Sei sulla pagina 1di 36
HO ALL IDEOLOGIA DEL GENERE SE LA BUGIA GENDER SPEGNE LE RELAZIONI Linganno delle nuove teorie anti-tamiliart sta contagiando il cuore di tanti ragazzi Non solo nozze, anche convivenze in calo di Luciano Moia ; _f/inganno delle nuove ideologie sta contagiando il cuore dei L nostri ragazz. ischia i rendere pid fragile insicur i loro propositisentimentali, minaccia di trasformare la giois delle loro relazion in un magma fluttuante, dorinato dall'incerteza e dal dubbio in cui se tutto & permesso, nulla sembra avere pit valore autentio. La menzogna ideologica si muove su un duplce binario, I pid evidente & quello di presentare come verta inconfutabil, una serie di concett che on ia realta hanno solo un tenue collegamento. I pid subdolo parte da un'esigenze rele per estendereriferiment, effetti e Conseguenze @sitvazioniconcettualmente lontanssime, che non hanno alcun rapporto con il punto di partenza, Era vero per le ideologie stoiche, quelle che battendosi per azzeramento delle classi sociale promettendo societ8rigenerate dalle fondamenta, hanno prodotti csastri che sappiamo. vero, purtroppo, per le ideologie postmodern, quelle che si agitano nel campo delicatissimo del tia relazionale, e che sembrano tutte contrassegnate da un deliberato livre antifamiliae. Come se la ‘amiglia non fosse a pid naturale delle societa, ma un baluardo ost, inventato per chiudere la stra alla conguista di ogni altralibert2. Anche quela di iberarsi dal senso morale, o anche solo dal buon senso. € un procedimento che ben conoscono, pet ‘esempia, i fautori delle “teorie del gender*. Ma anche coloro che sostengons lideologia omosessuaista~ quella che pretende di metteresullo stesso piano, adazioni comprese, nozze gay € matrimonio eterosessuale —e che in queste settimane tentano di condizionare pesantemente le scelte del nostro Parlamento. i PSERVIZE | SCOMMETTERE LA VITA/T | Azzardo, il vires mortale “roppii sienaiisttuzional 6 | SCOMMETTERE LA VITA2 1 La psicologa Capitanucci: i «dndustria che crea malat> 18 PARLA IL TEOLOGO BORDEYNE Bel gender & un inganno perché nega isuo' veri obiettin 20 PASTORALE DELLA POVERTA 1 I coniug) Baranda (Cle) «Cost Fannuncio per gi ultimi 28 | EXPO E FAMIGLIA. | Blavoae con dcbo Un aiuto per''integrazione 34 LE RUBRICHE CERCO FAMIGLA 2 LINFINITO NOI 3 BILANCI Di FAMIGUA 40 LA SALUTE NEL PIATTO a \\QUELLO CHE IFIGLI NON DICONO 42 ees : euionjipaeionin equanarnnesouaary L/ACCUSA DELLA PSICOLOGA DANIELA CAPITANUCCI: MULTINAZIONALE CHE PROSPERA SU QUESTI VERI E PROPRI DEI SUOI RICAVI. E TUTTI SIAMO A RISCHIO. C’E UN TIPO DI GIOCO PENSATO PER TUTTE LE TIPOLOGIE UMANE COME SE NON Cl FOSSERO | GIOCATORI PATOLOGICI IL GRANDE SISTEMA TOSSICODIPENDENTI, PERDEREBBE DI COLPO DAL 30 AL 60 PER CENTO DIFENDERSI? NON PROVATE MAI. NEPPURE CON UN “GRATTA E VINCI” di Umberto Folena ortoressa Capitanucci, come ha cominciato a occuparsi di Gap (gioco ‘azzardo patologico)? ‘ominciai a occuparmene quasi per 450, ¥ “Varese, da una dozzina d’anni seguivo persone dipendenti da droga alcol. Poi mi accossi che alcuni miei pazient viravano verso i video- poker. Ma il problema mi era noto. Uno dei primi a paslarmene, ala SP” mera degli anni 90, fu un paziente dipendente da cocaina che gestiva tuna ticevitoria del Lotto, Mi disse: alcuni mic client! hanno dei comporta- enti del auto similia quelli di un tosicodipendente. E lui, osservatore acto, sortamentili conosceva bene. Quella osservazione mi fece riflerere. sola fine degli anni 90. quei comp Ta dipendenza da un oggetto e un gesto, come l'azzardo, ha dunque delle: | analogie con la dipendenza da sostanze? idenza un fenomeno assai complesso ¢riguarda Ja relezione indiy duo non solo con una sostanca, ma anche con un oggett, un compa? nali e sociali si intrecciano. E possibile tracciae il profilo di un malato-tipo di Gap? Direi che 8... azzardato. Chi non visi sconoscesse, potrebbe considerarsi im- ‘mune, sbagliando, Dal 2003, con la difusione capillae delle slot, azzardo si afferma come vera e propria ativth industrale con tante tipologie di “gioco”, ciascuna per un target (bersaglio, destinarario, ndr) ben preciso. Ad esempio, il Lott ¢ il Bingo sono tradizionalmente rivoei a un pubblico feraminile; il poker per chi anna la sfida; le scommesse per gli appassionati di sport le slot, che non a caso rastrellano circa