nel blog.

NON LIMITARSI a scrivere gli articoli rivolti ad un pubblico solo nazionale, se si conoscono altre lingue si pu raggiungere una pi vasta fetta di persone. Altrimenti implementare la traduzione automatica tramite i servizi offerti appositi (es. Google Translator) anche se il risultato non lo stesso che scrivere a mano l'articolo. E' statistica che i blog multilingua hanno maggiore riscontro di blog scritti in un'unica lingua.

UTILIZZARE un sistema di trackback, un meccanismo di notifica implementanto dalle piattaforme di blogging; quando si scrive un articolo e si fa riferimento ad un articolo su un altro blog (ad esempio tramite link), il blog invia un trackback all'altro blog per avvisarlo che lo si sta citando, l'altro blog normalmente inserisce un commento sulla pagina citata con un link alla pagina citante. Altres utilizzare i tags per etichettare gli articoli.

Pagina 5

OFFRIRE dei servizi all'interno del proprio blog di cui gli utenti possano usufruire gratuitamente, per esempio giochi online, streaming video/audio ecc... e contenuti "extra" autoprodotti come per esempio ebooks, se si un programmatore degli snippet di codice o programmi, se si un web designer delle risorse grafiche, ecc...

IMPLEMENTARE strumenti collaterali quali per esempio newsletter, guestbook, chat, forum. Tali strumenti sono utili a completamento delle possibilit che offre un blog.

TENERE AGGIORNATO regolarmente sia il blog che gli utenti. E' fondamentale tenere costantemente aggiornato il blog scrivendo periodicamente articoli, un blog non aggiornato o aggiornato poco non potr mai avere un grande successo. Si pu discutere forse sulla cadenza degli articoli, non necessario scrivere una quantit enorme di articoli, meglio avere una giusta misura ma con articoli di qualit. Tenere aggiornati anche i visitatori con le novit del blog (es. una nuova sezione aggiunta, ecc...) Prendere un tot. tempo quotidiano ritagliato dal proprio spazio libero da DEDICARE all'attivit di blogging un impegno necessario.

MONITORARE l'andamento del blog tramite strumenti appositi quali il potente Google Analytics sia per avere un feedback dell'andamento del blog sia per visualizzare le "parti" di maggior interesse dei visitatori. Una buona analisi potr aiutare sia a correggere parti poco "ottimizzate" sia per poter sviluppare gli elementi pi seguiti.

AVERE UN FEEDBACK da parte dei visitatori riguardo gli articoli scritti, quindi tenere abilitati i commenti. Molti commenti sono indice positivo, significa che quel dato argomento/articolo interessa, inoltre fa rendere partecipe attivamente. Cercare quindi di COINVOLGERE i visitatori di far lasciare i propri commenti/opinioni e anche perch no suggerimenti, ecc... Avere un feedback anche da parte dei propri amici, non tanto quanto a livello di commenti specifici ad articoli ma in generale impressioni facendoli visitare e navigare il blog.

Pagina 6

GUADAGNARE link in entrata (inbound), il miglior modo per acquisirli scrivere contenuti di qualit, cos altri blogger li vorranno linkare come risorsa nel proprio blog. Altres avere link in uscita (outbound) di qualit, nel classico blogroll o negli articoli.

AVERE PIU' CANALI con cui trasmettere il proprio contenuto del blog, in primo luogo feed RSS, anche in versione e-mail. Altri canali possono essere per esempio una versione del proprio blog per dispositivi mobili, e/o tramite servizi appositi quali http://notifixio.us

NON AVERE UN BLOG SPOGLIO, questo indirizzato per i "nuovi" blogger, una buona pratica aprire un blog con gi un buon numero di articoli scritti.

VELOCITA' di apertura/caricamento del blog: avere un blog che impiega diverso tempo nell'apertura/caricamento pu quantomeno irritare i visitatori! L'ottimizzazione delle performances pu essere fatta se e dove possibile a livello di hardware scegliendo un buon server/web hosting, a livello software con l'ottimizzazione del codice e del database.

Pagina 7

Blog aziendali
A differenza dei blog personali in quelli aziendali la struttura ed il modo per ottenere visitatori, che per un'azienda si traduce in clienti/business, l'approccio differisce notevolmente.

Sicuramente possono essere condivisi diversi punti espressi sopra quali PRESENTARSI ai visitatori (quindi tipicamente una pagina di presentazione dell'azienda) e PRESENTARE il blog con un look professionale che sia semplice e pulito ed in contenuti (che possono essere news aziendali, informazioni su prodotti/servizi) in modo chiaro ed immediato e scritti con una bella formattazione e tipografia, magari anche di arricchirli con immagini/thumbnails (solo e troppo testo stanca); volendo un tocco di dinamicit utilizzare anche effetti glider/slider/accordion. Generalmente si hanno un minimo di pagine essenziali standard quali HOME, CHI SIAMO, MISSION, PRODOTTI/SERVIZI, CONTATTI.

Dare la possibilit ai visitatori di SEGUIRE le news aziendali tramite feed RSS / iscrizione newsletter.

Fornire le notizie aziendali in modo AGGIORNATO e decidere se dare la possibilit di lasciare i COMMENTI o meno (quindi si potr decidere se avere un feedback "pubblico", oppure tenere solo una form apposita di contatti).

DIFFONDERE il blog nei motori di ricerca e siti appositi.

INDISPENSABILE avere un dominio di primo livello (es. http://www.nomeazienda.it) mentre per i blog personali non necessario (anche se fortemente consigliato).

Infine rimane valido anche il punto 20, ovvero la buona VELOCITA' di apertura/caricamento del blog.

Pagina 8