Sei sulla pagina 1di 12

Diocesi di Citt di Castello

Fo glio
Settembre 2012

di

collegamento
Anno IV

Numero 34

IL CASO SERIO DELLA FEDE DEL


"Uomo di poca fede, perch hai dubitato?" (Mt 14,31)
A pensarci bene, proprio vero che la fede "il caso serio della vita". Lo dice a chiare note Ges che varie volte rimprovera i suoi di avere "poca fede" e di dare spazio alla paura e al dubbio. A Pietro che sta affondando, Ges tende la mano, lo afferra, lo guarda, lo rimette in piedi sulle onde e gli dice: "Uomo di poca fede, perch hai dubitato? (Mt 14,31). Chi non si ritrova nei panni di Pietro? Papa Benedetto sostiene che "la questione della fede la sfida pastorale prioritaria" perch "il nocciolo della crisi in Europa la crisi della fede". Ed ancora: I discepoli di Cristo sono chiamati a far rinascere in se stessi e negli altri la nostalgia di Dio e la gioia di viverlo e di testimoniarlo, a partire dalla domanda sempre molto personale: perch credo? Occorre rendere fecondo il dialogo tra cristianesimo e cultura moderna, far riscoprire la bellezza e lattualit della fede come orientamento costante, anche delle scelte pi semplici. Ci conduce allunit profonda della persona rendendola giusta, operosa, benefica, buona. Si tratta di ravvivare una fede che fondi un nuovo umanesimo capace di generare culture e impegno sociale. Del resto ciascuno di noi, credente e non (in ognuno di noi vi fede e incredulit), avverte che, con o senza fede, con molta o poca fede, le cose cambiano. Per questo, come vescovo di questa amata diocesi, che ha offerto nei secoli una lunga e significativa testimonianza di fede, riscontrabile in molteplici espressioni che ne hanno segnato la storia (non solo ecclesiale), ho deciso che il grande evento dell'Assemblea ecclesiale 2012 avesse come tema: "Il caso serio della fede. Invito fortemente ad una larga e attiva partecipazione per accogliere l'azione dello Spirito che ci spinge "ad avanzare senza indugi per la via della fede viva, la quale accende la speranza e opera per mezzo della carit" (LG, n 41). Alcune circostanze rendono ancor pi doverosa e ricca la nostra riflessione. Il 50 del Concilio Vaticano II, la grazia pi grande di Dio alla sua Chiesa in questo tempo. Il carattere pastorale, lo stile positivo e profetico, i contenuti offerti specialmente nelle quattro Costituzioni, hanno ancora da insegnarci qualcosa. Il 20 del Catechismo della Chiesa Cattolica, "testo di riferimento sicuro e autentico per l'insegnamento della dottrina cattolica (Giovanni Paolo II, Introduzione) ci interroga sulla nostra responsabilit di accogliere e proporre la verit cristiana nella sua interezza in un linguaggio comprensibile.
1

La Lettera apostolica "Porta fidei con la quale Papa Benedetto XVI indice l'Anno della fede un testo che merita di essere letto e meditato (troverete un'introduzione in questo numero). Il Sinodo dei vescovi tratter il tema: "La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana". Tutto questo costituisce un'opportunit che la nostra Chiesa tifernate vuol cogliere in modo attento e responsabile. A partire dall'Assemblea ecclesiale, dalle Linee pastorali che offrir, ognuno faccia tesoro dei testi che la Chiesa ci offre, in primo luogo della Parola di Dio, per alimentare la fede viva che accende la speranza e si esprime nella carit. Fratelli e sorelle, davvero la fede viva fa la differenza nella nostra vita? Ges dice anche noi: "Tutto possibile per chi crede". E noi vogliamo rispondere con tutta sincerit e fiducia: "Credo; aiuta la mia incredulit (Mc 9,23-24). Celebrando la solennit dell'Assunta nel santuario di Canoscio (stupendamente restaurato), e la festa della nostra patrona nel santuario della Madonna delle Grazie, ci siamo riaffidati a Maria, madre di Ges e madre nostra. Abbiamo vissuto momenti di intensa e gioiosa partecipazione. Il Signore, per intercessione di Maria e dei santi, benedica la nostra Assemblea, il nuovo anno pastorale e tutti noi!