il 55% del furturato totale delindustria del- Pazzardo, hanno un target trasversale. Ogai consumatore ha un prodotto stu- dato asua misura. Cosi, sein passato il giocatore-tipo era un maschio trai 30 ¢1 45 anni, oggi giocano tutti e un consumatore-tipo non ® pit. Ma qualche minimo comun denominatore i dipendenti da azzardo do- vvranno pur averlo, Se una persona soft di aire fragiitt, come un disturbo mentale, o 2 parti- colarmente impulsivo, depresso... rischia di pit. Ma a rischio siamo tutti ‘non solo i pit fragili, perché questi “giochi” sono costruiti per affascinare, cat~ curate ¢ far giocare i pit possibile perché nella vitaa chiunque pud capicare tun momento di difficolet... Come ci si ammala? Per ammalarsi bisogna cominclare a giocare Pit quest “giochi” sono accessi- bili, pit aumentailrischio. In genere quasi tutti i malat,al'iniio della loro cattiera di giocatori d'azzardo, hanno avuto un episodio forcunato, piccole espetienze di vincie aternace ale perdite. I meccanismo &assa simile a quello dei copi di Skinner. Lapprendimento é pit veloce e il condizionamento pitt cffcace, sil premio & ictegolare e imprevedibile. Come i topolini usati negli espetimenti di psicologia comportamentale, i giocatori @’azzardo sono indotti a schiacciare ea grattre, ancora e ancora, perché solo cos sapranno se vincono ‘o perdono. Alcuni di loro timangono prigionieri della gabbia, come topolini, che non possono pitt uscre. La ricompensa é la stessa e ha una base neuzo- biologica. Per provare piacere o per estraniasi dal peso della quotidianit il gio- catore patologico non deve iniettarsi alcuna sostanza, deve soltanco giocare e giocare senza smettere E-come se ne esce, se mai possibile uscirne del tutto? ‘Come per ogni forma di addiction, sarebbe consigliabile lastensione dal con- sumo, Quando cominci, non sai quel che ti porra accadere. Vale per Paa- zardo come per l'acol, i tabacco, il cafe, Fino alla cocaina. Se non consumo, rnon pots mai diventare dipendente. Lindustria dell azzardo invita al “consumo responsabile”. Unidea valida? Unvidea pericolosissima. Nessun mio paziente, quando ha cominciato, aveva Pobiettivo di rovinarsi. E tutti, per un certo periodo, sono stati giocatori so- Cali, ossia “tesponsabili”. Ma sappiamo, statisticamente, che tra ei! 3 per ccento dei giocatori social si tramuta in patologico. [La percentuale sembra bassa, ma in termini assoluti... Sono tantissimi, Per non parlare del fatco che questa dipendenza trascina con sé non solo il giocatore ma anche i suoi familiar, gli amici, e chi gli & vi Gino... Molti sono gli incolpevoli danneggiati dal gioco “isresponsat partie dai figli. Ec di peggio. Come ha dimostrato lantropologa Natasha ‘Dow Schull studiando i giocatori patologici alle slot di Las Vegas (Addiction by design, in corso di traduzione in italiano), quella piccola percentuale ge- nera til 30 ¢ il 60 per cento del fateurato totale delPindusteia dell zzardo. Se non ci fossero ammalaci,Vindustria dell'azzardo subirebbe un colpo du- rissimo, La Dow Schull dimostra poi come le stesse slot machine siano pro- gertate e fabbricate affinché la combinazione di luc, colori e suoni generino Ie dipendenza. Per il mercato si chiama fidelizzazione del cliente. E necessa- rio che il consumatore consumi sempre pitt e senza sosta. (Cun modo per accorgersi quando sta insorgendo la problematicic’? Aleuni studiosiaffermano che i! gioco diventa problematico quando un in- dividuo spende pit di quanto prevedeva e pud permettersi. Ma la perdita di controllo avviene a piccoli pass difficile accorgersene prima che sia troppo tard. Per questo & bene applicare principi meno soggettvi, come suggeri- scono altri studiosi. Quando un individuo gioca pitt di tre volte mese pit dell per cento del reddito e pit di 1000 euro all’anno, allora scata il segnale allarme. E un criterio analogo 2 quello del consumo aleolico prablematico, Come possiamo accorgerci se un nostro familiare sta trasformandosi in giocatore patologico? Purtroppo, la famiglia spesso ultima ad accorgersene. Sanno che qualcuno diloro gioca, ma poiché zzzardo &socialmente accerat0, non allarma. Nean- che quando dovrebbe. Il giocatore, poi, ne parla finché il gioco non diventa tun problema. Come prende a degenerare, tace. E la famiglia non fa caso a questo silenzio. Lo capisce troppo tard, e di solito in modo casuale: un estratto conto bancario con strani buchi, la comunicazione di una sociea f- nanziatia che sollecta rate non pagate, la luce staccata... Ed & una doccia fredda. 