Sei sulla pagina 1di 197

GENNARO ROMAGNOLI

RILASSAMENTO DINAMICO

Tecniche di Rilassamento
e Dinamica Mentale

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Titolo
“RILASSAMENTO DINAMICO”

Autore
Gennaro Romagnoli

Editore
Bruno Editore

Sito internet
www.brunoeditore.it

ATTENZIONE: questo ebook contiene i dati criptati al fine di


un riconoscimento in caso di pirateria. Tutti i diritti sono riservati
a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta
con alcun mezzo senza l’autorizzazione scritta dell’Autore e
dell’Editore. È espressamente vietato trasmettere ad altri il
presente libro, né in formato cartaceo né elettronico, né per denaro né a titolo
gratuito. Le strategie riportate in questo libro sono frutto di anni di studi e
specializzazioni, quindi non è garantito il raggiungimento dei medesimi risultati di
crescita personale o professionale. Il lettore si assume piena responsabilità delle
proprie scelte, consapevole dei rischi connessi a qualsiasi forma di esercizio. Il libro
ha esclusivamente scopo formativo e non sostituisce alcun tipo di trattamento medico
o psicologico. Se sospetti o sei a conoscenza di avere dei problemi o disturbi fisici o
psicologici dovrai affidarti a un appropriato trattamento medico.

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Sommario

INTRODUZIONE 5
Giorno 1: Conosci te stesso 7
Giorno 2: La dinamica mentale (Step 1) 29
Giorno 3: La dinamica mentale (Step 2) 58
Giorno 4: Rilassarsi ad occhi aperti 94
Giorno 5: Come aumentare il tuo Q.I. 113
Giorno 6: Come utilizzare l’autoipnosi 126
Giorno 7: Come diventare “guru” 142
Risorse utili e chi sono 176
CONCLUSIONE 186
Bibliografia 191

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


INTRODUZIONE

Come ti sentiresti se potessi rilassarti velocemente e ovunque? E


se potessi, rilassandoti, incrementare ogni funzione della tua
mente e del tuo organismo? Quanto pensi che potrebbe aumentare
la qualità della tua vita? Come riuscirci? Leggendo questo eBook,
studiandolo e praticando le tecniche e le strategie efficaci in esso
contenute. Ciò che hai fra le mani è stato sperimentato da me e
dai miei clienti nel corso di questi ultimi 10 anni.

Prima di immergerci all’interno di questo splendido mondo,


t’invito a considerare che: se ti limiterai a leggere senza mettere in
pratica, questi sorprendenti strumenti non avranno alcun effetto su
di te. Questa non è una pratica ipnotica, ma un manuale da seguire
con impegno. Vale più 1 grammo di Pratica che 1Kg di Teoria!
Tra poco ti mostrerò tecniche e strategie che ti permetteranno di
apprendere come gestire i tuoi stati di coscienza in modo
sorprendente. Esistono tre modalità di apprendimento. La prima
è basata sulla pratica. Prendi una singola tecnica e la applichi
fino ad averla appresa e poi passi alla successiva. La seconda è

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


basata sulla teoria. La terza si basa sull’osservazione di un
modello. La più antica forma di apprendimento insita nell’essere
umano è proprio questa.

Se vuoi imparare a fare bene una pizza hai 3 possibilità:


1) Comparare libri e materiale sull’argomento e iniziare a
studiare, applicando poi dal vivo quanto appreso;
2) Improvvisare per prove ed errori;
3) Andare dal mio amico Michele, pizzaiolo di vecchia data e
guardarlo sul lavoro, chiedendo esplicitamente: “come fai a
farlo?”.

L’apprendimento migliore lo si ottiene utilizzando tutte queste


strategie. In queste pagine troverai anni di esperienza distillata,
dopo averle lette ti sembrerà di essere stato a contatto con me e di
essere riuscito a rubare tutti i miei segreti…anche la mia ricetta
per la pizza ;-) Ti consiglio sin da adesso di leggere e rileggere
tutto l’eBook e di praticarlo quotidianamente.

Buona Lettura!
Gennaro Romagnoli

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


GIORNO 1
CONOSCI TE STESSO

MIGLIORARE DALL’INTERNO
Nella maggior parte dei corsi di Sviluppo Personale è integrata
una parte dedicata al Rilassamento e, spesso, alcuni partecipanti
al corso chiedono: “come mai devo rilassarmi? Io sono venuto qui
per aumentare le mie abilità nella comunicazione,
nell’apprendimento, nella persuasione, nella seduzione ecc.”

La prima cosa importante da tenere a mente è che se vuoi


sviluppare nuove abilità, costruendole su fondamenta solide, il
metodo migliore è il Rilassamento. Quindi, se vuoi imparare
nuove abilità tecniche, come ad esempio: comunicare
efficacemente, diventare abile nella negoziazione e nella
persuasione, hai bisogno di una base solida.

Ogni forma di Sviluppo Personale viene dall’interno, e tutto


passa attraverso i nostri Stati di Coscienza. L’equazione è

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


semplice: il come ti senti (cioè lo stato di coscienza in cui ti trovi)
determina il risultato delle tue azioni…sempre!

Pensa all’ultima volta che ti sei sentito alla grande! Adesso


ricorda come hai svolto le tue mansioni quotidiane quel giorno.
Probabilmente non le ricordi neanche perché quando stai bene e
sei al meglio, le cose accadono con naturalezza. In Natura le cose
accadono senza sforzo, appunto in modo naturale ;-) un albero
non pensa a crescere…lo fa e basta!

La comunicazione è per il 90% non verbale (l’insieme di


paraverbale, non verbale ecc.) quindi inconsapevole. Puoi
apprendere tutte le tecniche più evolute di comunicazione efficace
e di persuasione inconscia (anche in questo manuale ne tratteremo
qualcuna), ma se non modifichi Te stesso migliorandoTi,
continuerai a trasmettere ciò che realmente provi dentro, senza
menzogne.

Immagina di essere un grande ricetrasmettitore che invia


costantemente all’esterno ogni cosa che pensa. Esistono migliaia
di studi su questo argomento e tutti danno ragione a ciò che sto

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


scrivendo. Ogni volta che cerchi di “nascondere” al tuo
interlocutore le tue vere intenzioni, esse verranno captate
dall’antenna di chi ti ascolta.

Micro-movimenti e intonazioni della voce riveleranno


costantemente cosa “pensi” di te stesso e degli altri. Se vuoi
essere trattato male… verrai trattato male! Questo fenomeno è
molto comune in psicologia e viene chiamato: “profezia che si
auto avvera”. Se pensi di essere brutto/a ogni tentativo che attui
per cercare di apparire “come bello/a” verrà in qualche modo
auto-sabotato dal tuo inconscio e verrà comunicato all’esterno.

Immagino che tu abbia amici e/o amiche bruttini ma che


nonostante ciò si sentono belli: solitamente che cosa succede?
Hanno spesso molto più successo nelle relazioni di chi, magari, ha
un bell’aspetto ma si vede e si sente brutto.

Queste profezie non solo possono sabotarti, ma si autoalimentano


inconsciamente. Immagina di essere seduto in un bar a fare
colazione. Passano due ragazze/i e una/o, attraverso la vetrina, ti
guarda. Si avvicina all’amica/o e ridacchiano entrambe/i. Se sei

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


convinto di essere “bello/a” penserai: “… mmmmh sono proprio
un figo/a!”, e uscendo dal bar sarai ancora più convinto della tua
bellezza. Se invece pensi di essere brutto penserai: “… ecco
guardale senza alcun ritegno mi hanno riso in faccia”. La verità,
magari, è che le/i due ragazze/i stavano guardando una scritta
divertente alle tue spalle, e questo loro semplice gesto ha
“aumentato o diminuito” la tua personale profezia.

Ma tutto questo cosa c’entra con il rilassamento? Attraverso le


strategie e le tecniche che imparerai leggendo questo eBook, sarai
in grado di migliorare a 360° dall’interno, attingendo
direttamente dal Tuo Inconscio. Non importa quanti corsi di
“comunicazione efficace” hai fatto, se non migliori dall’interno,
continui ad alimentare la “profezia”. Un altro fenomeno a
confermarlo è quando sei felicemente fidanzato/a: prima non ti
guardava nessuno e adesso arrivano tutte le altre avance… come
mai? Perché sei in pace con te stesso/a ed emani tranquillità e
sicurezza. Mentre, quando sei “in cerca” più ti agiti per trovare e
più emani all’esterno “insicurezza” .

È quindi di vitale importanza iniziare a comprendere che questo

10

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


eBook non serve solo a rilassarsi! Utilizzandolo nel modo giusto e
prendendosi la respons-abilità di applicarlo può migliorare la tua
vita sotto molti i punti di vista: salute, equilibrio, autostima,
energia personale, saggezza e -perché no?- abbondanza. ;-)

LA TUA PARTE MIGLIORE


Le prime volte che mi esercitavo con i rilassamenti i miei colleghi
della Facoltà di Psicologia, mi dicevano cose del tipo: “ma cosa
stai facendo, sono cose che non ti servono a niente… e poi rischi
di muovere le parti recondite di te stesso” ecc. Dopo qualche anno
molti di loro hanno speso soldi e tempo venendo a chiedermi
come facevo a farlo e a quali letture rivolgersi per poterle
utilizzare con i propri clienti. ;-)

Attraverso il rilassamento farai la conoscenza del Tuo inconscio.


Con quella parte recondita e “sconosciuta” della Tua mente che è
la Tua Parte Migliore. Vediamo perché.

Questo era il motore di tutte le obiezioni che mi venivano poste


dai colleghi. La motivazione è semplice: Sigmund Freud vedeva
la nostra parte inconsapevole come una scatola piena di “cacca”

11

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


(perdonate il termine tecnico). A suo modo e soprattutto a suo
tempo aveva ragione, oggi non più! Più o meno una ventina di
anni dopo le sue prime formulazioni centinaia di altri studiosi
hanno provato il contrario. In modo particolare una fra questi ha
completamente rovesciato la sua visione dell’inconscio
affermando che: “l’inconscio è il magazzino di tutte le nostre
esperienze e di tutti i nostri apprendimenti inconsapevoli”.

Milton Erickson, noto psichiatra e psicologo che ha una “nuova


ipnosi” o ”ipnosi moderna”, affermava che la mente inconscia è il
magazzino delle nostre risorse interne ed è “molto più
intelligente di voi”. Per voi, qui, Erickson intende la tua mente
conscia. Continuando a leggere scoprirai che è vero. ;-)

Non a caso uno degli assiomi fondamentali della PNL deriva


dall’osservazione di questo terapeuta eccezionale: “Hai già tutte
le risorse che Ti servono per effettuare i cambiamenti che vuoi
effettuare”.

Se, ad esempio, una sola volta nella vita sei stato/a “coraggioso”,
questo coraggio è una risorsa ancora presente dentro di Te.

12

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Quindi immagina di essere al cospetto di un essere superiore,
che vive dentro di Te, e che in fin dei conti sei Realmente Tu e di
cui tra poco avrai l’onore di fare la conoscenza!

SEGRETO n. 1: La Tua mente è sempre accesa e l’unico


modo per gestirla è imparare ad essere un marinaio della
mente.

GLI STATI DI COSCIENZA


Il cervello è sempre acceso, sia di notte che di giorno, non puoi
“spegnere il cervello”. Hai presente la famosa espressione
“staccare la spina”? Non si addice veramente a come funziona il
cervello. La mente umana naviga ininterrottamente nei propri
pensieri, idee, schemi e strutture. L’unico modo per imparare a
utilizzare I Nostri Stati di Coscienza e quello di diventare degli
esperti marinai.

Per semplicità pongo schematicamente la coscienza lungo un


continuum fra la veglia e il sonno (e il coma). D’accordo con la
definizione che la “coscienza” sia meglio identificabile con un
processo, piuttosto che come una entità a se stante o qualcosa di

13

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


fisico che puoi toccare.

Da sempre si è cercato di “guardare all’interno della mente”, ma


solo da pochi anni abbiamo la strumentazione adatta a questo
scopo. L’elettroencefalogramma (EEG), ad esempio, una delle
tecniche per misurare l’attività elettrica del nostro cervello, ha
messo in luce che fra il sonno e la veglia ci sono diversi passaggi
caratterizzati da onde con frequenze specifiche.

Capire come agiscono le “onde” è di grande importanza per


toccare con mano gli effetti positivi che l’allenamento al
“rilassamento” ha sulla mente e sulla fisiologia. Come puoi
vedere nella Figura 1, queste onde sono state suddivise in quattro
stadi differenti che attraversano la coscienza in un determinato
tempo (dal sonno alla veglia).

Attraverso lo studio di metodiche meditative, ipnotiche, di


rilassamento, di preghiera in somma degli Stati Modificati di
Coscienza, si sono notate alcune caratteristiche peculiari per ogni
“stadio o livello” cerebrale. Ricorda che le onde sono state
suddivise in questo modo per pura comodità e per facilitare

14

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


l’apprendimento di tematiche e metodologie efficaci anche ai
neofiti. Ad esempio misurando con degli apparecchi di
biofeedback (poligrafo), si può notare come queste onde si
sviluppino in varie parti della corteccia. Quindi è possibile avere
il lobo frontale “in beta” e quello parietale “in alfa”.

Ti dico questo solo per evitare che, leggendo su internet, incappi


in uno di quei costosi corsi, organizzati da briganti, dove vogliono
mostrarti la “via della verità attraverso lo stato Alfa (o theta)”. La
suddivisione è puramente teorica, ma per i nostri fini non ci
interessa perché imparerai a riconoscere i Tuoi Stati Personali,
senza bisogno del poligrafo! ;-)

Ognuna di queste onde decresce in ordini di cicli al secondo (Hz)


mano a mano che entriamo in uno stato di “rilassamento”
maggiormente profondo.

Vediamole velocemente:

 ONDE BETA: variano fra i 14 e i 30 Hz e sono


caratteristiche dello stato di veglia e di vigilanza. Sono presenti

15

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


durante le azioni quotidiane e sono le più presenti in te. Mentre
leggi queste righe e quando svolgi compiti complessi in cui hai
bisogno di attenzione.

 ONDE ALFA: variano fra gli 8 ai 14 Hz e sono presenti


durante uno stato di coscienza rilassato ma vigile. Queste onde
sono presenti nei momenti introspettivi, nella meditazione e in
stati di profonda concentrazione. Sono state osservate anche
durante momenti creativi di estrema concentrazione interna.

 ONDE TETHA: variano fra i 4 e gli 8 Hz e sono onde che si


accompagnano alla meditazione profonda (e la prima vera fase
del sonno) e a visualizzazioni particolarmente impegnate. Esse
sono caratteristiche degli stati ipnotici e sono meta assoluta di
coloro che praticano il rilassamento e/o meditazione da molto
tempo. Grazie a questo eBook scoprirai come entrare in questo
stato.

 ONDE DELTA: variano fra i 4 e ei 0,5 Hz sono le onde più


lente, tipiche del sonno profondo. Durante questa fase la tua
mente inconscia ha il pieno controllo e per questo non le

16

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


raggiungerai, tranne quando ti addormenti. ;-)

Figura 1

Il bioritmo degli esseri viventi è scandito da cicli di 24 ore, anche


detti Cicli Circadiani (perché durano circa un giorno); L’unità di
base dei cicli circadiani sono i Cicli Ultradiani che vanno dai 90
ai 120 minuti.

SEGRETO n. 2: Per fare il marinaio hai bisogno di conoscere


il mare in cui navighi. E soprattutto le ONDE su cui navighi.

I Cicli Ultradiani sono presenti sempre durante l’arco della

17

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


giornata, le persone entrano ed escono da Stati Modificati di
Coscienza parecchie volte durante il giorno. Quindi se pensavi di
“essere sempre vigile” durante l’arco della giornata, ti sbagliavi.
Anche mentre leggi queste righe, ogni tanto la tua mente vaga e
pensa ad altro, non è vero? ;-)

Il grado di quanto quel pensiero ti ha portato lontano da quello


che stai leggendo, è la moderna concezione di “profondità della
trance”; più sei lontano dalla realtà e più sei in trance
profonda. È come se il nostro cervello si prendesse delle piccole
pause necessarie a ripristinare alcune funzioni; infatti, ogni stadio
è caratterizzato dalla secrezione di determinati ormoni che,
normalmente non sono secreti nello stato di veglia.

Il frastuono moderno e l’esigenza, sempre più pressante, di restare


“vigile” e pronto, sta mettendo in crisi questo sistema naturale di
ripristino, portando l’uomo contemporaneo a tutti quei disturbi
che caratterizzano la nostra epoca (insonnia, disturbi di ansia
generalizzati, mancanza di attenzione sul lavoro, micro sonni alla
guida, ecc.) e a comportamenti sempre più a rischio, come
l’assunzione di droghe. Ti assicuro che non c’è droga migliore di

18

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


quella che proviene dal tuo interno. ;-) Ormai la scienza è
concorde nell’affermare che: chi quotidianamente pratica una
qualche forma di Rilassamento (meditazione, autoipnosi ecc.) ha
enormi benefici nella sincronizzazione degli emisferi;
nell’equilibrio emotivo; sull’innalzamento delle difese
immunitarie; sull’intelligenza; sull’umore; sulle capacità di
adattamento a nuove situazioni; nella riduzione dello stress;
gestione dei propri stati ecc.

L’INCONSCIO
Sigmund Freud era convinto che l’inconscio fosse costituito da
sedimentazione dei ricordi in modo stratificato. I ricordi si
depositerebbero a formare tanti strati e il lavoro di recupero degli
stessi sarebbe paragonabile a quello dell’archeologo che
scavando rinviene reperti ed informazioni.

Tutto ciò che non può essere accettato dalla coscienza, perché
emotivamente “troppo forte”, verrebbe sigillato in uno di questi
strati. Purtroppo però, ciò che viene archiviato “malamente”
sarebbe destinato a tornare a galla, come se fra questi strati si
formasse della lava (ricordi spiacevoli) che, per una qualsiasi

19

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


scossa sismica, è pronta a tornare a galla facendoci soffrire. Le
moderne neuroscienze non sono d’accordo! La “sedimentazione”
dei ricordi e dei concetti è meglio rappresentabile con una rete
interattiva, piuttosto che come delle antiche rovine.

Ogni volta che impari qualcosa di nuovo i tuoi neuroni si


muovono, spostando i loro piccoli dendriti da un neurone
all’altro, modificando e arricchendo profondamente l’assetto
precedente. I nodi “concettuali” che si vengono a formare sono
quindi uniti dall’apprendimento, quindi se parlo a una persona di
cucina e di quanto mi piacciono le lasagne, sarà facile aumentarle
l’appetito. Questo effetto in letteratura viene studiato attraverso il
priming semantico.

L’inconscio è meglio rappresentabile come un magazzino ripieno


di apprendimenti e risorse interconnesse fra di loro con diversi
gradi di “forza”.

Meno usi alcune risorse e meno diventano accessibili, la cosa


interessante è che avviene anche il contrario.

20

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Adesso ti mostro, semplificando, cosa intendo qui per inconscio:
“concentrati per un attimo sul tuo orecchio sinistro, è caldo o
freddo?” Il tuo orecchio, fino a qualche secondo fa era inconscio e
con estrema semplicità hai spostato l’attività psichica, la tua
attenzione cosciente, rendendo qualcosa di “inconscio” conscio.

Ti ho convinto? Non ancora e allora leggi questo esempio:


quando hai imparato a guidare l’automobile (spero che tua abbia
la patente, altrimenti puoi pensare alla bicicletta) hai preso tanti
comportamenti coscienti come: togliere velocemente il piede
destro dall’acceleratore; alzare il sinistro dalla frizione e
contemporaneamente inserire la marcia più adeguata, stando bene
attento alle segnalazioni stradali e a tutti gli ostacoli presenti.

Ricordi quanto era difficile? Oggi, se hai la patente da almeno un


anno, puoi fare tutte queste cose magari selezionando il tuo brano
musicale preferito, mentre dialoghi serenamente con i tuoi
passeggeri. Un gatto attraversa improvvisamente la strada e,
facendo tutte queste cose, riesci ad evitare l’ostacolo o a frenare,
ma come hai fatto?

21

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Semplice: accedendo al grande potere dell’inconscio, a quel
magazzino di apprendimenti e saggezza. Nessun esperimento è
ancora riuscito a capire cosa ci sia esattamente al suo interno, ma
oltre agli apprendimenti e alle esperienze passate, molti studiosi
sono convinti che esistano connessioni ben più ampie, ad esempio
con le coscienze dei nostri antenati, che sarebbero iscritte nel
DNA e che, addirittura, gli inconsci siano collegati attraverso il
nostro universo quantico: il noto inconscio collettivo di Jung.

In due parole, ogni essere umano è un universo a sé stante in


collegamento con altri universi.

SEGRETO n. 3: Dentro di te è presente un mondo che puoi


esplorare con le giuste Strategie contenute in questo eBook.

Qualunque sia la verità mi basta aver visto con i miei occhi che
attraverso gli Stati Modificati di Coscienza puoi pescare dalla
tua esperienza (aumentando anche le nostre difese immunitarie -
vedi PNEI- e tutte le funzioni cognitivo comportamentali),
“riassociando” e ri-programmando te stesso e gli altri.
Interessante no? La chiave per ottenere tutto ciò è nell’esercizio

22

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


applicato alle strategie che imparerai, ma prima di passare alla
preziosa pratica permettimi di illustrarti un ultimo schema.

L’attività psichica può essere rappresentata come un iceberg (il


triangolo in fig. 2), dove la parte emersa è il conscio mentre
quella sommersa è l’inconscio.

Figura 2

Il triangolo rappresenta, la somma totale dell’attività psichica:


nonostante alcuni studiosi si lancino sulle percentuali (es. 20 %
conscio e 80% inconscio), ti basta sapere che, gran parte della tua
attività mentale è in modo preponderante inconsapevole.

Ma come interagisce tutta la bella teoria sulle onde cerebrali che


hai spiegato prima?

23

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Figura 3

Guardiamo tutti i processi insieme: sulla destra sono elencate le


onde elettromagnetiche (EEG); l’onda VIOLA rappresenta un
Ciclo Circadiano che si presenta ogni 90 - 120 minuti, sia
durante il sonno che durante la veglia; la linea ROSSA verticale,
indica lo scorrere del tempo fra la veglia e il sonno, infine la linea
rossa ma orizzontale posta in alto, indica la “separazione” fra
conscio e inconscio.

Qui inizia a diventare chiaro che dopo aver svolto bene gli
esercizi riuscirai ad “andare” verso la base del triangolo; più ti ci
avvicini e maggiore sarà l’accesso al tuo “magazzino” di risorse

24

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


interiori.

Qualcuno potrebbe dire: “ma se ci accediamo tutte le notti”. È


vero ma siamo sempre “scollegati”, ci lasciamo prendere dal
sonno a tal punto da aver “collegato” (associato) gli stati di
coscienza allo stato di sonno. Questo è uno dei motivi per cui, più
avanti, ti consiglierò di iniziare il tuo training da seduto e non da
sdraiato; semplicemente per evitare che ti addormenti. Con
l’esercizio sarai in grado di farlo ovunque.

Attraverso l’addestramento al rilassamento sarai in grado di


restare “cosciente” a livello profondo. Sarai in grado, con un po’
di pratica, di accedere a “sistemi di pensiero profondissimi” ri-
allineandoli migliorando il tuo ben-essere sotto molti punti di
vista.

SEGRETO n. 4: Il Segreto degli Yogi: restare vigili anche a


livelli profondissimi di rilassamento.

Anche se questo concetto sarà più volte ripreso, voglio spiegarmi


meglio quando parlo di “ri-allineare”. Come molti sanno il

25

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


nostro cervello è suddiviso in varie “parti”, le più marcatamente
distinte sono i due emisferi: l’emisfero sinistro, deputato alla
razionalità e al linguaggio e l’emisfero destro, deputato
all’immaginazione. Questa distinzione vale per le persone
destrimani e per una certa percentuale di mancini.

Ho ridotto molto le funzionalità degli emisferi per semplicità, ti


basta sapere che sono due parti, che fanno cose praticamente
opposte e che attraverso il rilassamento puoi imparare a dialogare
maggiormente con la parte che utilizzi di meno (solitamente è il
destro) ottenendo il tuo equilibrio.

Imparerai passo dopo passo a riconoscere i vari passaggi negli


stati di coscienza, sia durante i rilassamenti che durante il giorno.
Apprenderai come gestirli e a utilizzarli per farti guidare dalla
parte più potente che è in te: il tuo inconscio. Il tuo vero marinaio
interno. Imparerai a produrli e riconoscerli, in te stesso e negli
altri.

Prima di iniziare il per-corso in ogni sua parte è importante


ricordare che non esiste una via migliore dell’altra, poiché ognuno

26

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


di noi entra ed esce in modo completamente soggettivo da questi
stadi. Attraverso la pratica sarà sempre più semplice individuare il
Tuo Metodo Personale che qui chiamerò anche il Tuo Stato.

SEGRETO n. 5: Solo attraverso la pratica costante e le giuste


strategie puoi ottenere i risultati che desideri.

