Sei sulla pagina 1di 43

SUBLIME

ANAXIMANDro disvel l'apeiron che spazitempeggia quale physis che infiniteggi senz a fine, infiniteggia sublime e dynameggia, l l'apeiron e l'arch cosmeggia, quale c osmesi o kalousia o bellezza finita dell'infinito sublime: delicate membrane spa zeggiano ontopologiche, quali variet sferiche o phenomena, quali imago dell'ecsta sit eidousia,Cronotopia della Physis kreatrix Ontopologica. Lo spazio la libert che situeggi, Spazeggi, trascendeggi, ondeggi, campeggi il de ieggiare, l ove gli dei sono fuggiti, Gli spazi l sublimeggiano. Lo spazio kreatri x-sublime libert che sublimeggi. Nello spazio-kreatrix-sublime il sublime disvela eventi, transcenteggia kreatrix-sublime. Cos' lo spazio-kreatrix che sublimeggi? La natura-kreatrix di quell'evento il sub lime. Ma qual il sublime? Che cosa ne del vuoto che spazeggi? Il vuoto sublime o ndeggiare. Il vuoto non pi nulla, nulleggia. N l'evento che decostrueggi, un' even tit che sublimeggi, decostrueggia la sublime differenza. L'evento della differenza il movimento che disvela le differenze sublimi e subli meggi o transcendeggi, la differenza ontopologica heideggeriana quale struttura ontopologica che eventeggi l'esserit dell'entit in parausia, o sublime parousia, l a parausia sublime dell' esserit che decostrueggi e fenomeggi, esserit della purez za della presenza sublime che spazeggi, quale spazit indecidibile dell'evento che decostrueggi, in decostruzione l l'ontopologia, cio l'ontopologia sublime che tra nscendeggi sublime ontopologico essere-parausia stabile della spazit dell'eidousi a, o entit ideale spaziale, ontologia e topologia transcendeggiano l'eventit -subli me, la struttura ontopologica del sublime: evento che spazeggi l'Ontopology Dase in. Luogo o Chora-kreatrix che sublimeggi, l' eventit , l'eventeggiare della verit che d la fondatezza al mondeggiare. La verit che sublimeggi excstasit , nell'excstas it sublime della verit quale eventit dell'esserit . Nell'arte sublime che sublimeggi l'esserit dell'entit nella libert . L'arte la spazit sublime che sublimeggi. Heidegger ricord l'ondeggiare metafisico aristotelico dello spazio come insieme di luoghi finiti in grandezza e qualit , l l o spazeggiare pura estensione omogenea, uniforme, calcolata-parcellizzata, per t rasformarsi con Kant in forma prioritaria intuitiva. E' qui che Tecneggi la filosofica. Se la Tecnica spazeggia, l'arte atarasseggia, epocheggia o sublimeggia: ondeggia sublime la spazit dell'essere, sublimeggia al di l della sua determinarezza calcolante; cos' la spazit sublime che sublimeggi? E lo spazeggiare dell'esserit sublime, o Dasein che sublimeggi, essercit o esserit ch e transcendeggi. Quale spazit che spazeggi. Raum raumt: lo spazio spazeggi, cos come Welt weltet, i l mondo mondeggi, spazeggiare la libert , sfoltire, diradare, ondeggiare eventi, e ventit , transcendeggia l'Esserit e tempit , gi s'in-spaziano: ein-r umen, la Lichtung c he sublimeggi, la radura ove abiti poeticamente la verit o poeteggi, o poieseggi,

o poeticheggi intesa come chiasma che chiasmeggi, ontopologia che splendeggi e nascondi, evidenzi e custodisca in s il mistero. In L'arte lo spazio-kreatrix-sublime ondeggia lo spazio, spazeggia, libert dispie gante luoghi e la scultura un ondeggiare dei luoghi. Vuoto ontopologico, che-d -sp azio, Einr umende che sublimeggi, che raccolga, la chora-kreatrix-sublime nel-subl ime-Timeo e l platoneggi risuoni in Aristotele nella Fisica come topos, o luogo. In ontopologia sublime della radura sublime ove si possa fondare l'arch dell'arch itettura, la sua origine sublime fondata dall'archegete, il celebre saggio heideg geriano:Costruire, abitare, pensare il sublime. Se lo spazio spazeggia quale vivenza, erlebniz che soggiorni e tempeggi nel mond eggiare, l'ondeggiare del luogo, o contrada, ondeggiare che spazeggi in libert , a rcifigura, forma originaria della libert che spazeggi libera del movimento che tr anscendeggi l'esserit sublime o singolarit che spazeggi, varia, incurveggi nello s pazeggiare: lo spazio spazeggia nella sua libert e curveggia o echeggia, ondeggia in contrade ove l'esserit vi abiti poeticamente, o poeteggi il curveggiare. Pi fi losofica della scienza e pi rigorosa, pi vicina all'Essenza della ousia stessa, l' arte sublime. L'arte lo spazio o sublime che spazeggi, o incurveggi spazitempi. Dasein sublim e che sublimeggi o l essere exstasit , o esser-fuori-da, l esserit dell esserci l e-stas he incurveggi spazitempi sublimi: esserit che e-staseggi il sublime. Spazio subli me del sublime che e-staseggi e incurveggi l esserit sublime che spazeggi:essere ch e transcenteggi e incurveggi Esserit che spazitempeggi, quale essercit che sublime ggi. E' l essercit che sublimeggi l'essere-radura-sublime, Lichtung-sein-sublime che spa zeggi il sublime, la radura-kreatrix-sublime, sublimia che sublimeggi e incurveg gi esserit sublime, non una qualit tra le altre, ma la fondamentale dell essercit sub lime che spazeggi nella radura-sublimia o Lichtung-sublimia che incurveggi l esser it . Nel pensiero poetante heideggeriano l esserit si d sublime, sublimeggia, transcen deggia sublime nella verit dell esserit sublime, nella verit o eventit che incurveggi spazitempicreatrixDasein sublime crea-Il-sublime imaginatio Creatrix di Lucrezio crea-il-sublime crea sublime eventi-Sublimi o creatrix-sublime. Heidegger spazeggia l esserit e estaseggia il sublime o transcendeggia l esserit nella verit , l esserit si d e pu darsi soltanto l ove si spazeggia, quale sublime svelarsi he sublimeggi e incurveggi esserit , non c' senza spazeggiare l essercit sublime che s ublimeggi. Il sentiero sublime dell'esserit ondeggiaQui. La Risonanza nascosta, invisibile quale splendezza del curveggiare. Nel corso de l tempo curveggia la distesa dei cieli, si radica nelle tenebre dell'abisso subl ime, aleggia, ondeggia, mondeggia. il sublime, l kreatrix-sublime in un'unica arm onia, l echeggia silente il sublime, ondeggia la risonanza. Il silenzio pi silente. l'anima? il mondo? Dio? la sublime-kreatrix-sublime. Tem eggia l ondeggia l'invisibile sublime o sublime poetante o vuotit sublime che spaz eggi. E' spazit che consenta la risonanza o La Gelassenheit sublime, la stabilit ontopol ogica che spazitempeggi, La verit dell'eventit , la Gelassenheit l'abnegarsi sublim e che sublimeggi. Gelassenheit l'abneganza sublime che spazeggi, la sublime null it che nulleggi, l nulleggia o nienteggia la kronotopia sublime, la verit della sub lime Gelassenheit, veritas sublime che incurveggi o abnegheggi, sublimi eventit . Meister Eckhart svel l'idea di Gelassenheit sublime che nulleggi. Gelassenheit qu ale Esserit che transcendeggi o nulleggi o nienteggi nell'abissalit sublime, esser it che spazeggi o vuoteggi o nulleggi nell'Esserit sublime. Eckhart vuoteggia o vu ota la spazit che nulleggi, o tempeggia nella nullit sublime. Meister Eckhart svel Il Gelassenheit sublime che sublimeggi o spazeggi nella nullit che vuoteggi, o ne lla nientit che transcendeggi. Il Gelassenheit di Eckhart il sublime curveggiare che nulleggi. Eckhart l'archegete della sublime INDIFFERENZA che spazeggi nell'a letheia sublime, eventit del Gelassenheit. L curveggiA la sublime Gelassenheit che poeteggi l'eventit . Dasein sublime che nulleggi o Esserit -spazit del sublime che spazeggi, o spazitemp eggi nell'esserit risonanza che risoneggi. Esserit sublime che sublimeggi o nulleg gi quale Gelassenheit dell'eventit sublime. Quale sublime Gelassenheit che annienteggi. Gelassenheit che ANIMeggi la sublime

Esserit che sublimeggi. Gelassenheit che chiasmeggi nella sublime abneganza che nulleggi. La Gelassenheit che nulleggi o nihileggi il sublime poetante? Gelassen heit che nulleggi quale sublime che poeteggi? Gelassenheit che spazeggi quale su blime che nihileggi? Sublime poetante che nulleggi nella spazitempit dell'Esserit Gelassenheit. Esserit Stabile che spazeggi e incurveggi sublime. Heidegger disvel la sublime-kre atrix-sublime poetante che nulleggi, Gelassenheit che spazeggi, o spazitempeggi e incurveggi l'eventit sublime che transcendeggi il sublime. Gelassenheit del sub lime, o l'abissalit che nulleggi il sublime che nihileggi? Gestell sublime che spazeggi l'abneganza che nulleggiqui per spazeggiare il fasc ino sublime onteologico del sublimeggiare ontopologico, quale ontologosousia sub lime. Ge-Stell-sublime che spazeggi l'ontopologia sublime. La sublime abneganza che nulleggi l'Esserit Sublime dell'Essere che spazeggi. Gli eventi del sublime che nulleggi il pensiero poetante del sublime che poeteggi o spazitempeggi nella nullit che nulleggi, o nella nientit che nienteggi o nihilegg i nella stabilit che spazeggi l' ontopologia sublime. La differenza ontopologica del Sublime poetante che nulleggi la spazitempit , la G estell-gelassenheit sublime che spazeggi ontopologicamente. Gestell ontopologica del sublime che sublimeggi. Gestell sublime che spazeggi in Gelassenheit che su blimeggi la Gelassenheit poetante. Sublime ontopologia che spazeggi sublime, dal fascino sublime della Ge-Stell Sublime dell' Esserit . Gli eventi sublimi spazegg iano la nullit sublime che nulleggi, ma nella stessa spazitempit che incurveggi il Sublime del dio che ci pu salvare o abnegare in Gelassenheit sublime. L'Ereignis spazeggia il sublime che sublimeggi nell'Ereignis: sublime che spazit empeggi sublime l' esserit . L esserit sublime spazeggia quale essere in luce e abita nel sublime dell essercit :ontopologia che sublimeggi come fondamento-abisso del su blime. La verit del pensiero poetante dell esserit sublimeggia gi nella Chora-kreatri x-sublime che spazeggi il sublime spaziale. Gegenstand Sublime Dasein o l'esser-ci Sublime Dasein ontopology, essere-Dasein nell'esserit -sublime quale esserit -per-la-SPAZIALITA' o Dasein dell'essere l che sp azeggi, al di l del semplice tempeggiare, per essere spazio-che-tempeggi-in-excst asit transinfinita. Chora-kreatrix-sublime lo spazio sublime che spazeggia abissale, sublime che sub limeggi. Anaximandro o il suo kata-to-kreon, l'arch -kreatrix-sublime di Anaximand ro consentirono all'Ontopologia degli spazitempi di Anaximandro di dispiegarsi n ella vuotit o nullit SUblime, o phthor , l transcendeggi la PHILOSOPHY della temporali t nel Timeus Platonico: l il modello paradigmatico svel il curveggiare quale adegua tezza della verit Platonica paradigmatica. E' l'universo paradigma degli spazitempi Platonici quale estasit exstatica del cu rveggiare, o paradigma della physis che transcendeggi e si d quale fenomeggiare v isibile dell'idealeggiare invisibile, ma intuibile con la metafisica della verit o logosousia animata. Gi kreatrix chre n-kreatrix-sublime di Anaximander kat t chre n-Brauch-kreatrix kat t e n-kreatrix: kat t n t u chr nou-kreatrix t xin. qui kreatrix, essere-kreatrix, Anassimandro qui svela kreatrixapeiron l'essere-k reatrix-in-s l non-possa-non-essere kreatrixousia, meta-fisicousia. Si pu -essere-l' esserci-che-non-pu -non-essere-kreatrix-sublime Anassimandro. Anassimandro-non-pu -non-Essere-kreatrix-sublime l'Essere-di-Anassimandro kreatrix -sublime-dell'essere'essenza dell'Essere-kreatrix-sublime. Essere l Essere-kreatrix-essente non p non essere-kreatrix-sublime entit di Anassiman ella kreatrix-sublime di Anassimandro. Essere vuota-kreatrix-sublime quale neces sit adik a, l ente-adik a-ousia, ousia dell essere-La-a/dik a, la Dis-kat -chre n. Sublimia-chre n kreatrix-chre n, o l Essere-kreatrix ontologica, o Der-Brauch-kreatrix , chre n-l Essere-che-non-possa-non-Essere: l l Essere-kreatrix-sublime non-pu -non-esse entousi . Si d kreatrix-sublime kat t chre n-kreatrix l Essere-kreatrix-dell ente. Qui Essere-kreatrixente. Sein-kreatrix-sublime: Essere-che-possa-non-Essere-kreatrixessente. L Essere-kreatrix-dell Essere svela ontousia. Anassimandro si crea la kreatrix-sublim ia kat t chre n-kreatrix Differenza Essere-t -chre nkreatrix. Per lo pi non-possa-non-e il t chre n o essenza-necessit , non-pu -non-esserci-kreatrix-sublimeQui.

Chre nkreatrix kyrialit Chr o-Chr omai- -Che r: Chr o-non-pu -non-Esserekreatrix:t -chre n lime, t chre n l esser-parousia-presenzia/l esser-presente-essente-presente-assente tal e ch non possa non-esser-presentequi, t chre n-derBrauch: l Essere-kreatrix-Ente-nella -Lichtung-kreatrix-sublimia, nella radura-kreatrix-sublimia. Brauch-kreatrix-sublimia ove l Essere-essenzia si eventua: t chre n-nella-Lichtung-kr eatrix-sublimia- peiron: anzi t chre n-kreatrix-sublime peiron-kreatrix-sublime. qui reatrix-sublime-t -chre n, t - peiron-kreatrix-sublime, senza che non possa non esserci chre n- peiron: t chre n lichtung-kreatrix-sublimia-radura-chre nenergeia, logosousia l theousia, l Essere-ousia al theiassenza dell Essere di Anassimandro: necessit , perch no -possa-non-essere in Anassimandro necessit -stabilit necessaria-kreatrix-sublime di Anassimandro, L'"Essere" kreatrix-sublimia dell'Essere essere degli esseri, "es sere nient'altro che essere""essere-che-non-possa-non-essere sublime ". Essere-non-pu -non-essere-l'Essere-essenza o Essere estatico Da-sein. L'essenza de ll'essere estatica Da-sein ek-sistenza kreatrix-sublime, essenza Da-sein dell'es sere kreatrix-sublime Esserekreatrix-Essere sublime di Anassimandro? Non pu non essere essenziale kreatrix-sublime-br chen: Bruk, bhrug. Si d cos l'ondegg iare degli spazitempi in dinamicheggiare sublime e infinito apeironeggiare subli me, singoralit della kreatrix-sublime-parousia sempre nella dynamis dell'essere p arousia sublime. kreatrix-sublime-dynamica, non pu non esserci. Non niente altro che kreatrix-sublime-dynamico estasit che estaseggi: l'atteeggi. La physis nobile ondeggiare sublime spazitempo che spazeggi nel spazitempi che spazeggino il sub lime nella physis, come disvelatezza dell'evento del sublime che sublimeggi nel mondeggiare senza eclisse e senza fondit . Anaximandre 'infinit sublime Anaximander InfinitAsublime. Plutark il sublime poeta nte-pensante-ontologia o il sublime di H lderlin-ontologia-poetante,creatrix subli me dell essere. L essenza del pensiero poetante sublime, poesia sublime pensante. Che cosa significa pensare la creatrix sublime? L si svela l essenza della verit -cre atrix, la svelatezza-creatrix , svela dis-vela creatrix, dis-vela , sottrae, la svela, svelacreatrix, al di l creatrix-necessaria essenza: l essenza della creatrix gi 'Qui' 'l '. Anassimandro non pu non esSere Anassimandro crea il sublime Anaxirnander di Anass imandro, essere sublime di Anassimandro, il sublime Anassimandro il sublime Anas simandro, Anaxirnander'esserenulla il sublime Anassimandro, esserepistemico-Anax imandrian le dinamiche di Anassimandro-crea-il-sublime! Creatrix Anassimandro sublime, Anassimandro il sublime Anassimandro, Anaxirnande r Creatrix SENZA PERCH , HEIDEGGER senza perch , Angelus Silesius essenza del fondamen to si fonda-sulla-Creatrix-sublime di Anassimandro: Anaimander'Anassimandro d Cre atrix fonda Perch c Creatrix sublime? , perch Creatrixsublime com ? : sublime fon fonda, niente senza Creatrixsublime il fondamento sublime : niente senza Creatrix f nda perch fonda, pensa il fondamento. nien-te, senza Creatrix, perch poeticamente C reatrix senzaperch . Si Crea in s , non che l inizio, declina, fonda eventi. , non pu n essere Creatrix: senza perch il fondamento Creatrix, crea-il-sublime creatore, essere-Creatrix senza perch , essere-Creatrix di s , per essere-Creatrix-fondamento. Creatrix c , spazia, essere-Creatrix-Non-pu -non-essere-creatrix-Sublimia, crea subli me MUSAGETE = CreatrixOUSIA, l ARMONIA, armonia sublime,Armonia canto, Armonia danza. La musica MONDANA, sonanzavuota. PITAGORA Crea-OUSIA-ARMONIA,d corde, MONOCORDa, fonda l'essere nella singolarit in finito CreatrixOUSIA. Anassimandro, Anassimandrosublime Anassimandro il sublime Anassimandro crea il "Per fuseos", Anassimandro d spazio. Anassimandro'infinito" a peiron, a + peiron = senza limiteAPEIRON apeironapeironINFINITO, e INFINITO Crea trixOUSIA di Anassimandro,apeironAnassimandro'apeiron:essere-senza-fine. Gi L' apeironCreatrixOUSIA per Anassimandro l'apeiron infinito-CreatrixOUSIA-infi nito: l'infinito-CreatrixOUSIA Anassimandro qui l'apeiron di Anassimandro: neces sit -CreatrixOUSIA: Anassimandro Anassimandro sublime Anassimandro il sublime Anassimandro " ark -CreatrixOUSIA" An assimandro: infinito di infinito: " infinito " apeironl , infiniti'apeiron, l'apei ronCreatrixOUSIA,Anassimandro l'apeiron-nell'apeiron essere'apeiron essere: apei ron nell'apeiron. Anassimandro c' Anassimandro esserQui Anassimandro il sublime A nassimandro apeironCreatrixOUSIA l l'apeiron: apeironessere. Anassimandro apeirone

cessit ": d CreatrixOUSIAnecessit ". Si d -CreatrixOUSIA Anassimandro il sublime Anassimandro, senz'altro Anassimandro crea il sublime di Anassimandro o sublime ANASSIMandro:Anassimandro l'infinitoAn assimandro, l'infinitonulla: infinitoARMONICOspazioCreatrixOUSIA nel TIMEO. TIMEO crea il sublime creatore spaziaLe: il DEMIURGO crea MUSICA,Timeo il sublim e CreatrixOUSIA-MUSICA-DELLE-SFERE, musica L Armonia di ARISTOSSENO.Qui TETRAkTiS creaCROMODINAMICO-Creatrix ARMONIA, ARMONIA-CROMODINAMICAkreatrix,ARMONIA CROMODINAMICAkREATRIX MUSICASCIENZA MUSICA CROMODINAMICAkREATRIX di Aristosseno: MUSICA MONDANA, MUSICACROMODINAMICAkREATRIX non pu non esserespazio, CREA il sublime si crea CROMODINAMICA crea necessit , non possa non essere qui, c , il sistema della MODALITA .

LA MODALITA Qua. La MODALITA CROMODINAMICAkREATRIX-MUSICA Super CORDA MUSICA SUBLIMIA kREATRIX DISSo nanzA dinamica, TRANSCENDENZA =SUBLIMIAschema venta-kREATRIX- venta,cr a-SUBLIMIA-kre atrix infinita infinit sublime, infinita-kREATRIX transinfinita, ontinfinita, infi nita-SUBLIMIA infinitousia. Anaximandro l'infinit di Anaximandersublime Anaximandre o AnaximanderSUBLIMIA. Anaximandre KREATRIX X positiva-ousia, positiva-infinita Essere-KREATRIX positivainfinita esistenza necessaria, KREATRIXesister necessit Essere-KREATRIX Quiesiste G del nfinita-KREATRIX necessaria positiva-matematica-infinita'esistenza-KREATRIX infi nitezza, fonda l esistenza necessit -dell esistenza KREATRIX. Non possa non esserci-KREATRIX OusIA G del , Kurt G del esistenzaONTOKREATRIX OUSIA-kre-KR E-kre-OUSIApoiesis kataKREATRIX PANKREATRIX. AnassimandroPANKREATRIX Anassimandro, l la Terra galleggia nello spazio, sospesa sul nulla, Cos' la scienza? Anassimandro e Heisenberg, Essere-Kreatrix Anassimand rosublime Anaximander, Anassimandro di Mileto,che per primo apr le porte della na tura-Kreatrix essereKreatrix. Gi nello spazio Kreatrix c' l'infinito-Kreatrix sul nulla-Kreatrix di Anassimandro. Anassimandrosublime Anassimandro Di l d Kreatrix: AnassimandroKreatrix di Anassima ndro, Anassimandro la Kreatrix di Anassimandro, Anaximander Sublimia-Kreatrix An assimandro di Anassimandro, Anassimandrosublime Anassimandro,Anassimandro l'esse re-Sublimia-Kreatrix Anassimandro: essere la verit -Sublimia-Kreatrix di Anassiman dro, necessaria-Sublimia-Kreatrix-spazio. Anassimandro Sublimia-Kreatrix-spazile spaziotempo di Anassimandro l'esistenza d i Sublimia-Kreatrix-essere Anassimandro, Anassimandro Anassimandro, Anassimandro sublime. Anassimandro crea Sublimia. Anassimandro sublime Anassimandro evento-Sublimia-Kreatrix, gi Anassimandro event ua-Sublimia-Kreatrix o nulla: Anassimandro essere-Sublimia-Kreatrix: gi la stabil it Anassimandro, Anassimandro esiste, stabilit necessaria Sublimia-Kreatrix-Stabili t , eventi Sublimia-Kreatrix catastrofici di Anassimandro, Anassimandro crea c' . Si d Anassimandro: evento-Sublimia-Kreatrix evento-Sublimia-Kreatrix, eventua sub lime crea eventi. Si creasublime, crea-Sublimia-Kreatrix eventi eventua Anassimandro,essereventa D i Anassimandro, crea essere Anassimandro necessaria-Sublimia-Kreatrix di Anassim andro, al di l eventil nulla Anassimandrosublime. Anassimandrosublime Anassimandro essere-Sublimia-Kreatrix , aleggia l la creazione degli eventi, fonda, crea. Anassimandro fonda crea gi sublime Anassimandro nulla 'essere, la stabilit 'e sseredinamicit Si crea Anassimandro. qui-Sublimia-Kreatrix di Anassimandro necessit Anassimandrosublime Anassimandro. Anassimandro sublime. Anassimandro sublime Anassimandro. Sublimia-Kreatrix. Anassimandrosublime di Ana ssimandro. AnassimandroSublimia-Kreatrix di Anassimandro: la necessit -Sublimia-Kr eatrix di Anassimandro. Anassimandro di Anassimandro sublime di Anassimandro di Anassimandrosublime subl ime Anassimandro di Anassimandro, Anassimandro spazio-Sublimia-Kreatrixapeiron nec