1La famiglia he qualche strumento per prevenire e difendersi? Quando i conti cominciano anon tornare bene chieders se al'interno della famiglia C qualeuno che sta giocando d’azzardo in modo patologico. A quel punto, & necessario che i familiar! del giocatore chiedano Paiuto di profes- sionisti competenti che possano accompagnatli, sia usufruendo di sostegno psicologico, perché vivere con un familiare ammalato di azzardo ¢ logorante ¢ fonte di mille incertezze, sia cominciando dalla procezione del patrimonio. I primo passo quindi, spesso, non & solo clinico ma anche di tutela delle si- sorse economiche della famiglia, prima che sia troppo tardi. © Come allieware if pliccolc glocatore dazzarde 1 modo migliore per prevenire la patologia ¢ educare il palato dei bam- bini. Se i bambini affinano il gusto giocando a pallone o a calciobalilla, a dama e scacchi, a nascondino o a ogni altro gioco che abbia al centro il racconto ela fantasia, che richieda lo sviluppo di un’abilita (saper nuotare, andare in biei, sugli sci...), senza denaro di mezzo, difficilmente prove ranno piacere schiacciando ripetutamente un tasto in solitudine. Cosi in- dustria dellazzardo ha messo sul mercato delle slot machine per bambini, con gettoni di plastica, per rovinare loro il palato e preparare i fucuci sper- peratozi pacologici. Una nora azienda di giocatcoli italiana aveva perfino inserico una slot per bambini nel catalogo del Natale 2013 trai “giochi so- ciali”, Sociali??? Azzarde e dennine, il trucce funziona sempre Il trucco & vecchio come il mondo, si smaschera subito, nessuno dovrebbe cascarci eppure funziona, altrimenci l'advertising non insisterebbe. Per ab- bindolare il pubblico maschile, conviene associa il prodatto a una bella ragazza, possibilmente poco vestita, comungue in atteggiamento disponi- bile. La pubblicita dei casind on line non @ da meno, anzi fa di pit, Nelle immagini, ogni maschio ba a disposizione due o pitt femmine. Limmagi- natio erotico, consapevole o meno, viene stuzzicato senza mezze misure; € Ja donna, passiva (lei non gioca, fa compagnia), & pitt che mai oggetco. Gratta e vinci e mani pullte Che fastidio quella polverina argentata che si stacca dal gratta e vinci. Im- palpabile, finisce ovunque. Perfino sulle brioches... Cost i baristi sono sol- lecitati a dotassi di Ca***no, la macchina che gratta per te: il giocatore ci infila la tessera che ne esce ripulita. In abbinamento c' il distributore au- tomatico di biglietti. II barista pub lavarsene le mani: fa soldi con i gratta vinci senza neanche lo sforzo di consegnatlie dare il resto. CHE DIVENTANO FESTA E MOBILITAZIONE DELLE COSCIENZE por Gis Ber wither muc SLOT MOB LA SFIDA > /ALMOSTRO AZZARDO- he cos’ Slot Mob? Ne parliamo con Carlo Cefiloni, uno dei portavoce, cu- ratore di Vice in gioco. Oltre la slot economia (Citta Nuova), libro che offte la visione di questa azione pubblica di cittadinanza leggendola den- xo il contesto culturale, economico e politico italiano, Da quale intuizione nasce Slot Mob? cLlidea di premiare i batisti che rifiutano di mettere le slot machine nei loro local era gia pratcata spontaneamente in diverse citca. Quando siamo partiti, nell'estare del 2013, abbiamo seguito la proposta maturata dal dia- logo di associazioni come Economia e Felicica e Next, real editoriali come Cita Nuova, dove opero, con gli economisti Luigino Bruni, Leonardo Bec- chetti e Victorio Pelligra: associare al riconoscimento pubblico dei baristi, Pazione di un acquisto in massa (cash mob) come espressione del “voto con il portafoglio”, un classico del consumo critico e del commercio equo © solidale. Si pensava di fare solo qualche evento, ma tramite la pagina Fa- PREMIARE | BAR CHE HANNO IL CORAGGIO DI METTERSI CONTRO IL SISTEMA INVADENTE E INVASIVO DELLA “SLOT ECONOMIA”, ESCLUDENDO DAI LORO LOCALI LE MACCHINETTE INFERNALI | E LOBIETTIVO DELLE ASSOCIAZIONI CHE DAL SETTEMBRE 2013 | PORTANO AVANTI QUESTA SINGOLARE FORMA DI PROTESTA SOCIALE, OTTANTA EVENTI IN UN ANNO E MEZZO DA NORD A SUD cebook sono arrivate le proposte di tance associszioni, nazionali ¢ locali,¢ ‘gruppi di cittadini pronti a prendere Viniaiativa sul proprio territorio. Cost