Sei sulla pagina 1di 24

Angelo Marciano

Oceani
Dal 15 Ottobre al 29 Ottobre

testo critico di Guglielmo Gigliotti Galleria MICRO Torino

Guglielmo Gigliotti Il cielo astratto o figurativo?

Il cielo non n astratto n figurativo. Come i mari: sono figurativi? E lacqua che contengono astratta? Angelo Marciano dipinge mari che sono cieli, perch il mare, per un pittore, un cielo rovesciato. Stende su tele e carte onde di colore, che innerva di luce, come a offrire visioni subacquee e a suggerire tuffi dello sguardo. Marciano non realizza opere, le naviga. Le fa piovere dal basso, come una lenta esplosione di riflessi o una fioritura improvvisa di colori; le sue visioni sono sempre panoramiche, evocano lontananze, come fossero paesaggi del profondo. Segni e macchie, gocce e graffi danzano con i riflessi della storia dellarte, dei futuristi a Vedova, dal Monet delle Ninfee a Pollock, dallinformale alla drammatica vigoria dellarchitettura del barocco napoletano. Tutto viene a diluirsi e miscelarsi in fluttuazioni dense, dando ai dipinti di Marciano quellaspetto di fondali marini, che ha ispirato il titolo di questa mostra: Oceani Per Jung il mare era parafrasi dellinconscio, perch fluido e perch profondo. La pittura da sempre una sonda nel mare dellinconscio, dove pesca forme o suggestioni di formazioni mentali: la prima pesca di tipo figurativo, la seconda rientra nel cosiddetto astratto. Pi che astrazioni, quelle di Marciano sono quindi e-strazioni, pesche pittoriche rivolte al s, dove, come detto, il cielo e il mare sono una cosa sola.Un centimetro quadrato di cielo azzurro come tutto il cielo; una goccia di mare un mare in una goccia. E per questo che Angelo Marciano presenta in questa mostra i Tagli, ovvero opere che sono il frutto di tagli di altre opere. Nasciamo tutti da un taglio dice lartista. La filosofa Francesca Taormina, presentando una sua mostra, stata ancora pi radicale: Il mondo stesso nato da un taglio. Gli uomini e le donne, in origine potentissimi esseri sferici, vengono fuori dalla spada, dal taglio invidioso degli Dei, e da quel giorno si cercano, si amano, corteggiano lUnit. Marciano taglia per unire. La sua spada simmerge nellacqua, fende laria del cielo. La pittura infinita, per questo divisibile allinfinito. Tagliare partorire pittura da pittura, segare spazi moltiplicarli. E tutta la pittura di Marciano ad avere questa tensione verso proiezioni ulteriori, al di l di s stessa: le sue carte e le sue tele sono infatti pi grandi di quello che sono.

Il senso di una germinazione primordiale, di una nascita perenne, serpeggia in tutta la pittura di Angelo Marciano, una pittura che non definisce mai, che apre sempre, installandosi in quella condizione del preformale, in cui tutte le forme sono ancora possibili. C una primari et che non invecchia mai, unorigine che brilla ovunque ci sia pittura, disposta a pescarne bagliori.

Senza Titolo - Tecnica mista

Senza Titolo - cm 60x50 - Tecnica mista

Caduta di.. - tecnica mista cm 64 x 75

Fuoco con.. - tecnica mista su carta - cm 180x180

La Foresta 1 - tecnica mista

Deposizione - tecnica mista - cm 180 x180

Lo sguardo estetico non riscatta solo gli oggetti, dislocandoli dai luoghi del consumo a quelli della celebrazione artistica, trasformandoli da strumento zeug in opera werk. Riscatta anche le emozioni,traducendo la momentaneit dello stato psichico in unentit stabile anchessa werk sottomessa ai canoni della rappresentazione, che sono i principi della percezione, comuni a chi produce e a chi fruisce. Questo vale come dislocazione dell oggetto emozione dalla sfera personale a quella dellesibizione agli altri per un colloquio, se si vuole, tra lopera e chi la interroga. gli esiti del colloquio sono primamente guidati dall architettura interna dellopera, e poi dalle sinestesie che il segnale, generato dal quadro, sollecita nell osservatore. l effetto un circuito per il quale lopera inizialmente una proposta, poi specchio, nel quale si riflette, emozione ed intelligenza comprese, per confrontarsi, lio dellosservatore, talvolta con disagio, talvolta con appagamento. questa logica dello sguardo estetico di Marciano (Flavio Quarantotto, 2011)

Immagine da.. - tecnica mista su carta cm 180x180

Tondo - pensieri - tecnica mista su carta fatta a mano cm 80x80

Recupero - di un taglio - tecnica mista - cm 64x44

Lurgenza di dare un senso alla pittura, che gli sgorga quasi dalla mano, lo spinge ad inseguire e a fermare sui fogli, pur tra incertezze, ritrosie, ripensamenti e improvvisi impulsi, brani di unesistenza sfuggiti alla coscienza. Come fotogrammi, le immagini si susseguono per ridisegnare la mappa di una vita vissuta lontano dai fragori di una falsa mondanit e tutta tesa ad ascoltare la voce delle proprie intime ragioni

(Aurora Spinosa, 2003)

Il volo - tecnica mista - cm 35x90

La genuina freschezza della sua arte, cos giovane nell ispirazione come matura nell espressione tecnica, si affinata e completata attraverso la ricerca e la valorizzazione del potere espressivo di nuove tecniche e materiali

(Andrea De Leone, 2003)

