Sei sulla pagina 1di 1

o

3.

Non ricevo mai pacchi, ma uno di questi giorni voglio spedirmene uno per prendermi il gusto di andare alla posta, all'ufficio pacchi e ritirare il pacco. Perch l, in quell'ufficio cos brutto e cos vecchio, tra le cataste di pacchi di ogni peso e di ogni genere, la macchie d'inchiostro, l'odore di chiuso e di segatura bagnata, l, dico, 5 cominciata la mia fortuna. Non grande fortuna, intendiamoci, ma sempre meglio che distribuire pacchi. [...] Eppure la mia fortuna, come ho detto, cominciata proprio in quell'ufficio; e per essere pi precisi cominciata proprio da Valentina; o per meglio dire dalla sua passione per il cinema. In quell'ufficio, io brutto e con la faccia tutta nera e storta, non 10 pensavo che a distribuire pacchi, contento di farlo, dopo qualche anno di disoccupazione. Ma Valentina, con la sua faccia bella, non era contenta e pensava al cinema. Perch ci pensasse, non lo so; forse perch ci andava spesso; e c' gente a cui basta andare al cinema per illudersi di poterne fare. Ma era fissata; e tra noi due non si parl mai non dico di volersi bene, quantunque fossi un po' innamorato di lei e gliel'avess 15 anche detto, ma neppure di uscire insieme, foss'anche per sedersi in un caff. [...]
Raccontare il Novecento edizioni Edilingua