il primo Slot Mob é partito grazie all'impegno di Daniele Albanese a Biella 11 27 settembre del 2013, atticando oltre 700 persone per intera giornata in una terra di radicata culeara mutualistica. Ormai siamo a olere 80 eventi ¢contiamo di arsivare a 100 entto maggio 2015, ma non li programmiamo. Sono gestiti spontaneamente e con autonomia da ogni sealth locale che de- cide di mettersi in rete ¢ condividere i punti fermi di Slot Mobr. E quali sono questi tratti caratteristic? Premiare il barista come riconoscimento del legame sociale ¢ dellecono- iy q nt Se ae i mia non ridotta al tornaconto individuale ma espressione della “felicita publica’. Si riconosce un fatto, ben consapevoli che non sar’ Lncasso di un giorno a colmate il mancato guadagno di un bar costretto a fare i conti con una legislazione incentivante dell’szzardo. La festa (con canti, leteure, balli, ecc.) si associa al gioco vero e proprio (il calciobalilla ne @ il simbolo), alla riscoperta del suo valore di ticreaaione e relazione sociale gratuita. Si genera, cosi, una presa di coscienza che non pud restate inertes. Che cosa accade di conseguenza? Le persone cominciano a superar il senso di sconfitta verso il porere delle sgrandi sociecd dell’sazardo, che hanno cambiato il volto delle cited con il consenso 0 linerzia dei decisori politici. Non si parla solo della patologia di coloro che entrano nel girone infernale della dipendenza compulsiva e del'u- sura, ma della responsabilith dello Stato che permerte di estrarre denaro dai poveri e dai fragili. Si cerca di incidere sulla normativa da riformare tramite tun vero dibattito democratico. In tal senso, fin dalPinizio, abbiamo ricono- sciuto ¢ valorizato tutto cid che, con diversa sensbilita, si # mosso in que- sti anni come contrasto alla cultura dellazzardo eretco a sistema, come Fondazione nazionale antiusura, Campagna mettiamoci in gioco, Movi- ‘mento No Slot, Collettivo Senza Slot, e alsin. ‘Umberto Folena «LA GRANDEZZA DELL'ESSERE UMANO CONSISTE NEL RICONOSCERE LE DIFFERENZE PER FARNE UN’OCCASIONE DIINCONTRO E DI RISPETTO. SE Si NASCONDE LA DIFFERENZA TRA | SESS|, NON SI POTRA PIU COMBATTERE CONTRO LE VIOLENZE FISICHE O PSICOLOGICHE SUBITE DALLE DONNE, CHE RIMANGONO UNA TERRIBILE REALTA IN TUTTI PAES! E TUTTE LE CLASSI SOCIALI», LO SOSTIENE MONSIGNOR PHILIPPE | ‘ORE DELL'ISTITUTO CATTOLICO DI PARIG! uali rischi culturali, ma anche sociali e politic, sono prevedibili per la nostra societa se si perde il valore della differenza sessuale? I paradosso dell’ epoca artuale& che, da un lato, ci scuno rivendica la propria differenca, talvolta per reclamare diriti specific, e, d'altra parte, le diffe cenze seruccurali dell'umanits tendono ad essere tra- scurate. Eppure queste differenze costituiscono la base su cui pogeiano i doveri di base. La Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo affecma che gli esseri umani sono uguali in dignita, anche se sono diversi per sesso, x3, nazionalit, condizione fisica,risorse economiche. Pertanto, quest dif ferenze sono oggerto di obblighi moral a caratcere universale. I Bambini de vono essere nutri, educati, procerti; essi non possono essere selezionati come partner sessuali da parte degli adulti. Gli stranieri hanno diritto alr sperco, ancora di pit se sono immigratio rifugiati politici, Abbiamo il do- vere di assistere i malatie gli anciani, e coloro che soffrono la fame e la poverta, Tutti questi lementi sono il cuore della doterina sociale della Chiesa, In un tempo che minimizza la differenza trai sessi, ¢ particolar- ‘mente importante ricordare che & questa la differenza per eccellenza, quella che segna il nostro corpo, ma anche lintero patrimonio biologico ed af- fertivo, Questa diferenza ci sicorda che la grandezza dal essere umano con- siste nel riconoscere le dfferenze per farne urvoccasione di incontto e di rispetto, in modo tale che non siano occasione di disprezzo edi esclusione Se si nasconde la differenca trai sessi, non si potrA pitt combattere contzo le violenze fisiche o psicologiche subite dalle donne che rimangono, chime, tuna terribile reat in cut! i Paesi e cutce le classi social. Peiché soltanto in famiglia esistono le condizioni pitt opportune per edu- care alla differenza sessuale? Non dimentichiamo che la differenza sessuale fa paura. C’e la paura del- Finconero con altro, ma anche