Domenico Cancian f.a.m. Vescovo

il vescovo informa

Iniziamo l'Anno pastorale, l'Anno della fede, con la nostra Assemblea ecclesiale: 13-14 settembre a Santa Veronica La Tina. Sono gi predisposti manifesti, inviti, depliant, tutto quello che dovrebbe favorire una larga e fruttuosa partecipazione. Chiedo a tutti, in modo particolare alle comunit religiose e parrocchiali una preghiera, convinti che abbiamo bisogno della grazia del Signore per vivere insieme un'esperienza di fede, accogliendo le tante "provocazioni" da mettere a frutto. Partecipiamo e favoriamo la partecipazione attiva e gioiosa! L'8-9 settembre avr luogo l'evento "Famiglie in festa" che quest'anno si abbina con Stracastello (potete vedere il programma). Sono manifestazioni curate dall'Ufficio pastorale familiare che ha coinvolto la Pastorale giovanile. Ci sono momenti ricreativi, formativi e religiosi che hanno come protagonisti le famiglie, i giovani e tutta la gente che desidera condividere un'esperienza bella. Ringrazio di cuore coloro che hanno tanto lavorato (gratuitamente!) per realizzare questa festa e raccomando la partecipazione. Con molto piacere presieder la concelebrazione eucaristica in piazza Matteotti domenica 8 settembre ore 18:00. Ai sacerdoti e ai diaconi ricordo vivamente che il primo ritiro spirituale dell'anno pastorale avr luogo il 19 settembre ore 9.30 -13.30 in Seminario. Molto interessante il Convegno catechistico regionale. Facciamo in modo che vi partecipino i catechisti: un dovere nei confronti di chi generosamente aiuta le nostre comunit nell'educare alla vita buona del Vangelo. Chiedo in modo particolare ai parroci di favorire e sostenere la loro partecipazione a tale Convegno che avr luogo ad Assisi il 29-30 settembre (vedi programma). Alcune informazioni che ho gi anticipato nel Consiglio presbiterale del 24 agosto, le potete leggere nel verbale riportato in questo Foglio. In questo mese celebriamo alcuni nostri santi: Albertino da Montone, abate di Fonte Avellana e Ventura, sacerdote e martire. Ne invochiamo l'intercessione, assieme a quella dei nostri santi pastori.
2

agenda

del

mese

SETTEMBRE 2012
Mese dedicato a Maria Santissima Addolorata

SABATO
S. EGIDIO ABATE

Compleanno di Marconi don Edoardo e Bastianoni mons. Giovanni. Ordinazione sacerdotale di Piccinelli don Romano (1979). S. Albertino da Montone, abate di Fonte Avellana (memoria). - ore 11.30, Montone. Il vescovo celebra lEucarestia e amministra la Cresima nella chiesa parrocchiale nella memoria di Sant'Albertino da Montone. Dal 3 al 6 settembre il vescovo guida un corso di Esercizi spirituali per il clero di Noto. S. Ventura, sacerdote e martire, memoria - ore 11.00, Chiesa del Seminario. Mons. Giovanni Cappelli, vicario generale, presiede la concelebrazione per la festa di S.Ventura. - ore 21:00, Auditorium S.Antonio. L'incontro con l'attore Pietro Sarubbi, autore del libro Da Barabba a Ges - Convertito da uno sguardo. Parteciper all'evento e porger il suo saluto il vescovo. - ore 21:00, Trestina. Il vescovo propone la riflessione su: Passione educativa ed Eucarestia all'UP di Trestina. Ordinazione sacerdotale di Vichi mons. Adolfo (1968) e di Lepri mons. Giancarlo (1975). 8-9 settembre. Teatro degli Illuminati. XXVI Convegno Nazionale di Studi laltrapagina: Lesperienza umana e lenigma del male (vedi il programma). - ore 10.30, Scalocchio. Santa messa celebrata dal vescovo in occasione dell'apertura al culto dell'abbazia di San Benedetto di Scalocchio. Stracastello & Famiglie in festa (vedi il programma). - ore 21.00, Piazza Matteotti. Famiglie in festa: testimonianze e One Way in concerto. Ann. della morte di Barzotti mons. Fernando (2001).

