Sei sulla pagina 1di 6

Edizione n.

20

Redattori : Luca Marchesini, Davide Minganti Casa Editrice : Stamperie Fermi


Responsabile pubblicazione : dott. Maurizio Lazzarini Responsabile grafico : Giacomo Quercioli

Speciale resto d'


La Juve beffa la Lazio nel
finale
Finisce come all' andata, con la Ju-
ventus che nei minuti finali supera la
Milan Europa
Anche negli altri paesi europei
Lazio e porta a casa i tre punti

Il Bologna non riparte


a -1 dal stanno giungendo a conclusione i
rispettivi campionati. Ed ecco dun-
que che Fermi Sport vi propone
una breve ma accurata
panoramica.
a Milano
.Quinta sconfitta consecutiva per i
rossoblu di Malesani, che escono
sconfitti per 1-0 da S.siro.
paradi- Speciale Champions ed Euro-
pa league

L Inter supera il Cese-


so Sono arrivate nella fase calda an-
che le due maggiori competizioni
europee per club e Fermi Sport vi
offre un rapido riassunto delle 4
semifinali di andata
na al fotofinish
Nell'anticipo del sabato si vede
una delle peggiori Inter del cam-
pionato, una difesa ancora non da Speciale
Inter, un centrocampo sulle gam- NBA
be . Il Milan supera con il minimo sforzo
anche il Bologna, battendolo con
uno 1-0 striminzito ma efficace.
Infatti a sole tre giornate dalla fine i
diavoli rimangono avanti di 8 punti Una Virtus da infarto in-
sulla seconda e vedono il guaia Biella all' ultimo
Super Pedrosa secondo
tricolore avvicinarsi alle maglie
all’ Estoril rossonere
Week end anonimo e praticamente
privo di emozioni quello di domenica
scorso all’Estoril in Portogallo
LE FRASI DELLA SETTIMANA

Dopo la notizia dell'uccisione di


Bin Laden, Gheddafi per sfotterlo si
mette a cantare: "Io sono ancora
Sudoku all’interno Seguici su Facebook! qua! Eh già….!

È uscita la nuova collezione di Koralline!!!!! Per info sui punti vendita consulta il sito
Koralline.it o visita la pagina Facebook Alex Centergross o contattaci al 3358160257
Suicidio Juve a Torino Milan sul tetto d’ Italia
Fine della corsa. La Juve pareggia in casa contro il Il Milan è campione d' Italia. I rossoneri gua-
Chievo e deve dire addio ai sogni Champions, se mai dagnano infatti a Roma il punto della matemati-
sono esistiti, e deve ora guardarsi alle spalle. Un pa- ca certezza, che gli permette di cucirsi sulle
reggio maturato dopo un match equilibrato e spettaco- casacche il tricolore con due giornate d' antici-
lare, ma certamente più buttato via dalla Juve che me- po. È la 18 esima volta che il Milan vince lo
ritato dai clivensi. I bianconeri infatti hanno giocato be- scudetto, l’ ottavo dell’ era Berlusconi
ne davanti al pubblico di casa, dominando per 89 mi-
nuti su 90 totali e creando occasioni a ripetizione. Un
minuto, soltanto un minuto è bastato al Chievo per u-
scire con un punto dall’ Olimpico bianconero. Dal 68e-
simo al 69esimo minuto, la Juve vive sessanta secondi
di pura follia, sprecando quanto di buono fatto in tutto il
resto del match e i due gol di vantaggio guadagnati fin
lì. Prima Rigoni dimezza le distanze risolvendo una
mischia in area; e dopo poco è Sardo a correggere in
rete un tiro di Pellissier finito sul palo. E pensare che il
Monday night bianconero era iniziato nei migliore dei
modi, con un rigore trasformato da Del Piero dopo soli
10 minuti. 1-0 e Juve dominatrice del campo. I padroni
di casa vanno più volte vicini al raddoppio, ma Sorren-
tino nega la gioia ad Aquilani e tiene aperta la partita. Il
Chievo stenta a decollare e non impensierisce Buffon
nell’ intero primo tempo, ma la Juve ancora una volta
non ne approfitta. Ne approfitta però poi Matri, quando
ad inizio ripresa sfrutta al meglio l’unica occasione ca-
pitatagli, e porta la Juve sul 2-0. Ma dopo solo 10 mi-
nuti di vantaggio i bianconeri patiscono il già citato mo-
mento di follia e si fanno raggiungere dal Chievo. La di Luca Marchesini
squadra è im bambola e in contropiede rischia di subi-
re il terzo gol, ma Uribe fallisce la ghiotta occasione.
Poi di nuovo solo Juve, ma la grinta bianconera finisce
due volte contro il palo, prima con Chiellini e poi con
Toni. Niente da fare e bianconeri ancora un anno fuori
dall’ Europa che conta.