Il Volo - cm 180x60 - tecnica mista su carta

Senza Titolo - cm 180x60

Giovanna Cassese Direzione dellAccademia di Belle Arti di Napoli

Nel cerchio imperfetto del suo universo ottico la perfezione di quel moto oscillatorio formulava promesse che lirripetibile unicit di ogni singola onda condannava a non essere mantenute. Non cera verso di fermare quel continuo avvicendarsi di creazione e distruzione.
[da Alessandro Baricco, Oceano mare]

Angelo non si risparmia in nome di quellarte e ci dona onde vitali di cromie, oceani profondi, foreste dense di segni, che, nellimpeto istintuale del gesto pittorico, riportano alla memoria pratiche dellAction painting o dellinformale. Ma lui sembra usare quel linguaggio non per accentuare la forza della materia pittorica, bensi per comunicare una sorta di caos contemporaneo, bello negli accordi cromatici e nei vorticosi gorghi profondi, studiato nei tagli e nelle forme. Amore per il disegno, per la pittura, centralit dellarte in tutti i suoi aspetti, informano da sempre la sua alacre attivit di docente e di artista. I lavori presentati in questa mostra sono tra i pi significativi per tracciare visivamente il suo percorso artistico. Oceani il titolo dellesposizione perch, aldil del tema affrontato nelle singole opere, nella ricca pennellata tutto viene a diluirsi e miscelarsi in fluttuazioni dense, dando ai dipinti... aspetto di fondali marini, come precedentemente detto da Guglielmo Gigliotti nel suo saggio critico. E cos negli Angeli, nella Grande Femme, nei Timbri della terra, nelle Foreste, nelle Galassie, fino alla Deposizione e ai Tagli unesplosione minuziosa di lampi, vortici, macchie e punti policromi sfalda, mescola e rende indistinta la materia che diviene un segno di solo colore, materia cromatica fluida e altalenante, in un continuo rincorrersi di forme suggerite, mai imposte, incostanti e suggestive, come il mare.

Esplosione di.. - tecnica mista - cm 90x 70

Le galassie colorate - cm 31x54 - Tecnica mista su carta

Senza Titolo - cm 100x70 - Acrilici

Il bosco fantastico - tecnica mista su carta - cm 117x68

Nota Biografica

Angelo Marciano nato ad Altripalda (AV) il 22 Maggio 1948, vive a Caserta e lavora tra Napoli e Caserta. E docente di anatomia artistica presso lAccademia di Belle Arti di Napoli. . Diploma di maestro dArte sez. Pittura presso lIstituto dArte Palizzi di Napoli con Magistero. . Diploma di pittura allAccademia di Belle Arti di Napoli. . Concorso allinsegnamento di Disegno e Storia dellArte. . Concorso allinsegnamento di Educazione Artistica. . Concorso allinsegnamento di Discipline Pittoriche. . Concorso per titoli ed esami allinsegnamento di Anatomia Artistica alle Accademie di Belle Arti.

Esperienze professionali . 1969-1970 Docente di Educazione artistica presso le scuole medie di Napoli . 1971-1999 Docente di Disegno e Storia dellArte nei Licei prima a Napoli e poi a Caserta. . 1974 Ideatore e curatore del Gruppo verifica 1974 . 1975 Curatore e partecipante al Gruppo degli Eclettici di Napoli. . 1978 Ideatore e curatore di Riprendiamoci il nostro verde I.M. Marano di Napoli incontro con il Liceo Artistico di Napoli, analisi critica tenuta da Angelo Calabrese . 1998 Responsabile del Dipartimento dellArte per la Giornata della Creativit presso il Liceo Manzoni di Caserta. . 1999 Titolare della cattedra di Anatomia Artistica presso lAccademia di Belle Arti di Palermo. . 2000 Responsabile dellIstituto Interdipartimentale di Ricerca Recupero e Restauro

Principali Mostre Personali . 1973 Napoli, Palazzo Maffettone Rassegna del Giornale Roma Ricerca 73 . 1974 1978 Napoli, La Buhardilla . 1979 Arte Mery V. San Giacomo . 1980 Al Lied Officiers club. Naples schedale of events . 1981 1990 Napoli, mostre personali di Pittura e Grafica presso la Galleria dArte Maison des Tableaux . 1991 Caserta, Mostre Personali di Pittura e Grafica presso la Galleria dArte Bottega San Luca . 1993 Maddaloni (CE), Mostra Collettiva Il Castello . 1994 Caserta, Mostra Personale di Pittura e Grafica presso la Galleria dArte Bottega San Luca . 1995 Caserta, Mostra Personale di Pittura e Grafica presso il centro ANSPI . 1996 Caserta Borgo Medioevale, Mostra Personale di pittura e Grafica . 1997 Francoforte sul Nemo, Mostra Personale di Pittura e Grafica presso il Palazzo della Cultura Italiana . 2000 Caserta Vecchia, Mostra personale Chiesa dellAnnunziata Gaeta, associazione culturale 900 Multipli Gaeta, Collettiva il Porticato Gaetano . 2001 Gaeta, premio Sebastiano Conca . 2002 Caserta Vecchia, Mostra personale Chiesa dellAnnunziata Gaeta, associazione culturale 900 Multipli Gaeta, Collettiva il Porticato Gaetano . 2006 I timbri della terra Hepping presso Agriturismo La Foresta Montemarano AV . 2011 Personale Castelnuovo Marchio Angioino . 2011 Personale Galleria Micr

Interessi correlati