Sei sulla pagina 1di 5

Esercizio n.

Su un gruppo di 20 fumatori in cura per bronchite sono state rilevate 4 variabili, riportate nella seguente
matrice.

Legenda:

Sesso: 1= donne, 2= uomini

Istruzione 1=scolarità obbligatoria 2=secondaria superiore 3=terziaria non universitaria 4= terziaria


universitaria
a)Elenca le variabili qualitative e quantitative riportate nella matrice.

b) Costruisci la tabella di frequenza della variabile “livello d’istruzione”, suddivisa secondo il sesso
(frequenza assoluta e frequenza percentuale)

c) Qual è la categoria modale del livello d’istruzione per i maschi? E per le femmine?

d) E’ corretto affermare che le persone con un’istruzione secondaria superiore sono prevalentemente
donne?

e) Si può dire che tra le donne di questo campione una su due ha almeno una formazione terziaria non
universitaria?

f) In media fumano più sigarette le donne o gli uomini?

Esercizio 2

In uno studio sono state seguite per venticinque anni 595 persone con l’intenzione di verificare
l’associazione tra una dieta vegetariana e una serie di patologie. La tabella sottostante mostra i risultati che
si riferiscono all’insorgenza di casi di tumore allo stomaco

a) di che tipo di studio si tratta?

• di uno studio clinico controllato randomizzato (RCT)

• di uno studio caso-controllo

• di uno studio osservazionale prospettico (di coorte)

b) La probabilità (il “rischio”) di ammalarsi di tumore allo stomaco varia in base alla dieta seguita?
Argomentare la risposta.
Esercizio 3

In una scuola dell’infanzia ticinese ci sono 80 bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni. Di questi, 70 sono
vaccinati contro il morbillo. Durante l’anno scolastico si verificano 2 casi di morbillo. Calcolate il tasso di
incidenza.

Esercizio 4

La legislazione europea stabilisce il limite massimo di residui (MRL) riscontrabile sui prodotti alimentari in
commercio. Per esempio, il limite massimo di ammonium bicarbonato nei cereali è del 3.2%.

Un controllore ha esaminato un campione di pasta per 5 diverse marche e ha rilevato questi dati.

Quale marche rispettano la legislazione europea?


SOLUZIONI

Esercizio 1

a) Elenca le variabili qualitative e quantitative riportate nella matrice.

var.qualitative: istruzione, sesso

var.quantitative: età e numero di sigarette fumate

b) Costruisci la tabella di frequenza della variabile “livello d’istruzione”, suddivisa secondo il sesso
(frequenza assoluta e frequenza percentuale)

c) Qual è la categoria modale del livello d’istruzione per i maschi? E per le femmine?

Per i maschi è il terziario non universitario, per le donne è il terziario universitario

d) E’ corretto affermare che le persone con un’istruzione secondaria superiore sono prevalentemente
donne?

No, su 5 persone con istruzione secondaria superiore 3 (il 60%) sono uomini

e) Si può dire che tra le donne di questo campione una su due ha almeno una formazione terziaria non
universitaria?

Si’, le donne che hanno almeno una formazione terziaria non universitaria sono il 54,6% (ovvero il18,2% + il
36,4%).

f) In media fumano più sigarette le donne o gli uomini?

In media fumano più sigarette gli uomini (n sigarette medio=11,8 vs 5,4 tra le donne).
Esercizio 2

a) Studio prospettico di coorte

b) Essendo uno studio prospettico, possiamo calcolare l’incidenza (“i nuovi casi”) e dunque possiamo
calcolare il rischio relativo. Calcolare l’incidenza nei due gruppi, esposti (in questo caso “vegetariani”) e non
esposti. Nel primo gruppo l’incidenza è data da 22 su 242 (=0.09); nel secondo è pari a 41 su 353 (=0,12) Per
calcolare il rischio relativo dobbiamo mettere a rapporto questi due tassi di incidenza:

0,09/0,12 = 0,75 < 1

Il rischio di sviluppare un tumore allo stomaco per le persone vegetariane è inferiore a quello degli onnivori
e dunque possiamo dire che la dieta vegetariana protegge da questo rischio.

Va egualmente bene fate il contrario, ovvero se calcolate il RR per gli onnivori vs i vegetariani. Ovvero 0,12 /
0,09 = 1,33 RR>1 Il rischio di ammalarsi degli onnivori è superiore di un terzo circa (33%) a quello dei
vegetariani

Esercizio 3

Numero di nuovi casi (2) / numero bambini a rischio (ovvero 80-70 = 10)  0,2  il 20%

Esercizio 4

Le aziende virtuose, che rispettano i limiti, sono ViverSano, MangiareBene e Supergrani perché il valore
massimo (il limite superiore dell’IC) è inferiore a 3.2.