essit . Anassimandro Anassimandro l'apeiron-Sublimia-Kreatrix: Anassimandro Anassimandro sublime Anassimandro di Anassimandro. Anassimandro Anassimandro di Anassimandro. Anassimandrosublime, Anassimandro il sublime di Anassimandro. Anassimandro Subl imia-Kreatrix-apeiron di Anassimandro: Anassimandro sublime Anassimandro Anassim andro: Anassimandro crea il sublime. Sublimia-Kreatrix di Anassimandro. Anassimandro il sublime Anassimandro crea-Sub limia-Kreatrix: Anassimandro nulla sublime Anassimandro. Anassimandro necessaria sublime Anassimandro, Anassimandro non-possa-non-essere gi Anassimandro, non-pos sa-non-essere di Anassimandro al di l Anassimandro-non-possa-non-esserevent . Anass imandro non pu non essere di Anassimandro. Anassimandrosublime. Non-possa-non-essere Anassimandro sublime di Anassimandro. Anassimandro sublime Anassimandro, Anassimandro L'evento-non-possa-non-essere An assimandro. Anassimandrosublime Anassimandro Anassimandro non-possa-non-essere-s pazio, nulla non-possa-non-essere. evento-non-possa-non-essere Gi esistenza. l'abissaleAnassimandro sublime Anassimandro Anassimandro non-possanon-essere-nello-spazio. Anassimandro spazio-non-possa-non-essere-nulla nello sp azio, nulla c' non-possa-non-essereAnassimandro. Il modello di Anassimandro nello spazio non-possa-non-essere nulla: modello Anass imandro Di Anassimandro Anassimandro c' . , non-possa-non-esserci esserespaziovuoto Evento-essere-spazio. Non-possa-non-ess ere esserespaziovuoto: lo spazio vuoto c' Non-possa-non-essere-nulla, Anassimandr o crea Eventi nello spazio. non possa non essere che sia. Che essere sul nulla, perch Non-possa-non-essere no n possa non esserci nulla che d l'evento Qui di Anassimandro: per Anassimandro la differenza necessaria c' . Non-possa-non-esserci tra l'essere e il Nulla. Si creA L fonda. Non-possa-non-essere di Anassimandro: Anassimandro Qui. Anassimandro non pu non essere esiste. Non pu non esserci. C' Non-possa-non-essere: non pu che essere esserci. C' dal nulla . Anassimandrosublime Anassimandro lo spazioQui . Si creAnassimandro. sublime. No n-possa-non-essere che Anassimandro Di Anassimandro nel Timeo di Platone. Anassi mandrosublime Anassimandro. Anassimandro Si d . Si Crea sublime non possa non esse re Anassimandro. Si crea Anassimandro, si Anassimandro la struttura dello spazio sublime. Non-possa-non-essere-spazio, sublime. Lo-spazio-Non-possa-non-essere ch e Anassimandro di Anassimandro-struttura, la curvatura dello spaziotempo. sublim e Di Anassimandro. Anassimandro Non-possa-non-essere immerso in uno spazio-Anass imandro, lo spazio sublime evento. c' . Non-possa-non-essere Anassimandro-Crea l'essere sublime. Anassimandro sublime Anassimandro Anassimandro. Anassimandro sublime AnassimandroNon-possa-non-esserCi. Anassimandro si crea Anassimandro Nient'altro. Subl mia spaziale di Anassimandro idea di Anassimandro Non-possa-non-essere-nello-spazio di Anassimandro necessaria, crea, C' Anassimand ro. Non-possa-non-essere-null' apeiron Anassimandro. Non-possa-non-essere dal nulla di Anassimandro, AnassimandroQui quale creare-Dal-NUllA non-nulla, c' gi -Dal-NUll A di Anassimandro: Dal-NUllAapeiron di Anassimandro sublime Anassimandro apeiron -crea-sublime Dal-NUllA, o l'apeiron-Dal-NUllA di Anassimandro creare-Dal-NUllA sublime. s crea-Dal-NUllA il sublime. la struttura da creare-Dal-NUllA-nel-vuotos ublime . O schemorfia Crea-Dal-NUllA che Anassimandro: l'apeiron-Crea-Dal-NUllA Anassiman dro prima dell'apeiron quale Creare-Dal-NUllA sublime Anassimandro apeiron-che-Cr ea-Dal-NUllA : infinito-apeiron-che-Crea-sublime Dal-NUllA . sublime Anassimandro-infinito-apeiron-sublime che-Crea-Anassimandro-apeiron esse re l'apeiron esserci, l'apeironulla infinita, qual d'Anassimandro essere-apeiron -che-Crea-Dal-NUllA qui, l'esistenza-apeiron-che-Crea-Dal-NUllA. Si Crea-Dal-NUllA si svela Dal-NUllA, necessariapeiron-Dal-NUllA: l'apeiron-DalNUllA Anassimandro l'apeiron di Anassimandro- spazio-apeiron-Dal-NUllA, spazioap eiron-che-Crea-sublime Dal-NUllA uno spazio vuotosublime increspa-Dal-NUllApeiro n-che-Crea-increspature: lo spaziotempocurvapeiron-che-si-Crea-sublime Dal-NUllA virtuale'apeiron. L'apeiron sublime spaziotempocurva-che-si-Crea-Dal-NUllA, struttura'apeiron di A

nassimandro. Anassimandro D l'apeiron: Anassimandrosublime in Anassimandro la necessit sublime spaziotempocurvapeiron-che-si-Crea-Dal-NUllA kata-to-kreon-necessit -che-si-Crea-D al-NUllA. Anassimandro in Anassimandro kata-to-kreon-necessit -che-si-Crea-Dal-NUllA. Anassimandro d Anassimandro lo spazio-kata-to-kreon-che-si-Crea-Dal-NUllA, nel Ti meo l'essere-kata-to-kreon-che-si-Crea-Dal-NUllA, sublime matematic essere-matema tica-sublime kata-to-kreon-che-si-Crea-Dal-NUllA, spazialetempo-kata-to-kreon-ch e-si-Crea-Dal-NUllA. Si creAnassimandrosublime. Kata-to-kreon-si-Crea-Dal-NUllA-matematicasublime. Kata-to-kreon-Dal-NUllA. Teeteto, Eudosso d la verit matematica: Anassimandro. Anassimandro Kata-to-kreon-Crea-sublime Dal-NUllA. Anassimandro necessit -Kata-tokreon-si-Crea-Dal-NUllA, la necessit sublime di AnassimandroPANKREATRIX. Anassiman drosublime Anassimandro. Anassimandro fonda il sublime di Anassimandro. Anassimandro di Anassimandrosublime. Anassimandro che crea in Anassimandro, si A nassimandrosublime. Anassimandro sublime Anassimandro AnassimandroPANKREATRIX. Anassimandro in Anassimandrosublime, Anassimandro KREATRIX Anassimandro. Anassim andro crea PANKREATRIX-necessaria: equilibrio Anassimandro Gi PANKREATRIX di Anass imandro modello dell'arch KREATRIX. C' Anassimandro c' Anassimandro necessaria eventa nel tempoessere, esserenecessit PA NKREATRIX di Anassimandro. sovraKREATRIX, spazio, PANKREATRIXesserci, si crea sublime si situa, Anassimandr o sussiste Il sublimePANKREATRIX sublime matematico: essere KREATRIX del sublime trascendenza sublime del KREATRIX, flusso che consenta paradigmaPANKREATRIX sub lime-dinamicasublimeKREATRIX,sublime matematico,sublimeKREATRIXdell essereKREATRIX SUBLIMA. Anaximandre Anaximandersublime di Anaximander. AnaximanderSUBLIMIA di Anaximandr e, eventaAnaximander, eventaSUBLIMIA Anaximander. Come pu nascondersi davanti a ci che mai tramonteggi e dynameggi, quello che mai t ramonteggi, quello che sorge, emerge,ondeggia, curveggia Eracliteggia la dynamis della physis o incurveggia, il disvelarsi in alterit dell ondeggiare. Mai tramontante significa disvelatezza e nascondit : La physis ama nascondersi, la physis ama la dynamis del nascondersi e del disvelarsi, in relativit dinamica sp azitempit che spazeggi il sublime che sublimeggi. La physiskreatrix ondeggia e curveggia metamofosi metabolica o katabolica, come tale gi sempre epocheggia. Disvelatezza e Nascondit della nullit che nulleggi. In quell esserit sublime si eventua kreatrix l ontopologia del sublyme che sublimeggi o la sua epigenesi. Esserit che spazeggi il sublime che transcendeggi l e si sveli nell ontopologia dell a poiesis, o dell ontopoiesis o della transpoiesis kreatrix. Tale ontopologia krea trix ondeggia e curveggia l esserit nel mondeggiare la gestell sublime, o essere so lo per la morte della nullit che nulleggi, quale arte della poiesis kreatrix subl yme. Quell ermeneutica eventua l'ontopologia della transcendenza o ontopologia dell immag ine dell esserit -nel-mondeggiare. Ma che cos l'estasit kreatrix dell esserit -sublyme c sublimeggi? Anzi che cos l'ondeggiare dell esserit -sublyme nel sublime kreatrix che s ublimeggi? la gettatezza-della-verit dell esserit nell aletheia fondale che aletheggi, grund ed a bgrund, del sublyme che sublimeggi e si d , si getta nella mondit ontokronotopica q uale spazeggiare-kreatrix che sublimeggi. L esserit si eventua-kreatrix nel sublyme che sublimeggi quale aletheia che aletheg gi, disvelatezza dell ontopologia dell esserit sublime, dell essercit sublime, dell esser entit sublimi: variet nella gettatezza-del-sublyme quale aletheia che aletheggi l 'ontopologica dell essere ondeggiare sublime, ontimagine sublime, ontimago sublime , ontopoiesis sublime. Il sublime che sublimeggi delle variet ontopologiche della verit dell esserit sublime transcendeggiano, si eventuano, si gettano quale fondit anche quando gli dei fug gono e il tramonto dell occidente si secolarizza, per sempre il sublyme curveggia

e intenzioneggia per essere ondeggiante esserci: mai la verit tramonta, sempre pa rousia sublyme che sublymeggi aldil dell'agatousia, aldil delle entit mondeggianti.

ESSERE-CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx in Anassimandro il Dasein, crea l'Essere-dell'Es sere-destino del Dasein, Dasein l'Essere che si rivela nell'esserci-sublime ESSE RE-CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx gi l . Il tempo l d l'Essere rivela Esserepoesia, RE-sublime CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx-poesia. Anassimandro l'iniziosublime pensiero che pensa Essere-che- -Essere-sublime -ESSERE -CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx che- "l'enigma dell'essere" inizio dell'essere, la "dif ferenza ontologica", l'Essere "l'oblio dell'essere l'oblio dell'essere che si "d imentica" o ESSERE-CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx di Anassimandro, Eraclito CHR ON Anass imandro, Eraclito che pensiero Anassimandro quale necessit physisaletheia. Essere dell'essere suo "essere" che con-Anassimandro autentica ontologia, il pri mo pensatore ontologico-Anassimandro. Esseremodello di Anassimandrosublime. Anas simandroCHR ON-necessit sublime, necessit in Anassimandro, necessit di Anassimandro, C HR ON dell'Essere. Anassimandro il primoEssere sublime, -ontESSERE-CHR ON-CR ATRIx-Subl Im -CR ATRIx. "Necessit " CHR ONAnassimandro, CHR ONdi essere che si d in una radura necessit CHR ON, on possa non essere-chrao-CHR ON-Brauch, necessit Esseretempo "necessariaessere di e ssere",Dasein crea l'essere dell'ESSERE-CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx.Non possa non e ssere CHR ON di Anassimandro, chre'essere di essere, si d Dasein ESSERE-CHR ON-CR ATRIxublIm -CR ATRIx. H lderlin "soggiorna in ESSERE-CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx": qui c' o l Dasein Esser he si crea Essere, chE si rivela ci Che . ESSERE-CHR ON-CR ATRIx-SublIm -CR ATRIx essere ale Nulla kreOn-kreatrix di Anassimandro, quale essere dell'essere che ci che sve la l'Essere ontoCHR ON-kreatrix. Anassimandro o l'Essere che non possa non Essere disvelatezza di Anassimandro, o nt kreOn-kreatrix che non possa non Essere-kreOn-kreatrix ci che , e sar Anassimandro esserenecessit ontokreOn-kreatrix qui e ora presentEssere qui e ora'essere. La temporalit sublime dell'Essere. Anassimandro- "panessere,Essere kreOn-kreatrix " Essere ousia", si rivela Non-p ssa-noN-Essere-kreOn-kreatrix. Exsistenzia o existentia dell'esseresublime. Essere- -pankreOn-kreatrix "crea-esse re" dell'Esseresublime. Essere- :kreOn-kreatrix che getta l'essere che- l'Essere-kreatrix-nella-radura del destino della storia dell'essere. EsserePhysis di physiskreatrix physisEssere di Essere-kreatrix di essere, Dasein che non possa non Essere-kreatrixphysis, Esse rephysiscreatrix: l'Esserephysis nella storia dell'Essere-kreatrix. Essere- l'essenza di CHR ON CR ATRIxsublime CHR ON-necessit , chre-necessaria-creata Esse ephysis-CR ATRIxphysis. PhysisCR ATRIx Essere ONToCR ATRIx Non-Possa-che-essere creatr ix (ontologia), si d Esseresublime. L esseresublime si d , si d ousia l essere metafisic a dell esserci trascendenza esserci disvelatezza, essere-nella-verit sublime: essere ne lla--verit -dell'esserequi. L essere verit dell' essereDaseintrascendenza qui necessaria essereDasein esserci, c su me nulla in Esseretempo, l esserci nulla quale Esserenecessario qui sovraDa-sein. Dasein Daseinecessit sublime. Destruktion costruzione distruzione Distruzionenecessit ,l esserenecessario si d infinit sublime:costruzione necessaria dis truzione-decostruzione di ci che distruzione ontologia-infinit ,costruzione di s infini t necessariaQui, necessario l essere dell Essere-creatrix,Kreatrixdell esserenecessaria Kreatrixnecessaria ontologiaQui:ontologia Kreatrix ontologica dell esseresublime, ontologia dell esserci [DaseinKreatrixsublime]necessaria ontologia Kreatrixontolog ica dell essercinecessit :l esserciKreatrix dell essercinecessariaQui DaseinontologiaKreatrixsublime. Kreatrix necessaria d l essereontologia necessit ontologia KreatrixOntologia, l essere si d gi Kreatrix gi essere ontologia. Al di l essentenullit estasi-necessaria-crea l essere sublime dell Esserci ontologica. Dasein ontologico dell essere qui-sum crea gi creatrix creaousia essere che crea subl ime ontologia crea ontologica creatrixsublime, ontologica trascendenza ontologic a schemamodello trascendenza-Dasein-CHR ON crea essere, crea sublime crea-creatrix categorie cromatichesublimi e topologiche crea categorie cromatiche topologiche, cat

egorie cromatiche topologiche cromatiche cromaticosublime. cromo dinamicasublime cromatica evento cromatico paradigmatica, schema dello spazi osublime, spazio dello spaziosublime schemaparadigmaticasublime, schemaspaziospa ziasublime categorie topologichesublimi, categorie topologiche paradigma spazio nello spaziosublime schema infinito infinitospazio, gi schema, il concetto di schema , chema-chirialit schema dello spazio. Eventosublime spaziale paradigmatico creaspazio, spaziaquischema si dispiega, sp azia-non-pu -che-essere, spaziasublime spazia-creasublime non-pu -che-essere crea-il -sublime non-pu -che-essere-creata spaziasublime spaziaparadigmasublime. , non-pu -che-essere spazio dello spazio lo spaziosublime. spazio-non-pu -che-esserci e sseresublime -non-pu -che-essere lo spazioparadigma non-pu -che-essere-paradigmatico.

Si crea il sublime. -non-pu -che-essere-Creatrixsublime non-possa-che-essere crea-il-sublime, non-pu -non -essere, non pu non esserci, pu essere-schema-immagine, o schema-figura schema-spa ziale dell immaginazione-paradigma-SubliMe essere-SubliMe: pu essere-SubliMe, schem a -SubliMe non altro ch SubliMe spazio-tempo-schema-SubliMe, tempospaziO-SubliMe, quale necessit schema-SubliMe- -schema- SubliMe -creatrix paradigmatica dello spazio, schema delLa spazialit : spazio topologiasublime , sono categorie topologiche. eventosublime fondasublime. paradigma infinito non-possa-non-esserci, schema, concetto di schema non-possa-n on-essere concetto di schema, schema-chiriale schema di schema-spazialit -temporal it , schema che d da pensare non-possa-non-esserci paradigma. transustanza ontologi ca ontologiasublime dell ontologica, ontologia ontologia dell essere-Evento-SubliMe. SubliMe essere- paradigma d spazio ontologico- -SubliMe-ontologico crea il SubliMe o si presentaSubliMe necessaria un eventoSubliMe ontologico, SubliMe ontologico cr ea l essereSubliMe d essere. SubliMe che crea essere-sussistenza-SubliMe ontologia del SubliMe, non poss che esse re SubliMe ontologico: eventoSubliMe che trascende infinito, fonda ontologia ontol ogica delSubliMevento, ontologia vuotaSubliMe. Non possa non essere SubliMe : crea Qui SubliMe, non possa non essere sublime. Sublime infinit Sublime infinito. Subli me vento: Delft di Vermeer, DelftSublime di Vermeer.

la creatrix-Sublime transcendenza infinita- infinit di infinit necessit sovraSublime , schema tempospaziale Sublime. Vermeer Sublime-nulla-infinito necessario transc endenza Sublime. Anassimandro sublime di Anassimandro Anassimandro sublime Anass imandro: A-letheiaKREATRIxousiaOUSIAKREATRIXsublime. KREATRIXesseresublime. KATAKREATRIXsublime ontOUSIA, transOUSIA, mesonOUSIA, ONTOKREATRIXsublime, TRANS KREATRIX, METAKREATRIXessere, OUSIA ventUA EvENTUAKREATRIXessere, OUSIAEVENTO Pan KREATRIX ONTOKREATRIX, PANKREATRIX armonia kreitton AFANE-KREITTON-aphan s kreitt n phaner s. L''armonia nascosta migliore kataKREATRIX KATAKREATRIXessere, PANKREATRIX, KATHA KREATRIX ONTOKREATRIX PANKREATRIX, crea sublime kataKREATRIX KATAKREATRIX. PlutarCO il sublime khr -khre mena-khre n-Eventa, archeKREATRIXsublime ARCHEKREATRIX, khr mata-khr mat n-khreonOusia, kataKREATRIX kreon kreON KREonOUSIA, CHREION ontologic a sublime O KREATRIXONTOLOGICA ontologicasublime, concettontologica sublime onto logica ntoKREATRIXessere esistenza dell esse-re-esistenza di DiontolontologicOntologi a, positivoInFINItoEssenza Nq = N(p ? q) (Necessit ) Esistenza necessaria, positiv omatematica esistenzapositiva, eventopositivepositiva, esserepositivaessere , positiva essere positive non possa non essere positiva, concetto di Diosovraente, positi vessenza necessaria-KRE n-concetto di necessit , ousia se p implica necessariamente q a lora necessario che p implichi q positiva, allora necessariamente positiva, pos infinita necessaria necessaria-KREATRIX, esistenzaessenzanecessaria, essenzanece ssaria-KREATRIXesistenza necessaria, positivanecessaria, esiste necessaria-KREAT RIXSUBLIMIA necessariaSUBLIMIA necessaria, esserenecessariaSUBLIMIA. Kreatrixphysis ousiasublime ousia Esserephysis CreatrixAl di l . Al di, Al di l dissonanza, H lderlin sublime, al di l di quel che dicono i poeti da pensare, ci che pi profondo pensare, al di l della metafisica, da s altro-da-s .

C Pansublime Pan abisso, Abgrundsublime, assenza di Fondamento ove si abiti e che co nsenta l essere-nel-mondo dell esserci, la gettatezzasublime, l essere gettati nel mon do: Poesia pensante e pensiero poetante in H lderlin. SUBLIMIA di H lderlinsublime, H lderlin: , in H lderlin l essenza della poesiasublime, il poeta sublime dei poetisubli mi . H lderlin-SUBLIMIA. H lderlinsublime, H lderlin in H lderlinssublime, H lderlin H lderlin sublime H lderlin ramentometafisica, poesia dell esseresublime, che gi sublime. la poesia di H lderlinin finito, H lderlin quiessereH lderlin, fonda l'esserepoetico-pensante. Lucrezio, o H ld erlin ascolta la poesiasublime, di H lderlin la poesia del nullasublime: H lderlin al di l di qui H lderlin-SUBLIMIA. H lderlins-H lderlin spaziopoesia dell esserci. H lderlin-sublime H lderlin-H lderlin la morteDiopan gi luogo dell esserci, esserq sserepensieropoesia. Non-possa-non-esserci, crea l esseresublime d da pensare H lderl in di per s nientenecessariessercipoesia, H lderlin: H lderlinpoesia pensante, di H ld rlininfinito nello spaziosublime.Non-possa-non-esserci H lderlin. H lderlinsublime l esserci esserci che sublime.Non-possa-non-esserci.H lderlin l esseresu lime l esserqui-pensante dell esserel esseressenzaessereessenzaousia, sussistesublime. Non pu non essere: qui Non-possa -non-esserci negli abissidell essere. Esserephysis archeousial'essere esseretemporalit estatico-Sublimia della stor ia di essere che crea il sublyme transcendeggia il corso dello spazitempeggiare o dell ontocronia che sublimeggia? Tra le tante ipotesi quella pi ontopologica la c ura ondeggiante della verit dell esserit che sublimeggi. Solo nel sublyme l aletheia aletheggia ontopologica e si cura da s , ondeggia e c urveggia da s , fondeggia e si cura senza gli dei fuggitivi. L esserit sublime incurv eggiala cura da s l esserit -sublyme, senza la cura ontocronica o ermeneutica, anzi s i cura senza l epistemica ermeneutica, ondeggia la cura della verit da s , spazeggia il sublime. sublyme aletheia che aletheggi si d e transcendeggi, si cura da s quale esserit sublyme o esserit dell evento-verit , giacch nel sublyme in ekstasit e ondeggi, si d , cura l evento della verit ontopologica dell'esserit sublime o dell esserit dell alethei sublime o dell esserit -sublyme-della-verit -nella-physis. La spazialit del sublyme si fonda sulla spazitempit sublime della libert :la spazi alit sublime del sublyme la spazitempit sublyme della libert d Essere dell Esserit su me che sublimeggi. Il sublyme c quando l Esserit si d , transcendeggia nella radura sublime, nell' onto pologia dell Esserit , quale ontopologia dell Esserit poetante che si eventua nella get tatezza sublime che curveggi, la radura poetante che custodisce, kripteggia, lat eggia, ondeggia la cura dell Esserit sublime che sublimeggi. I luoghi del sublyme sono spazitempi che spazeggiano l essercit sublime nel monde ggiare, o mondaneggiare, o tramonteggiare o eclisseggiare, sublime che sublimegg i l Essere abitato poeticamente dall orizzonte e dall Esserit sublime-senza-fine, senza declineggiare, senza tramonteggiare, senza eclisseggiare, quale eterneggiare de lla risonanza dell Esserit -sublyme che sublimeggi. Solo cos si eventua l epocheggiare della sublymanza che sublimeggi la spazialit che spazieggi la sublymit della Physi s. L l Esserit -sublyme non eclisseggia, o tramonteggia. Nel sublyme che sublimeggi c l ndeggiare differenza ontopologica tra il fenomeno sublime e l'evento sublime: no n la nullit o la nientit , ma l Esserit sublime che ondeggi in-contro, l Esserit sublime che curveggi, per abitare l Essere sublime che incurveggi la radura sublyme che su blimeggi. La spazit sublime della sublymanza la spazitempit della differenza che si event ua nell ontopologia poetante, che abiti il luogo kaosmico o spazio che spazeggi il sublime. La spazit sublime del sublyme che sublimeggi la spazitempit dell Esserit che curveg gi l essere sublime che incurveggi la parousia della radura, ove non ha mai abitat o n l entit , n l Esserci, n la mondit , n la metafisica, n la teocrazia, ma solo la t nza dell Esserit sublime che ondeggi in-contro, quale curveggiare sublyme che trans centeggi. La spazit che spazeggi sublyme la spazitempit sublyme,o dell'abitare sublime de