DOMENICA
S. ELPIDIO VESCOVO

5 6 7

MERCOLEDI' MERCOLEDI'
S. VITTORINO VESCOVO

GIOVEDI'
S. PETRONIO, S. UMBERTO

VENERDI'
S. REGINA

SABATO
NATIV. B.V. MARIA

9 11 13 14 15

DOMENICA

Onomastico di Susi mons. Sergio e Puletti diac. Sergio. S. SERGIO PAPA, S. GORGONIO - ore 18.00, Piazza Matteotti. Stracastello & Famiglie in festa. Santa Messa del Vescovo con le famiglie della diocesi.
S. DIOMEDE MARTIRE

MARTEDI'

Ann. della morte di Aluigi mons. Giovanni (2003).

GIOVEDI'

-ore 18,00-22,30. Chiesa S.Veronica La Tina. Assemblea Diocesana (I). Vedi il programma S. MAURILIO, S. GIOVANNI CRIS. Compleanno di Fiorucci mons. Giuseppe. -ore 18,00-22,30. Chiesa S.Veronica La Tina. Assemblea Diocesana (II). Vedi il programma - ore 17.30, Riosecco. Il vescovo celebra lEucarestia e amministra la Cresima nella chiesa parrocchiale. Ordinazione episcopale del vescovo Domenico Cancian f.a.m. (2007).
3

VENERDI'
ESALTAZ. S. CROCE

SABATO
B.V. ADDOLORATA

16

DOMENICA
S. CORNELIO E CIPRIANO

-ore 16.30, Astucci. Il vescovo parteciper alla processione per le vie del paese in occasione della festa della comunit (Madonna Addolorata). - ore 18.00, Monastero delle Benedettine. Il vescovo celebra la Santa Messa in occasione del 25 anniversario di pr ofessione religiosa di Madre Adeodata. Compleanno di Bricca mons. Lino. - ore 21.00, Centro Studi Carlo Liviero. Il vescovo partecipa ad una riunione a cui sono invitati tutti i Centri di ascolto della Diocesi, sul tema dellEmporio della solidariet San Giorgio. - ore 16.00, Vescovado. Il vescovo presiede lincontro del Consiglio IDSC. - ore 09.30, Seminario. Ritiro spirituale del clero. Tutti i sacerdoti e i diaconi sono invitati a partecipare per linizio del nuovo anno pastorale. Ordinazione sacerdotale di Gnaldi don Giovanni (1970). - ore 16.00, Vescovado. Il vescovo presiede lincontro del Consiglio CDAE. - ore 18.30, Oratorio San Crescentino in Morra. Celebrazione ecumenica del Vespro con la partecipazione di cattolici, anglicani e ortodossi. Ann. della morte di Orazi mons. Annibale (2003). - ore 18.00, Belvedere. S.Messa del vescovo nella festa di S.Pio da Pietralcina. Inizio del ministero episcopale in Diocesi del vescovo Domenico Cancian f.a.m.(2007). Onomastico di Bricca mons. Lino. - ore 10.00, Roma. Il vescovo partecipa alla Commissione Episcopale per il Clero e la Vita Consacrata della CEI. Compleanno di Vichi mons. Adolfo.

17 18 19 20 22

LUNEDI'
S. ROBERTO B.

MARTEDI'
S. SOFIA M.

