Sei sulla pagina 1di 30

1

UNIVERSITA DELLAQUILA
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELLE STRUTTURE, DELLE ACQUE E DEL TERRENO

Esercitazioni del corso di Scienza delle Costruzioni
sul problema di De Saint Venant - Prof. Angelo Luongo

28 Maggio 2009
CASTEL DI SANGRO


LESTENSIONE E LA FLESSIONE UNIFORMI

Francesco DAnnibale
francesco.dannibale@univaq.it

2
RICHIAMO DELLE RELAZIONI FONDAMENTALI

- Estensione uniforme:
Si ha estensione uniforme del solido di De Saint Venant quando lunica deformazione generalizzata
diversa da zero la dilatazione longitudinale
G
c .

Lestensione uniforme si verifica, quindi, quando il solido di De Saint Venant sollecitato alle basi da
forze superficiali staticamente equivalenti a forze assiali
a N applicate al baricentro.

La dilatazione longitudinale media fornita da:

G
N
EA
c =

Il campo di tensione (scalare) descritto da:
N
A
o =

A questa distribuzione si associano le seguenti componenti non nulle di E: esse descrivono una
dilatazione uniforme delle fibre longitudinali, insieme ad una contrazione uniforme delle fibre trasversali.

,
G x y G
c c c c vc = = =

3
- Flessione uniforme:
Si ha flessione uniforme del solido di De Saint Venant quando lunica deformazione generalizzata

diversa da zero la curvatura flessionale k . Se k collineare ad uno degli assi centrali di inerzia si ha
flessione retta; se k diretto in modo arbitrario nel piano della sezione si ha flessione deviata.

- Flessione retta secondo x:
assumendo

a
x x
k = k
, lasse neutro a a
n x
, lasse di inflessione a a a a
i x y
=
.
La curvatura
x
k funzione della coppia flettente ed fornita da:

x
x
x
M
EI
k =

Il campo di tensione descritto dalla formula di Navier:
x
x
M
y
I
o =

A questa distribuzione si associano le seguenti componenti non nulle di E:
,
x x y x
y y c k c c vk = = =

4
esse descrivono una dilatazione uniforme delle fibre longitudinali secondo lasse z, in misura
proporzionale alla loro distanza dallasse y. Le fibre trasversali subiscono una contrazione (in zona
longitudinalmente tesa) o una dilatazione (in zona longitudinalmente compressa) per effetto Poisson .

- Flessione retta secondo y:
assumendo

a
y y
k = k
, lasse neutro a a
n y
,lasse di inflessione a a a a
i y x
=
.
La curvatura
y
k funzione della coppia flettente ed fornita da:

y
y
y
M
EI
k =

Il campo di tensione descritto dalla formula di Navier:
y
y
M
x
I
o =

A questa distribuzione si associano le seguenti componenti non nulle di E:
,
y x y y
x x c k c c vk = = =




5
- Flessione deviata:
La flessione deviata si verifica quando il solido di De Saint Venant sollecitato sulle basi da forze
staticamente equivalenti a due coppie m a a
x x y y
M M = +
.

a a
x x y y
k k = + k
, lasse neutro a a , a a
n x n y
= = e lasse di inflessione a a a
i n
=
.
Le curvature ,
x y
k k sono fornite da:

x
,
y
x y
x y
M
M
EI EI
k k = =

Il campo di tensione descritto dalla formula binomia di Navier:
x
y
x y
M
M
y x
I I
o =

A questa distribuzione si associano le seguenti componenti non nulle di E:
( )
,
x y x y x y
y x y x c k k c c v k k = = =

Queste descrivono una dilatazione (o contrazione) delle fibre longitudinali, funzione della distanza
dallasse neutro, e una corrispondente contrazione (o dilatazione) delle fibre trasversali.


6
- Estensione e flessione uniformi:
Il solido di De Saint Venant soggetto simultaneamente ad estensione e flessione uniformi. Questo
problema una combinazione (sovrapposizione degli effetti) dei problemi di estensione e flessione.
Lo stato di deformazione fornito da:

G x y
y x c c k k = +

Il campo di tensione descritto dalla formula trinomia di Navier:
x
y
x y
M
M N
y x
A I I
o = +

Essa esprime lo stato tensionale come somma degli effetti di una estensione uniforme e due flessioni
rette.







