Sei sulla pagina 1di 6

CHECKLIST PER COPPIE DI INFORMATORI

Premessa
La Diffusione una prospettiva che dovrebbe coinvolgere le coppie e le quipes in un ambito molto pi significativo e significante. Un ambito in cui entrano ed agiscono la fede, la storia e il tempo. Un ambito che ha idealmente due piani: uno interno ed uno esterno. La Diffusione cui facciamo riferimento si proietta oltre il raccontare (boccaorecchio), oltre linformare. Alla Diffusione compete il COMUNICARE. Il contenuto di questa comunicazione del tutto particolare. Ad essere comunicato non infatti un messaggio ma un CARISMAi.

Traccia di una informazione


Questa breve checklist senza avere alcuna pretesa di completezza, vuole essere uno strumento di consultazione per quelle coppie che decideranno di diventare coppie informatrici del metodo END.
Momento Preghiera iniziale Commento La preghiera nella riunione di Informazione semplicemente un momento iniziale che ha lo scopo di spostare la concentrazione delle coppie proprio sullascolto e sulla partecipazione. La messa in comune il presentarsi di ogni coppia. Ci che conta che alla fine del giro portiamo la loro consapevolezza sul fatto che condividere anche solo un brandello del proprio vissuto un fare della comunione delle parole uno strumento di crescita comunitaria. La compartecipazione il momento pi importante. Se una coppia presente ad una riunione di informazione perch sta cercando di rispondere in qualche modo ad una esigenza pi o meno consapevole di vivere la propria spiritualit coniugale. Ci che chiediamo alle coppie di raccontare come - e se - questa esigenza stata affrontata fino a quel preciso momento. Ascoltare per noi scoprire, a volte semplicemente intuire, la storia della loro dimensione di cercatoridi Dio e cogliere la misura di questa ricerca Il tema di studio la sobria presentazione del Metodo attraverso la lettura di una sintesi per punti. Nei punti letti sono stati valorizzati gli elementi utili a focalizzare il cuore del metodo piuttosto che gli aspetti pi tecnici o pi pertinenti ad un pilotaggio. La semplicit della presentazione voluta proprio per suscitare domande che rendono largomentare pi dinamico e mirato. Per dare pi forza alla presentazione si pu ricorrere alla metafora di Emmaus

Messa in comune

Compartecipazione

Tema di studio

Presentazione metodo END


Il metodo E.N.D. un metodo di formazione permanente, un percorso che consente ad ogni coppia di capire quale progetto chiamata a realizzare in modo da poter vivere con pienezza lamore che Dio ha posto nel cuore di due sposi. La coppia entra e vive in unquipe (gruppo), formata da 5\7 coppie insieme ad un consigliere spirituale. Lquipe si riunisce mensilmente intorno ad una mensa. Il consigliere spirituale un quipiers come gli altri, importante quanto gli altri, coinvolto nella loro stessa maniera. Lquipe loccasione per confrontare mensilmente la fatica e la gioia del vivere la propria vocazione sia essa matrimoniale o sacerdotale. Ogni riunione composta di quattro parti: PREGHIERA MESSA IN COMUNE COMPARTECIPAZIONE TEMA DI STUDIO.

CHECKLIST PER COPPIE DI INFORMATORI Modalit dellinformazione


Fase principale
Luogo: individuare una sala parrocchiale Tempi: fissare una domenica con periodicit regolare (meglio se mensilmente) ed un orario Materiali: Opuscoli, materiale informativo e locandina END, con i riferimenti della coppia DIP, (nomi, n telefonico, email) questultima da lasciare affissa alla sala parrocchiale utilizzata per gli incontri. Target: coppie in cammino, sensibili ad approfondire i temi della coppia cristiana e del matrimonio sacramentale, individuate sulla base di conoscenze personali degli quipiers e del Parroco Metodo: La coppia informatrice affiancata possibilmente da unaltra coppia di co-quipiers presenta se stessa ed i co-equipiers, raccontando la propria esperienza di appartenenza al Movimento. A seguire distribuisce e commenta il materiale strutturato per la diffusione/informazione (opuscoli, libretti). L incontro viene impostato secondo la traccia delineata in precedenza. Cercare di costruire una relazione interpersonale di amicizia e condivisione sopratutto con le coppie che hanno manifestato pi interesse Proporre un percorso pi approfondito e stimolare limpegno delle coppie a continuare

Fase opzionale
Far seguire, se si ritiene opportuno, altri appuntamenti in parrocchia e prevederne almeno uno presso labitazione della coppia informatrice, dove siano riproposte le modalit del metodo (possibilmente con la cena) Nellincontro in casa chiedere alle coppie le motivazioni di una possibile adesione alla proposta END e gli elementi che le aiuterebbero a continuare ed approfondire lesperienza. Proporre un percorso pi approfondito e sancire limpegno della coppia a continuare