Fai attenzione: una delle più forti limitazioni è continuare a


chiedersi: “ma sono in alfa…sarò in theta…starò facendo la
procedura giusta?” Tutte queste obiezioni arrivano dalla tua
mente conscia…che piano pianino imparerà a “stare zitta”. ;-) Ti è
mai capitato di bere qualche bicchierino di troppo? Se non ne sei
abituato sarà difficile che tu ti renda conto del tuo stato di
ubriachezza, mentre se un “bevitore” raggiunge un certo livello se
ne rende subito conto. Perché? Perché sa riconoscere quello
specifico cambio (slitta) nel proprio stato di coscienza. Allo
stesso modo, durante la giornata slitti in stati di coscienza più o
meno produttivi. Facendo gli esercizi esposti in questo manuale
imparerai a riconoscerli e a renderli maggiormente produttivi, e a
crearne di nuovi.

27

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RIEPILOGO GIORNO 1:
 SEGRETO n. 1: La Tua mente è sempre accesa e l’unico modo
per gestirla è imparare ad essere un marinaio della mente.
 SEGRETO n. 2: Per fare il marinaio hai bisogno di conoscere il
mare in cui navighi. E soprattutto le ONDE su cui navighi.
 SEGRETO n. 3: Dentro di te è presente un mondo che puoi
esplorare con le giuste Strategie contenute in questo eBook.
 SEGRETO n. 4: Il Segreto degli Yogi: restare vigili anche a
livelli profondissimi di rilassamento.
 SEGRETO n. 5: Solo attraverso la pratica costante e le giuste
strategie puoi ottenere i risultati che desideri.

28

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


GIORNO 2
LA DINAMICA MENTALE (STEP 1)

FASE MEDITATIVA
Negli anni ’40 un simpatico signore di nome Jose Silva,
appassionato di ipnosi, auto-ipnosi, meditazione e sviluppo
personale, intraprende un insieme di studi destinati a restare nella
storia dello Sviluppo Personale.

Jose Silva nasce nel 1944 in Texas, rimasto orfano a soli 4 anni si
deve arrangiare per mantenere tutta la famiglia. Completamente
autodidatta studia da solo la mente umana; in quel periodo si
credeva che le potenzialità del cervello fossero innate, ma Jose
non era affatto d’accordo, per questo motivo inizia una serie di
sperimentazioni sui figli, cercando di migliorarne l’andamento
scolastico.

Attraverso prove ed errori, Jose ottiene risultati straordinari in


diverse aree: salute, apprendimento, intelligenza, intuito,

29

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


prosperità, ecc. Da studente mancato diventa insegnante ed inizia
a tenere seminari sulle sue scoperte. Il metodo, ai suoi albori, è
stato un po’ snobbato perchè molte persone lo utilizzavano (e lo
utilizzano) per sviluppare poteri ESP. Questo ha fatto in modo
che il metodo fosse allontanato dal reame dello scientifico (come
è nato) per avvicinarsi a quello del sovrannaturale e
parapsicologico.

Il Metodo Silva, questo sarà il primo nome che gli verrà dato,
spopola negli USA attorno agli anni ‘80. Viaggiando per il
mondo, passando da mano in mano, arriva in Italia trasformandosi
in quello che stai per imparare. Il metodo viene aggiornato
attraverso vari rimescolamenti (e a mio parere viene addirittura
migliorato): in Italia si iniziano a fare corsi e seminari con il nome
di Psicodinamica o Dinamica Mentale, nome poco felice visto
che la “psicodinamica” è una delle branche della psicologia del
profondo e, in modo particolare, della psicanalisi freudiana.

Studiandolo attentamente ti renderai conto del fatto che avendo


appreso bene le basi, e con un pizzico di esperienza, potrai
plasmarlo a tuo piacimento. La metodologia che stai per

30

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


apprendere in questo capitolo è in grado, da sola, di portarti in un
ottimo stato di meditazione profonda.

COME FUNZIONA
A differenza delle metodologie che vedremo, questa è la più
“lunga” da imparare ma, contemporaneamente, è anche uno dei
metodi di auto miglioramento più efficaci in assoluto, tanto da
comprendere le potenzialità di tutti gli altri.

È proprio per questo che la pratica inizia qui. Una volta apprese le
abilità per attuarlo, il resto sarà tutto in discesa. ;-). Svolgendo per
bene gli esercizi qui esposti sarai pronto e ricettivo per affrontare
le tecniche seguenti, con soddisfazione e successo immeditati.

Un altro fattore che mi ha spinto a inserirla in questo eBook è che


NON esistono attualmente in Italia manuali precisi
sull’argomento. Solo un libro dedicato al “Metodo Silva” che
puoi trovare qui. È un libro datato e molto carino, ti sconsiglio di
comprarlo se sei curioso, ma sappi che hai fra le mani un manuale
pratico aggiornatissimo che ti darà informazioni analoghe. Questa
metodologia sfrutta il funzionamento naturale del tuo cervello

31

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


sino a rafforzarne le due sue parti fondamentali: il lato razionale,
che ha in sé le capacità “cognitive maggiori” (attenzione,
memoria, percezione, Q.I., ecc) e il lato emotivo, che ha in sé
tutto il potenziale della nostra creatività (intuizione, benessere,
equilibrio, ecc.) facendo interagire e funzionare le “due parti” (o i
due emisferi) in modo sincrono.

Il passo principale da compiere è l’ottenimento del Livello Alfa


(8 – 14 Hz). Nella terminologia della Dinamica Mentale (DM) il
raggiungimento della frequenza Alfa prende il nome di “Andare
a Livello”.

Per rendere il metodo più semplice ho deciso di dividerlo in due


parti: una meditativa e un’altra generativa. Per “fase meditativa”
intendo un rilassamento fatto per rilassarsi e per creare
un’armonia interiore (meditativa), mentre per “fase generativa”
intendo un’insieme di strumenti utili per generare in te nuove
risorse interiori. Tieni a mente che per “rilassarti” e stare molto
bene ti basta raggiungere la fase meditativa e se invece vuoi
anche migliorarTi e far accadere cose straordinarie nella tua
vita… beh allora ti consiglio vivamente di cimentarti anche nella

32

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


fase superiore, quella creativa. Dopo un po’ di pratica noterai che
le due parti, spesso, si sovrappongono.

L’abilità più importante da sviluppare per padroneggiare


pienamente ogni esercizio presente in questo eBook (e non solo) è
quella della visualizzazione. Forse per te visualizzare è un gioco
da ragazzi, chiudi gli occhi (o a occhi aperti) e riesci a “vedere”
(immaginare) tutto semplicemente. Complimenti sei fortunato!
Devi sapere che non è così per tutti. Esistono persone che, per
differenti motivazioni, hanno delle difficoltà nel farlo.

Attenzione! Tutti possiamo farlo e precisamente tutti


visualizziamo quotidianamente solo che molti di noi non ci fanno
caso. Come non ci fanno caso!? Si proprio così, essendo la
coscienza limitata a un tot di “pezzi d’informazione” per volta (il
famoso 7 + o – 2), alcune persone sono più “abituate” a
processare i dati della realtà sotto altri aspetti (ascoltano, sentono,
odorano ecc.). Saranno proprio questi ultimi, una volta appresa la
visualizzazione, ad avere i risultati più velocemente allargando la
loro mappa del mondo. Per approfondire questo discorso ti
rimando al capitolo dedicato alle “abilità avanzate”.

33

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Alcuni partecipanti ai corsi dicono spesso: “Ma io chiudo gli
occhi e vedo tutto nero…sigh!”. Visualizzare infatti è un termine
improprio, sarebbe più corretto utilizzare “Immaginare”. Quindi
la prima abilità d’acquisire e controllare è proprio questa. Il
semplice esercitarsi nel visualizzare ti sarà utile in mille diverse
occasioni, aumenterà la tua creatività, migliorerà la tua salute e le
tue relazioni, fornendoti la base per affrontare lo studio di
numerose discipline basate su di essa (dalla meditazione alla
PNL).

SEGRETO n. 1: Il potere della visualizzazione: l’abilità più


importante da apprendere è questa. La visualizzazione ti
porta automaticamente a livello.

A questo punto anche il lettore più “ricettivo” potrebbe andare


incontro all’elucubrazione mentale della durata della persistenza
dell’immagine nello “schermo mentale”. Nella maggior parte dei
casi le immagini mentali hanno una breve durata. Per l’esercizio
ci interessano solo alcuni secondi e vedrai che, con il tempo
riuscirai tranquillamente a mantenerle per tutto il tempo
necessario.

34

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Qualcuno consiglia di vedere immagini in movimento per
aumentare la persistenza delle immagini…è vero, funziona…ma
questa prima parte, quella dedicata ai colori, ti consiglio di
vederla “il più statico possibile”.

I COLORI
I colori, tanto cari a chi a seguito i primi seminari italiani di DM,
sono stati presi dai colori dei Chakra: i centri energetici del corpo
umano secondo la tradizione orientale (non solo cinese). Anche se
non credi a queste cose utilizza comunque i colori che ti suggerirò
inoltre, apprendendo la visualizzazione di colori neutri diverrà
anche molto più semplice visualizzare altre cose. Ti dico questo
perché gli studi sono arrivati alla conclusione che, realmente,
visualizzare diversi colori porta a diversi gradi di coscienza, in
modo particolare visualizzare colori neutri, cioè senza altre
immagini.

Questo metodo fonde insieme i moderni studi sulle onde cerebrali


(vedi i capitoli precedenti) con l’antica visione orientale della
frequenza emanata dai Chakra (6 o 7 in base alla tradizione). Se
hai già ascoltato l’Audio Bonus, sappi che ho modificato gli

35

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


ultimi due colori, inserendo quelli che, secondo Donna Eden sono
le ultime due colorazioni dei 7 strati dell’aurea.

VIA CON LA PRATICA…


Visualizza uno schermo grande davanti ai tuoi occhi. La
“tradizione” vuole che sia proprio davanti agli occhi e non dietro
alle palpebre perché questo ti riporterebbe in Beta (il livello delle
onde cerebrali tipico dello stato di veglia). Come ti ho già detto,
non sono troppo d’accordo. Osservando i tracciati del poligrafo
ho visto che il livello alfa si può raggiungere attraverso qualsiasi
tipologia di visualizzazione, anche solo semplicemente chiudendo
gli occhi, insomma immaginalo dove vuoi. ;-).

SEGRETO n. 2: Per entrare nello Stato Alfa basta chiudere


gli occhi e portare la nostra attenzione all’interno.

Adesso “colora” lo schermo di ROSSO completamente e, se non

36

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


ci riesci ancora, inizia visualizzando un oggetto di colore rosso,
come ad esempio: un pomodoro, delle fragole, ecc. Di solito torna
utile vedere oggetti che si ricordano dalla realtà, fai una fotografia
mentale dell’oggetto, chiudi gli occhi e riproducilo sul tuo
schermo… STOP!

Fermati un attimo e prenditi tutto il tempo necessario per


imparare a visualizzare sul tuo “schermo mentale” tutti i colori
che ti dirò, nella “giusta” sequenza. All’inizio prendine uno alla
volta, riaprendo gli occhi fra uno e l’altro. Poi, dopo un po’ di
esercizio (10 minuti al giorno per una settimana o 1 oretta di
seguito per 2 giorni), passa da uno all’altro come se fossero tante
diapositive.

Ricorda, non importa per quanto tempo riesci a “vederli”


(immaginarli), l’importante e che, anche solo per un secondo,
riesci a visualizzare il colore. Inizia così ad apprendere come
“lasciare” la “mente conscia”, fuori dai piedi!

Ecco la sequenza da vedere:

37

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


ROSSO

ARANCIONE

GIALLO

VERDE

BLU

INDACO / ARGENTO

VIOLA / ORO

Allenati a passare, nell’ordine descritto, da un colore all’altro. Già


da solo, questo semplice esercizio può rilassarti completamente
portandoti “a livello” e donarti le prime sensazioni di benessere.

38

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Se NON ci riesci ancora facilmente, stai tranquillo e prosegui con
la lettura, ma ricordati che l’abilità della Visualizzazione è la
prima che da imparare.

Ecco alcune domande che ti aiuteranno a prendere coscienza del


tuo modo di Visualizzare/immaginare:
 Di che colore è la carta da parati di casa tua? (e ovvio che se
sei in casa non vale. ;-))
 Di che colore sono gli occhi del tuo/tua partner?
 Di che colore sono i sedili dell’auto che i tuoi avevano
quando eri piccolo?

Se hai risposto a qualcuna di queste domande, complimenti!


Fermati un secondo a ripeterti le domande e nota, quale fra queste
ti fa accedere con maggiore facilità ad una immagine. È
invitabile, rispondendo a queste domande NON visualizzare, cioè
per rispondere sei costretto ad entrare dentro te stesso alla ricerca
di quelle immagini.

IL CONDIZIONAMENTO
Agli inizi del secolo il fisiologo russo, Ivan Pavlov, scopre uno

39

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


dei paradigmi più stabili nella storia della psicologia, il
condizionamento. Come molte delle scoperte più importanti
della storia, anche questa è avvenuta per caso.

Pavlov stava studiando i processi digestivi dei cani ed in modo


particolare la prima fase della digestione: la salivazione. Lo
scienziato dava ai cani della carne (o un suo surrogato) e gli
animali iniziavano a salivare. I cani erano stati brutalmente
preparati a tali osservazioni: gli era stato effettuato un buco sotto
il mento attraverso il quale defluiva la saliva, ed un macchinario
apposito ne registrava il quantitativo. La leggenda vuole che un
giorno, durante la rivoluzione russa, un assistente dello scienziato
arrivò in ritardo per la somministrazione del cibo, e accendendo la
luce, si rese conto che i cani stavano già salivando.

Niente di stupefacente, gli animali si stavano preparando ad


assumere il cibo. Ma il fenomeno particolare era che la quantità di
salivazione era identica a quella ottenuta durante la
somministrazione del cibo. Appena Pavlov fu di ritorno si mise a
indagare il fenomeno: accendendo e spegnendo la luce, per avere
maggiori accertamenti, si rese conto che lo “stimolo luce” aveva

40

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


preso il posto dello “stimolo carne”. Questa breve storia ci porta
direttamente a ciò che ci interessa.

Quindi uno stimolo incondizionato (la salivazione) poteva


diventare condizionato dopo un certo numero di ripetizioni
dell’associazione Luce – Cibo – Salivazione.

SI (Stimolo Incondizionato “carne”)  RI (Risposta incondizionata “saliva”)


|
|
SC (Stimolo condizionato “luce”)  RC (Risposta condizionata “saliva”)

Gli scienziati studiano questo fenomeno da ormai un secolo e


sono tutti concordi nell’affermare che ogni stimolo è
condizionabile con un certo numero di associazioni stimolo-
risposta.

Torniamo alla pratica: quindi il passo successivo è associare


(condizionare) ai vari colori sensazioni e stati emotivi
particolari, creando in questo modo dei collegamenti, o sinestesie,
fra il colore e lo stato emotivo. Per sinestesia intendo: la fusione
di più sensi contemporaneamente, come quando guardi un bel

41

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


quadro e senti dentro di te delle piacevoli sensazioni. La sinestesia
è riconosciuta universalmente come la modalità principe della
creatività e del pensiero laterale.

Detto questo vediamo quali sensazioni vanno collegate ai diversi


colori che dovresti aver già imparato a visualizzare (anche solo
per brevi istanti).

ROSSO  RILASSAMENTO FISICO


Immagina davanti a te il colore rosso e contemporaneamente
inizia a rilassare il corpo e ogni piccolo muscolo.

Come già detto in precedenza è inutile cercare di prolungare


l’immagine, tenerla anche per qualche secondo mentre ci si rilassa
sarà sufficiente. Per incrementare il rilassamento fisico puoi
iniziare dalle parti più sensibili del corpo. Una delle modalità da
me preferite e iniziare dalle palpebre e rilassarle a tal punto da
avere difficoltà nel riaprirle. Se conosci un po’ di ipnosi d’oltre
oceano, ti sarai reso accorto che questa è una delle tecniche
induttive più efficaci inventate da D. Elman. Dopo puoi passare a
tutto il corpo, puoi immaginare un’onda di energia che attraversa

42

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


tutto il corpo, dalla punta dei piedi a quella dei capelli. Oppure
trovare la parte più rilassata del corpo ed espandere come un
onda a tutto il resto del corpo quella rilassante sensazione.

Passa in rassegna tutto il corpo: le palpebre, gli zigomi, le labbra,


il cuoio capelluto, i piedi, i polpacci, le gambe, l’addome, la pelvi,
lo stomaco, immagina di rilassare gli organi interni, le braccia, il
petto, il collo e tutto quello che riesci a rilassare. Durante le prime
sperimentazioni, non è importante che ti rilassi completamente e
profondamente, è più importante iniziare a prendere
dimestichezza con il rilassamento fisico in generale. Con la
pratica diverrà sempre più semplice.

Inizialmente non è semplice visualizzare il colore rosso in


contemporanea con la sensazione di rilassamento. Ti consiglio,
durante il rilassamento fisico, di richiamare spesso il colore in
modo da rendere più forte l’associazione. La sequenza delle
“parti” da rilassare non ha una grande importanza, anche se
personalmente preferisco partire dalle palpebre (ricordi Elman?).
Tuttavia una volta che hai letto tutta la parte sulla Fase
Meditativa, puoi già iniziare ad ascoltare il Rilassamento in

43

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Mp3 che ti chiarirà meglio come effettuare i vari passaggi.

ARANCIO  RILASSAMENTO EMOZIONALE


Adesso visualizza il colore arancio e osserva le tue emozioni che
si rilassano. Puoi immaginare dei palloncini di colore arancio che,
allontanandosi, portano via le tue emozioni negative e rendendo
leggere e piacevoli tutte le altre. Quello che piace fare a me è
visualizzare l’arancio che, ad ogni mia inspirazione, dallo
schermo finisce dentro il mio corpo riempiendomi di sensazioni
piacevoli… ed espirando, fuoriesce un fumo “nero” che
rappresenta le emozioni negative. A sua volta “il fumo” si
trasforma in palloncini arancio e vola via sempre più lontano
(anche questo di per sé è un ottimo esercizio di rilassamento).
Nota come le tue emozioni diventano più distese e rilassate a
mano a mano che visualizzi il colore arancio sullo schermo. Evita
di “intellettualizzare” quando fai il rilassamento delle emozioni.
La prima cosa che Ti viene in mente è quella giusta per te!

GIALLO  RILASSARE LA MENTE


Ora visualizza il colore giallo e rilassa la tua mente conscia. Senti
la tua mente fresca e riposata, puoi immaginare che la fronte sia

44

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


rinfrescata (fisicamente fresca); calma il tuo dialogo interno,
rendendo le parole che ti stai dicendo…mooorbideee e
riiiposaaanti…;-) e continua a visualizzare il colore giallo,
ricordando a te stesso che, ogni volta che visualizzerai il colore
giallo, la tua mente sarà 2 volte più fresca e riposata.

Puoi dirti frasi come: “la mia mente è sempre più riposata e fresca
e ogni respiro la mia mente si rilassa sempre di più”…utilizzando
un tono lento e caaalmooo… Nota i punti del tuo viso più freschi
e riposati ed espandi questa sensazione a tutta la fronte…e poi a
tutta la tua mente. Immagina che il tuo cervello possa sorridere.
Lascialo sorridere e immergiti completamente in questa
sensazione.

VERDE  LA PACE e/o LA GRATITUDINE


Adesso visualizza il colore verde…solitamente vedo un
bellissimo prato verde e ne sento suoni e profumi. Senti un
profondo senso di pace. Chiedi a te stesso: “di che cosa sono
grato? Per che cosa sono grato? E come mi fa sentire questa
sensazione?” e ringrazia qualsiasi sia il tuo credo religioso. La
gratitudine espansa nell’universo può favorire quella che viene

45

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


chiamata “Legge di Attrazione (LOA)”, ma questo è un altro
discorso. ;-) Puoi ringraziare per qualsiasi cosa: un oggetto, una
persona, il tuo copro o un evento particolare o, forse, per tutte
queste cose contemporaneamente. Se non ti viene ancora nulla in
mente, poniti semplicemente la domanda: “che cosa mi rende
completamente grato, a chi sono grato?”. (Più avanti vedremo il
potere delle domande e di come sono in grado di spostare la tua
attenzione verso gli obiettivi e le risorse che vuoi ottenere).

BLU  AMORE
Ora visualizza il colore blu e prova un profondo senso di amore.
Chi ami? Chi ti ama? E come ti fa sentire? Immergiti
completamente dentro questa sensazione. Quando riuscirai a
sentire la sensazione in modo distinto, falla girare dentro al tuo
corpo mentre visualizzi il colore blu (puoi farlo con tutte le
sensazioni che associ ai colori se farlo va bene per te). Esercitati a
sentire da dove parte la sensazione (fisicamente) e dove ha il suo
picco di forza e falla scorrere con più energia. Se sarai abile nel
farlo questo semplice espediente triplicherà l’effetto associativo
di ogni colore/sensazione. Personalmente immagino un oceano di
amore e non faccio altro che tuffarmici dentro. Ne sento la

46

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


sensazione e l’odore. Cerco di rivivere dentro di me le scene della
mia vita che più rappresentano l’amore, sino a farmi venire i
brividi. ;-)

INDACO  LA PASSIONE
Per intenderci l’indaco è il colore delle melanzane mature. ;-)
Alcune persone preferiscono visualizzare a questo livello
l’argento che è anche il colore presente nel Rilassamento Mp3.
Tu fai come ti viene più spontaneo, pur sapendo che il metodo
classico vuole l’indaco, evita di perderti in queste divagazioni,
scegline uno e prosegui con l’esercizio. L’indaco durante i
seminari di DM classica era identificato come la discesa interiore
e come inizio di “consapevolezza”. “Adesso visualizza
l’indaco/argento e senti, vedi e ascolta qualcosa o qualcuno che
ti appassiona e ti riempie di passione. Poniti le domanda: Chi
mi appassiona? Che cosa mi appassiona? E come mi fa sentire?
Muovi questa sensazione all’interno del tuo corpo dalla punta dei
piedi a quella dei capelli. Ricorda, ogni volta che visualizzerai il
colore indaco ti sentirai 2 volte più ricolmo di passione”
preparati a scendere nei tuoi livelli interiori. Hai sicuramente già
sperimentato una sensazione di passione nella tua vita. Evita di

47

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


cercare qualcosa di troppo complicato, se sei un super tifoso di
calcio, pensa alla tua squadra del cuore, e fai così per tutte le
sensazioni… ok?

VIOLA  LA FELICITÀ e L’ESTASI


Anche qui vale lo stesso discorso di prima, ci sono persone che
amano maggiormente visualizzare il colore oro, che rappresenta
l’ultimo strato dell’aurea, secondo Donna Eden. A te la scelta!
Funziona benissimo con entrambi. Nella DM classica il Viola è
associato al contatto con la propria interiorità. “Visualizza il
colore viola o oro e preparati a entrare in contatto con i livelli più
profondi di te stesso. Che cosa ti rende felice? Ti sei mai sentito
completamente e totalmente felice, anche senza motivo? Chi o
che cosa ti rende felice adesso? Immergiti completamente in
questa sensazione.”

SEGRETO n. 3: Condiziona la mente associando emozioni e


colori. Il potere delle associazioni.

I consigli che ti ho dato su ogni singolo colore, valgono per tutti i


colori. Non esiste il modo giusto, con la pratica ti renderai conto

48

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


che esiste il tuo modo. Ogni perplessità che arriva, portandoti a
pensare cose del tipo: “Starò facendo bene l’esercizio? Sono in
Alfa?” ti riporta velocemente allo stato beta. È il tuo emisfero
sinistro (quello razionale) che pone le perplessità, per questo
motivo è importante lasciarle andare e incorporarle, se è il caso,
nell’esercizio. Dopo 10 anni di pratica, anche a me capita che la
mente vaghi ma evito di preoccuparmene e proseguono
l’esercizio, affidandomi alla mia intelligenza superiore:
l’inconscio.

Proseguendo nella lettura e negli esercizi, ti renderai conto che,


molte volte, è un bene che la mente viaggi per conto proprio. Quel
viaggiare è una delle manifestazioni più interessanti del
Rilassamento.

LA SCALA
La scala è uno dei primi “oggetti” che ti chiederò di immaginare.
Inizierò a spiegarti cosa vedere, ma non come vedere (sentire
ecc.). Ti avevo detto che la DM è la più strutturata, ma ti ho
mentito, perché con l’esercizio potrai immaginare quello che
vuoi. In ogni rilassamento che si rispetti c’è un conto alla

49

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


rovescia. Ad esempio nell’addestramento al Metodo Silva si
inizia andando a livello attraverso un semplice conteggio al
contrario. Al termine della visualizzazione dei colori puoi contare
da 10 a 1 e ad ogni numero preparati ad essere ancora più rilassato
e ad entrare in contatto con la parte più profonda di te stesso. Puoi
immaginare di rilassarti un decimo a ogni numero.