la paura di cid che ei manca: Pumanits & divisa in due sess, ¢ io non ne possiedo che uno, in modo tale che nesstino ud comprendere da solo la roralit2 dell'umano. Cid che ei salva dalla paura della differenza sessuale, ¢ 'amore. Solo Pamore, che viene da Dio e con- duce a Dio, ci rimette nella prospettiva del disegno creatore: la differenza sessuale & buona, ed in questa differenza che l'essere umiano & stato creato a immagine e somiglianza di Dio. In famiglia si scoprono le differenze ses- | «MASCHIO® = | EFEMMINA | LECREO» |.) \estovedl 30 aprile [eB ee casi | Nocera Umbraxospita | sttadizionale'Settimana’ suali come un tesoro destinato al’more e alla gioia di una comunanza di vita, senza che si cancellino le mancanze iscritte all'interno dell’essere umano, Tu mi manchi cost tanco che se non ci fossi, non sarei davvero me stess0. Crescendo con i loro genitori, i bambini vengono introdotti al mi- stero di quell’smore che scegie altro con un atto di responsabilica e una promessa di fedeltd fino alla morte. Ma essi stessi non hanno scelto madre né il padre, né i fratel umore filiale e fraterno intro- duce a un altro aspetto della differenza sessuale: si tratta di un amore profondamente sessuato ¢ catico di significaci affettivi, ma a quella giusta distanza che garantisce la proibizione delF incesto, Allo stesso tempo, la vie cinanza crea scontri, conflitt, odio a volte. In famiglia impariamo il per- dono, che & il voleo di un amore genuino ed autentico. Questo ¢il motivo pet cui imparate il perdono tra coniugi, tra genitori e figl, tra fratelli, & lie le sorelle cos] importante. La differenca sessuale & buona, anche se ferita dal peccato ed ha bisogno del perdono reciproco per sviluppare il suo pieno potenzi Perché le teotie del gender puntano Lateoria del gender é una deviazione che perd ha il corto di asso ale si sviluppa nel tempo. Come dice la Genesi, schio e femmina (Genesi I, 27), ed & nell'inconero d'amore che Adamo ed Eva diventano pienamente uomo e dona (Gen 2, 23). La soci allo sviluppo armonioso della differenza sessuale. Ecco perche la legge na turalec la dortrina sociale della Chiesa sortolineano I'importanza delledu- cazione in generale, ¢ dell’educazione affettiva e sessuale in particolare di divieti¢ di obblighi, ma anche di acteggiamenti corporal e vesbali ¢ garantiscono il rispetto reciproco. I nostri contemporanei si sono tes! con che la rappresentanza dei sess in parte modellateattraverso pratiche » yp | Cialisu cui occorre interrogarsi, perché alcune modalits non comportar | il rispetto, mail disprezzo. Cid che 2 sbagliato 2 concludere che la differen sessuale una mera costruzione sociale, o che palare di differenza tra | ses a oppressione_O_ancora.chee-unioni-emosessualisor— vale imonio eterosessuale. In tal modo, la teoria di genet i | ignoril crater: fondatore della dfferenza essuale, che precede le socit ele sottomerte. | | Come mai le idee annunciate dai sostenitori delle teorie del gender tro | | | vano una cosi vasta accoglienza? | La teoria del genere € canto pitt dannosa in quanto comporta una pared | verita morale, ciod che abbiamo il dovere di loware contro i comporta i ‘ment sociali egati alla sessuaica 0 contto i comportamenti marginal. Mz | ® particolarmenteinsidiosa perché si baa sulla pari dignita di tutti gli es seri umani per negare la relezione costirutiva tra le determinazioni Fiolo. Biche della sessualitt umana ¢ le loro finalita interpersonal e social. In tal modo, la teoria del genere semina la confusione. Da questo punto di vista, Tatteggiamento di Gest & esemplare:egliaccoglie benevolmente i peccator, frequenta persone la cui vita affeciva o matrimoniale é disordinata, ed @ co. saggioso nello sfidare Ja riprovazione sociale condividendo la loro tavels Cid non gli impedisce di chiamare queste persone alla conversions. Di, | fende anche il matcimonio in modo inequivocabile e ne giustifica il carat- | | tere indissolubile con il disegno divino della creazione delPessere umany nella differenza sessuale, Il Vangelo ci insegna a seguire Gesi in questo du. | et | plice ategaiamento di misericordia e verita senza compromess "BB! | Le teorie del gender sono riuscice a fare breccia nelle legislazioni di nu- merosi Paesi, non solo in Europa. E’ davvero cosi potente la lobby cul- turale che sostiene queste teorie? ‘Non bisognerebbe