Altri aspetti da sottolineare


La consapevolezza dellamore: profeti luno per laltro ii Latteggiamento profetico ha la stessa sostanza dellascolto e dellattenzione appassionata che ciascuno dei due in coppia chiamato a offrire allaltro. Non ricordate pi le cose passate, non pensate pi alle cose antiche. Ecco io faccio una cosa nuova, proprio ora germoglia, non ve ne accorgete? (Is 43, 18 -19) Queste parole rappresentano leco di alcuni dialoghi di coppia, dove la tenerezza di uno ha rianimato lo scoramento dellaltro, guardando alla novit, alla bellezza dei doni che egli porta dentro senza rendersene conto senza accorgersene; quei doni che non ha ancora avuto la possibilit di sviluppare perch ancora nessuno li aveva letti in lui. Cos ci si accorge di essere chiamati, svegliati e ri-creati dallamore dellaltro che ci annuncia ci che ancora non siamo. Il profeta un amante che suscita vita e chiama alla vita, al risveglio e alla consapevolezza come lamato del Cantico: Alzati amica mia, mia bella, e vieni! O mia colomba che stai nelle fenditure della roccia, nei nascondigli dei dirupi, ( la novit e la bellezza nascoste nellasperit e nella durezza della storia) mostrami il tuo viso fammi sentire la tua voce, perch la tua voce soave e il tuo viso leggiadro ( Ct 2, 13 -14). Quali migliori profeti di coppie che si amano?

CHECKLIST PER COPPIE DI INFORMATORI


La metafora di Emmaus: Due di loro erano in cammino.
I due discepoli lasciano Gerusalemme tristi e delusi per poi ritornarvi commossi, entusiasti, felici e colmi di speranza. Tra landare e il tornare c di mezzo lincontro con il pellegrino sconosciuto che sta allorigine del loro mutamento. E proprio in questo ritrovarsi in coppia e quindi anche in equipe la metafora pi interessante in questi tempi liquidi pieni di dubbi e di incertezze

Segno

Interpretazione
Il cammino: lesperienza dellitineranza, dellandare verso un luogo. Luca parla spesso di Ges come colui che fa cammino, cio in cammino. Anche il particolare quando Ges pone la domanda, i due si fermano e poi riprendono a camminare, rivela che data molta importanza a questa esperienza sotto la quale pu essere vista la storia di ogni coppia. La vita umana un dinamismo, va avanti, protesa verso una direzione e Dio viene incontro ai coniugi per accompagnarli e camminare con loro Mentre discorrevano e discutevano insieme, Ges in persona si accost e camminava con loro. Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo... Anche noi oggi, come i due di Emmaus, viviamo sommersi da discorsi e da informazioni. Subissati di notizie. E si fa fatica a riconoscere la verit, a confrontarsi, a sedersi. Mentre noi sprechiamo tante parole il Risorto si avvicina a noi, e ci pone una domanda semplice e decisiva: Di che cosa state parlando? Che cosa vi sta a cuore veramente? E cominciando da Mos e da tutti i profeti spieg loro in tutte le Scritture ci che si riferiva a lui. Ges, sebbene sconosciuto ci fa visita; comincia Lui ad illuminarci la vita, a farci entrare nel senso delle cose. Ges ci aiuta a rileggere gli avvenimenti, soprattutto quelli segnati dal non senso, dalla delusione. La preghiera di coppia ci aiuta ad interrogarci ed ad instaurare un dialogo fatto di fiducia e confidenza. Laccoglienza un altro simbolo centrale e antichissimo delluomo che supera listintivo timore del viandante che bussa alla porta. Resta con noi, dicono i due a Ges. La loro diffidenza iniziale verso lo sconosciuto si scioglie lentamente sino a diventare fraternit Anche questo un momento fondamentale del matrimonio: laccoglienza del coniuge e quindi anche degli altri per quello che sono, al di l dei nostri schemi La frazione del pane: il gesto ha una sua simbologia umana e storica: Mentre si sedevano con lui, prese del pane, lo benedisse, lo spezz e lo diede loro. La partecipazione del medesimo pane pi dellospitalit, la condivisione della mensa (momento forte del metodo) che rende veramente fratelli, come una cerimonia di alleanza, di amicizia: cio mettiamo in comune il pane che un nostro bene. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero A noi coppie, immerse nellordinaria quotidianit, capita di non vedere le meraviglie dellamore di Dio che ci circondano e spesso non sappiamo ascoltare perch troppo assorti da un modello di vita irto di preoccupazioni e sfide che non sappiamo affrontare. Quando invece, nel nostro cammino di ricerca faticosa, impariamo a guardarci negli occhi, in quel momento che scopriamo con stupore e con gioia che Dio ci ama, ci amico e fratello. Ges in persona si accost e camminava con loro. Lamore prossimit. Sollecita a mettere laltro al centro dellattenzione, a prendersi cura di lui. E premura che si offre, che si consegna. Lamore condivisione. Non gesto occasionale, ma impegno permanente della persona per la persona. E camminare insieme: esistere con per comunicare la tenerezza dellesistereper. Non abbandona, ma rimane. Ha la perseveranza della fedelt che scandisce ogni istante del cammino. E disponibilit permanente.

