Sei sulla pagina 1di 55

IL CONTROLLO

DEL
PROCESSO DI FABBRICAZIONE
-Dott. Ing. Mauro Scasso
-Segretario Generale IIS -

Seminario La certificazione del processo di saldatura


secondo la norma UNI EN ISO 3834
1
Vicenza 1 Febbraio 2011

Il processo di fabbricazione di un qualsivoglia


prodotto pu essere inteso come lintegrato
delle fasi operative che conducono alla sua
realizzazione.

Tradizionalmente i riferimenti principali, che


definiscono il processo di fabbricazione,
riguardano:
- laccettazione dei requisiti tecnici, normativi
e contrattuali riguardanti il prodotto;
- lattivit di fabbricazione;
- la sub-fornitura;

- il personale;
- le attrezzature;
- i materiali;
- lidentificazione e la tracciabilit;
- la validazione e la calibrazione;
- le ispezioni e le prove;
- le non conformit;
- le azioni correttive;
- la documentazione.
4

E banale affermare che il Fabbricante ha la


necessit
primaria
di
controllare
(nellaccezione anglosassone di tenere sotto
controllo)
il
proprio
processo
di
fabbricazione se vuole raggiungere gli
obbiettivi che lo stesso si propone.

Invasivit del controllo

I parametri, che determinano linvasivit del


controllo sul processo di fabbricazione, si
concentrano principalmente su:
- la criticit del prodotto dai punti di vista
della qualit e della sicurezza;
- la complessit costruttiva;
- lestensione della sub-fornitura;
- i materiali utilizzati;
7

- i processi di fabbricazione adottati ed il loro


livello di automazione;
- la significanza, con riferimento al servizio
previsto,
degli
eventuali
difetti
di
fabbricazione.

Pertanto, ladozione di interventi di controllo,


pi o meno invasivi, non dipende
necessariamente soltanto dalla criticit delle
richieste circa le caratteristiche finali del
prodotto, ma anche dalla specificit del
processo di fabbricazione applicato e dalla
sua necessit di essere monitorato al fine di
garantire i risultati prefissati.
9

In altri termini il parametro guida, per


linvasivit del controllo da adottarsi, la
tipologia, pi o meno sensibile a possibili
deviazioni, del processo di fabbricazione
applicato.

10

Ci particolarmente vero quando sono


impiegati in fabbricazione i processi
speciali, ovvero quei processi (come la
calandratura, la mandrinatura, la saldatura, i
trattamenti termici, la verniciatura, ecc) per
cui la valutazione della qualit del prodotto
non pu essere effettuata soltanto con
controlli finali ma, al contrario, richiede
lapplicazione di controlli diretti ed indiretti
prima e durante la fabbricazione stessa.
11

Ne consegue che quanto pi il processo di


fabbricazione utilizza, in qualunque fase,
attrezzature e/o percorsi automatizzati in cui
la discrezionalit ridotta o addirittura
eliminata, tanto pi il controllo di processo
risulta affidato alla validazione delle
attrezzature e dei percorsi medesimi.

12

Vulnerabilit
del processo di fabbricazione

13

Il processo di fabbricazione pu presentare


aree di vulnerabilit caratteristiche del
processo medesimo, cos come applicato. In
particolare, le seguenti si sono dimostrate
essere aree di vulnerabilit ricorrenti in molti
processi di fabbricazione:
- linadeguatezza dei processi operativi;
- la messa a punto dei processi speciali;
14

- la difficile lavorabilit dei materiali;


- le carenze verso la sicurezza;
- la competenza del personale;
- la gestione delle sub-forniture.

15

Per quanto concerne, in particolare, la


competenza del personale, risultato evidente
che non sufficiente una conoscenza, per
quanto approfondita, dei principi e dei
fondamenti della tecnologia applicata in
quanto tale, ma sono richieste, invece,
conoscenza ed esperienza in relazione a tutte
le problematiche dello specifico processo di
fabbricazione, nelle condizioni particolari di
applicazione.
16

Innovazioni strumentali e gestionali

17

Un aspetto rilevante, spesso sottovalutato o


addirittura colpevolmente ignorato, del
controllo del processo di fabbricazione quello
di consentire lindividuazione, in un contesto
doverosamente attento allottimizzazione ed
allinnovazione, le possibilit di miglioramento
del processo di fabbricazione medesimo,
attraverso la segnalazione di eventuali
debolezze e/o inadeguatezze, permettendo la
messa in atto delle opportune azioni di
adeguamento.
18

Le seguenti sono aree tradizionalmente


suscettibili di miglioramenti consistenti:
- la qualit delle attrezzature;
- lottimizzazione dei processi operativi;
- laggiornamento delle competenze del
personale.