i luoghi sublimi che sublimeggino il sublyme,l incurveggia la transonanza dell' E sserit -sublyme, o Esserit che sublimeggi curveggiante, Esserit che abiti l Essere sub lime, Esserit che spazeggi il sublime e ondeggi l Esserit sublyme della diradanza su blyme che sublimeggi. L'ontopologia, il luogo ove l Esserit sublime ondeggia in-contro e ci abiti il sublyme che spazeggi l'ontopologia del sublyme, la sublyme ontopologia della spa zitempit sublyme: solo nell'ontopologia sublyme la spazitempit si eventua quale sp azeggiare sublyme, giacch solo l libera di curveggiare e di spazeggiare sublyme. I luoghi ove il sublyme ondeggi incontro, o dove l essere curveggi l esserit subli me che si eventua ed abiti la spazit del pensiero poetante, sono i luoghi del sub lyme che spazeggi il curveggiare, perch l'ondeggiare dell esserit sublime con la sua ikona sublime getteggi la parousia e la abiti sublyme, nell'ondeggiare indicibi le inauditeggia, atarasseggia, epocheggia, chiasmeggia sublime. La spazit sublyme spazeggiare gli spazitempi liberi, abitati solo dall Esserit su blime che ondeggi in-contro, quale sublyme senza-la-fine, o nullit che nulleggi: Esserit sublime che incurveggi nell essere che getteggi ed abiti l Esserit poetante su blime. NULLAsublime vuototemponullo esserenulla nulla . Che ne del nientesublime? , nien te immaginario , niente per s , vi il niente, c il non , nienteontologica, nulla-sub lla, che nul-lasublime della differenza ontologica, nulla pri-va gi essere gi nulladel-nullasublime, nulla-sublime, nullasublime, sublime-nulla, essere annienta, p i niente, il niente crea dal nulla nullit nulla, che non c , che non esiste, il nulla non ente del nulla. Esserenulla della metafisica, nulla vuotonulla nullasublimia. Che cos nullasub limia? Si nasconde la presenza del dioH lderlin, dio evento-dell essere. Le tracce degli dei fuggiti. H lderlin-Dei fuggiti, H lderlininfinitoin-finito, s enza fine, al di l qui l esserepoesia in-finito mondeggiamondo, gli dei sono fuggit i:sublime. L armonianascosta l armoniaphanes-kreitton, pan-sublime pansublime vuota, physisamanascondersi abitare poetico in H lderlinsublime. H lderlin-Heideggersublime? H lderlinDionascosto, l gli dei son fuggiti, H lderlin abita lo spazio-temponascosto o la poesia di H lderlin?H lderlin:H lderlinsublime.H lderlin:Essenza esseresublime, non pu non essere Fondamento di s su di s -es-ser-esserenecessit gettatezza. H lderlincatastrofe del nulla l esser-qui katastroph , l esserequi soggiornabitapoeti camente, nella sua essenza la verit dell essere. H lderlin: L essere il fondamento dell esser-Qui ontologia, la verit dell essere-conse te necessariapoesia di H lderlin in H lderlinenthousia risuona H lderlin, Schellingess ere, il Dio dell esser necessario ultimo Dio . Vom Ereignis evento al di l , necessit , H lderlin ultimo Dio , der letzte Gott, aldi l l Dio metafisico, assenza, morteDiopan essenzialmente morte del Diometafisico, anz ich eventodinamicadynamisassenza/presenza di Dio senza fine DioPan, fuga degli dei , H lderlin abissale H lderlinsublime, H lderlin-H lderlinnecessit poesia di H lderlin, H l lin Dio di H lderlin-sublime. H lderlinnient altro che al di l della metafisica, s ioEtere crea-poesia del nulla, nulla svelato. Gi NULLASUBLIMIA teurgicasublime, teurgica di Proclo. Nullasublime. DIONIGI AREOPAGITA Proclosublime. Proclo Meister Eckhart o Teodorico di Freiberg . Procli-Proclo-sublime Proclo-EssereSUBLIMIA Scoto Eriugena. Proclosublime o ProclometafisicaProclo transitivamente (transitive accepta) Dionig i. Proclo Teodorico di Freiberg. Proclo, Procli Diadochi Licii schema hylementa eleva menta , elevazioni, o degli elimenta essentiacontemplandumcontemplatione, contemplato Proclo: essenzacontemplatocontemplazione sublimecreato, Proclo contemplasublime la contemplazione di Proclo in Dionigi. Proclo sublime Proclo. Proclo-Dionigi Procloessere quale essere dell essere, essere super-sapienza , principi dei principi, che sono i superentia supersapientialissublimi . Proclo-Dionigi mys tica theologia. Proclo-Teodorico di Freiberg. Proclo si fondasublime in Proclo-D ionigi-Proclo la sublime creatrice-kreatrix-SUBLIMIA, creatore-kreatrix sublime creatore-kreatrix instabile. SUBLIMIA al di l eventoSUBLIMIA: superentia, creaSUBLIMIA, crea macromicrocosmo nex us-subnexus-vestigia di Eriugena creato-kreatrix dionisiana:Creasublime.

LA CREA, creaTRIxDELLA MUSICA - Densit -crea l'essere decostruito. Eventi, entit eventi, eventisublimeventi. La musica non semplice sequenza di even titempo, si costruisce nel tempo quale Musicaevento eventomusicatempomusicadinam ici, strutture dinamiche, si creamusicapoetico, consonanza, bella musicaTempo si crea Vitryisorhythmquanteventisorhythmic, Philippe de Vitryisorhythm cromamusic alessere, si creaeventidinamica, creadinamicieventidinamici. Taleventoeventi creareventispazio spazioflussotemporaleschema temporaleventa, es serventidecostruito creamusica costruzione creaQui 'Interazione' si crea si d cre asublime, crea-il-sublime si crea si d creasublime, d creadensit , Densit sublime, den sit di densit eventisublimeventi eventidensit musicaleventi, eventomusicaledensit , De nsit eventi. L'evento crea densit eventeventisublimevento l'evento. Eventisublimeve nti eventieventocreasublime crea-il-sublime creaspaziotemposublime. Quieventitem pocreasublime createmposublime creasalienzasublime eventiSalienza paradigmasalie nte, rivela consente dinamicasublime dinamicaeventosublime eventodinamicasublime evento che consentesseredinamici. creasublime creaeventisublimi di eventi, crea eventi, crea dinamicasublime, creaeventi di eventisublimi eventosublime di event i 'atomi di musica' eventosublime. Eventempo-strutturasublime, creadensit , eventi di eventi eventosublime di eventi, creareventidensit eventua, crea'Evento', d crea stile musicaleArs Nova. evento-Sublimia-Kreatrix Novadissonanzaconsonante accord i'armonientit creaeventua spazia la caligine luminosa Proclo-Dionigi-Proclo SUBLIMIAdionisiana superentia-necessaria teurgica."La "cre aessere v nto trascendenzaSuBLIM trascendenzaEssere-Esserevento crea-la-radura SuBLIM del ci Da-seineventoEreignis Ereignete esserci consente nella radura dell'essere ev ento, essere nell' evento creatumkreatrix necessit kreatrix, sublime kreatrix. Anassimandro evento-kreatrix Ereignis-kreatrix si d l essere degli dei dell essere -s ela -al-di-l meta-fisicA infinitrascendenza. vuoto dinamico mondeggia. Essere qui s ublime, svela quiGrund, , fonda Abgrund: fondapoetica, , fonda infinitaH lderlin, monde ggia si d creapensaPensieropoesiaessenza, soggiornaH lderlin, la poesia ascolto qui , ascolto esserciH lderlin, necessariarisonanzaH lderlin la poesiasublime di H lderlin -H lderlin il poetaesserci Giacch gi disvela necessit , ci che necessaria indispensa e"esseressenza infinitapeironecessit essere, quell esserefondamento di essere senza pe rch , senza fondamento quale sia il suo fondamento essenza, senza perch , essere sen za perch , essere-fondamento-senza-perch . nulla, si fonda, crea l essere degli enti che da s Sublimia essenza, dispiega, si sch iude, si distende in stabilit -Sublimia. L si dispiega , in s , Sublimia in s essere es senzialmente presente essere pensa ci che creatrix-Sublimia da s , ontocreatrix-Sub limia, svela l essere l essenzaqui nell essere presente, svela essere-presenza, fondal esserepresenza-che-si-schiude-da-s -sovraessere, ama nascondersi, essere-vela-sott rae:L essenza dell essere-svela svela-creatrix-Sublimia, essenza si s-vela, svela-ve la- - svelatezza non-pu -non-essere-creatrix-Sublimia della sua essenza, svela-esser e-gi da se stesso essenziale si dissolve non-pu -non-essere-creatrix-Sublimia-esser e d essere dell ente l essere dell ente che non da fondarsiousia; l essere si sottrae sottrarsi non-pu -non-essere-creatrix-Sublimia-nulla fonda sottrae l essere, gi senza perch ; L essenza senza perch ousia senza perch , senza fondamento fonda non-pu -n re-creatrix-Sublimia fonda fonda-essersi essere-esserci-essere-fondamento sottra endosi. L'essere-esserci quale non-pu -non-essere-creatrix-Sublimia- abissale essere dell esistenza l esserci transcendenza: Esseretempo-essenzialmente-estatica dell esserci n on-pu -non-essere-creatrix-Sublimia non pu non essere . l essereesserci fonda l esser velatezza senza perch poesia di Hoelderlin sottrarsi fonda nella sua sin-golarit s i d crea si d l essere dell essenza creasublime. sublime. Si rivela da s , essere getta a nullapernulla enigma dell essere-non-pu -non-essere-creatrix-Sublimia. POESIAsublime di H lderlin. ERACLITO, Poesia pensante e pensiero poetante in H lderlin, poesiasub lime di H lderlin poeticosublime h lderliniano. H lderlin abita in H lderlin, di H lderlin Sentierisublimi della poesia. H lderlin abitapoetico La poesiasublime di H lderlin in H lderlinDio di H lderlin, H lderli Qui Friedrich H lderlin senza Perch ? Diopan-dei sono fuggiti nell' apeironOUSiAPEIR ONOuSIA, KREATRIX OuSIA panKREATRIXOUSIA, MUSICAKREATRIXOUSIA PANKREATRIX DIOPAN KREATRIXEvento-Null'evento abissalit poesia che crea-kreatrix creasublime. Plutar co sublime Eudoxus, EudossosublimeEudosso in teurgiadynamis Infinitasublime. Eck

hartsublime eckhart in Pro-clo. Eckhart-Proclo-Eckhart o gli eckhartiani Niccol Cus ano. Proclo-Eckhartprocliani. EssereproclianDionigi Areopagita, Giovanni Scoto Eriugena. ProclosublimeProclo i n ProcloentiaDionigi Areopagita. Proclosublime Proclo in Proclischema medievalep rocliano elementa elevamenta essenzafilosofia sublimE. Proclosublime Proclo in Dionigi procliana. Proclo sublimeproclianaeleva al di sopraProclo-Dionigi. ProcloDionigi essere in es sere dell essere ines-seresupe-rentiaprocliana superessereSuBLIM . Proclo crea il Su BLIM , crea SuBLIM il SuBLIM , crea la curvatura obliquaklinamen evento crea SuBLIM cr eatrixphysis. Si crea evento-nullo, nulla SuBLIM , SuBLIM nulla evento ch crei l esse e dal nulla, NULLA SUBLIM . Gi essenza del niente nientifica: esserenulla, dal null a l esserekreatrix SUBLIM tra-scendenza esserevento SUBLIM , svela creaSUBLIM kreatri x, sussiste nullainstabilit , crea SUBLIM kreatrix sussistenza ontologica distruzio ne-in-s . SUBLIM nullevento dell'essere qui SUBLIM . Si crea SUBLIM SUBLIM creato, radura Dickung-Lichtung, spazio SUBLIM Lichtung-nulla SUBLIM Lichtung, necessaria nullaLichtung spaziotemponecessariaLichtung Eventa, vi gi , si crea la LichtungSUBLIM non pu non essere la Lichtung della LichtungSUBLIM .

NihilSUBLIM , nihilessereSUBLIM . Nihil non pu non essere nullaSUBLIM essere il nihilS UBLIM essere l SUBLIM niente, essere niente necessario necessit disvelatezza, neces it di essere necessit necessit dell'essere la necessit , necessit di s necessit del levento-Sublimia-Kreatrix necessit di essere. Essere necessit di essere l'essenza del nichilismo, che l'evento-necessit necessit -essenza-necessit , necessit sublime ne cessit dell'essere essenza, essere nihil nihilessenza-necessit di essere-necessit d ella necessit di essere necessit essere, necessit di essere necessit assente. Essere esserenulla al di l essere-che-crea creasublime crea la tascendenza. creaesseri, crea esseri, crea essere, creasovrumana essere, crea sublime. evento, d l'essere crea evento-Sublimia-Kreatrix crea esseri creasublime crea-il-sublime creasublime crea il sublime che crea. Dionigiinfinitainfinita-Denyset Proclus: creasublime crea essere-in-s crea senza limiti infinita non pu non essere. increatosublime increato ventosublime sublime-in creato: creaessere, d radura (pantokr torsublime) crea. evento-Sublimia-Kreatrix, cr ea se nulla, si estende al di sopra creanecessaria Infinit . sovrasostanziale al d i sopra dell'esserecreato. IL NULLA evento-Sublimia-Kreatrix dell essere abisso-se nza fondo-nulla. L abisso dell esserenulla fondo abissale evento-abisso, l essenza dell essere esserenul issale-evento-Sublimia-Kreatrix, il fondo abissale(Ab grund)sublime esserci-abissa le abisso-trascendenza abisso che trascende in s , nel senza fondo del nulla. Abisso t ra-scendenza Pleromatica Pleroma-evento-Sublimia-Kreatrix, nullAbisso e-vento ne l nul-la variet dell'ondeggiare-Esserit -sublime infiniteggia, indicibili, senza-fi ne, senza eclisseggiare: perch i luoghi del sublyme sfuggono ondeggianti. Gli eventi del sublyme che transcendeggi in relativit con gli eventi e le ontovar iet dell Esserit sublime si eventeggiano quale libert ontopologica: l ondeggia l Esseri sublime, s'incurveggia la libert d essere sublime che sublimeggi. I luoghi del sublyme sono gli spazitempi ontopologici ove l Esserit sublime dispone il curveggiare, l ascolto, la visione poetante dell Esserit sublime ondeggiante, din nanzi, davanti che curveggi incontro, nella sublymanza che sublimeggi. La spazit sublyme la radura sublime che vuoteggi o l'ontopologia della sublymit , o ve l esserit sublime si eventui per essere curvatura e per abitare poeticamente l ess ere sublime che ondeggi, oltre che abitare poeticamente il mondeggiare, Physeggi are, kosmeggiare della kosmesi o della kalousia-agatousia. Quando un luogo, una radura, una vuotit sono abitate poeticamente dall Esserit subli me che curveggi sublime e che ondeggi in-contro all Esserit sublime, si eventua il sublyme che spazeggi quale spazitempit sublyme del sublime abitare poeticamente l E sserit poetante, in libert , in verit , incurveggiante Esserit -sublyme che sublimeggi. L Esserit sublime che ondeggi incontro per abitare poeticamente, non solo il mondeg giare, ma il curveggiare sublime dell Esserit , la spazit dell Esserit sublime che subli meggi, l Esserit poetante, l Esserit ontopologica che spazeggi l Esserit -sublyme. Si eventua il curveggiare nella spazit che spazeggi nella tempit che mondeggi la d

ifferenza ontopologica del sublime: parousia ontopologia dell Esserit -sublyme, di l e di qua dell'ontopologia fluttuante e mondeggiante dell Essercit ondeggiante virtu ale, del mondeggiare immaginario, del mondeggiare ontopologico, del mondeggiare poetante. Il mondeggiare dell Esserit -sublyme ondeggia il mondeggiare quale mondeggiare subli me, mondeggiare caotico, mondeggiare cosmico, estatico. Quale fondeggiare sublim e della verit dell Esserit -sublyme d senso al kaos, all invisibile, all indicibile, all udito, all assenza presente che spazeggi: l unica che ci possa salvare o curare nel mondeggiare dell aldil . L'onTopologia dell esserit -sublyme l'ontopologia che ondeggi l Esserit che transcendeg gi l Essercit , o l Esserit ontopologica poetante. Quelle ontovariet dispiegano il fondeggiare dell Esserit -sublyme nel mondeggiare vir tuale che curveggi l'ontopologia sublime nella spazit sublime che sublymeggi l Esse rit -sublyme chiasmepoch della spazit dell Essercit . Nell Esserit -sublyme l Esserit che ondeggi non si adegua, in verit n all Esserci, n al e ontopologico o poetante. Nel mondeggiare sublyme il mondeggiare non ritrova pi l adeguatezza metafisica estetica con il mondeggiare dell Esserci, n con l Essere nel m ondeggiare cosmico, immaginario, virtuale, kaosmico.

Ma quella differenza ontopologica dell adeguatezza non trascura l ortogonalit del sub lyme, anzi d senso, identit e trascendenza. L Esserit sublyme quale essere che ondegg i il mondeggiare sublime la misura che spazieggi: del kosmeggiare che c e del mond eggiare che non c , o invisibile, indicibile, inaudito, estatico; l Esserit sublime a zi l unica spazitempit che incurveggi e d senso, transtabilit e soprattutto e per lo pi d l impianto, la Gestell del sublime mondeggiare dell Essercit , dell Esserit sublime i, dell Esserit sublime l , dell Esserit che sublimeggi aldil . L'ontopologia del sublyme spazeggia sublyme, la Gestell-sublyme del mondeggiare e dell Esserit che ondeggi quale Essercit che curveggi in-contro nella sua morfogene si sublyme d' Essere che spazieggi il sublime. Giacch solo quell Esserit sublymanza della physis che ci potr salvare, o curare, o curveggiare ondeggiante della spazi t sublyme. L'onTopologia dell Esserit sublyme la bistabilit che spazeggi nei sentieri che si bi forcano: c la superficie della Gestell-sublyme che fondeggi il mondeggiare dell Esse rcit che transcendeggi, c' lo spazeggiare dell Esserit sublime che ondeggi incontro n ella vuotit ontopologica, nella radura sublime libera dal nihil, nella singolarit kaosmica della nullit che nulleggi, quale Gestell-sublyme che spazeggi l'Essere, Esserit sublime che incurveggi e ondeggi, getteggi l Essere sublime nell Essercit che sublimeggi, per abitarvi con il senso del sublyme o dell Esserit che transcendeggi. La spazit del sublyme stata, ed ,sempre ontopologica nel senso di onTopologia del sublyme dell Esserit parousia nella plessit , o nel chiasmepoch della Gestell sublyme dell Essercit , dell Esserit -sublyme che ci in-contra, che ondeggi in-contro, quale tra nsonanza dell Esserit sublime nell aldiqua dall aldil . La gestell-ikona sar per sempre l essere sublime ikona dell esserit struttura ontopolo gica ontopoietica dell imagine dell esseRit sublime che sublimeggi. Ma che curveggi l ' ikona che spazeggi la gestell del sublyme? l ontopologia che vuoteggi, radura su blime della vuotit o l ikona della radura sublyme che sublimeggi l'essere-in-estasi t della nullit che nulleggi o della nientit che nienteggi, quale ontopologia sublim e. Solo il sublime che spazeggi consente all essere d abitare poeticamente la radura-ge stell-ontopologica: l l imagine dell esserit sublime si disvela libera mondeggiare ont ocronotopica. Qui si discopre l ontopologica gestell-sublime o struttura ontopologica sublime de ll ikona dell esserit , della spazitempit o sublime-ontocronica. Solo la gestell-sublim e disvela il curveggiare della singolarit che si eventua nel sentiero ininterrott o nella radura sublime-gestell. L l aletheia sublime della gestell che spazeggi o la verit della struttura ontopolog ica consente all ikona d essere-sublyme, e consente alla verit di disvelarsi nella su blymanza quale eventit della verit , o eventit dell aletheia o eventit della disvelatez

za della sublime-gestell dell esseRit che transcenteggi. La sublymit la verit o meglio l essere-sublyme l aletheia della sublime-gestell del c rveggiare dell esseRit che sublimeggi la verit del sublyme e disveli l esserit gestellaletheia sublime, o la radura ove possa abitare poeticamente l esserit ed ove possa aleggiare l eventit dell aletheia-sublime, la sublymanza della verit dell ikona dell a sit sublime, dell abgrund sublime dell esserit : la sublimit innanzi tutto l ontopologi ella gestell sublime dell abissit dell esseRit che sublimeggi una differenza ontopolog ica della verit sublime. L esserit -sublyme eventua l aletheia sublime ontopologica qua le sublymanza dell esserit nel sublyme che sublimeggi o dell essere ontopologia subli me. Anzi solo la verit -sublyme discopre l ontopologia dell essere sublyme dell esseRit c he spazeggi il sublime. Ma che cos il sublymeggiare dell esserit -sublyme? Anzi che cosa getteggi l esserit -subl me nella sublymanza? la gettatezza-della-verit sublime dell esserit nell aletheia subl ime, grund ed abgrund del sublyme che si d , ondeggi la mondit ontokronotopica subl ime. L esserit si eventua nel sublyme quale aletheia che aletheggi,disvelatezza del l ontopologia dell esserit sublime, dell essercit sublime: tutte variet compresenti nell gettatezza-del-sublyme quale aletheia ontopologica dell esserit ontikona, ontimagi ne, ontimago, ontopoiesis, autevento, mitevento, onteventit del sublime che subli meggi. Sublyme-estasit delle variet ontopologiche della verit sublime dell esserit si d , even eggia, ondeggia quale fondit o fondeggiare nel corso del sublymeggiare senza mai disertare, anche quando gli dei fuggono o tramonteggino, il sublyme ondeggia o i ntenzioneggia per essere il sublime che transcendeggi: mai la verit tramonteggia, presente nel sublyme che sublimeggi al di l . Come mai solo il sublime transcendeggi la spazitempit o l ontocronia? Tra le tante ipotesi quella pi ontopologica la cura della verit sublime dell esserit . Solo nel sub lyme l aletheia ontopologica si cura da s , ondeggia, curveggia, fondeggia e si cura senza gli dei fuggenti. L esserit ondeggia-la-sublyme-cura-da-s che sublimeggi l esse re-sublyme, ondeggia la cura della verit sublime da s quale ontopologica che abiti poeticamente la vuotit o la radura sublime ontopologica ontokronotopica. l esserit sublyme che ondeggi-incontro, che si disvela, si d , si cura nella futura-anterior it sempre ontopologicamente presentemente assente. Nel suo essere gi -stata ondeggia e curveggia l ontokronia quale sublime che transce ndeggi, gegenstand sublime che ondeggi lo sguardo sempre di fronte quale gettanz a della verit sublime. Il sublyme spazeggia la gettanza fondale della aletheia-sublime si d e si cura da s quale essere-sublyme o essere-gettit -del-sublyme e si eventua sempre quale onto pologia dell eventit -verit , aldil , giacch nel sublyme ondeggia, si d , si cura l eventi lla verit ontopologica del sublime o dell esserit dell aletheia sublime o dell esserit -s blyme-della-verit -nella-physis. Anche quando gli dei fuggono si eventua nella physis il sublimeggiare, quale eve ntit della verit sublime ontopologica. la gestell del sublyme che si d e si cura e ondeggia da s : spazeggia e poieteggia nella radura sublime della physis, eventegg ia l eventit della verit dell essere-sublyme, incurveggia e dispiega l aletheia sublyme, la gestell che sublimeggi l esserit -nella-physis, lo spazeggiare dell eventit della erit ontopologica nella radura sublime che fondeggi e ove possa abitare e poieteg giare il sublime, anzi l esserit sublymeggia e ondeggia la libert d essere sublyme, in curveggia la libert d essere mondeggiare, ondeggia la libert degli dei fuggenti, cur veggia la libert del nihil tecneggiante senza decostrueggiare nella gestell, nell a struttura ontopologica, incurveggia la libert di mondeggiare o tramonteggiare, giacch l eventit della libert ondeggia e si cura quale libert ontopologica dell esserit ublyme-della-verit -curveggiante che eventeggi la physis per ondeggiare libera phy sis di esserci anche quando gli dei fuggono. L esserit -sublyme dell abissit , dell ab-grund eventeggia l ikona della radura ontopologic quale ontopologia dell esserit inenarrabile, inaudita, indicibile, indecidibile. Per gli eventi dell esserit abissit ontopologica della physis c l essere sublyme in eks asit incurveggiante, in interagenza tra l essere e la sua radura vuota ontopologica . Solo il sublyme, l'ekstasit dell esserit del sublyme consente l ascolto del sublyme che ondeggi nell abisso della radura ontopologica le fondit del fondale dell esserit -s ublyme, quale ikona della physis ontopologica.