MERCOLEDI'
S. GENNARO VESCOVO

GIOVEDI'
S. EUSTACHIO, S. CANDIDA

SABATO
S. MAURIZIO MARTIRE

23 24 25 26 27 28

DOMENICA 267/99
S. PIO DA PIETRELCINA

LUNEDI'
S. PACIFICO CONF.

MARTEDI'
S. AURELIA

MERCOLEDI'
SS. COSIMO E DAMIANO

Ordinazione sacerdotale di Mariucci don Francesco (2004).

GIOVEDI'
S. VINCENZO DE P.

Onomastico di Vichi mons. Adolfo

VENERDI'
S. VENCESLAO MARTIRE

Compleanno di Garreffa diacono Giuseppe.

29

Dal 29-30 settembre Assisi. Convegno Catechistico Regionale. Ogni parrocchia provveda di inviare gli interessati allimportante inSABATO contro formativo specifico (vedi il programma). SS. MICHELE, GABRIELE E RAF- - ore 11.00, Pietralunga. Il vescovo celebra lEucarestia nella festa di San Gaudenzio, patrono della parrocchia, e amministra la S. CresiFAELE ma. -ore 17.00, Collevalenza. Il vescovo presiede la Celebrazione della Santa Messa nella solennit dellAmore Misericordioso.
4

ASSEMBLEA ECCLESIALE 2012


13-14 settembre 2012 Chiesa S. Veronica a La Tina

Il caso serio della fede

Ges tese la mano a Pietro, lo afferr e gli disse: uomo di poca fede, perch hai dubitato?"
Be L'input principale per la scelta di questo tema viene dalle autorevoli e decise parole di Papa Benedetto:

"Il nocciolo della crisi in Europa la crisi della fede La quaestio fidei la sfida pastorale prioritaria I prioritaria viverdiscepoli di Cristo sono chiamati a far rinascere in se stessi e negli altri la nostalgia di Dio e la gioia di viverlo e testimoniarlo, a partire dalla domanda sempre molto personale: perch credo? ... Occorre rendere fecondo il dialogo tra cristianesimo e cultura moderna, far riscoprire la bellezza e l'attualit della fede come orienoriencristianesimo far con tamento costante, anche delle scelte pi semplici. Ci conduce all'unit profonda della persona rendendola fede giusta, operosa, benefica, buona. Si tratta di ravvivare una fede che fondi un nuovo umanesimo capace di gegenerare culture e impegno sociale" (31 dicembre 2011). di
Riferimenti che contestualizzano l'Assemblea:
Educare alla vita buona del Vangelo Ges, maestro di misericordia nell'attuale situazione socioecclesiale; 50 del Concilio Vaticano II e il 20 del Catechismo della Chiesa Cattolica; Anno della fede ("Porta fidei"); "La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana (Sinodo dei vescovi).

Per tutto questo, tenendo conto del cammino pastorale svolto fin qui, in particolare delle nuove UP, la nostra Chiesa tifernate si impegna a riscoprire la fede a livello personale e comunitario, valorizzando Parola di Dio, Liturgia, Catechesi, Carit, collegate agli ambiti di vita.

PROGRAMMA
GIOVEDI, 13 SETTEMBRE: ore 18,00: Preghiera ore 18,30: Relatore S.E. MONS. MARIO DELPINI, Vescovo ausiliare e Vicario generale della Diocesi di Milano: Provocazioni per una fede viva, lieta, attraente, incisiva e povera. VENERDI, 14 SETTEMBRE: ore 18,00: Preghiera ore 18,30: Relatore MONS. PAOLO GIULIETTI, Vicario generale della Diocesi di Perugia : Le unit pastorali a servizio della nuova evangelizzazione
6

Sabato 6 ottobre, ore 21.00 in Cattedrale:


Santa Messa per linizio dellanno pastorale con la consegna solenne, da parte del Vescovo, delle linee guida per lanno 2012/13