Il cammino

Il dialogo

La preghiera

Lospitalit

La condivisone

Lascolto

Lamore

CHECKLIST PER COPPIE DI INFORMATORI Preparazione alla riunione di informazione


Prima di ogni informazione la coppia informatrice si ritaglia un momento di preghiera, dopo aver scelto un testo biblico da proporre alla riunione dinformazione, ed un dovere di sedersi sui doni ricevuti. Questo un tempo molto importante perch si chiede allo Spirito di aiutarci ad aprire gli occhi e a saper leggere i segni che ci circondano.

Alcuni doni su cui riflettere


Singolo Imparare limportanza dellascolto / dialogo Ragionare per due Coppia Scoperta e valorizzazione della propria coppia Attivazione di un processo di cambiamento/crescita Maggiore facilit nellandare incontro agli altri Conoscenza, ascolto e disponibilit verso laltro Capacit di pregare in coppia Equipe Creazione di una rete di relazioni

Sperimentare il Servizio nel Movimento Testimonianza di un modello

Individuazione e rispetto della tempistica propria e dellaltro Atteggiamento di disponibilit

Confronto circolare autentico

Fare un percorso di maturazione spirituale Migliorare la propria capacit di ascolto Assumersi la responsabilit della crescita spirituale dellaltro

Sperimentare la ricchezza del movimento Opportunit di conforto, sostegno e testimonianza reciproca

Riflessione ed impegno

Opportunit offerte dal Dialogo e dal Dovere di sedersi Tensione alla crescita Maggiore coraggio verso laltro, anche per dirsi le cose sgradevoli Approfondimento della conoscenza reciproca Maturazione della consapevolezza del dono della coppia Chiarezza nel progetto di vita

CHECKLIST PER COPPIE DI INFORMATORI Tecniche di comunicazione


Gli stili personali
Quando facciamo uninformazione incontriamo sempre persone nuove, ognuna con il suo stile. Questo schema pu aiutare ad identificare con un certo anticipo chi ci troviamo di fronte e le sue possibili reazioni.
Stile Come comunicare Reazioni tipiche dello stile personale delle coppie da informare
IMPAZIENZA, SUPERFICIALITA TENSIONE A CHIUDERE ECCESSIVAMENTE CRITICI SE GLI ALTRI NON RISPONDONO ALLE ATTESE INCAPACITA DI DELEGARE, ACCENTRATORI POCO PROPENSI AD ASCOLTARE E CAPIRE GLI ALTRI FATICANO AD ESSERE CRITICI POSSONO NON ESSERE ABBASTANZA PUSHING E ATTENTI AL RISULTATO, CON SE STESSI E CON GLI ALTRI POSSONO ESSERE TROPPO INFLUENZATI DALLAPPROVAZIONE ALTRUI POSSONO SFUGGIRE I CONFLITTI (ANCHE NECESSARI) A VOLTE DIVENTANO RIGIDI SUI LORO VALORI E LE LORO IDEE RITARDARE TROPPO LE DECISIONI PER EVITARE SBAGLI PARALIZZARSI E NON AGIRE IN ATTESA DI MAGGIORI INFO EVITARE ECCESSIVAMENTE DI ASSUMERSI DEI RISCHI NON DARE CREDITO ALLE PROPRIE INTUIZIONI E SENSAZIONI DIVENTARE NON COMUNICATIVI E AUTOCENTRATI SE SOTTO STRESS POSSIBILE POCA ATTENZIONE ALLE EMOZIONI ALTRUI NON TENERE NEL LUNGO PERIODO E CEDERE AL DISINTERESSE COMINCIARE PIU COSE DI QUANTE NE CONCLUDANO PERDERE DI VISTA I DETTAGLI IMPORTANTI SALTANDO TROPPO RAPIDAMENTE ALLE CONCLUSIONI CARENZE NELLA PIANIFICAZIONE ESAGERARE: DIVENTARE MANIPOLATIVI ED EGOCENTRATI 5