Ma quella ikona si disvela solo nel suo essere: solo al sublime che spazeggi e c he consenta all eventit dell essere abissale di gettarsi nell ekstasit dell aletheia dell serit sublyme. Solo il sublime che spazeggi disvela il mistero o l enigma del sublyme-in-ekstasit : la sublymanza ama nascondersi o essere sempre ondeggiante incurveggiante, l esser it -sublyme ama disvelarsi, ama discoprire la radura abissale, la physis ontopolog ica, la gestell sublime ontokronokairoslogica o ontokairostopica. Solo cos l esseri t -sublyme si dispiega all infinito nell apeiron, nel senza-limiti, nel sub-lime, nel senza-fine, quale autevento o ontevento sublime, ma la gettanza fondeggia il fon dale ontopologico, ontochiasmepoch ontocronotopico, si d per raccogliersi-in-un-co nfine, ondeggia per eventuare la gestell sublime, la struttura ontopologica che spazeggi la physis: incurveggia la spazit del sentiero ininterrotto dell essere sub lime radura ontopologica ove l esserit sublime possa abitare e poieteggiare. Solo con l esserit -sublyme si eventua il curveggiare dell aletheia sublime che alethe ggi, mai adeguata, ma sempre sottratta all evidenza del mondeggiare, ma visibile, inaudita ma udibile echeggiante, paradossale o eristica sublime che sublimeggi. L la verit stessa trans-latente, anzi l aletheia si disvlela quale trans-verit o esse re sublymanza della trans-aletheia dell essere-sublyme, si discopre gestell-sublym e o struttura ontopologica della trans-verit sublyme. La verit nel sublyme l'aleth eia-dell esserit , o verit -trans-latente dell esserit -sublyme, giacch il sublyme ama la isvelatezza dell aletheia sublime dell esseRit . Nell' eristica sublime che spazeggi nel curveggiare e disvelarsi la dislatenza d ella verit dell esserit -sublyme ondeggia nella radura le fondamenta del sentiero del l'ontokronotopica, quale gestell sublime dell esserit -sublymanza del sublyme-in-eks tasit o meglio nell esserit -sublymanza in ekstasy sublyme la verit trans-latente del sublime spazeggiare, o che nell esserit -sublymanza vi custodita e curata l aletheia-t rans-latente del sublime che spazeggi l esserit -sublyme. Quando l inaudito aleggia nell essercit assentemente presente la verit trans-latente d ello spazeggiare dell esserit -sublyme, ed quell aletheia che si disvela nella radura vuota e che curveggia il sentiero ininterrotto sublime che sublimeggi. L eristica di quella verit -trans-latente ondeggia le fondamenta del chiasmepoch subl ime dell immagine della sua bellezza o kalousia agatousia:la bellezza-sublime , sar , fu la variet della verit -trans-latente custodita e curata nell essere-sublyme che s ublimeggi. L si d il sublyme che spazeggi o la sublymanza che transcendeggi si d quale sublyme : l origine o l originalit del sublyme il sublyme della verit trans-latente dell essere sublyme, custodita e curata nella radura ove si disveli il sublime che spazieggi . Spazeggia quella transtabilit sublyme della verit ontopologica che consenta l intera genza con l esserit -sublyme della verit quale sublymanza dell essere che eventeggi l ess erit -sublyme. L esserit -sublyme eventeggia l ontopologica dell eventit della aletheia-tr ns-latente, quale gestell sublime dell esserit -sublyme che spazeggi l esserci nella r adura vuota e senza limiti, la radura sublime del fondale ove l esserit sublime pos sa soggiornare poeticamente con l eventit della verit -disvelatezza-trans-aletheia. Qui nell' ontopologica verit si discopre ondeggiante aletheia che aletheggi, in v elatezza e disvelatezza indicibile ma sempre sublymanza dell esserit -sublyme physis . Solo quando l esserit -sublyme curveggia e cura l aletheia, eventeggia la seducenza verso l esserit -sublyme, anzi la verit che seduce l esserci, l aletheia che curveggia sentiero ininterrotto della sublyme-esserit . Ontopologia dell esserit -sublyme o gi l a spazitempit quale ikona dinamica che ondeggi, o ikona ontodinamica che apeirone ggi sublime o ikona ontodinamica del trans-apeiron sublime, del trans-infinito-s ublime, della trans-gestell dell esserit -sublyme. L l ontodinamica ikoneggia nell essere-infinito sublime curveggia quale imago ontodin amica dell essere-sublyme, o quale immagine ontodinamica dell apeiron sublime del pe nsiero poetante sottratto alla mitopoiesis. Ma in origine l ikona ontodinamica ont okronotopica si svela senza differenza ontopologica, quale sublyme della mitopoi esis dell apeiron trans-infinita, ove l ikona del kairos spazeggi l imagine della kron otopia transinfinita sublime che sublimeggi. Solo l essere-sublyme dell esserci sottrae all eternit l ikona dell ontodinamica kronotopi a sublime. La frattalit dell ikona ontodinamica della spazitempit platoneggia e si d

ifferenzia ontopologicamente in-essere-sublyme dall esserci, ma in origine ci fu u na ontopologia della gestell sublime ove si eventu l ontopologica dell esserit -sublym e. O l esserit -sublymanza-dell infinito ontodinamica cronologica della frattalit spazitem porale, quell evento inaugura l oblio dell essere-sublymit -dall essere quale sublyme dell ssere per essere solo sublime che tecneggi, ove l ontodinamica infinita dell ikona s i dissipata, dissolta, oblieggi : l oblieggiare dell essere-sublymit -dall essere che s quale fondatezza. Nel corso del tempo l essere-sublymit dall essere non scompare, ma per fortuna dis-ob lieggia: ondeggia nel tecneggiare per eventuarsi solo nell ontopologia che sublyme ggi-l essere. il dis-oblio della verit che si sottrae dal nihil che tecneggi per gettarsi ancor a quale trans-mittenza intermittente della sublymanza della verit ontopologica de ll essere-sublyme-esserit . Quella trans-mittenza ama nascondersi nell essere-sublymanza quale sublymeggiare c he sottrae l aletheia dall oblio tecneggiante, per disvelare l'abissit dell esserit -subl yme, essere ikona ontodinamicheggiante dell ontokronotopia trans-infinita. l che l es serit -sublyme disoblieggia e ondeggi l esserit aletheia ontologica aldil dell oblio tec neggiante. Qui eventeggia la differenza ontopologica dell esserit : nella transcendenza dell esse rit -sublyme si d , ondeggia, eventeggia, incurveggia la verit dell esserit , aletheggia l esserit , struttureggia l'ontopologia sublyme della radura, del kairos, poiesis, o ntopoiesis, ikona. Anzi il sublyme della verit incurveggia le fondamenta del sublymeggiare dell esseri t , quale sentiero ininterrotto dell essere che eventeggi l'ekstasit della gestell e della gegenstand, la physis del grund e dell abgrund sublime che sublimeggi. Quell eventit trans-abissa aldil del tecneggiare giacch dis-oblieggia il sublyme, si eventua L esserit -sublyme che staglieggia o curveggia giacch si sottrae all ontocronia del dicibile: si d alla physis inaudito, misterico, indicibile; l esserit del subly me curveggia, disvela la verit , trans-abissa l'aletheia, dis-oblieggia la radura, nel vuoto che vuoteggi, nella nullit che nulleggi, quell enigma vivenza nell essereper-la-morte del sublime che sublimeggi. O essere-il-sublymeggiare-della-morte. In quell esserit ondeggia l ontopologia del sublyme, l si svela l ontopologia della poie sis che sublimeggi l esserit -abissale o l esserit -nell abisso, abgrund che ondeggi le fo ndamente e curveggi quale fondatezza dell esserit o del sublyme che sublimeggi? For se ci pu salvare l essere nel mito della sublime-bellezza-kalousia quale misura che salver il mondeggiare dell essercit . L esserit curveggia il sublime o l'essere-per-ilsublyme-che-transcendeggi. Solo l esserit sublime ci pu salvare, ondeggiante sublime. O ci salver nella spazit ch e spazeggi il sublyme-che-sublymeggi:essere per la salvezza dell essere significa essere per la salvezza del sublyme. Solo il curveggiare del sublyme pu disvelare l immagine del mondeggiare quale ontop ologia dello spazitempo immaginario da abitare poeticamente, quale ontopoiesis d el sublyme dell essercit o dell ontopologia poetante del sublyme, quale disvelatezza dell ontopoiesis o nel pensiero-poetante-pensante dell essere metastabilit nella stru ttura ontopologica. L evento dell essere sublime si d alla luce e d luce al sentiero ontopologico dell esser it sublime che spazeggi. Quale radura vuota che vuoteggi e ondeggi libera, sgombr a, incurveggia l ontopologia sublime-in-estasit , si dis-oblieggia. Il sublime l'evento dell essere? Nell evento del sublyme l ontopologia degli eventi de lla physis disvela l indeterminatezza dei paradigmi. Gi aleggia nell ontopologia l even to sublyme quale aletheia della radura ove si possa abitare poeticamente, con la cura del sublime assentemente sempre parousia. La differenza ontopologica eventeggia l essere che spazeggi per la verit o il curve ggiare dell esserit nella verit o essere per l aletheia o essere nell aletheia, o essere -per-il-sublyme o essere-nel-sublyme. l increspatura curveggiante ontopologica della diradanza che disveli l essere sublim e dall oblio, dall'essere curveggiante essere-nel-nulla o un essere-nel-niente, o meglio l essere ondeggiante essere-del-nulla o essere-del-niente per essere sublim

e che spazeggi il sublime. L ondeggiante essere sublime dis-oblieggia dal suo esse re-del-nihil, o essere del nihil che nihileggi, o essere per il nihil per curveg giare e spazeggiare quale essere-nel-sublime-dell esserit . La luce dell essere sublime disvela per dis-oblieggiare luce dell essere sublime, no n del niente o del non-ente o dell entit ontoteologica. la singolarit della luce sub lime della diradanza che dis-oblieggia: l'ondeggiante vuova diradanza si d , curve ggia quale luce misterica dell esserit -sublyme, quale immagine dell esserit -sublyme ch e spazeggia il sublime oltre il nulla, oltre il niente, oltre il non-ente, oltre l entit , oltre la morte dell esserci, oltre il nihil tecneggiante, al di l del tempo, essere aldil , essere l aldil , essere nell aldil , essere per l aldil : essere la poiesis blime che sublimeggi, essere nella poiesis del sublime. Solo cos l essere che spazeggi il sublime non pi una delle tante estetiche del nulla o del niente o del non-ente, ma si disvela quale evento che spazeggi l esserit -sub lyme ad immagine dell essere, o dell immaginario dell essere quale ontopologia sublime che spazeggia il sublime, aldil del vuoto ontologico. il dis-oblio dell esserit sublime che spazeggi? Leibniz curveggi lo spazeggiare nel pensiero ontopologico eventuante la presenza strutturante l'ontopologia che spazeggi il sublime. L ove l esserit la sublime ontop ologia della Gestell sublime, dell impianto della struttura ontopologica fluttuant e e ondeggiante sublime. Nella struttura ontopologica dello spazitempo sublime s i svela la struttura ontopologica dell esserci sublime dell eventit sublime. La struttura ontopologica transfinita sublime si disvela nella tempit ontopologic a nel tempo vuoto virtuale transfinito, o vuoto ontopologico che sublimeggi. L ont opologia delle singolarit sublimi eventeggia nella Gestell che sublimeggi l'ontop ologia fluttuante e ondeggiante delle singolarit dei sentieri spazeggianti il sub lime. C l ontopologia dei sentieri sublimi nella Gestell sublime che spazeggia la differen za tra l ontopologia sublime delle tempit : l ontopologia dell infinitesimo sublime che d increspature al vuoto e ondeggi l sublime nel sentiero dell essere sublime ontopol ogico transfinito, la differenza quale evento sublime della tempit mondeggiante. La differenza ontopologica sublime dello spazitempo curveggia sul campo diverse ontocronie, o un sentiero sublime ove si eventui il transfinito sublime, isteres i sublime dell indeterminatezza sublime che sublimeggi. L i creodi ontopologici curveggiano e disvelano l ontocronia del sublime che spazeg gi ed eventuano cos lo spazitempo ontopologico che transcendeggi. Il sentiero cur veggia nel campo della Gestell sublime il creodo dell ontocronia fluttuante e onde ggiante tra le differenti spazitempit : sublime spazitempo transinfinito che trans cendeggi nell'ontopologia sublime che sublimeggi. E l ontopologia dello spazitempo sublime che transcendeggi oltre l' ortogonalit e si sveli quale ondeggiare immaginario, transinfinito che transcendeggi nel sublime . L ontopologia dello spazitempo sublime incurveggia nel campo della Gestell subli me l ontopoiesi dei sublimi, le singolarit sublimi trascendenti nel transinfinito s ublime,singolarit ontopologiche ondeggiano lo spazitempo prima che sia spazitempo che mondeggi quale spazitempo dell esserci sublime, o spazitempo dell essere sublim e nella mondit , o spazitempo nel tempo sublime che mondaneggi. Nel campo della Gestell sublime, o struttura ontopologica sublime, oltre agli ev enti ontopologici curveggiano le eventit sublimi transinfinite del sublime che tr anscendeggi: l eventit sublime dei sentieri ininterrotti che curveggi quale ontopol ogia fluttuante e ondeggiante dell ontopoiesis del sublime che sublimeggi nel camp o della Gestell transinfinita che transcendeggi il sublime. La Gestell sublime o struttura ontopologica dei sentieri sublimi incurveggia l ess ere sublime transinfinito della physis sublime nella sua indeterminatezza transi nfinita: l impianto, la struttura ontopologica del sublime, la montatura che incur veggi nel campo sublime la Gestell sublime che sublimeggi Le dimensioni transinf initesime e consenta l eventuarsi delle icone sublimi transinfinite. I modelli ontopologici sublimi delle icone consentono d eventuare l'ondeggiare su blime transinfinito che curveggiano nel campo della Gestell il sublime e disvela no gli attanti ontopoietici della spazitempit che sublimeggi, o vuoteggi il subli me ontopologico dello spazitempo sublime metastabile che transcendeggi. L' icona sublime una variet ontopologica sublime che ondeggi di fronte dinnanzi,

sempre davanti, sempre nel futuro. Nella Gestell sublime o struttura ontopologi ca le icone sublimi dei sentieri che sublimeggiano si eventuano nel vuoto ontopo logico ora quali singolarit sublimi, o monadi sublimi leibniziane, ora in qualit d i singolarit immaginarie ontogeniche di variet sublimi cuspidali, ellittiche, o en tit sublimi immaginarie quali lo spazio sublime o il tempo sublime. Nell isteresi degli eventi sublimi della Gestell sublime, o struttura ontopologica sublime, le variet sublimi ondeggiano e si disvelano quali ikone sublimi del vuo to ontopoietico fluttuante e dispiegante singolarit transinfinite. L' eventuarsi del sublime il curveggiare delle parousie kaosmiche, sia in micro che in macro o mega, giacch i sentieri sublimi incurveggiano nel campo transinfinito:ogni infin itesimo sublime s'eventua quale singolarit sublime transinfinita. Giacch l la spazitempit si svela in transcendenza sublime ontopoietica, disvela la differenza ontopologica attraverso le increspature metastabili che curveggiano i sentieri sublimi nello spazitempo dell esserci sublime o nella Gestell sublime, o struttura ontopologica sublime che sublimeggi: nel disvelare le singolarit subli mi della spazitempit transinfinita dei sentieri sublimi. L nella Gestell-sublime si eventuano nella gettatezza sublime della transinfinite zza. Il modello ontopologico consente di eventuare l oltre sublime, l ove echeggia e inc urveggia la cromodinamica sublime che disveler la transonanza quale singolarit sub lime dell indeterminatezza nell intermittenza sublime della Gestell sublime che tran sinfiniteggi il sublime: la singolarit intermittente della Gestell sublime dell ind eterminatezza quale creodo sublime ontopologico. Getti sublimi instabili sublime ggiano il nulla sublime che nulleggi o dal niente che nienteggi o dal nihil subl ime che nihileggi sublime nella transinfinitezza: singolarit -sublime dell'infinit o spazitempo sublime, o cronotopie del sublime? Il chiasma sublime che chiasmeggi pu essere il chiasmepoch sublime stabile e stati co o sublime instabile e sublime estasit , o sublime struttura stabile estasit . L'e vento sublime curveggia lo spazitempo-sublime che si inabissa sublime in singola rit sublimi transinfinite: tali da creare un curveggiare sublime che sublimeggi u na superstringa infinitesima sublime. La superficie s increspa o curveggia fino a disvelare lo spazitempo soggiacente, l e subsidenze che ondeggiano, l s inabisser sublime nella cronotopia sublime. Si eventuer un chiasma spaziale sublime, eventit del sublime che transcendeggi. L si disvela il sublime che s eventua sublime dalla nullit , o dal nihil quale chiasm a che chiasmeggi il sublime transinfinito. Sar quella cronotopia sublime estasit o chiasmepoch ove s inabissano le instabili ed ekstatiche sublimit ontopologiche, qua le singolarit del chiasma ontopologico sublime che sublimeggi la singolarit spazit emporale o cronotopia sublime tempospaziale in macro o nel micro o monade sublim e. Sar cronotopia sublime disvelata dall'ontopologia sublime. Ma quella spazitempit t ransinfinita con eventi sublimi de-liranti, o nel delirio che delireggi sublime o sub-limen, cio di curveggiare oltre la linea dell'orizzonte e quindi in un altr o mondeggiare sublime. Il sublime fenomeggia indecidibile quando si sveli nel chiasmepoch ontopologica o ndeggiante spazitempi, l ove gli eventi sublimi dell' ontopologia della monade su blime leibniziana quale microsfera transinfinita sublime. L'arte del sublime l'evento sublime che mondeggi. La verit sublime ondeggia quale verit dell'essere sublime. Nell'arte sublime curveggia l'essere sublime, l sublim e l'aletheia che aletheggi: l'ondeggiante svelatezza sublime dell'essere dell'en tit nellA libert Spazitemporale. O sublime arte-spazitemporale. L'arte sublime Spazeggia la Lichtung sublime, la radura sublime o Vuoto sublime o chora che incurveggi, l'arte del sublime? E' l'ondeggiante aletheia sublime? l a verit sublime dell'esserit transinfinita. Heidegger ondeggi lo spazio come il cur veggiare dell'evento sublime, l'essere che c nello spazio del sublime. Lo spazio sublime in Heidegger presente sin da Essere e Tempo, l Tecneggia come s enso dell essere dell esserci. Heidegger curveggi la spazialit sublime della spazialit dell'essere sublime. In Essere e tempo c' la differenza ontopologica tra mondeggiare e spazeggiare sub lime: l esserci sublime nel mondo che sublimeggi. L esserci sublime nello spazitempo

sublime che sublimeggi l'esserit -nel-mondeggiare-sublime. Heidegger ondeggi la sp azit sublime dell'esserit sublime: l essercit sublime un mondeggiare sublime che subl imeggi e curveggi la spazit sublime. L'ontopologia sublime svela l'esserit sublime che spazeggi l esserit la tempit sublim e che sublimeggi la spazit o Lichtung sublime, la radura sublime splendente o sub lime radura dell'esserit : spazit diradante ove si possa abitare e poieteggiare l'e stasit sublime. Lo spazio sublime heideggeriano non altro che l abitare poetante sublime, o chiasm epoch che chiasmeggi o curveggi in s una simmetria, rigorosit , completezza cosmica che, nella sua essenza, al suo interno ondeggi e sveli a-simetrie e dissoneggi i l sublime, ove soggiorneggi lo spazio del sublime. Ma lo spazio ed il tempo poss ono svelare differenze ontopologiche: il tempo della kosmesi, la bellezza cosmic a si eventua in una spazio sublime, e la kalousia spaziale si disveli nell'ecxst asit temporale sublime che transcendeggi la kalousia sublime. In principio il sub lime incurveggia ontopologicamente eventi dello spazitempo sublime. Il tempo o dimensione non spaziale del moto infinito. Kant intu il tempo ideale d ella sensibilit interna, introducendo cos il dualismo tra il tempo psichico, della sensibilit interna, e il tempo fenomenico categorico: il tempo astratto, ma c' il tempo ontologico e pre-metrico, giacch il futuro non mai un' entit . Il tempo o lo spazitempo il curveggiare. Da dove ha avuto origine la differenza ontopologica tra presente, passato e futu ro? Perch si ricorda il passato ma non il futuro? L'evento sublime dell'Esserit su llo spazitempo abisseggia, d la visione dell Esserit sublime dall invisibile, d ascolto al silenzio inaudito, d senso al sublyme: curveggia i sentieri dell essere sublime nell Abgrund-sublyme, nel senza fondo che fondeggi l Esserit ; il campo sublyme la Ge stell-sublyme dell Abgrund-sublyme, incurveggia nei sentieri dell abisso sublime. Lo spazitempo del sublyme l'ontopologia dell esserit sublime, la Gestell sublime de ll abissit , dell Abgrund-sublyme, radura sublime dell invisibile, sublime indicibile. I l sublyme la transonanza dell Esserit che ondeggi nello spazitempo il sublyme. Il sublime la Gestell nell Abgrund-sublyme, senza fondo nell aldil , oltre l orizzonte, oltre il tramonto, oltre la fine e il fine, oltre l eclisse. Il sublyme che spazeg gi la Gestell-sublyme, l impianto sublime ove l Esserit sublime curveggia, ondeggi da ll aldil in-contro e si incontra nella sublyme spazitempit , quale Esserit aldil che on deggi, davanti, dinnanzi quale intervolto, dell invisibile, indicibile, inaudito d el sublyme. Il sublyme-spaziale parousia ondeggiante aldil : eventit che incurveggi nei sentier i della gettatezza quale Abgrund-sublyme dell Esserit abissale che ondeggi nella ra dura ontopologica, nel vuoto ontopologico, nelle singolarit della cronotopia subl ime. La differenza ontopologica tra il sublime e la sublyme spazit che eventeggi nella differenza tra l Essercit sublime dell'onTopologia dell Esserit sublime che onde ggi incontro, che si in-contra, di fronte quale sublymanza dell aldil , dell abisso, q uale curveggiante Gestell dell Abgrund-sublyme. La sublyme spazit dell Esserit che ondeggi di fronte: la sublyme abissit che curveggi sempre di fronte, ci abita e che curveggi quale aldil . Ma il sublyme parousia de lla struttura ontopologica, cura, pensiero poetante del sublyme. La sublyme spazit l Esserit -sublyme:curveggiare dell abisso sublime, dell invisibile, d ll indicibile, dell inaudito, dell aldil , libert ondeggiante, pi libert , sublyme dell Esserit -sublyme che transcendeggi. Il sublyme la radura ove incurveggia e onde ggia l eventit dell Esserit sublime. La spazitempit sublyme il curveggiare della parousia dell Esserit sublime che incurv eggi dall abisso, dall aldil , dall invisibile, dall indicibile, dall inaudito: decostruegg a il tempo dell Essercit , o il sublyme spazio ondeggia l'Abgrund-sublyme, d fondatez za o Grund-sublyme, incurveggia in relativit , quale Esserit che sublimeggi l Esserci t , o la Physis, Ikona sublyme del pensiero poetante della Physis-sublyme, la diff erenza dell Esserit sublime che curveggi la Physis dell Esserit che eventua l' Esserit dell Abgrund-sublyme dell Essercit , o dell Esserit che mondeggi la Physis-sublyme-ontopo logica. L la transonanza dell Esserit sublime ondeggia, d senso all ontopologia poetant e della Physis-sublyme. Ma il campo della Physis-sublyme-ontopologica l'onTopologia: immagine dell abisso dell Esserit o dell Esserit abissale che curveggi il sublyme che sublimeggi il grund-s