La porta della fede


(cf. At. 14,27) Con la Lettera apostolica intitolata "Porta fidei", Benedetto XVI ha indetto l'Anno della fede. Sarebbe cosa molto buona che tutti la potessero leggere e meditare, sia come preparazione all'Assemblea, sia per vivere bene l'Anno della fede. Diamo qui una sorta di introduzione. Il documento lo potete trovare scaricando la Internet all'indirizzo: http://www.immacolata.mc.it/approfondimenti/porta%20fidei.pdf, oppure richiederlo in Libreria Sacro Cuore. La porta l'immagine scelta da Papa Benedetto per indire l'anno della fede che inizia il prossimo 11 ottobre in occasione del 50 anniversario dell'apertura del Concilio Vaticano II. La porta consente di entrare nell'intimit familiare della casa e, in senso figurato, nello spazio segreto del cuore ("Il Signore apr il cuore di Lidia": At 16,14). Attraverso la porta possiamo uscire per compiere le nostre attivit e relazionarci con il mondo esterno. Pi volte al giorno noi entriamo e usciamo dalla porta di casa, aprendola e chiudendola. E un passaggio obbligato della nostra vita quotidiana. Ci vale anche per l'esperienza cristiana. Ges afferma: "Io sono la porta: se uno entra attraverso di me sar salvato; entrer e uscir e trover pascolo" (Gv 10,7). E l'Apocalisse con una stupenda immagine ci presenta il Signore che sta alla nostra porta e bussa: "Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verr da lui cener con lui ed egli con me" (Apc 3,20). La porta, in senso spirituale, richiama dunque il duplice e continuo movimento: quello dell'intimit amicale con il Padre per Cristo nello Spirito e quello della comunione fraterna che si apre alla missione evangelizzatrice. Richiama la bellezza e la responsabilit della fede che chiama in causa l'uomo nel rapporto con se stesso e con l'altro (Altro). La fede professata accoglie i contenuti del credo (fides quae). La fede vissuta labbandono fiducioso nelle mani del Padre misericordioso (fides qua). "Solo credendo la fede cresce e si rafforza; non c' altra possibilit per possedere certezza sulla propria vita se non abbandonarsi, in un crescendo continuo, nelle mani di un amore che si sperimenta sempre pi grande perch ha la sua origine in Dio" (Benedetto XVI, Porta fidei, n. 7). Tale esperienza fonda, sostiene e anima la vita cristiana personale ed ecclesiale, perch "la stessa professione della fede un atto personale (io credo) ed insieme comunitario (noi crediamo). E la Chiesa, infatti, il primo soggetto della fede" (n. 10). Tale fede costituisce la risposta pi radicale alla crisi epocale in atto, che in ultima analisi crisi spirituale, perdita di Dio, abbandonando l'uomo nel deserto, senza porte e finestre, senza fiori e frutti. Ecco alcune lucide affermazioni del Papa. "Il nocciolo della crisi della Chiesa in Europa la crisi della fede" (22 dicembre 2011). E ancora: "La questio fidei la sfida pastorale prioritaria I discepoli di Cristo sono chiamati a far rinascere in se stessi e negli altri la nostalgia di Dio e la gioia di viverlo e testimoniarlo, a partire dalla domanda sempre molto personale: perch credo? ... Occorre rendere fecondo il dialogo tra cristianesimo e cultura moderna, fa riscoprire la bellezza e l'attualit della fede come orientamento costante, anche delle scelte pi semplici. Ci conduce all'unit profonda della persona rendendola giusta, operosa, benefica, buona. Si tratta di ravvivare una fede che fondi un nuovo umanesimo capace di generare culture e impegno sociale" (31 dicembre 2011). Il Papa torna a ripetere con insistenza: "Siamo davanti ad una profonda crisi di fede che costituisce la pi grande sfida per la Chiesa di oggi" (27 gennaio 2012).