DIRETTIVO Tiene IL TIMONE nelle situazioni della vita, nelle relazioni, nel lavoro Focus sul RISULTATO

NON PERDERE TEMPO, PARLARE E AGIRE IN FRETTA ANDARE AL PUNTO ed ESSERE SPECIFICI FORNIRE UNA SINTESI MA AVERE I DETTAGLI PRONTI A RICHIESTA MOSTRARSI SICURI E CONVINTI USARE IMMAGINI E METAFORE EFFICACI FORNIRE PI OPZIONI E LASCIARE LORO LA SCELTA FINALE SPENDERE UN PO DI TEMPO NELLA RELAZIONE PRIMA DI ANDARE AL PUNTO RISPETTARE E ASCOLTARE I SUOI SENTIMENTI/MOTIVAZIONI EVITARE ATTEGGIAMENTI AMBIGUI NEL PROPORRE IL VOSTRO PUNTO DI VISTA PARLARE ANCHE DI CI CHE SENTITE, USARE METAFORE DARGLI IL TEMPO DI ESPRIMERE IDEE E DUBBI ESPLORARE CON TRANQUILLIT LE AREE DI DISACCORDO Evitare sorprese, minimizzare le percezioni di rischio Portare dati piuttosto che opinioni o idee Strutturare in modo sequenziale/logico/coerente Fornire molti dettagli e informazioni precise Non saltare alle conclusioni e dargli il tempo di assimilare e familiarizzare con i contenuti Essere pazienti, evitare le sparate

EMPATICO ATTENZIONE ALLA RELAZIONE CON LALTRO interesse allinterazione umana, allo stato emotivo proprio ed altrui Focus sulla RELAZIONE

ANALITICO ORDINE E STRUTTURA analisi e prudenza per evitare sorprese spiacevoli Focus su EVITARE RISCHI

PROMOTORE

Focus su ECCITAZIONE/PROGETTUALITA

Sottolineare gli aspetti di novit Prendere tempo per esplorare possibilit importanti Lasciarlo parlare la maggior parte del tempo Essere aperti alle novit, evitare criticismi e rifiuti, esplorare soluzioni alternative Usare immagini e descrizioni di scenari futuri Non annoiarlo con dettagli superflui

CHECKLIST PER COPPIE DI INFORMATORI I punti concreti di impegno


Punto dimpegno Descrizione Il dovere di sedersi (che indicheremo con dds) un percorso permanente che aiuta ad essere attenti a quando soffia lo spirito. Il dds unoccasione per riflettere in una visione innovativa sulle esperienze e sui progetti di vita in comune che si vanno via via facendo. Chiarire che il dialogo sar sicuramente condizionato da aspetti del carattere di ognuno dei due coniugi, con punti di forza o di debolezza, Fare presente che il dds riguarda la vita della coppia, progressi, difficolt, progetti. La Compartecipazione il momento forte del metodo perch aiuta a compartecipare il progetto cristiano individuale e di coppia, realizzando un segno di sacramento reale, per il quale ciascuno fa parte degli altri in Cristo e ciascuno si fa carico degli altri. In genere parte dalla meditazione di un brano delle Scritture, per arrivare ad intenzioni di preghiera spontanee. il momento della speranza e della gioia ed quello in cui, pi di ogni altro, la coppia si sente "piccola chiesa" Nel compartecipare con gli altri si impara inoltre a rendere concreto anche quello che si propone la coppia nella Regola di Vita.,e si chiamati anche a renderne conto. Padre Caffarel ci invita a riesaminare nel DdS lideale di coppia, a guardare alla realt, a prendere delle risoluzioni pratiche per crescere. Scegliere cio una regola di vita. La Regola di vita definita sulla Carta : stabilire gli sforzi che ognuno intende imporsi per meglio rispondere alla volont di Dio su di lui. Riconoscere cio una chiamata di Dio ed essere pronti a rispondere. Lui aspetta, perch noi ab-biamo bisogno di riflettere, pregare, compartecipare con gli altri. Per non lasciarci trascinare dalla vita ma per dare un senso ai nostri giorni verso Dio utile stabilire degli sforzi concreti di cambiamento su cui impegnarci, degli obiettivi graduali per portare avanti il nostro progetto di vita.

Dovere di sedersi

Compartecipazione

Preghiera

Regola di vita

i ii

Gaia e Vito Lipari Il servizio DIP: lannuncio di un dono ricevuto Sessione regionale 2006 Ottavio e Vanda Pasquariello La coppia luogo di profezia del Regno Giornata di Settore Genova 2003