Sei sulla pagina 1di 14

ANALISI XPS DI MICROSFERE DI ALLUMINOSILICATO

Presentazione per lesame di Chimica Analitica IV Professoressa Maria Betti

Daniele Uldanck

INTRODUZIONE
Microsfere di alluminosilicato

Elettronica Catalisi
Medicina

Carcinoma epatocellulare Artrite reumatoide Tumore alla prostata Ricostruzione ossea

Interesse nel testare le microsfere in una soluzione simile al plasma del sangue umano (SBF) e con laggiunta di ittrio per valutare le modificazioni superficiali mediante spettroscopia fotoelettronica a raggi-X (XPS)

XPS - TEORIA

sorgente raggi-X

1s 2s 3s

elettrone

= EK
Per lanalisi delle microsfere di alluminosilicato: sorgente di raggi-X in Al settore elettrostatico emisferico monocromatore

Dove: Eb = energia di legame h = energia del fotone EK = energia cinetica dellelettrone emesso = funzione di lavoro dello spettrometro

ANALISI
Dalla composizione elementare emergono alcuni risultati differenti da quelli aspettati:
- presenza di C ed N, probabilmente residui dei precursori utilizzati nella sintesi delle microsfere - il contenuto di ossigeno nel campione Si-Al ed il contenuto di silicio nel campione Si-Al-Y sono minori - calcio, sodio e fosforo sono ritrovati sulla Teoricodopo immersione Preparato in superficie Si-Aldelle microsfere SBF, con maggior fosforo nel campione Si-Al-Y Ossigeno 63.9 45.7

Si-Al-Y
Silicio

Teorico 19.4

Preparato 10.4

Spettro delle microsfere di alluminosilicato prima e dopo immersione in SBF

ANALISI - C
Presenza di due picchi in entrambi i campioni Si-Al e Si-Al-Y relativi alla contaminazione dei precursori di rezione

C-N e C-O

C-C e C-H

Dopo immersione in SBF unico picco molto pi basso, indicazione del rilascio di queste specie dalla superficie della microsfera

ANALISI - Si
Formazione di un picco asimmetrico dopo immersione in SBF, con un incremento particolare nel campione contenente littrio. Il reticolo di silicio soggetto ad importanti cambiamenti come la frammentazione del reticolo e la dissoluzione di Si O4 4 , con conseguente formazione di gruppi silanoli coinvolti nella ricostruzione strutturale sulla superficie delle microsfere

Si-Al
Silicio

Prima 14.8 Prima 10.4

SBF 15.3 SBF 15.8

Si-Al-Y
Silicio

ANALISI - Al
I picchi nel campione Si-Al-Y sono leggermente shiftati rispetto al campione Si-Al a causa del rimpiazzo dellittrio al posto dellalluminio. Anche in questo caso, dopo immersione in SBS i picchi risultano essere asimmetrici, indice di una modificazione superficiale della microsfera. Per Al importante conoscere il suo ruolo da network former (coordinazione tetraedrica) o network modifier (coordinazione ottaedrica). La minor Eb associabile ai siti tetraedrici e quindi alla creazione di uno strato nanocristallino sulla superficie della microsfera, pi evidente per il campione Si-Al-Y

ANALISI - Y

Nel caso dellorbitale Osservato per lorbitale 3p invece 3d un solo possibile picco con osservare Eb pi lo alta splitting rispetto spin-orbita. allossido di ittrio puro, nel quale per non si osserva lo splitting La concentrazione spin-orbita atomica (neanche dellittrio dopo immersione aumenta in leggermente SBF). Ci implica dopo un limmersione decremento del della campione densit elettronica in SBF, indicando sugli atomi il suo di ittrio suggerendo coinvolgimento nella un maggior formazione carattere di unoionico. strato sulla superficie della microsfera.

ANALISI - O

Al(OH)3 Precursori Si-O-Si Si-O-Al

Nel caso dellossigeno stato individuato un unico picco simmetrico, tuttavia questo costituito dai diversi contributi corrispondenti alla coordinazione con cationi differenti. Intorno a 532 eV sono associati alla presenza di gruppo OH sulla superficie.

ANALISI - O

O2-

Scomparsa dellossigeno legato ai precursori intorno a 533 eV. Comparsa dellossigeno legato allo strato dossido nanocristallino formatosi sulla superficie della microsfera.

ANALISI - N
Presenza di un picco legato ai precursori della reazione. Una volta effettuata limmersione in SBS i picchi spariscono in entrambi i campioni.

ANALISI P e Ca

Il calcio ed il fosforo sono individuati esclusivamente dopo limmersione in SBF a dimostrazione della bio attivit dei campioni. La concentrazione di fosforo risulta maggiore nel campione contenente littrio, quella di calcio nel campione senza ittrio. Dai rapporti molari lo strato superficiale pu essere definito come unapatite calcio deficiente. Littrio aumenta la presenza di questo strato sulla superficie della microsfera. La presenza di sodio e calcio sulla superficie delle microsfere pu essere attribuita alle interazioni elettrostatiche con i gruppi ossidrilici di Al e Si.

CONCLUSIONI
Dallanalisi risultato che con una parziale sostituzione di Al2O3 con Y2O3
Incremento del carattere covalente in Al e Si, denotando il loro agire da network former mentre Y agisce da network modifier. Linterazione con SBF ha contribuito alla dissoluzione, frammentazione del reticolo e alla auto-formazione di uno strato di apatite sulla superficie della microsfera. Lo strato meglio evidenziato nel campione contenente littrio, mettendo in evidenza come questo influenzi ed accresca la bio attivit delle microsfere.

GRAZIE PER LATTENZIONE