Sei sulla pagina 1di 4

DAL MICROCOSMO ALL’EVOLUZIONE UMANA

Nella vita ci limitiamo spesso ad osservare ciò che ci circonda, dimenticando che
esiste anche un regno molto più piccolo, un mondo in cui operosamente vivono
tante forme di vita ed ognuna di esse, secondo il ciclo di madre natura, vive nei
propri ruoli ed istinti.

Ci sarebbe da dire tantissimo su questo tema paragonando certe specie, ma mi


soffermerò ad elencarne solo alcune.

- Le formiche, ad esempio, sono molto laboriose, con un'organizzazione perfetta:


esse trasportano briciole e insetti spesso più grandi di loro. Li portano nei propri
formicai per il rifornimento di viveri, visto che l'inverno oramai è alle porte.
Hanno una forza ed una capacità che lascia senza fiato, se si osservano
attentamente. La regina, infine, ha un ruolo importante per la sopravvivenza
delle operaie.

Diversamente, nella nostra vita, ci sono molte persone laboriose che non
guardano a vizi, la cui vita ogni giorno è piena di sacrifici, ma non sono ripagate
secondo gli sforzi e le prestazioni svolte, facendo addirittura una fatica immensa
ad arrivare alla fine del mese. Questo perché la classe politica sanguisuga,
proprio come il formichiere, è manipolata anch’essa da qualcuno più potente di
loro, dominata dalla più spregevole avarizia che la spinge a mangiare tutto
quanto. I politici spesso promulgano delle leggi che sono studiate apposta per
incatenarti in quell'effimera illusione.

Anziché lavorare in gruppo per il bene comune della società, essi vivono sulle
fatiche altrui ed i tempi che verranno non preludono di certo a miglioramenti,
vista la crisi ed il degrado familiare sempre più gravi, per non parlare della
criminalità e del terrorismo che è sempre organizzato da questi illustri
personaggi.

Quindi, a differenza della formica, noi sgobbiamo fino allla vecchiaia per dar da
mangiare ai pochi privilegiati seduti sulle poltrone, senza nessun compenso e
profitto.

- Le api sono magnifici insetti: anche il loro lavoro è cooperativo ed organizzato


in vari ruoli. Il miele è la sostanza alimentare che producono, partendo dal
nettare dei fiori e combinandolo con sostanze proprie per poi custodirlo negli
alveari.

Nella nostra società ci sono donne e uomini coraggiosi che donano la propria vita
dedicandosi al prossimo. Le loro azioni sono umili e silenziose al tempo stesso:
essi dedicano la loro intera vita sparsi tra vari popoli diseredati del globo, girando
per i villaggi, portando da capanna in capanna, proprio come le api volano di
fiore in fiore, un raggio di speranza a chi è più sfortunato di noi. La loro gioia
viene ripagata con quel sorriso di chi con poco sa essere felice, così che il cuore
di queste innocenti anime si riempie di miele, se osservate nel più profondo dei
loro teneri occhi neri segnati dalla sofferenza.

Devo ricordare che ci sono anche scienziati che hanno tante buone idee e
progetti, affinché povertà e miseria piano piano siano sconfitti, usando tecnologie
inimmaginabili al giorno d'oggi, ma troppo spesso censurate.

Dato che la maggioranza dei brevetti viene comprata da società fantasma che
detengono il potere, bloccandone le applicazioni, è evidente che essi non
vogliono il bene di tutti. Sono esseri che non vengono nemmeno mostrati al
grande pubblico, anche le loro azioni sono silenziose, ma, a differenza degli
uomini e delle donne di buona volontà, essi controllano tutta l'economia globale
ed i loro piani occulti sono per molti così impensabili che nemmeno ne
immaginerebbero l'esistenza. Quindi, a differenza dell'apicoltore che prende solo
una piccola parte di miele per sostenersi, loro rubano tutta quell'essenza, sino a
che ai popoli rimane solo un grande amaro in bocca.

Ciò avverrà sempre finchè l'umanità, in cui la maggioranza è proprio come le api
operaie, non ne prenderà atto, risvegliandosi dal lungo sonno e mostrando una
volta per tutte quel pungiglione divino che si porta sin dalla nascita, al cui
interno risiede nascosta la nostra vera essenza che può trasformare in un attimo
questo mondo nella salvezza e libertà, dopo secoli di tirannia!

- La mantide religiosa è un insetto con le zampe specializzate per la cattura delle


prede. Quando ha adocchiato la preda, lancia fulmineamente in avanti le “chele”
che non danno scampo, per poi gustarsi in tutta tranquillità la povera vittima,
mentre, durante l'accoppiamento, molti maschi vengono divorati dalla femmina,
partendo dalla testa.

Oggi la nostra religione ha molti prelati che, come mantidi religiose, tengono le
mani allo stesso modo e pregano per il bene dell'umanità in nome di Dio, ma, se
osservi bene quest’atteggiamento, ti accorgerai che di buono c'è ben poco. Le
grandi somme che incassano ogni anno sono cifre da capogiro che, se investite,
la fame e la povertà scomparirebbero in un attimo. Invece la loro sete di potere,
ingordigia ed avarizia li porta ad accumulare sempre più quei tesori, adornandosi
anche con tutti quegli anelli e collane d'oro che sono testimonianza del loro
egoismo più perfido. Quindi le persone sofferenti e bisognose del mondo,
piuttosto che essere sfamate, vengono consolate solo con prediche e non con
fatti reali, lasciando ognuno ad arrangiarsi col proprio destino.

