Sei sulla pagina 1di 2

Post-it “Come mi sento rispetto alla proposta operativa fatta”

(27-02-2009)

1. Mi sento emozionata in attesa del risultato che otterrò lavorando


“praticamente” con i bambini
2. Preferisco la fase operativa rispetto a quella teorica. Serviranno più energie ma
trovo che sia più stimolante
3. Sono entusiasta anche se non so ancora come riuscirò ad operare sulla classe
4. Rispetto a questa proposta mi sento combattuta e provo due sentimenti
contrastanti. Da una parte sono fiduciosa per le notizie condivise e apprese, ma
dall’altra un po’ preoccupata da meccanismi consolidati o quasi, all’interno
della classe dal gruppo dei bimbi
5. Carica
6. Un po’ perplessa, ma piena di entusiasmo relativamente alla fase operativa
7. Mi sento positiva e orientata verso la scoperta di nuove strategie operative
8. Curiosa di osservare la risposta della classe
9. Mi sembra una proposta fattibile, giocosa… dalla quale poter avere utili
informazioni! Mi pongo con animo positivo rispetto alla proposta
10.Mi sento interessata alla proposta e mi piacerebbe condividere l’esperienza con
altre colleghe
11.Sono “sollevata” e più felice perché si orienta internamente un modus
operandi, un tracciato su cui io poi mi muoverò all’interno dei vari gruppi. Mi
sento rassicurata e ho un “contorno”/contesto su cui poi potrò muovere i miei
passi e OSSERVARE (e lavorare). P.S. Credo sia indispensabile un terreno
operativo. Grazie!
12.Un po’ preoccupata per la formazione dei gruppi e per l’inserimento del
bambino con handicap che ha difficoltà manuali e motorie
13.Provvederò con piacere in quanto sarà un’opportunità per capire ancora di più i
bimbi… e non solo quelli della mia classe, di conseguenza aiuterà anche me a
correggermi, a provare ad intervenire in altri modi
14.Credo possa fare luce
15.Mi sento piena di domande e dubbi su ciò che fare, cambiare, e stimolare nei
bambini in classe
16.Sono curiosa di sapere o meglio verificare quale sarà il risultato finale
17.Sono curiosa di applicare questa proposta alle mie classi
18.Una proposta che mi piace
19.Mi sento di affrontare serenamente la proposta e fare tesoro dell’esperienzA
20.La proposta è interessante. Ci provo!
Metariflessione sull’operato utilizzando gli obiettivi da voi individuati a pag. 9:

-Ripensare la relazione ( tra insegnanti, tra insegnanti e genitori, tra insegnanti e


studenti, tra alunno d.a. e gruppo-classe, tra studenti), attribuendo valore alla
dimensione affettivo-emotiva, quale forza facilitante l’apprendimento e lo sviluppo
globalmente inteso.

-Ripensare i percorsi di insegnamento-apprendimento, riconoscendo priorità alla


mediazione sociale, mediante la predisposizione di contesti educativi di
apprendimento interattivi e la promozione di modalità costruttive del sapere.

-Declinare e condividere strategie didattiche tendenti a facilitare l’apprendimento di


tutti gli alunni, individualizzando e personalizzando le proposte nel pieno rispetto dei
diversi stili cognitivi.

-Gestire collegialmente spazi e tempi delle attività, ripensando gli stessi per
rispondere ai bisogni speciali e/o specifici degli studenti.

-Favorire l’utilizzo condiviso di modalità e strumenti osservativi coerenti con i


dispositivi didattici impiegati.

-Promuovere la condivisione di criteri valutativi, tesi a favorire l’assunzione di


strategie autovalutative e di valutazione tra pari.

-Elaborare un Modello di Inclusione, dato da soluzioni organizzative e da procedure


didattiche attivabili, al fine di “prendersi cura” dell’alunno diversamente abile e della
sua famiglia.