Ti suggerisco di immaginare una scala, è comoda ed è comune


per ogni induzione e rilassamento che trovi qui. La scala puoi
vederla del colore, forma e tipologia che più ti piace. E ti
suggerisco di sentire fisicamente di scendere con le tue gambe,
come se stessi scendendo (o salendo) una rampa di scale. Senti la
discesa nei tuoi muscoli e contemporaneamente percepisci la
sensazione di entrare dentro di te. Come al solito il limite “è solo
la tua fantasia”. Se non ti piace la scala puoi immaginare un
ascensore o una mongolfiera, o qualsiasi altro mezzo di
trasporto.

Scandisci con il tuo dialogo interno ogni numero. E per ogni


“scalino” usa frasi del genere: “e sono sempre più rilassato…vado
sempre più giù…entro in contatto con me stesso…ecc…”. Più

50

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


avanti vedrai che cosa è il “dialogo interno” e come utilizzarlo al
meglio. Quando raggiungi l’ultimo gradino puoi immaginare
davanti a te una porta o un telo, che ti separa dalla tua Scena della
Natura.

LA SCENA DELLA NATURA


Finito il conteggio visualizza la tua “scena della natura” (SdN).
Prenditi un po’ di tempo per pensare alla scena della natura che
preferisci oppure a una “vacanza ideale” che vorresti fare o che
hai fatto. Puoi scegliere un qualsiasi luogo sulla terra, come ad
esempio la tua vasca da bagno. Se ti senti bene utilizza quella, in
generale trova il luogo che più Ti Attrae. Puoi renderlo ancora
più bello del reale, in qualsiasi modo ti venga in
mente…ESAGERA…il costo della vacanza è compreso nel
prezzo dell’eBook. ;-)

Una volta all’interno della Tua Scena Della Natura esplorala con
tutti i sensi. Fai un giro, cammina, osserva i colori e le sfumature
del paesaggio, ascolta i piacevoli suoni e rendili ancora più
rilassanti… e prova tutte le sensazioni presenti…senti la rilassante
temperatura che ti circonda e la posizione del tuo corpo

51

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


comodamente appoggiato… lasciati avvolgere completamente
dalle sensazioni e falle girare all’interno del tuo corpo.

L’ANCORAGGIO
In PNL si chiama “àncora” qualsiasi stimolo ambientale in grado
di rievocare una sensazione/risorsa. Esattamente come nella
descrizione del condizionamento, puoi innescare una qualche
sensazione/reazione volontariamente, “salvandola” (per usare un
linguaggio informatico) nel tuo organismo. Le ancore possono
essere installate attraverso tutti i sensi. Quindi possiamo avere
ancore auditive (ad esempio: la voce di vostra madre che dice il
vostro nome quando è arrabbiata), visive (ad esempio: un colore,
una persona, ecc.) oppure cinestesiche (es: una carezza, un
profumo o un gusto).

La semplice tecnica dell’ancoraggio è una delle applicazioni più


geniali della PNL. In questo esercizio ci serviremo di un
ancoraggio cinestesico (o fisico) unendo il pollice e l’indice,
esattamente come nelle rappresentazioni più comuni della
meditazione e come nel Metodo Silva Classico. L’obiettivo
principale di questa tecnica è quello di portare con se le

52

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


meravigliose sensazioni che hai vissuto e amplificato nella Tua
SdN. Durante l’esplorazione sensoriale dell’intera “vacanza
ideale” o SdN, appena raggiungi il picco delle sensazioni, unisci
il pollice e l’indice ed ancora lo Stato più piacevole e rilassante
che riesci a provare… adesso.

Svolgendo bene il processo potresti ritrovarti, già dopo le prime


ripetizioni, ad avere le stesse sensazioni/risorsa semplicemente
unendo le due dita. Per assicurarti che tutto funzioni bene, ripeti
tutto l’esercizio per almeno 10 volte e poi “testa l’ancora”; cioè
vedi se richiama le sensazioni al semplice tocco.

Questo è un semplice ma efficace suggerimento che, se utilizzato


nel “modo giusto”, può migliorare drasticamente la qualità della
Tua vita. Immagina quante nuove opportunità puoi ottenere se,
dopo esserti esercitato a dovere, puoi “gettare l’ancora” e quindi
ri-accedere a quelle sensazioni, dovunque e in un tempo sempre
più breve?

SEGRETO n. 4: Lanciare l’ancora: porta con te le


meravigliose sensazioni e rievoca le tue risorse unendo pollice

53

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


e indice.

LE AFFERMAZIONI
Quando il cervello è rilassato (cioè nei suoi livelli più profondi
alfa, tetha e delta) è maggiormente “permeabile” alle suggestioni
(stimolazioni) che gli “proponi”. A questo livello puoi (non è
necessario farlo all’inizio se ti distrae) darti delle suggestioni
verbali, ricordandoti di utilizzare il linguaggio giusto che qui
verrà sfiorato ma che sarà mostrato meglio nel capitolo dedicato
alle Abilità Avanzate.

Il termine “suggestione” non mi piace molto. Mantiene ancora


tanto di quel mondo “magico” che è proprio dell’ipnosi di altri
tempi. Preferisco parlare di “stimoli” (J. Zaig) che aiutano a fare
quel complesso lavoro di associazione e ri-associazione dei
contenuti e delle risorse presenti nel nostro inconscio.

L’esempio più famoso di suggestione nella DM è: “ogni giorno e


da ogni punto di vista, io miglioro, miglioro e miglioro”. Tuttavia
quando parlo di “affermazioni” NON intendo il ripetersi di una
frase tipo: “ sono figo… sono bello ecc.”; stile mantra come

54

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


insegnano in molti corsi di “pensiero positivo”, ma intendo un
vedersi e sentirsi “come se”, oltre che il ripetersi una frase.
Intendo una rappresentazione completa. La ripetizione della
frase farà partire in voi delle associazioni, è questa la cosa
importante, non la frase in sé. Quando ti proponi una
“stimolazione”, questa lavora al tuo interno. Più avanti imparerai i
Modelli linguistici della PNL che ti aiuteranno a parlare il
linguaggio analogico del tuo “inconscio” e a formulare
Affermazioni potentissime.

SEGRETO n. 5: Le Affermazioni più potenti sono quelle


sperimentate con tutti i sensi, vedendoti e sentendoti, come
fossi già al meglio.

LA RISALITA
A questo punto la prima fase del training di rilassamento è finito.
Tradizionalmente, per uscire dal rilassamento, si facevano vedere
tutti i colori al contrario ma, personalmente (e non sono l’unico)
preferisco fare un semplice conteggio e aprire gli occhi. Fai
esattamente quello che hai appreso nel paragrafo sulla “scala” ma
questa volta per ri-orientarti nella realtà. Se ti è possibile, utilizza

55

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


la stessa scala al contrario. E ad ogni numero inserisci suggestioni
come: “quando aprirò gli occhi sarò sempre più sveglio e
riposato... come dopo un lungo sonno ristoratore” e che “vedrò e
sentirò meglio…ecc.”. Come dice un mio caro amico “le
suggestioni sono gratuite”, quindi esagera e divertiti.

Qui termina il livello meditativo, la semplice meditazione farà


per te moltissime cose, senza togliere il fatto che passare 15
minuti al giorno nella propria vacanza ideale o SdN, vale già
oro. :-)

56

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RIEPILOGO GIORNO 2
 SEGRETO n. 1: Il potere della visualizzazione: l’abilità più
importante da apprendere è questa. La visualizzazione ti porta
automaticamente a livello.
 SEGRETO n. 2: Per entrare nello Stato Alfa basta chiudere gli occhi
e portare la nostra attenzione all’interno.
 SEGRETO n. 3: Condiziona la mente associando emozioni e colori.
Il potere delle associazioni.
 SEGRETO n. 4: Lanciare l’ancora: porta con te le meravigliose
sensazioni e rievoca le tue risorse unendo pollice ed indice.
 SEGRETO n. 5: Le Affermazioni più potenti sono quelle
sperimentate con tutti i sensi, vedendoti e sentendoti, come fossi già al
meglio.

57

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


GIORNO 3
LA DINAMICA MENTALE (STEP 2)

FASE CREATIVA
Hai imparato a conoscere e riconoscere il Tuo Stato? Una volta
“allenato” al raggiungimento del livello meditativo potrai iniziare
a seguire questo insieme di esercizi che ti porteranno alla
creazione e al richiamo delle Tue Risorse interiori, portandole
sempre con te. Svolgendo gli esercizi visti nello STEP 1, con un
po’ di esperienza sarai presto in grado di “rilassarti” e concederti
un rigenero psicofisico, velocemente e ovunque, anche saltando
qualche passaggio che, nella metodologia classica, sembra essere
obbligatorio.

SEGRETO n. 1: Lo scopo della DM non è solo il


rilassamento, ma anche la creazione e generazione di nuovi:
pensieri, comportamenti e abitudini produttivi.

L’esperienza mi ha sempre confermato l’assoluta soggettività del

58

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


metodo. Quindi affidati alle tue “sensazioni”, sperimenta e vedrai
che il tuo intuito, oltre a diventare via via più raffinato, ti
indicherà il modo migliore per te.

Se non hai ancora sperimentato il livello meditativo, ti consiglio


di farlo e al più presto. Sei chiaramente libero di proseguire con la
lettura e poi tornarci con calma, ma tieni a mente che tutte queste
tecniche vanno provate sulla propria pelle e nella sequenza che ti
ho suggerito. Non solo per avere dimestichezza ed esperienza, ma
soprattutto per ottenere una reale comprensione di come funziona
l’intero processo, che è completamente esperienziale.

“La ripetizione è la madre di tutte le abilità”


Tony Robbins

IL LABORATORIO MENTALE
Da quando esistono le forme di meditazione si ritrova la presenza
di Luoghi e Spazi Mentali come caverne, luoghi sicuri,
laboratori ecc. Nella DM si costruisce un laboratorio dove poter
iniziare a “sperimentare” le diverse abilità creative che si
sviluppano. Gli elementi classici che “dovrebbero” essere presenti

59

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


all’interno del nostro luogo sono:
 La struttura “fisica” del luogo: pareti e pavimenti del
colore, forma e dimensioni che preferisci. Con o senza finestre.
Puoi recuperare elementi dalla realtà, come un luogo familiare
che ti fa sentire bene. Esagera con i materiali e con i colori, fai in
modo che il solo entrarci sia un’esperienza grandiosa. Anche qui
offro io. ;-)
 L’arredamento: anche questo deve essere a tuo piacimento.
Puoi inserire, divani, poltrone, armadi, biblioteche, molto meglio
che mobili economici “fai-da-te”! ;-).
 Uno schermo: questo è molto importante ed è semplice
intuirne il perché. Fai in modo di avere uno schermo bello, di
qualsiasi forma e dimensione.
 Un orologio: bello grande e visibile. Potete decidere se a
lancette o digitale, oppure entrambi.
 Due poltrone per due assistenti: gli assistenti dovrebbero
essere di sesso opposto ed essere selezionati quando siete a
livello.

SEGRETO n. 2: Il Laboratorio. L’importanza di creare un


luogo e uno spazio all’interno di te stesso.

60

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Come avrai notato ho utilizzato molti condizionali nel descrivere
gli elementi che DOVREBBERO essere presenti all’interno del
tuo laboratorio. Questo perché negli anni mi sono reso conto di
quanto sia restrittivo delimitare gli spazi e le cose nella propria
mente. Quando entri nel “tuo luogo” ci saranno delle modifiche
spontanee.

Ricorda che la mente inconscia ha poco di “razionale” e nel


momento in cui crei un “ordine” questo viene scombussolato,
perché lei non sa che cosa è l’ordine. E visto che l’intento di
questo eBook è anche quello di migliorarti attraverso un contatto
con la tua parte più interiore, il modo migliore per “rispettarla” è
quello di affidarti al Tuo intuito.

La struttura del laboratorio è importante in base agli esercizi che


vuoi inserirci e che tra poco vediamo insieme dettagliatamente. Se
ami le strutture oppure se hai già costruito in passato il tuo
laboratorio, continua tranquillamente ad utilizzare quello che vuoi
e che ti “sembra più comodo e sicuro”. Ricorda che tutto ciò che
ti viene in mente e che percepisci a livello intuitivo è, molto
probabilmente, la cosa giusta per te, quindi “Do It!” ovvero:

61

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


falla!.

CREARE GLI OGGETTI


Ogni oggetto che utilizzi all’interno del laboratorio ti sarà utile
per il raggiungimento di singoli ed importanti obiettivi. Non
esistono oggetti standard. Ogni volta che ti viene in mente un
oggetto migliore e dopo averlo sperimentato ti piace, annotalo sul
tuo quadernino del rilassamento. Ah!, forse non te l’avevo
ancora detto ;-P, ma è importante tenere una sorta di Diario di
Bordo dove annotare i tuoi progressi.

Quindi sperimenta gli oggetti uno ad uno e scopri quali sono i


migliori per te. Alcuni di essi possono essere sfruttati in altri tipi
di rilassamento, e anche durante lo stato di veglia. Ricorda che gli
“oggetti nella tua mente” hanno una forte connotazione
metaforica, hanno un potere speciale che permette alla tua mente
di attribuire nuovi significati alle cose.

SEGERTO n. 3: Crea i tuoi oggetti. Costruisci mentalmente


gli oggetti che desideri avere nel tuo spazio personale. Non ci
sono limiti, solo la tua immaginazione.

62

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


L’OROLOGIO
È importante avere un bell’orologio, grande e visibile. Ricorda di
seguire l’istinto, come meglio riesci a visualizzarlo... ecco quello
è il tuo orologio! Come già detto la nostra mente inconscia
controlla i tuoi ritmi (circadiani e utradiani) con una estrema
precisione. È noto che tutti gli esseri viventi possiedono un
orologio biologico.

Ti è mai capitato di svegliarti qualche secondo prima che suoni la


sveglia? Ti è mai capitato di svegliarti nell’orario preciso che
avevi deciso? Ti è mai capitato di svegliarti esattamente qualche
secondo prima, magari quando avevi qualcosa di importante da
fare? Come ad esempio una gita o un esame?

Se con molta probabilità ti è già capitato uno di questi fenomeni,


significa che sei stato “osservatore” del Tuo “orologio interiore”.
La differenza fra quello che ti è accaduto in passato e quello che
imparerai tra poco è che, questa volta, lo farai intenzionalmente.

ESERCIZIO:
Rilassati e vai a livello…entra nel tuo laboratorio e visualizza

63

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


l’orologio. Adesso osserva che ora indica il tuo orologio?…prendi
le lancette (o i tastini in caso sia digitale) e posizionale sull’ora in
cui vuoi svegliarti. Guarda tutti i dettagli possibili del tuo
orologio: i colori, il materiale, la forma e tutto quello che ti salta
in mente.

A questo punto, visto che sono gratuite ;-), mettici un bello strato
di suggestioni come: “domani mattina mi sveglio alla tal ora,
fresco e riposato, pronto ad affrontare la mia giornata e carico di
energia…”.

Non smetterò mai di ripetere che: più volte ripeti l’esercizio e


migliori diventano le tue abilità nello svegliarti esattamente
all’ora prefissata e pieno di energia. Con la ripetizione creerai
nuove vie neurali che ti permetteranno di utilizzare (o meglio ri
apprendere) alcune delle abilità che nei secoli, a causa della
modernità, l’uomo ha perso. Secondo te, anche solo 150 anni fa,
la gente aveva la sveglia? O tutti potevano permettersi un gallo?
Oppure si svegliavano NATURAL-MENTE come stai imparando
anche tu adesso? ;-)

64

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Come per tutte le abilità che stai apprendendo, anche questa, può
essere personalizzata e migliorata per te stesso e per gli altri.
All’inizio ti consiglio di fare tutto il rilassamento, ma vedrai che
già dopo poco tempo sarai in grado di rilassarti velocemente
(magari unendo pollice e indice ;-) ) e di visualizzare il tuo
orologio, in modo veloce ed efficace.

Un utilizzo poco conosciuto dell’orologio è la possibilità di creare


delle “suggestioni post-ipnotiche”. In realtà, anche lo svegliarsi a
una certa ora è una forma di “suggestione post-ipnotica”. Adesso
puoi fare la stessa cosa con quello che vuoi. Crea un orologio
apposito per questa funzione (fai un altro orologio, magari da
polso) e fai in modo di poter scrivere su questo orologio che cosa
“ accadrà” allo scoccare di una data ora. Ad esempio: “posiziono
le lancette alle ore 14:00 dove sarò colpito da una tempesta di
idee riguardo a…”; oppure, in un caso di colloquio di lavoro: “a
questa ora scatena nel mio corpo un forte senso di sicurezza,
ecc.”. N.B. Questa applicazione è consigliata per chi ha già
esperienza. Se vuoi puoi sperimentarla lo stesso. Tuttavia evita di
demotivarti perché ci vuole molta esperienza prima di riuscire a
mettere in atto una suggestione ipnotica di questa portata.

65

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


LA DOCCIA
All’interno del tuo laboratorio (o fuori dove meglio immagini
istintivamente) puoi visualizzare una doccia. Una meravigliosa
doccia di luce.

Da secoli nelle varie metodologie meditative è stata presente una


“sorta” di doccia di luce. Oggi esistono migliaia di esperimenti
sui benefici della visualizzazione “della luce” soprattutto nel
campo delle malattie (per maggiori informazioni cerca gli
esperimenti dei coniugi Simonton, oppure contattami e leggi
attentamente la bibliografia).

Immagina la doccia della forma e dimensione che più ti piace.


Personalmente preferisco vedere un flusso di luce bianca o a volte
un disco di luce che scende lentamente sul mio corpo, dalla testa
ai piedi. Puoi dare ogni proprietà alla luce che ti attraversa:
rigenerativa, di pulizia energetica, di maggiore rilassamento o
energizzante. Mentre ti accingi a prepararti alla doccia, ti
consiglio di scegliere almeno un obiettivo e collegarlo ogni volta
ad una luce di colore differente. Questo puoi farlo anche in beta,
prima ancora di iniziare il rilassamento.

66

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Personalmente visualizzo una leva su cui ci sono le varie
alternative ed il mio inconscio mi suggerisce, volta per volta, i
colori che mi attraversano, ma solitamente è un bianco celestiale
. Mentre azioni la doccia rendi l’esperienza multisensoriale: di
che colore è? In che parte del corpo sento tutte queste sensazioni?
Ha un odore preciso? Aumenta tutte le sensazioni di benessere e
falle scorrere lungo tutto il tuo corpo… rendile frizzanti… e se
vuoi portare con te la sensazione… ancorala al pollice e
all’indice…

Con un po’ di pratica potrai fare questo esercizio tutte le volte che
vorrai, ovunque, anche sul posto di lavoro a occhi aperti,
allenando la tua “immaginazione sopita” apprenderai come
sviluppare quelle abilità che “dormono” dentro di te. Questi
esercizi non fanno altro che creare o recuperare i tuoi
stati/risorsa, accrescendo e formando nuove reti neurali e
allenando il sistema nervoso nella produzione di sostanze
chimiche benefiche…

“Come risorse dentro di me?” Tutte le sensazioni che provi nella


tua SdN sono frutto di sensazioni ricordate, ovvero che hai già

67

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


sperimentato (sia direttamente che nella tua mente). Quindi più
esperienze riesci a discriminare e più velocemente hai accesso alle
tue Risorse. Per essere più chiaro: non è tanto importante “quante
esperienze” hai avuto nella vita, è molto più importante che tu
riesca ad accedere ai diversi stati. Apprenderai così a
sperimentare anche gli altri.

Per sentirti “sicuro”, non hai bisogno di pensare all’ultimo salto


con il paracadute, ti basta pensare alla sicurezza provata durante
l’acquisto di un prodotto ;-) o a quando hai visto quella bellissima
ragazza (o ragazzo) e ti sei lanciato senza pensarci un secondo,
appunto con sicurezza.

GLI ASSISTENTI
Nella DM classica si fanno visualizzare due assistenti di sesso
diverso, questo è il principale motivo della visualizzazione delle
due poltrone o sedie. Queste due “entità” hanno lo scopo di
diventare vostre consigliere e “sarebbero” archetipi degli angeli.

Negli esercizi guidati, che forse avrai già provato, si racconta che
entrambe le figure dovrebbero prendere la parola in modo

68

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


automatico. L’esperienza mi ha insegnato che questo avviene
molto di rado e dopo molta confidenza con la tua mente
inconscia. Per questo motivo e per altri che non mi dilungherò nel
raccontare, negli anni ho trovato modi diversi è più efficaci di
agire. Per evitare di togliere a qualcuno “l’inebriante esperienza”
di avere i due assistenti, descriverò brevemente il metodo classico
per poi rimandarti al mio personale metodo. Ricorda che non
esistono tecniche per tutti, sei unico e tieniti stretto questo dono.

Vai a livello e accedi al laboratorio… ora visualizza davanti a te


due poltrone… guarda arrivare da sinistra una donna…
presentatati e lascia che scelga il posto in cui sedersi. Adesso
visualizza l’entrata da destra di una figura maschile… presentati e
lascia che si sieda… ora puoi iniziare a porre semplici domande…
su come si chiamano e da dove arrivano… lascia che sia la tua
mente inconscia a rispondere (la prima risposta positiva che ti
viene in mente è quella giusta… come sempre ;-)).

Sperimenta questo esercizio per una dozzina di volte e aspetta di


poter “dar vita” ai tuoi assistenti per poter porgli le domande più
disparate.

69

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Nella DM classica si dice di “conquistare” i propri angeli
attraverso gesti premurosi, come ad esempio portargli, di tanto in
tanto, una scatola di cioccolatini…a chi non piacciono i regali? ;-)

L’AUDITORIUM
Come ti ho già anticipato non utilizzo l’esercizio degli assistenti
per diverse motivazioni, ma tu sei liberissimo di farlo. Invece
degli assistenti mi piace visualizzare un “auditorium” nel quale
ho inserito tutte le persone, esistenti ed immaginate, che possono
aiutarmi nel risolvere problemi, avere nuove idee, riscoprire
risorse, trovare cose che ho smarrito, dare consigli ecc. Un mio
carissimo amico e collega preferisce chiamare questo luogo
l’oracolo, perché lui ha proprio questo nella propria mente, e tra
poco capirai il perché. Forse questo ti apparirà strano, ma devi
sapere che la mente contiene già tutte le risposte alle tue
domande. Questa conoscenza è molto antica.

Ti è mai capitato di avere la risposta sulla punta della lingua. E


magari smettere di pensarci per un po’, e improvvisamente ti
balena alla mente la risposta? Questo avviene poiché ogni volta
che ti fanno o ti fai delle domande, anche se coscientemente non

70

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


ci stai più pensando, un’altra parte di te è in costante lavoro.

Quindi attraverso le domande puoi indirizzare questo lavoro


nella direzione che più ti interessa. Per fare ciò è importante
utilizzare un linguaggio appropriato. La mente inconscia possiede
un proprio e particolare Linguaggio. Per questo motivo se le
rivolgi la domanda “sbagliata” ti darà la risposta sbagliata,
semplice no?

Eliminate i perché dalle vostre “domande a livello”.


Quando usi il “perché” la direzionalità che ottieni è troppo vaga
per il tuo inconscio. Utilizza il come nella formulazione della tua
domanda porgendola in positivo.

Immagina di chiederti: “perché non riesco ad ottenere X?” Quali


possibili risposte potrebbero scaturire da una simile domanda?
Be’, tutte risposte “depotenzianti” come: “perché sei un incapace
ecc.”. Per evitare questo l’antidoto migliore è quello della
“domanda positiva come”. Ad esempio: “Come posso ottenere
X?”. Credo che la differenza sia lampante. In questo modo non
dai scampo alla tua mente inconscia che dovrà, prima o poi darti

71

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


una BUONA risposta ;-).

A questo scopo, per mettere in moto la mente nella giusta


direzione, prenditi un po’ di tempo e scrivi alcune delle
risorse/risposte che vuoi ottenere in forma positiva con il
COME. Fallo qui adesso o sul tuo quadernino:

72

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Hai fatto l’esercizio? Fallo subito… è importante che alleni la tua
mente a fare questo tipo di domande. Se lo hai fatto complimenti
. Adesso ti mostro come svolgo il mio esercizio: “entra nei tuoi
livelli, visualizza il tuo laboratorio.

Adesso scegli un posto dove vuoi (personalmente ho un’altra


stanza) da adibire ad auditorium della forma e colore che
preferisci. Immagina di vedere persone importanti per te sedute
fra le fila o nel tavolo rotondo”.

Attorno al mio ci sono Einstein, Newton, Darwin, Leonardo,


Galileo, Erickson e persone ancora vive come, Bandler, La Valle,
Grinder, Hawking ecc.

Aggiungi una Lavagna. Adesso puoi visualizzare una lavagna a


tua scelta (a fogli mobili, classica, luminosa, quella di star trek ;-)
) e scrivi le domande a cui vuoi una risposta. Ricordati di essere il
più chiaro e preciso possibile, evita di aspettare la risposta. Se
la domanda è ben formulata il responso non tarderà ad arrivare
(ho stimato circa 72 ore per ottenere alcune risposte). Per una
buona sperimentazione ti consiglio di partire da qualcosa di

73

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


piccolo e verificabile. Ad esempio: “come posso avere una nuova
idea riguardo a quel progetto X?”.