di Luca Marchesini

Bologna - Parma a reti bianche


Un pareggio annunciato quello tra Bologna e Parma nella gara giocata la scorsa Domenica al Dall’ Ara.
Un buon punto per il Bologna, che serviva come il pane ai rossoblù reduci da 5 sconfitte consecutive, e che alla luce
della sconfitta della Sampdoria nel derby vuole per il Bologna una quasi matematica salvezza, che diventerà tale molto
probabilmente nelle giornate che seguiranno. In avvio di gara è il Parma a farla da padrone, guidato da un ispiratissi-
mo Giovinco, che però si spegne dopo appena 30 minuti di gioco. Il Bologna reagisce solamente con una discesa di Di
Vaio con palla che finisce sui piedi di Ramirez, che però spreca malamente una delle pochissime occasioni dei rosso-
blù. Dopo un primo tempo tutto sommato divertente e godibile, le squadre nel secondo tempo entrano in campo subi-
to arrendevole dimostrando ampiamente di accettare il risultato mantenuto fino a lì. La ripresa giunge così al termine tra
i fischi del Dall’ Ara. Come però dirà a fine partita capitan Di Vaio il Bologna veniva da 5 sconfitte e non era facile non
avere paura entrando in campo, il pareggio si rivela perciò un ottimo risultato per entrambe le squadre scese in campo,
che raggiungono l’ agognata salvezza, chi matematicamente e chi no.

di Davide Minganti
Super Pedrosa
L Inter si prende il se-
all’ Estoril

Importante vittoria per i nerazzuri in ottica secondo Week end anonimo e praticamente privo di emozioni
quello di domenica scorso all’Estoril in Portogallo:
posto: A San Siro l'Inter batte 3-1 la Fiorentina Terol domina da ormai tre gare in 125;
grazie a un Pazzini in formissima, al sempreverde Iannone cade ad appena quattro giri dalla fine buttando
Cambiasso e ad una magia di Coutinho, e allunga via una splendida rimonta dalla quattordicesima piazza;
a +4 sul Napoli. Consegnato lo scudetto al Milan mentre in moto GP è Dani Pedrosa a dettare legge.
Grande delusione della gara il pilota di casa
con due turni di anticipo, l'Inter deve confermare il Gresini, Marco Simoncelli, che dopo appena
secondo posto in classifica, mentre i Viola hanno quattro curve perde il controllo della sua moto e si
ben poco da chiedere al campionato. In ogni caso ritrova nella sabbia senza la possibilità di ripartire.
Male anche Ben Spies, che con vistosi problemi
è la squadra di Mihajlovic a cominciare meglio la
alla sua moto, non riesce nemmeno a terminare
partita con cerci che prima serve una gran la gara, fermandosi a dieci giri dal termine.
occasione da goal a Gilardino, e dopo impegna in Dopo quasi l’intera gara passata in attesa e a studiare
prima persona Cesar. Dopo aver lasciato sfogare i il suo avversario, il campione del mondo Jorge
Lorenzo, Pedrosa al quartultimo giro sorpassa con
Viola , l’Inter annichilisce gli avversari con un 1-2
una manovra da manovale il pilota che lo precedeva,
micidiale: Splendido il 'Pazzo' al 25' con una girata prendendosi oltre due secondi di vantaggio in
che lascia sul posto Gamberini e si infila in rete appena un giro.
(gran lavoro di Eto'o sulla sinistra), seguito 3' dopo Beffato proprio sul finale il dottore, che dopo aver
fatto tutta la gara in quarta posizione “cede” per appena
da Cambiasso di testa su punizione del una manciata di centimetri la sua posizione ad un
camerunese. Squadre negli spogliatoi sul 2-0. Alla combattivo Andrea Dovizioso, finendo così quinto,
ripresa la Fiorentina torna in campo più miglior risultato stagionale per il pilota Ducati.
intraprendente, ma la situazione non si sblocca
fino al 29' quando gli ospiti riescono ad accorciare
le distanze con Gilardino. Non passano tre minuti di Daniele Beleggia
però e i padroni di casa ristabiliscono le distanze
con una grande punizione di Coutinho, fino a quel Classifica MotoGP
momento in ombra e bersaglio di qualche fischio
1) Jorge Lorenzo 65
dagli spalti. 2) Dani pedrosa 61
3) Casey Stoner 41
4) Valentino Rossi 31
di Giacomo Quercioli 5) Niky Hayden 30
6) Andrea Dovizioso 30
13) Marco Simoncelli 11