Con la fede viva di Abramo, di Maria e dei santi possiamo superare le derive dello scetticismo e del relativismo, della sola tecnica e del fai-da-te. La fede ci fa diventare uomini nuovi, capaci di relazioni significative, di cultura carica di senso e di speranza terrena e ultraterrena. La fede infatti si rende operosa per mezzo della carit (Gal 5, 5), perch senza le opere dellamore la fede morta (Gc 2,15). Per la fede Cristo vive in noi e lo Spirito Santo ci trasmette la vita buona di Ges, come constatiamo nei santi. Chi crede in me anchegli compir le opere che io compio e ne compir di pi grandi (Gv 14,12). Con la fede incerta del ragazzo epilettico anche noi ci rivolgiamo a Ges chiedendo: Se tu puoi qualcosa, abbi piet di noi e aiutaci. Ges disse: Se tu puoi ! tutto possibile per chi crede. Il padre del fanciullo rispose ad alta voce: Credo, aiuta la mia incredulit ! e Ges guar il ragazzo (cf. Lc 9, 22-24). Ges spesso rimprovera i suoi di avere poca fede, dando spazio alla paura. Ricordando che la fede "l'opera di Dio" in noi (cf Gv 6,29) e quindi principalmente dono suo, la chiediamo umilmente ogni giorno, impegnandoci a custodirla e a farla maturare. O Maria, donna beata perch hai creduto, insegnaci a credere e ad amare come te. Aiutaci a far spazio al silenzio, alla preghiera, alla Parola, alla fede che porta alla vita nuova i cui frutti sono le opere di amore e di misericordia ! Benedici la nostra Assemblea! Domenico Cancian f.a.m.

consiglio

Presbiterale

Consiglio Presbiterale del 24 agosto 2012


Il 24 agosto presso la parrocchia di Lama si riunito il Consiglio Presbiterale della diocesi sotto la presidenza del Vescovo diocesano, mons. Domenico Cancian, presenti don Giovanni Cappelli (vicario generale della diocesi); don Salvatore Luchetti (direttore dellufficio catechistico); don Vinicio Zambri (zona sud); don Paolino Trani (caritas); don Giancarlo Lepri (zona urbana); don Francesco Mariucci (zona nord); padre Francesco Santinelli (rappresentante dei religiosi), don Antonio Rossi. Risultano assenti per impegni pastorali: don Livio Tacchini, don Paolo Martinelli. Dopo la recita dellora media, si passati alla discussione dellordine del giorno. 1. Tenendo conto delle indicazioni emerse dallAssemblea di verifica (12.6.2012) e dellincontro con i vicari di zona, i moderatori delle UP ed il CPD (27.6.2012), si invita a dare suggerimenti per una fruttuosa celebrazione dellassemblea diocesana gi programmata per il 13-14 settembre p.v. nella chiesa di Santa Veronica a La Tina. Il Vescovo presenta la sintesi del lavoro fin qui svolto per preparare lassemblea diocesana. Il tema ruoter attorno alleventuale tema: Fede ricevuta celebrata vissuta testimoniata. Ai presenti viene consegnata una cartella con il programma dellassemblea diocesana (13-14 settembre, chiesa di Santa Veronica a La Tina; 6 ottobre, ore 21, in Cattedrale, consegna delle linee pastorali per lanno pastorale 2012-2013), con lo schema delle relazioni di mons. Mario Delpini e don Paolo Giulietti, tracce per i gruppi di studio. Don Vinicio Zambri ricorda che si era prevista una fase preparatoria nelle zone pastorali, forse bisognerebbe trovare il tempo per un incontro almeno nelle UP. Don Paolino Trani vede pi importante una provocazione sulle nostre difficolt a credere e a credere insieme. Dobbiamo essere aperti a valutare la pratica cristiana. La crisi della fede crisi di spiritualit, di profondit, di orizzonte che dia ampio respiro alla vita. Don Antonio Rossi invita a riflettere su come viviamo la dimensione profetica della chiesa, lasciandoci interpellare dalla Parola di Dio e dalla vita. I profeti del Ges sapevano proporre segni provocatori. Padre Francesco Santinelli pensa ad un titolo che faccia riferimento allapprofondimento di questa dimensione provocatoria e profetica della fede. Un titolo come quello ipotizzato pu partire dal dato di fatto che noi abbiamo gi la fede.
8