Ricorda che le nozioni qui esposte non regolano solo la tua mente
inconscia, ma anche quella di chi ti sta accanto, quindi porre
domande come è sempre meglio di domande perché. Lo so è una
generalizzazione ma ti migliorerà la vita ;-). D’altronde la
saggezza popolare ha sempre detto: “una buona domanda
contiene già tutte le risposte”.

LO SCHERMO
Uno degli oggetti presenti nella DM classica, indispensabile
anche negli esercizi che hai visto sino ad ora, è uno schermo
mentale. È chiaro che tutto ciò che vedi, ascolti e provi con
l’“occhio della mente” si trova su di uno “schermo mentale”, ma
quello che stai per andare a “creare” è di tipo diverso. Questo
schermo si troverà all’interno del tuo laboratorio, se vuoi dentro
la stessa stanza dove si trovano tutte le altre cose. Ciò dipende da
come hai visualizzato il resto. Ricorda che, ogni volta che
immagini gli oggetti, questi potrebbero cambiare. Forse per
qualcuno resteranno gli stessi, o forse avranno piccoli

74

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


cambiamenti.

Comunque ti si manifesti la scena, l’importante è rendersi conto


che è giusta. Non esistono visualizzazioni giuste o sbagliate, ci
sono solo le tue visualizzazioni, che sono assolutamente uniche
come ogni persona lo è. Nei miei esercizi visualizzo un
meraviglioso schermo al plasma ultima generazione, posto
leggermente sopra il mio sguardo. Immaginalo bello grande ed
anche un po’ etereo. Negli esercizi successivi dovrai avvicinarlo e
allontanarlo, se lo fai bello grande ti limiterai a zoomare ;-). Nella
DM si raccomanda di porre lo sguardo a circa 15° di altezza,
poiché pare che questo semplice accorgimento aiuti il
raggiungimento dello Stato Alfa. Per visualizzare lo schermo non
serve una grande “immaginazione”, come per il resto, visto che
molti di noi si inebetiscono davanti alla tv per ore.

Entra nei tuoi livelli e nel laboratorio, visualizza uno schermo


della dimensione, grandezza e materiale che preferisci. Mentre sei
ancora in Beta (prima di rilassarti) scegli una scena piacevole,
reale o immaginata, considera qualcosa di semplice e positivo,
come la gioia che, forse, hai provato quando l’Italia è diventata

75

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


campione del mondo. Adesso inizia a farla ‘girare’ sullo schermo,
come se inserissi un DVD e ti stessi preparando a vedere un bel
film…e lasciala scorrere…”.

IL TELECOMANDO
Il telecomando, spesso tralasciato nei corsi classici è, nella mia
esperienza personale, uno strumento indispensabile per il tuo
laboratorio e per la tua crescita personale. Puoi visualizzare il
Telecomando che preferisci, ad esempio il mio telecomando è
direttamente connesso alle mani, come se avessi un guanto per la
realtà virtuale. E i comandi cambiano a seconda del giorno.
Qualche volta con l’indice alzo il volume e con il pollice avvicino
le immagini e altre volte è tutto diverso.

Il telecomando è uno strumento indispensabile per modificare


quelle che in PNL si chiamano sottomodalità (vedi capitolo
dedicato alle “Abilità Avanzate”).. Fai in modo che il tuo
Telecomando abbia tutte le funzioni, come quello dei DVD:
avanti, indietro, zoom, pausa, stop, taglia, incolla. ecc.

Prima di farlo a livello fermati un attimo e fai questo esercizio:

76

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


“visualizza davanti a te il tuo Schermo…adesso trova una scena
piacevole della tua vita (va bene quella che hai trovato
prima)…ora falla scorrere sullo schermo...Adesso divertiti ad
avvicinare e allontanare la scena, a rendere i colori più brillanti
fino a far diventare la tua scena decisamente più
piacevole/divertente/confortevole”. Anche se è una scena che
VEDI, rendi l’esperienza multisensoriale.

Oltre al suono, che viene fuori dal tuo super mega impianto dolby
sourround ( se non l’hai ancora creato fallo adesso), prova tutte le
sensazioni che ti provoca nel corpo ed aggiungi al tuo
telecomando una LEVA (o un pulsante) per aumentare e
diminuire le sensazioni cenestesiche.

I più esperti si saranno resi conto che questi “semplici” esercizi


così descritti sono la base del: rilassamento PNL; ipnosi e del
DHE, una delle ultime “trovate” di Richard Bandler, il genio co-
creatore della PNL…praticare per credere. ;-)

Attraverso il telecomando sei in grado di creare un vero e proprio


pannello di controllo dei tuoi stati interiori. Quando avrai preso

77

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


abbastanza dimestichezza con i tuoi rilassamenti ti accorgerai
della forza di questo strumento.

LA BOLLA DI ENERGIA
Questo esercizio può essere svolto sia all’interno della tua scena
della natura (SdN) che all’interno del tuo laboratorio in un
luogo apposito. Io, ad esempio, ho una specie di accumulatore di
energia. Quando sei all’interno della tua SdN e hai terminato la
tua esplorazione multisensoriale, puoi immaginare intorno a te
una Bolla di Energia. Puoi immaginarla come più ti piace,
grande o piccola, calda o fredda, del colore che più preferisci. La
Bolla di Energia può essere considerata come una
rappresentazione dell’Aurea. Di quella energia che, secondo
diverse credenze (compresa la religione cristiana con tanto di
aureola), ti circonda e caratterizza.

Adesso puoi immaginare che la tua bolla inizi ad attrarre l’energia


da tutto ciò che ti circonda. Puoi vedere dei fili di energia che si
collegano alla bolla e ti ricaricano. Puoi immaginare che le
dimensioni e caratteristiche (colore, forma e temperatura) della
bolla aumentino all’aumentare dell’energia in entrata. Quando ti

78

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


senti carico di energia, puoi vedere e sentire la bolla che si stringe
a te, e quando ti senti pronto, puoi ancorare le sensazioni
stringendo il pollice e l’indice.

Puoi visualizzare i “fili di energia” che ti collegano alla tua scena


della natura vedendo, ascoltando e sentendo le sensazioni che la
natura e l’Universo ti possono donare. Collega la tua Bolla di
energia a tutto ciò che può darti forza e risorse interiori. Potrebbe
essere anche una persona speciale, come ad esempio un tuo
mentore.

Questo è uno di quegli esercizi che preferisco fare da sveglio.


Come a tutti, mi capita di sentirmi scarico e allora aziono la mia
bolla di energia e immagino di ricaricarmi attraverso le cose che
ho attorno. È preferibile avere attorno una bella scena della
natura, piuttosto che uno squallido ufficio, anche se la forza è
dentro di te - giovane Jedi. ;-)

L’IMMAGINE DELL’IO
Nel 1960 un chirurgo estetico, Maxwel Maltz, scopre qualcosa
che sarà destinata ad avere un impatto eccezionale nella storia

79

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


dello sviluppo personale. Il medico si accorge che modificando
l’aspetto esteriore dei suoi clienti si modificava
contemporaneamente anche la loro personalità. Ad alcuni
l’operazione donava una presa di coscienza e una vita migliore,
mentre ad altri sembrava non accadere nulla, come se
l’operazione non fosse neanche stata eseguita.

Come mai? Maltz inizia a far sperimentare ai suoi clienti dei


semplici esercizi di visualizzazione. Il medico aveva intuito che
doveva esserci qualcosa di più della propria percezione corporea,
esisteva la prova empirica sotto i suoi occhi, dell’esistenza di
un’immagine del proprio IO. Attraverso le visualizzazioni
cercava di far prendere coscienza ai propri pazienti del loro corpo
e soprattutto della loro immagine personale. Si spinse, poi, sino
alla modificazione della propria immagine dell’io. Questo ha
avuto una forte ripercussione su tutti gli esercizi di
visualizzazione e sulle metodologie venute dopo, come ad
esempio: la PNL, il Training Autogeno e la DM. Bene ora
passiamo subito alla Pratica!

“Chiudi gli occhi, fai un bel respiro profondo e immagina di

80

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


iniziare a vedere te stesso davanti a te…come ti vedi? Ti vedi
come pensi di essere o cambia qualcosa?”

Adesso fermati e rispondi (se possibile sul tuo quadernino) a


queste domande:
1) Come ti vorresti vedere /percepire?
2) Di cosa avresti bisogno per migliorare quell’immagine?
3) Come ti vedi immaginandoti in una situazione in cui sei stato
al meglio?
4) Come ti vedresti se avessi già l’aspetto che vorresti vedere?
5) Come ti vedresti se avessi già tutte le caratteristiche che
desideri?
6) Cosa manca all’immagine che vedi per poter essere ancora
migliore?

Come ogni altro esercizio qui devi andare a Livello e costruire


un luogo fisico dove poter giocare con la Tua Nuova Immagine
dell’IO. Per farlo segui la sequenza standard: COLORI ->
Conteggio -> Scena della Natura -> Ancoraggio ->
Laboratorio -> costruisci un luogo in cui vedere la tua IdIO.

81

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Adesso devi “faticare”, ma vedrai che con la pratica ti basterà
contare per entrare in un “dignitoso” stato modificato di coscienza
 e costruire la tua IdIO. Quando hai costruito il luogo dove
vedere la tua IdIO vedi, ascolta e percepisci con tutti i sensi la
risposta alle domande 4, 5 e 6.

Puoi inserire nella tua IdIO tutto ciò che vuoi, potresti anche
immaginare di versare dentro il te stesso con un imbuto, dalla
testa, tutto quello che ti serve e che vuoi ottenere. Quando hai
finito questi passaggi, entra dentro il “nuovo” te stesso e
sperimenta con tutti i sensi le percezioni che ti dà.

In PNL esiste un grazioso esercizio per effettuare il modeling a


livello inconscio. Cioè su come “prendere” le caratteristiche che ti
interessano da altre persone che possiedono già quelle
caratteristiche. Ora ti mostro come puoi utilizzarlo con la tua
IdIO.

“Pensa ad una caratteristica che vorresti avere… adesso pensa a


una persona che conosci (meglio la conosci e meglio è) e
immaginala davanti a te mentre agisce come tu vorresti. Guarda

82

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


come si muove, l’espressione del viso, la sua postura, la
respirazione, il suo battito cardiaco, la velocità dei suoi
movimenti…quando hai un quadro chiaro… immagina di entrare
dentro quella persona…”. “Immagina, se vuoi, di indossarla
come se fosse un vestito di carnevale. Come se la persona fosse di
gomma. Puoi anche semplicemente immaginare di indossarne
solo la testa…”

Quando sei li dentro, muoviti e osserva le cose attraverso i suoi


occhi. Che cosa vedi, senti e percepisci di nuovo? Come si
muove, come respira, come è la tua postura in questo momento,
come ti guardano gli altri e che sensazioni provi?

Adesso, restando dentro il “modello”, osserva te stesso dai suoi


occhi. Come ti vedi? Che cosa pensa di te? Che cosa si dice nella
testa mentre ti guarda?

Prendi tutte queste caratteristiche ed entra dentro te stesso,


muovendoti e pensando ancora come il tuo modello. Guarda il
modello, come lo vedi? È cambiato qualcosa? Se non è cambiato
nulla…rientra nel modello…puoi entrare ed uscire dal modello

83

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


tutte le volte che vuoi. Datti sempre una bella occhiata e pensa…
Puoi tranquillamente farlo con tutti i modelli che vuoi… anche
con quelli della televisione, ma ricorda che il meglio lo ottieni
sempre dalle tue esperienze personali. Puoi spostare le sensazioni
quando passi da te all’altro… lanciando un’ancora. Evita di
utilizzare la stessa che usi per il rilassamento... le ancore, più sono
specifiche e meglio funzionano.

Tu puoi essere il modello di te stesso: nel senso che puoi


pensare a tutte le volte in cui ti sei sentito al meglio e vederti
come agivi in quel momento, entrare dentro te stesso e modellarti,
come hai già imparato a fare.

SEGRETO n. 4: L’Immagine dell’IO: una tecnica potentissima


per cambiare e migliorare le parti di te. Puoi usarla per
“copiare” (modellare) i tuoi modelli di successo.

L’INSONNIA
Questo è un esercizio troppo caro alla mia partner per poter essere
omesso dal questo eBook. Alcuni lo hanno paragonato alla “conta
delle pecore” ma io non sono affatto d’accordo. Se hai difficoltà

84

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


ad addormentarti, prima di andare a dormire, entra nei tuoi livelli
come ti risultata più facile. Adesso visualizza davanti a te una
lavagna o il tuo schermo. Immagina che appaia un bel numero
(anche molto grande, ma non esagerare), da lì osserva i numeri
che decrescono.

Se sei davanti ad una lavagna puoi cancellare ogni numero sino al


raggiungimento dello zero. Puoi immaginare di essere tu
fisicamente a cancellarli, oppure puoi vederli scorrere all’indietro,
come se stessi osservando un cronometro digitale. Ad ogni
numero aggiungi molte suggestioni rivolte al sonno. Alcuni
amano visualizzare la scritta DORMI contenuta all’interno del
conto alla rovescia.

Nel metodo classico si conta da 100 a 1, ma, come avrai intuito,


anche questo esercizio deve essere svolto nel completo rispetto
della tua soggettività. Quindi sperimenta e fammi sapere come è
andata.

L’ULTIMO ESAME
Mi sono imbattuto per caso nella Dinamica Mentale durante un

85

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


corso di apprendimento efficace al mio primo anno di Università
a Padova. E quando sono arrivato all’ultimo esame mi è accaduto
qualcosa di magico.

Puoi non credermi, ma questa è la storia. Il docente, un uomo


preciso e sintetico al punto che, all’esame, pretendeva risposte
lunghe al massimo 5 righe, voleva che sapessimo tutto a
memoria! Il pomeriggio antecedente al giorno dell’esame, sono
entrato nei miei Livelli come facevo (e faccio) tutti i giorni da lì a
4 anni ;-) e mi sono abbandonato ad una “pennichella”, mentre mi
trovavo nel mio Laboratorio. (Per inciso, infatti, se ti addormenti
non succede assolutamente nulla, ma lo vedremo meglio dopo).
Ho sognato, vividamente e realisticamente, ma soprattutto in un
modo estremamente dettagliato. Niente paura è normale che a
Livello accadano cose del genere…te ne accorgerai… Stavo
facendo l’esame e vedevo tutte le domande in modo sequenziale.
Quando mi sono svegliato, ho preso carta e penna ed ho trascritto
tutto il sogno, comprese le domande del compito.

Hai già capito dove voglio arrivare… il giorno seguente, le


domande dell’esame erano “quasi” le stesse del mio sogno. La

86

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


cosa più importante non era immaginare le domande, ma gli
argomenti. Gli argomenti del compito erano esattamente quelli del
sogno e nella stessa cronologia.

Probabilmente il mio inconscio aveva registrato gli argomenti più


importanti. Forse basandosi sul tono di voce e sui comportamenti
non verbali del docente, come è anche raccontato in aneddoto
riferito ad un alunno di M. Erickson. Oppure mi ero connesso a
qualcosa di superiore, quello che Jung chiamava inconscio
collettivo. La realtà poco m’importa, la cosa interessante e che,
come puoi immaginare, ho passato molto bene l’esame. ;-)

CONSIGLI PREZIOSI
A volte può capitare di avere pensieri che infastidiscono mentre
stai per rilassarti. Sei li che stai entrando piacevolmente nel tuo
stato e… “che cosa mangio sta sera”, arrivano pensieri inutili.
Esistono centinaia di metodi per limitare questi vagheggiamenti
della mente, una fra queste è quella di creare un bel contenitore
mentale dove gettare tutto. Un cassetto o un bidone della
spazzatura possono essere utili, ma tieni presente che, quando
apprendi come entrare nel Tuo Stato, i vagheggiamenti saranno

87

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


sempre presenti ma ti scivoleranno addosso.

Quindi prima di iniziare a rilassarsi, non appena avrai preso


dimestichezza con il percorso da seguire, ti consiglio due
pratiche:
1. Individuare un intento/obiettivo. Ti consiglio di scegliere un
qualcosa che ti da la direzione giusta. Il tuo obiettivo deve
darti la direzione. Quella di individuare l’obiettivo è una
pratica utile per ogni esercizio di sviluppo personale.
2. Creare una “spazzatura” in cui gettare quello che ti preoccupa,
immaginalo con ogni senso, fatti questa domanda: “Che cosa
ha di utile questa cosa?”. E immagina di prenderla e tenerla,
mentre gettati tutto il resto.

Altre perplessità di chi si accinge ad apprendere sono di carattere


logistico e pratico. Ti consiglio di dare un’occhiata alla lista che
segue: sono piccoli consigli utili che possono fare la differenza.

 Dove mi rilasso?
Dove vuoi! Quando avrai terminato il tuo training (si consigliano
21 giorni e/o 4 settimane per metodo) saprai rilassarti ovunque e

88

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


in brevissimo tempo.
 In che posizione mi metto?
Come vuoi! ;-) durante i primi giorni ti consiglio di NON
sdraiarti, per evitare di addormentarsi. Trova un posto comodo
dove poter stare tranquillo per una quindicina di minuti. Se
continui ad addormentarti, scegli una posizione leggermente
“scomoda” come ad esempio: a gambe incrociate, braccia
incrociate, ecc.
 Con quale frequenza praticare?
La “letteratura” dice di farlo due volte al giorno, al mattino e alla
sera. Per iniziare va bene anche solo una volta, la cosa importante
è che resti piacevole. Fai in modo che tua auto-disciplina NON
diventi una costrizione. Inoltre tieni a mente che M. Erickson
sconsigliava l’utilizzo sconsiderato della trance, insomma se hai
tempo per farti un pisolino perché sei stanco, e pratichi con una
certa frequenza, farti il sonnellino è meglio ;-) a meno che tu non
abbia una direzione precisa.
 Se mi “sveglio” improvvisamente cosa succede?
Assolutamente niente, le ricerche sono concordi nel confermarlo:
il peggio che ti può capitare e fare una lunga e riposante dormita
;-). Ricorda che la tua mente inconscia è molto più intelligente di

89

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


te e sa sempre come difenderti. Ma se vuoi un suggerimento che
ti faccia sentire meglio, durante la fase di preparazione (mentre
individui la direzione e visualizzi il bidone) puoi dirti: “il mio
inconscio sarà pronto a rispondere qualsiasi cosa accada…”.
 Per quanto tempo devo farlo?
Domanda interessante da affrontare da due punti di vista: ogni
singolo rilassamento NON ha un orario. All’inizio per comodità
basati, all’incirca, sulla lunghezza dell’Mp3, dopo poco
imparerai a capire i tuoi tempi personali, ognuno ha i suoi.
 Quanto tempo di pratica prima di vedere dei risultati?
Come ho accennato precedentemente ti consiglio di svolgere
l’esercizio TUTTI i giorni per almeno 21 giorni, l’ideale sarebbe
per una durata di 4 settimane.

SEGRETO n. 5: Segui questi consigli per ogni tipo di


rilassamento che ti capita di fare. A volte basta una semplice
informazione a cambiare tutto.

SCHEMA RIASSUNTIVO
Preparazione: Individuazione degli obiettivi e creazione di un
contenitore dove riporre le eventuali “preoccupazioni”.

90

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


ROSSO  RILASSAMENTO FISICO

ARANCIONE  RILASSAMENTO EMOZIONALE

GIALLO  RILASSA LA MENTE

VERDE  PACE e/o GRATITUDINE

BLU  AMORE

INDACO/ARGENTO  PASSIONE

VIOLA/ORO  FELICITA’ e ESTASI

SCALA 1 a 10

SCENA DELLA NATURA / VACANZA IDEALE

ANCORA

91

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


LABORATORIO

AFFERMAZIONI

RISALITA SCALETTA 1 a 10

92

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RIEPILOGO GIORNO 3:
 SEGRETO n. 1: Lo scopo della DM non è solo il rilassamento, ma
anche la creazione e generazione di nuovi: pensieri, comportamenti e
abitudini produttivi.
 SEGRETO n. 2: Il Laboratorio. L’importanza di creare un
luogo e uno spazio all’interno di te stesso.
 SEGRETO n. 3: Crea i tuoi oggetti. Costruisci mentalmente
gli oggetti che desideri avere nel tuo spazio personale. Non ci
sono limiti, solo la tua immaginazione.
 SEGRETO n. 4: L’Immagine dell’IO: una tecnica
potentissima per cambiare e migliorare le parti di te. Puoi usarla
per “copiare” (modellare) i tuoi modelli di successo.
 SEGRETO n. 5: Segui questi consigli per ogni tipo di
rilassamento che ti capita di fare. A volte basta una semplice
informazione a cambiare tutto.

93

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


GIORNO 4
RILASSARSI AD OCCHI APERTI

METODO 1: 5 – 4 – 3 – 2 – 1
Questa metodologia nasce dal “modellamento” di anni e anni di
saggezza sugli stati modificati di coscienza adattati al mondo
moderno. Il Modellamento è la base su cui è poggiata la PNL. Per
modellamento s’intende l’osservazione e la sistematizzazione di
qualcosa che vedi. Ricordi l’esempio del mio amico Michele, il
pizzaiolo? Osservandolo e annotando TUTTO quello che fa
potresti scrivere il Michele Model. Un’insieme di strategie che,
consciamente o inconsciamente, l’esperto mette in pratica.

Oggi è davvero difficile riuscire a trovare il tempo per rilassarsi in


assoluto silenzio e soprattutto con gli occhi chiusi. Quello che
stai per imparare ti permetterà di essere rilassato/a in qualsiasi
luogo e con gli occhi aperti, permettendoti così di integrare il
lavoro fatto a casa (magari attraverso la DM) con le tue attività
quotidiane. Questa metodologia arriva, come tutte le altre, dagli

94

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


studi sugli Stati Modificati di Coscienza di M. Erickson,
scopritore dell’Ipnosi Moderna, ne parla come tecnica che
utilizzava sua moglie Betty per auto-ipnotizzarsi e affidarsi al
proprio inconscio. Pare che la Signora Erickson stesse giornate
intere in trance, adempiendo comunque a tutti i suoi doveri.
Questo metodo è stato reso noto da Bandler e Grinder con il nome
di 5-4-3-2-1 nel libro “Ipnosi e Trasformazione” (Astrolabio). È
una delle tecniche base per apprendere il Milton Model (vedi
Abilità Avanzate) in modo creativo, allenandoti con te stesso. Se
conosci l’argomento hai già capito cosa voglio dirti, si tratta di
una risorsa preziosissima.

Quindi, per quanto ti possa apparire semplice come tecnica,


sperimenta! Se sei interessato ad utilizzare questa tecnica anche
su altre persone, le abilità che acquisirai con la pratica valgono
1000 volte un seminario dal vivo sull’argomento. Conosco
persone che nella vita viaggiano molto per lavoro: rappresentanti
e venditori. E da quando ho insegnato loro questa tecnica, hanno
radicalmente modificato la loro vita. Possono fermarsi in autogrill
e recuperare ore di sonno oppure, mentre sono in fila in banca,
possono accedere alle loro risorse interiori restando ad occhi

95

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


aperti. Insomma il limite resta sempre quello della tua
immaginazione.

SEGRETO n. 1: Non è necessario avere gli occhi chiusi per


accedere a Stati Efficaci. Ogni volta che porti la tua
attenzione su qualcosa, entri nel in uno Stato Modificato di
Coscienza.

STRUTTURA

PREPARAZIONE

RILASSAMENTO

RI-EPILOGO

Prima di mettere in pratica la tecnica in modo corretto è


necessario fare alcuni “esercizi linguistici” indispensabili per una

96

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


efficace gestione dello Stato. Il primo è basato sui Truismi. Si
tratta di una parola che deriva dall’inglese “true”, cioè “vero”.
Per turismo s’intende un’affermazione generale
indiscutibilmente vera, come ad esempio: “stai leggendo queste
parole e ti rilassi” ;-). “E ti rilassi” è una suggestione
(suggerimento) che trae la sua forza dal truismo precedente,
collegando qualcosa di assolutamente vero a qualcosa di
verosimile. Se conosci il ricalco guida della PNL sappi che questo
è un bellissimo esempio di ricalco-guida.

Esercizio 1 -TRUISMI e prime suggestioni di rilassamento:


1) Porta l’attenzione esterna all’interno, descrivi le cose che hai
attorno attraverso la tua vocina interiore. Non sai di avere una
vocina interna? Vuoi sentirla? Allora distogli l’attenzione dallo
schermo e stai 10 secondi in silenzio….ECCOLA l’hai sentita? ;-)
…era quella che diceva “ma che cosa sta dicendo ‘sto tipo…io
NON ho nessuna vocina interna ;-)”.
2) Porta la tua attenzione su 5 cose che vedi, 5 cose che ascolti e
5 cose che percepisci cinsestesicamente (tatto, olfatto e gusto).
3) Adesso, ripeti il punto 2 collegando a queste affermazioni
uno STATO INTERNO e quindi NON necessariamente vero, ad

97

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


es: “vedo lo schermo del Pc mentre osservo il colore dei caratteri,
ascolto i rumori esterni ed il rumore del mio respiro mentre noto il
calore dei vestiti sul mio corpo e la temperatura della stanza,
mentre mi rilasso sempre più’” (quando hai tempo SCRIVI 10
suggestioni interne, come: entro sempre più a contatto con me
stesso, ogni giorno e da ogni punto di vista ottengo ……).