ublyme o gestell-sublyme, ikona-sublyme della struttura ontopologica ove incurve ggia l Esserit -sublyme dell Essercit Physis-sublyme: si eventua quale essere-sublyme d all abisso dell Esserit o Physis-sublyme o struttura ontopologica. E l Esserit -sublyme quale eventit che ondeggi nel chiasma-sublyme dell Esserit ontopolo ica e eventeggia la Physis o koin , disvela la differenza ontopologica della Topol ogia dell Esserit sublime: Essercit nell Essere-s e nell Essere al di l dal s , senza-f ublyme transinfinitezza della Physis. Una dissonanza sublime cronologica o chron otopia che dissoneggia o cronotopia sublime. Bachtin mutu la cronotopia dall'epis teme della physis sublime, lo spazitempo. Bachtin ondeggia la cronotopia della n arrativa letteraria, il romanzo greco, l la narrazione chiasma del chronos-topos o chiasmepoch della cronotopia estetica sublime che ondeggi sublime nel tempo e n ello spazio. Il sublime poetante della cronotopia la relativit del chiasma tra tempo e spazio sublime. Il tempo ondeggia visibile, lo spaziotempo incurveggia visibile nel tem pospazio ed ondeggia quale cronotopia del romanzo. Nella cronotopia sublime la dimensione temporale ondeggia visibile nella cronoto pia che incurveggi. l interagenza del chiasma sublime cronotopia nel mondeggiare c urveggiante in interazione. spazitempo della Physis sublyme che spazeggi l'ondeg giare dell indeterminatezza, dell invisibile, dell infinitesimale, dell indicibile, del l inaudibile, della kalousia, aldil dell'agatousia, aldil del mondeggiare e del null eggiare, aldil del tempo e dello spazio sublime, Esserit sublyme, Esserit in relati vit con l Essere aldil . L ontopologia del sublyme la spazialit dell essere nella physis, o della physis dell es sere sublime che transcendeggi. Il disvelarsi dell aletheia ontopologica l'ondeggi are,il curveggiare la luce, la gettanza che si d alla luce nella radura sublime v uota e libera della spazitempit sublime della physis dell essere sublime. Il curveg giare della disvelatezza discopre la spazitempit della physis sublime ontopologic a esserit . la spazitempit della radura sublime vuota, dello spazeggiare ove abita sublime e ondeggia l essere che disvela physis o aletheia dell esserit , quale ontopologia poeta nte, o ontopoiesis sublime dell esserit nella physis. lo spazio che spazeggi l esserit che ondeggi le fondamenta, s'incurveggi e decostru eggi la radura sublime della physis e eventeggi in spazitempi della physis dell es sere e si disveli quale gegenstand sublime, che transcendeggi l'ontopologia dell e sserit . L ondeggiare ama disvelarsi nella radura luminosa della physis dell essere sublymanz a dell esseRit , o essere l aletheia dell esserit , eventit sublyme. L'ondeggiare ama nascondersi nel sublyme dell esserit ontykona della physis per eve ntuarsi quale svelatezza nel gegenstand dell'ontopologia sublime dell immagine del l esserit . Ma perch l ontykona ondeggia quale sublyme dell esserit che transcendeggi la nullit che nulleggi, o del niente che nienteggi? Ma perch la differenza ontopologica incurv eggia l aletheia della physis-kreatrix dell esserit sublime ikonica della topologia o ntologica dell esserit . la physis kreatrix sublime che si eventua quale sublymanza sia nella ontocronia che nella ontokairosia o cronotopia sublime che transcendeggi: nell ontocronia del l essere dell entit , nella ontokairosia dell esserit eventit della singolarit sublyme. Spesso ondeggia sia l ontocronia della physis della mondit che l ontokairosa singolar it dell esserit , o meglio nel sublyme assentemente presente l una o presentemente asse nte l altra nella stessa radura luminosa dell ontopologia dell esserit sublymanza o ont opologia-del-sublyme, ontopologia dell ikona o dell imago dell esserit o topologia onto logica dell ontikontopia sublime. quella la differenza ontopologica della tempit sublyme: mentre l' ontocronia incu rveggia nella physis mondana o dell esserci, l ontokairosia si d , si eventua nell esser it -sublyme. La sublimit per esserci ondeggia l ontopologia. L l esserit sublimit ondeggia nell oblio o nascosta nella physis mondeggiante, o nell es erci. Ma l ontopologia dell ontikona si sottrae dalla ontokronia per abitare poeticamente la radura luminosa della sublime ontokairosa esserit -sublyme-per-l essere che ondeg gi nella physis o mondit , ma che si differenzia nell'interpretanza infinita, qual

e ermeneutica ontologica dell essere sublyme per l esseRit . Qui l impianto, la ge-stell dell ontopologia del sublyme si eventua quale sublime on tikona ontopologica ontopoietica, anzi la gestell, la struttura ontopologica, l on tikona dell esserit sublyme dell esseRe, di pi ontopoiesis dell ikona nella radura vuot ontopologica. L ontopologia dell esserit -sublyme si disvela nell essere-la-radura, lichthung-sublime, quale gestell della radura sublimedell esserit : l nella spazit vuota la struttura on topologica dell esserit -sublyme soggiorna poeticamente quale ikona sublime della on tokairosia. L essere-la-radura sublime del grund sia dell abgrund dell esserit -sublyme, sia fondamento sia abissit dell ontopologia del sublyme: l l'eristica sublime si ev entua ikona dell aldiqua e dell aldil . Solo cos L ontopologia dell esserit -sublyme curveggia l interagenza tra ontokronia e ont okronotopia: nell essere-sublyme si eventua l esserit della ontopologia kronotopica i konica che dispiega l ontocronia iconica gi assentemente presente nell ontocronotopia . Nella physis sublime c l esserit gestell-ontokronotopica ed ondeggia sia nella gestel l-ontopologica, sia nell ontopologica gestell-grund o gestell-abgrund, alla gestel l-abissale, alla struttura ontopologica dell esserit -sublyme nella gestell che tran scendeggi. Ma perch ? Forse l ontopologia dell esserit -sublyme eventua la gestell-ontokronotopica della gestell-ikona nell esserit sublymanza dell essere oltre che ondeggi l esserci. Gi c' l interagenza del tempospazio o cronotopia, l ontopologia dell imagine-spaziotempo s ublime nella gestell-poetante-pensante dell essere-sublyme-ekstasit . L l ikona-tempo s i disvela nell'ikona-spazio-tempo, quale ikona spaziotemporale dell aletheia-tempo o dell aletheia-spazitempo curveggiante la gestell-aletheia o gestell-verit o stru ttura ontopologica della gestell-sublime, quale gestell-poiesis o gestell-ontopo iesis della gestell-ikona dell esserit -sublime dell ontokronotopia. la gestell dell ontopologia dell esserit -sublyme che ondeggi quale sublymanza che tra nscendeggi, dell essercit che cura nella radura ontopologica l eventuarsi della geste ll-ontopoietica. L esserit -sublyme l'ondeggiare del mondeggiare, dell essercit , della parousia assente mente-presente, dell esserit che mondeggia sublime, dell immagine dell esserit mondeggia nte, dell imago dell esserit , dell ikona dell esserit , della gestell della sublymanza, de la struttura ontopologica del sublyme. L esserit -sublyme il curveggiare ontokronoto pico della struttura ontopologica dell esserit , dell essercit quale gestell-imago, del la gestell-imagine, della gestell-ikona della gestell-poetante-pensante. la prova ontopologica dell esistenza del sublyme o meglio la prova ontopologica de ll esistenza della gestell-sublyme, della struttuta ontopologica dell esserit -sublyme . Non quale prova ontopologica dell esistenza del sublime, o quale prova ontopologic a della sublimit , giacch l essercit mondeggia nella sublimit gi parousia nell ontocr pia mondeggiante, quale parousia ontokairosa della gestell-sublime dell esseRit : la sublymanza l'ex-stasit ontopologica o estasit che risoneggi o echeggi o ondeggi q uando gli dei sono in fuga dalla physis e dall aldil , dalla spazialit e dall ontocront opia. L ondeggia l esserit estasit dell essere, quale ontopologia dell estasit dell esserit dell estasit -sublime-dell esserit . l ondeggiare dalla nullit , dalla radura vuota e libera, dalla diradanza curveggiant e estatica sub-lime che ondeggi dopo essere stata kriptata nel nulla, nel niente , nel non-ente, nelle entit , nelle superentit ontoteologiche. Fin allora l essere fu assentemente presente quale niente o quale nulla ove abita l essere kriptato e ob liato: il nulla quale esserci kriptato, il nulla quale evento kriptato dell esseri t . Il dis-oblio dell esserit -sublyme ondeggia quale eventit dell estasit dell esserit -in-e rit -sublime che transcendeggi la singolarit che incurveggi o previene o avviene o perviene, si d , ondeggia, si dis-abissa, si dis-oblia quale sublyme in esseririt , si decostrueggia nel nulla, niente-oblio: l ove l esserit si kripta l si dekripta, l o ve la verit dell essere kripteggia, l decripteggia quale esserit -in-verit o essere-laverit -dell essere-sublyme, o essere-la-disvelatezza-dell essere-sublyme-che-si-d quale sublyme-che-si-eventui dall essere che ondeggi la verit dell esserit e incurveggi l'e

sserit -sublyme. Nel curveggiare sublyme l esserit ondeggia la disvelatezza dell aletheia della physis -sublyme, vivenza nell esserit -per-il-sublyme. H lderlin o Leopardi, Friedrich o Turner ondeggiano o disobliano il sublime dell' esserit estetica, Le sublime est mort, vive le sublime. Il sublime ondeggia nell'esserit , dissonanza sublime poetante mondeggiante. Cos il sublime che sublimeggi? Kant pens nella completezza l' essere sublime nell'immensit della natura o l infinit stessa nella natura sublime. Kant ide un sublime transcendente. Il sublime sublim e che ondeggia il sublime della trascendenza sublime. Sublime ideale del sublime quale adeguatezza della verit sublime o sublimit immensa del sublime che mondeggi sublime lucreziano. Il sublime di Lucrezio il sublimeggiare della physis sublime. Il sublime di Lucr ezio la physis-sublime del sublime. Sublime ondeggiante il sublime che spazeggi il sublime kronotopico della sublimit o l'intenzionalit del sublime di Lucrezio-su blime o sublime lucreziano, o infinit della natura, o della physis cronotopica ch e sublimeggi il sublime Poetante! Il sublime di Lucrezio il sublime che nulleggia la physis sublime che curveggi i l sublime mondeggiante la verit sublime: Der M nch am Meer di Casper David Friedric h la sublime cronotopia della physis. Friedrich o Turner sono il sublime lucrezi ano del sublime che spazeggi la physis dell esserit . Lucrezio l'instabilit della physis sublime. O essere-per-il-sublyme-della-morte-n ella-physis o essere per la morte del sublyme o essere per il sublyme della mort e, quale morte della nullit o morte della nullit che nulleggi. In quell esserit curve ggia l ontopologia del sublyme che sublimeggi la kronotopia sublime. E l incurveggia l ontopologia che curveggi il sublime o l ontopoiesis che ondeggi il sublime dell esserit mondeggiante o gestell dell essere solo per la morte, o nullit ch e nulleggi quale sublyme poiesis o della poiesis della morte del sublyme che tra nscendeggi. Quell evento ontopologico della transcendenza ontopologia dell esserit -nel-mondo, inc urveggia l esserit -nihil o esserit nihil che nihileggi nel sublime. Pu l esserit fondarsi sull esserit -nel-mondo che nulleggi? E il sublyme fondarsi sulla sublymanza che ekstaseggi o la poiesis sulla poiesis che ondeggi, o sul nulla ch e nulleggi o sul niente, o sulla katarsy sublyme o sulla gestell-sublime o grund sublime, o radura sublime o lichtung sublime, pu l esserit essere fondata dall' ess erit -abissale o dall essere-nell abissit sublime, abgrund che curveggi le fondamenta e ondeggi quale fondatezza dell esserit sublime o del sublyme che sublimeggi o della sublyme ekstasit d essere l ikona dell esserit -nella-mondit o della sublymanza dell'iko a o della imago sublime? E l esserit sublime che ondeggi le fondamenta dell essercit e curveggi L esserit gettat ell'essere per la morte sublyme: l esserit -per-il-sublyme pu salvare il sublyme nel suo declino verso l essere per la morte. Solo cos l esserit ci pu salvare, Ci salver da l angoscia per la morte del sublime o della sublimit per la morte o dell essere per l a morte, o dall'esserci per la morte. O ci salver dall essere-nella-tempit -della-morte-sublime o morte del nulla-niente ch e nulleggi, nella spazit -che-spazeggi il sublime o la cronotopia del sublime, eve nto dell'ekstasit o ontoevento della mondit . Dasein che ondeggi nella radura ove si eventu poetante l esserit , l'erranza nel subl yme curveggia nel tempo della sublime struttura ontopologica dell ontopoiesis che transcendeggi sublime. L evento sublime l curveggia la radura quale ikona dell esseri t che ondeggi e d alla luce e d luce al sentiero ontopologico dell essere sublime che spazeggi la kronotopia sublime. Quale radura vuota e libera, sgombrata dalle te mpit , si disveler nell autopoiesis ontopologica, L esserit fonda e ondeggia e d senso a sublyme, quale curveggiare sublime estasit del pensiero-pensante dell'ontopologi a fluttuante; l oblio si dis-oblia curveggiante il sentiero interrotto e ascolta l a visione che parla tra gli interstizi dell intermittenza dell essere-poetante subli me. Il sentiero curveggia l essere verso la radura e ama kriptarsi ondeggiante nel sub lyme: l evento dell esserit sublyme incurveggia la verit ontopologica ed eventui verit sublimi?

Nell eventit sublyme l atetheia con intenzionalit ontopologica degli eventi della phys is disvela l indeterminatezza infinitesima e prossima alla vuota nullit , l curveggia l ontopologia del sublyme prima dell eventit . Gi aleggia nell ontopologia l eventit del physis sublyme, l ondeggia quale aletheia della physis che non trema di fronte al la fuga degli dei. La verit ontopologica incurveggia fondit della radura Sublyme dell esserit o differen za ontopologica della physis nell essere-sublyme che transcendeggi. La differenza ontopologica curveggi l eristica, o l isteresi ondeggi quale erranza del sublyme, l si eventu quale esserit dell essercit , giacch anche gli dei sono fuggenti. Si disvel il c rveggiare dell erranza dell esserit nell essere-sublyme, ma quell evento ondeggi la dirad nza dell esserit , dell essere vuota nullit che nulleggi, o vuota radura ove si possa a bitare poeticamente o disvelatezza delle risonanze sublimi. L nella diradanza della radura si cura l abisso dell essere diradanza ontopologica de ll essere-sublyme-che-transcendeggi. In quell esserit nella diradanza dell essere ondeg gi l ontopologia dell essere per la verit dell essere nella verit sublime, o essere per letheia sublime o essere nell aletheia sublime, o essere-per-il-sublyme o essere-n el-sublyme. l increspatura che curveggi l'ontopologica diradanza che ondeggi l essere dall oblio, dal suo essere stato un essere-nel nulla o un essere-nel-niente, o meglio l essere stato compreso quale essere-del-nulla o essere-del-niente o solo essere dell enti t . L ikona dell esserit sublime si dis-oblia dall'essere-del-nihil o essere del nihilism o o essere per il nihilismo per ondeggiare quale ikona dell essere-nella-physis-su blime dell esserit , dell essere sublyme esserit . La luce dell essere ondeggi dal dis-oblio per essere divelanza della luce dell esseri t ontopologica dell essere nella radura sublime, o l ikona dell essere nella diradanza quale imago dell essere-radura sublime dell essere-diradanza-sublime. Quella gestell sublime o struttura ontopologica si dis-oblia per essere nella ph ysis sublime, per essere sublime della physis quale essere sublyme dell essere che curveggi l'ontopologia d essere mondit . la singolarit della luce sublime della diradanza che si dis-oblia o si dis-abissa quale ontopologia dell ikona dell essere-sublyme della physis, dell essere-physis-sub lyme, quale curveggiare in essere dell imagine dell essere sublyme, quale ondeggiare dell'esser oltre il nulla, oltre il niente, oltre il non-ente, oltre l entit , oltr e la morte dell esserci, oltre il nihil, al di l del tempo, essere aldil , essere l ald il , essere nell aldil , essere per l aldil : essere la poiesis, essere nella poiesis, ess ere della poiesis sublime che transcendeggi. Solo cos l esserit l essere-sublyme-dell esserit ondeggiante l'ontopologia. il dis-o dell essere poetante che disvela la physis poetante, il sublyme poetante della ver it poetante o dell'aletheia poetante sublime,l esserit -sublyme quale intermittenza d ell esserit sublime o ex-stasit ontopologica o estasit che risoneggi anche quando gli dei sono in fuga dalla physis e dall aldil , dalla spazit e dall ontocronia. E' l essere estasit dell esserit , quale ontopologia dell estasit dell essere-sublime del asit -sublime-dell esserit . il curveggiare dal nulla, dalla radura vuota e libera, dalla diradanza estatica sub-lime dell essere-sublyme-dell esserit . Il dis-oblio dell esserit -sublyme ondeggia l' estasit dell essere-in-esserit , si dis-abissa, si dis-oblia quale sublyme essere nel sublyme che incurveggi l essere-in-estasit , il sublyme l estasit ex-statica dell esser t , l essere che curveggi l estasit dell esserit . La tempit quale ikona dinamica dell eternit o ikona ontodinamica dell apeiron o ikona ontodinamica dell'infinito, la gestell dell esserit sublyme discopre l essere sublyme quale imagine dell apeiron del pensiero sublyme dell apeiron kairos o della kronoto pia infinita. Solo la kronotopia sublyme dell esserci curveggia l eternit o la kronot opica ontopologica sublime. il dis-oblio della verit che incurveggia dal nihil. l che l essere-sublyme-ontopolog ia si eventua all interno dell'ontologia dell essere sublyme ekstasit ontopologica de l sublyme. L essere-sublime staglieggia l' eventit ontocronopica dicibile: si d alla physis qua le estasit -physis-sublyme, l esserit del sublime-abissit , ontopologia del sublime.

E l incurveggia l ontopologia dell'estasit -poiesis o ontopologia dell ikona dell essere mondit o trascendenza ontopologia dell immagine dell essere-mondit , o estasit nella lic htung-abissit o essere-nell abisso, abgrund che incurveggia le fondamenta dell essere sublyme? L essere estasit sublime: l essere-per-il-sublyme l'estasit -sublyme. Solo cos l esse tasit Ci salver , ekstasit -sublime che ondeggi l essere o l esserci sublyme, si d sublim e d sublyme la fondatezza dell esserit ekstasit dell essere-mondit :ondeggia l' ontopol gia dello spazio-tempo da abitare poeticamente quale ontopoiesis-estasit o essere sublyme dell essere sentiero ininterrotto dell ontopologia poetante del sublyme. L evento della radura estasit ondeggia alla luce e d luce al sentiero ontopologic o dell essere radura vuota e libera, sgombra, l curvegger l ontopologia dell'estasit -kr eatrix, quale sublime estasit . Il sentiero o la radura sublyme ondeggia verit -dell'estasit -kreatrix ontopolog ica che transcendeggi sublyme. Ma l ontopologia degli eventi della physis curveggi a l estasit infinitesime prossime al vuoto o in prossimit del nulla o quale transcen denza della mathesis-physis, o ontopologia che transcendeggi mathesis-physis-est asit del sublyme. Gi aleggia nell ontopologia del sublyme l'estasit -evento della physis sublyme: gia cch l ondeggia l ontovisione dell esserit , la visione ontopologica dell essere-sublyme, a transonanza ontopologica dell aletheia dell esserit curveggiante l ontosonanza sublym e, nell esserit -sublyme-estasit . L esserit si getta, si d , ondeggia nella mondit sublyme o l'estasit sublime dell ntosonanza che curveggi l ontopologia dell essere estasit sublyme. aldil che trascende ggi l'estasit sublyme dell essere sublyme. l essere-sublyme dell'estasit : l nell abiss ella spazit vuota ove l essere ondeggia per abitare la mondit , quale essere-sublyme dell esserit , aletheia della sublymanza dell essere-sublyme della sublymit dell essere e stasit . Anche quando la sublymanza decostrueggia ondeggia estasit . L ontopologia del sublyme la monade sublime che estaseggia il sublime, la trans cendenza transinfinita ontopologica:Esserit della transcendenza della mathesis ch e incurveggi sublime l'estasit della monade sublime che transcendeggi sublime. Lindemann dimostr che P-greco, oltre ad essere un numero irrazionale, anche tr ascendente: non soluzione di alcuna equazione algebrica a coefficienti razionali : una monade sublime, la monade che ondeggi in s una polarit interna che tempeggi sublime: interiorit -tempit dell' essere la monade fenomenica trascendentale, incur veggia in evidenza e decostrueggia L epoch fenomenica, la monade sublime dell'estas it che transcendeggi l'estasit della monade in estasi? E la fenomenologia dell essere trascendentale? La monade dell'estasit L incurveggia, l ondeggia, l nel vuoto, l nella radura subl ime si d gestell-sublyme, l cura e krypta l indicibile sublyme, svela l evento dell esse re-sublyme o all essere-che-resta-invisibile o all essere-che-resta-inaudito o all ess ere-che-resta-indicibile o che fin allora era-invisibile, era-inaudito, era-indi cibile, e che si disveli l ed aldil in essere che si eventui nell ontosonanza e onto visione dell ikona-essere-sublyme. L in quell essere-per-la-fine o in quell essere-per-la-fine-dell essere che ancora i nvisibile-inaudito-indicibile-abissale si disveli l evento dell essere per la fine d ella morte, o dell essere per la fine della morte-del-sublyme, quale ikonapoetante dell essere per la vivenza dell essere o dell essere per la vivenza dell essere-sublyme , o dell essere per la vivenza del sublyme o dell essere per la vivenza della verit n ella sublymanza dell essere sublymit dell essere. L ondeggia l evento dell essere-verit -del sublyme, l curveggia il pro-getto ontopol ogico dell essere-sublyme-della-verit -dell essere,dell essere-sublyme-dell aletheia-dell e sere, dell essere-sublyme-della-disvelanza dell essere. il curveggiare ontopologico dell essere che si eventui l nell ondeggiante essere la disvelatezza del sublyme, per essere solo sublymanza dell essere e mai pi solo sublyme. L l essere in diradanza vuota, in radura-diradanza s eventua ontopologico dell essere sublyme esserit : il sublyme consente l'ontopologia del sublyme dell esse re-che-mai-non-c , ma che c sempre e sempre ci sar quale sublyme dell Esserit : quale O pologia dell'estasit . il dis-oblio dell Esserit Poetante che disveli la Physis in estasi sublyme dell

a Verit -Aletheia poetanti, Pensiero Poetante dell Esserit -sublyme dell Esserit Ontopolo gia o ex-stasit ontologica o estasit della Physis, della spazit -Ontocronia. Si disvela cos l essere in estasit dell essere. Il sublyme l estasit ex-statica dell Essere come Essere-del-sublyme. Nel sublyme , l Essere l ondeggiare dell Essere-Aletheia, o l Ontopologia o Lichtung sublyme, Esser -sublyme che incurveggi dal Nulla, dal Non-Ente, dalla vuota Radura dell Essere. Cos il sublyme ondeggia la verit e l Aletheia curveggia il sublyme, l Essere-subl yme disvela lo spazio libero dell Essere, spazio della Radura sublyme. Struttura O ntopologica dell Essere-sublyme-Verit . Evento della Gestell dell Essere che curveggi sublyme, che ondeggi la luce o d all essere-la-luce o si d quale Essere-nella-luce-dell Essere-sublyme Esserit . Ekstasi t del sublyme. Ekstasit dell Essere-sublyme. Solo con il curveggiare dell Essere-subly me consentita la sublymanza dell Esserit sublyme. Ontopologia sublyme della transcendenza spazitemporale della Verit -Esserit sub lyme. Ontopologia della sublyme ontocronia in transcendenza sublyme: sublime Rad ura-Ontopologica o Ontopologia dell Esserit -Eventit dell Essere. La tempit estetica della musica ondeggia nella sublimit o ontopologia musicale in estasit sublime, quale tempit interna o ontogenica della musica sublime. La tempit endogenica della musica sublime incurveggia nella tempit sublime o o ntopologia della tempit , si d nel tempo, quale ontopologia della musica dell esserit . La tempit della musica il curveggiare della verit dell'esserit , la musica sublime della tempit . Dasein musicale del sublime sublimeggiare nel tempo, essere enigma sublime. La musica non pensa, cos come la tempit , il Dasein del sublime che ondeggi incontr o, parousia sublime, in accordo coi tempi. Dasein sublime musicale l'evento che transcendeggi. La musica sublime verit che tempeggi nel tempo. La musica l'esserit che tempeggi. La musica l'esserit che ondeggi nel tempo del l'essere sublime pensante pensato al di fuori della tempit musicale?Sublime tempi t musicale. L estetica della tempit sublime. L estetica della monade sublime della cronotopia o kairousia, l estetica degli event i sublimi, degli eventi temporali, degli eventi che transcendeggino il sublime. Gli eventi del sublime sono eventi dell'esserit o l' evento dello spazitempo. Tem po degli eventi sublimi l'eventuarsi dell' esserit nella verit , l'essere la verit . Leopardi ondeggi l'infinit dell essere. Parmenide curveggi l essere eterno e trascendente. La struttura stabile della strut tura trascendente la verit sublime. Leopardi incurveggi la nullit infinita. Leopard i il pensiero pensante della nullit , il suo essere poetante l'essere pensante. L interpretanza del Sublime nel pensiero-poetante di Leopardi l'interpretanza infi nita della nullit , Leopardi ondeggi il nulla, Leopardi disvel la nullit sublime infi nita, Leopardi curveggi la verit del nulla. Nell' essere Leopardi ondeggi la parousia sublime infinita della nullit , l essere nu lla di Nietzsche, nulla sublime dell'essere, verit dell'essere nientit , l essere nul la, il nulleggiare dell'evento, il nienteggiare dell'evento, levento che nullegg ia, l'evento che nienteggia: l essere sublime il nulla, Leopardi il poeta del null a sublime, Leopardi il Poeta dell'infinito sublime: l essere il non-essere? Poiesis Sublime la verit dell esserit : l essere il nulla. Ma l essere sublime, l esserit dell essere:sublime nulla. Dasein sublime dell esserit ssere Sublime. Sublime essere SublImE DELLA NulliT . Nihil sublime nell essere il nu lla. Sublime il curveggiare dell essere:l essere nulla, l essere il nulla, l essere o ggia nel sublime nulla, il curveggiare dell essere tempo del nulla, il tramonto de lla verit dell essere, della tempit : l essere il nulla curveggiante. Aristotele ondegg i l essere che non , quando non , non altro che l essere nulla, l essere nulla. L essere non , l essere il nulla, il tempo incurveggia il nulla dell essere, l essere il nulla sublime sia l'ontopologia della verit dell essere, l essere l essere che e n n , il nulla ondeggiante, essere il curveggiante non-essere. Il curveggiante essere sublime la tempit . L essere nel tempo il non essere, l essere nel tempo e non . Sublime il curveggiare della verit intramontabile dell esserit sia dell essere parousia nell essere nulla. L essere Sublime l essere della transcendenza ch e fuori dal tempo. Platone ide l essere e il non-essere.

