Sei sulla pagina 1di 1

GLI OCCHI DEL CUORE (cit.

)
(Metaforicamente ispirato alla puntata di Boris, quello dello spiegone de Gli Occhi del Cuore) Porter su Goofy ieri cos iniziava il suo commento: 12 giugno 2013 13:49 Una lezione di teologia da una desinenza in in (sar un caso?), dal Volkischer Beobacther salmonato odierno: CREDO NELLA BANCA CENTRALE, UNA ED INDIPENDENTE "Il ragionamento semplice: se un politico indisciplinato sa che la politica monetaria ancella della politica fiscale, non avr alcun incentivo a modificare i suoi comportamenti lassisti. Se la politica monetaria dominata dalla politica fiscale, l'effetto finale sar il disordine fiscale e quello monetario insieme. Il colesterolo monetario porta alla fine al decesso. La cura efficace invece quella di evitare ogni azione che, pur non creando alcun pregiudizio odierno alla stabilit, possa far pensare - anche lontanamente - ad un accomodamento monetario di esigenze fiscali."

Il messaggio pi chiaro se si lo legge parafrasato, cos: "Non si torna alla sovranit monetaria (accomodamento di esigenze fiscali). Punto. Non ci pensiamo neanche lontanamente. Lo status quo (la moneta unica ovvero la UEM in questo assetto) premiante. Tornare indietro (ovvero cambiare) porta solo all'esito finale: disordine fiscale e disordine monetario." Cosa si intende per disordine fiscale? La spiegazione la otteniamo, forse, dai risultati delle tesi, del liberismo internazionalista della BCE? Secondo cui lo Stato gestisce la leva fiscale perseguendo obiettivi dettati dalla Costituzione vigente, e siccome quella attuale troppo keynesiana, ci si assicura il conseguimento del fine attraverso il soddisfacimento del bisogno 'percepito' di migliorarla (in senso Von Hayek, of course) cosicch avremo sterilizzato le possibilit di uno Stato di fare politica diversa da quella che conviene a noi? E' questo l'interesse della BCE, avere un controllo indiretto sulla politica di uno stato membro della UEM e, cmq, decisivo ed esercitato attraverso il monitoraggio delle azioni di un Governo dello stato membro che possa 'solo' agire entro i paletti costituzionali modificati? E il disordine monetario? La definizione ce la forniscono le tesi del liberismo imperialista della Buba secondo cui uno stato non pu finanziarsi a tassi di interesse che in grado di fissare MA deve essere costretto (a mezzo divorzio) a farlo attraverso il mercato, e in particolare attraverso il pool di banche commerciali internazionali che gestiscono la collocazione dei tds vari, a tassi stabiliti attraverso strumenti come spread e case-histories come Grecia e Cipro? E' questo l'interessa della Buba (quanto realmente indipendente dal duo Merkel e Schauble?), mirare solamente alla salvaguardia del proprio interesse mercantilista e delle sue armate bancarie e finanziarie, tutti insieme uniti nell'unico grande disegno che conta: UBER ALLES? Se cos allora BCE e Buba stanno recitando la parte dei finti orizzonti contrapposti mentre sono come soci nella gestione e nel controllo della UEM. (El Svissero)