Ripeti questo esercizio sino a farlo diventare semi-automatico.


Questo non sarà solo preparatorio ma ti aiuterà a sviluppare
diverse abilità che vedrai più avanti, come una spiccata acuità
sensoriale.

SEGRETO n. 2: Sviluppa la tua acuità sensoriale: impara a


discriminare e a descrivere attraverso i tuoi sensi.

Qualcuno potrebbe, facendo l’esercizio, rendersi conto di essere


più bravo a notare certe cose rispetto ad altre. Evitate di
scoraggiarvi, poiché in poco tempo sarete in grado di
padroneggiare tutto alla perfezione, perché lo facciamo dalla
nascita ;-). Una volta appresa l’abilità di NOTARE le cose che ti
circondano in VAKOG (modalità: Visiva, Auditiva, Kenestesica,

98

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Olfattiva e Gustativa) generando naturalmente dei truismi (frasi
vere, es: “stai guardando queste parole”) e a darti le prime
suggestioni puoi iniziare la fase di PREPARAZIONE.

Esercizio 2 - Una giusta preparazione e utilizzazione:


È importante fare con attenzione questi esercizi scrivendoli sul
tuo quadernino per dare una giusta direzione al tuo conscio che,
nei momenti di maggiore profondità avrà poco “potere”. Anche in
questo esercizio è importante prefiggersi un obiettivo in beta,
ancora prima di iniziare il rilassamento. La tua capacità di
“selezionare” un obiettivo e/o stato-risorsa è di fondamentale
importanza per la tua crescita. All’inizio può sembrare stupido,
ma ti accorgerai presto che ci si dimentica, spesso e volentieri, di
queste cose.

SEGRETO n. 3: Impara ad individuare le Tue Risorse


Interiori. Ogni volta che vai in cerca di risorse, le trovi. E più
ne individui e più diventi bravo nel farlo!

1) Scrivi 10 (o più) risorse che vuoi ottenere/richiamare con il


rilassamento (es: essere più tranquillo sul lavoro, avere più

99

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


motivazione, gestire meglio la clientela, prendere una decisione
importante, ecc.).

2) Scrivi 10 (o più) occasioni (contesti) in cui vorresti avere le


risorse che hai già scritto.

100

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


3) Scrivi 10 occasioni in cui hai avuto le risorse che hai scritto
prima (es: ci sarà stata sicuramente almeno una volta in cui ti sei
sentito forte, pieno di energia, rilassato, riposato, dove il tempo
è passato velocemente o lentamente, ecc.)

101

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


STRUTTURA COMPLETA

1) PREPARAZIONE
Prima di iniziare il rilassamento chiediti:
 che cosa voglio ottenere
 per quanto tempo (in base alla situazione)
 dire a sé stessi: “qualunque cosa accada, il mio inconscio mi
farà rispondere nel modo più giusto”

2) RILASSAMENTO
 TRUISMI: per approfondire lo stato di rilassamento. Ad
esempio: mentre vedo quella cosa e ascolto le persone che
parlano via via che noto la temperatura circostante, mi rilasso ed

102

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


entro in contatto con me stesso , o il mio inconscio, o il mio
istinto).
 INCORPORAZIONE: inserisci nei tuoi Truismi tutto ciò
che ti capita intorno. Questa fase è importantissima quando fai
questo esercizio in giro. Ad esempio: suona un cellulare e dici a
te stesso: “e mentre sento suonare quel cellulare mi rilasso
sempre di più”.
 SUGGESTIONI: per evocare e rievocare le tue risorse
interiori (“ogni giorno e da ogni punto di vista, io miglioro,
miglioro e miglioro”; “quando mi sveglierò sarò fresco e riposato
come dopo un lungo sonno ristoratore).
 DOMANDE COME: ad esempio: “come posso ottenere
questa risorsa?”; evita di preoccuparti, se la domanda è posta al
positivo e con il COME riceverai risposte più efficaci.
 Recupera le RISORSE che hai trascritto nell’area dedicata
alle risorse che hai avuto in passato.
 Lasciati CULLARE dalle sensazioni piacevoli che rievochi
dalle tue RISORSE. A volte questo lato (l’attivazione delle
proprie risorse interiori) è sottovalutato da chi è alle prime armi,
con un po’ di applicazione sarai in grado di gestire quasi
automaticamente l’intero rilassamento. Quando attiverai le tue

103

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


risorse interiori, formate dalle tue esperienze, vissute o
immaginate, esse ti guideranno per mano. Il tuo inconscio sarà in
grado, seguendo le tue emozioni, di utilizzare le parti “più
importanti” delle tue risorse.

RIEPILOGO METODO 1
 Prepararsi al ritorno dicendo e chiedendo all’inconscio se
può “prendere nota” di tutti i benefici ricevuti dal rilassamento,
riepilogando quanto appreso.
 Poi, se ne hai il tempo, puoi contare da 1 a 10 o da 10 a 1
(non è importante) per poi riprendere le tue attività quotidiane.
Durante il conteggio, ti consiglio di arricchire ogni numero con
suggestioni, sia di riepilogo che di benessere generale. Ad
esempio: “1…porto con me tutto quello che ho appreso (non hai
bisogno di sapere se hai appreso o meno,.se si potesse sapere non
sarebbe inconscio ;-)). 2 …mi sveglio fresco e riposato…3…ogni
giorno la mia X (quello che vuoi) migliora…migliora e migliora.
 Quando il processo diventa “automatico” è bene evitare di
analizzare le immagini e le associazioni avvenute durante il
rilassamento. Gli studi sull’ipnoterapia moderna sconsigliano di
dare un immediato significato alle immagini spontanee del

104

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


cliente.

METODO 2: RILASSAMENTO IN & OUT


Se sei stato particolarmente attento forse ti sarai accorto che la
maggior parte delle tecniche qui descritte non fanno altro che
portare gradualmente la tua attenzione verso l’interno di te
stesso. Nonostante ciò esistono diverse ricerche che affermano
che tali stati modificati di coscienza si possano ottenere anche
facendo il processo inverso, cioè ponendo l’ attenzione “al di
fuori”.

Gli sportivi, in modo particolare, sono bravissimi nel costruire


questi stati. Hai mai osservato un atleta poco prima di cimentarsi
nel salto in alto? Sono assolutamente concentrati al di fuori, verso
il loro obiettivo. Hai mai provato a fare il salto ad ostacoli? Se
non sei un professionista, cosa succede? Arrivi di corsa verso
l’ostacolo, poi la tua vocina interna ti dice “ehi guarda dove
vai”… tu guardi l’ostacolo e rallenti o inciampi.

Questo succede per due motivi: il primo è che non sei focalizzato
sull’obiettivo finale, il traguardo; il secondo, derivante in parte

105

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


dal primo, è che sei dentro la tua testa a crearti problemi inutili ;-).
Ovviamente “dentro e fuori” è una semplificazione, sono solo
estremi di una scala convenzionale, non è possibile né essere
“completamente dentro”, né “completamente fuori”. Ma per molti
eventi della vita è meglio stare più da una parte che dall’altra.
L’esempio più eclatante e la guida dell’automobile: sei
completamente rilassato alla guida della tua auto, e stai
compiendo mille azioni diverse che il tuo conscio non potrebbe
mai controllare simultaneamente. Questo è un ottimo momento
per essere “fuori” ;-).

In realtà già attraverso lo schema 5-4-3-2-1 hai visto un ottima


modalità per “trasportare” la tua attenzione da dentro a fuori e
poi da fuori a dentro. Forse ti sei già accorto della duttilità della
metafora dentro e fuori ;-).

Gli Hawaiani hanno inventato una modalità “fuori” molto


semplice e potente che chiamano “Hakalau”. Questa pratica
“meditativa”, al confine fra religione ed esoterismo antico, è
chiamata “Huna”. Non mi dilungherò nella descrizione dello
Huna, che come tecnica di sviluppo personale meriterebbe un

106

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


testo a parte. Per maggiori informazioni ti invito caldamente ad
iscriverti alla mia lista di discussione.

SEGRETO n. 4: L’Hakalau è la tecnica più potente utilizzata


dalla religione Huna per alterare il Tuo Stato di coscienza
verso l’esterno.

Ora è tempo di praticare…

LA TECNICA IN 5 PASSI
 Primo passo
Con gli occhi aperti metti un dito a circa 40 cm dal tuo sguardo.
Adesso focalizza con lo sguardo un punto sul dito per qualche
secondo. Adesso, mentre mantieni l’attenzione sul dito o su di un
punto del dito (evitando di vederlo sdoppiato), se è possibile a
voce alta, nomina tutti gli oggetti che con la visione periferica
riesci a “vedere” nel tuo campo visivo. Ti consiglio di iniziare con
le cose che si trovano a destra e a sinistra del tuo campo visivo.
La parte periferica dell’occhio ha delle straordinarie capacità è, ad
esempio, molto più sensibile ai movimenti ed in realtà vede anche
più distante. Se non mi credi fai questa prova: in una bella serata

107

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


estiva, vai a guardare le stelle e noterai che le più piccole le vedi
prima con la parte periferica del tuo sguardo e solo dopo le metti a
fuoco.
 Secondo passo
Riposiziona il dito davanti agli occhi, sempre ad una distanza pari
quasi all’estensione di tutto il braccio, ma questa volta mettilo
leggermente sopra gli occhi, più o meno ad una quindicina di
gradi rispetto al tuo sguardo. Ricordi che anche nella DM c’è il
suggerimento di porre gli occhi in questa posizione? Bene,
sempre a voce alta, nomina tutti gli oggetti che si trovano al di
sopra e al di sotto del tuo campo visivo periferico. Immagina che
ogni “presa di coscienza periferica” si espanda come un’onda
provocata da un sasso lanciato nell’acqua e ad ogni onda espandi
la tua visione, in modo concentrico e sferico.
 Terzo passo
Ripeti lo stesso esercizio senza il dito, trovando semplicemente un
punto fisso sul muro o ovunque tu sia, leggermente sopra la linea
dello sguardo. Presto non avrai neanche bisogno del punto, ti sarà
utile solo in una prima fase di concentrazione. Questa volta
nomina mentalmente gli oggetti di cui sei cosciente utilizzando
chiaramente la tua vocina interna. Fallo in tutte le direzioni: in

108

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


alto, in basso, a destra e a sinistra. Espandi continuamente la tua
visione/percezione come il sasso nell’acqua. Esegui più volte
questo esercizio, portando il più possibile l’attenzione verso
l’esterno.
 Quarto passo
Adesso che hai imparato come “trasportare” l’attenzione fuori, in
alto, in basso, a destra e a sinistra, fai in modo di avere brevi
prese di coscienza globali di tutto lo spazio visivo/percettivo.
Puoi anche, con un po’ di esercizio, espandere la coscienza sino
alle tue spalle. Puoi immaginare che la presa di coscienza si
espanda come una bolla che ti circonda. Puoi anche dare un
colore all’onda e alla bolla che ti circonda. Se ami le
rappresentazioni energetiche, puoi immaginare di espandere la tua
aurea. Il colore lo puoi scegliere in base alla sensazione che
questo ti da, sensazione che magari hai imparato a riconoscere
attraverso la DM.
 Quinto passo
Torna ai “passi precedenti”, svolgi l’esercizio con tutti i tuoi
sensi. Con un po’ di “immaginazione” potrai velocemente notare
come espandere tutti i sensi, in tutte le direzioni. Farlo potrebbe
darti delle piacevolissime emozioni. Prima di insegnare

109

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


efficacemente questa tecnica nei corsi dal vivo, l’ho sperimentata
da solo e l’ho insegnata alla mia ragazza, che è stata per anni la
mia cavia ;-). Dopo poco tempo ha iniziato a raccontarmi tutti i
momenti della quotidianità dove, inconsciamente, entrava
normalmente in quello stato. Mi ha raccontato di entrare in questo
stato ogni volta che era allo specchio a prepararsi per uscire,
soprattutto quando doveva fare movimenti fini, come ad esempio
mettersi gli orecchini.

Come al solito, non c’è nulla di nuovo sotto questo cielo, se non il
dimenticato. Anche tu, svolgendo con pazienza gli esercizi ti
renderai velocemente conto di quante volte entri ed esci da questo
stato di “tutto fuori” durante la giornata.

Avvertenze: capita di rado che alcune persone siano suscettibili a


questo esercizio. Il fatto di “uscire da se stessi” potrebbe
procurare un po’ di ansia. Se dovesse capitare, rilassati, fai un bel
respiro e svolgi l’esercizio con molta calma. Non ci sono
assolutamente controindicazioni. Oltre ad imparare una
potentissima tecnica che puoi utilizzare ovunque, grazie
all’esercizio espanderai le tue percezioni e la tua coscienza,

110

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


diventando, in breve tempo, agile nel notare le cose che ti
accadono attorno. E potrai così avere la concentrazione e i tempi
di un maestro di arti marziali che vede letteralmente il suo
avversario agire al rallentatore.

SEGERTO n. 5: Imparare la differenza fra “in & out” ti


permette di capire come funziona il tuo Tempo Mentale.

In generale portare l’attenzione all’interno velocizza il tempo,


mentre porre l’attenzione fuori lo rallenta. Ma queste sono solo
indicazioni di massima . Se vuoi saperne qualcosa di più sulla
distorsione temporale troverai testi molto interessanti in
bibliografia. Solitamente lascio questa parte dell’apprendimento
ai corsi dal vivo, essendo estremamente soggettiva e
impegnativa. Anche questa volta t’invito ad entrare nella lista di
discussione di Psicologia NeuroLinguistica, dove troverai le
risposte alle tue domande.

111

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RIEPILOGO GIORNO 4
 SEGRETO n. 1: Non è necessario avere gli occhi chiusi per
accedere a Stati Efficaci. Ogni volta che porti la tua attenzione su
qualcosa, entri nel in uno Stato Modificato di Coscienza.
 SEGRETO n. 2: Sviluppa la tua acuità sensoriale: impara a
discriminare e a descrivere attraverso i tuoi sensi.
 SEGRETO n. 3: Impara ad individuare le Tue Risorse
Interiori. Ogni volta che vai in cerca di risorse, le trovi. E più ne
individui e più diventi bravo nel farlo!
 SEGRETO n. 4: L’Hakalau è la tecnica più potente utilizzata
dalla religione Huna per alterare il Tuo Stato di coscienza verso
l’esterno.
 SEGERTO n. 5: Imparare la differenza fra “in & out” ti
permette di capire come funziona il tuo Tempo Mentale.

112

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


GIORNO 5
COME AUMENTARE IL TUO Q.I.

IL FLUSSO DI COSCIENZA
Le ricerche degli ultimi anni hanno provato che il cervello
immagazzina quotidianamente una mole enorme d’informazioni.
Durante lo svolgimento delle nostre comuni attività giornaliere
esso ci rimanda continuamente una serie molto grande
d’informazioni. Immagina semplicemente il comportamento di
scelta del vestiario quotidiano, apparentemente una scelta banale,
ma così non è.

Per studiare i meccanismi mentali gli scienziati moderni


paragonano la nostra mente ad un computer (per gli addetti ai
lavori: non stiamo parlando della obsoleta H.I.P. ma della teoria
delle moderne reti neurali). Se tu fossi un programmatore (e
magari lo sei) e dovessi inserire tutte le informazioni necessarie a
svolgere una semplice scelta, come quella di “quale vestito
indossare”, ti renderesti subito conto della mole di bit (unità

113

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


informatica elementare dell’informazione) che dovresti filtrare ed
elaborare. Matematici e scienziati del calibro di John von Neuman
hanno calcolato che la nostra mente (inconscia) può
immagazzinare più di 280 quintilioni –
280.000.000.000.000.000.000 – di bit di memoria e molti altri
colleghi ritengono questa cifra fin troppo cauta. Ognuno di noi
possiede una macchina in grado di svolgere operazioni
complicatissime e di generare le stesse idee di qualsiasi altro
genio sulla terra.

Ma perché questo non avviene? Perché, avendo a disposizione le


stesse capacità di “calcolo” di un genio, non tutti sono geniali?

Win Wenger ha cercato di dare una risposta a questa domanda.


Win Wenger lavora da anni nel campo del miglioramento
personale e dell’apprendimento efficace. È noto da molti anni che
la mente viaggia secondo un “principio di parsimonia” o
economia cognitiva: davanti ad un compito cerca costantemente il
metodo più rapido, efficace ed economico per risolverlo. Queste
scorciatoie cognitive attivate dalla nostra mente sono dettate da
diversi meccanismi di ritenzione selettiva dell’informazione (la

114

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


mente seleziona intorno a sé solo ciò che gli è utile, scartando
tutte le altre possibilità).

Oggi le neuroscienze hanno messo in luce come modelli di


pensiero “stereotipati” sono caratterizzati da veri e propri circuiti
prestabiliti dalla mente. Il nostro cervello è costituito da neuroni,
le cellule che costituiscono il tessuto nervoso. A differenza delle
altre cellule dell’organismo umano, i neuroni comunicano fra di
essi attraverso dei filamenti (dendriti o assoni) che li connettono
fisicamente. Ogni nuovo apprendimento comporta una
modificazione chimico-fisica di tali connessioni. Questi “fili” si
muovono fisicamente a creare reti neurali sempre più fitte.

Gli ultimi studi sulle reti neurali e sull’intelligenza dimostrano


che il Q.I. è determinato non tanto dalla quantità di neuroni a
disposizione (tra l’altro in continuo decadimento dopo i 20 anni),
ma dal numero di interconnessioni tra neuroni. L’efficacia di
tali reti associative agisce secondo un principio semplicissimo: se
non li usi li perdi. Quindi se non rinforzi i legami associativi fra
i neuroni essi perdono “smalto”. Si comportano come dei sentirei
di campagna, più gente ci passa e più è visibile il sentiero (nota

115

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


per gli addetti ai lavori: non intendo assolutamente la legge della
“profondità del solco”). Forse a sentir parlare di Q.I. ti stai già
immaginando con in mano i vecchi libri di scuola, ma stai
tranquillo, questo è ciò che si credeva, parlando di intelligenza
sino all’avvento della meravigliosa tecnica che ti mostrerò tra
poco.

Win Wenger è un convinto sostenitore della genialità innata in


ogni essere umano, studiando tali meccanismi per incrementare,
ciò che lui chiama “intuito” si è imbattuto in qualcosa di più
grande. La teoria è semplicissima: i pensieri non possono essere
delle semplici parole (cioè la tua vocina interiore), ma sono un
flusso enorme d’immagini, suoni e sensazioni che arrivano
continuamente alla mente.

SEGRETO n. 1: Esiste un flusso d’immagini ininterrotto di


cui puoi diventare sempre più cosciente.

Purtroppo i meccanismi di economia cognitiva (ed altri fattori)


impediscono normalmente una totale “presa di coscienza”,
altrimenti sarebbe il caos. Immagina se in questo momento, oltre

116

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


ad essere attento alle parole che stai leggendo dovessi,
coscientemente, monitorare: la tua pressione sistolica, il tuo
battito cardiaco, la temperature del tuo orecchio sinistro ecc. ;-).

Wanger ha elaborato una tecnica che permettesse alle persone di


avere maggiore coscienza di tale “flusso di immagini” per poter
ricevere delle risposte dal proprio inconscio e non solo. La riprova
empirica avviene durante una bizzarra collaborazione con un
professore di fisica della Southwest State University di Marshall,
nel Minnesota, Charles P. Reinart. Il ricercatore chiese a 79 dei
suoi studenti di prendere parte ad un test sulle tecniche di
apprendimento veloce. Durante il trimestre invernale del 1988,
alcuni studenti accettarono d’imparare il metodo Whimbey, un
programma standard che utilizza problemi verbali per costruire
abilità analitiche. Altri studenti avrebbero provato il nuovo
metodo.

Reinert sottopose ogni studente ad un test d’intelligenza prima e


dopo il corso. I risultati si dimostrarono stupefacenti. Gli studenti
che avevano appreso il metodo Whimbey ebbero un punteggio di
circa 0.4 punti di Q.I. per 1 ora di pratica. Mentre quelli che

117

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


avevano praticato “il flusso di coscienza” guadagnarono
l’incredibile cifra di 0.9 punti, equivalenti ad un punto di Q.I. per
ogni 80 minuti di pratica!

Ma da che deriva questo esorbitante incremento? Lo psicologo


Donald Hebb scoprì, negli anni Quaranta, che quando due
neuroni adiacenti cominciano a lanciarsi regolarmente segnali, si
verificano dei cambiamenti neurochimici in entrambe le cellule
che rendono molto più “facilitate” le interazioni tra loro,
penalizzando quelle con altri neuroni NON coinvolti
nell’apprendimento della stessa attività. Allo stesso modo
applicare l’esercizio del Flusso di Coscienza crea quello che Win
Wenger ha definito Pole-Bridging, cioè l’unione delle maggiori
aree del cervello contemporaneamente.

SEGRETO n. 2: Il cervello non distingue qualcosa di


vividamente immaginato da qualcosa di realmente
sperimentato.

Questo è stato provato anche ad analisi della TAC, evidenziando


come la visualizzazione aziona le stesse aree del cervello che

118

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


dovrebbero essere attivate se quella attività si stesse eseguendo
realmente.

Un’altra scoperta scientifica dei nostri ultimi anni deriva dalle


scoperte sulla “lateralizzazione emisferica”: il nostro cervello è
diviso in due emisferi, i quali hanno differenze funzionali ed
anatomiche notevoli. Ripetendomi: l’emisfero sinistro (detto
anche dominante nei destrimani) è quello deputato alla
“razionalità”, al linguaggio e ai calcoli matematici. Mentre
l’emisfero destro è quello emozionale, deputato all’elaborazione
delle immagini, del ritmo e della musica. Nonostante tale
suddivisione non sia così netta come molti dicono, l’importante è
sapere che, attraverso il flusso d’immagini, puoi riequilibrare e
sincronizzare i due emisferi (obiettivo sperato dalla gran parte
delle tecniche meditative oggi in voga).

SEGRETO n. 3: Possediamo due emisferi cerebrali che si


comportano in modi diversi. Attraverso il Flusso d’immagini
puoi riequlibrarli e “metterli d’accordo”.

Riassumendo: abbiamo detto che l’intelligenza (e l’intuito) è la

119

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


risultante dei collegamenti che avvengono fra i nostri neuroni. Più
tali collegamenti concettuali sono stretti fra loro nel tempo
(spesso), più diventa semplice richiamare alla mente le proprie
risorse interiori. Tale efficienza è determinata anche
dall’equilibrio esistente fra i due emisferi.

Visualizzando il tuo flusso di coscienza attraverso tutti i sensi


puoi attivare contemporaneamente più “zone” del cervello.
Questo utilizzo “più globale” crea dei collegamenti più forti fra le
varie aree.

LA PRATICA: AUMENTARE IL Q.I.


La tecnica è davvero molto semplice da applicare, necessita solo
di un luogo dove farlo. Evita di farlo in giro perché potrebbero
chiamare l’ospedale psichiatrico ;-). Ricorda sempre che l’unico
modo di scoprire tutti i vantaggi di questo esercizio (come gli
altri) è farlo con costanza.

1) Chiudi gli occhi ed inizia a descrivere le immagini che vedi a


voce alta. Inizialmente non è importante che le immagini siano
del tutto spontanee, puoi modificarle con la fantasia ma vedrai

120

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


che dopo poco esercizio arriveranno da sé come un fiume e
diventerà sempre più difficile seguirle. Descrivile ad un
registratore o ad una persona (guardando lo schema sotto capirai
il perché).
2) Nella tua descrizione usa tutti i sensi. Se vedi una montagna
ricoperta di neve, ad esempio, non descriverne solo l’aspetto
visivo. Descrivine il gusto, la consistenza, il profumo, il suono
del vento che soffia sulla cima ecc.
3) Esprimi le tue descrizioni al tempo presente.
4) Questo esercizio non ha una “chiusura”, ma si raccomanda di
svolgerlo per almeno 21 giorni per una durata di 10 minuti al
giorno.
5) Attenzione: ci sono persone talmente sensibili all’effetto di
questo esercizio da avere dei “giramenti di testa”. Ogni volta che
ciò accade, fermati un secondo e fai un bel respiro e dopo aver
bevuto un po’ d’acqua puoi riprendere l’esercizio. Solitamente
ciò avviene per due motivi: non sei abituato a visualizzare, e ciò
in alcune persone porta un afflusso di sangue in aree del cervello
non abituate, oppure (e questo è ciò che dal vivo capita più
spesso) avviene che le persone portatrici di dubbi e pregiudizi
abbiano talmente tanta paura dell’effetto “quasi magico” che

121

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


provoca il primo flusso di coscienza che si raggiunge, da auto-
sabotarsi.

COME FUNZIONA?

