Sei sulla pagina 1di 27

LEGGE DELLA

CIRCUITAZIONE
Un campo di forze si dice
CONSERVATIVO
se il lavoro fatto dal campo
indipendente dal percorso ma
dipende solo dal punto iniziale e dal
punto finale

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
Il fatto che il campo elettrico sia
conservativo fondamentale per la
definizione di potenziale elettrico

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

LAB
VA VB
Q

Infatti la differenza
di potenziale tra
due punti definita
come il lavoro fatto
dal campo quando
la carica unitaria
spostata da un
punto allaltro

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

LAB
VA VB
Q

Se il lavoro
dipendesse anche
dal percorso
dovremmo pure
specificare il
percorso e quindi
non avremmo una
buona definizione

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE

L=0

TEOREMA: In un
campo
conservativo il
lavoro fatto su un
percorso chiuso
uguale a zero,
qualsiasi sia il
percorso

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

Infatti, ogni
percorso chiuso
pu essere
diviso in due
parti, 1 e 2,
aventi
entrambe come
estremi due
punti A e B

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

Il lavoro totale
la somma di
quello compiuto
nei due tratti

LL

1
AB

2
BA

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

Ma invertendo il
verso di
percorrenza il
lavoro cambia
segno (infatti se
prima forza e
spostamento
erano concordi
ora sono discordi

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

Quindi possiamo
dire che il lavoro
fatto da B ad A su
percorso 2
uguale a meno il
lavoro da A a B
sullo stesso
2 percorso2
BA
AB

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

Sostituendo nella
formula del
lavoro:
1
2

L LAB LBA

2
BA

LL

2
AB

1
2
Si ottiene:
AB
AB

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

Ma il campo
conservativo per
ipotesi, quindi il
lavoro
indipendente dal
percorso:
1
AB

L
B

2
AB

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
A

2
L=0

Quindi,
sostituendo:
1
2

LAB LAB

LL

1
AB

2
AB

Otteniamo:
1
1

L LAB LAB 0
B

Che era la tesi

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
Possiamo quindi dire che un campo
di forze conservativo un campo in
cui:
Il lavoro indipendente dal
percorso
Il lavoro fatto su un percorso
chiuso nullo

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
Il lavoro definito
dalla formula:

L F S cos

Ma questa vale
solo se il percorso
rettilineo e il
campo uniforme

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
1

4
5

Nel caso generale


possiamo dividere
il percorso in tanti
piccoli pezzi quasi
rettilinei e
calcolare il lavoro
su ciascuno di
questi pezzi

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
1

Il lavoro sulliesimo pezzettino


sar:

Li Fi Si cos i

4
Si
Fi
i

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
1

Il lavoro totale
sar la somma di
tutti questi piccoli
pezzi

4
Si
Fi
i

L Fi S i cos i
i 1

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
In realt il calcolo solo
approssimato; diventa esatto
facendo tendere allinfinito il
numero dei pezzettini
n

L Lim Fi Si cos i
n

i 1

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
In realt il calcolo solo
approssimato; diventa esatto
facendo tendere allinfinito il
numero dei pezzettini
n

L Lim Fi Si cos i
n

i 1

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
Invece del lavoro, con lo stesso
procedimento si pu calcolare la
differenza di potenziale (che lavoro
per unit di carica): basta prendere la
forza per unit di carica, cio il campo
elettrico
n

VA VB Lim Ei S i cos i
n

i 1

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
Questa operazione non
necessariamente legata al campo
elettrico; per ogni campo vettoriale W
noi possiamo calcolare in modo
matematico il limite
n

Lim Wi S i cos i
n

i 1

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE

In particolare, se il
percorso una
linea chiusa, il
risultato
delloperazione
prende il nome di
CIRCUITAZIONE del
vettore W

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
In simboli:

C (W ) Lim Wi Si cos i
n

i 1

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
Nel caso del campo elettrico, per, la
circuitazione non una pura
operazione matematica, ma indica il
lavoro per unit di carica sul percorso
chiuso L
n

C ( E ) Lim Ei S i cos i
n

i 1

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
E siccome il campo elettrico
conservativo, questo lavoro deve
essere nullo.
Possiamo dunque esprimere in questo
modo la conservativit del campo
elettrico

C ( E ) 0

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE
Questa diventa, insieme col teorema di
Gauss, una delle leggi fondamentali
dellelettrostatica.
A queste possiamo aggiungere la
relazione che lega campo elettrico a
forza elettrica

LEGGE DELLA
CIRCUITAZIONE

1
sc ( E )
o

Q
k 1

C ( E ) 0

F qE