Segue la discussione sulla modalit di svolgimento dellassemblea. Si vede necessario un incontro previo nelle UP per invitare e coinvolgere alla partecipazione all'assemblea. Se ne faranno carico i moderatori. Si fa presente che ancora da superare il clericalismo. In varie parrocchie non funzionano ancora effettivamente gli organismi di partecipazione ecclesiale, come il Consiglio pastorale (che dovrebbe esserci anche a livello di UP) e il Consiglio affari economici. Don Paolino Trani chiede che Pierluigi Bruschi presenti in Assemblea l'Emporio della solidariet che potrebbe diventare uno dei segni del prossimo anno pastorale. Il vescovo propone anche un altro segno: il pellegrinaggio diocesano in Terra Santa, dopo Natale. Il Consiglio d'accordo in linea di massima. 2. Informazioni del Vescovo e dialogo fraterno. Don Andrea Czortek non sar pi il vicerettore del Seminario regionale e riprender a tempo pieno il suo servizio in diocesi come parroco e come direttore dell'Ufficio cultura e comunicazioni sociali. Lassistenza spirituale ai tanti rumeni in diocesi potrebbe essere fornita da un prete rumeno che verrebbe messo a disposizione dalla diocesi di Iasi alla nostra diocesi. Si sta formalizzando la convenzione. Per un inserimento graduale nella pastorale diocesana, all'inizio prender alloggio presso la parrocchia di San Secondo. Don Loris Giacchi, che ha problemi di salute e, al momento, alloggiato nella propria abitazione dove una persona si prende cura di lui, aspetta con piacere le nostre visite. Don Fabio Radicchi quest'anno si render disponibile per servizi pastorali richiesti dal vescovo e da Don Tonino Rossi. Famiglie in festa. Questanno sar realizzata in collaborazione con la festa popolare Stracastello: 6 settembre incontro con Andrea Sarubbi; 8 settembre, ore 21, piazza Matteotti, testimonianza di Zelinda Elmi, don Marco Pozza, Giacomo Sintini; segue il Concerto One way. Domenica mattina la Stracastello; ore 13 pranzo pic nic Ansa del Tevere; ore 16: Gruppi di gioco dei partecipanti; ore 18 santa messa in piazza Matteotti. La riunione si conclude alle ore 12.30. Segue il pranzo insieme. Don Francesco Mariucci, segretario dagli uffici d i curia

U f f i ci o P A S T O R A LE F A M I LI A R E

Con gioia invitiamo tutti a partecipare alla 4 edizione di famiglie in festa 2012. Quest'anno abbiamo avuto l'opportunit di collaborare con gli organizzatori della Stracastello e la Pastorale Giovanile oltre che con il Centro Sportivo Italiano (CSI), l'Oratorio Don Bosco, gli Scouts e gli animatori della Parrocchia Madonna del Latte. L'apporto generoso e qualificativo di tanti volontari aiuter a realizzare un evento stile familiare-popolare che, speriamo gradito e partecipato, favorendo la gioiosa comunione. Sabato 8 alle ore 21.00 in Piazza Matteotti assisteremo al concerto One Way aperto dagli interventi di Don Marco Pozza, la Sig.ra Zelinda Elmi, la Fam. Mancini (nostra ambasciatrice al VII Incontro Mondiale della Famiglia a Milano) e una coppia dell'associazione "Retrouvaille", che aiuta le famiglie in difficolt. Domenica dalle ore 09.00 in Piazza Gabriotti si apriranno le iscrizioni per la Stracastello che quest'anno preveder anche la premiazione per la famiglia prima arrivata. Alle ore 13.00, pranzo insieme al parco dell'Ansa del Tevere e alle ore 15.00, iscrizioni per i giochi all'interno della Citt. Alle ore 18.00, S Messa in Piazza presieduta dal S.E.Domenico Cancian. Vi aspettiamo numerosi. Per info: Irene Bistarelli 3285905639; Alessandro Marconi 3356085354.
9