7
ESERCIZIO N1. TENSIONI NORMALI NEL PROFILO - IPE

Data la sezione dellesercizio G1 (in figura) determinare:
1) i momenti di inerzia I
x0
, I
y0
, I
x0y0
;
2) lo stato di sollecitazione e lequazione dellasse neutro;
3) diagrammare landamento delle tensioni normali e calcolare le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
,
nei seguenti casi:
- N baricentrico (estensione uniforme);
- N eccentrico rispetto allasse x (flessione uniforme);
- N eccentrico rispetto ad entrambi gli assi principali di inerzia (flessione deviata).

Siano:
1
2
200 mm
100 mm
5, 6 mm
8, 5 mm
h
b
s
s
=
=
=
=

8
N baricentrico
2
100 kN (di trazione)
206000 N/mm
N
E
=
=


1)
Le caratteristiche geometriche della sezione sono (es. G1):
2
4
I x0
4
II y0
2724, 80 mm ;
0;
I I 18455902, 27 mm ;
I I 1419344, 81 mm .
A

=
=
=
=



9
2)
Lo stato di sollecitazione :
3
x0
y0
100 10 N ;
0 N mm;
0 N mm.
N
M
M
=
=
=

Lasse neutro si trova in una posizione infinitamente lontana dalla sezione.
3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. Esso costante e vale:

2
36, 7 N/mm .
N
A
o = =

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
assumono i seguenti valori:
4
1
1
1, 78 10 ;
0 mm ;
0 mm .
G
x
y
N
EA
c
k
k

= =
=
=









10
N eccentrico rispetto allasse x
2
100 kN (di trazione)
206000 N/mm
80 mm
C
N
E
y
=
=
=

2)
Lo stato di sollecitazione :
3
6
x0
y0
100 10 N ;
8 10 N mm;
0 N mm.
C
N
M N y
M
=
= =
=

Equazione asse neutro:
x0
x0
84, 67 mm.
I N
y
A M
= =

11
3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. Esso, nelle zone pi sollecitate, vale:

( )
2 x0
sup
x0
2 x0
inf
x0
100 80, 04 N/mm ;
100 6, 65 N/mm .
M N
A I
M N
A I
o
o
= + =
= + =

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
assumono i seguenti valori:
4
6 1 x0
x0
1
1, 78 10 ;
2,1 10 mm ;
0 mm .
G
x
y
N
EA
M
EI
c
k
k

= =
= =
=











12
N eccentrico rispetto ad entrambi gli assi principali di inerzia
2
100 kN (di trazione)
206000 N/mm
50 mm
100 mm
C
C
N
E
x
y
=
=
=
=
2)
Lo stato di sollecitazione :
3
6
x0
6
y0
100 10 N ;
8 10 N mm;
5 10 N mm.
C
C
N
M N y
M N x
=
= =
= =

13
Equazione asse neutro:
3, 52 0, 54 36, 7 0;
0 67, 73 mm;
0 10, 42 mm.
n
n
x y
x y
y x
+ + =
= =
= =

3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. In corrispondenza dei punti pi sollecitati P
1
e P
2
esso vale:

( ) ( )
( )
( )
1 2
2
1
2
2
: 50;100 : 50; 100
267 N/mm ;
193 N/mm .
P P
P
P
o
o

=
=

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
assumono i seguenti valori:
4
6 1
x0
x0
y0 5 1
y0
1, 78 10 ;
2, 63 10 mm ;
1, 71 10 mm .
G
x
y
N
EA
M
EI
M
EI
c
k
k



= =
= =
= =


14
ESERCIZIO N2. TENSIONI NORMALI NEL PROFILO - T

Data la sezione dellesercizio G2 (in figura) determinare:
1) i momenti di inerzia I
x0
, I
y0
, I
x0y0
;
2) lo stato di sollecitazione e lequazione dellasse neutro;
3) diagrammare landamento delle tensioni normali e calcolare le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
.