Classifica Serie A 35 esima giornata

Milan 77 Cagliari 44 Cesena - Inter 1-2


Inter 69 Chievo 42 Napoli - Genoa 1-0
Napoli 68 Parma 41 Milan - Bologna 1-0
Lazio 60 Catania 40 Sampdoria - Brescia 3-3
Udinese 59 Bologna 40 Catania - Cagliari 2-0
Roma 59 Cesena 37 Chievo - Lecce 1-0
Juventus 56 Sampdoria 36 Parma - Palermo 3-1
Palermo 50 Lecce 35 Fiorentina - Udinese 5-2
Fiorentina 49 Brescia 31 Bari - Roma 2-3
Genoa 45 Bari 21 Lazio - Juventus 0-1
Tutto sul Calcio-Fermi Biennio
A cura di Luca Marchesini

BIENNIO Giocate le ultime due partite del girone, decisive per il posizionamento nelle semifinali

2E - 2G : 11 - 13

La 2G pigliatutto batte anche la 2E in quella che potrebbe rivelarsi l' anticipo della finalissima. Le due squadre
infatti si qualificano come prima e seconda del girone e hanno quindi i favori del pronostico per quanto riguar-
da il passaggio del turno. Questa partita intanto, é atta spettacolare e combattuta, con l'esito incerto fina alla
fine. Sul campo infatti la battaglia è accessissima e nessuna delle due squadre riesce a scappare, sempre ri-
presa dagli avversari. Così ai gol di Antonante per la 2E, risponde sempre Giugni; poi quando si scalda Marsi-
glia, dall' altra parte entra in partita anche Tronconi. L' equilibrio rimane fino ai minuti finali, quando la 2G tro-
va la zampata grazie al capitano Maver, che guida i suoi verso la vittoria e il primo posto del girone. In questa
occasione le due squadre hanno giocato un ottimo calcio fermi, e se proseguiranno su questa strada non fati-
cheranno molto a ri-incontrarsi in finale. 2E - 2I : 2-0 tavolino Già sicure del passaggio del turno e consideran-
do l' ininfluenza del risultato di questa partita, la 2E e la 2I rimandano le ostilità alle semifinali, dove saranno
di fronte per giocarsi un biglietto in due per la finale.

Speciale Champions ed Europa league

La settimana appena conclusa ci ha dato i nomi delle 4 finaliste delle due maggiori competizioni europee. Parten-
do dalla più importante Champions League, tutto è andato seco di pronostico nei due match di ritorno. Le due
squadre più forti infatti hanno fatto valere sia il tasso tecnico superiore sia il risultato favorevole maturato all'
andata. Così è stato a Barcellona, dove il Barça ha eliminato il Real Madrid grazie al pareggio per 1-1, dopo lo 0-2
ottenuto al Bernabéu. Gli uomini di Guardiola hanno domato facilmente un Real confusionario e apparso mai ve-
ramente in grado di poter ribaltare la sconfitta patita tra le mura amiche. A Mamchester invece lo United ha stra-
pazzato lo Shalke con un secco 4-1. E pensare che Sir Alex Ferguson ha mandato in campo la squadra B, per
mantenere freschi i titolari in vista del match disputato domenica contro il Chelsea (per la cronaca,vinto 2-1).
Anche all' Old Trafford i tedeschi sono risultati nettamente inferiori allo United, che si è conquistato la finale otte-
nendo pure il record di scarto massimo in una semifinale nella storia della competizione. 6-1 infatti il computo
totale, e sarà Barcellona-Manchester la Finale di Wembley. Passando all' Europa League, qui si è registrata l' uni-
ca vera sorpresa della settimana europea. Infatti il Braga ha eliminato il ben più quotato Benfica vincendo il
derby portoghese e conquistandosi la finale. La terza forza di Portogallo ha vinto per 1-0 in casa, e grazie alla
sconfitta rimediata all' andata per 2-1 sul campo delle aquile, ha guadagnato per la regola dei gol casa-trasferta il
pass per la finalissima di Dublino. A Dublino ci sarà anche il Porto, che dopo il severo 5-1 rifilato al Villareal ad
Oporto, ha perso "solo" 3-2 in terra spagnola, prendendosi la finale grazie alla differenza reti. Il destino del
match di Dublino sembra già scritto, con i "dragoni" di Villas Boas nettamente favoriti sul piccolo Braga, ma il
calcio si sa, è bello perché non si può mai sapere con certezza il vincitore; soprattutto in 90 minuti secchi, senza
nulla da perdere, ma con la gloria da guadagnare.
Di Luca Marchesini
Tutto sul Calcio-Fermi Triennio
A cura di Luca Marchesini

TRIENNIO Calcetto
Tutto in una settimana. Negli ultimi sette giorni infatti si sono praticamente deciso le semifinaliste del torneo più
atteso della stagione. Di seguito l' analisi delle ultime partite giocate.