10

Stracastello 2012
Gioved 6 settembre: ore 21,00. Auditorium SantAntonio: Incontro con Pietro Sarubbi, autore del libro Da Barabba a Ges. Convertito da uno sguardo Sabato 8 settembre: ore 21,00. P. Matteotti: Le famiglie in festa si raccontano. One Way in concerto.

Domenica 9 settembre: ore 9,45. P.Gabriotti: schieramento dei partecipanti alla 31 Stracastello
(Partenza da corso Cavour)

ore 15,00. Parco ansa del Tevere: Famiglie in gioco ore 18,00. P. Matteotti: Santa Messa celebrata da S.E. mons. Domenico Cancian.

XXVI Convegno Nazionale di Studi l'altrapagina

L'esperienza umana e l'enigma del male


Teatro degli Illuminati - Citt di Castello 8 -9 Settembre 2012
Il tema del male ricorrente nella storia umana per la semplice ragione che tutte le persone in un modo o nell'altro, sia individualmente che collettivamente, ne fanno esperienza. Il secolo appena trascorso ha vissuto terribili appuntamenti con il male attraverso due conflitti mondiali, Auschwitz, totalitarismi e genocidi di ogni genere. L'ombra del male che si allunga sulla storia non cessa di interrogarci come esseri pensanti per coglierne la natura e scandagliarne la profondit. Uno sguardo pi lucido sulla sua presenza pervasiva potrebbe forse aiutarci a scoprire che il male la degenerazione delle nostre relazioni fondamentali e la mancata formazione della nostra umanit. La presenza del male pone ai credenti il problema della sua convivenza col mistero di Dio, concepito come bont radicale e anti-male, e impone, probabilmente, la correzione di un'immagine di Dio troppo antropomorfa. Ad ogni modo tutti gli esseri umani devono affrontare la sfida del male, evitando di nutrirlo e sostenerlo, cercando piuttosto di trasformarlo perch non distrugga la vita e le relazioni. Un compito che richiede da ogni persona una lucida critica del male e un'appassionata adesione al bene, in un tempo in cui la distinzione tra queste due polarit sembra molto appannata.

Sabato 8 Settembre 2012


Ore 09,00 inizio dei lavori, introduzione di Achille Rossi; 09,30 relazione di gnes Heller 11,00 dibattito; 13,00 sospensione lavori, pausa pranzo 15,30 relazione di Andres Torres Queiruga; 17,00 dibattito 21,00 Proiezione del film: Turoldo - Balducci: Oltre l'ombra dei profeti.

Domenica 9 Settembre 2012


Ore 09,00 ripresa dei lavori, introduzione di Achille Rossi 09,30 relazione di Roberto Mancini 11,00 dibattito

11

U f f i ci o C at e chi s t i co

Sabato 29 e domenica 30 settembre 2012, ad Assisi (Sala convegni della Domus Pacis e Teatri Lyrick di S. Maria degli Angeli), si terr il Convegno catechistico regionale, organizzato dalla Conferenza episcopale umbra per mezzo dalla Commissione regionale per la catechesi guidata dallarcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, della quale responsabile don Luca Delunghi dellarcidiocesi di Perugia-Citt della Pieve. Il tema della due giorni : "Vi ho detto questo cose perch la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena" (Gv, 15,11). I catechisti sono chiamati allascolto per rendere testimonianza di una gioia piena e traboccante. Ecco il programma:

Don Salvatore Luchetti, responsabile Ufficio Catechistico


12