Descrivendo una percezione o un’osservazione a voce alta a


qualcosa di esterno, come un registratore o una persona, si
portano all’attenzione conscia “pezzi sempre più ampi di pensiero
inconscio” che in seguito forniscono un feedback alla tua
consapevolezza, auto-rinforzando l’intero processo. Ogni parola
udita funziona sia come feedback che come nuovo stimolo.

122

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


SEGRETO n. 4: Registrandoti puoi analizzare il significato di
quello che dici traendone preziose intuizioni e idee. Puoi fare
un vero e proprio brain storming con te stesso ;-).

Quando si svolge l’esercizio è importante ricordarsi, soprattutto,


di parlare ad alta voce. Spesso clienti un po’ sbadati raccontano di
farlo con il loro dialogo interno e, semplicemente, di
addormentarsi. Questo è ancora più lampante per chi conosce i
meccanismi del sonno.

Differentemente dagli altri esercizi, in questo, non è importante la


“persistenza dell’immagine”, cioè evitare che la mente vaghi per i
fatti suoi mentre ci concentriamo su di un oggetto o su di una
immagine mentale poiché la cosa importante qui è proprio
“vagare”, descrivendo ciò che ci balena alla mente mentre
vaghiamo. Inizialmente appellati alla tua immaginazione e solo
successivamente arriveranno le immagini spontanee, tutte in una
volta . Sarà addirittura difficile seguirle.

SEGRETO n. 5: Inizialmente, mescola l’immaginare


volontariamente con le immagini spontanee. Aumenta le tue

123

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


descrizioni.

Tuttavia, fra le altre cose, questo esercizio è ideale per chi non ha
dimestichezza con visualizzazione, perché l’allena attraverso la
descrizione. La mia attività principale è quella di psicologo. Molti
che svolgono il mio mestiere o che semplicemente sono alla
prime armi cercano delle metodologie per allenare: la loro abilità
nel fare le induzioni. Nel tempo mi sono accorto che attraverso
questa tecnica puoi esercitarti nell’utilizzo del Milton Model, non
solo a livello verbale ma anche non verbale, allenando le
intonazioni della voce.

Quando descrivi il tuo flusso di immagini, utilizzando tutti i sensi,


puoi passare dalla struttura profonda alla struttura superficiale
inserendo moltissime suggestioni. Ma questo è argomento del
capitolo dedicato alle Abilità Avanzate.

124

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RIEPILOGO GIORNO 5
 SEGRETO n. 1: Esiste un flusso d’immagini ininterrotto di
cui puoi diventare sempre più cosciente.
 SEGRETO n. 2: Il cervello non distingue qualcosa di
vividamente immaginato da qualcosa di realmente sperimentato.
 SEGRETO n. 3: Possediamo due emisferi cerebrali che si
comportano in modi diversi. Attraverso il Flusso d’immagini puoi
ri equlibrarli e “metterli d’accordo”.
 SEGRETO n. 4: Registrandoti puoi analizzare il significato di
quello che dici traendone preziose intuizioni e idee. Puoi fare un
vero e proprio brain storming con te stesso ;-).
 SEGRETO n. 5: Inizialmente, mescola l’immaginare
volontariamente con le immagini spontanee. Aumenta le tue
descrizioni.

125

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


GIORNO 6
COME UTILIZZARE L’ AUTOIPNOSI

Molte delle tecniche che hai visto e che vedrai sono adattamenti
avanzati di: meditazione, rilassamenti, training autogeno ed
autoipnosi. In realtà ogni “rilassamento” è in parte auto-ipnosi.
Erickson amava ripetere che “l’ipnosi non esiste, tutto è ipnosi”.

È utile prima di procedere, definire che cosa intendo qui per


ipnosi. Nella cultura comune l’ipnosi è un fenomeno semi-
magico e oscuro attraverso il quale si può sottomettere un altro
individuo utilizzando alcune manovre strane e complicate.
Questo, otre ad essere il concetto errato, è quello che mediamente
pensa la gente, e non solo i non addetti ai lavori. L’ipnosi è stata
la madre di tutte le forme di terapia con le parole che, come
molti sanno, è nata grazie a Sigmund Freud. Il padre della
psicoanalisi inizia la formulazione delle proprie teorie proprio a
partire dalle osservazioni scaturite durante il periodo in cui ha
appreso l’ipnosi in Francia da Charcot. Fino a quel periodo

126

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


l’ipnosi era studiata in medicina esclusivamente come
fenomenologia: si osservavano solo i comportamenti. La così
detta “ipnosi paterna o direttiva”. A causa della sua poca
conoscenza e del metodo poco ripetibile, Freud l’abbandona per
formulare la sua psicoanalisi e sostituendo alla “tecnica ipnosi” la
“tecnica delle libere associazioni”.

Una ventina di anni dopo, un medico di nome Milton Erickson,


ribalta completamente il paradigma dell’ipnosi. Nonostante
fossero già state formulate diverse teorie della mente Erickson,
attraverso una vita poco fortunata ma eroica e un gigantesco
lavoro clinico (ha lavorato con centinaia di pazienti) crea una
corrente destinata ad influenzare la maggior parte delle scuole di
psicoterapia odierne. È sempre utile ricordare che Erickson
vedeva l’inconscio come un magazzino pieno di risorse
personali e di apprendimenti recuperabili attraverso gli Stati di
Modificati di Coscienza. Nel tempo sviluppa una modalità diversa
di fare ipnosi, un metodo indiretto e naturalistico del tutto
nuovo.

SEGRETO n. 1: “L’ipnosi non esiste, tutto è ipnosi” -M.

127

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Erickson-. Impara a gestire i tuoi stati personali di autoipnosi.

Noi tutti entriamo ed usciamo durante la giornata da stati di


coscienza differenti. Quindi la nostra mente entra in trance
naturalmente. Lo scopo dell’operatore è solo quello di aiutare la
persona ad entrare in questo particolare stato per poterlo stimolare
(suggestionare) e guidare alla ricerca delle proprie risorse
interiori. Durante lo stato di trance si “spegne” l’emisfero
dominante (solitamente il sinistro), abbassando la propria soglia
critica, per accendere quello non dominante (solitamente il
destro).

Tieniti forte… quello che sto per rivelarti sarà abbastanza


sconvolgente! “È estremamente difficile dare una DIREZIONE al
tuo inconscio!” Qualcuno potrebbe dire: “ascolta, allora io cosa
ho acquistato a fare questo eBook!?! Mi hai detto sino ad ora che
posso gestire i miei stati!”. La risposta è semplice e paradossale
allo stesso tempo: solo utilizzando coscientemente i processi
inconsci possiamo apprendere come TOCCARE i contenuti
inconsci per poterli utilizzare. Perdonate il gioco di parole.
Insomma, riassumendo: ogni volta che porti la tua attenzione su

128

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


qualcosa, dentro o fuori di te, allontanandoti dalla realtà
circostante sei in uno Stato Modificato di Coscienza.

Per comodità qui distinguiamo il Rilassamento dall’Auto-ipnosi:


dove per Rilassamento indico un Metodo strutturato (o
maggiormente strutturato), mentre per Auto-ipnosi intendo un
metodo NON strutturato (o poco strutturato).

Adesso vediamo insieme DUE metodi di Auto-ipnosi, quindi


poco strutturati, teoricamente più semplici ma praticamente più
difficili ;-).

AUTO-IPNOSI METODO 1: IL MIO AMICO JHON


La maggior parte delle tecniche della PNL e di molte scuole di
psicoterapia moderna, derivano dall’incessante lavoro si Milton
H. Erickson. Egli è stato il fondatore della “nuova ipnosi”, di
quello stato di coscienza che, secondo lui (ma non solo), ci
accompagna ogni giorno (every day common trance) e che
caratterizza tutte le forme creative del nostro pensiero. In poche
parole lo psichiatra, tempo prima che venissero svolti degli
esperimenti per provarlo, aveva notato che tutti durante l’arco

129

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


della giornata entriamo ed usciamo da stati di coscienza
modificati. Moltissimi studiosi si sono dedicati al suo lavoro,
Erickson, non essendo un grande amante delle categorie e della
teoria (pur essendo sia psichiatra che psicologo), non ha mai
costruito un “manuale” e/o un percorso didattico che fosse
possibile seguire attraverso dei testi (se non qualche lavoro
precursore all’interno degli istituti). Per questo motivo, chi lo
voleva studiare, doveva andare a trovarlo direttamente a casa sua.
Sono noti gli aneddoti di alcuni fra i più famosi dei suoi ospiti,
come Bill H’Oanlon che, per pagarsi il training, gli ha fatto da
giardiniere per diverso tempo.

Erickson, come altri prima di lui, era convinto che ogni forma di
ipnosi fosse in realtà fosse auto-ipnosi. Per tale motivazione, chi
andava a trovarlo veniva spesso istruito a questa pratica. Il suo
scopo principale non era quello di insegnare una qualche
metodologia che potesse “guarirli a casa” (cosa difficile secondo
le attuali scuole di psicoterapia ipnotica), ma quella di fare una
reale esperienza dello stato modificato.

Durante le prime sedute di training Erickson amava raccontare ai

130

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


suoi allievi molte storie, le quali includevano diverse modalità
della nostra mente di andare in trance in modo naturale. Questa è
proprio la caratteristica dell’ipnosi ericksoniana, quella di
utilizzare dei metodi induttivi naturali. Come far “pensare” al
soggetto, qualcosa che gli piace molto. Ad esempio a un bambino
gli si potrebbe far visualizzare il suo cartone animato preferito,
che già naturalmente ha un effetto ipnotico.

Queste storie non solo, sarebbero diventate la chiave di volta di


molto del lavoro terapeutico del medico, ma anche aneddoti
istruttivi e di crescita personale per chiunque (“La mia voce ti
accompagnerà” M.H. Erickson; Ed. Astrolabio 1983). In ognuna
delle sue storie saltava agli occhi la forza della fiducia nel
proprio inconscio e di come questa, nonostante si presentasse
costantemente alla nostra attenzione raramente venisse
considerata.

SEGRETO n. 2: Bisogna avere fiducia nel proprio inconscio.


Come se avessimo un angelo custode sempre pronto a
consigliarci ed aiutarci.

131

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Oggi possiamo fare un parallelo con ogni stato di coscienza,
qualsiasi lettore che abbia mai avuto delle alterazioni percettive
dovute ad alcolici o quant’altro, si sarà reso conto che lo stato
provocato è difficilmente riconoscibile i primi tempi. Tanto che i
giovani che si ubriacano sono ancora più pericolosi visto che non
si rendono conto della loro alterazione.

Per questo Erickson faceva sperimentare lo stato in differenti


modalità. Voglio ricordarti che lo psichiatra ha davvero vissuto
sulla propria pelle gli effetti del suo “metodo”. Da piccolo fu
paralizzato da un violento attacco di poliomelite, il suo dottore di
famiglia era convinto che il giovane Milton non avrebbe superato
la notte. Invece riuscì a sopravvivere, restando completamente
paralizzato per molto tempo poteva muovere solo gli occhi.
Grazie all’auto-ipnosi Erickson riuscì a convivere, per tutta la
vita, con i suoi dolori cronici. Per non toglierti l’ebbrezza di
leggere qualche libro di Erickson (sono tutti molto belli) mi fermo
qui nella narrazione.

TECNICA
Diventare “esperti” ipnoterapia ericksoniana è un percorso lungo

132

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


e difficile, essendo quasi esclusivamente basato su abilità che si
vanno costruendo con l’esperienza diretta. Gli allievi di Erickson
erano bramosi di consigli su come prepararsi mentalmente, sia
agli incontri con i loro pazienti sia per sviluppare le loro abilità.
Erickson allora suggeriva loro questa potentissima tecnica di
auto-ipnosi, che è allo stesso tempo una modalità molto efficace
di auto-training all’induzione e all’utilizzazione dello
Stato/Risorsa.

Chiedeva ai suoi allievi di immaginare “il suo amico John” seduto


su di una sedia davanti a loro. E di indurgli la levitazione della
mano attraverso le tecniche e le modalità che più gli andavano a
genio. Erickson per confermare ai suoi pazienti (ratifica della
trance) la presenza di un inconscio che reagisce alle sue
stimolazioni, chiedeva alla mente inconscia di sollevare una delle
due mani in modo del tutto automatico. L’esempio della mano è il
più conosciuto, in realtà lo zio Milton … amava utilizzare
qualsiasi cosa a questo scopo ;-).

Questo non solo ratifica la trance, rendendola più reale e


“controllabile”, ma può essere legata per causa ed effetto ad una

133

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


suggestione. Ad esempio: “una delle tue mani si sta sollevando
automaticamente…e quando avrà raggiunto il tuo viso…sarai
piacevolmente stupito da un pensiero…che ti aiuterà a
raggiungere…bla…bla…bla…”.

L’amico John non è altro che un tuo conoscente,


indipendentemente dal fatto che tu voglia diventare esperto di
Ipnosi Ericksoniana o che tu sappia esattamente di che cosa si
tratta quando si parla di “levitazione della mano”, l’esercizio da
me sperimentato su decine di clienti, se applicato con frequenza,
ha un grande impatto sullo sviluppo della propria abilità nel
conoscere e riconoscere gli stati modificati di coscienza. Le
abilità di base che hai acquisito nei precedenti capitoli, come la
modulazione della tua vocina interiore, ti saranno tutte di grande
aiuto.

SEGRETO n. 3: Puoi utilizzare questi esercizi in


combinazione con tutti gli altri esercizi visti sino ad ora. Ad
esempio puoi abbandonarti all’interno della tua SdN.

“Siedi in un posto comodo…chiudi gli occhi…e immagina

134

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


davanti a te un amico (o conoscente)…immagina di essere in
grado di impartire a questo tuo amico delle suggestioni ipnotiche
in grado di…fargli sollevare la mano (quella che vuoi) sino al
viso…e che una volta che avrà raggiunto (toccato o sfiorato va
benissimo) il viso…inizierà ad entrare sempre di più dentro sé
stesso…sino a trovare tutte quelle risorse (quelle che vuoi e che
ritieni opportune) utili…”.

Prendi il tuo Quadernino del Rilassamento e scrivi alcune


risorse che vuoi sperimentare con questo metodo, oppure torna al
capitolo dedicato a “come rilassarsi ovunque” e recupera le
risorse che hai scritto precedentemente. Come non hai il
Quadernino del Rilassamento?!?…corri subito a comprarlo è
importantissimo ;-) se non lo hai scrivi dove vuoi ma dopo vai
subito a comprarlo.

Tieni a mente che lo scopo non è quello di “comandarti” di avere


determinate risorse, ma quello di farle affiorare in modo
naturale attraverso una vera “esperienza virtuale” in cui puoi
avere accesso a tutto ciò che desideri. Probabilmente le prime
volte perderai il filo, immagini, suoni e sensazioni ti baleneranno

135

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


davanti agli occhi. Il segreto è sempre lo stesso: resta tranquillo e
scrivi ogni tuo successo complimentandoti per i risultati
ottenuti. Cerca di trovare tutte le “coincidenze” (sincronicità) che
possono essere associate al Tuo Stato.

Se inizialmente hai difficoltà a immaginare “la levitazione della


mano” perché non la hai mai vista, puoi iniziare immaginando di
far scendere “John” lungo una scala, contando ad ogni gradino e
utilizzando i truismi che hai imparato prima. Ad esempio:
“ascolti la mia voce e sei seduto sulla sedia mentre inizio a
contare da 10 a 1, e mentre vedi il colore della stanza e la
luce che passa dalla finestra quando arrivo a 1 inizierai ad entrare
in uno stato particolare…10 inizi a rilassarti e a prepararti per
entrare…bla…bla…bla…”.

Per darti un quadro più chiaro su come funziona la relazione fra


mente e corpo durante queste modalità di induzione, hai bisogno
di sapere che i movimenti sono ideodinamici, derivano dalle idee
(ideo) in pratica dai pensieri. Quando una persona ti dice qualcosa
su cui sei d’accordo, puoi annuire inconsciamente oppure fare il
contrario…ti è mai capitato? La levitazione del braccio sfrutta

136

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


questi processi per diverse motivazioni, la prima è quella di
ratificare lo stato: dimostrare al soggetto che sta realmente
avvenendo qualcosa al di fuori della sua coscienza e allo stesso
tempo ricalcare il comportamento per ottenere rapport. I
movimenti del braccio, essendo inconsci, sono lenti e scattosi,
molte volte il braccio ci mette interi minuti a spostarsi, sia nel
salire che nello scendere.

SEGRETO n. 4: Non importa che tu abbia visto o meno la


“levitazione della mano”. Ti basta immaginare una braccio
che si solleva lentamente e naturalmente.

Evita di stare a pensare se lo stai facendo nel modo corretto. Tutte


le esitazioni e le perplessità svaniranno con l’esercizio e la
conseguente esperienza. Quindi, invece di porti “domande
coscienti”, esercitati. Il Mio Obiettivo è fare in modo che al
termine non solo tu abbia molte possibilità di scelta nei diversi
modi in cui raggiungere un buon rilassamento, ma soprattutto che
tu sia in grado di entrare in contatto con la parte inconscia dove
sono conservate tutte le esperienze vissute. E con esse tutte le
risorse. E se credi a pensieri trascendentali/esoterici/Junghiani,

137

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


anche le risorse dell’intero universo al Tuo servizio ;-).

AUTO-IPNOSI METODO 2: (TSS) ;-)


Dalla lettura del paragrafo precedente ne deriva che, dopo molto
esercizio, saprai utilizzare e mettere in atto quella che
“stupidamente” qui ho chiamato: la tecnica segreta suprema
(TSS). Se hai già dimestichezza sull’utilizzo della tua mente
inconscia puoi renderti conto del valore di quanto sto per dirti. Se
invece sei alle prime armi, questo, potrebbe farti “strabuzzare” gli
occhi.

Probabilmente fra poco tempo o forse dopo un po’ più di tempo


ed esercizio, riprenderai in mano questa parte e ti renderai conto
della FORZA delle cose scritte in questo paragrafo che per essere
applicate hanno bisogno di esercizio ed una buona dose di
pazienza. Spesso mi viene chiesto come si può imparare a
meditare. Solitamente rispondo: “siediti, chiudi gli occhi e aspetta
con pazienza”.

LA “TECNICA”
La fantomatica TSS è semplicemente: il sedersi in un luogo

138

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


comodo e sicuro, chiudere gli occhi e lasciare che il proprio
inconscio prenda il sopravvento, aspettando con pazienza ;-).

SEGRETO n. 5: La TSS è la tecnica meno segreta che ci sia in


questo eBook. Prenditi una pausa, entra dentro te stesso e
abbandonati, ma non è per novizi.

N.B. Questa tecnica non è indicata ai neofiti. Infatti il senso del


termine “pazienza” è direttamente connesso con la tua capacità di
entrare dentro te stesso restando tranquillo e rilassato. Abilità che
non tutti possiedono all’inizio. Se anche a te risulta difficile,
allora allenati prima con le metodologie più strutturate, come la
DM.

Ti parlo per esperienza, quando ho iniziato a conoscere queste


pratiche ero già stato ipnotizzato decine di volte e sapevo
benissimo come comportarmi. Nonostante questo, entrarci da soli
è un’altra questione, e non ti sto parlando di pericolosità ma
semplicemente di inutilità. L’intero esercizio potrebbe non avere
alcun effetto. Queste e altre, che non staremo a discutere, sono le
ragioni principali per cui è molto meglio iniziare con gli esercizi

139

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


di visualizzazione, per poi passare a quelli di cambiamento e,
infine, quando avrai dimestichezza con la tua parte inconsapevole,
alla TSS. Anche in questo caso il peggio che può capitarti è di
fare una buona e ristorante dormita. Le prime volte punta una
sveglia, ti accorgerai che più lo sperimenti e più diventi preciso
nei “ritorni”, magari esattamente con la sveglia.

Il tuo percorso è partito da una metodologia molto strutturata,


come la DM per giungere a una metodologia senza struttura, la
TSS. Ricordati che alla mente inconscia non piacciono le
strutture. A buon intenditore poche parole ;-).

140

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RIEPILOGO GIORNO 6
 SEGRETO n. 1: “L’ipnosi non esiste, tutto è ipnosi” -M. Erickson-.
Impara a gestire i tuoi stati personali di autoipnosi.
 SEGRETO n. 2: Bisogna avere fiducia nel proprio inconscio. Come
se avessimo un angelo custode sempre pronto a consigliarci ed aiutarci.
 SEGRETO n. 3: Puoi utilizzare questi esercizi in combinazione con
tutti gli altri esercizi visti sino ad ora. Ad esempio puoi abbandonarti
all’interno della tua SdN.
 SEGRETO n. 4: Non importa che tu abbia visto o meno la
“levitazione della mano”. Ti basta immaginare una braccio che si
solleva lentamente e naturalmente.
 SEGRETO n. 5: La TSS è la tecnica meno segreta che ci sia
in questo eBook. Prenditi una pausa, entra dentro te stesso e
abbandonati, ma non è per novizi.

141

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


GIORNO 7
COME DIVENTARE “GURU”:
LE ABILITÀ AVANZATE

Ormai ti sarai accorto che il concetto di “rilassamento” come


percepito dalla persona comune, è decisamente diverso da quello
trattato in questo eBook. È anche inutile ricordare le enormi
potenzialità che acquisirai quando saprai applicare al meglio
l’intera gamma di tecniche qui esposte e inizierai a fidarti del tuo
inconscio. In questo capitolo ti mostro una gamma di tecniche
molto efficaci per allenarti sia a migliorare il tuo rilassamento che
ha progettare un rilassamento da trasferire ad altre persone.

Questo capitolo si interseca con diversi argomenti dello sviluppo


personale e in modo particolare va a toccare molti aspetti della
Programmazione Neurolinguistica (PNL). Qui apprenderai
diverse abilità tecniche. Esistono 4 step che descrivono
l’apprendimento di un’abilità che vanno dall’ignoranza o non
conoscenza al livello di “esperto”. Vediamoli:

142

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


1) Inconsciamente sconosciuto (ignoranza);
2) Consciamente sconosciuto (studente);
3) Consciamente Conosciuto (apprendista);
4) Inconsciamente Conosciuto (esperto)

Quando impari a guidare l’auto, inizialmente devi farti spiegare


dettagliatamente quello che devi fare (1). Quando intuisci come
funziona l’auto, ti rendi immediatamente conto di non sapere
molte cose per guidare bene (2). Poi impari a guidare, conosci
tutto quello che devi fare ma alla minima distrazione rischi, devi
porre tutta la tua attenzione su quello che stai facendo (3). Infine,
dopo qualche tempo e soprattutto dopo molto esercizio, la
conoscenza di come si guida diventa del tutto automatica. Puoi
permetterti di fare diverse cose mentre guidi, come ascoltare la
radio, chiacchierare con gli amici, ecc. (4).

Questi sono i 4 passaggi obbligatori quando vuoi imparare una


nuova abilità. La cosa più importante da tenere a mente è che più
un comportamento è complesso, più è facile illudersi di aver
raggiunto il livello 4. Prendo come esempio la comunicazione
umana. Tutti, a meno che non ci siano problemi fisiologici e/o

143

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


psicologici, sanno comunicare. Lo fai da quando sei nato e,
probabilmente, pensi come molti che le tue abilità comunicative
siano già al livello 4.

Prendo come esempio il suonare uno strumento. Quando inizi a


cimentarti con passione su uno strumento succede che passi da un
livello 0 al livello 1 molto velocemente e ti senti “alla grande”. A
quel punto inizi a guardare gli altri musicisti con un occhio
diverso. Puoi iniziare a distinguere chi è più bravo di te, magari
intuisci che hai ancora 1 o 2 livelli da percorrere. Poi passi al
livello 3 e inizi a distinguere ancora più sfaccettature. Quando sei
un semplice ascoltatore se ti trovi davanti due musicisti, il primo
ad un livello 1 ed il secondo ad un livello 2, è difficile capire chi è
il più avanzato dei due.

Questo capitolo ha l’obiettivo di spiegarti in modo dettagliato


alcune abilità che puoi raggiungere attraverso l’esercizio. Tutte
capacità di livello 4. Da questo puoi capire che la pratica è la
chiave di volta, sia per aumentare le tue abilità e sia per
comprendere a che punto ti trovi nel tuo percorso di
apprendimento.

144

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Buon Lavoro
IL LINGUAGGIO
Il modo in cui comunichiamo con gli altri e lo stesso che
utilizziamo per comunicare con noi stessi.

Fino ad ora ti ho mostrato modalità per “rilassarti” e, ad un certo


livello, su come darti alcune istruzioni/suggestioni. Ma come
vengono date queste suggestioni ? Le stimolazioni (termine più
felice nominato da Zaig, allievo di Erickson) vengono date
attraverso quello che in PNL viene definito: auditivo interno.
Quella vocina che ti parla! A differenza di alcune persone (gli
schizofrenici), la vocina è controllata da te. Non del tutto, ma gran
parte del processo può diventare cosciente. Ad esempio potresti
leggere queste parole con la voce di topolino, non è vero? ;-)

Il modo in cui dici le cose alle persone è simile al modo in cui lo


dici a te stesso. Come nell’esempio delle “domande come”,
esistono diversi modi per “parlarsi” e tra poco ne apprenderai vari
su come farlo elegantemente.