Siano:
1
2
100 mm
80 mm
6 mm
8 mm
h
b
s
s
=
=
=
=


15
7
2
10 N mm
206000 N/mm
m
E
=
=

1)
Le caratteristiche geometriche della sezione sono (es. G2):
2
4
I x0
4
II y0
1192 mm ;
0;
I I 1133696, 93 mm ;
I I 342989, 33 mm .
A

=
=
=
=

2)
Lo stato di sollecitazione :
16
6
x0
6
y0
cos 8, 66 10 N mm;
6
sin 5 10 N mm.
6
M m
M m
t
t
| |
= =
|
\ .
| |
= =
|
\ .

Equazione asse neutro:
y0
x0
y0 x0
14, 57 7, 64 0;
I
arctan 62, 34
I
x y
M
M
0
+ =
| |
= =
|
|
\ .

3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. In corrispondenza dei punti pi sollecitati P
1
e P
2
esso vale:

( ) ( )
( )
( )
1 2
2
1
2
2
: 40; 27,15 : 3; 72,15
790, 54 N/mm ;
600, 2 N/mm .
P P
P
P
o
o

=
=

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
, assumono i seguenti valori:
5 1 x0
x0
y0 5 1
y0
0;
3, 7 10 mm ;
7,1 10 mm .
G
x
y
N
EA
M
EI
M
EI
c
k
k


= =
= =
= =

17
ESERCIZIO N3. TENSIONI NORMALI NEL PROFILO - L

Data la sezione dellesercizio G3 (in figura) determinare:
1) i momenti di inerzia I
I
, I
II
;
2) lo stato di sollecitazione e lequazione dellasse neutro;
3) diagrammare landamento delle tensioni normali e calcolare le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
.

Siano:
1
2
300 mm
350 mm
50 mm
75 mm
h
b
s
s
=
=
=
=
18
8
2
10 N mm
206000 N/mm
m
E
=
=

1)
Le caratteristiche geometriche della sezione sono (es. G3):
2
4
I
4
II
36250 mm ;
40, 91 ;
I 143161640, 8 mm ;
I 520373290, 9 mm .
A

=
=
=
=

2)
Lo stato di sollecitazione :
( )
( )
7
I
7
II
cos 7, 56 10 N mm;
sin 6, 55 10 N mm.
M m
M m

= =
= =

19
Equazione asse neutro:
I II
II I
0,126 0, 528 0;
I
arctan 13, 41
I
x y
M
M
0
+ =
| |
= =
|
\ .

3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. In corrispondenza dei punti pi sollecitati P
1
e P
2
(le cui
coordinate sono espresse nel sistema di riferimento I, II), esso vale:

( ) ( )
( )
( )
1 2
2
1
2
2
: 151,11;130, 28 : 11, 32; 145, 56
87, 8 N/mm ;
75, 41 N/mm .
P P
P
P
o
o

=
=

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
assumono i seguenti valori:
6 1
x0
x0
y0 7 1
y0
0;
2, 6 10 mm ;
6,1 10 mm .
G
x
y
N
EA
M
EI
M
EI
c
k
k


= =
= =
= =

20
ESERCIZIO N4

Data la sezione in figura determinare:
1) i momenti di inerzia I
I
, I
II
;
2) lo stato di sollecitazione e lequazione dellasse neutro;
3) diagrammare landamento delle tensioni normali e calcolare le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
.
Siano:
380 mm
90 mm
80 mm
20 mm
a
b
c
s
=
=
=
=
21

2
70 kN (di compressione)
206000 N/mm
N
E
=
=

1)
Le caratteristiche geometriche della sezione sono:
2
4
I
4
II
22000 mm ;
45 ;
140,18 mm;
140,18 mm;
84, 59 mm;
282, 84 mm;
I 671773333.34 mm ;
I 216651878.78 mm .
G
G
C
C
A
x
y
x
y

=
=
=
=
=
=
=
=

22
2)
Lo stato di sollecitazione :
3
I
II
70 10 N ;
19799 N mm;
5922 N mm.
C
C
N
M N y
M N x
=
= =
= =

Equazione asse neutro:
3,182 0, 029 0, 027 0;
0 107, 96 mm;
0 116, 41 mm.
n
n
x y x
x y
y x
=
= =
= =

3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. In corrispondenza dei punti pi sollecitati P
1
e P
2
(le cui
coordinate sono espresse nel sistema di riferimento I, II), esso vale:

( ) ( )
( )
( )
1 2
2
1
2
2
: 84, 6; 282, 8 : 84, 6; 282, 8
13, 83 N/mm ;
2, 84 N/mm .
P P
P
P
o
o

=
=

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
assumono i seguenti valori:
6
7 1 x0
x0
y0 7 1
y0
1, 5 10 ;
1, 43 10 mm ;
1, 32 10 mm .
G
x
y
N
EA
M
EI
M
EI
c
k
k



= =
= =
= =

23
ESERCIZIO N5

Data la sezione dellesercizio in figura determinare:
1) i momenti di inerzia I
x0
, I
y0
, I
x0y0
;
2) lo stato di sollecitazione e lequazione dellasse neutro;
3) diagrammare landamento delle tensioni normali e calcolare le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
.

Siano:
200 mm
20 mm
20 mm
a
b
s
=
=
=




24

2
50 kN (di compressione)
206000 N/mm
N
E
=
=






25
1)
Le caratteristiche geometriche della sezione sono:
2
4
I x0
4
II y0
39600 mm ;
0;
0 mm;
111.01 mm;
410 mm;
1.01 mm;
I I 219679595,96 mm ;
I I 2610920000 mm .
G
G
C
C
A
x
y
x
y

=
=
=
=
=
=
=
=

2)
Lo stato di sollecitazione :
( )
( )
3
x0
5
y0
50 10 N ;
50000 N mm;
205 10 N mm.
C
C
N
M N y
M N x
=
= =
= =

Equazione asse neutro:
4 3
1, 263 2, 3 10 7, 8 10 0;
0 5492, 5 mm;
0 160, 81 mm.
n
n
y x
x y
y x

+ + =
= =
= =

26
Lasse neutro pressoch verticale. Lo stato di tensione pu essere considerato un caso di flessione retta.
3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. In corrispondenza dei punti pi sollecitati P
1
e P
2
esso vale:
( ) ( )
( )
( )
1 2
2
1
2
2
: 410; 0 : 410; 0
4, 48 N/mm ;
1, 96 N/mm .
P P
P
P
o
o

=
=

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
assumono i seguenti valori:
6
9 1
x0
x0
y0 8 1
y0
6,13 10 ;
1,12 10 mm ;
3, 81 10 mm .
G
x
y
N
EA
M
EI
M
EI
c
k
k



= =
= =
= =









27
ESERCIZIO N6

Data la sezione in figura determinare:
1) i momenti di inerzia I
x0
, I
y0
, I
x0y0
;
2) lo stato di sollecitazione e lequazione dellasse neutro;
3) diagrammare landamento delle tensioni normali e calcolare le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
.

Siano:
200 mm
300 mm
10 mm
a
b
s
=
=
=


28

2
10 kN (di compressione)
206000 N/mm
N
E
=
=


29
1)
Le caratteristiche geometriche della sezione sono:
2
4
I x0
4
II y0
33800 mm ;
0;
0 mm;
154, 92 mm;
205 mm;
355, 08 mm;
I I 1177628942.9 mm ;
I I 1939281666.7 mm .
G
G
C
C
A
x
y
x
y

=
=
=
=
=
=
=
=

2)
Lo stato di sollecitazione :
( )
( )
3
6
x0
6
y0
10 10 N ;
3, 55 10 N mm;
2, 05 10 N mm.
C
C
N
M N y
M N x
=
= =
= =

Equazione asse neutro:
3 3
0, 296 3, 01 10 10 0;
0 98,12 mm;
0 279, 88 mm.
n
n
y x
x y
y x

=
= =
= =

30
3)
Il diagramma delle tensioni normali rappresentato in figura. In corrispondenza dei punti pi sollecitati P
1
e P
2
esso vale:

( ) ( )
( )
( )
1 2
2
1
2
2
: 405; 154, 92 : 205; 360, 08
0, 6 N/mm ;
1, 6 N/mm .
P P
P
P
o
o

=
=

Inoltre, le grandezze di deformazione
, ,
G x y
c k k
assumono i seguenti valori:
6
8 1
x0
x0
y0 9 1
y0
1, 43 10 ;
1, 46 10 mm ;
5,13 10 mm .
G
x
y
N
EA
M
EI
M
EI
c
k
k



= =
= =
= =