L essere nell essere, l essere e ondeggia non-essere. La differenza dell essere sublime l esserit , e non , l esserit Sublime curveggiante l essere. Dasein sublime del nihil il suo essere nihil ondeggiante. Essere l essere che si d al niente, niente, l essere niente. E' il nihil sublime: nulla, niente. Sublime niente nulla assoluto, il nulla dell ente. Plotino e Heidegger ondeggiaron o il nulla sublime dell' essere: l essere il nulla, perch il sublime. Dasein sublim e del nulla: l essere il curveggiante non-essere. Sublime libert infinita dell'esse re il nulla. l essere sublime. L essere sublime l'ondeggiante nullit . La sublime esserit dell'even o del nulla: l essere l'evento sublime del nulla, verit del nulla e curveggia dal n ulla, l'evento sublime che incurveggi il nulla.Tal essere-nihil-ondeggiante. Ari stotele ide la transcendenza dal non essere all essere dell'evento sublime dell esser e, l essere l'equilibrio stabile dell'evento sublime dell'esserit . L'angoscia subli me o l angoscia dell'esserci l angoscia del nulla. L angoscia ondeggia in s il niente. Il sublime infinito tra essere e niente l angosci a: l angoscia del nulla, il tempo del niente infinito: ni-ente. Nietzsche curveggi l essere Nihil-po esis, nihil, nulla. Sublime nulla che incurveggi il nulla, curvegg iante nulla. Il niente niente, esserci il niente-essere, non-essere, Nihil non-essere. Platon e ide l' Armonia tra essere e il nulla-essere. L'estasit abissale del nulla Platon eggia: l armonia che Pitagoreggi nulla abissale. armonia dissonante del tragico Dionisiaco, il quale mostra l orrore dell essere oltr e. l orrore originario del mythos tragico sublime, sublime dionisiaco. Platone orf ico-pitagorico, l entusiasmo sublime, o essere nel dio, o essere fuori di s in esta sit sublime: la sublime estasit che transcendeggi. O estatica dionisiaca sublime tragicit . Qui l entusiasmo sublime essere ondeggiante sublime, l'evento del sublime nell evento sublime del tempo dell' esserit . Plotineggiare l ontopologia platonica del sublime. Platoneggiare la sublime ontopo logia di Parmenide: l essere sublime curveggiare dell esserit . Platone ondeggi l'essere sublime dal nulla, l essere curveggi in sublime ontopologia . L essere verit sublime che trascendeggi e ondeggi nel nulla, o essere incurveggia nte il nulla. IL SublIme DELl'essere NullA. Heidegger ondeggi il nulla nell essere che incurveggi il nulla come verit sublime de ll'esserit . Nietzsche curveggi il nulla sublime che incurveggi la tempit . Il pensiero poetante della singolarit sublime Tempeggia e incurveggia il sublime. Eraclito al di l di Nietzsche nienteggi l'ontopologia sublime che curveggi lo spa zitempo. Essere arche che curveggi la kronotopia sublime. L infinito l infinito sublime degli s pazitempi infiniti. L infinito essere sublime infinito l infinito sublime:essere inf inito sublime dell infinitit , l infinita naufraganza dolcezza della dissolvenza infin ita, infinito nulla, essere ondeggiante infinito nulla. Essere nell angoscia della nullit ,l angoscia curveggiante dalla visione della nullit p oetante. La verit nullit . SublImE deLL Esserit che transcendeggi l essere nihil, il ente Sublime. Parmenide ondeggi l essere sublime, l l'evento curveggiante del sublime. Ondeggia l l essere sublime che transcendeggi; l essere il sublime dell'evento o esse rci per s nell'evento del sublime. Sublime evento dell'essere l'essere che sublim e, l essere la struttura ontopologica del sublime, il fondamento dell essere sublime , l'evento. L essere l'eventuarsi del sublime, la struttura ontopologica dell esserit , la struttu ra ontopologica dell'evento sublime. L essere il suo non-essere. Il suo essere che transcendeggi sublime nel non essere. Platone ondeggi l essere curveggiante nella tempit , l essere nel tempo nulla: sublime nullit . L essere che non quando non , non altro che l essere nulla, l essere nulla che trans deggi sublime. L essere sublime transcendenza dell essere nulla, l essere transcendenz a sublime dell'evento dell essere che non , Al di l del nihil, l essere sublime trans endenza dell essere che non il nulla, l essere sublime transcendenza del nulla, l esse re l essere che non il non-essere. L essere sublime nullit . Sublime che non nulla, non nullit sublime! E sublime nulla, evento del nulla subli

me! E' il nulla sublime che transcendeggi e incurveggi il nulla nell essere nulla, l essere la transcendenza sublime del nulla, l essere sublime il nulla. Heidegger ondeggi la differenza tra l essere sublime e l essere niente. Nella differe nza ontopologica l essere sublime l esserit . La verit dell essere sublime , ed impos e che non sia, l essere sublime.Tutto l essere infinito sublime. La verit del sublime essere. L esserit sublime l essere ontopologia sublime. Heidegger curveggi il sublime essere-e vento della transcendenza ontopologica che curveggi sublime e transcendeggi in v erit dell essere. L essere curveggia la verit sublime dell essere evento del sublime infinito. Monade s ublime infinita nell infinit sublime, sublime infinito. Il sublime infinito dell esse re curveggia l'infinito dell essere sublime. Il sentiero dell' essere sublime verit dell essere sublime essere della verit , Il di svelamento del sublime, la struttura ontopologica del sublime. Il pensiero Sublime dell essere la verit dell essere. Nella verit sublime dell essere s blime la differenza ontopologica il che cosa , il che verit dell essere o il plesso o La struttura ontopologica. La verit dell essere sublime La verit sublime dell essere . Ma la verit dell essere sublime incurveggia la struttura ontopologica del sublime , l'eventuarsi del sublime dal nulla. La verit dell essere sublime ondeggia dalla n ullit , la struttura ontopologica dell esserit . Sublime essere nulla. L essere sublime incurveggia l' essere quale struttura ontopologica dell essere singolarit dell'evento sublime. La struttura ontopologica la fondatezza del sublime, perch il fondamento poetante del sublime, il sublime evento dell' essere-nulla, sublime estasit della transce ndenza ex nihilo. ChiasMa-plesso del sublime che ondeggi nella verit dell essere po ietante, La struttura ontopologica dell essere quale fondatezza sublime, l esserit su blime. Sublime nulla che nulleggi poietante. Nietzsche ondeggi il curveggiare della tempit dal nulla sublime, il curveggiare de ll essere abissit dal nulla, essere che incurveggi dall'abisso sublime dell'essere, curveggia l lo spazitempo dal nulla, essere sublime che incurveggi la kronotopia , nulla che curveggi il nulla:essere-la-verit che curveggi il nulla e decostruegg i il nulla, ma curveggiare il nulla l'estasit sublime della struttura ontopologic a dell essere estasit che curveggi il sublime, l' essere che curveggi l'estasit dello spazitempo sublime. Plesso o chiasma ontop ologico che curveggi lo spazitempo della singolarit sublime: la musica sublime. Ogni singolarit un chiasma sublime, ogni accordo, ogni melodia, tema, variazione, La musica sublime che curveggi nello spazitempo, l'evento che curveggi il subli me. La musica sublime il flusso che curveggia lo spazitempo sublime, echeggia e risu ona il curveggiare dello spazitempo sublime. Ogni suono il curveggiare dal nulla, in cui le stesse note risuonano, echeggiano e ondeggiano, risuonano i suoni sublimi del curveggiare ondeggiante poetante, p erch La musica l'estasit del sublime che curveggi lo spazitempo, il chiasma sublim e del suono e silenzio infinito, indivisibile. Schopenhauer riecheggi l idea e platoneggi l idea nella musica della kalousia. La musi ca la struttura ontopologica del curveggiare dello spazitempo nella musica subli me-kalousia, la struttura ontopologica della natura sublime o physis sublime, il fondamento del curveggiare dello spazitempo sublime: Nei suoni dell armonia I suo ni acuti, pi mobili e pi fuggitivi, ondeggiano da vibrazioni che curveggino lo spa zitempo del suono fondamentale, e risuona poetante il curveggiare dello spazitem po. C qui fra toni superiori e Le note pi vicine un ondeggiare echeggiante che curveggi lo spazitempo. Gli intervalli sono paralleli, la melodia, ondeggiante dalla voc e principale, dalla voce alta, dalla voce cantante ondeggi libera e capricciosa, conservando sempre, dal principio alla fine, la connessione organica e signific ativa di un pensiero poetante sublime. Riecheggia nella struttura ontopologia armonica della musica la curvatura dello spazitempo sublime, quale ondeggiare della struttura ontopologica della natura c he curveggi o physis sublime. Ondeggiante spazitempo in tendenza infinita, o ess ere il curveggiare infinito del sublime, curveggiare sublime senza perch .

tendenza sublime infinita oltre la tendenza infinita per essere transinfinit subl ime, ondeggiante infinitit senza perch , senza fine, La musica sublime che curveggi lo spazitempo, la struttura ontopologica dell' Esserit sublime, la struttura ont opologica della musica sublime: perch la musica infinita che curveggi lo spazitem po, tendenza infinita ondeggiante la musica transinfinita. Ondeggiante consonanz a e dissonanza curveggianti spazitempi, la musica poetante pensante consonanza d ella kalousia e dissonanza o chiasmepoch dell'essere e nulla, La musica l esserci c urveggiante del sublime, la musica l'ondeggiare della verit dell essere. La musica pensante La musica poetante della verit sublime dell essere sublime, nell a verit dell essere curveggia da sempre e per sempre il sublime. C la verit sublime che curveggi spazitempi dell' esserci, o del nulla, incurveggia dal nulla quale increspatura ondeggiante dell'estasit dello spazitempo dell essere. Ondeggiante singolarit sublime del suono eterno curveggia gli spazitempi sonori del silenzio, o accordo, o melodia, l'ondeggiare del curveggiare dello spazitemp o. La struttura ontopologica dell essere Sublime l esserit . M. Heidegger ondeggi il pensi ero dell essere Sublime. L la verit dell essere sublime verit dell essere-verit -subli a dis-velatezza il sublime. Heidegger disobli la sublime verit dell essere, del disvelamento sublime dell essere, l essere il sublime che si eventui quale struttura on topologica della verit dell essere. L essere ondeggia nel sublime, il curveggiare nella tempit sublime, l essere che tran scendeggi sublime. Heidegger nulleggi la spazitempit dis-velante sublime, la Licht ung sublime che nulleggia, la radura sublime del nulleggiare. L essere sublime hei deggeriano nulleggia, si d e non-si-d o nulleggia o si sottrae, Es gibt, sublime-L ichtung-del-nulleggiare, radura-sublime-che-nulleggia, il diradarsi che nulleggi a l'entit o la non-entit , nienteggia sublime, l essere diradandosi nulleggia: il nie nteggiare sublime Al di l dell entit , nulleggia l'aldil , qui ondeggia sublime Alterit e la nulleggia. C la Lichtung-sublime del nulleggiare. L essere sublime incurveggia la Lichtung-Subl ime che transcendeggi la Lichtung. La Lichtung il sublime che sublimeggi la Lichtung, la radura sublime la diradanz a spazitemporale libera che transcendeggi la radura, o Lichtung-sublime. La radura sublime la radura dell'aletheia sublime. La radura sublime l'ontopolog ia sublime della Lichtung, la radura L esserit del sublime, curveggiante spazitempo , il diradarsi sublime che transcendeggi Il diradarsi dell essere, l' essere alter it : l essere l ondeggiare sublime, differenza ontopologica sublime dell essere. Heidegger ondeggi nel sublime la verit dell essere. Eraclito am il nascondersi del su blime nell'esserit visibile invisibile. La spazitempit incurveggia il sublime abit are nella risonanza dell essere che echeggi il curveggiare sublime nella disvelate zza. L' essere spazitempo sublime o l essere risplendezza sublime che ondeggi la disvel atezza dell essere. L essere incurveggia l'elevarsi sublime al di sopra in estatica verit spazitemporale. il disvelarsi sublime. Lichtung dello spazitempo sublime. Il sublime ondeggia la Gestalt dell essere Sublime-ontopologica-Lichtung. L essere s ublime niente, l essere sublime nihil, ni-ente, non ente. La Lichtung sublime dirada l essere, l essere l essere sublime, il nulla che nulleg gi sublime, nulla subli me nell essere: il curveggiare dell'essere sublime dal l'Ab-grund, o abisso sublime. L essere sublime Ab-grund, Lichtung abissale sublime senza perch . L essere sublime Ab -grund che sublimeggi il curveggiare nella Lichtung, sublime Ereignis dell essere Che incurveggi l'Ereignis spazitemporale dell essere, Ab-grund-sublime. Nell essere sublime curveggia la Lichtung, la radura sublime nulleggia-nel-mondo e ondeggia nel nulleggiare degli spazitempi, la radura Sublime della verit dell essere, l evento sublime del nulleggiare-nel-mondo che ondeggi il curveggiante spazitempo della verit dell essere. Ab-grund sublime essere nulla visibile invisibile spazitempo, l'evento del subli me che transcendeggi l essere evento sublime dall' Ab-grund sublime. E' sublime ev ento spazitempo, evento che incurveggi la kronotopia sublime, sublime evento che sublimeggi l'Ereignis-Sublime. L evento sublime abissale eventeggia senza perch , s

enza perch Sublime dell essere spazitempo. L evento dello spazitempo sublime che transcendeggi la verit dell essere evento subli me del nulleggiare-nel-mondo. Gorgia l'archegete del nulleggiare-nel-mondo Del Non-esserci o Della natura del nulleggiare-nel-mondo: il nulla il nulleggiare-nel-mondo che c' , esiste, ma non c omprensibile, incomunicabile, inspiegabile il nulla che nulleggia-nel-mondo: il nulleggiare-nel-mondo che non c' , o che e ci che non , o il nulleggiare-nel-mondo, l'evento del nulleggiare sublime. Ma ci che e ci che non si svela solo nel nulleggiare-nel-mondo, l essere il nulleggi are-nel-mondo o nulla che nulleggia-nel-mondo, o essere che non perch sar e non sa r , l'essere il nulleggiare-nel-mondo, sar il nulleggiare-nel-mondo, il non-esserci del nulleggiare-nel-mondo, l essere senza perch il nulleggiare-nel-mondo del non e sserci o l essere-del-nulleggiare-nel-mondo,o l essere il non-esserci del nulleggiar e-nel-mondo. E' l essere il nulleggiare-nel-mondo, cos il non-esserci. Ma l essere-nulleggia-nel-m ondo senza Perch , il non , e n l'eterno-nulleggiare-nel-mondo, n l uno n l e c' senza Perch , l l essere eterno nulleggiare-nel-mondo, non ha alcun principio, non ha avuto principio, illimitato-nulleggiare-nel-mondo, illimitato e non in alcun luogo senza Perch , nulleggiare-nel-mondo, , cos l essere-che-nulleggia-nel-mondo ov nulleggia l apeiron illimitato che non in alcun luogo,ma che c' in s senza Perch , l e sere apeiron eterno nulleggiare-nel-mondo, illimitato nulleggiare-nel-mondo, ill imitato che non c' in alcun luogo, non il luogo o l eternit dell essere il nulleggiar . Gorgia nulleggia il nous, il noema, nulleggia il pensante, nulleggia il noumenic o, nulleggia la doxa, nulleggia l'epistemica, nulleggia la techne, nulleggia la demiurgia, nulleggia la teurgia, nulleggia la mitologia, nulleggia l'ideologia, nulleggia l'etica, nulleggia l'estetica, nulleggia la kategorica, nulleggia la f ilosofia, nulleggia la sofistica, nulleggia la monade, nulleggia l'olistica, nul leggia la kronotopia, nulleggia la mondit , nulleggia l'eternit , nulleggia l'infini t , nulleggia la verit , nulleggia il pleroma, nulleggia il niente, nienteggia, il n iente nienteggia o l Essere eterno Sublime che nulleggia-nel-mondo o l Essere-il-nul leggiare-nel-mondo, ma che non c' in nessuna singolarit n nell essere, n nel non-esser e o c' nell Essere il nulleggiare o Non-esserci che nulleggia, senza Perch l essere il -nulleggiare-nel-mondo del non-essere, il non-esserci l essere-che-nulleggiare-nel -mondo, nessuno c' quale Infinito-che-nulleggia, o l'essere che non c' , gi l essere-c he-nulleggia-nel-mondo, il non-esserci, o l essere che sar . L l essere il-nulleggiare-nel-mondo il non-esserci, senza perch il nulla, senza Per h l essere che non , n c' , il non-esserci, n , n c' , nulleggia, il nulleggiareGorgia svel l impensabilit , che e non pensato, l essere il nulleggiare-nel-mondo subl me non pensato senza perch , nulleggiare-nel-mondo senza perch dell essere, il non-e serci. O non-esserci impensato o nulleggiare-nel-mondo. Il nulleggiare-nel-mondo senza perch impensato. Essere il sublime nulleggiare che non , o il nienteggiare pensante. Essere il sublime nulleggiare invisibile, o l' interminatezza pleromatica che nulleggia-nel-mondo ma non si ode, n si dice, n udi bile, n si veda, n si pensa, n si veda con la vista ideale demiurgica, n si pensi, n si veda l'interminatezza sublime, l essere-il-nulleggiare-nel-mondo che non si pen sa, n si comprenda. Gorgia nulleggia l'interminatezza nihilista, nulleggia il pensante o nienteggia l'essere-che-nulleggia-nel-mondo senza Perch , n parola, Gorgia l archegete del nulle ggiare-nel-mondo, si d l il nulleggiare-nel-mondo senza la parola udibile, cos c' il nulleggiare senza lingua, senza Perch , senza parole, senza perch c' l'interminatez za del nulleggiare-nel-mondo, invisibile, Gorgia nienteggia il niente dell'inter minatezza che nienteggia cos in Leopardi, o nell essere l'interminatezza del nulleg giare-nel-mondo. Quel nienteggiare nell essere, per Leopardi le infinite vestigia nulleggiano, c' il silenzio nudo e una quiete altissima nello spazio immenso dell'interminatezza s ublime del nulleggiare-nel-mondo. Cos l'essere-interminatezza sublime nulleggia-nel-mondo, si dilegu e si perde nell 'interminatezza sublime senza perch . Leopardi vagheggia il nulleggiare-nel-mondo, Leopardi museggia lo spazitempo immenso dell'interminatezza sublime del nullegg

iare-nel-mondo in silenzio, o nulleggia in silenzio senza suoni, giacch infinita interminatezza sublime del nulleggiare-nel-mondo, Leopardi il maggior pensatore d ella filosofia del nulleggiare-del-mondo :Nietzsche ritmeggia Leopardi, il nienteg giare l sempre il nulleggiare-nel-mondo Sublime, o il "nienteggiare" gi il nullegg iare-nel-mondo dell'interminatezza sublime o nihileggiare, la "filosofia del nie nteggiare" o del nulleggiare dell' interminatezza sublime. Il nienteggiare l nulleggia nell'interminatezza sublime, Sein-Nichts Abissale. Se yn-del-nulleggiare-nel-mondo, Seyn che nulleggia, Seyn sublime che nulleggia-nel -mondo, Seyn quale nulleggiare-nel-mondo, Seyn-sublime del nulleggiare-della-mon dit . L'essere il nulleggiare-nel-mondo, l Essere disvela il nulleggiare-nel-mondo, null eggiare-nella-mondit pleromatica. E l'essere che nulleggiare-nel-mondo per svelare l'instabilit plexromatica del sublime, l Essere infinita immensit degli spazi che nu lleggiano-nel-mondo senza perch , il nulleggiare dell'evento sublime dell'essere. Kierkegaard svel la nullit pleromatica. Kierkegaard ritmeggia il nulleggiare-nel-mondo. Kierkegaard E l'archegete del mus eggiare il nulleggiare-nel-mondo. Kierkegaard l'archegete del pleroma che nulleg gia-nel-mondo, Kierkegaard Platoneggia il nulleggiare-nel-mondo. Platone l'archegete del nulleggiare demiurgico. L Platone nulleggia la demiurgia. L il mondo nulleggia nella demiurgia, s L nel null eggiare-del-mondo, c in s il nulleggiare-del-mondo, la filosofia del nulleggiare-ne l-mondo. O c' in s il nulleggiare-nel-mondo in s , s d il nulleggiare-nel-mondo, c' in Platone, l ove si svela la filosofia del nulleggiare-nel-mondo o c' l'evento del n ulleggiare sublime o c' il sublime quale evento del nullegiare. Leopardi museggia l'evento del nulleggiare-nel-mondo sublime, c' l il sublime null eggiare senza perch , Leopardi Platoneggia il nulleggiare del mondo, Leopardi che museggia il nulleggiare-del-mondo sublime, Il filosofo-poeta che Platoneggia il nulleggiare-del-mondo sublime, o il nulleggiare della natura-sismica. Leopardi l'archegete del nulleggiare della natura sismica. L evento sublimante in s La filosofia leopardiana del nulleggiare-del-mondo sublime, l ove la filosofia c q uale nulleggiare-nel-mondo sublime, Leopardi il poeta della poesia del nulleggia re-del-mondo sublime, il naturale archegete del nulleggiare-nel-mondo sublime o la filosofia del poeta del nulleggiare-del-mondo sublime. Ma l la poesia filosofia, o la filosofia poesia del nulleggiare-nel-mondo sublime : la poesia filosofica la poesia del nulleggiare-nel-mondo sublime! L ov il filosofo c' il poeta, ov il poeta c' il filosofo del nulleggiare-del-mondo s ime. Nulleggio? ergo sum. Nulleggia? ergo c' l'insostenibile nulleggiare del nulla, o l'insostenibile nulleggiare dell'essere, il sublime nulleggiare del nulla o il s ublime nulleggiare dell'essere. L ove c' il pensiero del poeta c' il nulleggiare-de l-mondo sublime. Si d l il nulleggiare-del-mondo sublime o c' il sublime-nulleggiare-dell'essere in s : abisso tenebroso o firmamento stellato che affonda celeste, o insostenibile le ggerezza del nulleggiare, o brivido dell'insostenibile nulleggiare del niente de l mondo, o sublime nulleggiare dell essere. Ma, quale che sia il sublime nulleggiare in s , poesia del sublime nulleggiare del l'esserci o dell'esser-l il nulleggiare sublime, che nulleggia ergo c' in essere n ello spazitempo del poeta. N in s nulleggia, o in s c' quale sublime-nulleggiare-dell'esserci poetante senza pe rch , il nulleggiare in s la poesia. N filosofia del nulleggiare o lo , nulleggia ergo c' o pu essere la poesia del subli me nulleggiare dell'essere, ov il nulleggiare del mondo sublime. Il pensiero del s ublime nulleggiare dell'essere si d , nulleggia ergo c' quale sublime nulleggiare n el mondo o nel pensiero stesso, la poesia del sublime nulleggiare dell'essere ge ttato quale vibrare del nulla o nulleggiare animato. La filosofia del nulleggiare del mondo si D , c' e spazia nel mondo dell essere subli me, il sublime-nulleggiare-dell'essere in s , l il mondo del poeta nulleggia, ergo c' , il poeta quale esserci nel mondo nulleggia, si d nel sublime nulleggiare anima to dell'esserci senza perch , il nulleggiare animato ed inanimato nel mondo, un mo ndo che nulleggia ergo c quale nulleggiare animato, c quale filosofia del nulleggiar

