Sei sulla pagina 1di 3

ANIMA FRAGILE

Vedere la terra dallo spazio è una cosa fantastica,


mi avvicino sempre più... tra non molto ci sarà una nuova nascita ed io devo
esser pronto per dare vita alla vita stessa.

Sono molto emozionato, mi hanno parlato in tanti di questo pianeta


meraviglioso, un vero gioiellino che brilla nell'immensità dello spazio...

Per me qui è la prima esperienza e sono sicuro che sarà davvero un'avventura
fantastica e potrò esprimersi al meglio sotto ogni aspetto della mia coscienza
divina.

Sto perdendo i sensi, mi sento risucchiare da una grande luce,


una forza maestosa mi sta prendendo, è tanto che non ricordavo una cosa simile..

E' magnifico! ... è sempre tutto più forte ... più forte ...

... ... ... ... ... ...


... ... ... ... ... ...
... ... ... ... ... ...

uahhhh!!! ... uahhhh!!! ... uahhhh!!!

Il bambino piange, il chirurgo sta mostrando alla madre il nascituro,


un bimbo bellissimo, con degli occhioni così azzurri che ci si può specchiare.

I genitori non stanno fermi dall'emozione e ridono di gioia, mentre lui si dibatte a
ritmo frenetico, è una famiglia molto povera di un piccolissimo quartiere, ma era
tanto che desideravano il loro tanto atteso figlio e finalmente è arrivato.

Il bambino osserva i genitori che lo aiuteranno a crescere, ora non ricorderà nulla
del suo passato e la sua vera identità, ora fa parte di questo mondo, di questa
società, di queste credenze.

Passano i mesi... e il bambino sa com’è fatto Dio, ma arriva in un mondo che fa di


tutto per farglielo dimenticare il più in fretta possibile... perchè i valori sono
oramai svaniti in tutta la sfera azzurra.

Passano anche gli anni, ma la vita di questo ragazzo non è stata delle più
fortunate.Purtroppo ha perso il padre pochi mesi dopo la nascita, la madre lo ha
abbandonato dopo una grave malattia nella fase adolescenziale... e così la povera
anima deve far presto i conti con la società, arrangiarsi e diventare uomo prima
del tempo.
Una vita difficile sotto ogni aspetto... la mancanza di affetto e la povertà per
mancanza di lavoro l'hanno portato ad uno stato davvero pessimo, quasi
irriconoscibile per chi lo aveva conosciuto alla tenera età, mentre correva nei prati
con quella spensieratezza di ogni giovane fanciullo.

I suoi pensieri si fanno sempre più torbidi, la voglia di farla finita prende il
sopravvento...tanti sono i pianti fatti nella sua piccola stanza. Le ossa cominciano
ad essere sempre più visibili per la difficoltà nel procurarsi del cibo e per il forte
stress subito.

Alcuni hanno voluto aiutarlo... ma lui è un'anima fragile e ha rifiutato qualsiasi


invito nell'essere aiutato, proprio perchè si è sempre sentito di peso in questa
società..

E' nel suo triste passato sono tante le volte in cui è stato umiliato, beffeggiato e
anche menato dalle piccole gang di quartiere...
e quando i pensieri scorrono in queste giovani anime e queste sono le esperienze
vissute... è difficile farle resistere.

Credeva che la vita fosse per essere felici, che non ci sarebbe stata distinzione di
razza, di religione e di potere. Che ognuno lavorasse per il bene comune e che
tutti fossero di pari diritti ed eguaglianza...

ma forse questi suoi pensieri erano frammenti che venivano da luoghi in cui lui
aveva vissuto in altre ere, pianeti più evoluti, dove la vita veniva vista come una
cosa sacra e speciale... mentre qui, dove lui è ora, tutto questo ha un aspetto
diverso: omicidi, furti, malattie, disastri ambientali, insomma ogni sorta di
atrocità sull'uomo e su questo meraviglioso pianeta, che oggi sembra urlare di
dolore, ma in sordina per chi lo abita.

Le sue lacrime scorrono su quel piccolo viso segnato da rabbia e da confusione,


ha deciso di farla finita per sempre e proprio nel momento in cui annoda la corda
attorno al suo piccolo collo, urla a DIO il perché di tutto questo..

… proprio in quel momento una piccola ma soave voce echeggia dalla stanza e
dice:

“ Cara e dolce anima, non distruggere la vita che io tanto amorevolmente ti ho


dato, se lo farai rimpiangerai il tuo gesto, passerai molte ere vagando negli spazi
più bui, ricorda che non sarò io a giudicare, ma sarete voi stessi responsabili delle
vostre azioni. Tu sei un’anima immortale, ciò che vivi ora è frutto delle tue scelte,
degli ostacoli che tu stesso hai scelto e anche per riparare alcuni errori fatti nelle
precedenti vite, ma che ora non ricordi. Non piangere più, sappi che la tua
famiglia è sempre stata vicino a te, anche se non la vedevi, tanto hanno pregato
affinché tu avessi la forza di resistere, ma hai ascoltato le voci del male, che ti
hanno traviato e ti hanno fatto vedere la vita più brutta di quanto possa sembrare
essere. Tutto ciò che ti circonda fa parte di un piano divino, abbi fede e tieni
sempre un rosario assieme a te, recitalo quando non saprai che voci ascoltare, lui
ti indicherà la via e la forza necessaria per alzarti. Un giorno verrai a ME. Ora,
cara mia anima fragile, io ti asciugherò le ferite, ricorda che io amo tutte voi
incondizionatamente, rispetto il vostro libero arbitrio e vi onoro, siete le belle
luminose anime che tanto Amo. Noi non siamo separati come vi vogliono far
credere, ma siamo UNO e nell’UNO più glorioso ritornerete quando la lezione di
nome VITA, sarà terminata in questo piano."

Alle parole di DIO, l’anima aveva trovato la forza sublime che tanto cercava,
l’amore incondizionato per tutto ciò che ci circonda, che siamo e che viviamo..

Fu così che questa anima, si spense dolcemente nel sonno, solo cinquantanni più
in là di questa esperienza che aveva vissuto... aveva 83 anni ed è morto con il
sorriso di chi ha ritrovato la luce grazie alla sofferenza.

***

Rivedere la terra dallo spazio è una cosa fantastica, ma questa volta dovrò
superare un’altra lezione di vita, ora mi dirigerò verso Marte..
mi avvicino sempre più...

Tra non molto ci sarà una nuova nascita ed io devo esser pronto
per dare vita alla vita stessa..

E fu così che la nostra anima fragile, continuò il suo ciclo nel rendere conosciuto
lo sconosciuto.

uahhhh!!! ... uahhhh!!! ... uahhhh!!!

COPYRIGHT @ WWW.MENPHIS75.COM

TUTTI I DIRITTI RISERVATI, E’ VIETATA LA COPIA E LA DIFFUSIONE SENZA


ESPLICITO CONSENSO DELL’AUTORE.