Sei sulla pagina 1di 1

enonsoloCGILenonsoloCGILenonsolo

CORREGGIO MON AMOUR Gerusalemme Liberata, G.B. Vico,


storia di storie della musica rock in Patrizio Ligabue, Little Taver, Frankie
una città della provincia emiliana Magellano, Mamamicarburo, Rio,
Rockerville, Betty Vezzani e tanti altri.
A cura di Marco Colarossi, Luigi Levrini, Ampio spazio sarà dedicato anche
Lucia Pergreffi, Fabrizio Tavernelli a rassegne, locali, negozi di dischi
e di strumenti musicali, fornitori di
Lucio Lobardo Radice Editore service, tv locali, radio libere e concerti
alla festa dell’Unità: tutto ciò che
Oltre 400 pagine sulla musica rock ruota intorno alla musica e ha fatto di
a Correggio dagli anni ‘60 a oggi, Correggio un “distretto del rock”.
con scritti di oltre cinquanta autori,
fra i quali: Franco Fabbri, Ernesto De Con una sceneggiatura inedita di
Pascale, Massimo Zamboni, Lorenzo P.V. Tondelli ispirata alla creatività
Favella, Fabrizio Tavernelli, Alberto giovanile correggese degli anni ‘70.
Cottica, Federico A. Amico, Giuseppe
Caliceti, Fulvio Panzeri, Antonio In allegato un cd-rom con materiali
Spadaro, Lorenzo Immovilli, Alessandro multimediali di approfondimento (testi,
Gandino, Federico Bernocchi, Sara immagini, tracce sonore), in versione
Dieci, Odoardo Semellini, Corrado stampabile.
Nuccini.
Di prossima pubblicazione.
Ligabue, ma non solo! Nel libro si parlerà
di gruppi, musicisti, compositori, dj, Con il patrocinio di
cantanti come Afa, Belluzzi, Black Box, Regione Emilia Romagna - Assessorato alla
Alfonso Borghi, En Manque D’Autre, Cultura, Provincia di Reggio Emilia, Comune

per informazioni
Lucio Levrini (cell. 335 8176586 / luciolevrini@virgilio.it) Laura Fontanesi (cell. 329

Spazio libero dedicato alla musica non solo locale


a cura della Redazione di Correggio Mon Amour: www.correggiomonamour.it
per segnalazioni, consigli e contributi d’ogni genere potete scriverci a: redazione@correggiomonamour.it

MonAmour Top5
a cura di h-capra

Easy listening...
1. Fleet Foxes – Ragged Wood
Oramai li ho beccati pure su RadioDj, ma il disco ha già un po’ di
mesi e ancora odora di primavera, e cori, e melodie perfette, e
suoni cristallini e tersi. Adatto a tutti. Anche a te, fidati.

2. Fujiya & Miyagi – Lightbulbs


Non sono in due, e manco sono giappi. Fanno kraut-rock fighetto,
con un basso ruffiano, delle chitarrine sottili sottili, una batteria
delicata e sinth lenonici. E quella punta di erotico, tipo colonna
sonora di un night di classe. Non è un gran disco, ma per certe
occasioni sono davvero il top.

3. The Notwist – The Devil, You + Me


Ritorna, dopo anni di silenzi e progetti collaterali, il gruppo
indiepop più internazionale della Germania. Un disco che subito
non esalta, poi comincia a scorrere piano, poi affascina. Poi può
stancare. Come tutto, d’altronde. Comunque un ritorno all’altezza
di Neon Golden.

...and not so easy

4. Alexander Tucker – Furrowed Brow


Deliri chitarristici free folk, accartocciamenti noise, musica intensa
da camera disordinata, piena di cianfrusaglie vecchie, polvere e
finestre chiuse con lo scotch.
Pillole di Mon Amour News
5. Deerhunter – Microcastle Torna anche quest’anno Novella Ciao, la festa del vino novello
Nuova prova per il gruppo di Bradford Cox, non geniale come organizzata da Generazione Democratica, il 7, 8, 14 e 15 novembre
spesso gli capita, ma ben scritto. Lo stile rimane quello di prima: presso il Salone delle Feste di via Fazzano
rock obliquo, fatto di una songwriting dispersiva e affascinante.
Un paio di pezzi indimenticabili, gli altri, forse, troppo Diversi gli appuntamenti dal vivo, fa cui: Wells Fargo & The
dimenticabili. Nightingale e Frankie Magellano

pagina 9