e animato del mondo, o filosofia del sublime nulleggiare animato che vagheggia I nfinita. L essere nulleggia animato nel sublime, svela l l'insostenibile nulleggiare animato del sublime. L essere l nulleggia animato ergo c' . E' indicibile nulleggiare dell'essere sublime nulla in exstasi in s o nulleggiare animato. Leopardi spazia nella filosofia del nulleggiare animato Pleromatico abissale: si d l l'abissale nulleggiare animato dell'essere sublime, il nulleggiare animato su blime dell'essere. Sublime nulleggiare animato dell'essere, Sublime nulleggiare animato del nulla. L l'Essere Sublime nulleggia animato. il nulleggiare animato infinito o transfini to dell'essere: cos l' Essere sublime nulleggia animato. L'essere Sublime nulleggia nel nulla animato dell'essere, nulleggia sublime l'es sere nulla animato infinito, lo spazitempo del nulla animato senza perch , il null a animato Sublime nulleggia invisibile, invisibile Sublime nulleggiare animato d ell'essere. Il nulla nulleggia animato nell essere Natura dell'essere Pleroma. L'essere nulleggia-animato-nel-mondo sublime, l'essere il nulleggiare animato, l 'essere il nulleggiare dell'essere nulleggiare-del-mondo sublime, l'essere che n ulleggia animato nell'essere infinito, l'essere il nulleggiare sublime dell'esse re. Ma il nulla ci che non ? L'essere l il non-esserci dell'interminatezza. O il nulleg giare-del-mondo sublime Dell essere infinito, o Infinito sublime nulleggiare-del-m ondo in Leopardi negli abissi del vuoto nulleggiare-nel-mondo sublime. Ma cosa il nulleggiare per Leopardi? Leopardi museggia la Luna della Verit : immor tale pleromatica interminatezza. Leopardi museggia il nulleggiare-del-mondo subl ime interminatezza senza perch , senza l Esserci. Il Niente infinito dell'interminatezza nulleggia naturale infinito, l'infinito n ulleggiare-del-mondo sublime dell'interminatezza. L'infinito sublime nulleggia, infinito nulleggiare animato sublime dell'interminatezza infinita, al di sopra o aldil quale interminatezza transinfinita dell'essere. Ma l'infinita interminatezza il sublime nulleggiare animato dell'essere transinf inito nulleggiare animato sublime infinito, l l'infinito interminatezza senza lim iti del nulleggiare animato sublime dell'essere, o il nienteggiare dell'essere i nterminatezza senza limiti, o infinito nulleggiare animato sublime o il nulleggi are infinito. L l'infinito nulleggiare animato sublime senza perch , l'interminatezza leopardiana del nulleggiare animato sublime della Filosofia: l gettata nella mondit l'intermi natezza del nulleggiare animato sublime, l il museggiare dell'interminatezza Leop ardiana, quell'infinito nulleggiare animato al di l di cui non v' pi nulla. Leopardi nienteggia il nulleggiare dell'interminatezza, quale ontologia del null eggiare l'interminatezza che nulleggia, il nulleggiare ontologico dll'interminat ezza. Giacch l'essere interminatezza, o il non-esserci o il sublime nulleggiare d ell'evento dell'esserci interminatezza. E' il pleroma dell'interminatezza che nu lleggia animato sublime, v' interminatezza senza perch , l'interminatezza dell'esse re, o essere il nulleggiare animato sublime, v' interminatezza, o differenza onto logica dell'interminatezza. Alberto Caracciolo nel suo Leopardi e il nichilismo sv ela il museggiare di Leopardi prima del nulleggiare animato sublime di Heidegger . Il Nulleggiare heideggeriano svela il mondano nella sua mondanit e lo nienteggia, disvela il pleroma dell'interminatezza nella sua struttura ontologica, l nullegg ia il sublime nulleggiare dell'evento dell'interminatezza animata, o il sublime nulleggiare dell'essere l'interminatezza, l si disvela il sublime nulleggiare del l'essere-il-nulla in Heidegger, il nulleggiare dell'interminatezza animata subli me Leopardiana-Heideggeriana che Nulleggia nel museggiare leopardiano, l l' Esser e museggia l'angoscia del nienteggiare, l'essere nulleggia l'nterminatezza, il nih il ontologico che museggia l'interminatezza. Caracciolo Nulleggia-nel-mondo l'essere null'altro, l'essere il nulleggiare anim ato sublime del nulla che nulleggia. Nulleggia l l'interminatezza? Esiste l'interminatezza del Nulleggiare senza perch , c' il Nulleggiare animato sub lime dell'interminatezza, o Nulleggiare animato sublime dell'essere del mondo?

O c' ilnulleggiare animato sublime della mondit ? Esiste il Nulleggiare senza perch , c' il Nulleggiare dell'interminatezza che museggia nella poiesis? Nulleggia il N ulleggiare nella monade in s , prima del Nienteggiare nella mondit o nihileggiare p re-postmetafisico. Nulleggia gi nella monade in s e per s , l c' il nulleggiare animato sublime della mon ade? L ove il Nulleggiare si d nella monade in s e per s ? Nulleggia l nella monade il nienteggiare del nihil o L'angoscia che svela il Null eggiare nella monade in s . II nulleggiare animato nulleggia nella monade dall'inanimato o animato. O c il nulleggire in s nella monade, non solo Fuori c il nulla , Fuori e in s c i re . C in s e fuori di s il nulleggiare del nulla o il nienteggiare del niente , Fuori e in s c il nulleggiare infinito del nulla, o il nienteggiare del niente . Ed senza perch , il nulleggiare in s . Fuori e dentro in s c il nulleggiare del nulla . Fuori e in s c il nulla che nulleggia si d quale nulleggiare del nulla senza perch , l nulleggia anche il perch , nulleggia il nienteggiare della monade pleromatica in s e per s ? Nulleggia nel nienteggiare della monade pleromatica, interminatezza de l nulleggiare Fuori e dentro ove c il nulleggiare pleromatico dell'Interminatezza. Nulleggia l Il nulla dell'interminatezza del nulleggiare, o nulleggia nell'inter minatezza senza senso solo il nulleggiare senza perch , senza senso o c' solo il n lleggiare. Si gi interminatezza del nulleggiare o transcendenza del nulleggiare quale ermene utica del nulleggiare poetante, o ontoteologia del nulleggiare o intenzionalit de miurgica e teurgica del nulleggiare della techne. L'interminatezza Exstatica del nulleggiare senza perch Nulleggia nell'interminate zza sublime dell'exstasi del nulleggiare pleromatico , nulleggia la monade plerom atica , nienteggia il nulleggiare senza perch o Il Nulleggiare nienteggia l'intermin atezza sublime del nulleggiare , Heidegger nulleggia il nulleggiare ontologico del l'apocatastasi o curveggiare dell'interminatezza del nienteggiare, l ove l'angosc ia riveli il nulleggiare invisibile dell'interminatezza plexromatica dell'evento dell'interminatezza sublime del xyasmaxora dell'esserci. L nell'angoscia il nulleggiare dell'interminatezza exstatica presente in s , nell'i nterminatezza invisibile della monade khora Sublime transinfinita che nulleggia i n exstasi Sublime quale Exstasi dell'interminatezza del nulleggiare senza perch , s enza demiurgia o teurgia epistemica della techne. Il Nulleggiare sublime dell'interminatezza plexromatica della chora nulleggia. M a l'interminatezza della chora nulleggia invisibile nel chiasma del curveggiare c uspidale visibile ideale della kalousia o agathousia. Nulleggia l'interminatezza invisibile del xyasmaxora ergo c' il curveggiare dell'apocatastasi del visibile paradigmatico demiurgico quale techne del nienteggiare, Nulla'Essere, Nulla Poetan te evento-Sublimia-Kreatrix da nulla al nulla, nella Lichtung, nella radura della radura, spazia e s inabissa, nulla in nulla il nulla nel nulla. abisso ontologia nulla, nulla evento-Sublimia-Kreatrix nulla nullit del Nulla. Caracciolo, Nulla o EssereSacro del nulla. Essere Crea nullaInfinito'infinito'essere dal nulla Da sein del nulla evento nul la. sublime. nullanullit nulla del nulla, nulla-essente-nulla dal nulla nullit nul lificata dell'esserci l'Essercinulla. Il nulla-trascendenzadell'Esserci nel nulla trascendenza trascendenza si d Transc ende Daseintrascendenza trascende nulla, nullaDasein nulla-dell'Esserci trascend e Essere l'Esserenulla, nullit nulla del nulla nihilessere nulla, nulla il non dell 'ente Esserequi la necessit dal nulla del nulla essente, essentenulla l'Essere nulla c' vi nullaEssere Esserenull a del nulla, Essere nulla: vuotaEssere dell'essere svela l'Esserenulla. L'Essere dell'Essere'Esserenulla EssereEssere nulla, nulla il nulla del nulla infinitanullit , non-ente, niente: il non dell ente, il nulla SuBLIM l esserenu sere necessarionulla il nulla SuBLIM del nulla. pensiero poetante SuBLIM Nulla del l EssereSuBLIM , Essere del nullaSuBLIM assenza di fondamento, necessit SuBLIM necessar a, infinit SuBLIM del nulla nihilSuBLIM infinito: nullaSuBLIM nulla nullainfinit del nu llaSuBLIM . Leopardi gi o Sergio Givone ontologiaSuBLIM del SuBLIM nulla, fonda sul nulla l esser

eSuBLIM il nulla SuBLIM il nulla. Giacch nessuna cosa assolutamente necessaria, cio non v' ragione assoluta perch'ell a non possa non essere, al di l ,Sergio Givone, Storia del nulla o sguardo dal nul la del nulla di Leopardi, nulla dal nihil ultranihil , nulla infinit , Sublime nulla c in inito il nulla, necessit infinita: l'infinita necessaria necessit l infinit del nulla: nulla Grund-Abgrund, sfondo senza sfondo nulla del nulla: IL NULLA E' LA POESIA onto logica risonanza dell essere-evento-Sublimia-Kreatrixinfinit -necessit , nulla possibi lit infinita essere infinita dell essere l infinit dinamicit del nulla, nulla dell ess el nulla, del nulla abisso, abisso vuoto nihil-evento-Sublimia-Kreatrix: Nulla mad re e ricettacolo delle generate cose che si vedono e sentono pienamente, non la dimandiamo noi terra, n fuoco, n acqua, e nulla di tutte quelle cose che siano fat trici loro o loro fatture; ma sibbene diciamola un cotale invisibile genere senz a forma, che ricetta ogni cosa, di ci che intelligibile partecipe in un tal modo che dire non si pu ed forte molto a intendere; e, dicendo cos , non si falla. E per quello che detto , per quanto arrivare si pu la natura sua, cos si direbbe mo lto dirittamente: ogni volta par fuoco la parte di lei che affocata, quella inum idit , acqua; e in tanto ella par terra e aria, in quanto riceve le loro somiglian ze. Ma, volendo noi definire la cosa pi chiaramente, a cercare se ci sia mai un fuoco da s ; e similmente a cercare di tutte quelle cose, di ciascuna delle quali noi s iamo usati dire ogni volta, ch'ella da s : o se queste cose che veggiamo, e tutte quelle che sentiamo per mezzo del corpo, elle sole hanno cotale verit , e nessuna non oltre a quelle per nessun modo; s che tutto d noi diciamo vanamente, che di og ni cosa una cotale intelligibile specie, non essendo altro coteste specie che pa role. Per certo se noi lasciamo la presente questione non esaminata n giudicata, non be ne asseverare a fidanza che la cos o cos ; ma da altra parte n anco bene appiccare u na lunga giunta a un lungo ragionamento. Laddove poi si trovasse modo di ridurre, il molto in poco, ci proprio farebbe al caso. Io penso cos : se mente e verace opinione son due generi, s che allora ci sono vera mente coteste cose da s , specie non sensibili a noi, soltanto intelligibili; ma s e opinione verace non differisce in nulla da scienza secondoch pare ad alcuni, so le quelle cose sono a reputare certissime, le quali sentiamo per via del corpo. Ma sono due generi, cos a dire: imperocch elle separatamente si generano e si comp ortano dissimigliantemente; perch l'una si genera per insegnamento, e l'altra per persuasione; e l'una accompagnasi ogni volta con verace ragione, l'altra irrazi onabile; e l'una non pieghevole a persuasione, l'altra s , e si cangia a ogni pers uasione novella; e dell'opinione da affermare che partecipe ogni uomo, della men te poi gli Iddii e di uomini una schiera piccola assai. E s'egli cos , da consentire che ci una specie che rimane medesima eternamente, no n generata n peritura, che n altra cosa riceve dentro s da altrove, n va in altra co sa, non visibile n sensibile per veruno modo, quella la quale solo all'intelletto fu dato di considerare; e che ci una seconda specie che ha il medesimo nome di quella rammentata, simile a quella, sensibile, generata, in perpetuo movimento, che nata in un luogo di nuovo di l tosto isvanisce, la quale si comprende per mez zo della opinione accompagnata col senso; e che ci da ultimo una terza specie, l o spazio, da corruzione securo, che a tutto ci che ha generazione d stanza, che ap prendesi senza il senso, per mezzo d'una cotal bastarda ragione, credibile a mal a pena: al quale riguardando, noi sogniamo, e diciamo ch'egli necessario che ogn i ente sia in alcuno luogo e occupi alcuno spazio, e che ci che non in terra n in cielo, un nulla; ovvero convien che sia proprio un nulla. non- EssereKreatrix Kre atrixdinamica dell essere crea nulla spazio/tempo o evento-Sublimia-Kreatrixspazio -tempo ultimo Dio essere ultimo . gi es- ser-Diopan. Eckhart superessenziale crea H lderlin in Eckhart niente il Dio d ll ultimo Diopan ultimo Dio l evento ultimo l ultimo Diopanecessit . non- qui nienti easublime creaDeusabsconditus in s non- non di s , che si nega neganulla nell Ereignis dell Essere essere/nulla dispiega mai non esserenulla: nulla l essere de l disvelarenecessit gi evento al di l evento-Sublimia-Kreatrix. nello spazio abissale dell Essere dell Essere-evento-Sublimia-Kreatrix, gi l evento

ere dell Essere si d nell evento dell abbandono dell essere da s , senza s assenza dell es gi di l - Di l giunge diopan Da-sein essere dell esserci essere-qui l essere per la mo abissale. Deuspanab-sconditus gi nelLa radura-evento-Sublimia-Kreatrixnulla, gi Z eit-Raum necessario Ereignis dell essere. L essere vibra oscilla Nulla si fonda dispiega, Schelling crea disvela al di l Un-g rund si d essere per s non pu non essere l essere necessaria, l essere fonda l ente senz pensare l essenziale nascondersi dell essere L EREIGNIS DI HEIDEGGER-Schelling necess it disvela necessit . Gi l essere Nulla: L Essere fonda si circonda del nulla, nulla o il nulla, nulla e ere in s s , esclude da s si nega da s , nega esclude fonda. tale Essere l Essere d ere fonda l ente, crea l ente l Essere fonda l ente o il Nulla kat t chreonsublime. L e si crea la radura dell esserci. Null ente si sottrae, ritrae ontologica la radura si nasconde esclude, nega ritrae l essere e fonda l ente o Grundsublime. sfugge al di fuori della metafisica, emerge la necessit sottrae d l essere EreignisSuBlime. Nell Ereignis-SuBlime Ereignis Ereignis Ereignis-SuBLImESSERE: EREGNISuBLImE L Essere Ereignis EREGNISuBLImE l Ereignis Ereignis. l Eregnis essere NullaEreignis esserEreignis l essere Ereignis o Ereignis essere l Er s dell essere Nulla: L Essere Ereignis dell esser-ci EssereEREGNISuBLImE dell Essere n n p non essere l Essere dell esser-ciEREGNISuBLImE,esserci-radura. EREGNISuBLImE, l si ritrae e si d l essere Ereignis. L Ereignis radura dell esserci s ussiste in s l Ereignis spaziotemporale. Essere gi Nullasublime. EREGNISuBLImE dell Essere nulla, l Essere-Ereignis necessario Ereignis-evento-Sublim ia-Kreatrix dell Ereignis, l essere Ereignis: L Essere Ereignis il Nulla. Nulla nihil-evento-Subl a-Kreatrix il Nulla Ni-ente. Il Nulla il ritrarsi dell essere, sottrarsi qui. Nulla il nulla, l EssereNulla. Gi N ente Nulla dell esserci Niente:Nichtung. NullaQui il Nulla DELL EREIGNIS: l Ereignis-evento-Sublimia-Kreatrix dell esseresublime. Ereignis-radura evento-Sublimia-Kreatrix-radura dell essere radura si d l il sot trarsi dell essere, della verit dell essere. PaNULLA, Esiste il nulla? nulla l essere? Che sublime nulla? nullasublime! nullaes sere:pensanulla. nullasublime Dal sublime nulla, essere nullaESSERE. Che essere? l esseresublime? l esseressercisublime dal nullasublime esserEqui, qui!G i "c !" nient altro"c "C : nulla del nullasublime ? NullaESSEREgi in Anassimandro nulla ESSERE si pensa-il-nulla l . Essere-nel-nulla. Che necessario il nulla, gi essere c : gi l essere-nient altro pensa l esserequi! ES ! ESSERE nulla. Gi ESSERE? NulLa- -ESSERE: eventESSERE sUbLImE! necessaria gi . C gi l essere-sUbLImE! SUbLImE c eventaSUbLImE! Evento in s nullaSUbLImE! SUbLImin ll essere evento. NUllaSUbLImE! SUbLIMEOuSiA? Che SUbLIME? SUbLIME essere nulla? C e il NullaSUbLIME? Gi che SUbLIME?! SUbLIMEl ove NullabissaLE SUbLIME in s crea sovra SUbLIME gi Event SUbLIME. Al di l SUbLIMEssere. NUllaSUbLIME la poesia di H lderlin i crEa infinitabissaleSUbLIME gi : l armonia nascosta sublime . l armoniasublime della bellezza. costruzione del mondo demiurgico, creazioneevento. necessit . gi subLImiA, subLIm DEL PENSIEROsublime. subLImiA. Proclo SUBLImIA in s "natura naturata" in Scoto Eriugena. gi in Proclo natura crea triceSUBLImIA. SUBLImIA creaSUBLImIA, essere SUBLIMIA ESTASI. estasiSUBLIMIA sub limestasi. necessit . necessit SUBLIMIA. creare La SUBLIMIA esserenulla SUBLIMIAspaziale spaziotemporali t . sublime che crea SUBLIMIA. sublime che mondeggia. SUBLIMIA nulla: sovraSUBLIMIA. nullaSUBLIMIA! vuotASUBLIM IA l si creaSUBLIMIA infinita. SUBLIMIA. CREAZIONE DELlASUBLIMIA che crea l'essereSUBLIMIA, crea CreatrixSUBLIM IA, si crea creatrixp iesis "demiurgia" vuotaSUBLIMIA. densit dell'esseresublime.

Creatrix dal nulla evento che crea da s dinamicA SUBLIMIA, dinamica "SUBLIMIA din amica", crea creatrixSUBLIMIA, creatrix in Meister Eckhart, MEISTER ECKHART il s ublime Meister Eckhart di Meister Eckhart: l c' CreatrixSUBLIMIACreatrix? Timeo svela l'infinit , infinitaSUBLIMIA infinitA eventa Creatrix-infinitA SUBLIMI A Creatrix, infinita "essere SUBLIMIA gettata". L'ESSERE SUBLIMIA ESSERE-eventa. C' essenza dell'essereSUBLIMIA gi rivelarsi dell' essereSUBLIMIA in s infinitezza in H LDERLIN. H lderlinsublime H lderlin si crea H lderlinsublime. H lderlin il sublime H lderlin crea in H lderlin il su blime. H lderlinsublime H lderlin crea H lderlin di H lderlin. H lderlin sublime H lderli n H lderlin. evento di Anassimandro in Anassimandro, necessit di Anassimandro nel s ublime. Anassimandro l in-finito al di l ex-siste in s , crea il nullanecessit di Ana mandro. Anassimandro kat to chreonsublime l essere dal nulla necessario. Nullaesseresublime. l essere necessaria dal nulla nel nulla. La nulla nel nulla sia nulla l essere nulla, necessario nulla, essere necessario. Necessit nihilnecessario dell essere verit necessarie necessaria creasublime creanec essit essere necessario, essere necessario essere: NECESSITA 'NELLA CREAZIONE in necessit nella creazionesublime. SUBLIMIAkREATRIXnecessaria esserecreanecessaria necessario 'necessit ', necessit assoluta, necessit sublime assoluta creasublime cre a essere necessario'essenziale necessario, necessario essenziale, essere essenzi ale necessaria necessit nella kreazione SUBLIMIAkREATRIX'esistenza necessariecrea sublime: necessario=SUBLIMIA-KREATRIX Scoto-il-sublime Scoto crea in Scoto: nece ssario=SUBLIMIA-KREATRIXnecessit . Si Krea eventa creaInterpretationenecessario",n ecessaria che che sar sempre necessario sar sempre, sar sempre, perch necessariev O, necessariO essere, necessariosublime non pu non essere necessariosublime,neces sariaSUBLIMIA-KREATRIX c' eventosublime, evento-SUBLIMIA-KREATRIXeventa necessari a, crea il sublime sar sempressere necessariA, ci che sempre che sempre esistito, creato eventA crea l la creazione SUBLIMIA-KREATRIXessere, La crea crea- -necessari o essere ci che sempre essere, la necessit sar necessarioflusso dal flussoessere, cessaria perch necessario, non pu non essere, la necessariasublimia necessaria ne essariqui necessariAverit . D il necessario per essere che -essere, ci che essere o SUBLIMIA-KREATRIXessere. Si crea l'esserenecessario, esseresempressere che necessariA, necessariAnecessit no n pu non essere la sua essenzasublime. CreA la necessit -necessaria che non pu o pu non essere. SUBLIMIA-KREATRIX necessari a essere"necessit ", la necessit , perch non in non essere di non essere non in no ssere, non pu non essereSUBLIMIA-KREATRIX. L'essere necessario-necessariA, sia ne cessario necessaria " necessarianecessariasublime necessit , necessit -crea-essere-n ecessario, essere-creato essere increata essere-d sempre la necessit -SUBLIMIA-KREA TRIX necessariA, la necessit di essere necessit , d necessit sublime, necessit crea Nec essit o evento necessario, necessitA di necessit di essere necessario per necessar iA differenza fondanecessit che forma necessit SUBLIMIA-KREATRIX necessit -necessit c he creanecessit essere non pu nonesistere senza esserenecessit , la necessit "Assolut a-necessit ". La necessit necessit con la necessit -necessariA o evento necessaria necessarie. Le necessaria sono necessari essercreanecessit SUBLIMIA-KREATRIX. Necessit la necessit del necessario di ci che necessario necessariassoluta necessar io, necessit sovranecessit , necessit -assoluta. Increatanecessit assoluta di necessit esserenecessit in necessit , necessit al di l necessarianecessit che necess ssolutanecessaria necessarianecessit , oltrenecessit necessaria necessit necessit SU LIMIA-KREATRIXnecessit , schemi immaginativimetafisicainterpretazione dell analitica del sublime matematico di Kant. POESIA E PENSIERO fondamento dell essere H lderlinsublimeH lderlin vuoto dinamismo fiore d i miei fiori, nelgiorno di maggio,/ dire il tuo nome? So nulla di pi alto?/ Quant o preferirei essere. H lderlin: Scardanelli Zyklus . il deserto cresce, ZarathustraNie tzsche.H lderlin Nel deserto avanza, H lderlin H lderlinsublimeH lderlin Natur kreatrix Es ere kreatrix H lderlin: radura-kreatrix H lderlinQui. H lderlin qui senz altro-kreatrix. Schelling non-pu -non-essere-kreatrix H lderlin Na tura-non-pu -non-essere-kreatrix qui essereH lderlin sublime H lderlin ( Ma ci che resta, essere-kreatrix i poeti d ci che restanon-pu -non-essere-kreatrix abita non-pu -non-e re-kreatrix fondano quel che da fondare.

