Sei sulla pagina 1di 2

Storia del cognome MALTAURO

A Recoaro in provincia di Vicenza c una via chiamata MALTAURO. Gli abitanti di questa via alla sua fondazione erano tutti MALTAURO Il cognome nacque a Recoaro negli anni lontani della storia. Recoaro si trova in una vallata e sopra di essa ci sono, a destra e a sinistra, due montagne chiamate una MALTA e una URO. Nel passato i montanari che scendevano a valle erano interrogati dagli abitanti di Recoaro sulla loro provenienza: MALTA o URO. Nei tempi pi recenti linteresse dellorigine si spense e i montanari arrivati a Recoaro erano identificati semplicemente come i MALTAURO. Questa storia mi stata raccontata da un medico che si reca spesso a Recoaro a trovare sua suocera e la storia a lui, stata raccontata dalla stessa suocera quando ha espresso la domanda: Perch a Recoaro ci sono tanti MALTAURO?

Storia di Maltauro Bortolo nato nel 1850


La zia Angela mi raccont che il padre di Bortolo era un benestante terriero della zona di Vicenza, che si ammal mortalmente improvvisamente. Poco prima di morire nella stanza dove giaceva entrarono alcune persone per fargli firmare dei documenti e subito dopo la sua morte, la madre con il figlio Bartolo fu buttata fuori di casa, si ammal e spar con il suo ricovero in ospedale. Bortolo si trov a vivere in una famiglia contadina e non seppe pi nulla di sua madre. Si specializz nel curare il bestiame prendendo il nome di Bovaro, in dialetto Boaro. Era un bravo ballerino ed a una serata di ballo agganci una ragazza e con la scusa di insegnarli il ballo che lei non sapeva. Si sposarono, andarono ad abitare a Mason Vicentino ed ebbero quattro figli: Antonio, Angela, Giovanni Battista e Giuseppe. Il Parroco di Mason Vicentino aiut Bortolo a trasferirsi, da affittuario, fuori delle mura di Padova nella localit di Chiesanuova, in un terreno di propriet del Seminario di Padova amministrato da Padre Mistrello. Con il tempo, si formarono tre nuove famiglie che nel 1939 si dovettero separare perch il terreno fu venduto per la costruzione della caserma Pierobon. Maltauro Antonio, suo figlio Mario, la sorella Angela e i nipoti Maria e Bartolomeo si trasferirono tutti insieme in Via Carlo Pisacane n.21, Padova, Mario ancora oggi abita qui. La famiglia Galleazzo Elisa con i suoi figli si trasfer in Via Istria Padova. Dal figlio Giovanni nacque Roberto e Massimo, da Roberto nato Mirco. La famiglia Maltauro Giuseppe (marito/moglie e 12 figli) si trasfer sul Lago Maggiore a Stresa.

ALBERO GENEALOGICO

Primon Luigia

Maltauro Bortolo