Ben pochi sanno che molto di quel cospicuo capitale che noi stessi doniamo in
buona fede, viene investito per la fabbricazione di armi e, come la mantide
divora il maschio dopo l'accoppiamento, molti nostri soldati dopo essere partiti
per il fronte, per amore della patria, hanno la stessa sorte a causa di false guerre
manipolatorie e di dogmi religiosi.
- Il ragno è laborioso e dimostra una grande precisione tecnica nel tessere la
propria tela. La tela gli permette di procurarsi il cibo, per poi divorarlo ancora in
vita, dopo averlo paralizzato. Spesso i ragni sono molto velenosi.

Nel nostro tempo agisce un gruppo di “Illuminati” che piano piano, come la tela
dei ragni, sono riusciti sin dai tempi più remoti a tessere la loro bramosia di
potere, rafforzando il loro progetto, creandolo in modo del tutto invisibile con un
sistema impercettibile all'occhio umano per poi soggiogarci con ogni persuasione
malefica. Sono pochi gli astuti che riescono a scappare della grinfie di questi
esseri e non sempre è facile passare inosservati, poiché essi hanno mille occhi
diabolici e grandi fauci grondanti di quel sangue appartenente all'Anticristo che
dimora nel loro animo.

Controllano le più alte cariche ufficiali e questo permette loro di far accadere gli
eventi e di giostrarli a proprio piacimento, mentre loro silenziosi osservano da
dietro le quinte lo show, decidendo l'andamento delle cose. I ragnetti più piccoli
sono i loro servi, le loro pedine, che divorano le prede che poi verranno usate per
alimentare ed accrescere tutta la struttura piramidale, creando un Nuovo Ordine
Mondiale e sarà allora che la vedova nera avrà realizzato lo scopo finale. Chi non
avrà avuto la forza di uscirne, sarà condannato al banchetto finale degli inferi.

- Il grillo è un insetto che ci accompagna nelle notti d'estate. Il suo frinito è


prodotto dallo sfregamento delle ali dei maschi che, in questo modo, richiamano
le femmine. Il grillo compie anche dei lunghi salti e non è sempre facile
catturarlo, qualora si voglia.

Questo insetto mi ricorda in parte i nostri politici che ci governano: la differenza


è che loro tutto l'anno ci annoiano con le loro chiacchiere, parlano e straparlano
in continuazione, promettendo persino la luna con una mirata propaganda e
questo funziona eccellentemente nella psiche della maggioranza del popolo.
Infatti la maggior parte delle persone è formata da schiavi astronauti delle loro
false colonizzazioni.

Una volta raggiunto lo scopo per cui sono stati eletti, sembra che quel viaggio
lunare abbia creato strati di amnesia, tant’è che mantengono la metà di quello
che hanno falsamente promesso.

Il popolo deve capire che, votando, non si risolve nulla, perché i mali sono alla
radice: chi determina la vittoria o sconfitta di ogni singolo partito non coincide
con i singoli cittadini, bensì con quella ristretta élite che agisce dietro al sipario e
loro, proprio come grilli, se la ridono canticchiando alle vostre spalle, mentre voi
cercate di afferrarli, ma loro non si fanno prendere, proprio perché non
comprendete l'esistenza.

- Nelle notti estive è possibile ammirare il luccichio delle lucciole che, grazie ad
un complicato processo chimico, sono in grado di emanare luce fredda. Lo
spettacolo che si presenta è davvero magico ed unico nel suo genere.

Tutti noi buoni o cattivi, proprio come le lucciole, possediamo dentro di noi quella
scintilla divina che ci permette di manifestare la nostra essenza con il nostro
libero arbitrio. Purtroppo, durante il tragitto di molte reincarnazioni, portiamo con
noi i nostri demoni del passato, ossia il vittimismo e l’ego, che con il tempo, se
non si riesce a controllare, ci fa perdere quella preziosa luce che si offusca
sempre più. Durante questo processo di mutazione genetica, questi cuori ed
animi sono avvolti nel buio più assoluto delle tenebre, rimanendo vittime e
schiavi di sé stessi, perdendo le tracce da quella fonte divina che tanto aveva
dato loro e che ora tanto toglie.

Esiste, però, quel popolo eletto ed ammirevole, formato appunto dai guerrieri
della luce: sono proprio quegli esseri divini che, senza mai perdere la speranza,
irradiano con i loro cuori ed azioni la luce nelle cupi notte della terza densità del
pianeta terra, affinchè qualche loro fratello decaduto possa riprendere la giusta
rotta seguendone la scia luminosa.

- Come potete vedere, l'evoluzione del microcosmo è sorprendente: se solo


ci mettessimo ad osservare meglio questo piccolo mondo, ci darebbe tante
risposte per uscire dai nostri guai. Solo il giorno che lo avremo capito
veramente e saremo tutt'uno con madre natura ed il Dio che risiede in
ognuno di noi, potremmo paragonarci anche ad un misero bruco che, con
pazienza, si arrampicherà sulla pianta, per poi volare libero, trasformandosi
in una meravigliosa farfalla che viaggerà oltre i confini della realtà e sarà
finalmente libera.

COPYRIGHT @ WWW.MENPHIS75.COM

TUTTI I DIRITTI RISERVATI, E’ VIETATA LA COPIA E LA DIFFUSIONE SENZA


ESPLICITO CONSENSO DELL’AUTORE.