Sei sulla pagina 1di 2

COMPITO N°1

Parafrasi di entrambi i brani della Teogonia di Esiodo, ovvero riscrittura in una prosa semplice e chiara
ricostruendo l’ordine sintattico delle parole nella frase e sostituendo le parole che rimangono oscure con
altre più esplicite.

COMPITO N°2

Elaborazione di un commento (testo continuo) tenendo in considerazione le domande guida seguenti:

 Perché abbiamo considerato la Teogonia di Esiodo anche come una cosmogonia?


 Che cosa è stato detto in riferimento ad Eros?
 Cosa distingue la generazione di Etere e Giorno da parte di Notte ed Erebo “unite in amore”, con
quella di Urano che la Terra-Gaia generò “simile a sé”? o di Ponto che Terra-Gaia generò “senza
amore gradito”?
 Quale analogia è stata indicata fra il Credo cattolico e la generazione di Urano? Perché la questione
si lega alle problematiche sollevate dal concetto di Trinità ed in particolare alla natura di Cristo?
 Cosa vuole indicare l’espressione nel Credo “generato non creato”? Come si lega alla tematica della
Trinità?
 Cosa è stato detto in riferimento a Ponto chiamato “mare infecondo”? Cosa rappresenta?
 Quale analogia è stata individuata fra il significato dell’espressione “mare infecondo” riferita a
Ponto e la materia descritta da Platone nel mito del Demiurgo?
 Quali analogie sono state individuate fra i miti cosmogonici maya, indù e africano e la Teogonia di
Esiodo o eventualmente anche con il Demiurgo platonico?
 Che tipo di struttura ricorrente (quale relazioni fra i significati) può essere individuata nei miti
cosmogonici di tutto il mondo?
 Quali riflessioni sono scaturite dall’analisi del testo indù, nel quale dal principio indistinto eterno
discende il principio maschile?
 Qual è il significato della nascita e della ribellione di Crono? Che cosa comporta?
 Qual è il significato della ribellione di Zeus a Crono?
 In un passo del mito maya si fa riferimento alla “parola” e al discorso come inizio della creazione.
Abbiamo fatto riferimento all’analogia con il logos e con l’inizio del Vangelo di San Giovanni che
inizia con le parole (ricordiamo che verbum in latino significa parola):

In principio era il Verbo


Il Verbo era presso Dio
E il Verbo era Dio