19

Responsabilit del Fabbricante

20

Al Fabbricante, che mette in atto un processo


di fabbricazione, attengono responsabilit sia
di tipo istituzionale (a fronte dei requisiti di
legge) che di tipo contrattuale (con riferimento
alle clausole contrattuali) ed extracontrattuale
o civile (con riferimento a possibili danni
arrecati a terzi) .

21

Il controllo del processo di fabbricazione


permette di affrontare anche questi aspetti,
focalizzandosi principalmente su:
- lesame dei requisiti contrattuali e tecnici;
- ladeguatezza del processo di fabbricazione
nei confronti della qualit e della sicurezza;
- le clausole di sub-fornitura;
- i comportamenti del personale (in eligendo
ed in vigilando).
22

Redditivit
del
processo di fabbricazione

23

Infine il controllo del processo di


fabbricazione in condizioni di rilevare, in
combinazione con la contabilit analitica,
dove e come si originano i ricavi ed i costi
inerenti la fabbricazione stessa e, pertanto,
dove e come si originano i margini di
contribuzione corrispondenti.
24

Le seguenti sono aree meritevoli di particolari


attenzione:
- ladeguatezza delle procedure di acquisto;
- leconomicit dei processi operativi;
- la funzionalit e ladeguatezza produttiva
delle attrezzature.

25

Da questo punto di vista la tenuta sotto


controllo del processo di fabbricazione deve
essere tanto pi attenta ed inclusiva quanto pi
i margini di contribuzione sono piccoli per
unit di prodotto realizzata (lammontare
complessivo di un guadagno adeguato essendo
funzione di una elevata quantit di unit
prodotte).
26

E questo il caso tipico delle produzioni


correnti di serie, dove qualsivoglia disfunzione
del processo di fabbricazione produce danni
proporzionali alla capacit produttiva.

27

RIFERIMENTI
DEL
PROCESSO

INVASIVITA
DEL CONTROLLO

VULNERABILIT
DEL PROCESSO DI
FABBRICAZIONE

INNOVAZIONI
STRUMENTALI
E GESTIONALI

----

----

Requisiti contrattuali
e tecnici

- Criticit del prodotto


verso qualit e sicurezza

Fabbricazione

-Complessit costruttiva
- Livello di automazione
dei processi

- Inadeguatezza dei
processi di fabbricazione
- Messa a punto dei
processi speciali

Sub-fornitura

- Estensione
della sub-fornitura

- Gestione del rapporto


di sub-fornitura

- Processi avanzati

----

RESPONSABILITA
DEL
FABBRICANTE

- Requisiti cogenti e
clausole contrattuali

- Danni contrattuali
ed extra contrattuali

----

- Aggiornamento
delle competenze

- In eligendo ed
in vigilando

Attrezzature

----

- Carenze verso la
sicurezza
- Inadeguatezza
tecnologica

- Attrezzature
avanzate

- Adeguatezza verso
la sicurezza

Materiali

-----

- Difficile lavorabilit

- Quantit e diversit dei


materiali

- Ottimizzazione ed
economicit dei
processi applicati
----

- Competenza tecnica
specifica

Identificazione e
rintracciabilit

----

- Clausole
di sub-fornitura

----

Personale

REDDITIVIT
DEL PROCESSO DI
FABBRICAZIONE

- Funzionalit ed
adeguatezza produttiva
delle attrezzature
- Adeguate procedure
di acquisto

----

----

----

----

----

----

Validazione e
calibrazione

----

----

----

----

----

Ispezioni e prove

----

----

----

----

----

----

----

----

----

Non conformit

- Significanza dei difetti


verso lesercizio

Azioni correttive

-----

-----

-----

-----

-----

Documentazione

-----

-----

-----

-----

-----

28

Il Sistema dellEWF e dellIIW


per il controllo del processo di fabbricazione
mediante saldatura

29

Il Sistema di controllo del processo di


fabbricazione mediante saldatura in accordo
al Sistema EWF/IIW rivolto ai:
- Requisiti per il Prodotto;
- Requisiti per la Salute e la Sicurezza;
- Requisiti Ambientali.