ignorare infil ruolo dei gruppi di pressone che | hanno acquisito un peso considerevole nell vita politica, con il ischio di I | privare la democraaia c gli organismi internazionali dei fondamenti filoso- | fici che hanno ispirato la loro nascita, Inoltre, nella socier2 digitale, la dif- fasione potente ¢ istantanea di messaggi semplicistci non favorisce la ossibilita di fare un passo indietro rispetto a ‘questioni sociali sempre pit | Pt Pi Ps q 1p! | complesse. Questi gruppi di pressione puntano sulla rendenza cultarale ad iP i PI | accentuare il carattere emozionale della compassione a svantaggio di una ri- «LA TEORIA DEL GENDER £ UNA DEVIAZIONE CHE PARTE DA | UN'OSSERVAZIONE CORRETTA, CHE PERO HA IL TORTO Di | ASSOLUTIZZARE. COME DICE LA GENESI, LUOMO FU CREATO MASCHIO E FEMMINA, ED E NELL'INCONTRO D‘AMORE CHE ADAMO ED EVA DIVENTANO PIENAMENTE UOMO. E DONNA, | | LA SOCIETA PARTECIPA ALLO SVILUPPO ARMONIOSO DELLA | \ DIFFERENZA SESSUALE. ECCO PERCHE LA CHIESA PUNTA MOLTO \ SULLEDUCAZIONE ALL'AFFETTIVITA E ALLA SESSUALITA» =) See ee 5) GENDER COS'E? Un insieme di tere fatte propre dal gay ¢ dol femminisno radicale secondo cui i ssess0 sorebbe solo una costuzione sociale. Uidentid sessuata, cioé il aio di realié, viene sostuita dal'identitd di genete, che si pud varia « piacere, secondo l'arbittio, personale, PERCHE DIRE NO Perché le teorie del gender pretendono non solo di infuire sul modo. di pensere, ci educore [lo cosiddetta stategia nazionale}, ma anche di vincolare sotto il profile penal chi la penso diversomente [proposta i legge Scolkxct), di impor scete cle ‘omministrazioni local {vic dai moduli i termini packe e make} Insomma un vero copio atten loboe” ala ls Valivimo ~~ ~costruito secondo’ propridesittertelevacral range d'assoluca™ (a5), Ih —-— Le BUGIE del gender flessione sulleduczzione ala giustisia. La sessione straordinatia del Sinodo sulla famiglia giustamente parla di un “individualismo esasperato che di- storce i legami familiaie che finisce per considerare ogni membro della fe- miglia come un'sola, facendo prevalere, in alcuni casi idea di un soggetto > schio allora & che le singole sisuazioni affettive siano elevate a modelli ge- rnerali, e questo porta alla confusione citca la vocazione sociale della petsona. Con forza e intuizione, il Concilio Vaticano II ricorda che essere umano é un “essere sociale” ¢ impare particolarmente a vivere la “comu- nione delle persone” nel contatto con la “societa degli uomini e delle donne” ( Gaudium et Spes, 12) - ‘Da numerosi vescovi, ma anche dal Sinodo sulla famiglia, sono atrivate indicazioni negative sul rischio rappresentato dalle teorie del gender. Non crede che, accanto a queste critiche, sarebbe necessario mettere in luce allo stesso tempo il positivo rappresentato dall’antropologia cri- stiana sulla sessualita? Si, @ precisamente questo il cammino del Sinodo. Senza ignorare le diffi- ‘colt legate al contesto culturale, ma anche economico, la Relatio Synodi adotta un attegaiamento decisamente positivo. Invece di lasciarsi afsscinare «LA CHIESA FA DELL'ANTROPOLOGIA CRISTIANA UNA PEDAGOGIA AUTENTICA, SENZA ACCONTENTARS! } Dj UN INSEGNAMENTO SEMPLICEMENTE DOTTRINALE LA DIFFERENZA SESSUALE NON E SOLO UN FATTO | ANTROPOLOGICO. E IL LUOGO PER ECCELLENZA DOVE IL CREATORE VIENE A "LAVORARE” LA SUA CREATURA, AFFINARE IL DESIDERIO DI VITA FAMILIARE E SOCIALE, PER CHIAMARE AD UNA VITA PIU BELLA E PIU RESPONSABILE» dal contesto culturale, secondo un approccio che sarebbe poruto sembrare troppo astratto, i Padrisinodali partono dalle famiglie concrete, zivolgendo a.queste famiglic uno sguardo di fede. Qualungue siano le loro fragile Ja ‘Chiesa crede che esse sono visitate da Cristo Salvatore che viene loro in- ‘contro, in tutti i Paesi e in tutti i ceti sociali, con un amore speciale per i poveri. Questo significa che le “pedagogia divina’, ciot della grazia di Dio, ‘opera oggi nella vita degli individu e delle famiglie per condusli sulla via di un amore sempre pitt autentico. In tal modo fissando lo sguardo su Gesit esull'azione della grazia divina, la Chiesa fa dell’antropologia cristiana una pedagogia autentica, senza accontentarsi di un insegnamento scmplice- ‘mente dottrinale. Credere nella creazione & infati credere che la relazione tra il Creatore ¢ le sue creature, in virti dell’azione della grazia, @ perma- nrente. Allo stesso modo, la differenza sessuale non 2 solo un fatto ancro- pologico. B il luogo per eccellenza dove il Creatore viene a “lavorare” la sua creacura, affinae il suo desiderio di vita familiae e sociale, per ehiamare ad tuna vita pit bella e pit responsabile. CERCO FAMIGLIA | di Daniela Pozzoli ‘ana, dai profondi occhi scuri che parlano della sua vivacita ed esuberanza. Eun bambino sveglio, ma a scuola sta attraver- sando un periodo di grande difficolta: frequenta ja terza elementare, ma ha iniziato a scrivere in stampatello solo da pochi mesi. Daniel si rende conto delle sue fatiche, si rattrista per questo e si incupisce; talvolta reagisce pit a livello verbale che fisico, Si rende anche conto dei limiti della sua mamma e desidera avere una famiglia che lo possa aiutare a crescere come gli altri bambini, ‘Al momento si trove in comunité con la sua ‘mamma; il rapporto con lei é fondato su una re- lazioné di sincero affetto, ma risulta molto ca- rente sul piano educative. La mamma @ una donna sola, molto semplice e povera di risorse, che si da un gran daffare a livello lavorativo. Anche per questo Daniel ha urgentemente biso- gno di una famiglia che si possa occupare di lui a Yfempo pieno per un periodo medio-lungo. In comunita @ emerso come faccia fatica @ con- frontarsi con i coetanei, mentre con gli adulti ha stabilito subito un legame positivo. Purtroppo fa ancora fatica ad accettare regole di comporta- mento e indicaziont Daniel @ arrivato in Italia da qualche anno con la madre e non ha parenti che possano aiutarli 0 so- | stenerl Per iui le assistenti sociali di Cinisello Balsamo stanno cercando una famiglia con figli pit grandi © senza figli,residente sul territorio di Cinisello (Milano) e zone-limitrofe, anche per favorire | contatti con la madre. | De bambino di 9 anni, di origine afri- Info: Servizio affidi ambito di Cinisello Bal- samo, “Affidi...amo...ci” , via A. Da sano, 3/e; tel. 349.864634. Al momento servizio operativo nei giorni: lunedi po- meriggio, dalle ore 14 alle ore 18 e giovedi \ mattina, dalle ore 8.30 alle ore 12.30. Indi \ rizzo mail: servizioaffidi@lagrandecasa, N «VORREI DUE GENITORI > CHE SAPPIANO EDUCARM» | DANIEL, 9 ANNI, ORIGIN! AFRICANE, HA BISOGNO | CHE QUALCUNO SI PRENDA CURA DILUY SS] NON DIMENTICHIAMO LOVISA COSI POSSIAMO AIUTARLA & DISTANZA Per la piccole Lovisa ancora nessun sostenitore. Ri: petiamo l'appello per Lovisa che ha compiuto 4 | anni e per la quale non si trova un sostenitore & distanza. La piecola per il governo del suo paese, la Nami- bia, non esiste. Ha avuto la sorte di nascere al- | Havana, una baraccopoli vicino alla capitale Windhoek, ben lontana dall’immagine tropicale che tutti associano a questo nome. infattisitratta di un agglomerato di capanne di latta, arroven- tate d'estate e fredaissime neli‘inverno australe. Lovisa abite in una di queste assieme ai genitorie alla zia che @ 'unica a lavorare, Mamma e papa non riescono a trovare un’occupazione perché a loro volta sono figli di una famiglia povera che non |i ha potuti far studiare. Cosi possono solo sperare in lavoretti temporanei che non Ii porte- ranno lontano da tutta quella miseria, Per spez- zate questo circolo vizioso che rischia_ di condannare alla povert8 e allinvisibilita la bimba, Terre des Hommes sta cercando una famiglia che sostenga Lovisa e altri bambini come lei ‘Attraverso Vorganizzazione locale "Family of hope services” garantiraIiscrizione all'anagrafe, le partecipazione ad attivita ludico-didattiche, cure mediche di base e la possiblita di fare al- ‘meno un pasto al giorno nel suo Centro per bam- | bini, Infatti i volontari del’associazione henno creato un orto dove coltivano ortaggi e frutta per la mensa dei piccoli, molti dei quali hanno gravi carenze di vitamine. Ai bambini pitt bisognosi, come Lovisa, vengono anche dati vestitie coperte | per linverno, mentre ai pit grandi che vanno a scuola sifornisce materiale scolastico. Il sostegno @ di 25 euro al mese. Info: Terre des Hommes, tel.: 02 28970418; | email: sad@tdhitaly.org (per enti e associazioni: d.pozzoli@awenire.it) 1 | —y 7 *) ‘ll FAMIGLIE POVERE, PGS di frentiera A OAR IB Bee Be IGAEZ MONDO SAZIO di Matteo Liut @ sti Lorena Cornejo e Benito Baranda non hanno mai sognato di pos- B sedere una bella casa, un‘auto spaziosa, un floide conto in bance ¢ tun lavoro superpagato, Loro proprio non saprebbero che farsene di queste ricchezze, perch¢ la vera ticchezza hanno trovata in mezzo ai Poveri. La vita di questi coniugi cilen, infati,& sempre seata sulla fy “frontiers, assieme alle famiglie emarginate, dove sono arrivad at. =i craverso un cammino spisitualee un impegnativo ite formativo che & passaro anche dal Pontificio Istituto Giovanni Paolo Il per studi su ma. ‘Pimonio e famiglia. E proprio per Tsiato a mageio i Baranda, sposi da pit i 30 anni e genitori di sei figh adortivi, guideranno il seminario di seul su “Impegno pastorale con le famiglie emarginate e povere”. A raccontare la loro storia & Benito, che, ra Paro, ogp & presidence della “Fundacion Ame- tica Solidaria’. Da dove nasce il vostro impegno per i poveri? ‘Miz moglie ¢ io siamo cresciuti insieme nella comunita cristiana e fin da siovani facciamo parte delle “Comunita di Vita Cristiana” (Cra), di ispita- Zione ignaziana. Abbiamo studiato psicologia all' Universita Cattolica del Giles abbiamo cominciato a collaborare con la Fondazione “Hogar de Cri- S10" (wvwhogatdecriso.l), in particolare con i bambini ele famiglie che vivono in poverth. Dopo esserci sposati siamo andati a vivere in una reslta che dava accoglienza ai bambini di strada, Da allora ci siamo tesi conto che Dio ci chiedeva di metcerci al servizio dei pit poveri attraverso la nostra vita familiar ¢ professionale al'intemno della Chiese. Quindi entrambi abbiaino conseguito il master in Scienze del macrimonio ¢ della famiglia all’lsitato Giovanni Paolo I di Roma, lavorando contemporaneamente con igiovan: nella parrocchia di Ciampino. Al nostro ritorno in Cile ci siamo trasferiti nel Guartiere El Castillo in un comune molto povero ed emarginato chiamato jiaPincanc’, alla periferia sud di Santiago del Cle. Qui, asieme a “Hogar ce Cristo” abbiamo isttwito una Centro per la famiglia, in parcicolare pet coloro i cui fg erano fuori dal sistema scolastco. Contemporaneamente sb. biamo adocrato sei fii (Manuel, Constanza, Ignacio, Antonia, Santiago © Magdalena), Ja cui eth oggi va dai 15 2i 26 anni, Le nostra wtima Glia, LIMPEGNO CON NUCLEI FAMILIARI DISPREZZATI E RESPINT| DAL RESTO DELLA SOCIETA E MOLTO URGENTE: EL] CRISTO Cl CHAMA ALASCIARE LA NOSTRA "ZONA DI COMFORT CRISTIANO” PER IMPEGNARCI IN UN'AZIONE EVANGELIZZATRICE CHE VADA OLTRE,, IPREGIUDIZ, LO RACCONTANO MARIA LORENA CORNEJO E BENITO BARANDA, SPOSATI DA 30 ANNI, UNA VITA PER GLI ULTIMI Magdalena, sordo-ciece. Maria Lorena oggi lavora con le famiglie e le | donne 2 El Castillo ¢ io presiedo America Solidaria (wwrw.americasolide- tia.org), che & nata dopo lincontro continentale dei giovani cattolici del 1998. ‘Come vi ha aiutati la vostra formazione al'Istituto Giovanni Paolo 2 E stata determinance in molti aspect della nostra vitae del nostro lavoro, In primo luogo ci ha ricchezza del sacramenco del matzimonio, che & un vero cammino i santa In secondo luogo ci ha offerto una conoscenza pitt esperienziale della “co- munione” secondo lantropologa teologica, che parte dal nose essere fatti_ | 4 immagine e somiglianza di Dio ec indica nel mutuo amore lorizzonte per realizarione. Queso ciha fato un gran bene nella vita coniugale h 0 lavoro. L'lstituto poi ci ha dato gli strumenti di base per im- enel pegno pastorae, in paricolare nel nostro lavoro “pre-evangelizaatore” divi- | cinanza,sostegno, educazione e dialogo, Mail vostro impegno in mezzo ai poveri come ha influito sulla vostra vita | matrimonile e familiare? Fin dallinizio del nostro cammino coniugale e familiare questo impegno per le farniglie emarginate ha fatto parte della nostra vita, non possiamo se- parate cid che siamo dalla nos normale anche per i nosti fig: queste donne, coppie ¢ famiglie con cui la: ‘Yoriumo sono pare dalla foro exenaa. Perché oggi & necessaria un'azione pastorale a favore delle famiglie povere ali, ma ha com- diesclusione so ciale, abbandono ed emarginazi sempre di pitted & sempre pit diffi questi legami e soffochiamo questo remo la nostra umanit3. Questo, purtroppo, sta git succedendo silenziosa- 4 gli appell lanciati dai Pontefit: Giovanni Paolo Ilha aperto la rifessone su di approfondire il nostro amore coniugale ela | sione! E questo lavoro é qualcosa di_ | jondanza ci costa} ompi So bisogno dello distrugge- | smiglie. Per questo sono profetici | | | |