4MG - 4EP : 12-7


"Abbiamo vinto per il nostro Capitano". Queste le parole a caldo di Minganti, che fotografano perfettamente la par-
tita tra MG e EP. Il "capitano" in questione è ovviamente Marchesini, che dopo soli due minuti di gioco si procura
una "sospetta distorsione del tendine rotuleo" ( diagnosi del pronto soccorso designato Viola-Montanaro). Marche-
sini è costretto dal dolore quindi a guardare come un leone in gabbia il derby da fuori, dando comunque consigli e
stando vicino alla squadra. Una squadra che risponde presente e sfodera una prestazione maiuscola, considerando
anche l' assenza del lungo degente Nannetti, acquisto di gennaio che si deve ancora dimostrare tale. Tutta la 4MG
si danna l' anima per portare a casa il risultato, e ci riesce splendidamente, godendo pure di un divario ampio fina-
le. Minganti è grintoso e realizzativo, Petrucci è preciso e cinico, Roberto si sblocca, Gibiino ringhia su ogni pallone,
Palumbo punisce da ex dal dente avvelenato. Ma l' uomo partita di oggi è stato Grillini. Il portiere ha parato l' im-
possibile, superandosi in più occasione per sopperire ad una difesa distratta e ad un attacco avversario super at-
trezzato. Sì perché dall' altra parte del campo la EP gioca anch' essa una splendida partita, e spinta dall' entusia-
smo del suo capitano, Fanti, cerca più volte la rimonta. Anche Flamini e Gualtieri partecipano alla manovra, mentre
Olivi cerca di più la finalizzazione, ma è sempre il numero 1 della MG che chiude la serranda. Da notare anche un
Giagnorio un pó troppo teso, forse innervosito dalle pressioni che c'erano su una partita che non poteva perdere.
Passando al match, la MG parte con un piglio migliore, e nemmeno l'infortunio già citato sposta l' inerzia. Così la
4MG passa subito in vantaggio e mette tra se e la EP 3 reti di distacco. La partita poi procede sui binari dello spet-
tacolo, con gol e occasioni da una parte e dall' altra. La EP vive di fiammate, ma Grillini funge da estintore ogni
volta che la EP si riavvicina, anche se non rientrerà mai veramente in partita. Finisce 12-7, e per la MG è una vitto-
ria importantissima e pesante.
4EP - 5L : 9-11
La 4EP perde ancora una volta il treno qualificazione, e questa partita potrebbe rivelarsi in futuro l' ultima stazione.
La 5L infatti con questa vittoria diventa padrona del proprio destino, e le basterà battere nell' ultima partita in pro-
gramma la 5M per strappare l' ultimo pass per le Final 4, strappandolo dalle mani proprio della 4EP. Passando alla
cronaca, era un match da dentro fuori, e quindi parte meglio la 5L, sfruttando tutta la sua maggiore esperienza.
Con un bel parziale iniziale firmato De Agostini, la quinta mette subito le cose in chiaro. Ma la 4EP non ci sta e,
sospinta dalle reti di Olivi, si riavvicina agli avversari fino al -1 all' intervallo. Subito ad inizio ripresa la rimonta sem-
bra compiuta, con il sorpasso e vantaggio provvisorio proprio della 4EP. Ma proprio nel momento migliore della
quarta, è Grimaldi a fermare l' emorragia e con un gol di De Minicis si arriva agli ultimi 5 minuti in parità. E nel mo-
mento decisivo tremano le gambe alla EP, che subisce clamorosamente gli avversari, andando sotto in un lampo di
tre reti. Ancora Olivi prova a reagire, ma il blackout è completo e la EP perde 9-11, consegnando vittoria e, proba-
bilmente, la qualificazione alla vittoriosa 5L.
5F - 5M : 2-0 tavolino
La 5M senza più pretese non si presenta nemmeno contro la 5F, che conquista così il primo posto in classifica sen-
za dover sudare.
4MG - 5ND : 2-0 tavolino
La 4MG si prende il secondo posto nel girone senza scendere il campo. In questi modo le due squadre non si sono
fatte male un vista della semifinale, che le vedrà nuovamente di fronte. E questa volta si farà sul serio.
E ora sudoku!!!

Sede: Filiale:
Via degli Ortolani 12/3a Via Bissolati 41
Bologna Budrio (Bo)
tel. 051-6241723 tel 051-800977
fax 051-6245455 fax 051-4595021
e-mail: e-mail:
viaggidiriz@fastwebnet.it viaggidiriz2@gmail.com

Amnesia
Parrucchieri
Via Mazzini 170

Tel 051.34.45.37-Bologna

Orario Continuato
Servizi e Produzioni Cine Televisive

Menu Pranzo a € 7,00


A 20 mt. dal Liceo Fermi in Via Emilia Levante 6
Vi aspettiamo per rilassarvi dopo la scuola con un gustosissimo Menu diverso ogni
giorno e inoltre Biliardino,Flipper,Biliardo,WiFiJ

Circolo Mazzini