Ora inizierò a descriverti alcune categorie linguistiche che ti

145

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


saranno utilissime per rilassarti, rilassare gli altri, e anche per
tante altre cosine interessanti! ;-)

SEGRETO n. 1: Apprendendo come comunicare


efficacemente con te stesso imparerai a comunicare
efficacemente con chi ti sta intorno (e viceversa).

Ricorda, sono categorie e quindi non sono la realtà ma solo una


rappresentazione. Le categorie sono state studiate da Bandler e
Grinder durante i loro primi lavori di modellamento dei geni della
psicoterapia. In onore di Erickson la categoria destinata “ad
ipnotizzare” prende il nome il suo nome “Milton Model”. In
realtà ne esistono di diverse tipologie, tutte estrapolate dagli
allievi di Erickson dopo anni di studi. Nonostante ciò, per i tuoi
scopi, queste sono per ora sufficienti.

Il linguaggio è la nostra funzione superiore più importante, è


quella che ci distingue dagli animali. Per questo e per altri motivi
è difficile apprenderne l’utilità se non si è a conoscenza di come
esso viene prodotto e compreso. Nell’acronimo PNL l’accento
viene posto nella relazione fra linguistica e

146

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


atteggiamenti/comportamenti, cioè su come l’utilizzo del
linguaggio influisce sulla “mente” e viceversa. I suoi creatori, R.
Bandler e J. Grinder, iniziarono un insieme di studi chiedendosi
che cosa facessero di diverso, rispetto ai loro colleghi, i terapeuti
che avevano una maggiore efficacia nella pratica clinica, e
analizzarono tali implicazioni partendo dal linguaggio. In
particolare, i due autori si soffermarono sulla pragmatica della
comunicazione cioè su come le parole influenzano il
comportamento, postulato base per lo studio delle interazioni
umane nel loro background culturale (M.R.I. Paolo Alto) e sugli
studi della linguistica trasformazionale di Noam Chomsky (1968).

Il presupposto più noto in PNL, “la mappa non è il territorio”,


sottolinea le relazioni che intercorrono fra linguaggio e
comportamento. L’uomo non può avere accesso alla realtà che lo
circonda in modo diretto, l’esperienza avviene attraverso i cinque
sensi: vista, udito, tatto, gusto ed olfatto. Per evitare di essere
ripetitivo ti rimando alla lettura dell’articolo (“la sintassi del
cambiamento”), tuttavia lasciami reintrodurre velocemente
l’argomento.

147

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


La “realtà” è sottoposta al filtro obbligato dei nostri sensi è
soggetta a quelli che nella Grammatica Trasformazionale (N.
Chomsky) vengono detti processi del modellamento umano:
Generalizzazione, Cancellazione e Deformazione. Le nostre
rappresentazioni interne da un formato analogico (grandi pezzi
d’informazione costituiti dalla somma degli input sensoriali)
vengono condivise ed espresse in modo digitale attraverso il
linguaggio. Tale trasformazione permette un’economia cognitiva,
come molti meccanismi del nostro percepire, a danno di una più
“completa” rappresentazione del mondo. Secondo la Grammatica
Trasformazionale, ciò può essere osservato nel linguaggio
attraverso due strutture linguistiche: una profonda in cui (solo
teoricamente) è presente la rappresentazione linguistica
“completa” della nostra esperienza, ed una struttura superficiale,
incompleta e malformata dalle nostre scorciatoie cognitive (i
processi di modellamento).

Partendo da tali assunti teorici, Bandler e Grinder, hanno iniziato


a notare come i terapeuti di successo, durante i loro interventi, si
muovessero elegantemente attraverso il continuum struttura
superficiale – struttura profonda, afferrandone le “regole

148

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


trasformazionali”. Dall’osservazione, lo studio e la
formalizzazione di tale maestria sono scaturiti dei Modelli
Linguistici che, sfruttando i postulati del modellamento, possono
essere utilizzati per comprendere con maggiore efficacia come le
persone comunicano ed in che modo fanno interagire i loro
modelli del mondo attraverso il linguaggio.

“Le parole e la loro sintassi, il loro significato, la loro forma, sia


esterna sia interna, non sono indici indifferenti della realtà: bensì
possiedono un peso e un valore propri”.
Roman Jakobson.

METAMODELLO
Questo modello linguistico è nato per raccogliere informazioni e
per contestare i diversi processi di cancellazione, distorsione e
generalizzazione presenti nella struttura superficiale della frase. Il
metamodello viene anche definito da J. Grinder e M. McMaster
come “modello di precisione”, essendo proprio la precisione il
suo obiettivo.

Esistono diverse forme di metamodello che puoi approfondire

149

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


comunicando con me attraverso la Lista di Psicologia
NeuroLinguistica, qui ho scelto la suddivisione “classica” di R.
Dilts, cioè divise in base ai tre processi di modellamento:
cancellazione, distorsione e generalizzazione. è importante per
creare affermazioni, suggestioni e stimoli, capire come funziona
la logica (è un modello logico) del meta modello. Capirai perché
nello studio del Milton Model.

CANCELLAZIONI (è la categoria più intuitiva).


Cancellazioni semplici: mancanza d’informazioni. Esempio:
Affermazione (A): “mi rilasso”; Risposta (►): “come? in che
modo?”.
Cancellazioni comparative: mancanza di standard di
valutazione. A: “è il rilassamento migliore” ► “rispetto a
quale?”.
Mancanza di indice referenziale: pronome non identificato. A:
“mi rilassano” ► Es. C. “ Chi ti rilassa?”.
Verbi non specificati: verbi che cancellano il quando ed il come.
(A: “Puoi rilassarti” ►Es.C. “Come? Quando? in che modo
specificamente?”).

150

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


DISTORSIONI -formazioni non corrette a livello semantico- (è
la categoria meno intuitiva).
Nominalizzazioni: verbo trasformato in un nome. A:
“comunicare” ► “come stai comunicando?” ritrasformarlo in
un’azione.
Causa / Effetto: uno stimolo specifico causa un’esperienza
specifica, anche quando non vi è alcun nesso logico a legarli. A:
“ad ogni respiro ti rilassi sempre più” ► “ogni volta che respiro?”
(attacco il quantificatore universale ogni; ci sono diversi modi per
rispondere).
Equivalenza complessa: è una generalizzazione complessa nella
quale si sostiene che una cosa significa o equivale ad un’altra. A:
“le mie braccia sono rilassate, il mio viso e rilassato e questo
significa che sto entrando in una profonda trance” ► “come fai a
saperlo?” indagando nella realtà oppure “ non ti è mai capitato di
avere braccia e viso rilassato e non essere in trance?” vado a
cercare l’eccezione.
Presupposizioni: qualcosa che si assume implicitamente perché
una frase risulti comprensibile. A: “il mio coniglio mi rilassa”
(presuppone che io abbia un coniglio e che mi rilassi) ► “hai un
coniglio? In che senso ti rilassa?”.

151

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Lettura nel pensiero: Attribuirsi la conoscenza di pensieri,
motivazioni ed emozioni (di uno stato interno) del nostro
interlocutore. A: “non ti piaccio…” ► “Come fai a saperlo?
Quale evidenza ti porta a queste conclusioni?”.

GENERALIZZAZIONI (limiti del modello del mondo).


Quantificatori universali: generalizzazioni che escludono
eccezioni o scelte alternative. A: “tutti possono rilassarsi” ►
“tutti? Ma proprio tutti possono rilassarsi?”.
Operatori modali di necessità / possibilità: parole che
richiedono azioni particolari o implicano l’impossibilità di
scegliere. Ad esempio: “devo, posso, necessito, bisogno, ecc.”; A:
“devi rilassarti”; “per quale motivo?”.
Performativa perduta: giudizi di valore o opinioni di cui manca
la fonte A. “l’hanno fatto bene questo eBook” ► “Chi lo dice?
Chi lo ha fatto?”.

MILTON-MODEL
Questo modello ti sarà utilissimo per costruire i tuoi stimoli
(suggestioni) segui attentamente, ricordando che sono categorie e
tendono ad accavallarsi. L’abilità fondamentale da acquisire

152

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


attraverso la pratica del Milton Model è quella di diventare
“abilmente vago”, all’opposto del metamodello, che ha come
obiettivo principale la precisione.

Si può affermare che la sua “logica” è esattamente l’opposto di


quella del metamodello, una induttiva e l’altra deduttiva ma in
realtà sono due strumenti diversi. Per questo motivo la prima
categoria del Milton Model è l’utilizzo, “al contrario”, di tutte le
categorie del Metamodello. Mentre nel metamodello è
importante “scovare” le informazioni, nel Milton Model è
importante “nascondere” le informazioni.

MODELLI D’ESTRAZIONE INDIRETTA


Comandi nascosti: si nascondono ordini all’interno di una
struttura più ampia. Ad esempio: “puoi iniziare a rilassarti ora
mentre parliamo”. Questi comandi sono poco utili per il
rilassamento, a meno che tu non voglia registrare un audio da
ascoltare o usarlo su altri.
Sottolineatura per analogia: si isola una parte della frase,
solitamente un comando, attraverso il comportamento non verbale
e paraverbale. Anche questa categoria, per i nostri scopi, non

153

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


serve a nulla, tranne nelle due eccezioni precedenti.
Domande indirette: si nascondono le domande all’interno di
strutture più ampie. Ad esempio “mi chiedo quanto tempo
impiegherai a rilassarti…e mi domando fra quanto tempo potrò
avere delle ottime intuizioni”. Queste sono molto utili, soprattutto
se sono unite alle “domande come”.
Comandi negativi: si afferma ciò che si vuole che accada
facendo precedere l’affermazione dal “non”. Ad esempio: “Non
pensare ad un pallone da calcio! Ho detto non pensare ad un
pallone a scacchi neri”. Evito di usare nel mio rilassamento questo
genere di “suggestione” ma è comunque utile tenerla a mente.
Postulati conversazionali: domande che implicano una risposta
dicotomica (sì/no) e che comportano contemporaneamente una
risposta comportamentale. Ad esempio: “sai che ore sono?”,
“puoi chiudere la porta?”, “puoi rilassarti profondamente?”.
Anche questi sono utili in quanto forma linguistica. L’utilizzare
un verbo servile, come il “puoi”, oltre ad essere molto educato ;-)
è meno direttivo, e questo per il tuo inconscio è molto meglio.

PRESUPPOSIZIONI
Questa è la categoria più importante, soprattutto per chi ne fa

154

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


utilizzo su altri o su audio personale. Sono convinto che
conoscere le presupposizioni, che dici a te stesso o che dici ad
altri è un esercizio molto importante.
Clausole di tempo: prima, dopo, durante, fino a, da, prima di,
quando, mentre, ecc. Ad esempio: “Prima di rilassarti fai un
respiro profondo” presuppone che ti rilassi; “dopo essermi
rilassato ancora più profondamente conto ecc.” presuppone che ti
sei rilassato; “quando sei profondamente rilassato fai un respiro
profondo” presuppone sempre che tu ti rilassi;
Numeri ordinali: un altro, primo, secondo, terzo, quarto, ecc. Ad
esempio: “primo fai un respiro profondo, secondo inizia a
rilassarti profondamente e terzo chiediti quanto tempo ci metterai
a rilassarti profondamente”; “quando leggi un eBook sul
rilassamento succede che primo ti senti un po’ confuso e pieno di
nozioni, poi, secondo, inizi a capire e a gestire il tuo stato, e per
terzo comprendi come funziona e, quarto, un giorno guardandoti
indietro potresti ritrovarti ad essere piacevolmente sorpreso nello
scoprire che ti rilassi, come e quando vuoi, programmando i tuoi
obiettivi e ottenendo risultati meravigliosi, solo per il semplice
motivo che ti rilassi e lo visualizzi. ;-)
Falsa scelta: oppure, o questo o quello. Ad esempio: “Puoi

155

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


decidere se rilassarti ora oppure fra cinque minuti”, “preferisci
rilassarti velocemente o lentamente”. Utilizzo questa categoria
soprattutto in modo interrogativo e generativo. Ecco un esempio:
“la mente inconscia recupererà nuove risorse velocemente o
lentamente?”.
Coprire tutte le possibilità: questa categoria non fa parte del
Milton Model ma è comunque una meravigliosa tecnica che usava
spesso lo zio Milton ;-). Consiste nel “coprire tutte le possibilità”
ed è molto simile alla falsa scelta. In fin dei conti sono categorie.
Ad esempio “posso avere una meravigliosa intuizione sul mio
progetto questa notte o forse fra un mesetto? Accadrà di giorno o
di notte? Avrò l’intuizione sul posto di lavoro o a casa? Capiterà
prima o dopo questo rilassamento?”.
Predicati di consapevolezza: sai, nota, sei conscio, ti rendi
conto, prendi nota, ecc. Ad esempio “nota come ti rilassi mentre
leggi e ti rendi conto di quando hai già appreso sul
rilassamento…adesso. ;-)
Avverbi e aggettivi: profondamente, facilmente, comodamene,
semplicemente, ecc. Ad esempio: “Puoi rilassarti facilmente..e
velocemente”.
Verbi e avverbi che indicano cambiamenti nel tempo:

156

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


cominciare, smettere, continuare, ecc. Ad esempio: “Puoi
cominciare a rilassarti mentre ne parliamo…” e “puoi iniziare a
renderti conto di quanto sia rilassante…”.

LE AMBIGUITÀ
L’Ambiguità è una categoria inutile per il tuo rilassamento
mentre, se hai intenzione di rilassare o registrarti, è interessante e
divertente ;-).
Ambiguità fonologiche: parole che hanno lo stesso suono ma
significato diverso. Ad esempio: la parola “porta” può essere o
sostantivo o verbo; “rosa” può essere sia un colore che un fiore ed
anche un nome ecc.
Ambiguità sintattiche: Ad esempio: “una vecchia porta la
sbarra” il verbo può essere sia “porta” che “sbarra”.
Ambiguità di portata: avviene quando non è chiaro a quanta
parte della frase si riferisce un aggettivo, un verbo o un avverbio.
Ad esempio: “C’erano uomini e donne affascinanti”.
Ambiguità di punteggiatura: giustapposizione di due frasi, dove
una delle quali comincia con la stessa parola con cui termina
l’altra. Ad esempio: “È molto che non ci vediamo cosa fare
oggi”.

157

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


MODELLI METAFORICI
Violazioni della restrizione selettiva: attribuzione di determinate
qualità a qualcosa o a qualcuno che, per definizione, non può
possederle. Ad esempio: “quella roccia è triste”.
Citazioni: parlare per bocca di altri. Ad esempio: “l’altro giorno
parlavo con il mio amico Michele che mi diceva: rilassati
adesso..”.
La Metafore avrebbe bisogno di un libro, anzi di un trattato a
parte. È proprio grazie al linguaggio metaforico che puoi
dialogare con il tuo l’inconscio.

Questi sono i due maggiori modelli linguistici formulati dalla


PNL nei primi anni del suo sviluppo, successivamente ne sono
stati elaborati molti altri, solo a scopo informativo cito gli Sleight
of Mouth (Robert Dilts), in generale le tecniche di suggestione
indiretta di M. Erickson e gli ultimi lavori di Bandler. Come
accade spesso per ciò che riguarda la sfera del “know how” è
difficile rendersi conto dell’ efficacia di tali modelli sino a quando
non si è in grado di padroneggiarli nel contesto appropriato.

Il concertista apprende con l’esercizio a riconoscere e

158

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


distinguere ogni aspetto della musica che ascolta, il pittore
impara a vedere distinzioni cromatiche invisibili all’occhio
ingenuo e allo stesso modo, noi possiamo iniziare a notare le
diverse strutture linguistiche attraverso una maggiore apertura e
flessibilità sensoriale con un po’ di pratica
G. R.

Il lettore esperto si sarà reso conto che la descrizione non è


completa mentre il lettore “ingenuo”, ma attento, avrà iniziato a
capire come molte categorie si sovrappongono tra loro, oppure
vengano chiamate con nomi diversi da altre discipline. Ancora
l’amante di letteratura si sarà accorto come molte categorie del
Milton model siano utilizzate da poeti, letterati e retori da
centinaia di anni.

Ciò che vorrei ricordare è che queste categorie “non esistono”,


sono solo modelli , cioè una “predizione” (scaturita da un’attenta
osservazione) di come quotidianamente comunichiamo e di come
passiamo dalla struttura profonda a quella superficiale. È proprio
attraverso tale passaggio che vengono attivati i “filtri” del
modellamento creando nodi nella comunicazione che, attraverso

159

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


tali modelli, possono essere districati. Chi studia la mente non può
permettersi di sottovalutare l’utilità e la versatilità di tali scoperte
che, nonostante possano apparire lontane dalla propria teoria di
riferimento, offrono uno strumento valido ed efficace.

In questo contesto particolare, conoscere e apprendere come


utilizzare questi Modelli Linguistici ti aiuterà a direzionare il tuo
rilassamento in modo efficace e naturale. Conoscere questi
modelli quindi permette anche di capire quando le persone, ma
soprattutto, i mezzi di comunicazione, dai quali siamo
bombardati, cercano in qualche modo di ipnotizzarci. Sarebbe
meraviglioso se fra qualche tempo chiunque, guardando la
televisione e sentendo: “prendi aspirina x e vivi un inverno
felice”, possa rendersi conto personalmente che frasi del genere,
non hanno alcun senso. ;-)

Adesso possiedi gli strumenti linguistici per lavorare


efficacemente con gli altri e con te stesso. Inizia a notare le frasi
che quotidianamente ti dici. Ad esempio, quando ti arrabbi…che
cosa ti dici? Presta attenzione a questi particolari e nota se su di
te…lanci incantesimi positivi (smonti le malformazioni e

160

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


generalizzi le credenze potenzianti) oppure subisci incantesimi
negativi (generalizzi le credenze de-potenzianti e crei limiti).

LE SOTTOMODALITÀ
Come fai a sapere che questo eBook esiste davvero? Forse hai
risposto: “ehi! L’ho pagato lo saprò bene che esiste ;-)”. Qualcun
altro avrà semplicemente detto che lo vede e, se lo hai stampato,
puoi anche sentirlo fra le mani e ascoltare il fruscio della carta
mentre giri le pagine.

La realtà viene filtrata primariamente dai nostri 5 sensi. In PNL i


5 sensi vengono chiamati “Modalità”, riassunti dall’acronimo
VAKOG (Visivo, Auditivo, Kenestetico, Olfattivo e Gustativo).
Il loro utilizzo cosciente è stata una delle prime “scoperte”
rivoluzionarie della PNL.

Adesso fai questo piccolo esperimento: immagina un


animale/insetto/scena che ti procura un piccolo fastidio. Evita di
andare a cercare qualcosa di traumatico, se sei fortemente
claustrofobico ti sconsiglio di NON immaginare un ascensore…
Bene adesso visualizzalo… avvicina l’immagine… rendi i colori

161

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


più brillanti… ascolta i suoni e i rumori… e senti le sensazioni di
quella cosa su di te… STOP!

Com’è andata? Se hai immaginato un insetto schifoso, come ho


fatto io, e hai svolto bene l’esercizio, probabilmente hai i brividi
dallo schifo... brrrr... Questo che cosa significa? Che modificando
delle caratteristiche delle tue rappresentazioni interne – come la
distanza, il colore, la sensazione ecc.‒ puoi aumentare la
sensazione legata alla scena. La cosa straordinaria e che puoi fare
anche il contrario!

Queste caratteristiche vengono definite in PNL: Sottomodalità.


Esse non sono altro che le “qualità” delle tue rappresentazioni
interiori. Le sottomodalità sono soggettive e quindi diverse da
persona a persona. Una delle scoperte migliori delle PNL è stata
quella di capire che, modificando queste caratteristiche, puoi
modificare l’impatto emotivo che hanno le tue rappresentazioni
interne.

SEGERETO n. 2: Il “punto di vista” non è un semplice


concetto astratto, quando parliamo di rilassamento e

162

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


VAKOG, puoi modificarlo in modo consapevole.

L’esempio di prima si può fare anche al contrario: immagina una


scena dove ti sei sentito davvero bene, scegline una talmente bella
da non poterla raccontare… hai capito vero? Vedi quello che
vedevi e senti quello che sentivi… adesso avvicina l’immagine…
rendila grande e luminosa… aumenta i suoni e fai scorrere le
sensazioni nel tuo corpo. Bello vero? :-)

Ti sarai sicuramente reso conto che questi processi sono stati


disseminati qui e là, all’interno di tutto il manuale. In modo
particolare quando abbiamo affrontato le caratteristiche della
visualizzazione nella Dinamica Mentale. Questa descrizione
maggiormente minuziosa non è fatta per riempire un buco (che
tipologia di ambiguità è mai questa?), ma per aumentare la tua
consapevolezza e fare in modo che, al termine della lettura, tu
abbia tutte le competenze necessarie per creare un tuo
personalissimo rilassamento. Per te e per le persone che ti
circondano.

Quindi riassumendo le modalità (VAKOG) hanno un insieme di

163

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


caratteristiche che, l’esperienza di tutti i giorni ci ha insegnato (le
sottomodalità). Il loro sviluppo è dipendente dalla situazione e
quindi dal contesto: se ad esempio sei un musicista è facile che le
SM auditive siano, per te, più facilmente manipolabili.

Vediamo le principali:

Queste sono alcune delle sottomodalità (SM) fra le più note in


PNL. Un breve approfondimento teorico: il cervello possiede due
modalità di decodifica, una analogica ed una digitale. Quella
164

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


digitale, tipica dei computer, è un’attività “tutto o niente” tipica
dell’innesco dell’attivazione e/o inibizione dei nostri circuiti
neurali. Tali circuiti poi, possono avere vari gradi di stimolazione
e qui, entra in ballo la parte analogica. Allo stesso modo esistono
(casualmente?;-)) sottomodalità analogiche, come: vicinanza,
pressione, velocità, ecc. E sottomodalità digitali, come:
associato/dissociato, bianco/nero, foto/film, ecc.

SEI BUONI MOTIVI PER UTILIZZARE LE SM


Oltre a tutto il lavoro possibile sull’esperienza soggettiva, le
sottomodalità, sono utili nel rilassamento per svariate
motivazioni.
1) Come ho già detto, non tutti visualizzano facilmente.
Giocando con le SM si può apprendere con più velocità a
visualizzare al meglio. Tieni a mente che, a volte, con un buon
uso delle SM non avrai neanche bisogno di “visualizzare”. Ad
esempio potresti aumentare quella sensazione di torpore in tutto il
corpo, mentre ascolti quella musica che dolcemente ti guida, ecc.
2) Approfondire lo Stato. Giocando con le SM puoi imparare a
determinare quali sono quelle che ti fanno rilassare maggiormente
(tra poco vedrai come).

165

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


3) Aumentare l’effetto ponte di rappresentazioni di risorse
potenzianti. Se ad esempio stai cercando di rievocare una
sensazione di sicurezza, per poi ancorarla, puoi aumentarla a
dismisura.
4) Comprendere meglio l’effetto delle immagini e ricordi che
possono balenare durante i rilassamenti profondi.
5) Munirci di uno strumento potente per tutelarci dalle
immagini sgradevoli, che potrebbero apparire. Puoi decidere di
“allontanare” le immagini sgradevoli.
6) Apprendere con maggiore efficacia la manipolazione delle
rappresentazioni interne. Aumentando la nostra sensibilità agli
stimoli di un determinato tipo.

COME UTILIZZARLE
Abbiamo già visto molte applicazioni delle SM e adesso
toccheremo con mano l’effetto di una loro manipolazione
“cosciente”. Ogni esperienza è legata ad alcune rappresentazioni
interne che, a loro volta, sono caratterizzate da sequenze (più o
meno) precise di SM. Applicando la struttura sottomodale di
esperienze diverse possiamo apportare grandi cambiamenti
emotivi con semplici accorgimenti. L’esempio più banale mi è

166

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


arrivato la prima volta dalla saggezza popolare: durante gli studi
universitari ho avuto a che fare con professori che si divertivano a
terrorizzare i ragazzi. Mettevano in giro storie incredibili sulla
loro crudeltà durante gli orali e bocciavano con una marcata dose
di maleducazione. Credo che tutti abbiano avuto a che fare con
persone del genere. In quel periodo mio padre mi diceva una cosa
molto semplice: “anche loro vanno in bagno… quando ti capita di
immaginarli in modo tremendo, immagina che siano seduti sul
cesso ”. Ti assicuro: funziona davvero e, se non stai attento,
rischi anche di ridergli in faccia!

La nostra mente è un insieme di esperienze e di apprendimenti


incredibili. Ognuno, nell’arco della propria vita, ha avuto
esperienze di felicità, determinazione, amore, allegria, giocosità,
forza, coraggio ecc. Non devi fare altro che, prendere la loro
“struttura” e applicarla a rappresentazioni nelle quali vuoi quelle
risorse e modificandone le SM aumentarne la potenza.

