Sei sulla pagina 1di 12

Le vocali

Nell’alfabeto ebraico mancano i segni


delle vocali. Essi furono inseriti intorno al
VI-VIII sec d.C. Questo sistema vocalico fu
elaborato dalla scuola di Tiberiade che
inseguito fu adottato dalla tradizione
rabbinica e tuttora viene utilizzato nelle
bibbie ebraiche.
Prima della definizione del sistema
vocalico in caso di necessità, per evitare
equivoci nella lettura, si adoperavano
alcune consonanti per indicare la lettura:

h alla fine della parola per indicare a, e, o;


w per le vocali o, u;
y per le vocali e, i.
• Quando queste lettere fungono da
indicatori vocalici non si pronunciano
perché sono quiescenti; esse perdono il
loro valore consonantico.
• Vengono chiamate “consonanti vocaliche”,
o “consonanti d’appoggio”, o lat. “matres
lectionis”.
• A volte anchea si comporta come una
mater lectionis.
Le vocali
• Brevi: a, e, o , u, i

• Lunghe: ä, ë, ö

• Immutabili lunghe: äh, ê, ệ, ô, û, î

• Ridotte: ü, á, é, ó
Vocali brevi
a pátaH
¤;
e sügöl
¤,
o qämec Ha†ûp
¤'
u qiBBûc
¤u
i hîreq
¤i
Vocali lunghe

ä qämec
¤'
ë cërê
¤e
ö Hölem
¤o
Vocali immutabili lunghe
h" äh
yE ê
y< ệ
yI î
W û
A ô
NB: vocali immutabili lunghe
• !yBe – Bên (no *Bëyn)
• tyBe – Bêt (no *Bëyt); ma tyIB; - Bayit
• ymi – mî (no *miy)
• aWh – hû’
ldoG" – Gädöl (s. difettiva) lAdG" – Gädôl
(s. piena)
Vocali ridotte

ü šüwä
¤.
á Hä†ëp PátaH
¤]
é Hä†ëp sügöl
¤/
ó Hä†ëp qämec
¤|
• Tutte le consonanti, tranne quelle finali, sono
accompagnate da un segno vocalico.
• La maggior parte delle vocali è scritta sotto le
consonanti; alcune sopra o dopo la
consonante.
• Tutte (quasi) le vocali si pronunciano dopo la
consonante.
 Eccezione: alle volte il pátaH si trova sotto le
gutturali finali ma viene pronunciato prima di
esse: x;Wr ( rûªH). Questo pátaH viene
chiamato pátaH furtivum

La vocale Hölem ¤o ö - va scritta alla
sinistra delle consonanti → Bo
• se seguita, però, da a si poggia sull’apice
destro di a → a™l
• se seguita da v si fonde con il punto

diacritico di essa → hv,m (möšeh)


• Lavo con due puntini suona šö quando
è iniziale o è preceduta da una
consonante con una vocale → vr<vo
(šöreš)
[;m<vo (šömeª`)
• altrimenti suona öS → avoen (nöSë’)