Ma i poeti fondano? E la necessit non-pu -non-essere-kreatrix. H lderlin la lingua d egli dei non-pu -non-essere-kreatrix il giorno di festa... H lderlin non pu non esser physiskreatrix. H lderlin potenza creatrice eccede e dissolve Caos-non-pu -non-esse re-kreatrix-Caos. l ove l essere si crea. necessaria-non-pu -non-essere-kreatrix-i ndicibile al di l non-pu -non-essere-kreatrix . non-pu -non-essere-kreatrix? necess a non-pu -non-essere-kreatrix essenziale consente fon-datezza-non-pu -non-essere-kre atrix: fondatezza non-pu -non-essere-kreatrix, nulla si d essenziale non-pu -non-esse re-kreatrix dell essenza in essereabissale si d risuona non-pu -non-essere-kreatrix. H lderlin il poetasublime. Non-pu -non-essere-kreatrixessenza dell essere essenza e svela H lderlin l essere ove c l essere casa dell essere , abita la casa dell essere , l essere l il sublime. No e-kreatrixessere fondamento della poesiasublime, si d ove Non-pu -non-essere-kreatrix poesia essenzapoesianecessaria, essenzialmente. Non-pu -non-essere-kreatrix. L essen za della poesiasublime. Non-pu -non-essere-kreatrixpoesia, che qui la poesiapoetic a svelatezza del Non-pu -non-essere-kreatrixessenza, la poesia l abitare l essenzasubl ime. Non-pu -non-essere-kreatrixessenza. trascendenzanecessaria/Non-pu -non-essere-kreatrix. gettatasublime. Gi s kreatrix nulla perch nulla sublime. Non-pu -non-essere-kreatrix Lucrezio, De rerum natura, o Anassimandro, l Anassimandro crea la creazione creazionesublime, l'ha creata cre a eventinecessit necessariespazio nello spazio. sublime. Anassimandro che crea il sublime. sublime nello spazio, sublime nu lla. Anassimandro, Anassimandro Aperionsublime apeiron pensiero di Anassimandro i n Eudosso: l'apeiron creasublime. Crea per creare, crea in Eriugena necessit nece ssaria, crea l il sublime. Creasublime crea al di l Creal'Essere, crea l'Essere di Diopan, crea evento che si crea dinamica curva ondeggiare scoperta di Anassimandro. Anaximander sublime An aximandre. Anassimander sublime Anaximander's Astronomy. ApeironAnaximandersublime Anaximan der. Anassimandrosublime Anassimandro, Anaximander-Anaximander eventua lo spazio -L dell Essere Ereignis. nullasublime. senza di s - si nega abissale, Evento-del null a, in-finito evento abissale, abissale, evento-dell esser-ci necessaria abissalit . Giacch l in-finito evento dell Essere creasublime crea il sublime cre al di l necessit , i dispiega essere-ente. Esseredell EssereKreatrix.Essere sublime l Essere dell EssereK reatrixsublime, "nullo fondamento di nulla", il Daseingettato, l si progetta nece ssaria: essereontologico, Daseinousia. Dasein sublime o essere-nel-mondo. Dasein essere dell Esserci, l essere dell'Esserci si d gi infondat sublime dell' ontologiasubl ime. gi nullo fondamento di nulla necessit : progettarsi nulla nullacrea la nullit : null sublime. Esserci l essere dell Esserci. C l Esserci, l Esserci Crea non pu non esse -ci . Esserci-essere nel mondo necessit trascendenzasublime. SublimiA che d ousianulla SublimiA-infondata, non pu non essere SublimiA ontologic a, trascendenzaSublimiA, l'EsserciSublimiA dell'Esserci l essere SublimiA dell Esser ci gi SublimiAnulla. SublimiA nulla esserenullaSublimiA nulla. SublimiAnullit ousi a. Dasein SublimiA Dasein crea il nullaousia s , Dasein SublimiAnulla nulla di s , C rea la SublimiA onto-logica, qui c' l essere dell Esserci ousia, l EsserciSublimiAessent di s in s estasiSublimiA di s , estasinecessit o spazioSublimiAnecessaria necessit . C rea la SublimiAnecessaria ontologica. Dasein SublimiA del Dasein, Dasein-Sublimi Aontologia de-costruzione del DaseinSublimiA. nullaSublimiA necessit Nulla, gi event a SublimiA gi ontologicaSublimiA o nihilSublimiAdisvelatezza sublime.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI L. Pareyson , Lo stupore della ragione in Schelling L. Pareyson, Ontologia della libert 1995S Givone,Il Bibliotecario di Leibniz S.Givone, Storia dell'Estetica S.Givone,Storia del Nulla,Laterza, Bari 2003 S.Givone, Estetica e Romanzo,Corso di Perfezionamento in Scienza e Filosofia a. a.2005-06 S.Givone, Heidegger S.Givone, La voce degli antichi dei,un controcanto alla modernit ,il manifesto,7 g iugno 1991 La concezione tragica di H lderlin S.Givone, L Eredit di Heidegger, 2007 M. Heidegger In cammino verso il linguaggio, A. Caracciolo,1973 M.Heidegger,Essere e tempo,Longanesi, Milano 2005 M.Heidegger,Sentieri interrotti, La Nuova Italia,Firenze, 1984 M.Heidegger,L origine dell opera d arte, in Sentieri tr. Chiodi, 1968 M. Heidegger,L'arte e lo spazio,Il Melangolo, Genova, 1998 M.Heidegger,L'inno Andenken di H lderlin, Mursia,Milano 1997 M. Heidegger,Pensiero e poesia,Armando,Roma 1978 M.Heidegger, Kant e il problema della metafisica, Sez. III e Appendici I e II ( Conferenze di Davos e Dibattito tra Cassirer e Heidegger), Laterza,Bari u.e. W.F.Otto,Le Muse,Fazi, Roma 2005 W.F.Otto, Il poeta e gli antichi dei, 1942 G.Plescia,L Epistemica,il Nulla e l Arte,Montedit, Milano 2010 G.Plescia,Ontologia della Physis,Montedit ,Milano 2007 G.Plescia,Il chaosmos: infinito,infinitesimo,per PirelliInternetionalAward,1998 G.Plescia,Modelli Matematici per la Gravit Quantistica,Seminario"Relativit e Gra vit quantistica, Cavalese,Tn 1988 G.Plescia (et alii),Archematics and Unfoldings of Thom s Theorem Some Applications of the Theory of Structural Stability,Blacksburg,Virginia University,Usa 1984 G.Plescia,La Creativit Poetica e le Scienze del Linguaggio,Bologna 1984 G.Plescia (et alii),Archematica della Distopia/Desideranza Spaziale Post-Industr iale,Luoghi e Logos,Seminario Naz. le,Inu E.R. Oikos- Regione E.R. Ministero Rice rca Scient.Tecn,Bologna 1984 G.Plescia (et alii),Analysis of Post Industrial SpatialArchemorphism,Amse,Nizza 1983 P.Ricoeur,Hermeneutics, 1981 Agostino (Sant ), De Musica, 1976 M. Heidegger, Erl uterungen di Heidegger alla poesia di H lderlin, Sul pensiero poetant e Il pensiero poetante. M. Heidegger, Saggio su Leopardi 1984 Pensiero poetante Chiodi, Essere e tempo, 1969 Longino,del Sublime E.Burke, A Philosophical an Enquiry into the Origin of our ideas of the Sublime and Beautiful I.Kant, Pensieri sulla vera valutazione delle forze vive I.Kant, L'unico argomento possibile per dimostrare l esistenza di Dio I.Kant, Del primo motivo della distinzione delle regioni nello spazio I.Kant, Critica della ragione pura I.Kant, Critica del giudizio I.Kant, Osservazioni sul sentimento del bello e del sublime M. Heidegger,Erl uterungen zu H lderlins Dichtung, 1981, La poesia di H lderlin 1988 Bodei, H lderlin: la filosofia e il tragico F. H lderlin, Sul tragico 1989 F.H lderlin, Dio assente. La filosofia e l esperienza del divino

M. Heidegger, Saggio su Leopardi 1984. Pensiero poetante Bontadini, Sozein ta phainomena, 1964 E. Severino, Il nulla e la poesia 1990 ...e profondissima quiete/ Io nel pensier mi fingo . F.H lderlin e Giacomo Leopardi E.Severino , Essenza del nichilismo, 1995 E.Severino , Destino della necessit , 1999 E.Severino,Ritornare a Parmenide, 1995 M.Ruggenini, Pensiero e atttesa di un ultimo Dio, 1990 M.Ruggenini, Il Dio assente. La filosofia e l esperienza del divino, 1997

M.Ruggenini, Versi h lderliniani. F. H lderlin: In lieblicher Blaue . L inno della TorreSumma di un esistenza,Dioniso come dio venturo nell et di H lderlin, Zu H lderlins Diony , 1989 M.Heidegger, Terra e cielo di H lderlin M.Heidegger, La poesia di H lderlin, 1977 M.Heidegger, L inno Der Ister di H lderlin, 2003 M.Heidegger, Gli inni di H lderlin Germania e Il Reno ,2005 M.Heidegger, Poeticamente abita l uomo M.Heidegger, Prefazione alla lettura di poesie di H lderlin e come quando al d di f esta M.Heidegger, Ormai solo un Dio ci pu salvare Spiegel 1987 H lderlin H lderlin Erlaute rungen di Heidegger alla poesia di H lderlin Platone, Filebo, 1995 Platone, Sofista, 1986 Platone, Teeteto ,1995 C.Milton , "Sublimity"Kant's Philosophy, 1956/57 M.Heidegger, Der Spruch des Anaximander, 1950 M.Heidegger, SeinundZeit 1927:Kant und das Problem der Metaphysik, 1929 M.Heidegger, Vom Wesen des Grundes (1929) Wegmarken M.Heidegger, Holzwege,1950 M.Heidegger, 'Der Ursprung des Kunstwerkes' M.Heidegger, 'Wozu Dichter?' 'Der Spruch des Anaximander' M.Heidegger, Fragment' Holderlins Dichtung (1951) M.Heidegger, Einfuhrung in die Metaphysik ,1953 M.Heidegger, 'Die Fragenach der Technik'; 'Uberwindung der Metaphysik' 'Overcomi ng Metaphysics' ,1973 M.Heidegger, 'Bauen Wohnen Denken' 'Building Dwelling Thinking' ,1971 M.Heidegger, Der Satz vom Grund (1957),1955-56 M.Heidegger, The Principle of Reason, 1991 M.Heidegger, Identitdt und Differenz, 1957 M.Heidegger, Gelassenheit ,1959 M.Heidegger, Unterwegs zur Sprache,1971 M.Heidegger, Nietzsche (2 vols.) ,1961 M.Heidegger, 'Phanomenologie und Theologie'; M.Heidegger, 'Was ist Metaphysik?' ,1977 M.Heidegger, 'Platons Lehre von der Wahrheit' ,1971 M.Heidegger, 'Vom Wesen und Begriff der phusis. Aristoteles Physik B, 'On the Being and Conception of Physis in Aristotle's Physics B,1976. M.Heidegger, Zur Sache des Denkens, 1969 M. Heidegger, 'Phanomenologjsche Interpetationen zu Aristoteles (Anzeigeder herm eneutischen Situation)',1922 M.Heidegger Freibur manuscript,Gesamtausgabe: Platon: Sophistes, Marburg lecture s 1924/25 M.Heidegger, Prolegomena zur Geschichte des Zeitbegriffs 1925, by Petra Jaeger, Die Gmndprobleme der Phenomenologie, 1927 M.Heidegger, Metaphysische Anfangsgrunde der Logik im Ausgang von Leibniz 1928 M.Heidegger, Grundbegriffe der Metaphysik:Welt,Endlichkeit,Einsamkeit,Freiburg

1929/30 M.Heidegger, Wesen der Wahrheit: Zu Platons Hohlensgleichnis und Thedtet, Freibu rg 1931/32 M.Heidegger, Heraklit,Freiburg 1943/44 M.Heidegger, Ontologie 1923, Beitrdge zur Philosophic (Vom Ereignis) 1936/38 M. Heidegger and Aquinas: Metaphysics,Mystical Element in Heidegger's 1993 E.Cassirer, Philosophy of Symbolic 1955 Eckhart, Meister Essential Sermons, 1981 Schopenhauer, Parerga und Paralipomena 'Heidegger's' Time and Being", 1986 'Heidegger Project of Fundamental Ontology, Taubes, Susan (1954) 'The Gnostic Fo undations of Heidegger's Nihilism' ,1925/1927 Kant s Transcendental Idealism, Transcendental Schematism, 1981 J.Derrida, Kant, Heidegger, 1997 E.Cassirer, Kant und das Problem der Metaphysik Bemerkungen zu Martin Heideggers Kant-Interpretation , in Kant-studien 36 (1931) Deconstruction Derrida Levinas, 1999 C. Crockett, A Theology of the Sublime, 2001 E. Curtius, Das Schematismuskapitel in der Kritik der reinen Vernunft , in Kant-Stu dien 1914 O. Dahlstrom, Heideggers Kant-Kommentar, 1925-1936 , in Philosophisches Jahrbuch 2 M.Heidegger, Der Zeitbegriff in der Geschichtswissenschaft, 1921/1922 M.Heidegger, Ph nomenologische Interpretationen zu Aristoteles. Einf hrung, in die p h nomenologische Forschung, 1921/1923 M.Heidegger, Ph nomenologische Interpretation ausgew hlter Abhandlungen des Aristoteles zu Ontologie und LogikVerano, 1922/1923 M.Heidegger, Ontologie. Hermeneutik der Faktizit terano, 1923/1924 M.Heidegger, Grundbegriffe der aristotelischen PhilosophieVerano, 1924 M.Heidegger, Der Begriff der Zeit Die Fragestellung Diltheys und Yorcks Grundten denz / Die Urspr nglichen Seinscharaktere des Daseins/ Dasein und Zeitlichkeit M.Heidegger, Der Begriff der Zeit, 1924/1925 M.Heidegger, Platon: Sophistes, 1925 M.Heidegger, Prolegomena zur Geschichte des Zeitsbegriffs Verano, 1925/1926 M.Heidegger, Grundbegriffe der antiken Philosophie Verano, 1926/1927 M.Heidegger, Geschichte der Philosophie von Thomas von Aquin Kant 1926/1927 M.Heidegger, Ph nomenologie und Theologie, 1927/1928 M.Heidegger, Ph nomenologische Interpretation von Kants Kritik der reinen Vernunft , 1927/28 M.Heidegger, Metaphysische Anfangsgr nde der Logik im Ausgang von Leibniz, 1928/19 29 M.Heidegger, Der Deutsche Idealismus (Fichte, Hegel,Schelling, 1929 M.Heidegger, Kant und das Problem der Metaphysik Vom Wesen des Grundes M.Heidegger, Was ist Metaphysik? ,1929/1930 M.Heidegger, Die Grundbegriffe der Metaphysik,1929/30 M.Heidegger, Vom Wesen der menschlichen Freiheit. Einleitung in die Philosophie, 1930 M.Heidegger, Vom Wesen der Wahrheit ,1930/1931 M.Heidegger, Aristoteles: Metaphysik ,1931/1932 M.Heidegger, Vom Wesen der Wahrheit. Zu Platons H hlengleichnis und The tet Teeteto Plat n 1931/32(1989), Transzendentale Schemata, Kategorien und Erkenntnisarten , in K ant-Studien 75 (1984) R. Daval, La m taphysique de Kant, Paris, 1950 M.Heidegger, Der Anfang der abendl ndischen Philosophie (Anaximander und Parmenide s Anaximandr, 1934/1935 M.Heidegger, H lderlins Hymnen "Germanien" und "Der Rhein"H lderlin, 1934/35 M.Heidegger, Einf hrung in die Metaphysik, 1935/1936 M.Heidegger,Der Ursprung des Kunstwerkes 1935/1936 M.Heidegger, Die Frage nach dem Ding. Zu Kants Lehre von den transzendentalen Gr unds tzen, 1935/36

M.Heidegger, Beitr ge zur Philosophie (Vom Ereignis),1936/1938 Der Zeit-Raum als Ab-grund / Der letzte Gott / Der Seyn / H lderlin und das Wesen der Dichtung,1936 M.Heidegger, Schelling: Vom Wesen der menschlichen Freiheit/ Schelling,1936 M.Heidegger, berwindung der Metaphysik 1936/1946. Das Seyn und die "Negativit t" / Die Negativit t, 1938/39 M.Heidegger, Metaphysik und Nihilismus: 1.Die berwindung der Metaphysik, 1938/39 Nietzsches II M.Heidegger, Unzeitgem e Betrachtung Nietzsche, 1938/39 M.Heidegger, Vom Wesen und Begriff der Physis. Aristoteles, Physik B, 1 (1939) P hysis 1940 M.Heidegger, Der europ ische Nihilismus, 1940 M.Heidegger, Nietzsche: Der europ ische Nihilismus, 1940 M.Heidegger, Nietzsches Metaphysik ,1940 M.Heidegger, Die Metaphysik des deutschen Idealismus. Zur erneuten Auslegung von Schelling Philosophische Untersuchungen ber das Wesen der menschlichen Freiheit und die damit zusammenh ngenden Gegenst nde Schelling,1941 M.Heidegger, Grundbegriffe,1941 M.Heidegger, "Wie wenn am Feiertage..." ,1941 M.Heidegger, ber den Anfang (1941)/ Ereignis und Da-sein / Evento Da-sein, 1941/1 942 M.Heidegger, Das Ereignis (1941/41) Evento M.Heidegger,H lderlins Hymne "Andenken"H lderlin, 1941/1942 M.Heidegger, Nietzsches Metaphysik Nietzsche"Nietzsche, 1941/42 M.Heidegger, H lderlins Hymne "Der Ister"H lderlin 1942 M.Heidegger, Platons Lehre von der Wahrheit, 1931/1932 M.Heidegger, Heraklit: 1. Der Anfang des abendl ndischen Denkens, 1943 Her clito:"Wa s ist Metaphysik?" M.Heidegger, Nietzsches Wort: "Gott ist tot",1943 Nietzsche: "Dio morto" Vom Wes en der Wahrheit,1930 M.Heidegger, Die seinsgeschichtliche Bestimmung des Nihilismus (1944/1946) nihil / H lderlins DichtungH lderlin M.Heidegger, Heraklit: Heraklits Lehre vom Logos Her clito,1944/1945 M.Heidegger, Einleitung in die Philosophie - Denken und Dichten (Wintersemester, 1944/45 Zur Er rterung der Gelassenheit. Aus einem Felweggespr ch ber das Denken, 1944/1945 M.Heidegger, Metaphysik und Nihilismus M.Heidegger, Das Wesen des Nihilismus 1946/1948 Metaf sicanihilismo: nihil Der Spr uch der Anaximander M.Heidegger, "Wozu Dichter?" ,1946 Das Ge-stell "Was ist Metaphysik? M.Heidegger,Der R ckgang in den Grund der metaphysik,1949 M.Heidegger, Die Frage nach dem Technik,1949 M.Heidegger, Holzwege ("Dem k nftigen Menschen..."),1949 M.Heidegger, Bauen Wohnen Denken ,1951 M.Heidegger, Logos (Heraklit, Fragment 50),1951Her clito, 1951/1952 M.Heidegger, Al theia (Heraklit, Fragment 6),1954 Her clito M.Heidegger, Was heisst Denken? ,1951/1952 M.Heidegger, Wer ist Nietzsches Zarathustra?,1953 M.Heidegger, "...dichterisch wohnet der Mensch..." 1951 M.Heidegger, Der Satz vom Grund, 1955/1956 M.Heidegger, Was ist die Zeit? ,1956 M.Heidegger, Die onto-theo-logische Verfassung der Metaphysik,1957 onto-teo-l gica metaf sica M.Heidegger, Vom Wesen und Begriff der Physis. Aristoteles, Physik B, 1 (1939) c oncepto Physis, F sica Gelassenheit M.Heidegger, H lderlins Himmel und Erde, 1959 H lderlin,1961 M.Heidegger, Kants These ber das Sein ,1961 M.Heidegger, Nietzsche

M.Heidegger, Zeit und Sein ,1962 M.Heidegger, Spiegel-Interview: "Nur noch ein Gott kann uns retten" mit Martin H eidegger am 23.9.1966 In: Der Spiegel 30. Jg., 31.5.1976 pp. 193-219 M.Heidegger, "Solo un Dio pu salvarci" ,1966/1967 M.Heidegger, Heraklit. Seminar Wintersemester, 1966/1967 Her clito Wegmarken, 191 9/1961 M.Heidegger, Die Kunst und der Raum /Heraklit J. Sallis, Chorology. On Beginning in Plato s Timaeus, 1999 Phenomenology and the End Proust M., la recherche du temps perdu 1987/1989, 4 volumes [Vol. I: Du c t de chez Swann, l ombre des jeunes filles en fleurs (Premi re partie); Vol. II: l ombre de s jeunes filles en fleurs (Deuxi me partie), Le C t de Guermantes; Vol. III: Sodome e t Gomorrhe, La Prisonni re; Vol. IV: Albertine Alla ricerca del tempo perduto 1983 -1993, 4 volumi [Vol. I: Dalla parte di Swann, All ombra delle fanciulle in fiore;

Vol. II: La parte di Guermantes Derrida J., Introduction l'Origine de la G ometrie de Husser, l962 Derrida J., La scrittura e la differenza Derrida J., La pharmacie de Platon Derrida J., Ousia et Gramm . Note sur une note de Sein und Zeit, Ousia Derrida J., La v rit en peinture, 1978 M.Heidegger, Fink E., Heraklit, 1970 Heidegger M., Seminare, 1986 M.Heidegger, Beitr ge zur Philosophie (Vom Ereignis), 1994 trad. F. Volpi e A. Iad dicicco, Contributi alla filosofia (Dell evento) Leibniz G.W., La Monadologie, 1881 Lucrezio, De rerum natura, 1970 Lucrezio,Necessit ,1980 Iohannis Scotigenae Periphyseon Expositio super Elementationem theologicam Procl i. Proclo Licio Diadoco, 2001 Dionigi Areopagita, Tutte le opere Su rez, Disputationes metaphysicae, 1965 J. Duns Scotus, Opera omnia, 1950 F. H lderlin, Poesie, 1986 F. H lderlin, Tutte le liriche 2001, Rella a F. H lderlin, Edipo il Tiranno, 1991 M. Heidegger, ...poeticamente abita l uomo... ,1951: Essere unit divino e buono. Da d ve viene allora il/ malanno umano, essere soltanto uno e una cosa? F. H lderlin, La morte di Empedocle, 2003 H lderlin, Iperione o l eremita in Grecia, 1987 M. Heidegger Erl uterungen di Heidegger alla poesia di H lderlin 1989 Heidegger e la poesia,1943 M. Heidegger, Heimkunft. An die Verwandten ( Arrivo a casa. Ai miei familiari ) M. Heidegger, Gli inni di H lderlin Germania e Il Reno ,1934/1935 M. Heidegger, H lderlin und das Wesen der Dichtun, 1936 M. Heidegger H lderlin l essenza della poesia, ne La poesia di H lderlin, M. Heidegger, Gli inni di H lderlin Germania e Il Reno ,1934/1935 M. Heidegger, H lderlin e l essenza della poesia. Nietzsche, Il deserto cresce: guai a colui che alberga deserti! F.Nietzsche, Cos parl Zarathustra 1985 Patmos H lderlin: Nah ist/ Und schwer zu fasse n der Gott ( Vicino/ e difficile ad afferrare il Dio M. Heidegger, ...poeticamente abita l uomo... ,1951 Friedrich H lderlin: In lieblicher Bl ue .L inno della Torre M. Heidegger, Che cosa significa pensare? M. Heidegger, Costruire abitare pensare F. H lderlin, Poesie della torre, 1993 Turmgedichte M. Heidegger, Poscritto a Che cos metafisica? ,1943 M. Heidegger, Gli inni di H lderlin Germania e Il Reno, 1934/1935 E.Husserl, Die Krisis der europaischen Wissenschaften und die transzendentale Ph n omenologie, 1954

F. Nietzsche, Umano, troppo umano : Opere complete G. Colli, 2001: Menschliches, Allzumenschliches: Werke. Kritische Gesamtausgabe von G. Colli, 1967 M. Heidegger, Gesamtausgabe, 29/30 F. Nietzsche, La volont di potenza. Frammenti postumi, 1999 Der Willie zur Macht, 1911 F. Nietzsche, Il nichilismo europeo. Frammento di Lenzerheide: Der europ ische Nih ilismus: Werke. Kritische Gesamtausgabe 1974 Nietzsche, Il nichilismo europeo F. Nietzsche, Come il mondo vero fin per diventare favola : Crepuscolo degli idoli 1 993 F. Nietzsche, Die fr hliche Wissenschaft, 1973 H. R. Maturana F. Varela, Autopoiesis, 1985, Autopoiesis and cognition 1980. Ont opoietica ontopoiesis Parmenide, Sulla natura, 2001 Schelling, Vom Wesen der menschlichen Freiheit (1809),1936 M. Heidegger, L ultimo Dio Les traces et le passage du Dieu dans les Beitr gen zur Ph ilosophie de Martin Heidegger L ultimo Dio, Vom Ereignis und vom Ereignis Gott. Ein t heologischer Beitrag zu Martin Heideggers Beitr gen zur Philosophie 1998 M. Heidegger, Ist unbekannt Gott? sconosciuto Dio? Su in lieblicher Bl ue di F.H lderl n 2000 M. Heidegger Der Satz vom Grund [1955-56], Il principio di ragione, 1991 A.Silesius (Johannes Schleffer), Cherubinischer Wandersmann [1657]Il pellegrino cherubico, Grundbegriffe der Metaphysik 1983 Concetti fondamentali della metafis ica, 1992 M. Heidegger, Wesen des Grundes, 1929 Wegmarken, Dell essenza del fondamento,1987 M.C. Challiol-Gillet, Schelling, une philosophie de l extase, 1998