30

EWF 636-07 - Interpretation and Implementation


of the Welding Fabrication Management Schemes
(Quality, Health and Safety, Environment).
EWF 637-07 - Supplement for the implementation
of EN ISO 3834 for the fabrication of:
- Pressure Vessels,
- Steel and Aluminium Structures,
- Rail Vehicles.
31

Nel controllo del processo di fabbricazione


mediante saldatura in accordo al Sistema
EWF/IIW, le figure di riferimento sono:
- il Welding Co-ordinator;
- lHealth and Safety Welding Co-ordinator;
- lEnvironmental Welding Co-ordinator.

32

33

34

Contesto generale, obblighi legislativi e specifiche


tecniche contrattuali nellapplicazione della norma
UNI EN ISO 3834
Dott. Ing. Franco Lezzi, Direttore Relazioni Esterne
e Normazione - Istituto Italiano della Saldatura

Seminario La certificazione del processo di


saldatura secondo la norma UNI EN ISO 3834
Vicenza 1 Febbraio 2011
35

Obiettivo
Avere sul mercato prodotti adeguati
Contesto
Le Direttive e le leggi per limmissione sul mercato
dei prodotti sono in genere un riferimento per la
Comunit specie in termini di sicurezza del prodotto
Mercato
Tre soggetti: Fabbricante, Cliente e Comunit
Un prodotto adeguato quando soddisfa
contemporaneamente i tre soggetti

36

La norma UNI EN ISO 3834 richiamata come


riferimento principale per una corretta gestione del
processo di fabbricazione mediante saldatura nelle
leggi e/o norme tecniche relative a numerose
famiglie di prodotti, quali a titolo desempio:
Attrezzature a pressione
Strutture metalliche di carpenteria
Rotabile ferroviario

37

Attrezzature a pressione
Direttiva PED 97/23/CE e le norme armonizzate

EN 13445 (H)

Unfired Pressure Vessels

EN 13480 (H)

Metallic Industrial Piping

EN 12952 (H)

Water-Tube Boilers and


Auxiliary Installations

EN 12953 (H)

Shell Boilers
38

UNI EN 13455-4: 2009 - Fabrication

39

40

41

42

Strutture metalliche di carpenteria


Il riferimento legislativo italiano nel settore delle
strutture di carpenteria metallica :
il DM 14 gennaio 2008 Revisione delle norme
tecniche per le costruzioni

43

44

45

46

47

48

49

Nella Direttiva CPD 89/106/CE si prende in considerazione


il concetto di prodotto inteso anche come componente
strutturale prefabbricato in una officina di trasformazione
dei prodotti base e comprende:
materiali base (lamiere e profili)
materiali di apporto di saldatura
componenti strutturali prefabbricati
connettori strutturali (bulloni, dadi, etc.)
La norma tecnica di riferimento la EN 1090: 2008
Execution of steel structures and aluminium structures
50

EN 1090 - Execution of steel structure and aluminium structure


La parte 1 Requirements for conformity assessment of
structural components definisce le modalit per la
valutazione di conformit ai requisiti della direttiva
La parte 2 Technical requirements for the execution of
steel structures descrive i requisiti tecnici per la
fabbricazione di strutture di carpenteria di acciaio
La parte 3 Technical requirements for the execution of
alluminium structures descrive i requisiti tecnici per la
fabbricazione di strutture di carpenteria di alluminio
51

EN 1090 - Execution of steel structure and aluminium structure


Parte 2 Technical requirements for the execution of steel structures

52

Rotabile ferroviario
Lapplicazione del controllo di processo previsto dalla EN
ISO 3834, calibrato sulle esigenze del prodotto rotabile
ferroviario, richiamato nella norma EN 15085: 2007
Applicazioni ferroviarie Saldatura di veicoli e componenti
ferroviari

53

EN 15085: 2007 Applicazioni Ferroviarie Saldatura di


Veicoli e Componenti Ferroviari
La parte 1 Generalit definisce i criteri generali di utilizzo
La parte 2 Richieste di qualit e certificazione del
Produttore di saldatura descrive i requisiti di qualit cui il
costruttore deve conformarsi per garantire il controllo di
processo nella realizzazione di rotabili ferroviari. Tali
requisiti vanno intesi come interpretazione (ed eventuale
integrazione) dei requisiti fissati dalla UNI EN ISO 3834,
per il settore dei rotabili ferroviari.
La parte 3 Richieste di Progetto definisce i criteri
generali di progettazione e classificazione dei componenti
per rotabili ferroviari
La parte 4 Richieste di Produzione
La parte 5 Ispezione, controlli e documentazione
54

N 15085: 2007 Applicazioni Ferroviarie Saldatura di


Veicoli e Componenti Ferroviari
Parte 2 Richieste di Qualit e Certificazione del Produttore di
Saldatura

55