Esercizio:
“Prendi la tabella con le SM ed il tuo quadernino del
rilassamento. Cerca nella tua esperienza un evento in cui ti sei

167

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


sentito completamente e totalmente rilassato e a tuo agio. Fatto?...
Prenditi un po’ di tempo per trovarne uno moooolto
RILASSANTE… Ora, leggendo la lista, segna sul quaderno le
SM di quel momento”. Fatto? Ad esempio: “la scena è in bianco
e nero; è una fotografia; i suoni arrivano da sinistra per poi
passare a destra; sento una sensazione nello sterno di
calore…ecc”. “Adesso valuta l’effetto dell’esperienza da 1 a 10.
Ora modifica, con calma, le SM e nota quali sono quelle che
aumentano o che diminuiscono lo stato di rilassamento. Prendi
nota di quelle che cambiano completamente il tuo stato.”

SEGRETO n. 3: Prenditi il tempo necessario per poter


sperimentare ed analizzare le tue SM critiche. Allenati a
rendere tutto molto più “bello”.

Durante i corsi dal vivo spesso mi viene chiesto: “come mai le


SM visive sono di più?”. La risposta è semplice: perché l’occhio
possiede molti più distinzioni cromatiche e molti più recettori
(coni e bastoncelli) rispetto all’orecchio che, ad esempio,
distingue molte meno frequenze. Adesso hai in mano una delle
tante possibili strutture per ottenere velocemente un rilassamento

168

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


manipolando le tue rappresentazioni mentali.

DM e SOTTOMODALITA’
Ho deciso di inserire questa parte delle DM qui, perché mi
sembrava giusto raggiungere un certo grado di “esperienza” prima
di utilizzare le SM durante il rilassamento. Scommetto che se già
conoscevi questo argomento, avevi già fiutato una ripresa, non è
vero? ;-) Questo esercizio può essere fatto anche al di fuori “dei
tuoi livelli” ed è la base di una delle ultime invenzioni del genio
di R. Bandler (uno dei co-creatori della PNL) il D.H.E.

Visualizza la tua scena della natura e dai, su una scala da 1 a 10


un punteggio sul grado di piacevolezza che ti procura. Adesso
prendi la tabella delle Sottomodalità e modificale, nota quali
cambiamenti aumentano il tuo grado di piacevolezza e scrivile.
Fai questo passaggio per ogni senso o utilizzando il linguaggio
della PNL per ogni modalità (VAKOG). Se lo trovi più semplice
puoi visualizzare un “pannello di controllo”, un mixer o un
telecomando (ricordi quello della DM?), che ti permetta di
modificare le SM. Lo stesso procedimento puoi applicarlo a tutti
gli esercizi inseriti nella DM. Ricordi la doccia di luce? Ricordi

169

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


che ti ho detto di creare un pannello di controllo? Lo stesso vale
per il telecomando che controlla il tuo schermo. Utilizzalo per
controllare tutto e divertiti a notare quali SM funzionano meglio
per te, e a quale livello di rilassamento.

LE STRATEGIE
In PNL viene detta “strategia” una sequenza di modalità attivate
da uno stimolo interno o esterno. La mente filtra la realtà esterna
attraverso i cinque sensi, in PNL detti modalità. Durante il
periodo di crescita ognuno di noi si specializza maggiormente su
uno dei 5 sensi. Se ad esempio fai il pittore sarà facile “essere”
leggermente più visivo che non auditivo. Questa preferenza viene
detta in PNL “canale rappresentazionale primario”. Come ogni
categoria e distinzione vista in precedenza, anche questa è una
semplificazione di un processo. Infatti tale “preferenza” si
modifica in base al contesto, all’età e al nostro stato interiore.
Tuttavia è utile individuare qual è il canale rappresentazionale che
può permetterti di rilassarti con maggiore velocità.

Visualizza la tua scena della natura ed esplorala. Che cosa ti


rilassa maggiormente? È la vista del mare o il calore del sole sulla

170

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


tua pelle? O forse è il suono delle onde o l’odore della
salsedine…o il gusto salato dell’acqua di mare?

SEGRETO n. 4: Ognuno possiede un sistema


rappresentazionale primario. Puoi scoprire ed utilizzare il
Tuo per aumentare la profondità del tuo rilassamento.

Adesso hai individuato la modalità che ti permette di rilassarti più


velocemente. Fermati un secondo ripetendo l’esercizio per essere
certo che sia proprio quella la modalità principale della tua scena
della natura.

Adesso fai la stessa cosa per una risorsa interiore. Ad esempio la


sicurezza in te stesso. Riaccedendo a un momento della tua vita
dove ti sei sentito, completamente e totalmente Sicuro di Te
Stesso. Quale è il primo senso (modalità) coinvolta? Una volta
che ti sei assicurato che è proprio quella la modalità, ripeti
l’esercizio e questa volta porta subito coscientemente la tua
attenzione alla modalità preferita…che cosa viene subito dopo?
Sicuramente la tua immaginazione non può stare ferma sua una
singola modalità e dopo poco slitterà ad un’altra. Concentrati ed

171

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


individua quale è, anzi quali sono.

Ad esempio potresti avere una sequenza di questo genere:


1) Vedo me stesso grande e luminoso e
2) Percepisco una sensazione di forza nelle braccia e nelle gambe
3) e Sento il mio dialogo interiore che urla: “yeahhhhhh...grande”.

Questa sequenza viene chiamata in PNL: “Strategia”. In questo


caso la strategia, utilizzando la forma della PNL, prende questa
struttura: V (visivo) -> K (cenestesico) -> A (auditivo).

SEGRETO n. 5: Ogni comportamento è frutto di una


“strategia mentale inconscia”. Individua il tuo sistema
rappresentazionale preferito.

Come vedi è apparentemente semplice individuare la propria


“strategia di rilassamento”. Cosa leggermente più impegnativa è
modificarla per vedere se ha una maggiore efficacia. Adesso
divertiti a modificare la sequenza e cerca di scoprire quale
sequenza ti rilassa con maggiore velocità e profondità. Abbiamo
strategie per qualsiasi cosa, dal rilassamento al nostro cibo

172

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


preferito. Nelle altre persone (ma anche in te stesso) puoi
individuare le strategie attraverso diversi canali, ne accenno due
per completezza. Puoi ascoltare i predicati che utilizza mentre
parla, cioè dire: “Ascolta sento il peso del lavoro sulle spalle” è
diverso da dire: “Senti il lavoro mi ottenebra la mente”. Il
significato è più o meno lo stesso ma la struttura no.

La prima frase è A->K mentre la seconda è K->A (lasciando


perdere il fatto che in italiano il verbo sentire non è proprio
identico a quello inglese “to feel”).

Fra gli “indizi non verbali” più famosi nella PNL ci sono i
Movimenti Oculari. In altre parole, quando processiamo le
informazioni i nostri occhi tendono a muoversi in determinate
direzioni. Queste direzioni indicano la Modalità che si sta
utilizzando, e la sequenza di come si muovono indicano la
Strategia che si sta utilizzando. I movimenti sono quelli che vedi
nella figura qui sotto; per una spiegazione più approfondita ti
rimando ai miei articoli che puoi trovare qui: http://pnl-
ipnosi.blogspot.com

173

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Fai questa prova: vai da un tuo amico e chiedigli: “di che colore
sono gli occhi di tua madre?” con molta probabilità i suoi occhi
schizzeranno in alto alla SUA sinistra. Quella piccola “r” che vedi
sta per “Ricordato”. Infatti se tu gli chiedi: “come starebbe tua
madre con i capelli rasta blu fosforescente?”, probabilmente gli
occhi andrebbero in alto alla sua destra. Questa differenza è
dovuta alla lateralizzazione emisferica che ti ho già spiegato.
Nella realtà è raro che qualcuno muova gli occhi in una sola
direzione, e sempre in quella. Anche questa è una “mappa” che
può aiutarti a muoverti meglio nel territorio, ma evita di pensare
che sia la realtà. Per un maggiore approfondimento dei Segnali
Oculari e delle loro diverse “interpretazioni” ti rimando al mio
Blog.

174

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RIEPILOGO GIORNO 7
 SEGRETO n. 1: Apprendendo come comunicare
efficacemente con te stesso imparerai a comunicare efficacemente
con chi ti sta intorno (e viceversa).
 SEGRETO n. 2: Il “punto di vista” non è un semplice
concetto astratto, quando parliamo di rilassamento e VAKOG,
puoi modificarlo in modo consapevole.
 SEGRETO n. 3: Prenditi il tempo necessario per poter
sperimentare ed analizzare le tue SM critiche. Allenati a rendere
tutto molto più “bello”.
 SEGRETO n. 4: Ognuno possiede un sistema
rappresentazionale primario. Puoi scoprire ed utilizzare il Tuo per
aumentare la profondità del tuo rilassamento.
 SEGRETO n. 5: Ogni comportamento è frutto di una
“strategia mentale inconscia”. Individua il tuo sistema
rappresentazionale preferito.

175

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


RISORSE UTILI E CHI SONO

Prima di concludere questo viaggio voglio presentarti alcune


preziosissime Risorse che ti aiuteranno durante il Tuo percorso
di Crescita Personale. All’interno di queste Risorse troverai
molto del materiale che mi ha aiutato e che utilizzo tuttora, sia
per la mia crescita che per quella dei miei clienti. Quindi, prima
ancora di presentartele ti racconto qualcosa di me.

Mi chiamo Gennaro Romagnoli e nella vita lavoro come


psicologo e formatore. Ho la fortuna di vedere tutti i giorni i
miracolosi effetti che le giuste strategie unite alla motivazione
hanno nella vita dei miei clienti. Mi occupo di sviluppo
personale da circa 10 anni, dopo aver studiato, frequentato e
praticato il più possibile nel campo della PNL mi sono iscritto
alla Scuola di Specializzazione Post-laurea in Psicoterapia
Ipnotica Ericksoniana. Cos’altro potevo fare? 

Fra le varie esperienze formative della mia vita voglio parlarti

176

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


degli anni, ormai lontani , dell’Università. All’età di 19 anni mi
sono trasferito a Padova per studiare. Lì sono entrato in una casa
dello studente, un vero e proprio laboratorio sociale. Immagina
300 persone nello stesso edificio, di diverso sesso e nazionalità.
Ogni anno c’era circa un ricambio del 30%. Così nel giro di 5
anni ho avuto la fortuna di conoscere molte di persone di diversi
Paesi.

Al mio primo anno incontro la PNL e l’Ipnosi, questo è stato


quello che possiamo definire un vero e proprio “colpo
fortunato”. Infatti nei restanti 4 anni abbiamo formato diversi
gruppi di pratica, dove ci siamo allentati, abbiamo sperimentato
ogni strategia, metodologia e tecnica, possibile e impossibile. ;-)
Ho avuto la fortuna di approcciare le cose in modo divertente. Se
S. Agostino diceva che: “quando si canta si prega 2 volte” io dico
che “quando ci si diverte si impara 3 volte”. ;-) Tutte le
metodologie e le strategie che ancora oggi utilizzo nel mio lavoro
arrivano da quel periodo spensierato e molto formativo. Puoi
leggerne alcune nella Home Page della mia prima Lista di
discussione, che è anche la prima Risorsa Utile a cui ti consiglio
vivamente di iscriverti:

177

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


1) PsicologiaNeurolinguistica è la Lista di discussione
dedicata alla Crescita Personale. Qui sono raccolti anni di
discussioni, più di 400 messaggi riguardanti le diverse
“discipline” dalla PNL alla Medicina Energetica. Clicca
sull’immagine:

2) Il Blog di Psicologia NeuroLinguistica. Clicca sull’immagine

178

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


3) Il Forum di PsicologiaNeuroLinguistica. Èappena nato ed è
il modo migliore per rendere interattivi gli scambi fra i diversi
membri ad altissimo potenziale. Clicca sull’immagine:

In tutti i luoghi di ritrovo virtuale sono presenti sia professionisti


dello sviluppo personale (psicologi, psicoterapeuti, coach,
counsellor, ecc.) e sia semplici appassionati. Ogni Risorsa fa
nascere in me nuove idee e mi da nuovi spunti per la mia crescita
personale, sono sicuro che avranno lo stesso effetto su di te.
Come avrai notato molto del materiale presente in questo eBook
cerca di distruggere quelle credenze limitanti che molti si
portano dietro. Attingere a queste Risorse è il modo migliore per
continuare il processo di demolizione delle credenze limitanti e

179

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


creazione di nuove risorse potenzianti. A volte basta davvero
poco per iniziare questi processi, ti togli quel piccolo dubbio,
magari chiedendo a qualcuno più esperto di te in quella lista.
Nelle diverse risorse, in modo particolare in quelle a più alta
“intereattività” come la Lista e il Forum, trovi tutte persone
appassionate come te. Non ci sono Maestri ma solo persone come
te che hanno iniziato un po’ prima il loro percorso e sanno darti le
giuste indicazioni per aiutarti attraverso il tuo apprendistato nel
meraviglioso viaggio attraverso il Tuoi Stati di Coscienza.

Adesso passiamo alle Risorse “esterne”, di altissima qualità, che


mia aiutano nel mio lavoro.
1) Il Sito della Bruno Editore, il leader della formazione sul web:

180

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Alla fine dell’eBook trovi tante altre interessanti proposte della
Bruno Editore dell’ing. Giacomo Bruno.

2) Prima ti ho parlato del mio percorso di crescita personale che


sta continuando presso l’AMISI (Associazione Medica Italiana
per lo Studio della Ipnosi). Clicca sull’Immagine:

Questa sezione dedicata alle Risorse Utili riguarda direttamente


chi è interessato a rilassare “altre persone”. Se come me ti
occupi di Sviluppo Personale o semplicemente per pura
sperimentazione questi due strumenti GRATUITI ti saranno di
grande aiuto.

Babbleback Machine: è un software interessante e divertente

181

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


che mi è stato molto utile per imparare a modulare meglio il tono
della voce. Infatti questo programmino non fa altro che
rimandarti il suono della Tua voce leggermente in ritardo, il
tempo di ritardo lo scegli tu. Così puoi riascoltare subito la tua
voce e affinare il tono sempre meglio. Attraverso un feedback
immediato che ti aiuta a correggere il tiro. Clicca sull’immagine
per scaricarlo:

Cool Edit Pro: Questo è un programma di Edinting Audio che


utilizzo spesso è semplice, efficace e gratuito;-) Ce ne sono molti
altri in giro simili e molto utili, efficaci e gratuiti. A cosa ti serve
questo programma? Per registrare i TUOI rilassamenti!!
Applicando le strategie e le tecniche contenute in questo eBook

182

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


sarai in grado di costruire un Tuo Rilassamento da poter
ascoltare.

Studiando e applicando l’eBook apprendi le strategie giuste,


attraverso la Babbleback Machine alleni la tua voce e, attraverso
un programma di Editino audio registri i Tuoi Rilassamenti.

Clicca sull’immagine per scaricare Cool Edit Pro:

Altra Risorsa preziosissima è questo Software per generare


Mappe Mentali che ti possono essere utili nell’apprendimento
dei contenuti. Non mi dilungo nello spiegarti il potere delle
Mappe Mentali e di quanto la nostra mente funzioni esattamente
come una mappa mentale. Esistono diversi programmi gratuiti e a

183

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


pagamento. io utilizzo questo che è a pagamento puoi provarlo
QUI .

Qui trovi una Mappa Mentale dell’eBook clicca sull’immagine


con il tasto destro del mouse e scaricala, così puoi ingrandirla.

Utilizza questa mappa mentale per orientarti all’interno


dell’ebook. Stampala in modo da vedere a che punto sei con i tuoi
esercizi quotidiani. Ti ripeto, sperimenta tutte le tecniche una alla
volta per circa 2 mesi. Dopodiché potrai iniziare a creare il tuo
184

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


stato basato completamente sulla sperimentazione. Solo tu puoi
sapere cosa funziona su di te.

Il web è pieno di Risorse Utili che puoi trovare facilmente sui


diversi motori di ricerca. Sicuramente rileggendo questo eBook
più volte saprai anche difenderti dai tentativi di truffa e dalle
insidie della rete.

185

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


CONCLUSIONE

Complimenti! Sei arrivato al termine del viaggio, ma non del tuo


percorso. Come ogni buon viaggiatore sa, adesso si devono
disfare i bagagli per riporli negli appositi spazi in casa. Poi,
magari riponendo le cose che hai acquisito durante il viaggio,
puoi trovare un posto per le cose nuove. Può capitare che alcune
cose restino per un po’ di tempo nelle valige, magari perché il
viaggio ci ha stancati e, prima di riporre tutto al proprio posto, ci
lasciamo andare a qualche giorno di “recupero”. Mentre continui
a leggere queste righe potrebbe tornarti in mente qualche ottimo
suggerimento che l’inconscio ti ha dato o che ti darà durante gli
esercizi che farai a casa.

Quindi, quando un viaggio è appena terminato capita che, per


prima cosa si è un po’ stanchi e confusi, poi, come seconda cosa
capita che inizi a ricomporre i piccoli pezzi che hai appreso
durante il percorso, e infine, un giorno, girandoti indietro e
riguardando quello che è accaduto, ti rendi conto di quanto hai già
imparato e un inspiegabile senso di sicurezza ti pervade. Adesso

186

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


sai quante cose ti ha insegnato il viaggio, ma non sai ancora
quante cose puoi ancora imparare praticando e praticando ancora.
Conosci l’arte della Visualizzazione e della Dinamica Mentale,
sai andare a livello con il solo tocco delle dita. Ora puoi decidere
quali risorse utilizzare, facendo le giuste domande al tuo
inconscio. Hai appreso come entrare in stati produttivi in
qualsiasi luogo e momento sia a occhi chiusi che ad occhi aperti.
Adesso conosci i segreti dell’auto-ipnosi e la magia del
linguaggio che ci sta dietro. Sai che esistono modi per aumentare
il tuo Q.I. e il Tuo Intuito. Puoi modificare le tue
rappresentazioni interiori attraverso le Sottomodalità rendendole
grandiose e potentissime… sai di poter individuare il tuo Sistema
Rappresentazionale e le Tue Strategie per accedere velocemente
a qualsiasi Stato Modificato di Coscienza.

Adesso è importante trovare il Tuo Stato, perché è proprio


adesso che comincia il Vero Corso. Quello che hai l’opportunità
di costruire con le tue mani. Dipende tutto da te!

Il materiale che hai sotto agli occhi è da “maneggiare con cura”.


La potenza dei contenuti che hai letto è incredibile. Utilizza il tuo

187

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


quaderno del rilassamento per creare un Diario di Bordo. Solo in
questo modo potrai renderti conto dei progressi che ottieni con la
pratica. Fai in modo di essere disciplinato per almeno i primi 2
mesi di pratica quotidiana.

Quando vai in palestra che cosa fa l’istruttore? Ti da una tabella


su cui sono riportati tutti i tuoi esercizi. Quando sei in grado di
completare la tabella con tranquillità, puoi passare a qualcosa di
più impegnativo. Così via. E non è raro trovare persone che, dopo
anni di palestra, non hanno bisogno della tabella perché hanno
imparato a riconoscere le potenzialità del proprio fisico. Queste
abilità si acquisiscono in un solo modo: passo dopo passo.

“Sai come si fa a mangiare una balena? A piccoli pezzi”


Cosnuelo Casula

Adesso hai a disposizione le strategie e le tecniche più potenti


nel campo dello Sviluppo Personale. Sta a te metterle in pratica e
quindi triplicare il valore di questo materiale. Solo attraverso la
PRATICA COSTANTE riuscirai ad ottenere i RISULTATI che ti
sei prefisso. Nessuno può farlo per te, questo è il momento di

188

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


prendere la tua DECISIONE. È il momento di sentirti
responsabile per la tua crescita personale. Hai la mappa per
avventurarti nel TUO viaggio e non hai più scuse per NON partire
ADESSO!

Se sei come me avrai letto tutto il libro d’un fiato. Probabilmente


ti è piaciuto molto, ma non avendo ancora praticato gli esercizi ti
manca qualche “pezzo”. Quando ho scoperto che la “pratica vale
100 volte la teoria” ho recuperato tutti i libri che avevo letto “di
corsa” e mi sono concentrato sugli esercizi. Da quel momento la
mia vita e il mio percorso di sviluppo personale sono cambiati.

Tienimi costantemente informato sui tuoi progressi e non esitare


ad inviarmi i tuoi feedback su
PsicologiaNeuroLinguistica@yahoo.it. Ricorda che i feedback
non sono importanti solo per me, per capire come migliorare il
mio lavoro, ma sono ancora più importanti per te. Infatti quando
condividi i tuoi successi li sedimenti dentro te stesso. Ogni tuo
successo deve essere diligentemente annotato per fare presente
alla tua mente che possiede già tutte le risorse necessarie per
raggiungere gli obiettivi che vuoi.

189

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


“È nel momento delle decisioni che plasmi la Tua Vita!”
Tony Robbins

Decidi adesso di mettere in pratica questo eBook… leggilo e


rileggilo. Tieni con te i tuoi strumenti di lavoro: Il Quadernino, il
tuo lettore MP3 e la Mappa Mentale.

Buon Lavoro
Gennaro Romagnoli

190

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


BIBLIOGRAFIA

 Anderson R. E., Barr G., Jakobsson J. G., (2005), Cerebral State


Index during anaesthetic induction: a comparative study with
propofol or nitrous oxide. Acta Anaesthesiologica Scandinavica;
49(6): 750.
 Bandler R., Grinder J., (1975 a), I modelli della tecnica ipnotica di
Milton Erickson. Ed. Astrolabio, Roma, 1984.
 Bandler R., Grinder J., (1975 b), La struttura della magia. Ed.
Astrolabio, Roma, 1979.
 Bandler R., Grinder J., (1979), La metamorfosi terapeutica. Ed.
Astrolabio, Roma, 1980.
 Bandler R., Grinder J., (1981), Ipnosi e trasformazione. Ed.
Astrolabio, Roma, 1983.
 Bandler R., Grinder J., (1982), La ristrutturazione. Ed. Astrolabio,
Roma, 1983.
 Bandler R., (1985), Usare il cervello per cambiare. Ed. Astrolabio,
Roma, 1986.
 Bandler R., La Valle J., (1996), Persuasion Engineering, Meta

191

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


Publications.
 Bears, Connors, Paradiso, (1999), Neuroscienze, esplorando il
cervello, Masson
 Dilts R., (1990), Changing Belief Systems with NLP, Meta
Publication, Capitola, CA.
 Dilts R., (1994), Strategies of Genius, Meta Publication, Capitola,
CA.
 Dilts R., (1995), Strategies of Genius, Meta Publication, Capitola,
CA.
 Dilts R., Grinder J., Bandler R., Bandler L.C., Delozier J., (1980),
Programmazione Neurolinguistica. Ed. Astrolabio, Roma, 1982.
 Donna Eden, (1998), Medicina Energetica, Tecniche Nuove.
 Erickson M.H., Rossi E.L., Rossi S.I., (1976), Tecniche di
suggestione ipnotica. Ed. Astrolabio, Roma (1979).
 Erickson M.H., Rossi E.L., (1979), Ipnoterapia. Ed. Astrolabio,
Roma, 1982.
 Erickson M.H., (1982-84), Opere (a cura di E.L. Rossi). Ed.
Astrolabio, Roma.
 James, Tad, (2000), Hypnosis e Comprehensive Guide,
Carmarthen, UK. Crown House Publishing.
 Maltz M., (1960-65), Psicocibernetica. Ed. Astrolabio, Roma.

192

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


 McMaster M., Grinder J., (1983, 1993), Precision: A new Approch
to Communication – How to Get the Information You Need to
Get Result, Scott Valley, CA: Grinder, Delozier & Associates.
 Miller G., (1956), “The Magical Number seven, plus or Minus
Two: Some Limits on our Capacity to Process Information”,
Psychological review, 63, pp. 81 – 97.
 Mosconi G., (2004), Erickson la trance ipnotica come terapia
(storia dell’ uomo che curava con le parole).
 Silva J., (1992), Il Metodo Silva Mind Control. Ed. Omega.
 Watzlawick P., (1977), Il linguaggio del cambiamento. Ed.
Feltrinelli, Milano, 1980.
 Wenger W., Poe R., (2004), Il fattore Einstein. Ed. Alessio
Roberti.
 Wikipedia “L’enciclopedia Libera”.
 Zaig J., (1990), Erickson. Un’introduzione all’uomo e alla sua
opera. Ed. Astrolabio, Roma.

193

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


EBOOK CONSIGLIATO

IPNOSI SEGRETA

Le Tecniche Avanzate dei Grandi Maestri


della PNL e dell'Ipnosi

194

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


EBOOK CONSIGLIATO

PNL SEGRETA

Raggiungi l'eccellenza con i segreti


dei più grandi geni della PNL

195

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


EBOOK CONSIGLIATO

MEDITAZIONE BIOENERGETICA

I Segreti dei Grandi Maestri per


Riappropriarti del Tuo Pensiero Libero

196

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook


PROGRAMMA DI AFFILIAZIONE

Ti è piaciuto questo ebook?

Rivendilo e guadagna il 30% di commissioni!


Clicca qui per maggiori informazioni

Per il Catalogo aggiornato visita il sito


WWW.BRUNOEDITORE.IT

197

Tutti i Diritti Riservati – Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook